MUX ITALIA 7 (UMBRIA)

MUX RTV 38 (UMBRIA)

MUX TELEAMBIENTE UMBRIA

MUX UMBRIA TV

MUX RETESOLE (UMBRIA)

MUX T9 (UMBRIA)

MUX TRG TELERADIO GUBBIO

UMBRIA NEWS

MUX RTUA

MUX TEF CHANNEL

MUX TRT TELETERNI




LA TV DIGITALE TERRESTRE

IN UMBRIA
________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Questo è un sito di informazione sui canali televisivi del digitale terrestre e sulle radio ricevibili nella regione UMBRIA.
Contiene notizie, tabelle, dati, liste di tutti i canali e di tutte le frequenze ... e molto di più.
Le pagine sono solo a scopo informativo e vengono realizzate solo per passione e senza scopo di lucro.
Pertanto decliniamo ogni responsabilità perchè non hanno niente di ufficiale.

Il sito è realizzato in esclusiva da ANDREA POMILIO e RICCARDO GAFFOGLIO.
Per riprodurre le nostre informazioni bisogna citare la fonte di provenienza di questo sito.
________________________________________________________________________________________________________________________________________________



SPORTELLO TV DIGIT@LE

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.

IL DIGITALE TERRESTRE IN UMBRIA
FREQUENZE TV CON COMPOSIZIONE MUX E Z@PPING DEI CANALI DI:



Foto:
RAI Mux 1 (VALLE D'AOSTA)
RAI Mux 1 (PIEMONTE)
RAI Mux 1 (LOMBARDIA)
RAI Mux 1 (VENETO)
RAI Mux 1 (TRENTINO)
RAI Mux 1 (ALTO ADIGE)
RAI Mux 1 (FRIULI VENEZIA GIULIA)
RAI Mux 1 (LIGURIA)
RAI Mux 1 (EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 1 (VENETO / EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 1 (TOSCANA)
RAI Mux 1 (UMBRIA)
RAI Mux 1 (MARCHE)
RAI Mux 1 (LAZIO)
RAI Mux 1 (ABRUZZO)
RAI Mux 1 (MOLISE)
RAI Mux 1 (CAMPANIA)
RAI Mux 1 (PUGLIA)
RAI Mux 1 (BASILICATA)
RAI Mux 1 (CALABRIA)
RAI Mux 1 (SICILIA)
RAI Mux 1 (SARDEGNA)
RAI Mux 2
RAI Mux 3
RAI Mux 4
RAI Mux 5
RAI Mux 6 (LAZIO)
RAI Mux FRANCE

MEDIASET Mux 1
MEDIASET Mux 2
MEDIASET Mux 3
TIMB Mux 1
TIMB Mux 2
TIMB Mux 3

Mux DFREE

Mux CAIRO DUE

CANALE ITALIA Mux 1
CANALE ITALIA Mux 2

MEDIASET Mux 4
MEDIASET Mux 5
RETE A Mux 1
RETE A Mux 2

Mux LA 3

Mux RETECAPRI

Mux EUROPA 7 (DVB-T2)


LISTA LCN NAZIONALE

ORDINE NUMERICO AUTOMATICO DELLE EMITTENTI

 



PER LE NOTIZIE CHE RIGUARDANO I MUX NAZIONALI CONSULTATE LA RELATIVA PAGINA.

______________________________________________________________________________________________





Martedì 20 dicembre 2016

______________________________________________________________________________________________


5 DICEMBRE 2015
Sabato

Ore 11.00 - TERNI, STOPPATA LA VARIANTE AL PRG PER LE ANTENNE DEL MIRANDA: IPOTESI INCENTIVI PER DELOCALIZZAZIONE.
E’ stata di fatto stoppata in commissione la variante al Piano regolatore sul caso delle antenne di Miranda e del relativo inquinamento elettromagnetico denunciato dai residenti e rilevato anche dall’Arpa.
Alla seduta di venerdì, a cui hanno partecipato anche alcuni abitanti della zona e l’avvocato Passeri che li assiste, l’assessore Emilio Giacchetti ha ritirato la delibera di giunta che paventava il cambio di classificazione delle aree, dicendosi pronto a vagliare la possibilità di definire una serie di incentivi per favorire la delocalizzazione degli impianti nell’area della Rocchetta di Monte Sant’Angelo.
Stoppata la variante al Prg I componenti della commissione, presieduta da Faliero Chiappini, hanno quindi concordato di elaborare un atto di indirizzo col quale definire una serie di controlli ambientali per monitorare l’inquinamento elettromagnetico che, come riferito a Umbria24 da un residente, è a livelli tali da scaricare le batterie delle automobili parcheggiate nei paraggi. L’obiettivo è quindi quello di istituire delle verifiche periodiche per alzare il livello di attenzione nella zona di Miranda anche in ottica bonifica, ma nell’atto si dovrà anche dare input alla definizione degli incentivi che dovranno convincere le società titolari degli impianti a liberare il bosco e la vetta, trasferendoli a La Rocchetta.
Delocalizzazione antenne con incentivi L’ipotesi paventata dall’assessore Giacchetti durante la seduta è quella di concedere gratuitamente gli spazi di proprietà dell’ente alla Rocchetta, per poi introdurre canoni agevolati per gli anni successivi, attualmente le società a Miranda pagano l’affitto ai proprietari delle aree. Sugli sviluppi della vicenda è intervenuto il consigliere Patrizia Braghiroli (M5s): «Abbiamo finalmente messo in evidenza l’inutilità di una variante urbanistica che la giunta aveva approvato adaprile e siamo usciti dalla commissione con l’accordo della sospensione del procedimento amministrativo tanto discussa e contestato dal comitato Miranda, ma occorre trovare subito la quadra per delocalizzazione e accorpamento delle emittenti al sito della Rocchetta di Monte Sant’Angelo, un terreno pubblico di proprietà del Comune, privo di abitazioni nelle vicinanze favorendo l’operazione con un piano di incentivi che renda economicamente vantaggiosa l’opzione di spostamento delle emittenti in tale sito».

Tratto da: www.umbria24.it/terni-stoppata-la-variante-al-prg-per-le-antenne-di-miranda-ipotesi-incentivi-per-delocalizzazione


1° SETTEMBRE 2015
Martedì

Ore 15.05 - NASCE UMBRIA UNO: NUOVA TV REGIONALE, AL POSTO DI TRT TELETERNI.
TERNI - Dal primo settembre 2015 la piccola Umbria potrà contare sulla presenza di una nuova emittente televisiva regionale.
Si chiama "Umbria Uno" e trasmetterà sul canale 15 del digitale terrestre, frequenze sulle quali fino a pochi giorni fa trasmetteva la tivvù locale TeleTerni. Tutto nasce, infatti, dal secondo capoluogo umbro e dall'acquisizione di TeleTerni da parte dal gruppo televisivo campano CMG.
"Nuova non solo nel nome e nella grafica - si legge in una nota dell'emittente Umbria Uno - ma nuova anche nei contenuti e nel modo di pensare e fare tv. Umbria Uno segna il passo del cambiamento. L'emittente, con una nuova proprietà, punta le sue telecamere su tutta l'Umbria senza dimenticare i singoli territori. Umbria Uno pone al centro l'informazione: il palinsesto, completamente rinnovato, si arricchisce infatti di nuovi appuntamenti news, con collegamenti e aggiornamenti in tempo reale, a partire dalla rassegna stampa delle 7.30. Un'informazione puntuale, attenta e critica che, facendo forza sulla professionalità di un team in parte rinnovato, gode dell’esperienza nel campo dell'editoria del suo nuovo presidente, Gianluigi Torino, già amministratore delegato del gruppo televisivo campano CMG di cui fa parte Canale 21, la tv leader in Campania e nel Lazio. “Crediamo nelle potenzialità dell’Umbria – dice il presidente Torino – Il nuovo progetto punta sull’informazione e sulle produzioni con un nuovo palinsesto che prevede 8 ore giornaliere di news. Un investimento importante e una sfida per una tv sempre più attenta ai telespettatori”. In occasione del lancio di Umbria Uno arriva anche l’augurio del sottosegretario alle Telecomunicazioni del Governo, l’onorevole Antonello Giacomelli, che saluta la nascita della nuova tv come una buona notizia in un periodo non facile per l’emittenza locale. “Una buona notizia – afferma il sottosegretario Giacomelli - perché è una voce in più che si propone di assicurare un servizio di informazione e di pluralismo in una realtà importante come quella dell’Umbria e che arriva alla vigilia di cambiamenti importanti per l’emittenza locale per dare nuovi strumenti e nuove certezze a chi vuol fare il mestiere dell’editore. Faccio di cuore in bocca al lupo a Umbria Uno augurando che il successo dell’avventura editoriale coincida con il successo della riforma del Governo”.

Tratto da: www.lanazione.it/umbria/terni-nuova-tivvu-umbria-uno-emittente


6 MAGGIO 2015
Mercoledì

Ore 23.05 - MUX T9 (UMBRIA): REALIZZATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 27 Mux T9 (UMBRIA)
Nella sezione UMBRIA IN DIGITALE abbiamo realizzato la griglia dei canali e lo z@pping tv della versione sintonizzabile in UMBRIA del provider romano T9 che in questa regione veicola 5 canali TV ed è trasmesso da sole due postazioni. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux T9 (UMBRIA).

https://lh3.googleusercontent.com/-zv8kzOfbvCg/VUnWSp7S5WI/AAAAAAAHjRY/chn8TflFknk/s1600/00%2520B.jpg

Mux T9 ‎‎‎(UMBRIA)‎‎‎ - Z@pping TV



8 LUGLIO 2014
Martedì

Ore 18.20 - DI' LUCCA: IL CANALE 89 DEL DIGITALE TERRESTRE E' DIVENTATO INTERREGIONALE.
Con copertura integrale di Toscana e Umbria.
Un grande giorno per la famiglia di Dì Lucca: il canale 89 del digitale terrestre è diventato interregionale, con copertura integrale di Toscana e Umbria, per una popolazione servita di oltre 5 milioni di persone.
Occorre solo un piccolo sforzo: risintonizzare il televisore o il decodere scegliere, nel caso venga proposta l'opzione, Dì Lucca definitivo. Quello è il segnale giusto.
Naturalmente, per tutti coloro che non ricevevano Dì Lucca la questione non si pone, perché tv odecoder aggiungeranno automaticamente Dì Lucca sul canale 89 dopo il necessario aggiornamento dei canali.
“Un palcoscenico – dicono i titolari della televisione lucchese - di grande rilevanza per tutti ipartner che ci hanno dato fiducia sin qui e che potranno adesso diffondere il loro messaggio su un grande bacino di utenza.
Diamo dunque il benvenuto a tutti i nuovi telespettatori che sino ad oggi non riuscivano a riceverci, e in particolare coloro che vivono in Versilia e Mediavalle Garfganana.
Anche se la copertura adesso è interregionale, la nostra mission continuerà ad essere quella di sempre: lavorare con passione e professionalità al servizio del territorio ed essere una voce attenta e
imparziale delle vicende che lo riguardano. Fateci sentire la vostra voce e noi proveremo a diffonderla in un bacino che oggi è diventato ampio e capillare. Salutiamo i nostri già affezionati
telespettatori e diamo il benvenuto a tutti i nuovi amici che cominceranno a conoscerci e, speriamo, ad apprezzarci.
Come si fa all'inizio di ogni avventura che si rispetti, a tutti loro promettiamo il solito impegno e passione nel fare ogni giorno al meglio il nostro lavoro”.

Tratto da:
http://gabbianonews.tv/edizione/lucca/articolo/d%C3%AC-lucca-il-canale-89-del-digitale-terrestre-%C3%A8-diventato-interregionale


 13 DICEMBRE 2013 - Venerdì 

Ore 22.50 - MUX RTV 38 (TOSCANA) (UMBRIA) (LIGURIA): ELIMINATA TELEITALIA.
UHF 41 Mux RTV 38 (TOSCANA)
UHF 41 Mux RTV 38 (UMBRIA)
UHF 48 Mux RTV 38 (LIGURIA)

Dal provider RTV 38, diffuso in Toscana, Umbria e parte della Liguria (con numerazioni LCN assegnate in base alle rispettive regioni), è stata recentemente eliminata TELEITALIA che si posizionava sull' LCN 225. Abbiamo aggiornato le griglie dei canali e gli z@pping TV dei mux RTV 38 (TOSCANA), RTV 38 (UMBRIA) e RTV 38 (LIGURIA).
https://lh3.googleusercontent.com/-mKLIwCcxyKo/UqtY3lb1I9I/AAAAAAAEbpQ/Z6meulOpIf0/s1600/00%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-XOc0Mojlclc/Uqt5oc4YMvI/AAAAAAAEb1E/VPpf4-AFrsI/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-H2meIAdwShw/Uqt-i6Mub4I/AAAAAAAEb4o/QT539W4aXFM/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg


 20 LUGLIO 2013 - Sabato 

Ore 12.00 - MUX RTUA: REALIZZATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
VHF 07 - UHF 45 Mux RTUA
Abbiamo realizzato la griglia dei canali e lo z@pping TV con le immagini del mux RTUA, acronimo di RADIO TELEDIFFUSIONI UMBRE AQUESIO, emittente con sede ad Orvieto in provincia di Terni. Trasmette sulle frequenze VHF 07 dalla postazione del monte Amiata con copertura delle province di Gosseto e Viterbo, e sull' UHF 45 da Colonnetta di Prodo ad Orvieto (TR). Il multiplex contiene 4 tv e 2 radio: RTUA (LCN 18); RTUA2 (LCN 171); Voltapagina (LCN 271); TELE RADIO LEO (LCN 666), emittente di Orte (VT), al momento della nostra rilevazione stava trasmettendo il canale all news satellitare EURONEWS; RADIO AQUESIO (LCN 776); RADIO ORTE (LCN 777). Consulta la griglia dei canali, con i loghi e i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux RTUA. Vai anche alla lista delle TV A VITERBO, dove è stato inserito questo multiplex.




