Da Lunedì 29 APRILE a Domenica 05 MAGGIO 2013









COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.








Clicca sulle immagini per vederle ingrandite




 5 MAGGIO 2013 - Domenica 

Ore 22.55 -  PIEMONTE  - MUX QUINTARETE: ELIMINATA MAS LATINA TV.
UHF 29 Mux QUINTARETE
Rispetto alla nostra precedente rilevazione dei canali trasmessi dal mux QUINTARETE dello scorso 3 aprile, segnaliamo che è stato eliminato Mas Latina TV (LCN 626). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del multiplex QUINTARETE.



Ore 19.00 -  PIEMONTE  - PUBBLICATO L'ELENCO DELLE RADIO CHE SI RICEVONO A TORINO.
Abbiamo realizzato nei giorni scorsi una rilevazione delle emittenti radiofoniche che possono essere sintonizzate nella città di Torino. L'ascolto è stato effettuato nella zona di piazza Vittorio ed abbiamo tenuto in considerazione solo i segnali che vengono ricevuti con una discreta qualità. Consulta l'elenco de LE RADIO A TORINO.











 LE RADIO A TORINO





Ore 11.50 -  CALABRIA  - MUX VIDEO CALABRIA: ANTICIPAZIONE, RITORNERA' LA CAMPANA ITALIAMIA.
UHF 28 Mux VIDEO CALABRIA
In esclusiva per i lettori di DiarioTV, rendiamo nota un’anticipazione su un nuovo canale che tornerà presto ad essere visibile in Calabria. Dopo un assenza durata 4 mesi circa ritorna l’emittente campana Italia Mia (LCN 173). Infatti , dopo una lunga assenza sembra che l’emittente campana voglia continuare l’avventura nel digitale terrestre Calabrese , nel mux dove fino a qualche mese prima aveva trovato accoglienza. Il canale dovrebbe quindi far ritorno nella giornata di lunedi 6 o Martedi 7 maggio nel mux VideoCalabria (UHF28), nuovamente scelto probabilmente sia per la copertura su quasi tutto il territorio della regione, sia per la stabilità e gli interventi tecnici effettuati sulla propria rete atti al miglioramento di copertura della regione.
Tratto da: http://www.diariotv.it/2013/05/04/novita-nel-mux-videocalabria-tornera-italia-mia


Ore 08.45 -  ABRUZZO  - MUX TRSP (ABRUZZO): ATTIVATO IL FORMATO VIDEO 16:9 SU RETE AZZURRA.
UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
L'emittente Rete Azzurra (LCN 87) ha attivato il flag 16:9, trasmette la programmazione con il formato panoramico ma con un peggioramento della qualità video in quanto la risoluzione è stata abbassata da 720x576 a 352x288. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mutiplex TRSP (ABRUZZO).






 4 MAGGIO 2013 - Sabato 

Ore 22.30 -  LOMBARDIA  - MUX RETE 55 (LOMBARDIA): ARRIVA RETE 188, ELIMINATO IL PROMO DI AMICI ANIMALI.
UHF 42 Mux RETE 55 (LOMBARDIA)
Sui canali Amici Animali & Natura (LCN 182) e Salute TV (LCN 248) non è più in onda il promo di Amici Animali & Natura, ora è presente il nuovo brand RETE 188. Al momento, mentre effettuiamo la rilevazione, sono in onda alcune televendite. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETE 55 (LOMBARDIA).






Ore 20.10 -  ABRUZZO  - MUX TELEMAX: ATTIVATO IL FORMATO VIDEO 16:9 SU TELEMAX.
UHF 51 Mux TELEMAX
L'emittente TeleMax (LCN 12) da oggi ha attivato il flag 16:9, insieme ai suoi quattro canali duplicati, Telemax2 (LCN 285), Telemax3 (LCN 628), Telemax4 (LCN 629), Telemax5 (LCN 630). Al momento la programmazione con il formato video panoramico è in fase di test. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mutiplex TELEMAX.





Ore 14.30 -  SICILIA  - MUX MEDITERRANEO 2: REALIZZATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 53 Mux MEDITERRANEO 2
Abbiamo realizzato la griglia dei canali e le immagini dei canali trasmessi dal secondo multiplex del Gruppo Editoriale VIDEO MEDITERRANEO. Nel mux sono sintonizzabili 7 canali TV e irradia sulla frequenza UHF 53 dalle postazioni di Contrada Patro a Ragusa e di Monte Arcibessi a Chiaramonte Gulfi (Ragusa). Per maggiori dettagli consulta la pagina con l'elenco dei canali e lo z@pping TV del mux MEDITERRANO 2. Ringraziamo Maurizio (Popolis Network) di Caltagirone (Catania) per averci fornito le immagini.



