_________________________________________________________________________________________________


https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/trentinoindigitale/rasmux2




Le NEWS del RAS Mux 2 dal 2013 al 2015


21 APRILE 2015
Martedì

Ore 13.00 - RAS MUX 2: RINNOVATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 51 RAS Mux 2
La RAS - Radiotelevisione Azienda Speciale per la provincia autonoma di BOLZANO è un'azienda di servizio pubblico radiotelevisivo che ha per compito la diffusione sul territorio dell' Alto Adige dei programmi radiotelevisivi di lingua tedesca e ladina. Nelle pagine della sezione TRENTINO-ALTO ADIGE IN DIGITALE del nostro sito, dopo aver rinnovato la griglia dei canali TV trasmessi dal RAS Mux 1, oggi ci occupiamo del RAS mux 2 che veicola 6 canali TV.

https://lh3.googleusercontent.com/-1A4Io4Ct9OM/VTVaR0PgV9I/AAAAAAAHbuM/Ykpvo5syHnE/s1600/00%2520B.jpg

Nel dettaglio segnaliamo che RAS Kika (LCN 97) nelle ore serali e notturne trasmette la programmazione con il logo di ZDF_NEO, mentre sulla LCN 99 è presente il primo canale della tv Svizzera Italiana RSI La 1.



https://lh3.googleusercontent.com/-tY-3Jyqg1Y4/VTVafb2SHZI/AAAAAAAHbvw/9zX7CSEkhho/s1600/97%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-qGMo7q9SZm4/VTVa500PiXI/AAAAAAAHbv4/MexwcK7opcY/s1600/97%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-uMA9s4A2oYE/VTVa7WQ6BSI/AAAAAAAHbwA/uCRh7bv63q0/s1600/97%2520C.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-9BYDCc7-gik/VTVa8qdKWGI/AAAAAAAHbwI/jGgqirUPB7k/s1600/97%2520D.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-nb--8brWx-8/VTVa_aZxfkI/AAAAAAAHblA/d9DmOhjI37A/s1600/99%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-rxqXQJi4PUc/VTVbAN-Wm6I/AAAAAAAHblI/jjxcNA1Bayg/s1600/99%2520B.jpg

Attraverso lo z@pping TV è possibile visualizzare i loghi di stazione utilizzati dalle emittenti insieme allle immagini che abbiamo recentemente campionato. Questo provider è trasmesso nella provincia di TRENTO sull' UHF 51, mentre in quella di BOLZANO, oltre a tale frequenza, viene utilizzato talvolta anche l' UHF 28 - 40 - 43 - 45 (trattasi per lo più di gap filler). Nella nostra griglia abbiamo elencato le principali postazioni, mentre cliccando su questo link è possibile consultare l'elenco di tutti gli impianti che veicolano in TRENTINO-ALTO ADIGE il RAS mux 2 .


 15 GIUGNO 2013 - Sabato 

Ore 14.55 - AMPLIAMENTO COPERTURA RAS: I CANALI TRASMESSI DAL MUX 2.
UHF 51 RAS Mux 2
Continuiamo a vedere nel dettaglio le composizioni dei mux trentini della Radiotelevisione Azienda Speciale, oggi vediamo nel dettaglio i canali trasmessi dal RAS mux 2, con i dettagli tecnici e il relativo z@pping TV. Il multiplex contiene 6 canali tv:


93 - RAS SRF 1
94 - RAS SRF zwei
96 - RAS
Bayerisches Fernsehen Süd
97 - RAS Kika
98 - RAS arte
99 - RAS RSI LA1



La SRF (acronimo di Schweizer Radio und Fernsehen) è il network svizzero pubblico della Svizzera tedesca e Romancia, ed è un'azienda della SRG SSR (acronimo di Società svizzera di radiotelevisione). La SRF ha sede a Leutschenbach, un sobborgo a nord di Zurigo e al momento ha il monopolio nella copertura televisiva in tutta la Svizzera tedesca e nei territori romanci. Fino al 4 dicembre 2005 l'emittente si chiamava SF DRS: il nome era dato dall'unione di SF (Schweizer Fernsehen - Televisione Svizzera) e DRS (Deutsche und Rätoromanische Schweiz - Svizzera tedesca),

RAS SRF 1 (LCN 93)   www.srf.ch
SRF 1 è la prima televisione svizzera pubblica di lingua tedesca e svizzero tedesca. Nata il 7 aprile 1953 rimase fino al 1997, l'unica TV pubblica di lingua tedesca (nascerà poi SF zwei). Nel 2005 vengono delineati i ruoli di entrambe le emittenti, trasformando SF1 in un canale generalista per tutte le età. Il 16 dicembre 2012 SF 1 è diventata SRF 1.