Mux RTUA - Z@pping TV



 5 GIUGNO 2013 - Mercoledì 

Ore 08.55 - MUX RTV 38 (UMBRIA): INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 41 Mux RTV 38 (UMBRIA)
UHF 41 Mux RTV 38 (TOSCANA)
Nella lista delle emittenti TV che si ricevono a PERUGIA e TERNI, sull' UHF 41 inseriamo la griglia aggiornata e lo z@pping TV della versione umbra del mux RTV 38. Il mutiplex contiene otto canali tv, di cui tre dell'offerta pay per adulti HOT 1 (LCN 406), HOT 2 (LCN 407) e HOT 3 (LNC 408), e una emittente radio CONTRORADIO senza LCN. Vi ricordiamo che questo multiplex è diffuso anche in Toscana, e si differenzia da quello umbro per le diverse numerazioni LCN di tre canali, RTV38 (Toscana LCN 15, Umbria LCN 72), RTV38+1 (Toscana LCN 189, Umbria LCN 174) e 38 Shopping (Toscana LCN 613, Umbria LCN 274). Consulta pertanto le composizione aggiornate, con i dettagli tecnici, e gli z@pping TV dei mux RTV 38 (UMBRIA) e RTV 38 (TOSCANA).






Mux RTV 38 ‎(UMBRIA)‎ - Z@pping TV



 8 MAGGIO 2013 - Mercoledì 

Ore 21.40 - A SPOLETO CI SI INTERROGA SUL FUTURO DELLA TV LOCALE.
Carlo Freccero e Federica De Sanctis protagonisti, sabato 11, del seminario promosso da Odg e Corecom Umbria.
SPOLETO (Perugia) – “La Tv digitale e il futuro della Tv locale”. Questo il titolo del convegno al quale parteciperanno Carlo Freccero (direttore di Rai 4, autore televisivo, esperto di comunicazione) e Federica De Sanctis (giornalista Sky-tv) nella conferenza-seminario che si svolgerà a Spoleto, sabato 11 maggio, alle ore 10.30, nella Sala conferenze della biblioteca comunale “G. Carducci”.
L’iniziativa costituisce il terzo appuntamento previsto nell’ambito del progetto “Qualità dell’informazione”, realizzato dall’Ordine dei giornalisti e dal Corecom dell’Umbria e rivolto ai giornalisti e agli operatori dell’informazione regionale. Tutti gli iscritti all’Albo sono invitati a partecipare all’incontro che avrà valore ai fini dell’acquisizione dei crediti formativi.
Il prossimo seminario si svolgerà mercoledi 12 giugno 2013: “Diritto di cronaca e dovere di informare”, con Fiorenza Sarzanini (giornalista giudiziaria e consigliere nazionale Ordine giornalisti) e Carlo Fiorio (docente di diritto processuale penale all’Università di Perugia).
Con questo appuntamento si chiuderà il primo ciclo di seminari previsto dal progetto “Qualità dell’informazione”. La seconda fase prenderà il via nel prossimo mese di settembre.

Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2013/05/07/a-spoleto-ci-si-interroga-sul-futuro-della-tv-locale


 26 APRILE 2013 - Venerdì 

Ore 09.00 - PUBBLICATA LA LISTA DELLE TV A PIEGARO (PERUGIA).
Aggiorniamo la sezione regionale UMBRIA IN DIGITALE pubblicando la lista delle emittenti tv che si ricevono nella località di Piegaro in provincia di Perugia. Potete consultare le composizioni di tutti i mux nazionali e locali sintonizzabili. Ringraziamo Paolo per la collaborazione. Consulta la lista delle TV A PIEGARO (PG).


LE TV A PIEGARO (PG)



 20 FEBBRAIO 2013 - Mercoledì 

Ore 01.15 - ARRIVA DINAMICA CON LCN 249 AL POSTO DI CHANNEL 24.
Nei mux locali presenti in diverse regioni italiane che fanno capo a 7 GOLD, o ne sono consociate, è arrivato il nuovo canale DINAMICA, con la numerazione LCN 249
, già presente nel mux nazionale di RETECAPRI alla posizione LCN 120. E' stato eliminato CHANNEL24 (LCN 130) che dalla giornata di ieri era a schermo nero. Ricordiamo però che CHANNEL 24 risulta operativa nel mux di TIVUITALIA sempre sull' LCN 130.

Questo l'elenco dei mux locali nelle regioni in cui ci hanno segnalato l'arrivo di DINAMICA (LCN 249):


PIEMONTE: UHF 41 Mux TELESTAR (PIEMONTE)



LOMBARDIA: UHF 41 Mux TELESTAR (LOMBARDIA)



FRIULI VENEZIA GIULIA: UHF 46 Mux 7 GOLD PLUS



TOSCANA: UHF 45 Mux TVR TELEITALIA


UMBRIA: UHF 44 Mux UMBRIA TV


LAZIO: UHF 32 Mux 7 GOLD LAZIO



ABRUZZO: UHF 46 Mux ANTENNA 10


CAMPANIA: UHF 29 Mux JULIE TV


SICILIA: UHF 33 Mux TELESTAMPA SUD - 7 GOLD






 06 DICEMBRE 2012 - Giovedì 

Ore 22.50 - ANCORA FURTI AGLI IMPIANTI DELLE EMITTENTI UMBRE.
L'assessore: «La giunta regionale valuterà forme di sostegno economico alle emittenti».
Nuovi furti di strumentazioni a danno delle emittenti televisive umbre nei giorni scorsi. Esprime preoccupazione l’assessore regionale alle infrastrutture immateriali, Stefano Vinti e «vicinanza» agli editori che hanno subito i furti degli apparati digitali. Vinti inoltre comunica l’impegno a valutare, dopo la verifica dei danni, una forma di sostegno economico da parte della giunta regionale per far fronte alle spese aggiuntive.
Furti su commissione «In apparenza, per la precisione con la quale è stata scelta la strumentazione da rubare, sembra si tratti di furti su commissione finalizzati a rivendere la refurtiva su un mercato che, sicuramente, è circoscritto – afferma l’assessore – Di certo c’è che questi episodi mandano in sofferenza gli editori che, anche se sostenuti dalla Regione Umbria, hanno già dovuto affrontare i costi relativi all’aggiornamento delle apparecchiature per convertire l’analogico con il digitale».
Danno doppio Per Vinti questo tipo di furto è doppiamente grave, perché non danneggia solo la proprietà delle aziende editoriali ma, privando i cittadini della fruizione televisiva, limita il diritto all’informazione. «Siamo fiduciosi – conclude l’assessore – che le indagini delle forze dell’ordine, potranno permettere al più presto di recuperare la strumentazione rubata che ha un costo elevato e che, sicuramente, viene smerciata in circuiti particolari e ristretti».

Tratto da:
http://www.umbria24.it/nuovi-furti-agli-impianti-delle-tv-umbre-vinti-reati-che-danneggiano-editori-e-cittadini


 19 APRILE 2012 - Giovedì 

Ore 15.15 - MONTE CETONA (SI): MODIFICHE TECNICHE SULL'IMPIANTO MEDIASET.
Informiamo gli utenti che dal monte Cetona (Siena) sono cambiate alcune caratteristiche tecnico-operative per per il sito MEDIASET.
La nuova configurazione è la seguente a partire dalle ore 11.00 di ieri:
- cortina polarizzazione verticale direzione 350°N (da M.te Cetona direzione all’incirca vs. Monte S. Savino, Civitella Valdichiana),
- cortina polarizzazione orizzontale direzione 80°N (da M.te Cetona direzione all’incirca vs. verso Perugia),
- cortina polarizzazione verticale direzione 130°N (da M.te Cetona direzione all’incirca vs. Fabro - Orvieto).
Non si esclude nel prossimo futuro che anche altri, come TIMB, Rete A e alcune locali (tra le quali RTV 38), provvedano ad analoga modifica, specie se confermata la soluzione ad alcune criticità nella coesistenza di più segnali (soprattutto quello dell'Amiata) dell'area tecnica interessata.

E' possibile che si registri un lieve decremento di segnale si canali di V banda UHF, cioè dal 38 in su (quindi per Mediaset i ch. 49, 50, 52 e 56), in quanto al momento il sistema radiante sembra avere una miglior resa in IV banda, cioè dal 37 in giù (quindi per Mediaset il ch. 36), ma la cosa non dovrebbe essere particolarmente significativa e in ogni caso stanno lavorando per risolvere la cosa.
Fonte: Pollo Di Legno / AG-BRASC (Digital-Forum).


 15 MARZO 2012 - Giovedì 

Ore 11.15 - RAI MUX 1 TOSCANA: ATTIVATO IL CANALE 05 VHF DAL MONTE PEGLIA.
VHF 05 (Monte Peglia - TR) RAI Mux 1 - TOSCANA:
Ci comunicano che nella giornata di ieri è stato attivato il RAI Mux 1 - TOSCANA, con Rai 3 TGR Toscana, sul canale 05 VHF dalla postazione umbra del Monte Peglia nel comune di San Venanzo nella provincia di Terni, per coprire meglio alcune zone della Toscana al confine con la regione Umbria, che ricevevano solamente il RAI Mux 1 - UMBRIA.


 14 MARZO 2012 - Mercoledì 

Ore 23.40 - AGGIORNATA LA LISTA DELLE TV A PERUGIA.
Abbiamo aggiornato la lista delle TV A PERUGIA, grazie alla collaborazione di Massimo di Perugia, che ringraziamo per averci inviato gli aggiornamenti. La rilevazione è stata effettuata a Perugia in zona stazione Fontivegge. Rispetto alla nostra precedente tabella c'è da segnalare l'attivazione del mux TELECAMPIONE sul canale 43 UHF, del secondo mux di CANALE ITALIA sul canale 53 UHF, e della locale TRG TELERADIO GUBBIO sul canale 35 UHF. Invece i due mux romani TELESTUDIO sul canale 24 UHF e T9 sul canale 27 UHF non hanno ancora acceso il loro segnale su Perugia.


 28 FEBBRAIO 2012 - Martedì 

Ore 12.00 - DIGITALE TERRESTRE: UN RIPETITORE PER LA TOSCANA SUL MONTE PEGLIA.
Gli abitanti delle zone d'ombra dell'Umbria al confine con la Toscana sperano che l'accensione di questo nuovo ripetitore possa portare vantaggi nella ricezione del segnale televisivo anche a loro.
Forse qualche miglioramento della ricezione del digitale terrestre in Umbria potrà venire quando sarà realizzato ciò che è stato garantito dal Direttore della Sede Regionale Toscana della Rai e il Responsabile di Rai Way per la mancata ricezione dei segnali di Rai Uno, Rai Due, Rai Tre e Rai News, in diverse le “zone d’ombra” segnalate nelle zone di confine umbro toscane, tra cui Battifolle, Ruscello e Viciomaggio. La Rai ha, infatti, comunicato di “aver pianificato la trasmissione di tre Mux Toscani dai centri trasmittenti Rai Way di Monte Nerone (Marche), Monte Peglia e Monte Arnato (Umbria) al fine di ampliare lo spettro di copertura delle utenze nella regione Toscana”. I problemi sono stati risolti, dice la Rai, ma in Umbria non ne sono molto convinti e comunque ancora non se ne vedono gli effetti, sul Monte Nerone e sul monte Arnato. Per il Monte Peglia devono essere prima realizzate opere infrastrutturali per le quali la Rai ha presentato richiesta di autorizzazione al Comune di San Venanzo, dopo che è intervenuta l’approvazione del Ministero dello sviluppo economico a fine novembre dello scorso anno.
Tratto da: http://www.iltamtam.it/Generali/Cultura/Digitale-terrestre-un-ripetitore-per-la-Toscana-sul-Monte-Peglia


 23 FEBBRAIO 2012 - Giovedì 

Ore 22.40 - DIGITALE TERRESTRE NEL TERNANO: VINTI SCRIVE AL MINISTRO.
Persistono problemi per alcuni Comuni del ternano. A tre mesi dallo switch off in Umbria, pur con un bilancio del passaggio al digitale generalmente positivo, rimangono tuttavia aperte alcune criticità nella provincia di Terni (Narni, Otricoli, Calvi dell'Umbria, Giove, Lugnano in Teverina, Penna in Teverina, Amelia). E' per questo che l'assessore regionale alle infrastrutture tecnologiche immateriali Stefano Vinti ha scritto al Ministro per le Comunicazioni Corrado Passera. L'assessore sollecita il Ministro ad adottare i necessari provvedimenti affinché la ricezione del segnale televisivo del servizio pubblico Rai sia assicurato all'intero territorio regionale, a tutela di tutti i cittadini.
Tratto da: http://www.terninrete.it/headlines/articolo