Mux MEDITERRANEO 2 - Z@pping TV



 3 MAGGIO 2013 - Venerdì 

Ore 17.40 - RAI STUDIA L'ADDIO A VIALE MAZZINI.
La sede storica è piena di amianto e la direzione generale ne sta cercando una nuova. All'inserzione hanno risposto in undici, da Ferrovie dello Stato alla Bnl, dal gruppo Toti a Caltagirone.
ROMA - Quando si rompe un bagno a Viale Mazzini, nella sede storica della Rai Tv a Roma, scatta una procedura d'emergenza che ha del surreale. Bisogna avvisare subito quelli della Asl e affidare poi la riparazione a un'impresa capace di trattare un materiale terribile. Il palazzo è pieno di quel serpente a sonagli che chiamano amianto. In tanti anni, l'unica bonifica si segnala al settimo piano, dove lavorano i consiglieri di amministrazione.
Ci fosse a Roma un giudice alla Guariniello, un magistrato bello pignolo insomma, la sede sarebbe a rischio evacuazione, per ragioni di salute pubblica. Così il 20 novembre 2012 la Direzione generale della tv di Stato si è messa ventre a terra alla ricerca di una "casa" alternativa. Un immobile pronto per gennaio 2014, capace di ospitare - si legge in una inserzione uscita sui maggiori quotidiani - "1400 postazioni di lavoro, locali tecnici, autorimesse". Hanno risposto in undici proponendo ognuno una nuova sede alla Rai, in caso di addio a Viale Mazzini.
Si sono fatte avanti, ad esempio, le Ferrovie dello Stato che offrono l'edificio C e l'edificio D della Stazione Termini. Siamo in Via Marsala (lato binario 1). Una destinazione perfetta per un'azienda come la Rai che i detrattori vogliono sempre in ritardo... Pur di affittare questi 27.500 metri quadri, Ferrovie si impegnano a "lavori di personalizzazione entro gennaio 2014". Non lontano da Termini, in via Curtatone, propone un tetto anche il Fondo Omega Immobiliare (che ha la De Agostini, l'Inps e l'Ifim tra i suoi azionisti).
All'inserzione della Rai, si sono sollevate le antenne della Bnl che ha in mano 47.100 metri quadri in Piazzale Agricoltura, quartiere Eur. Per rendere l'esca più appetitosa, Bnl specifica che 1.200 metri quadri sono di "giardini", merce rara nella Capitale.
Sempre all'Eur, poco dopo il Palazzo dello Sport di Nervi, c'è il cantiere delle Torri. Alla costruzione dei due grattacieli, lavorano Fintecna Immobiliare e costruttori come Toti e Marchini, oltre alla famiglia Ligresti. Gente scaltra e diffidente. Nella loro offerta specificano che l'immobile non sarà certo pronto a gennaio 2014 (come richiesto dalla Rai), "ma 18 mesi dopo la sottoscrizione del contratto di affitto". Dare soldi, vedere cammello.
Il Gruppo Silvano Toti Holding si fa avanti anche con 49.300 metri quadri che sono alla Muratella, lungo il binario tra Roma e l'aeroporto di Fiumicino. L'esca, in questo caso, è rappresentata dai 2.500 metri quadri di auditorium. Non lontano, nel Parco Leonardo di Fiumicino, Leonardo Caltagirone mette sul tavolo i suoi 58.000 metri quadri di uffici ("con ben due piani di parking interrato").
Perché il distacco da Viale Mazzini sia meno traumatico, la Teulada Park Srl offre infine 8.500 metri quadri in zona Teulada (dove la Rai è già di casa) e il Cavaliere del Lavoro Mario Martella 3.500, al quartiere Prati.
Tratto da:
http://www.repubblica.it/economia/2013/05/03/news/rai_addio_a_viale_mazzini

Ore 17.15 -  SICILIA  - MUX TVR XENON: CAMBIO DI LOGO PER TELE EUBEA.
VHF 07 Mux TVR XENON
Cambio di logo per il canale TELE EUBEA, con la numerazione LCN 686. In sovraimpressione è stato inserito il logo nuovo, ieri con l'inizio delle tramissioni era in onda provvisoriamente quello vecchio. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TVR XENON.





