FRANCIA IN DIGITALE

MUX SRG (SVIZZERA ITALIANA)



https://lh4.googleusercontent.com/--VmQozGQces/UqQ_f_1EcgI/AAAAAAAEXf4/VWdtT-ToKnc/s1600/switzerland.png


24 AGOSTO 2016
Mercoledì

SVIZZERA IN DIGITALE

Ore 12.00 - TV SVIZZERA RSI: CAMBIO DI FREQUENZA DA TRE POSTAZIONI DEL CANTON TICINO.

Lunedì 29 agosto due impianti della TV Svizzera RSI che veicolano il mux SRG (SVIZZERA ITALIANA) cambieranno la loro frequenza di trasmissione sul digitale terrestre.
Di seguito riportiamo uno stralcio del comunicato ufficiale della RSI.
"In seguito ad un riordino delle frequenze in SVIZZERA,
la SRG- SSR (Società Svizzera di Radio e Televisione) dovrà modificare il canale nella regione Ticino.
Al contempo provvederà ad adeguare la potenza dei singoli trasmettitori.
Di seguito le denominazione dei tre siti svizzeri del Canton Ticino coinvolti nel cambio del 29 agosto e le frequenze coinvolte."
PASSO DEL MONTE CENERI - sarà disattivato l' UHF 49. Il trasmettitore verrà riposizionato sulla nuova frequenza UHF 47.
BRIONE e MONTE SAN SALVATORE - sarà disattivato l' UHF 57. Il trasmettitore verrà riposizionato sulla nuova frequenza UHF 24.

Il comunicato continua specificando che tale cambio comporterà un leggero calo della potenza di trasmissione.
Il mux
SRG (SVIZZERA ITALIANA) veicola 4 canali TV: il primo e il secondo canale della TV Svizzera di lingua italiana RSI LA 1 e RSI LA 2, SRF 1 (primo canale della Svizzera Tedesca) e RTS Un (primo della canale della Svizzera Romanda in lingua francese). I canali sono on air senza numerazione automatica.
https://lh3.googleusercontent.com/-puJQ4i8UUgw/UqIjOiTufxI/AAAAAAAEWvA/zQOLWYcPUds/s1600/RAS%2520RSI%2520LA1%2520133.png

https://lh4.googleusercontent.com/-YugRzYYc0qw/UqI-OY7cy8I/AAAAAAAEW0g/EJYm4RsvCx0/s1600/00%2520B.jpg

In alcune zone del nord Italia di PIEMONTE e LOMBARDIA che si trovano al confine con la regione Elvetica è possibile, con antenne orientate verso gli impianti di trasmissione, ricevere questo provider.
Da qualche giorno sulle frequenze che irradiano il mux SRG (SVIZZERA ITALIANA) è in onda un crawl che annuncia l'imminente cambio di frequenze del 29 agosto.

Per le immagini ringraziamo Andrea Lombardo.




www.litaliaindigitale.it
L'ITALIA IN DIGITALE presenta

SVIZZERA ITALIANA IN DIGITALE

©
L'ITALIA IN DIGITALE - 8 Dicembre 2013
A cura di ANDREA POMILIO & RICCARDO GAFFOGLIO


L'ITALIA IN DIGITALE ha realizzato una rilevazione televisiva del digitale terrestre nella Svizzera Italiana, nei pressi di Lugano.
Abbiamo potuto campionare il multiplex denominato SRG (SVIZZERA ITALIANA) che trasporta 4 canali d’oltralpe, che risultano senza numerazione automatica LCN.


https://lh3.googleusercontent.com/-puJQ4i8UUgw/UqIjOiTufxI/AAAAAAAEWvA/zQOLWYcPUds/s1600/RAS%2520RSI%2520LA1%2520133.png

https://lh4.googleusercontent.com/-YugRzYYc0qw/UqI-OY7cy8I/AAAAAAAEW0g/EJYm4RsvCx0/s1600/00%2520B.jpg
- RSI LA 1
- RSI LA 2
- SRF 1
- RTS UN












La RSI, acronimo di Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana, è un'azienda di servizio pubblico che produce e distribuisce programmi radiofonici e televisivi sull'intero territorio della Confederazione Svizzera. Ha sede amministrativa in Via Canevascini a Lugano-Besso ed è una filiale della SRG SSR.