 10 FEBBRAIO 2012 - Venerdì 

Ore 16.45 - DIGITALE TERRESTRE IN CHIARO: INCONTRO A MAGIONE (PG).
I responsabili di Ray Way e gli antennisti del territorio incontrano la popolazione per risolvere i problemi legati alla visione dei programmi di Rai regione e di altre emittenti locali.
Dare una risposta efficace ai problemi di segnale debole. Con l'introduzione del digitale terrestre si sono verificati disagi nelle zone costiere del Trasimeno. Mercoledì 15 febbraio alle 10.00, nella sede del Comune, incontro fra la cittadinanza e i responsabili di Ray Way Umbria, la società che gestisce la rete di trasmissione del segnale della televisione pubblica, e i tecnici antennisti operanti nel territorio comunale. «Al momento vi sono alcune centinaia di famiglie che da Torricella a Panicarola, passando per San Feliciano, San Savino e Sant'Arcangelo». Lo dichiarano gli assessori comunali Giacomo Chiodini e Monica Paparelli. Difficoltà nella visione dei programmi della Rai regionale, compreso il tg, e di altri canali locali. «Un disagio - spiegano ancora gli assessori - cui speriamo possa essere trovata una soluzione in tempi brevi».
Tratto da: http://www.frescodiweb.it/dettaglio_news


 30 GENNAIO 2012 - Lunedì 

Ore 09.20 -  AVVISO  - CAMBIO DI POLARIZZAZIONE DAL MONTE CETONA (SI): ULTERIORI DETTAGLI.
Un nostro lettore, che ringraziamo, ci fornisce ulteriori informazioni sul cambio di polarità da Orizzontale a Verticale dalla postazione di Monte Cetona in provincia di Siena.
"Salve, vi fornisco notizie più dettagliate rispetto alla mail precedente che vi ho inviato.
Innanzitutto il 36, che è il mux "cavia" di Mediaset per l'adozione del
nuovo sistema di trasmissione, rimarrà per alcuni giorni in sola polarizzazione verticale. Sicuramente fino a Martedì 31.01. Così avremo modo di avere riscontri anche dal territorio, seppur con tutte le limitazioni del caso. Uno dei miglioramenti che ci aspettiamo da subito è il fatto di non avere più il contributo di M.te Cetona a disturbare la ricezione da Amiata e Peglia. Chiaramente chi riceve M.te Cetona noterà un peggioramento dovuto al cambio polarizzazione ma considerata la maggiore quantità di segnale trasmesso (vedi M.Peglia - M.Amiata) nell'area potrebbe anche essere ininfluente. La decisione, poi, verrà presa subito dopo le prove ma ci saranno i tempi tecnici per la modifica definitiva dell'antenna anche se non escludo la possibilità di utilizzare l'antenna provvisoria in attesa di quella definitiva. La modifica comunque dovrebbe interessare solo i canali di 5 banda, quindi Rete A esclusa ma compresi i nostri 36-37-38, per non creare problemi con la ricezione Rai dal Peglia. Ovviamente niente esclude che Rete A si muova in autonomia in maniera diversa. Per le locali vedremo. Hanno meno problemi di noi perchè non hanno la necessitá di sincronizzare insieme anche Umbria e Lazio, comunque cercheremo di coinvolgerle e, credo, sará loro interesse seguirci. Ovviamente informeremo gli antennisti della zona con largo anticipo."


 23 GENNAIO 2012 - Lunedì 

Ore 17.25 -  AVVISO  - CAMBIO DI POLARIZZAZIONE DAI RIPETITORI DEL MONTE CETONA (SIENA).
Un nostro lettore ci comunica quanto segue:
"Salve, per informarVi che a breve sarà previsto il cambio di polarità dal sito di Mt. Cetona (SI) che passerà da Orizzontale a Verticale. Saranno coinvolti MEDIASET (che ha deciso tutto ciò), LA 7, RETE A e, a questo punto, suppongo le locali. Gli interventi riguarderanno i canali trasmessi in V banda ad eccezione del 32/33 (Rete A), 36,37,38 (Mediaset). Questo per non interferire con la ricezione RAI dal Mt.Peglia (TR). Visto la densità del territorio (che va da Siena a Perugia, toccando anche Arezzo), spero che informeranno gli utenti. Cordiali Saluti."



 17 GENNAIO 2012 - Martedì 

Ore 20.15 - DIGITALE TERRESTRE: BOCCIATO DAL 30% DEGLI UMBRI.
A due mesi dallo switch off gli umbri sembrano essersi abituati alla nuova televisione, come testimoniano i dati del nostro sondaggio.
Digitale terrestre ok I numeri del sondaggio di Umbria24.it fanno venire a galla una sostanziale promozione del digitale terrestre in Umbria. I risultati dicono che la maggioranza assoluta, il 52% dei 187 votanti totali, non ha avuto problemi dal passaggio dall’analogico al digitale terrestre, giudicando la «nuova tv» migliore della vecchia. Per il 18%, invece, qualche problema c’è stato ma i vantaggi superano i disagi.

I problemi restano Non va sottovalutato però un 30% di lettori per i quali il giudizio sullo switch off resta negativo. Il 16% riconosce i vantaggi della tv digitale ma nella sua zona i problemi superano le migliorie. Per il 14%, poi, la bocciatura è totale: la tv si è spenta per sempre. Ovviamente il campione è limitato, ma puntellato da numerose segnalazioni giunte in redazione da utenti alle prese con problemi tuttora irrisolti: persone, spesso anziane, che avevano nella tv l’unica compagnia e che non sono riuscite a prendere il treno della modernità. Alcuni per problemi di impianto, altri perché effettivamente non c’è segnale: le autorità dovrebbero pronunciarsi su questo.

Tratto da: http://www.umbria24.it/digitale-terrestre-bocciato-lettori-pensate


 12 DICEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 13.00 - MOIANO E PO' BANDINO PASSERANNO AL DIGITALE TERRESTRE IL 21 DICEMBRE.
CITTÀ DELLA PIEVE (Perugia) – Digitale terrestre. Chi l’ha visto nelle due frazioni pievesi? Ricevendo dalle Marche, è inevitabile attendere ancora lo switch off del Monte Nerone. Il Comune di Città della Pieve, con un avviso diffuso dall’assessore ai Lavori pubblici, Raffaele Parbono, si rivolge ai cittadini pievesi per invitarli ad aspettare. Dopo il passaggio al digitale terrestre, nessuno riceve ancora sull’ apparecchio televisivo il segnale della Rai regionale e dei nuovi canali della tivù pubblica. Il “buio” riguarda soprattutto i residenti nelle frazioni di Moiano e di Po’ Bandino, che ricevevano il segnale analogico dalle Marche. Nell’avviso pubblico è spiegato che il disagio dipende dal mancato switch off – previsto per mercoledì 21 dicembre 2011 – del centro di trasmissione marchigiano del Monte Nerone. L’Amministrazione comunale consiglia ai cittadini di attendere questa data prima di ricorrere all’intervento di tecnici o all’installazione di nuove apparecchiature.
Tratto da: http://www.frescodiweb.it/dettaglio_news


 02 DICEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 07.50 - REALIZZATA LA LISTA DELLE TV A PERUGIA.
Nelle nostre pagine di UMBRIA IN DIGITALE abbiamo inserito la nuova lista delle TV A PERUGIA, dove potete consultare tutti i mux ricevibili, la loro composizione e le immagini dei canali con il nostro esclusivo z@pping TV.


 30 NOVEMBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 18.45 - REALIZZATA LA LISTA DELLE TV A TERNI CON LO Z@PPING DI RAI MUX 1 UMBRIA.
Da oggi la città di Terni è passata all digital e nelle nostre pagine di UMBRIA IN DIGITALE abbiamo inserito, in collaborazione con Francesco di Terni, la nuova lista delle TV A TERNI, dove potete consultare tutti i mux ricevibili, la loro composizione e le immagini dei canali con il nostro esclusivo z@pping TV. Inoltre abbiamo realizzato lo z@pping di RAI Mux 1 UMBRIA, inserito nella sezione MUX NAZIONALI.


 27 NOVEMBRE 2011 - Domenica 

Ore 16.20 -  SWITCH OFF DAL MONTE PEGLIA: REPORTAGE FOTOGRAFICO DELLA POSTAZIONE.
Andrea Gamberini ha seguito in prima persona lo switch off del monte Peglia in Umbria, ha avuto la possibilità di entrare nella stanza dei bottoni e ci ha regalato queste immagini che pubblichiamo per tutti gli appassionati di alta frequenza.
Abbiamo inserito questa news nella pagina degli SPECIALI & APPROFONDIMENTI.

In questa immagine potete vedere i tx dei multiplex di TIMB.

Un dettaglio del display del Mux principale (TIMB 3), che in Umbria, Toscana, provincia di Viterbo e Liguria opera sull UHF 42 (642,000 MHz) anziché UHF 48 come nel resto d'Italia.






La Torre Telecom a Monte Peglia

Altri siti TX a Monte Peglia, da qui dovrebbero irradiare i Mux Rete A 1 e 2 (quelli con Deejay TV e Repubblica TV).

Il sito della RAI, di Monte Peglia, TR. Dal traliccio centrale e quello più indietro, di recente costruzione, operano i segnali RAI (sia Radio che TV DTT). La RAI da qui irradia due esemplari di Mux 1 (UHF 29 per l'Umbria e UHF 28 per il Lazio). In futuro dovrebbe anche attivare un ulteriore Mux 1 per la Toscana, sul VHF 05. Ovviamente sono presenti anche i Mux 2, 3 e 4. Il traliccio più piccolo un po' più a destra è invece quello utilizzato da Mediaset, che da qui irradia i Mux 1, 2, 4 e D-Free.

Ore 15.25 - RAI 3 DAL MONTE NERONE (PESARO-URBINO) RICEVUTO IN ANALOGICO A VITERBO.
L'amico Andrea Gamberini ci ha inviato delle immagini relative alla ricezione del canale analogico 54 UHF di Rai 3 dalla postazione di monte Nerone, in provincia di Pesaro-Urbino, nella città di Viterbo.





Dopo il recente switch off a Viterbo quella frequenza è libera pertanto il segnale arriva con ottima qualità. Ecco il commento dello stesso Andrea.
"Lo spegnimento di tutti i vecchi segnali e la conseguente ricanalizzazione sulle varie frequenze assegnate hanno liberato totalmente il ch. 54... Sul quale a Viterbo (ma anche in mezza Toscana e in tutta l'Umbria) ora si riceve alla PERFEZIONE il segnale di RAI 3 trasmesso da Monte Nerone (PU), addirittura dalle Marche! L'immagine parla da sola, direi!
...Ovviamente ciò durerà solo pochi giorni, cioè sino a quando anche Monte Nerone non eseguirà lo switch off, a Dicembre."

A riprova che nella città laziale si ricevono i segnali dal Nerone, abbiamo effettuato con Google Earth questi grafici che mostrano come non ci siano ostacoli tra l'impianto e Viterbo. Da questa immagine potete vedere che Viterbo è a quota 330 metri, mentre il Nerone ha gli impianti posizionati a 1.497 metri, con il monte Peglia (830 m slm) in traiettoria.

Abbiamo inserito questa news nella pagina degli SPECIALI & APPROFONDIMENTI.



































 23 NOVEMBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 15.40 - SWITCH OFF IN UMBRIA: SONO I GIORNI DEL CAOS, CANALI SVANITI E SEGNALI ROVESCIATI.
PERUGIA- Il nuovo segnale televisivo comincia a dare i primi problemi. In attesa che oggi il digitale terrestre venga esteso a tutta la provincia di Perugia (ad esclusione di alcune zone della Valnerina in cui scatterà il 29 e nel Ternano il 30), vengono registrati i primi disagi. Lo switch off (lo spegnimento del segnale analogico) ancora non è stato messo definitivamente in atto, quindi nonostante gli annunci i canali televisivi possono essere ancora visti con i due sistemi. Ma quà e là per l’Umbria c’è chi non vede i canali Rai, chi quelli Mediaset (come in alcune zone di Assisi) o chi al Trasimento da una settimana non vede più Rai 3. A quasi una settimana ormai dall’avvenuto passaggio, per diverse famiglie delle zone dei comuni Castiglione del Lago, Paciano, Panicale, Città della Pieve e Magione c’è, infatti, il problema della visione del terzo canale della Tv di Stato. Da alcuni giorni per molti non sono più visibili i telegiornali dell’Umbria e le altre trasmissioni prodotte dalla redazione regionale, visto che dai televisori viene irradiato sul digitale terrestre il telegiornale della Toscana. Questo nonostante giovedì scorso sia stato spento il segnale analogico dal ripetitore del Monte Cetona, che in realtà avrebbe dovuto oscurare proprio il segnale del Tg della Toscana e tenere acceso quello dell’Umbria, che invece verrà oscurato oggi sull’analogico con la «chiusura» dell’impianto del Monte Peglia. La grande curiosità è quella di scoprire quale telegiornale su Rai Tre potrà essere visto a partire da oggi in queste zone.
UN SALTO verso il futuro, insomma, che non sarà indolore. In molte zone si sono mosse le amministrazioni comunali: a Città di castello, ad esempio, sono scese in prima linea Comune, scuole ed associazioni per tamponare le emergenze dei primi giorni quando, secondo stime preventive, un terzo della popolazione ‘televisiva’ dell’Altotevere potrebbe rimanere al buio. Ma da domani un gruppo di studenti-tecnici delle superiori aiuteranno gli anziani in difficoltà.
Fino al 20 dicembre, grazie alla sinergia tra Comune, Polo tecnico Franchetti-Salviani, Pubblica Assistenza Tifernate (Pat), servizi sociali e sportello del cittadino sotto l’egida di Federconsumatori chi è in difficoltà può chiamare allo sportello del cittadino (075.8529232) o alla centrale operativa del telesoccorso e della teleassistenza gestita dalla Pat (075.8520049). Infine le tv private locali: per vedere le trasmissioni biosgnerà probabilmente avere pazienza per qualche giorno. Anche se per fortuna fino alla fine del mese i due segnali continueranno a convivere. Interferenze permettendo.

