Domenica 14 Agosto 2022

MALTA IN DIGITALE: DEFINITE LE FREQUENZE PER LE TRASMISSIONI IN DAB.

In questa news ci occupiamo della sezione MALTA IN DIGITALE per segnalare che anche questo Paese ha assegnato
le frequenze in VHF riservate alla trasmissioni audio in formato digitale (DAB).
 
I punti di forza del DAB sono:
 
la capacità di massimizzare la sua portata in aree geografiche rispetto alle trasmissioni cablate;
 
la digitalizzazione del segnale, che permette una migliore efficienza spettrale rispetto alla trasmissione analogica;
 
miglior implementazione della rete.
 
La MCA (Malta Communication Authority o Autorità per le comunicazioni maltesi) ha pubblicato il processo d’assegnazione
e le condizioni di licenza che riguardano i canali della banda VHF disponibili a partire dal 2022 ed indetto una
consultazione pubblica sulla procedura d’assegnazione e sulle relative condizioni di licenza per la banda VHF.
Ad essa hanno partecipato l’operatore di rete DigiB Network, la società LIFT Broadcasting Limited e le emittenti Pure Radio e All Rock Radio.
 
L’assegnazione delle frequenze si basa sui seguenti princìpi fondamentali:
 
a) lo spettro è una risorsa limitata e dev’essere utilizzato in modo efficace ed efficiente;
 
b) gli operatori hanno diritti d’uso dello spettro limitati nel tempo senza però esserne proprietari;
 
c) il processo di assegnazione dev’essere equo, trasparente e non discriminatorio
per determinare chi deve ottenere i diritti d’uso nel caso in cui la domanda supera l’offerta;
 
d) lo spettro radio può essere assegnato tramite beauty contest, asta od un mix di entrambe.
La scelta del processo di selezione dipende principalmente dallo spettro e dalle condizioni di mercato.
MALTA ha a disposizione i seguenti 15 blocchi di frequenze per la realizzazione della rete in DAB:

Frequenza

Uso condiviso o esclusivo

5A

Uso esclusivo

5B

Uso esclusivo

5C

Uso esclusivo

5D

Uso esclusivo

6A

Uso condiviso con la provincia di Trapani

6C

Uso condiviso con la provincia di Trapani

9A

Uso esclusivo

9C

Uso condiviso con le province di Catania ed Enna

11A

Uso esclusivo

11B

Uso esclusivo

11C

Uso esclusivo

11D

Uso esclusivo

12A

Uso condiviso con la provincia di Trapani

12C

Uso condiviso con la provincia di Trapani

12D

Uso esclusivo

Fra questi canali, 8 potrebbero servire anche per l’attivazione di 2 mux in DTT.
Nel 2009 il governo maltese aveva destinato la frequenza VHF 5 alle trasmissioni DTT in alta definizione.
I blocchi 11A, 11B, 11C e 11D, invece, sono stati per il momento accantonati in attesa di possibili richieste
per l’accensione di nuovi servizi DAB o DTT.
 
I 15 canali devono essere utilizzati nella seguente maniera:
 
6 saranno assegnati per il DAB dopo la pubblicazione del seguente documento;
 
4 verranno attivati per le trasmissioni in HD sul digitale terrestre;
 
altri 4 saranno tenuti come riserva per eventuali nuove accensioni in DTT o DAB,
a seconda della tendenza di mercato delle seguenti piattaforme;
 
uno è destinato alla flessibilità nelle opzioni politiche riguardanti la radio digitale.
 
La MCA ha riservato per il DAB le frequenze 12A appartenente a MALTA in base agli Accordi di Ginevra 2006 (GE06)
e 6A, 6C, 9C, 12C e 12D ottenute attraverso le intese con i Paesi confinanti.
 
Verrà effettuata una revisione della politica sulla prenotazione dello spettro almeno ogni 3 anni
o prima in caso di sviluppi relativi al DAB o DTT.
 
Ciascun canale equivale al cosiddetto “lotto di spettro”.
Il numero minimo di lotti da assegnare è uno, mentre non è stato stabilito un limite massimo a quello delle concessioni,
a patto che l’assegnatario dimostri la necessità di spettro e la capacità di garantirne l’uso efficiente.
 
Prima di procedere con l’assegnazione delle frequenze, l’Autorità maltese aspetterà una manifestazione d’interesse per iscritto. 
Successivamente si proseguirà con la presentazione delle candidature attraverso:
 
a) una quota di iscrizione a fondo perduto, il cui valore sarà pubblicato nel bando;
 
b) un’opportuna cauzione d’acquisto che garantirà l’impegno del richiedente nel processo di assegnazione e
sarà valida fino al raggiungimento della concessione dei diritti d’uso.
Anche il valore della cauzione sarà pubblicato nel bando;
 
c) un deposito adeguato che rifletterà le tariffe dello spettro del primo anno ed i requisiti del richiedente;
 
d) altra documentazione necessaria per i criteri di valutazione come stabilito dalla MCA.
Durante questa fase, i candidati dovranno scegliere le frequenze tra le 6 messe subito a disposizione dall’Autorità maltese.
 