RAS SRF zwei (LCN 94)   www.srf.ch
SRF 1 è la seconda televisione svizzera pubblica di lingua tedesca e svizzero tedesca. Nasce il 1º settembre 1997 e ripropone i programmi di SRF 1 ad orari diversi da quelli ufficiali di messa in onda; ad oggi SRF zwei, oltre a svolgere questa funzione, si offre come punto d'intrattenimento per quanto riguarda i programmi per i bambini e le serie televisive statunitensi. L'emittente, originariamente chiamata SF2, ha cambiato nome e logo il 12 dicembre 2005, passando da una forma composta da rettangoli ad un logo composto da un quadrato giallo contenente il logo SF ed una scritta dello stesso colore del quadrato riportante zwei.




RAS Bayerisches Fernsehen Süd (LCN 96)   www.br.de
La Bayerischer Rundfunk (BR) è l'emittente radiotelevisiva pubblica locale del Land (lo stato federale) tedesco della Baviera, ed è affiliata ad ARD. La sede principale è situata a Monaco di Baviera. Ad ARD sono affiliate altre otto emittenti regionali, oltre alla Deutsche Welle. La Bayerische Rundfunk si finanzia per l'84% tramite canone, per il 13% da altre entrate (ad esempio provenienti da concessioni, royalties industriali, proventi da beni materiali e finanziari) e per il 3% da pubblicità. L'ammontare del canone riscosso nel 2008 ammontava a circa 844,5 milioni di euro: il 60% del canone viene destinato alla programmazione televisiva, il 28% a quella radiofonica, l'8 viene investito nell'attrezzatura tecnologica ed il 4% nelle spese amministrative. Come in tutte le terze reti, quali ARTE, 3Sat, KiKA, Phoenix e BR-alpha, anche sul canale televisivo della BR non è permessa pubblicità. La sponsorizzazione dei programmi non è però considerata come tale e quindi è ammessa. Nel 2009 la Bayerische Rundfunk impiegava mediamente 2930 dipendenti e com'è di consuetudine nel settore, vi è un numero imprecisato di liberi professionisti che collaborano con BR. La sua sede principale è a Monaco di Baviera ed è dotata di studi televisivi a Freimann e Unterföhring, lo "Studio Franken" e lo studio regionale per la Baviera Orientale a Ratisbona e lo studio regionale "Mainfranken" a Würzburg; inoltre, la rete dispone di un ufficio di corrispondenza in 20 città. Ad Augusta, Kempten e Traunstein sono operativi più collaboratori, mentre in altri uffici come quelli di Bayreuth, Passavia o Rosenheim vi opera rispettivamente un solo corrispondente. La Bayerische Rundfunk dispone anche di alcuni studi all'estero, ad esempio a Roma, Vienna, Tel Aviv, Istanbul e Buenos Aires. C'è ancora un altro studio televisivo a Berlino allo Schiffbauerdamm. BR è l'unica emittente tedesca a possedere una funivia, quella sul Grünten, al servizio del ripetitore che si trova su questo monte alto 1.738 metri.




RAS Kika (LCN 97)   www.kika.de
Kika è un canale per bambini con sede a Erfurt in Germania. Kika è una joint venture dei canali televisivi nazionali pubblici ARD e delle sue affiliate : BR , HR , MDR , NDR , Radio Bremen , RBB , Saarländischer Rundfunk , SWR , WDR e ZDF . Il target dell'emittente è dai 3 ai 13 anni.





RAS arte (LCN 98)   www.arte.tv/de
Forse non tutti sanno che Arte è acronimo di Association Relative à la Télévision Européenne (Associazione Relativa alla Televisione Europea) è un canale culturale franco-tedesco a vocazione europea di servizio pubblico, nato nel 1992 da un trattato fra lo Stato francese e i Lander tedeschi. Si tratta di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) i cui due membri sono Arte France (France 3, Stato francese, Radio France e INA) e Arte Deutschland. Le trasmissioni di Arte sono iniziate nel maggio 1992 sulle reti via cavo francesi e tedesche. Lo stesso anno, in seguito alla fine delle trasmissioni di La Cinq, il Conseil supérieur de l'audiovisuel (CSA) ha attribuito ad arte, su domanda del governo francese, le frequenze analogiche lasciate vacanti sul quinto canale terrestre nazionale francese. A partire dal 28 settembre 1992, il canale culturale è stato trasmesso su questa rete dalle 19:00 all'1:00, fascia poi estesa fino alle 3:00. Arte è associata ad altri canali pubblici europei: RTBF in Belgio, SRG SSR in Svizzera, TVE in Spagna, TVP in Polonia, ORF in Austria, YLE in Finlandia, NPS nei Paesi Bassi, BBC in Gran Bretagna e SVT in Svezia. Arte è diffusa simultaneamente in diverse lingue in tutta Europa dalla sua sede di Strasburgo.