Tratto da: http://www.lanazione.it/umbria/cronaca/2011/11/23/624836-switch


 22 NOVEMBRE 2011 - Martedì 

Ore 19.45 -  IN EVIDENZA  - GRADUATORIA DEFINITIVA DELLE TV LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA.
Il Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni, ha emanato la graduatoria definitiva delle emittenti televisive locali per l'assegnazione delle frequenze e la graduatoria delle numerazioni LCN assegnate per la regione Umbria.

GRADUATORIA DEFINITIVA TV LOCALI REGIONE UMBRIA


Ore 12.40 -  IN EVIDENZA  - GRADUATORIA CORRETTA E DEFINITIVA DELLE NUMERAZIONI LCN PER LE TV LOCALI DELL'UMBRIA.
Il Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni, ha emanato una seconda graduatoria corretta e definitiva delle numerazioni LCN per le emittenti televisive locali della regione Umbria. Clicca sui link seguenti per consultarli.

GRADUATORIA LCN FINALE - MARCHI ASSEGNATI - REGIONE UMBRIA

GRADUATORIA LCN FINALE - MARCHI NON ASSEGNATI - REGIONE UMBRIA


 21 NOVEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 19.25 - DIGITALE, E' L'ORA DELLA VERITA': 'CHIUDE' IL MONTE PEGLIA.
Nessuna particolare segnalazione finore nell'area del Trasimeno. Ma si attende lo spegnimento del ripetitore del monte Peglia che «alimenta», oltre alla restante Umbria, anche una buona parte del comprensorio.
TUTTO SOMMATO il digitale terrestre è partito dall’area del Trasimeno senza grossi problemi. Comunque meno, stando a quanto risulta da una prima analisi, che nella vicina Toscana, dove più di una «magagna» sembra essere affiorata in vari punti del territorio.
C’è da dire tuttavia che il vero e proprio banco di prova dell’atteso e sospirato switch-off umbro avrà luogo soltanto nelle prossime ore, già da domani e dopodomani, cioè a partire da quando verrà ufficialmente spento il segnale analogico proveniente dal ripetitore del monte Peglia, lo stesso che «alimenta», oltre alla restante Umbria, anche una buona parte degli apparecchi televisivi presenti nel comprensorio del lago Trasimeno (mentre lo scorso 17 lo spegnimento è avvenuto in bassa Toscana, cioè in corrispondenza del segnale che veniva emesso dal ripetitore dell’Amiata-Cetona).

DUNQUE CI SIAMO, e a testimoniare l’attesa del pubblico televisivo umbro c’è da registrare, in queste ore per certi versi febbrili, la grande affluenza di clienti nei negozi che vengono decoder e che comunque garantiscono anche con l’impiego dei propri tecnici la possibilità di interventi capaci di superare la paura del «buio» televisivo, vero e proprio spauracchio di queste ultimissime settimane. Dagli antennisti, intanto, giungono segnali tranquillizzanti: «C’è gran lavoro per tutti ma la situazione sembra evolversi senza problematiche particolari, tutto procede bene», mentre anche i ragazzi di alcune scuole del Perugino sono impegnati già da qualche giorno ad assistere i «nonni» nella collocazione dei decoder per garantire loro una visione senza patemi d’animo dei programmi televisivi preferiti.

Tratto da: http://www.lanazione.it/umbria/cronaca/2011/11/21/623433-digitale_della_verita


 19 NOVEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 14.40 -  IN EVIDENZA  - GRADUATORIA PROVVISORIA DELLE TV LOCALI E DELLA NUMERAZIONE LCN PER LA REGIONE UMBRIA.
Il Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni, ha emanato la graduatoria provvisoria delle emittenti televisive locali per l'assegnazione delle frequenze e la graduatoria delle numerazioni LCN assegnate per la regione Umbria.

GRADUATORIA PROVVISORIA TV LOCALI REGIONE UMBRIA


GRADUATORIA LCN - MARCHI ASSEGNATI - REGIONE UMBRIA

GRADUATORIA LCN - MARCHI NON ASSEGNATI - REGIONE UMBRIA



 13 NOVEMBRE 2011 - Domenica 

Ore 11.05 - SPOLETO SI PREPARA AL DTT ANCHE CON L'ITALIA IN DIGITALE.
Sul quotidiano on line Spoleto City, si parla dell'imminente passaggio al digitale che avverrà il prossimo 23 novembre. Per avere informazioni utili e sugli accorgimenti per una corretta ricezione dei
segnali, sono citati alcuni siti, tra cui l'Italia in digitale.

http://www.spoletocity.com/2011/11/digitale-terrestre-lo-switch-off-a-spoleto-il-23-novembre

SPOLETO – Il vecchio sistema televisivo analogico, in auge da cinquant’anni, verrà abbandonato completamente a favore di un sistema digitale terrestre che garantirà un maggior numero di canali, migliore qualità audio e dell’immagine, la possibilità di accedere a informazioni aggiuntive o a di servizi di informazione di pubblica utilità e minore inquinamento elettromagnetico, perché il digitale terrestre richiede potenze di trasmissione inferiori rispetto a quella analogica.
In pratica per vedere la Tv la ricezione con la sola antenna analogica, a cui siamo abituati, non è più sufficiente: infatti per utilizzare la nuova modalità di ricezione è necessario dotarsi di un apposito dispositivo di decodifica del segnale (decoder esterno) oppure di un televisore di ultima generazione che ha integrato tale decoder. Inoltre è consigliato comunque far controllare, da un antennista di fiducia, che la propria antenna analogica sia compatibile con la nuova tecnologia del digitale terrestre.
Il passaggio dal vecchio sistema analogico di trasmissione televisiva al digitale terrestre – il cosiddetto switch-off – avverrà per il territorio del Comune di Spoleto mercoledì 23 novembre. La data è stata comunicata dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Tuttavia è possibile determinare la reale copertura sul territorio del nuovo segnale del digitale terrestre solo a switch-off avvenuto. Tale informazione è essenziale per il Comune per pianificare l’adeguamento e l’aggiornamento dell’attuale infrastruttura che serve a supportare la nuova tecnologia. Tale attività di adeguamento sarà svolta in collaborazione con i gestori degli attuali impianti di trasmissione. Si precisa che l’Ente, pur non avendo alcun obbligo di legge per garantire la ricezione del canali televisivi pubblici, farà il possibile per assicurare tale servizio alla cittadinanza anche nelle zone caratterizzate da scarsa copertura di segnale.
Pertanto dopo il 23 novembre sul nostro territorio potrebbero verificarsi problemi di ricezione dei canali televisivi, in attesa che venga completato l’adeguamento delle infrastrutture di trasmissione.
È possibile comunque, in questo periodo transitorio, che i cittadini ricevano le reti pubbliche e private utilizzando altre modalità, come la ricezione satellitare (per esempio il servizio TV SAT le cui informazioni sono disponibili su http://www.tivu.tv/sat/tivusat/154/0/tivusat.aspx). Informazioni utili, sugli accorgimenti per una corretta ricezione del segnali, sono disponibili sui seguenti siti web: http://www.dgtvi.it; http://sites.google.com/site/litaliaindigitale; http://www.tvdigitaldivide.it
.
L’Amministrazione, al fine di realizzare un’adeguata campagna informativa sulla nuova tecnologica del digitale terrestre, sta definendo delle modalità di informazione più particolareggiate sul territorio anche in base alle indicazioni che riceverà dal Ministero e della Regione, enti preposti per lo switch-off.


 12 NOVEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 12.50 -  IN EVIDENZA  - ESCLUSIVA: L'ELENCO DETTAGLIATO DEGLI IMPIANTI RIPETITORI NAZIONALI E DI LIGURIA, TOSCANA, UMBRIA E MARCHE.
Riceviamo e pubblichiamo una mail dell'Associazione emittenti locali REA di Roma che descrive nel dettaglio la pianificazione fatta dall'AGCOM per l'assegnazione alle emittenti nazionali e locali di Liguria, Toscana, Umbria e Marche che mette in evidenza tra le altre cose, le problematiche di possibili interferenze con l'estero da parte delle emittenti toscane.

"Vi scrivo perchè il caso ha voluto che io sia entrato in possesso per conto della nostra associazione di emittenti REA con sede a Roma dei file che descrivono esattamente come hanno pianificato all'AGCOM le assegnazioni delle frequenze alle emittenti nazionali e locali.
Ne è venuto fuori un quadro devastante che bloccherà l'attività delle emittenti locali che passano al digitale, al momento soprattutto in Toscana.
Infatti da questi file ne emerge un quadro in cui anche chi avrà le frequenze non gli saranno utili quando le reti televisive estere (per la Toscana la Francia in Corsica e Costa Azzurra) protesteranno per le interferenze.
Infatti le emittenti assegnatarie di frequenze si illudono (o non hanno capito) di accendere gli impianti a potenze eguali a quelle delle emittenti nazionali ma non è così. Le differenze sono sconvolgenti: da 1 a 100 fino a oltre 1 a  1000 e per TUTTE le frequenze (escluso i microripetitori tra le montagne che non verrano nemmeno accesi per i costi).

I file li ho passati alle emittenti Toscane ma forse non li hanno capiti o li temono come un fantasma ma al Ministero giurano che li faranno rispettare; e chi conosce qualcosa di emissioni Tv e di centralini di antenna sa benissimo che differenze di questo tipo rendono impossibile la ricezione.
aggiungo sotto qualche tabellina esemplificativa:

Monte Cetona non è più previsto per la Toscana ma solo per l'Umbria. Non è prevedibile nessuna convivenza tra le due aree

MONTE CETONA
OGNI DIREZIONE  (PIENA AREA DI SERVIZIO IMPIANTO)
come detto è spento, non esiste.....

emittente
canale
potenza ERP max
riduzione potenza
risultato
watt ERP
nazionale
40 UHF
42 dBw
0 dB
42 dBw
15.800 w erp
locale
35 UHF
non esiste (dato Umbria)
non esiste (dato Umbria) non esiste (dato Umbria) non esiste (dato Umbria)
locale
43 UHF
non esiste (dato Umbria) non esiste (dato Umbria) non esiste (dato Umbria) non esiste (dato Umbria)

ROSELLE  (per Grosseto)
Nazionale eguale in OGNI DIREZIONE  (PIENA AREA DI SERVIZIO IMPIANTO)
Locale un buco di 25 dB in direzione 250 gradi   30 dB di meno (spento e basta)

emittente
canale
potenza ERP max
riduzione potenza
risultato
watt ERP
nazionale
52 UHF
47 dBw
0 dB
47 dBw
50.000 w erp
locale
35 UHF
17 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
17 dBw
50 w erp
locale
45 UHF
17 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
17 dBw
50 w erp
   
AMIATA
Nazionale eguale in OGNI DIREZIONE  (PIENA AREA DI SERVIZIO IMPIANTO)
Locale un buco di 25 dB in direzione 260 gradi  (è ESATTAMENTE LA CORSICA ma ci sono tantissime abitazioni in quella direzione bucata .....) potenza 20 dB di meno (spento è eguale)

emittente
canale
potenza ERP max
riduzione potenza
risultato
watt ERP
nazionale
52 UHF
42 dBw
0 dB
42 dBw
15.800 w erp
locale
35 UHF
17 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
17 dBw
50 w erp
locale
45 UHF
18 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
18 dBw
60 w erp
   
Poggio Incontro
Nazionale: eguale in OGNI DIREZIONE  (PIENA AREA DI SERVIZIO IMPIANTO)
Locale: un buco di 25 dB in direzione 260 gradi (è ESATTAMENTE LA CORSICA ma ci sono tantissime abitazioni in quella direzione bucata .....)  se non ci fosse il buco sarebbe solo 10 dB più basso

emittente
canale
potenza ERP max
riduzione potenza
risultato
watt ERP
nazionale
52 UHF
47 dBw
0 dB
47 dBw
50.000 w erp
locale
35 UHF
39 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
39 dBw
7900 w erp
locale
45 UHF
40 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
40 dBw
10.000 w erp
   
SECCHIETA
Nazionale: eguale in OGNI DIREZIONE  (PIENA AREA DI SERVIZIO IMPIANTO CON MINIME VARIAZIONI)
Locale: POCHISSIMI CANALI PREVISTI [un buco di 25 dB in direzione 260 gradi (è ESATTAMENTE LA CORSICA ma ci sono tantissime abitazioni in quella direzione bucata .....)
30 dB di meno  -   equivale a spento.....

emittente
canale
potenza ERP max
riduzione potenza
risultato
watt ERP
nazionale
52 UHF
47 dBw
0 dB
47 dBw
50.000 w erp
locale
35 UHF
17 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
17 dBw
50 w erp
locale
44 UHF
19 dBw
0 dB (a parte il buco come sopra)
19 dBw
79  w erp
   