Ore 15.40 - INTERFERENZE TV-LTE, AERANTI-CORALLO: "A RISCHIO 7 MILIONI DI FAMIGLIE".
Il coordinatore Marco Rossignoli lancia l'allarme interferenze: "I cittadini non conoscono la problematica e lo stesso vale per gli installatori d'antenna".

Allarme delle tv locali per il rischio interferenze Lte sul segnale di ricezione del digitale terrestre televisivo. La questione è stata sollevata oggi da Marco Rossignoli, coordinatore di Aeranti-Corallo: “Sono circa 700mila le abitazioni che, secondo le stime della Fondazione Ugo Bordoni, potrebbero essere interessate dalle interferenze causate dagli impianti Lte – ha detto Rossignoli - Trattandosi per lo più di impianti condominiali, non è difficile immaginare che la problematica potrà interessare sino a 7 milioni di famiglie, cioè 15-20 milioni di cittadini e, quindi, circa 1/3 della popolazione italiana”.
Rossignoli ha quindi lamentato che “Al momento la cittadinanza non è, per lo più, a conoscenza della problematica, e lo stesso vale per gli installatori d’antenna, il che porterà, come diretta conseguenza, una grande difficoltà nell’individuazione del problema e delle relative soluzioni”.
Il rischio interferenze nasce a seguito dell’assegnazione delle frequenze della banda 800 Mhz (canali 61-69 tv) agli operatori telefonici per l’attivazione di impianti Lte di comunicazione mobile di larga banda (internet ultraveloce) di quarta generazione. Secondo Aeranti-Corallo, si pone l’esigenza di garantire la compatibilità interferenziale tra tale nuova tecnologia e le emissioni televisive, nell’interesse degli utenti e degli operatori broadcast. Tanto più che il Consiglio di Stato ha da poco espresso il parere sul regolamento ministeriale che definisce le modalità di intervento da parte degli antennisti e le procedure di addebito dei costi per i filtri anti-interferenze (costi a carico degli operatori telefonici) di cui si attende ora la relativa pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Il via libera al regolamento di fatto dà il disco verde all'accensione degli impanti a 800 Mhz da parte degli operatori (Tim, Vodafone e Wind), che avverrà a macchia di leopardo in diverse zone del paese nei prossimi mesi.
La gestione tecnica della questione è in capo alla Fondazione Ugo Bordoni (presso il ministero). "La gestione delle segnalazioni sarà affidata alla Fondazione Ugo Bordoni, che attraverso un help desk e un contact center (che fanno capo al sito helpinterferenze.it ndr), individuerà quali di queste sono connesse a problematiche di coesistenza tra Lte e Dvbt (tv digitale terrestre)", si legge nel regolamento. Gli utenti contatteranno l'help desk della Fub, quindi, che fornirà loro un questionario per capire se le interferenze sono causate effettivamente dall'Lte o da altri motivi.
Dopo aver gestito le segnalazioni, la Fub, attraverso un sistema automatizzato, metterà a disposizione degli operatori mobili le informazioni necessarie a procedere all’intervento, secondo le percentuali definite nel regolamento per ciascun operatore. Gli operatori pagheranno l'intervento del tecnico e l'installazione del filtro sull'antenna tv, per risolvere le interferenze.

“La Fub provvederà su base trimestrale alla rendicontazione (degli interventi effettuati ndr), per garantire che gli operatori contribuiscano in funzione delle percentuali previste”, si legge nella bozza.

Le questioni interferenziali tra segnali Lte e tv digitale terrestre verranno approfondite nell’ambito del Radiotv Forum 2013 di Aeranti-Corallo, che si svolgerà a Roma il 28 e 29 maggio.
Tratto da: http://www.corrierecomunicazioni.it/tlc/21093_lte-tv-aeranti-corallo-a-rischio-7-milioni-di-famiglie

Ore 12.50 -  LAZIO  - MUX RETESOLE (LAZIO): RITORNA ROMIT TV.
UHF 21-24-27 Mux RETESOLE (LAZIO)
Dopo alcuni giorni di assenza è ritornata in questo multiplex l'emittente rumena ROMIT.TV, UTELIT TV il popolo dei consumatori, con la numerazione LCN 246. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETESOLE (LAZIO).





