PIEMONTE IN DIGITALE
LOMBARDIA IN DIGITALE
LIGURIA IN DIGITALE

_________________________________________________________________________________________________




Martedì 21 Febbraio 2017


TELECITY: CHIUDONO LE REDAZIONI DI GENOVA E TORINO,
RIDIMENSIONATE LE SEDI DI ALESSANDRIA E ASSAGO (MI).

Tratto da Genova24.it

Genova - La crisi era nell’aria da anni e le notizie di qualche mese fa con l’annuncio dei licenziamenti hanno confermato il quadro nefasto.
Ieri i timori sono diventati realtà con la conferma della chiusura dell’intera redazione di Genova del network Telecity.

A spiegare la situazione un post su facebook di Alessandra Costante, segretario dell’associazione ligure dei giornalisti,
che sta seguendo da vicino la vertenza e attacca la scelta dell’editore.

“Chiude la redazione genovese di Telecity. L’editore, la famiglia Tacchino, ha avviato una procedura di licenziamento
 collettivo che riguarderà 69 dipendenti del gruppo,
tra giornalisti, tecnici, operatori e impiegati – spiega Alessandra Costante –
 Insieme alla sede genovese chiude anche quella di Torino e vengono ridimensionate Alessandria e Assago.
 Dicono: colpa dei contributi pubblici, che sono sempre meno. E invece no, colpa di editori che non sono stati capaci di fare impresa,
che hanno giocato a fare la tivù finché i contributi pubblici li hanno arricchiti, che non hanno saputo potenziarsi.
 In Liguria negli ultimi 15 anni sono piovuti milioni, circa 33, sotto forma di provvidenze per l’emittenza.
Dove sono finiti quei milioni se i giornalisti al lavoro non hanno (quasi) mai avuto la dignità di un vero contratto giornalistico,
se per anni hanno sopportato ammortizzatori sociali in percentuali drastiche pur di lavorare?”


Tratto da: www.genova24.it/2017/02/chiude-la-redazione-genovese-telecity-solidarieta-ai-colleghi-dalla-redazione-genova24



Tratto da Rsvn.it

Genova - La devastante crisi dell’editoria falcia anche la sede genovese di Telecity.
La redazione ligure ha infatti chiuso i battenti. Stessa sorte anche per il centro di Torino
mentre si salvano ma a prezzo di pesanti ridimensionamenti
le sedi di Alessandria e Assago (Milano). L’editore del network ha infatti avviato una procedura di licenziamento collettivo
che riguarda 69 dipendenti su 130 totali
.
A perdere il posto a Genova sono cinque giornalisti: Marco Benvenuto, direttore della sede;
Oriana Mariotti, Cristina Capacci, Silvano Calcagno, Roberto Gnecco e i tecnici.
Per il capoluogo ligure si tratta dell’ennesima perdita di occupazione nel campo dell’editoria.
Dopo i tracolli di Telegenova (poi rinata) e del Corriere Mercantile avvenuto nel luglio 2015, un altro pezzo dell’informazione locale soccombe.


Tratto da: http://www.rsvn.it/rsvn/2017/02/19/settori/cronaca/crisi-nerissima-per-il-giornalismo-ligure-chiude-anche-telecity