Le stesse situazioni si ripetono per altri siti importanti come Serra (per tutte le frequenze....), Argentario (quà per prendere in giro meglio oltre al bassissimo livello hanno previsto polarizzazione invertita). Insomma, al Ministero interessa solo che le emittenti spengano (si chiama SWITCH OFF) e se non riaccendono gli va benissimo....
Allego i file delle regioni Liguria Toscana Umbria e Marche (oltre al file nazionali)  per poterne dare la massima diffusione anche al fine di svergognare la situazione di morte pianificata.
Associazione emittenti locali REA
"


ELENCO IMPIANTI NAZIONALI
ELENCO IMPIANTI LOCALI REGIONE LIGURIA
ELENCO IMPIANTI LOCALI REGIONE TOSCANA
ELENCO IMPIANTI LOCALI REGIONE UMBRIA
ELENCO IMPIANTI LOCALI REGIONE MARCHE


 08 NOVEMBRE 2011 - Martedì 

Ore 14.30 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA TERNI.
Ci scrive Antonello da Terni. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggere anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve a tutti, sono Antonello da Terni, complimenti per il sito...volevo sapere se dopo lo switch off le emittenti locali che ora vedo con l'analogiche sopratutto quelle interregionali come (teleroma 56, t9, telestudio) le riceveremo anche dopo in digitale? grazie per una vostra risposta. Distinti saluti.
"


 07 NOVEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 15.30 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA PERUGIA.
Ci scrive un anonimo da Perugia. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggere anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve. Abito a Perugia, zona Ferro di Cavallo. Da alcuni giorni non ricevo più la7 sul digitale terrestre e nessun'altra emittente che trasmette sul canale 58. A cosa è dovuto? Dopo lo switch off c'è la possibilità che tutto torni come prima? Grazie.
"


 05 NOVEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 19.10 - DIGITALE TERRESTRE IN UMBRIA: NON ANCORA ASSEGNATE LE FREQUENZE.
A dieci giorni dal passaggio dell’Umbria al sistema digitale terrestre ancora non sono state assegnate le frequenze alle televisioni regionali e locali.
A sottolinearlo l’assessore regionale Stefano Vinti. “E’ una situazione che ormai non si puo’ piu’ procrastinare – afferma – La giunta regionale da tempo ha messo in campo ogni possibile azione per accompagnare questa delicata fase, coinvolgendo tutti i soggetti che partecipano al passaggio, dagli enti locali agli utenti, alle imprese, ai lavoratori chiamati materialmente ad intervenire. Ma se il ministero dello Sviluppo economico e l’Autorita’ per le telecomunicazioni, in seguito alla gara che si e’ svolta, non assegnano immediatamente le frequenze sara’ difficile evitare problemi ed inconvenienti”.
Per questo motivo Vinti ha inviato una lettera urgente al ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani nella quale si segnala, proprio in relazione all’importanza di questo appuntamento, che, “alla data odierna, la mancata assegnazione delle frequenze rischia di inficiare gli sforzi profusi nei mesi passati oltre che a compromettere il buon esito del passaggio al digitale terrestre”. “Per questa ragione – continua Vinti nella lettera al ministro – poniamo alla Sua attenzione la necessita’ di assegnare nell’immediato le frequenze alle emittenti televisive regionali e locali al fine di consentirci, quanto prima, la verifica della copertura del servizio del territorio e della popolazione della Regione Umbria”.
Tratto da: http://www.spoletocity.com/2011/11/digitale-terrestre-ancora-non-assegnate-le-frequenze


 04 NOVEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 23.30 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA NARNI (TERNI).
Ci scrive Marco da Narni, in provincia di Terni. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggere anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve vi contatto per sapere quando viene effetuato lo switch off nel comune di Narni. Inoltre io vivo nella frazione di Testaccio del comune di Narni, se il comune non interviene rimaniamo oltre 500 famiglie senza televisione. Mi potete dare delle informazioni sul il digitale terrestre nella mia zona? Saluti Marco.
"


 29 OTTOBRE 2011 - Sabato 

Ore 15.40 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA TODI (PERUGIA).
Ci scrive Manolo da Todi, in provincia di Perugia. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggere anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve mi chiamo Manolo e vivo in un paese nel comune di Todi. Sono un paio di giorni che non ricevo più i canali rete 4 canale 5 e italia 1, da cosa può dipendere il problema. Grazie."


 19 OTTOBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 15.15 - TERNI: IL VIDEO AMARCORD DELLA TV ANALOGICA E LE FOTO DEI RIPETITORI DI MONTE MIRANDA.
Il nostro collaboratore Francesco di Terni ha realizzato un interessantissimo video z@pping dei canali analogici che si ricevono nella città umbra. Vuole essere una sorta di amarcord della tv analogica, in vista del prossimo switch-off al digitale del 23 novembre prossimo nella regione Umbria. Nella clip sono mostrate le frequenze ricevute e viene indicata la postazione che irradia il segnale; al termine si visualizza inoltre l'antenna utilizzata per la ricezione. In più alleghiamo un collage di foto, realizzate sempre da Francesco, dei ripetitori di Monte Miranda nei pressi di Terni, oltre alle antenne e i tralicci potete ammirare la città di Terni vista dallo stesso monte.

Amarcord Analogico. Le tv di Terni prima dello Switch Off!!!!! Ottobre 2011


Antenne su Monte Miranda - Terni - Ottobre 2011


Ore 12.10 - MUX RAI IN UMBRIA: LE FREQUENZE E LE DATE DELLE ATTIVAZIONI.
Ad integrare la documentazione che apportiamo ciclicamente sulle nostre pagine, vi alleghiamo un file di Ray Way inviatoci da un nostro lettore, che ringraziamo, attestante le frequenze che adotterà la Rai per i suoi quattro mux nella regione Umbria, suddiviso per postazioni, correlato della data di attivazione.

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=explorer&chrome=true&srcid

https://sites.google.com/site/umbria...home/documento








 17 OTTOBRE 2011 - Lunedì 

Ore 08.10 - SWITCH OFF UMBRIA: LA PROBABILE CONFIGURAZIONE DEI MUX MEDIASET.
L'amico AG-BRASC, utente di digital forum, ha pubblicato nei giorni scorsi la probabile configurazione dei Mux MEDIASET in Umbria.
Ecco nel dettaglio il suo post.

Indico il sito trasmittente e i Mux "sicuri", più quelli per i quali è stata richiesta specifica autorizzazione ed è prevista arttivazione futura. La presenza eventuale del Mux 6 indica solo il programma di attivarlo se e quando autorizzato dopo bando per il  beauty contest. Il Mux D-Free è indicato semplicemente con "D".
Cenerente - Mux 1 2 3 4 5
Cerreto - Mux 1 4
Grotti - Mux 1 2 4 5 6 D
Guadamello - Mux 1 2 4 (previsti 5 6 D)
Gualdo Tadino - Mux 1 2 3 4 D (previsti 5 6)
Gubbio - Mux 1 2 3 4 6 D (previsto 5)
Lacugnano - Mux 2 4
M. Arnato - Mux 1 2 3 4 5 D (previsto 6)
M. Cucco - Mux 1 2 4
M. Martano - Mux 1 2 3 4 5 (previsti 6 D)
M. La Guardia - Mux 1 2 4
M. Peglia - Mux 1 2 3 4 D (previsti 5 6)
M. Pozzoni - Mux 1 2 3 4 5 D
M. S. Vito in Valnerina - Mux 1 4 D
M. Subasio - Mux 1 2 4 5 D (previsto 6)
Miranda - Mux 1 2 3 4 5 6 D
Narni - Mux 4
Papiano - Mux 4
Piediluco - Mux 4
Pietralunga - Mux 4
Poggiodomo - Mux 4
Rasiglia - Mux 4
Roccaporena di Cascia - Mux 4
S. Anna di Umbertide - Mux 1 2 4 (previsti 5 6 D)
Sellano - Mux 4
Serravalle di Norcia - Mux 4
Spoleto - Mux 1 2 3 4 5 D (previsto 6)
Vallo di Nera - Mux 1 2 4 D
Valtopina - Mux 4

Per i Mux non indicati non ho notizie (magari saranno oggetto in seguito di richieste di autorizzazione).
Ricordo le frequenze di trasmisisone dei rispettivi Mux (uguali al resto d'Italia):
Mux 1 ch. 52
Mux 2 ch. 36
Mux 3 ch. 38
Mux 4 ch. 49
Mux 5 ch. 56
Mux 6 ch. da assegnare (beauty contest)
D-Free ch. 50


 03 OTTOBRE 2011 - Lunedì 

Ore 11.15 - UN MUSEO DELLA TELEVISIONE SUL MONTE PEGLIA?
A San Venanzo si è svolta la seconda edizione de “La Civiltà dei Vulcani”, organizzata presso il centro congressi “la Serra”. La manifestazione è stata promossa dal Comune e dalla Regione per valorizzare il museo e il parco vulcanologico, e più in generale per promuovere le risorse del territorio. Durante il workshop di sabato 1 ottobre, riguardante “siti geologici tra didattica e sviluppo turistico”, va segnalato l'intervento di Giuseppe Bearzi, presidente dell’associazione culturale “Intra”, preceduto dalla proiezione del video “Natura e tecnologia”. Un documentario che in soli cinque minuti ha delineato una prospettiva per rilanciare il turismo sul Monte Peglia a partire dalla creazione di un “Centro espositivo della scienza e della tecnica”, di una biblioteca dei libri salvati tematica e di un “Osservatorio astronomico” da realizzare nell’edificio dell’antica “Osteria Manieri”, di proprietà della Regione Umbria, a pochi passi dal Centro trasmittente della Rai.
Ecco in sintesi l'idea progettuale:
Gli interni della struttura, potrebbero diventare sale espositive, con la collocazione di apparecchiature radio trasmittenti, di ripresa radio/televisiva che ricostruiscano il percorso evolutivo della tecnologia radio – televisiva. Infatti, il prossimo passaggio dall’analogico al digitale terrestre (Dvb-t, digital video broadcasting – terrestrial) nelle trasmissioni televisive provocherà, in tutta la rete di diffusione, la sostituzione di tutti gli apparati tecnici. L’idea è quella di utilizzare le “vecchie” apparecchiature in un’esposizione capace di richiamare il vasto pubblico di appassionati e curiosi (di tutte le età), Il tutto corredato dall'allestimento di regie radio/televisive, sale di ascolto e visione di materiali d'archivio. Gli allestimenti spiegherebbero origini, usi, trasformazioni dei macchinari. Le macchine sono recuperabili nei magazzini dei centri di produzione e dalle sedi regionali della Rai in tutta Italia dove rischiano di venire considerati “cimeli ingombranti”: in un centro espositivo si trasformerebbero in attrazioni.
L’Osservatorio astronomico.
In un territorio privo di inquinamento luminoso come quello del monte Peglia il secondo piano dell’antica osteria Manieri potrebbe ospitare anche un "Osservatorio Astronomico". Lo stesso edificio potrebbe costituire un punto di appoggio per la protezione civile, partendo dal quale si potrebbero sviluppare esperienze di “orienteering”, di cultura della difesa civile applicata, con esercitazioni per la tutela dell’ambiente ed attività antincendio boschivo. L’attuazione di un’ipotesi del genere costituirebbe una forte attrazione per l’offerta turistica: visite guidate, conferenze, congressi, convegni con la possibilità di appoggiarsi alle realtà ricettive locali (agriturismo, bed & breakfast, ristoranti, alberghi). per accogliere scolaresche e visitatori con una positiva ricaduta per tutto il comprensorio. Quanto al turismo scolastico punto di riferimento potrebbe essere (dopo un’adeguata ristrutturazione) l'ex colonia elioterapica, originariamente pensata proprio per comitive di giovani visitatori. A questo punto emergerebbe una rete fatta di più nodi:
- a San Venanzo, ora: il Museo vulcanologico ed il parco vulcanologico sito di importanza mondiale a livello geologico e sismologico per la presenza della venanzite;
- al monte Peglia: ora il Parco dei Sette frati, il Centro di documentazione ambientale, il Giardino delle farfalle, il Centro faunistico del Cfs. Si potrebbero così aggiungere: il Centro espositivo della radio e della televisione, l'Osservatorio astronomico e il centro di accoglienza per il turismo scolastico.

Tratto da: http://www.iltamtam.it/Comprensorio/San-Venanzo/Un-museo-della-televisione-sul-Monte-Peglia


 26 SETTEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 18.10 - TORNA "NERO SU BIANCO" CON UNA PUNTATA SUL DIGITALE TERRESTRE.
Torna domani la prima puntata per la stagione televisiva 2011-2012 la trasmissione Nero Su Bianco, con una puntata dedicata al digitale terrestre. La grande svolta televisiva è dietro l’angolo: tutto quello che c’è da sapere sul digitale terrestre, lo diranno gli esperti che interverranno alla prima puntata della sedicesima edizione di Nero Su Bianco, il talk show politico ideato e condotto da Laurent De Bai, andrà domani martedì 27 settembre in onda su Tef Channel e Sky Canale 836 alle ore 21.15. Il tema per il confronto «L’Umbria passa al digitale terrestre!». Interverrano in studio: Stefano Vinti, assessore regionale alle Infrastrutture tecnologiche; Alessandro Petruzzi, presidente Federconsumatori; Siro Castellani, vice presidente Cna e antennista; Silvio Ranieri, segretario generale Anci; Alberto Cruciani, esperto in tecnologia ed impianti televisivi. Il pubblico potrà interagire da casa durante la messa in onda in diretta e rilanciare i temi della puntata telefonando allo 075/5289900.
Tratto da: http://www.umbria24.it/torna-%C2%ABnero-su-bianco%C2%BB-con-una-puntata-sul-digitale-terrestre


 15 SETTEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 17.45 - IL CALENDARIO UFFICIALE DELLO SWITCH OFF IN TOSCANA, UMBRIA, LIGURIA E PROV. DI VITERBO.
Dal sito Decoder Comunicazioni ecco le date ufficiali dello switch off nei comuni di Toscana, Umbria, Liguria e provincia di Viterbo. La lista è divisa per località.