Dopo la presentazione delle candidature ci sarà la fase di qualificazione.
Per superare con successo questo processo bisognerà soddisfare i seguenti requisiti:
 
a) un processo di due diligence in cui vengono verificate le credenziali dei richiedenti dello spettro;
 
b) una valutazione tecnica della proposta che sarà convalidata dalla MCA;
 
c) una valutazione commerciale del piano industriale a lungo termine che consentirà
il funzionamento della soluzione tecnica presentata dal richiedente;
 
d) la capacità di accedere ai finanziamenti necessari per l’esecuzione del business plan;
 
e) la capacità del richiedente di provvedere adeguatamente alla tutela degli interessi e
dei diritti del consumatore al fine di ridurre al minimo l’interruzione dei servizi DAB esistenti.
 
Alla fine della fase di qualificazione, la MCA analizza le domande e si procede nella seguente maniera:
 
a) in mancanza di candidati che superano la fase di qualificazione, il processo è sospeso per un mese,
consentendo così ai richiedenti di ripresentarsi.
Al termine di tale periodo, in assenza di ulteriori candidati validi, il processo verrà chiuso e
sarà riaperto solo in caso di presentazione di nuove domande;
 
b) se la domanda è inferiore o uguale all’offerta, la MCA procederà con incarico diretto;
 
c) se la domanda supera l’offerta, l’Autorità maltese procederà con un affidamento competitivo ed
inoltre potrà convocare riunioni d’intermediazione private con i candidati in possesso di una domanda valida.
 
La MCA cercherà di accontentare le esigenze e le aspettative di tutti i richiedenti.
Se la proposta viene accettata, l’Autorità concederà i diritti d’utilizzo dello spettro secondo l’accordo raggiunto.
Nell’eventualità in cui le parti non trovano l’intesa o la MCA decide di non svolgere le riunioni d’intermediazione,
si procederà con il beauty contest che sarà applicato anche in caso di numero di domande superiori
alla disponibilità delle frequenze.
 
Durante questo processo tutti i candidati dovranno dimostare come intendono migliorare la propria offerta
oltre il minimo livello di servizi stabilito dall’Autorità maltese.
Nel caso in cui le frequenze non vengano assegnate, la MCA propone di lasciarle a disposizione
a chiunque sia interessato alle stesse condizioni elencate nel seguente documento.
 
Le condizioni tecniche associate ai diritti d’uso dello spettro sono le seguenti:
 
uso dello spettro radio;
 
obblighi di copertura della rete;
 
obbligo di non interferire altri paesi;
 
obblighi di campi elettromagnetici.
 
Al fine di garantire l’efficienza dello spettro, le emittenti DAB maltesi potranno utilizzare solo la codifica HE-AACv2.
Inoltre, per rispettare gli obblighi della Commissione Europea che impone la fruizione dei servizi di comunicazione elettronica
anche agli utenti disabili, il segnale trasmesso deve fornire, se possibile, i suoi flussi audio e dati,
senza intaccare la qualità del flusso video.
 
Gli operatori che ottengono la licenza devono raggiungere la copertura prestabilita in un periodo che va dai 18 mesi ai 3 anni
dalla concessione ottenuta.
La MCA dovrà valutare la copertura raggiunta dal titolare della licenza rispettivamente 18 e 36 mesi dopo l’assegnazione delle frequenze.
Saranno effettuate delle misurazioni nelle isole di MALTA e GOZO.
Le reti DAB non devono causare interferenze transfrontaliere ed i candidati dovranno dimostrare le proprie capacità
durante la fase di qualificazione del processo di assegnazione.
Gli operatori wireless non devono disturbare altre reti che forniscono servizi simili o di altra natura attivi nella stessa banda o in quella adiacente.
 
Ad eccezione del canale 12A, le frequenze messe a disposizione da MALTA per il DAB sono state ottenute attraverso un accordo di
coordinamento con l’ ITALIA che comprende tutto il territorio maltese e le province della SICILIA, ad esclusione di PALERMO e MESSINA.
 
I diritti d’uso delle frequenze in VHF non possono essere nè scambiati, nè ceduti ad altri soggetti.
La loro validità ha inizio non prima dell’ 1 Luglio 2022 e ha una durata di almeno 8 anni.
 
I partecipanti si sono dimostrati favorevoli allo spegnimento della radio analogica.
 
Dopo la consultazione pubblica, la MCA ha invitato a presentare una manifestazione d’interesse
per l’assegnazione delle frequenze in VHF destinate al DAB.
L’unico soggetto ad aver fatto richiesta è stato l’operatore di rete DigiB Network.