Fino al 1º marzo 2009 assumeva la denominazione di RTSI ed era suddivisa in TSI (Televisione Svizzera di lingua italiana) e RSI (Radio Svizzera di lingua italiana). Quest'ultima trasmette dal 1932 e nei primi ricevitori valvolari era indicata come Radio Monteceneri.

La sede della radio si trova a Lugano nel quartiere di Besso, mentre la sede operativa e il centro di produzione della televisione sono situati a Comano (5 km a nord di Lugano). Da qui sono trasmessi i due canali in lingua italiana RSI LA1 e RSI LA2.
























Ed ora elenchiamo i 4 canali trasportati dal provider SRG (SVIZZERA ITALIANA):




http://la1.rsi.ch

RSI LA1 è un’emittente di carattere generalista, trasmette la sua programmazione in lingua italiana.

https://lh5.googleusercontent.com/-6TyAn7BR6DU/UqI-PNGiYSI/AAAAAAAEW0s/FFxP5B8N7H4/s1600/NO%252001%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-VrprExDeZ2M/UqI-Pt4WSnI/AAAAAAAEW00/H7hh13kKbT0/s1600/NO%252001%2520B.jpg


http://la2.rsi.ch

RSI LA2 ha iniziato a trasmettere nel 1997 con un palinsesto incentrato soprattutto su sport, musica e bambini. Trasmette la sua programmazione in lingua italiana.

https://lh5.googleusercontent.com/-IVEujJhFvtE/UqI-QIDuJ1I/AAAAAAAEW08/0vVpOv3LIQU/s1600/NO%252002%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-QEaLcO61P5A/UqI-QufodRI/AAAAAAAEW1E/h1SHLo7FSJw/s1600/NO%252002%2520B.jpg


www.srf.ch

SRF 1 è la prima televisione Svizzera pubblica di lingua tedesca e svizzero tedesca gestita da SRF, ramo della SRG SSR. L'emittente nasce il 7 aprile 1953 e rimane, fino al 1997, l'unica TV pubblica di lingua tedesca (nascerà poi SF zwei). Nel 2005 vengono delineati i ruoli di entrambe le emittenti, trasformando SF1 in un canale generalista per tutte le età. Il 16 dicembre 2012 SF 1 è diventata SRF 1.


https://lh5.googleusercontent.com/-lmGejxkBPHs/UqI-RRZFHSI/AAAAAAAEW1M/-G46jpw4g9o/s1600/NO%252003%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-2rwtHbYJyVg/UqI-R9ELxpI/AAAAAAAEW1U/klxxSFdjKt0/s1600/NO%252003B.jpg


www.rts.ch

RTS Un è una televisione generalista pubblica della Svizzera romanda gestita da RTS, ramo di lingua francese della SRG SSR. RTS Un è il primo dei due canali pubblici svizzeri rivolti al pubblico francofono (l'altro è RTS Deux).

https://lh4.googleusercontent.com/-VplO7XMrwrA/UqI-Sc2s1kI/AAAAAAAEW1c/Z4mK42r0gas/s1600/NO%252004%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Dw5FNFrmd5A/UqI-S12ZZmI/AAAAAAAEW1k/_8nQDvV0Rfs/s1600/NO%252004%2520B.jpg

Dal 24 luglio 2006 sono cessate le trasmissioni via etere con sistema tradizionale analogico.
Oggi la trasmissione avviene:
  • Via etere in formato digitale (digitale terrestre)
  • Via satellite (Hotbird 13ºE, codifica Viaccess)
  • Via cavo
















Sede della RSI a Lugano


Il multiplex SRG (SVIZZERA ITALIANA) si riceve sul DTT di straforo in alcune zone dell’alto Piemonte e Lombardia, di seguito vi elenchiamo le principali frequenze e postazioni di emissione.