Consulta il CALENDARIO DEL PASSAGGIO AL DIGITALE TERRESTRE NEI COMUNI DELLA TOSCANA, UMBRIA, LIGURIA E PROV. DI VITERBO

Ore 15.20 - UMBRIA: LE DATE DELLO SWITCH OFF DI RAI E MEDIASET.
Comincerà dal Lago Trasimeno il passaggio dalla tv analogica al digitale terrestre in Umbria. Poi procederà verso sud fino a Terni. Ecco il calendario comune per comune.Le date Lo switch–off inizierà il
17 novembre nei comuni di Castiglion del lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, e Panicale e si concluderà in diversi comuni della provincia di Terni il 30 novembre. Lo comunica, in via ufficiosa,
l’assessore regionale Stefano Vinti, secondo il quale sembrerebbe ormai definito il calendario per ciascun comune, anche se potrà succedere anche che, all’interno di un comune, siano previste più date
a seconda degli impianti di trasmissione utilizzati dai vari canali televisivi interessati al passaggio.Proseguono gli incontri Il calendario attualmente disponibile riguarda ovviamente soltanto le reti Rai e Mediaset, mentre per le altre emittenti private e locali bisognerà attendere l’assegnazione delle singole frequenze che si sta svolgendo in queste settimane. Nel frattempo proseguono gli incontri
dell’assessore regionale Stefano Vinti con tutti i soggetti e gli operatori direttamente interessati. Dopo la Rai, l’Anci, i rappresentanti del mondo del volontariato e l’Ufficio Scolastico regionale per l’Umbria, infatti, Vinti questa mattina, giovedì 15 settembre, ha incontrato le emittenti locali, Nuova Tele Terni, Rete Sole, Trg, Tevere TV, Tef, Tele Galileo, Tele ambiente, ed Umbria Tv con le quali ha discusso dei problemi relativi al prossimo switch-off ed all’assegnazione delle frequenze necessarie.

Scarica il CALENDARIO DEL PASSAGGIO AL DIGITALE TERRESTRE NEI COMUNI DELL'UMBRIA


 14 SETTEMBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 00.10 - DIGITALE TERRESTRE UMBRIA: INCONTRO REGIONE/ANTENNISTI.
Per trovare un accordo sul prezziario che i tecnici antennisti dovrebbero applicare in vista delle problematiche connesse al passaggio al digitale terrestre, si è svolto un incontro tra l’assessore regionale Stefano Vinti ed i rappresentanti di Confcommercio e Cna. L’assessore ha tenuto a precisare che “la volontà della Giunta regionale va nella direzione di un accordo che tenga conto da un lato della congiuntura economica e delle difficoltà a cui sono sottoposte tante famiglie umbre e dall’altro delle opportunità lavorative che lo switch – off rappresenta per le categorie direttamente interessate alla risoluzione dei problemi tecnici che il passaggio comporterà per i cittadini – utenti”. Le associazioni di categoria dal canto loro hanno fornito chiarimenti in merito agli interventi più comuni che i tecnici dovranno affrontare anche alla luce delle esperienze di altre regioni che hanno preceduto l’Umbria nel passaggio al digitale. Pur registrando la disponibilità al confronto, l’assessore Vinti ha preso atto delle distanze emerse nella riunione sulla definizione di un prezziario condiviso. Per questo la riunione è stata aggiornata per consentire alle parti di verificare il percorso più idoneo per il raggiungimento di un accordo che tenga conto delle esigenze dei cittadini e degli operatori.
Tratto da: http://www.terninrete.it/headlines/articolo_view.asp?ARTICOLO_ID=301154


 13 SETTEMBRE 2011 - Martedì 

Ore 17.15 - DIGITALE TERRESTRE: OK DA GIUNTA UMBRIA A PIANO AUTORITA'.
(AGI) - Perugia - Ventinove frequenze, di cui diciotto destinate alle emittenti locali. E' questo in estrema sintesi il programma di assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo digitale terrestre in Umbria. Il dato e' contenuto nel piano approvato dall'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni che riguarda le regioni Umbria, Liguria, Toscana, Marche e la provincia di Viterbo. E la Giunta regionale dell'Umbria, su proposta dell'assessore Stefano Vinti, ha dato il suo parere favorevole. "Questo piano e' un ulteriore passo, peraltro molto importante - ha affermato Vinti - in vista del passaggio al digitale terrestre, che per l'Umbria e' previsto nel prossimo periodo 3 novembre/2 dicembre. Una prima analisi del documento effettuata dai nostri uffici ha dato esito positivo in quanto ci sembra che il piano ricalchi le esigenze e la realta' degli impianti di trasmissione della nostra regione. Comunque, siccome la stessa Autorita' per le garanzie delle comunicazioni lo ha dichiarato rivedibile in caso di eventuali necessita', in queste settimane la Regione sta verificando tutte le postazioni ed i siti elencati per controllare la razionalita' e compatibilita', sia tecnica che amministrativa, per evitare possibili inquinamenti del segnale.Il parere definitivo quindi sara' espresso quando saranno terminate queste verifiche". Intanto pero' il parere favorevole, sia pure in linea di massima, sara' trasmesso all'Autorita' competente per consentire di andare avanti nel cammino necessario. "Tra l'altro - ricorda Vinti -, proprio in queste settimane e' anche in atto, da parte del Ministero, la gara per l'assegnazione delle frequenze alle singole emittenti che e' un altro passo fondamentale per mettere in grado il sistema televisivo umbro di essere pronto al passaggio.Dobbiamo indubbiamente accelerare tutte le procedure e mettere in campo tutte le misure per accompagnare questa delicata fase di transizione che coinvolgera' diversi soggetti, dal sistema televisivo fino ai singoli utenti ma anche il sistema degli enti locali e le categorie delle imprese e dei lavoratori che materialmente saranno chiamate ad intervenire per l'adeguamento dei sistemi di ricezione. Come Regione stiamo incontrando tutti i soggetti che sono coinvolti e avvieremo anche una capillare campagna di informazione verso le famiglie umbre. Speriamo che anche i soggetti nazionali, Governo ed Autorita' per le Garanzie, facciano tutto il necessario per rispettare i tempi stretti che sono previsti".


 09 SETTEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 18.05 - DTT, NON C'E' L'ACCORDO TRA GIUNTA REGIONALE E ANTENNISTI SULLE TARIFFE SCONTATE.
Non c’è intesa, al momento, tra gli antennisti aderenti a Cna e Confcommercio e la giunta regionale sul prezziario a tariffe agevolate che i tecnici dovrebbero applicare in vista del passaggio al digitale terrestre. Passaggio che per quanto riguarda l’Umbria è previsto tra novembre e dicembre. Nel corso dell’incontro di venerdì mattina l’assessore regionale alle Infrastrutture immateriali, Stefano Vinti, ha tenuto a precisare che «la volontà della giunta regionale va nella direzione di un accordo che tenga conto da un lato della congiuntura economica e delle difficoltà a cui sono sottoposte tante famiglie umbre, e dall’altro delle opportunità lavorative che lo switch-off rappresenta per le categorie direttamente interessate alla risoluzione dei problemi tecnici che il passaggio comporterà per i cittadini-utenti». Continua a leggere qui:
http://www.umbria24.it/digitale-terrestre-non-ce-laccordo-tra-giunta-regionale-e-antennisti-sulle-tariffe-scontate


 05 SETTEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 16.05 - DTT: IN CAMPO VOLONTARI PER AIUTARE NELLA SINTONIZZAZIONE DEI CANALI.
Volontari per aiutare chi avrà problemi di sintonizzazione dei canali del digitale terrestre, il cui passaggio è previsto in Umbria tra novembre e l’inizio di dicembre. L’idea è dell’assessore regionale Stefano Vinti. Assistenza gratuita Nelle prossime settimane, infatti, proseguiranno gli incontri della regione con i soggetti istituzionali, le associazioni di categoria e le organizzazioni sociali. «A breve – ha detto Vinti – ci sarà la convocazione delle associazioni di volontariato per programmare una rete di assistenza gratuita per i soggetti che avranno problemi di sintonizzazione del segnale». Resta da capire se ci sarà un adeguato percorso di formazione prima di mettere in campo i volontari.
Continua a leggere qui:
http://www.umbria24.it/digitale-terrestre-in-campo-volontari-per-aiutare-nella-sintonizzazione-dei-canali


 02 SETTEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 07.55 - DIGITALE TERRESTRE: REGIONE UMBRIA INCONTRA ASSOCIAZIONI COMMERCIO.
(AGI) - PERUGIA - "Un incontro proficuo con l'obiettivo di agevolare ancor piu' il passaggio al sistema digitale terrestre per l'Umbria", ha commentato l'assessore regionale Stefano Vinti dopo aver incontrato i rappresentanti di Confesercenti e Confcommercio. Continua a leggere qui:
http://www.agi.it/perugia/notizie/201109011735-cro-rt10161-digitale_terrestre_regione_umbria


 19 AGOSTO 2011 - Venerdì 

Ore 12.40 - MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: PUBBLICATO IL BANDO PER LE ATTRIBUZIONE DELLA NUMERAZIONE LCN PER LE TV DI TOSCANA E UMBRIA.
Il Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per le Comunicazioni ha adottato i bandi per l'attribuzione della numerazione automatica dei canali per la televisione digitale terrestre, relativamente alle regioni Toscana ed Umbria, aree tecniche da digitalizzare nel corso dell'anno 2011.
In allegato i relativi bandi per le regioni Toscana ed Umbria ai sensi della Delibera n. 366/10/Cons dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni del 4 agosto 2010 recante “Piano di numerazione automatica dei canali della televisione digitale terrestre, in chiaro e a pagamento, modalità di attribuzione dei numeri ai fornitori di servizi di media audiovisivi autorizzati alla diffusione di contenuti audiovisivi in tecnica digitale terrestre e relative condizioni di utilizzo”.
I soggetti autorizzati alla fornitura di servizi di media audiovisivi devono far pervenire la domanda entro e non oltre il 35° giorno dalla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
http://www.sviluppoeconomico.gov.it

BANDO ATTRIBUZIONE NUMERAZIONE AUTOMATICA (LCN) – TOSCANA

BANDO ATTRIBUZIONE NUMERAZIONE AUTOMATICA (LCN) – UMBRIA

Ore 12.30 - MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: PUBBLICATO IL BANDO PER LE ASSEGNAZIONI DELLE FREQUENZE PER LE TV DI TOSCANA E UMBRIA.
Il Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per le Comunicazioni ha adottato i bandi per l'assegnazione delle frequenze in tecnica digitale terrestre alle emittenti televisive locali delle regioni Toscana e Umbria, aree tecniche da digitalizzare nel corso dell'anno 2011, ai sensi dell’art. 4, del decreto legge 31 marzo 2011, n. 34, convertito con modificazioni, dalla legge 26 maggio 2011, n. 75.
In allegato i relativi bandi per le regioni Toscana ed Umbria. I soggetti legittimamente abilitati alla trasmissione radiotelevisiva locale ivi operanti in tecnica analogica e/o digitale, devono far pervenire la domanda,  in formato cartaceo, di inserimento nella graduatoria di cui alla suddetta normativa entro e non oltre il 35° giorno dalla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
http://www.sviluppoeconomico.gov.it

BANDO ASSEGNAZIONE FREQUENZE EMITTENTI TELEVISIVE LOCALI - TOSCANA

BANDO ASSEGNAZIONE FREQUENZE EMITTENTI TELEVISIVE LOCALI - UMBRIA



 17 AGOSTO 2011 - Mercoledì 

Ore 19.05 - INSERITI I COUNTDOWN DEGLI SWITCH OFF.
Quanto manca all'inizio dello switch off in Liguria, Toscana, Marche, Umbria e in provincia di Viterbo? Abbiamo inserito un countdown nelle pagine delle relative regioni che diventeranno nei prossimi mesi aree all digital, il conteggio segna i giorni che mancano all'avvio dei lavori nelle relative aree.