Ore 12.20 - RADIO: PUBBLICATA L'INDAGINE EURISKO NAZIONALE E LOCALE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE 2013 (DA MILLECANALI).
RTL 102.5 sempre più leader degli ascolti: è questa, in estrema sintesi, l'analisi dei nuovi dati Radio Monitor relativi a 120.000 casi, compresi tra marzo 2012 e marzo 2013. L'ascolto nel giorno medio ieri del network di Suraci sfiora ormai i 7 milioni, raggiungendo quota 6.878.000.
Complessivamente non sono molte le variazioni che possiamo evidenziare nell'ultima indagine. Al secondo posto troviamo Radio Deejay con 5.171.000, seguita da Radio 105 con 4.909.000. Quarto posto per RDS, anch'essa poco distante dalle due reti antecedenti, ed oggi a quota 4.758.000. Prosegue lo slancio di Radio Italia Solo Musica Italiana, con l'ottima performance di 4.573.000 ed una quinta posizione sempre più stabile.
Soltanto sesta Radio 1 Rai (4.399.000), seguita - a debita distanza - da Radio 2 (3.041.000). Tornando ai network, all'ottavo posto si posiziona Virgin Radio (2.384.000), mentre R 101 totalizza 2.069.000 ed è l'ultima emittente che resiste sopra la soglia psicologica dei due milioni di contatti quotidiani.
Proseguendo con la chart delle emittenti nazionali più ascoltate, troviamo in posizione n. 10 Radio 24 (1.896.000), tallonata da Kiss Kiss (1.883.000). Mantiene un buon posizionamento m2o (1.670.000), anche se avvicinata dalla sorella Radio Capital (1.639.000).
Quattordicesima è Radio Maria (1.457.000), seguita da RadioTre (1.356.000) e Radio Monte Carlo (1.256.000). Fanalino di coda come sempre Radio Radicale (279.000).
Poche le novità a livello regionale, dove le superstation ai vertici restano sempre le stesse. Tuttavia, dalla Lombardia arriva una curiosità importante: l'iscrizione all'indagine di Radio Peter Flowers. Sta per tornare in onda una delle emittenti che ha fatto la storia della radiofonia?
In attesa di risposta, ricordiamo che i dati sono disponibili in versione integrale al seguente indirizzo:

DATI ASCOLTO 1° TRIMESTRE 2013
Tratto da: http://www.millecanali.it/i-dati-di-ascolto-radiofonici-del-1-maggio

Ore 00.50 -  EMILIA-ROMAGNA  - PARMA CALCIO: "A BREVE LANCEREMO DI UN CANALE TV SUL DIGITALE TERRESTRE".
Il Direttore di Radio Parma Fc, Alberto Di Chiara, ha rilasciato oggi delle dichiarazioni al portale tuttomercatoweb.com, nelle quali ha analizzato il momento della squadra crociata ma soprattutto ha parlato di importanti novità per quella che sarà la Tv ufficiale del club.
“E’ un Parma un po’ “stile balneare”. La salvezza raggiunta con largo anticipo ha portato i giocatori a rilassarsi, a differenza dello scorso campionato nel quale concluse la stagione con 7 vittorie consecutive. E’ anche vero che in alcune gare non meritava la sconfitta, ma deve trovare lo spirito giusto.”
“Quella della Radio Ufficiale è davvero una bella avventura, che mi ha già regalato qualche piccola soddisfazione. In programma ora c’è il lancio della Tv Ufficiale che sarà inclusa nel Digitale Terrestre, dove si parlerà di sport, specialmente del Parma, ma non solo. Proveremo a parlare anche dei personaggi che popolano il mondo del calcio: ci sono molti argomenti da affrontare e ci sarà da divertirsi, cercando di arrivare ad obiettivi importanti con il sorriso.”

Tratto da:
http://www.parmafanzine.it/di-chiara-presto-la-tv-ufficiale-del-parma-nel-digitale-terrestre

Ore 00.25 -  LAZIO  - MUX ROMA UNO: NUOVA RIORGANIZZAZIONE DEL MULTIPLEX CON 34 CANALI SINTONIZZABILI.
UHF 31 Mux ROMA UNO
Ieri c'è stata la riorganizzazione del mux ROMA UNO con l'aggiunta di 16 nuovi canali (duplicati di quelli che già sono trasmessi) e l'eliminazione di 7 canali, per un totale complessivo di emittenti sintonizzabili che raggiunge il numero record di 34, 32 tv e 2 radio. Sono stati aggiunti i canali che facevano parte dei tre mux rottamati del gruppo Amici TV, ora reinseriti per tenere occupata la relativa numerazione LCN, rimasta assegnata alle singole emittenti. Vediamo in dettaglio cosa è successo:

Sono stati aggiunti 16 canali:
288 - Europa TV 5 (trasmette Teletuscolo)
292 - Travel TV (trasmette Canalezero) 
293 - Gari TV 1 (trasmette Gari TV) 
294 - Teletuscolo 1 (trasmette Supernova) 
298 - Amici TV 1 (trasmette Canalezero) 
514 - Supernova HD (trasmette Supernova
596 - Europa TV HD (trasmette Europa TV) 
610 - Supernova 2 (trasmette Supernova
629 - GTV InterMotori (trasmette Europa TV
632 - Home TV (trasmette Canalezero) 
633 - Gari TV 5 (trasmette Gari TV) 
637 - Amici TV 2 (trasmette Teletuscolo) 
646 - Teletuscolo 5 (trasmette Teletuscolo)
655 - Supernova 3 (trasmette Gari TV) 
656 - Supernova 4 (trasmette Supernova

Sono stati eliminati 7 canali:
92 - A (stava a schermo nero) 
596 - Radio Mana Mana (stava a schermo nero) 
633 - Radio Mana Mana (stava a schermo nero) 
646 - Petmania (stava a schermo nero) 
656 - Provincia TV (stava a schermo nero) 
657 - ROMAUNO 5 (era duplicato di ROMAUNO) 
889 - Radio Gari

5 canali che stavano a schermo nero, ora sono duplicati di altri:
116 - Telecentrolazio (trasmette Europa TV)
173 - AmiciTV (trasmette Gari TV) 
193 - Supernova 1 (trasmette Teletuscolo) 
607 - Arte Oggi TV (trasmette Gari TV) 
647 - Supernova 5 (trasmette Supernova)

Per maggiori dettagli e una migliore visualizzazione dei numerosi canali trasmessi potete consultare la pagina con la griglia dei canali del mux ROMA UNO. Lo zapping TV con le nuove immagini lo aggiorneremo nelle prossime ore.




 2 MAGGIO 2013 - Giovedì 

Ore 22.45 -  CAMPANIA  - IL LIBRO DENUNCIA DI DE PASCALE: "TELECAMORRA, GUERRA TRA I CLAN PER IL CONTROLLO DELL'ETERE".
Una melodia a base di pistole, con testi che parlano di malavita, rispetto tra i clan e spaccio di droga: l'incontro tra musica e camorra in prima serata, nella tua televisione. E' questo che racconta Alessandro De Pascale con "Telecamorra. Guerra tra i clan per il controllo dell'etere". Un libro molto articolato, pieno zeppo di dati, numeri e nomi, un vero e proprio racconto-inchiesta dopo quattro anni di ricerche fatte sul campo. Il giovane scrittore partenopeo ha presentato il suo lavoro oggi a Benevento, agli studenti dell'istituto alberghiero "Le Streghe - Marco Polo" di via S.Colomba in occasione della nuova edizione de "La Settimana della Legalità" organizzata da Sanniopress Onlus.
La malavita si è resa conto che radio e televisioni possono essere un'occasione ottima per riciclare danaro sporco o giustificare capitali illegali: "La malavita è, in larga maggioranza, l'unica impresa privata a non avere problemi di liquidità - ha sostenuto ai giovani studenti De Pascale - ed ecco che investono sui canali d'informazione. Tutto questo crea un indotto e tanti posti di lavoro, come quando un clan investe su un'agenzia di spettacoli. Attraverso il ricatto morale la criminalità organizzata crea consenso, attraverso le emittenti i boss hanno il controllo delle loro malefatte, bloccando di fatto l'informazione locale". Così si viene a conoscenza che un capoclan del napoletano è in grado di gestire un patrimonio di frequenze in Campania, superiore a quello della Rai. Tutte frequenze sradicate allo Stato, sanate dalla legge sul digitale terrestre e dalla precedente legge Mammì, per un valore di quasi 500 milioni di Euro: "A questo bisogna aggiungere - ha affermato De Pascale - che in Campania non è mai esistito un catasto delle frequenze e, naturalmente, questa situazione non ha aiutato di certo nessun tipo di controllo. Così i boss e la criminalità organizzata "occupano" svariate frequenze private ed oltre a controllare l'informazione locale, lanciano il "business" del cantato neomelodico conquistando così una grossa fetta di ascolti degli amanti del genere: ci sono canali che, tra videoclip e performance televisive, ricordano canali musicali com Mtv, Virgin o Rock Tv, però, al posto di Radiohead o Coldplay trovi i video del neomelodico di turno. Con il conseguente riciclaggio di danaro sporco dove piccolissime emittenti televisive hanno a disposizione un condominio intero con studi e scenografie degne del Tiburtino o di Cinecittà e dove la vendita degli spazi pubblicitari è, di conseguenza, il pizzo chiesto ai commercianti: "Inoltre sono in grado di trasmettere messaggi cifrati - ha puntualizzato De Pascale - ai detenuti o fare campagna elettorale per i candidati appoggiati dai boss". Tanto coraggio per questo giovane autore e intimidazioni che, puntualmente, sono arrivate.