UHF 31 (554,0 Mhz)
Postazione
Comune
Cantone
Nazione
Polarizzazione
CARDADA CIMETTA - AVEGNO
Avegno Cordevio
TicinoSVIZZERAOrizzontale

UHF 32 (562,0 Mhz)
Postazione
Comune
Cantone
Nazione
Polarizzazione
MONTE MONDINI
Bedigliora
TicinoSVIZZERAVerticale

UHF 39 (618,0 Mhz)
Postazione
Comune
Cantone
Nazione
Polarizzazione
CAVIANO
Castel San Pietro
TicinoSVIZZERAVerticale

UHF 49 (698,0 Mhz)
Postazione
Comune
Cantone
Nazione
Polarizzazione
MONTE CENERI - RIVERA
MonteceneriTicinoSVIZZERAVerticale


UHF 24 (498,0 Mhz)
Postazione
Comune
Cantone
Nazione
Polarizzazione
MONTE SAN SALVATORE - CARONALuganoTicinoSVIZZERAOrizzontale




Ed ora ripercorriamo brevemente la storia della Televisione Svizzera di lingua italiana.


Alla fine degli anni cinquanta l'azienda impiantò il proprio studio televisivo in un ex-deposito di tram nel comune di Paradiso alla periferia di Lugano. Particolarità di questo studio era che la struttura tecnica utilizzata fosse quella della regia mobile. Essa era stata montata su di un vecchio autobus di linea opportunamente riallestito, parcheggiato nel piazzale adiacente. Telecamere, stativi, cavi, monitor ed impianto audio venivano smontati ogni qual volta la regia mobile era chiamata ad operare in esterno. Poi, al rientro, tutto veniva nuovamente reinstallato nello studio. Questa tecnica di produzione è definita in gergo Drive In.


TSI - Costruzione Traliccio Radio Monteceneri 558khz


Nella seconda metà degli anni sessanta lo studio di Paradiso venne equipaggiato completamente e parallelamente venne inaugurata una nuova struttura di produzione in bianco e nero nel quartiere di Besso, in via Canevascini, adiacente agli studi della radio.

https://lh5.googleusercontent.com/-Hy8OZSNYcDQ/UqRCigo2OAI/AAAAAAAEXg0/M97cnaKEvl8/s1600/SRG%25207.png
https://lh3.googleusercontent.com/-msgTTn4ceOs/UqRCT_PPU3I/AAAAAAAEXgE/MNzbnUpqToU/s1600/SRG%25201.png

https://lh4.googleusercontent.com/-Zxvl0rB8DZI/UqRCjuQlAvI/AAAAAAAEXg8/o5xstAJHukQ/s1600/SRG%25208.png
https://lh5.googleusercontent.com/--aAyq4lk9K0/UqRCYWS_5pI/AAAAAAAEXgM/MmlJVhY3vgI/s1600/SRG%25202.png

https://lh6.googleusercontent.com/-lt_qr-wGl3I/UqRCcVjU3nI/AAAAAAAEXgc/Fq-_UOKe4F8/s1600/SRG%25203.png
https://lh6.googleusercontent.com/-ctfpgehvdE0/UqRCgkOPFgI/AAAAAAAEXgs/A17feC_5bPk/s1600/SRG%25205.png

https://lh5.googleusercontent.com/-eaOxAy4KSTQ/UqRCaCR8k0I/AAAAAAAEXgU/fJR3FwdUld0/s1600/SRG%25204.png
https://lh5.googleusercontent.com/-kAqmGdteymM/UqRCfUWHXXI/AAAAAAAEXgk/E-hd4uB8vtA/s1600/SRG%25206.png



http://www.srgssr.ch/fileadmin/images/2012-08-13_header_story.jpg

Nel mese di settembre 1970 la TSI iniziò la produzione propria di programmi televisivi in diretta a colori, con la messa in esercizio di una nuova struttura di regia mobile con quattro telecamere.
Con questa unità la TSI fu impegnata su diversi importanti fronti produttivi quali i mondiali di hockey a Ginevra, il Gala UNICEF a Losanna, la famosa Coppa Spengler, i mondiali di Bob a St. Moritz e i concerti pop a Montreux, per citare le manifestazioni più importanti.



Nel corso dei primi anni settanta, quando in Italia vigeva ancora il monopolio delle trasmissioni radiotelevisive per la Rai, per i cittadini lombardi e piemontesi, la televisione svizzera (chiamata informalmente La Svizzera) rappresentava l'unica vera alternativa. Il segnale copriva bene all'epoca anche la città di Milano; per alcuni anni, la TSI arrivò a coprire con il proprio segnale perfino lo Stretto di Messina, seppur fuori banda, introducendo con sette anni di anticipo rispetto alla tv italiana le trasmissioni a colori.