 11 AGOSTO 2011 - Giovedì 

Ore 23.45 - UMBRIA, TOSCANA E PROVINCE DI VITERBO E LA SPEZIA: LE DATE DEFINITIVE DEL PASSAGGIO AL DIGITALE.
(AGI) - Perugia - Dal 3 novembre al 2 dicembre: e' questo il periodo fissato dal Ministero dello sviluppo economico per il passaggio al digitale terrestre del sistema televisivo dell'Umbria. Lo ha stabilito un decreto del ministro Romani pubblicato sulla gazzetta ufficiale di mercoledì 10 agosto. Insieme all'Umbria in quel periodo avverra' il passaggio anche per la Toscana e le province di La Spezia e Viterbo, mentre le Marche seguiranno dal 5 al 21 dicembre. Continua a leggere qui:
http://www.agi.it/perugia/notizie/201108111411-cro-rpg1008-digitale_in_umbria_transizione_da_3_novembre_a_2_dicembre


 08 AGOSTO 2011 - Lunedì 

Ore 12.25 - AGCOM PUBBLICA IL PIANO DELLE FREQUENZE PER LA LIGURIA, TOSCANA, UMBRIA, MARCHE E PROVINCIA DI VITERBO.
L'Agcom ha reso noto il piano di assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo digitale terrestre delle regioni Liguria, Toscana, Umbria e Marche e della provincia di Viterbo, (aree tecniche n.8, 9 e 10).
Le frequenze che andranno alle tv locali sono 18 per la Liguria, 18 per la Toscana, 18 per l’Umbria, 17 per le Marche e 18 per la provincia di Viterbo. In Liguria e Toscana alcune frequenze non sono attivabili in quanto sono state assegnate alla vicina Francia.
Sono state pubblicate anche le frequenze in Uhf assegnate al mux 1 della Rai, diverse per ogni regione, e sono:

LIGURIA - Canale 46
TOSCANA -
Canale 27
MARCHE –
Canale 32
UMBRIA –
Canale 29
PROVINCIA DI VITERBO –
Canale 28

Per i dettagli leggere i seguenti documenti Agcom:

DELIBERA N.423/11/CONS

Allegato 1 alla delibera n. 423/11/CONS
Allegato 2 alla delibera n. 423/11/CONS
Allegato 1 alla relazione tecnica

Allegato 2 alla relazione tecnica
Il documento integra DELIBERA N. 330/11/CONS


 07 AGOSTO 2011 - Domenica 

Ore 09.05 - TELE A, PROGRAMMAZIONE INTERROTTA PER LUTTO.
Ieri, sabato, le emittenti del gruppo Abbaneo di Napoli, TELE A, TELE A+ e TV CAPITAL, hanno interrotto la loro programmazione, via satellite e sul terrestre, per lutto.






 06 AGOSTO 2011 - Sabato 

Ore 21.30 - MUX MEDIASET 2: MODIFICATO IL LOGO DI CARTOONITO.
Mux MEDIASET 2:
E' stato modificato il logo deil nuovo canale di cartoni animati Cartoonito, con
LCN 46. Non è più trasparente, è bordato ed è stato posizionato in alto a destra.




 02 AGOSTO 2011 - Martedì 

Ore 14.10 - MUX MEDIASET 2: E' ARRIVATO IL NUOVO CANALE CARTOONITO.
Mux MEDIASET 2:
E' stato aggiunto su questo mux il nuovo canale di cartoni animati per i più piccini Cartoonito, con
LCN 46. Sono in onda dei promo con degli spezzoni di cartoni, la programmazione regolare inizierà nei prossimi giorni. Ecco alcune immagini e un breve video di cosa va ora in onda.






 01 AGOSTO 2011 - Lunedì 

Ore 21.55 - NUOVE CONFIGURAZIONI MUX MEDIASET: ELIMINATO HIRO, CAMBIANO MUX FOR YOU E ITALIA 1+1.
Il canale di cartoni animati Hiro - Premium, con LCN 355, è stato eliminato dal mux MEDIASET 5 sul canale 56, ed ora è visibile esculsivamente sulla PREMIUM NET TV, la tv via adsl di MEDIASET, disponibile solo per alcuni decoder. Il canale For you, con LCN 39, è stato eliminato dal mux MEDIASET 2 sul canale 36, zone di switch off, ed è stato inserito nel mux MEDIASET 5 sul canale 56. Anche Italia1 +1, con LCN 106, cambia mux, dal MEDIASET 5 sul canale 56 passa al mux MEDIASET 6, attivo solo nella regione Sardegna.


 31 LUGLIO 2011 - Domenica 

Ore 15.15 - LO Z@PPING TV DEL MUX 3 DVB-H DI MEDIASET.
MEDIASET Mux 3 DVB-H:
Pubblichiamo solo per curiosità lo z@pping TV del mux 3 DVB-H di MEDIASET, infatti le immagini che vedete sono tutte a schermo nero, sono undici canali dati sintonizzabili solo con alcuni modelli di decoder o tv. Sono visibili solo con i videofonini e relativi abbonamenti di telefonia mobile. Nelle zone all digital è trasmesso sul canale 38 Uhf. Ecco la composizione dei canali dati e lo z@pping TV del mux.



MEDIASET Mux 3 DVB-H - Z@pping TV


Ore 13.00 -  ULTIM'ORA : NOTA DELLA SENTENZA DEL TAR DEL LAZIO SULL'ANNULLAMENTO DELLA NUMERAZIONE LCN.
Pubblichiamo una nota, pervenuta alle emittenti locali, della sentenza del TAR del Lazio che ha annullato la delibera dell'AGCOM sull'ordinamento della numerazione LCN. Ringraziamo nuovamente Elio di Bologna per avercelo fornito.
"Il Tar per il Lazio, con sentenza depositata in data 29 luglio 2011, ha annullato la delibera n. 366/10/CONS della Agcom recante il piano di numerazione automatica dei canali della televisione digitale terrestre in chiaro e a pagamento, nonché la determinazione del Ministero dello Sviluppo Economico 22 novembre 2010 in materia di ordinamento automatico dei canali della televisione digitale terrestre. Il Tar ha ritenuto, al riguardo, che l’Agcom abbia violato l’art. 11, comma 1 del Decreto Legislativo 1° agosto 2003, n. 259 (Codice delle Comunicazioni Elettroniche) e dell’art. 3, comma 1 della delibera Agcom n. 453/03/CONS, avendo concesso, per la consultazione pubblica precedente l’emanazione della delibera n. 366/10/CONS, il termine di quindici giorni, anziché quello di trenta giorni previsto dalle citate norme.Inoltre, il Tar ha ritenuto che il criterio adottato dalla delibera n. 366/10/CONS per l’attribuzione delle numerazioni alle tv locali (graduatorie Corecom) sia illegittimo per violazione dell’art 32 del Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi in quanto il criterio stesso non sarebbe idoneo a garantire il rispetto delle abitudini e preferenze degli utenti. A seguito dell’annullamento operato dal Tar Lazio è cessata l’efficacia
delle assegnazioni delle numerazioni operate in base alla delibera n. 366/10/CONS."


 30 LUGLIO 2011 - Sabato 

Ore 19.20 -  ULTIM'ORA : IL TAR DEL LAZIO ANNULLA LA NUMERAZIONE LCN.
Il TAR Lazio ha annullato la delibera n. 366/10/cons della AGCOM recante il regolamento sull'ordinamento automatico dei canali della Tv digitale terrestre. Da domani anche le tv locali possono utilizzare la numerazione 1,2;3;4;5;6...................che caos!!!
Per il momento la fonte della notizia è la comunicazione che ci è pervenuta da diverse emittenti locali.

Ringraziamo Elio di Bologna per la tempestiva comunicazione della notizia.

Ore 15.30 - LO Z@PPING TV DEL MUX 2 DI MEDIASET.
MEDIASET Mux 2:
Abbiamo realizzato lo z@pping tv del mux MEDIASET 2, uguale in tutta Italia, sia nello zone all digital che in quelle che devono ancora passare al totale digitale terrestre. Ecco la composizione dei canali e lo z@pping TV del mux.



MEDIASET Mux 2 - Z@pping TV



 29 LUGLIO 2011 - Venerdì 

Ore 19.45 - UMBRIA DIGITALE TERRESTRE: ASU E ODG, BENE BANDO REGIONALE.
(ASCA) - Perugia - L'Associazione Stampa Umbra e l'Ordine dei giornalisti dell'Umbria apprezzano lo sforzo compiuto dalla Regione Umbria per tutelare l'emittenza televisiva locale in questa delicata fase di transizione verso la tecnologia digitale terrestre. E' quanto si legge in una nota congiunta. L'impegno assunto dall'assessore alle infrastrutture immateriali, Stefano Vinti, e concordato all'interno del Tavolo tecnico regionale, ha prodotto un bando per il sostegno delle imprese televisive sotto il profilo degli investimenti in infrastrutture tecnologiche, oltre che per l'acquisizione di servizi di consulenza tecnica necessari ai fini dell'adeguamento al sistema digitale. Continua a leggere qui:
http://www.asca.it/regioni-UMBRIA_DIGITALE_TERRESTRE__ASU_E_ODG__BENE_BANDO_REGIONALE-624905-umbria


 14 LUGLIO 2011 - Giovedì 

Ore 18.05 - LA7D HD NEL MUX TIMB 2 NAZIONALE.
Mux TIMB 2 NAZIONALE:
Dopo LA7 HD arriva da oggi nel mux TIMB 2 NAZIONALE, disponibile in tutte le regioni non ancora passate al digitale terrestre, il nuovo canale in alta definizione LA7D HD, con LCN 529, versione upscalata in HD della programmazione sd di LA7D.



 12 LUGLIO 2011 - Martedì 

Ore 22.10 - LA7 HD NEL MUX TIMB 2 NAZIONALE.
Mux TIMB 2 NAZIONALE:
Da oggi è stato attivato il canale in alta definizione LA7 HD, con LCN 507, anche nel mux TIMB 2 NAZIONALE, disponibile in tutte le regioni non ancora passate al digitale terrestre.





 26 GIUGNO 2011 - Domenica 

Ore 22.55 - RAI MUX A: PROBLEMA TECNICO, FORMULA 1 CRIPTATA.
Ci sono giunte varie segnalazioni che da ieri nelle zone non ancora passate al digitale sul mux A della RAI alcuni programmi risultano non vedibili in quanto criptate.
Ci sono problemi tecnici a decriptare il segnale dei programmi codificati per l'estero, il mux A riceve i segnali da trasmettere dal satellite Hot Bird 13°est. Pertanto chi riceveva male
il segnale analogico non ha potuto seguire il film ieri sera e la gara di Formula 1 di oggi.
Speriamo che i tecnici Rai risolvano il problema al più presto. 



 24 GIUGNO 2011 - Venerdi 

Ore 22.25 - MUX MEDIASET 1: PARTITI I PROMO CON LE NUOVE OFFERTE MEDIASET PREMIUM SUL CANALE PREMIUM ANTEPRIMA.
Sul nuovo canale Premium Anteprima, con LCN 309, sono partiti i promo dove spiegano anche la nuova offerta di MEDIASET PREMIUM in vigore dal 1° Luglio 2011.
Come potete vedere dalle immagini ci saranno cinque offerte: Family My Team, Calcio, Family e Super Cinema, ognuno a 19 euro al mese, e Smart a 10 euro al mese.
Abbiamo realizzato anche un breve video dei promo in onda.







Ore 06.50 - MUX MEDIASET 1: E' ARRIVATO UN NUOVO CANALE, PREMIUM ANTEPRIMA.
E' stato aggiunto un nuovo canale Premium Anteprima, con LCN 309, dove verranno presentate e spiegate le nuove offerte Mediaset Premium, per il momento sono presenti gli stessi cartelli

in onda su Premium Menu,
LCN 300.





 22 GIUGNO 2011 - Mercoledi 

Ore 13.00 - DIGITALE TERRESTRE: IN UMBRIA IL PASSAGGIO AVVERRA' TRA IL 7 NOVEMBRE E IL 2 DICEMBRE.
AGI.IT - PERUGIA, 21 GIU - Il passaggio al digitale terrestre in Umbria avverra' nel periodo che va dal 7 novembre al 2 dicembre prossimi. Lo rende noto l'assessore regionale alle Infrastrutture
immateriali Stefano Vinti, che ha partecipato oggi alla riunione del Tavolo nazionale per il digitale terrestre che si e' svolta a Roma al Ministero dello Sviluppo Economico. Vinti, sottolinea come
dall'incontro siano scaturite "comunicazioni vaghe e insufficienti". In seguito, riferisce, verranno comunicate in maniera piu' dettagliata le date per le singole aree interessate. Il ministero ha assicurato
la disponibilita' a collaborare con le Regioni e le amministrazioni locali per accompagnare tutti i soggetti coinvolti in questa fase delicata, soprattutto per quanto atterra' alle forme ed ai modi della
comunicazione ai cittadini. Per l'assegnazione delle frequenze, da luglio in poi sara' attivato il bando nazionale a cui parteciperanno le emittenti locali. Ritenendo "vaghe ed insufficienti le
comunicazioni date dal ministero in merito allo switch off e all'assegnazione delle frequenze in Umbria, la Giunta regionale - afferma Vinti -, anche in considerazione dell'importanza di questo
appuntamento, proseguira' con la massima intensita' a vigilare su tutti i passaggi previsti e assicura l'impegno di tutte le risorse possibili per sostenere le emittenti locali e per dare maggior
informazione e assistenza ai cittadini".