RAS RSI LA 1 (LCN 99)   www.rsi.ch
La RSI, acronimo di Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana, è un'azienda svizzera di servizio pubblico che produce e distribuisce programmi radiofonici e televisivi sull'intero territorio della Confederazione Svizzera ed è una filiale della SRG SSR. Fino al 1º marzo 2009 assumeva la denominazione di RTSI ed era suddivisa in TSI (Televisione svizzera di lingua italiana) e RSI (Radio svizzera di lingua italiana). Quest'ultima trasmette dal 1932; nei primi ricevitori valvolari era indicata come Radio Monteceneri. La sede operativa e il centro di produzione della Televisione sono situati a Comano (5 km a nord di Lugano). La sede della radio si trova a Lugano nel quartiere di Besso. RSI LA1, di carattere generalista (ha una quota di mercato del 23,7%; secondo i dati di Publicadata del 2006). Alla fine degli anni cinquanta l'azienda impiantò il proprio studio televisivo in un ex-deposito di tram del comune di Paradiso alla periferia di Lugano. Particolarità di questo studio era che la struttura tecnica utilizzata era quella della regia mobile. Essa era stata montata su di un vecchio autobus di linea opportunamente riallestito, parcheggiato nel piazzale adiacente. Telecamere, stativi, cavi, monitor ed impianto audio venivano smontati ogni qual volta la regia mobile era chiamata ad operare in esterno. Poi, al rientro, tutto veniva nuovamente reinstallato nello studio. Nella seconda metà degli anni sessanta, lo studio di Paradiso venne equipaggiato completamente e parallelamente venne inaugurata una nuova struttura di produzione in bianco e nero nel quartiere di Besso, in via Canevascini, adiacente agli studi della radio. Nel mese di settembre 1970 la TSI iniziò la produzione propria di programmi televisivi in diretta a colori, con la messa in esercizio di una nuova struttura di regia mobile con quattro telecamere. Con questa unità la TSI fu impegnata su diversi importanti fronti produttivi quali i mondiali di hockey a Ginevra, il Gala UNICEF a Losanna, la famosa Coppa Spengler, i mondiali di Bob a St. Moritz e i concerti pop a Montreux, per citare le manifestazioni più importanti. Nel corso dei primi anni settanta, quando in Italia vigeva ancora il monopolio delle trasmissioni radiotelevisive per la Rai, per i cittadini lombardi la televisione svizzera (chiamata informalmente La Svizzera) rappresentava l'unica vera alternativa. Il segnale copriva bene all'epoca anche la città di Milano, mentre negli anni successivi attraverso la ripetizione del segnale da parte dei primi "imprenditori dell'etere", la TSI giunse fino in Sicilia, introducendo con sette anni di anticipo rispetto alla tv italiana le trasmissioni a colori. Personaggi importanti della storia della televisione italiana come Corrado, Mina, Enzo Tortora lavorarono alla TSI. L'estate del 1975 fu molto importante per la TSI, una nuova unità mobile per riprese live a colori fu messa in esercizio e parallelamente alcune parti del nuovo centro di Comano furono consegnate pronte all'utilizzo. L'anno successivo (1976) venne realizzata una diretta televisiva dalle viscere del massiccio del San Gottardo per la caduta dell'ultimo diaframma di roccia del cunicolo di sicurezza del traforo autostradale. La completa messa in esercizio della struttura tecnica di Comano segnò una ulteriore pietra miliare nella storia della RSI. Il 24 luglio 2006, esattamente alle ore 12:45, la SRG SSR ha disattivato i propri ponti ripetitori analogici del Canton Ticino. Il Ticino è diventato in questa maniera il primo cantone svizzero a ricevere il segnale televisivo soltanto in formato digitale terrestre. L'interruzione definitiva delle trasmissioni analogiche era stata preceduta da una vasta e pervasiva campagna di informazione volta a rendere noto a tutta la popolazione l'imminente passaggio alla nuova tecnologia. Dal 24 luglio 2006 inoltre alcune emittenti locali italiane si adoperarono per includere nei loro bouquet digitali l'emittente LA1 in modo integrale per sopperire alla mancanza del segnale ufficiale elvetico. Tali emittenti furono diffidate direttamente dalla RSI di continuare la ripetizione in violazione degli accordi di copyright Internazionali.