Personaggi importanti della storia della televisione italiana come Corrado, Mina, Enzo Tortora, Mike Bongiorno e anche il fondatore di Telebiella, Peppo Sacchi, il co-fondatore di Telecupole Piemonte, Raoul Molinari e il fondatore di Tele A, Alfredo Abbaneo lavorarono alla TSI. Successivamente anche Gerry Scotti e Enzo Iacchetti collaborarono per dei programmi alla TSI.



Negli anni 80 numerose emittenti locali italiane ripetevano la programmazione della TSI. In Piemonte ad esempio ricordiamo l'emittente ERREUNO TV di Piobesi d'Alba (Cuneo) che ha trasmesso il segnale della tv elvetica fino all'aprile del 1994.

http://www.cuneoinonda.info/tvcn_file/image019.jpg
http://www.cuneoinonda.info/tvcn_file/image007.jpg












Nel 1995 la TSI ritorna ad essere visibile in Lombardia occidentale e Piemonte orientale grazie a un accordo, le cui trattative si sono protratte dal 1987 fra le PTT Svizzere e le Poste Italiane.
Nel 1997 nasce il secondo canale TSI 2, mentre nel 1999 viene abbandonato il vecchio logo "al quarzo" che vedete nell'immagine in basso.


http://web.mclink.it/MJ0350/libera/svizzera/sviz4.jpg

Il nuovo brand delle due emittenti elvetiche cambia radicalmente. In basso i loghi in onda dal 1999.




Il 24 luglio 2006, esattamente alle ore 12:45, la SRG SSR ha disattivato i propri ponti ripetitori analogici del Canton Ticino e di conseguenza anche l'irradiamento nel Nord Italia.Il Ticino è diventato in questa maniera il primo cantone svizzero a ricevere il segnale televisivo soltanto in formato digitale terrestre (DTT).

http://www.beppegrillo.it/archives/fotografie/Svizzera.jpg

Dal marzo 2009, come detto, la RTSI cambia nome in RSI.


Visualizza la pagina che abbiamo realizzato con la griglia dei canali trasmessi, i dettagli tecnici, le immagini e il nostro esclusivo z@pping TV dei 4 canali veicolati dal mux SRG (SVIZZERA ITALIANA).


Consulta anche gli altri nostri speciali dedicati al digitale terrestre delle altre nazioni europee.

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/maltaindigitale





22 AGOSTO 2014
Venerdì

Ore 12.45 - SVIZZERA: ABBATTUTA LA TORRE DI 188 METRI DELL'EMITTENTE RADIO DI SOTTENS.
SOTTENS - Alla presenza di ben 2000 curiosi, nei giorni scorsi è stata demolita con l'esplosivo l'antenna principale dell'ex emittente radio nazionale di Sottens (VD), alta 188 metri. L'operazione è durata lo spazio di pochi secondi, ha detto all'ats Patrick Keller, sindaco del comune di Jorat-Menthue, dove si trova l'impianto. La dinamite è stata piazzata in due punti alla base dell'antenna, in modo da farla cadere in un campo di cereali.
Per gli abitanti della regione era un punto di riferimento, "ma rimane una seconda antenna", di 150 metri, ha commentato il sindaco.
Il trasmettitore a onde medie della SSR era stato disattivato su decisione del Consiglio federale nel dicembre 2010, dopo quasi 80 anni di onorato servizio.
"Radio Sottens", assieme a "Radio Beromünster" e "Radio Monte Ceneri", è stato uno dei maggiori simboli della difesa spirituale della Svizzera durante la Seconda guerra mondiale.
La SSR ha deciso di rinunciare alle onde medie analogiche, poiché giudica obsoleta e poco efficiente tale tecnologia.

Tratto da:
www.tio.ch/News/Svizzera/805789/Abbattute-le-torri-di-188-metri-dell-emittente-radio




© L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2016
www.litaliaindigitale.it


SVIZZERA ITALIANA IN DIGITALE

SPECIALE - 8 Dicembre 2013
A cura di Andrea Pomilio & Riccardo Gaffoglio.