ANSA.IT - PERUGIA, 21 GIU - Il digitale terrestre e' "uno dei tanti paradossi italici: teoricamente la transizione a questo sistema potrebbe migliorare l'offerta televisiva ma in effetti, come si e' visto
nella realta' delle regioni digitalizzate, puo' peggiorarla per larga parte dei cittadini": Mario Capanna, da poco piu' di un mese presidente del Corecom dell'Umbria, torna alla carica contro l'anticipo
al secondo semestre 2011 (rispetto alla scadenza iniziale del 2012) del passaggio al nuovo sistema tv, ribadendo le ragioni gia' espresse in una lettera al ministro Paolo Romani. I quesiti posti al
ministro da Capanna riguardano i siti pianificati, le reti regionali e le frequenze libere, senza interferenze, da assegnare alle emittenti. "Le istituzioni e i cittadini - ribadisce Capanna - devono sapere
due cose fondamentali: la data di partenza reale e le frequenze. In assenza di cio' non puo' avere inizio il lavoro preparatorio necessario per questa innovazione tecnologica". Inoltre "senza certezze
su questi punti il Corecom non puo' attrezzarsi in modo tempestivo ed adeguato per informare compiutamente i cittadini".


 21 GIUGNO 2011 - Martedì 

Ore 01.30 - I TG DI MEDIASET DA OGGI IN 16:9.
Da oggi tutti i telegiornali delle reti MEDIASET saranno trasmessi nel formato panoramico 16:9. Si inizierà alle 6.00 con CANALE 5 e il suo TG 5 PRIMA PAGINA, inoltre STUDIO APERTO su
ITALIA 1 dalle 12.25 adotterà anche un nuovo studio ed una nuova grafica.




 14 GIUGNO 2011 - Martedì 

Ore 01.30 - MUX TIMB 3 / MUX TIMB 2 NAZIONALE: PARTITA QVC REPLICA E SCHERMO NERO PER K2 E FRISBEE.
Ch.48 mux TIMB 3 (All digital) - mux TIMB 2 NAZIONALE:
Come previsto all' 1.00 in punto sono partite le trasmissioni di QVC Replica, con LCN 123. Sta trasmettendo le televendite della programmazione del canale presente via
satellite. Nello stesso orario sono state bruscamente interrotte le trasmissioni dei canali di cartoni animati K2
, con LCN 41, e frisbee, con LCN 44, senza nemmeno mettere un
cartello di interruzione. Su frisbee era persino iniziato un nuovo episodio del cartone Sabrina che è stato tagliato di colpo, ora su entrambi i canali è presente solo uno schermo
nero.
Invece sul canale QVC, con LCN 32, sintonizzabile sul canale 47 nel mux TIMB 1, è in onda una programmazione generalista per giustificare l'assegnazione della numerazione
dedicata ai canali non di televendite.





 13 GIUGNO 2011 - Lunedì 

Ore 16.45 - RETE 4 IN ONDA SENZA LOGO.
Nel pomeriggio Rete 4 sta trasmettendo la programmazione senza logo. E' in onda una fiction con Sabrina Ferilli sulla vita di Dalida' e come potete vedere dalle immagini non e' presente il marchio
di Rete 4.
Update ore 17.05: E' tornato il logo in onda.


Ore 11.40 - MUX TIMB 3: NUOVO CANALE QVC REPLICA.
Ch.48 mux TIMB 3:
Questa mattina è stato attivato un nuovo canale QVC Replica, con LCN 123. Per il momento presenta solo uno schermo nero. Oltre nelle zone all digital è stato inserito anche
nel mux TIMB 2 NAZIONALE, nelle regioni che non ancora hanno effettuato lo switch off. Questo canale sarà acceso solo dalle 1.00 alle 7.00 quando i canali K2 e Frisbee non
trasmetteranno e in queste ore notturne trasmetterà la programmazione uguale al canale presente sul satellite, diversa da quella in onda sul canale 47 mux TIMB 1, quindi nelle
regioni digitali sarà presente, solo di notte, con due canali e doppio palinsesto. Da segnalare che nella regione Emilia-Romagna entrerà in conflitto di numerazione con la seconda
versione di Rai 3 TGR Emilia Romagna presente nella stessa posizione.



 08 APRILE 2011 - Venerdì 

Ore 23.45 - TERNI: SCAMBIO DI FREQUENZE TRA IL MUX A DELLA RAI E TELEITALIA E TORNA RADIO FUTURA.
Ci sono stati alcuni cambiamenti nei giorni scorsi a Terni. Dalla postazione di Monte Miranda (TR) c’è stato uno scambio
di frequenza tra il mux A della Rai, che ora è sintonizzabile sul canale 60, e Teleitalia, ora sul canale 59, che da
analogico si è trasformato in un mux digitale che comprende però solo la tv di Teleitalia.
Invece dal punto di vista delle radio, c’è stato di nuovo un cambiamento sulla frequenza 104.3 Mhz , dove al posto di
Radio Cuore è ritornata a trasmettere Radio Futura.
Abbiamo aggiornato la lista TV A TERNI e quelle delle RADIO A TERNI.



 31 MARZO 2011 - Giovedì 

Ore 23.10 - MONTE PEGLIA (TERNI): ATTIVATO SUL CANALE 60 IL MUX A DELLA RAI.
Ch.60 - RAI mux A:
E' stato attivato dalle postazione di Monte Peglia, in provincia di Terni, il mux A della RAI sul canale 60,
che però contiene la versione laziale del tg regionale con Rai 3 TGR Lazio.


Ore 11.10 - MUX TIMB 2 REGIONI NON ALL DIGITAL: ELIMINATO DAHLIA TV, AGGIUNTO FRISBEE.
Mux TIMB 2:
Anche nelle regioni che non sono ancora passate al digitale, nel mux TIMB 2, sintonizzabile in
diverse frequenze secondo la zona in cui è ricevibile, è stato eliminato il canale con il cartello
fisso di DAHLIA TV
, con LCN 401, ed è stato aggiunto il canale di cartoni animati FRISBEE,
con
LCN 44.


 09 MARZO 2011 - Mercoledì 

Ore 08.15 - ACCESO IL SEGNALE DEL CANALE 8 DI "EUROPA 7 HD" DAL MONTE PEGLIA (TR).
Ch.08 mux EUROPA 7 HD:
Da qualche giorno è stato attivato il segnale del mux di EUROPA 7 HD, sulla frequenza del canale 8, dalla
postazione di Monte Peglia in provincia di Terni. Pertanto abbiamo aggiornato le liste tv di 
VITERBO e TERNI
che ricevono da quella postazione.


 07 FEBBRAIO 2011 - Lunedì 

Ore 15.10 - REGIONE UMBRIA A MINISTERO, NON ANTICIPARE PASSAGGIO DTT.
(AGI) - PERUGIA, 4 FEB - Gli aspetti tecnici del passaggio al digitale terrestre per la diffusione televisiva e le politiche
a sostegno degli utenti per l’utilizzazione della nuova tecnologia sono stati stamani al centro dell’incontro tra l’assessore
alle infrastrutture tecnologiche immateriali della Regione Umbria, Stefano Vinti e il direttore generale del Dipartimento
per le comunicazioni del Ministero dello sviluppo economico, Francesco Troisi. All’incontro, richiesto dal Ministero e che
si e’ svolto nella sede dell’assessorato regionale, hanno preso parte rappresentanti del Corecom.
“Abbiamo espresso innanzitutto apprezzamento per gli interventi previsti dal Ministero a favore dei cittadini - commenta
l’assessore Vinti - chiedendo che siano adeguati alla realta’ umbra, caratterizzata da un’elevata percentuale di anziani,
necessitando pertanto di un supporto e un’attenzione particolare in modo da impedire che l’introduzione della nuova
tecnologia comporti disagi e costi sociali”. “Al dirigente del Ministero - prosegue Vinti - abbiamo pero’ fatto presenti
le difficolta’ tecniche emerse tra le emittenti locali umbre e abbiamo dunque ribadito la nostra contrarieta’ all’ipotesi
dell’anticipazione alla fine del 2011 della transizione al digitale terrestre. Un’ipotesi sulla quale la presidente della
Regione Marini aveva gia’ espresso il suo parere negativo nel settembre scorso, all’allora sottosegretario Paolo Romani”.



 21 GENNAIO 2011 - Venerdì 

Ore 18.50 - TERNI: RADIO CUORE OFF.
Da qualche giorno risulta spenta la frequenza di 104.3 di Radio Cuore da Monte Miranda.

Ore 17.40 - DIGITALE TERRESTRE: ASSESSORE UMBRIA PROPONE TAVOLO CON TV LOCALI.
(AGI) - PERUGIA - Un Tavolo con le emittenti televisive che trasmettono in Umbria e tutti i soggetti interessati per
gestire la fase di transizione dalla tecnologia analogica al digitale terrestre. E’ la proposta che l’assessore regionale alle
infrastrutture tecnologiche immateriali, Stefano Vinti, ha avanzato e che e’ stata accolta dai rappresentanti delle
emittenti radiotelevisive umbre nel corso della riunione che si e’ svolta stamani a Palazzo Donini. “Occorre fare sistema
e continuare a operare in stretta sinergia - ha detto Vinti - per contrastare i rischi che potrebbero derivare alle
emittenti locali e, inoltre, impedire che sugli utenti umbri gravino i disagi e i costi sociali riscontrati nelle regioni dove
gia’ il digitale terrestre e’ realta’. Ci viene imposta l’ipotesi di un percorso accelerato, con l’anticipazione del
passaggio alla seconda meta’ del 2011 invece che nel 2012, senza consultare le Regioni che stanno lavorando per arrivare
in maniera puntuale alle scadenze fissate, nonostante le richieste di confronto”. “Al Tavolo umbro - ha aggiunto Vinti -
dovranno essere condivisi gli interessi generali dell’Umbria da sottoporre ai tavoli nazionali per far si’ che la nuova era
della televisione salvaguardi emittenti, livelli occupazionali e frequenze. Il passaggio al digitale terrestre dovra’ tradursi
anche in un’opportunita’ per i cittadini, che vanno informati e aiutati in modo da evitare i disagi e i problemi verificati
finora”.



 20 GENNAIO 2011 - Giovedì 

Ore 01.10 - DIGITALE: ACGOM, ANTICIPARE SWITCH OFF UMBRIA A GIUGNO 2011.
(AGI) - PERUGIA - L'Autorita' per le Garanzie nelle comunicazioni ha inoltrato formale richiesta al ministero dello
Sviluppo economico per proporre l'adozione di un nuovo calendario relativo allo switch off, che anticipa alla fine del
2011 il termine della cessazione del servizio di radiodiffusione televisiva in tecnologia analogica sull'intero territorio
nazionale. Lo ha reso noto il presidente del Corecom Umbria, Luciano Moretti, a margine dell'incontro a Roma con
i responsabili del settore tecnico dell'Autorita'. La modifica, discussa nel Consiglio dell'Agcom e formalizzata ieri
all'assemblea nazionale dei Corecom, prevede che in Umbria lo swich off avvenga nel corso del secondo semestre 2011,
anticipando quindi di un anno il percorso di transizione al digitale terrestre e il relativo spegnimento del segnale
analogico. Secondo l'Agcom, cio' rendera' possibile mettere a gara quanto prima le frequenze analogiche liberate
relative alla banda 800 Mhz. Ma nel corso dei lavori dell'assemblea nazionale proprio Moretti ha sottolineato quanto
questo anticipo rischi di creare ulteriori difficolta' sia alle emittenti che agli utenti. "Pertanto - ha dichiarato - e'
indispensabile una maggiore attenzione e migliore coordinamento da parte di tutti i soggetti coinvolti in questa
rivoluzione digitale della tv".



 02 DICEMBRE 2010 - Giovedì 

Ore 08.05 - NUOVO ORDINAMENTO LCN, A TERNI "TELEGALILEO" INSERISCE LA SUA NUMERAZIONE. 
Finalmente Telegalileo sul ch. 40 ha impostato la numerazione LCN posizionandosi sulla numerazione 14,
prima veniva sempre memorizzata sugli 850.

Ore 08.00 - RADIO CUORE SBARCA A TERNI. 
E' comparsa dopo diversi anni di assenza, Radio Cuore sui 104.3 da Monte Miranda, che va a sostituire una breve
comparsa nella conca ternana Radio Futura.
Aggiornata la lista delle  RADIO A TERNI .


 30 NOVEMBRE 2010 - Martedì 

Ore 00.10 - NUOVO ORDINAMENTO LCN, ECCO COSA E' SUCCESSO A TERNI IN UMBRIA. 
Anche a Terni il giorno 26 novembre c'è stato lo spostamento dei canali sulla lista LCN assegnata. Tutto nella norma,
i mux nazionali si sono subito adeguati. L'unico che non è in regola è il mux di RTV38 che inserisce RTL102.5 sul canale
20 della LCN.
Inoltre il mux di Telegalileo, nel quale è presente la sola tv Telegalileo, è visibile sul 850

________________________________________________________________________________________________________________________________

SE HAI INTENZIONE DI CONTRIBUIRE PER QUESTO SITO PUOI FARE UN'OFFERTA LIBERA.
Se hai trovato utili le informazioni, le liste e il materiale vario messo a disposizione gratuitamente su questo sito,
se ritieni che sia possibile contribuire affichè il sito resti in vita e magari sempre aggiornato,
potresti considerare il fatto di contribuire con una libera donazione. Quanto donare lo decidi tu.
Ti basta cliccare sul pulsante sotto per accedere a PayPal, un modo sicuro, veloce e facile per donare denaro.

FAI UNA DONAZIONE


Donazione tramite PayPal, il sito è in assoluto fra i più sicuri per cui non vi è motivo di diffidare.

_______________________________________________________________________________________________________________________________


© L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2017
www.litaliaindigitale.it
Copyright
ANDREA POMILIO - RICCARDO GAFFOGLIO