Tratto da: http://www.ilquaderno.it/telecamorra-basta-accendere-tv-cantare-con-neomelodici-il-libro-denuncia-de-pascale

Ore 20.00 - BEIN SPORT ALLA CONQUISTA DI SPORTITALIA ?
La società ha avviato la proceduta per il fallimento, i tre canali tv potrebbero essere venduti o scomparire.
La società editrice dei canali televisivi di Sportitalia, Maroncelli 9, ha dichiarato fallimento. Il tribunale di Milano ha già tenuto un’udienza per esaminare l’elenco dei creditori e, se le due società che gestiscono i giornalisti e i dipendenti non troveranno un nuovo investitore, i tre canali di Sportitalia (Sportitalia 1, 2 e 24) potrebbero scomparire dalle frequenze del digitale terrestre, dove attualmente si trovano ai numeri 60, 61 e 62.
Sportitalia è una tv commerciale che trasmette programmi di carattere sportivo. Ha tre canali tematici: Sportitalia 1, 2 e 24. Quest’ultimo, canale all news sportivo disponibile gratuitamente sul digitale terrestre (oltre che su satellite, come gli altri del gruppo), era andato in onda per la prima volta il 10 giugno 2010, meno di tre anni fa. I canali di Sportitalia – che negli anni hanno subito diversi cambiamenti di nome – trasmettevano le partite principali di diversi campionati esteri, tra cui la Ligue 1 francese e la Primera División argentina, ma erano particolarmente conosciuti anche tra i fan del basket perché trasmettevano la Serie A italiana e l’Eurolega. Sportitalia ha dato anche particolare spazio alla Serie B italiana di calcio.
La società Interactive Group, che ha recentemente dichiarato fallimento “passando” la gestione dei 50 dipendenti ad altre due società, Edb Media e Edb Service, era stata lanciata nel 2004 dall’imprenditore franco-tunisino Tarak Ben Ammar, che è consigliere in Mediobanca e in Telecom Italia ed è in buoni rapporti con Silvio Berlusconi. Insieme a lui c’era Bruno Bogarelli, l’attuale direttore di Sportitalia. Bogarelli aveva ottenuto in licenza i canali televisivi dalla società Europa TV di Ben Ammar tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009.
Negli scorsi anni le società dietro a Sportitalia avevano attraversato periodi di difficoltà economica, ma ancora nell’estate 2012 Bogarelli si dichiarava ottimista e diceva che nel corso della stagione 2012-2013 si sarebbe tornati a fare utili.
Da diverso tempo si parla di un ingresso di Al Jazeera, il network con sede nel Qatar, tra gli investitori nella società editrice di Sportitalia, che ha anche tre centri a Milano e uno a Roma per la fornitura di servizi alle televisioni. Le voci si sono rafforzate anche in questi giorni, con la notizia del fallimento. Al Jazeera ha una serie di canali sportivi – beIN Sport – che opera in Francia e negli Stati Uniti e circolano da tempo voci su un suo presunto prossimo arrivo in Italia.

Tratto da: http://www.ilpost.it/2013/05/02/sportitalia-sta-fallendo

Ore 19.25 -  SICILIA  - MUX TVR XENON: INIZIATE LE TRASMISSIONI DI TELE EUBEA.
VHF 07 Mux TVR XENON
Sono iniziate le trasmissioni del canale TELE EUBEA con la numerazione LCN 686. Si tratta di un ritorno di questa emittente, era il 13 febbraio del 2006 quando andava in onda per la prima volta Telestreet Tele Eubea, un'esperienza durata 5 anni, oggi giovedi 2 maggio 2013 dopo 2 anni di fermo, per la prima volta in tecnica digitale, torna in onda TELE EUBEA. Vi alleghiamo anche un video del promo del canale. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TVR XENON.






Ore 18.35 - ASTA FREQUENZE: E' GIA' SCONTRO PD E PDL PER LA DELEGA ALLE COMUNICAZIONI.
Per il Pd, inopportuno mettere un berlusconiano a gestire il dossier delle frequenze.
Sulla delega alle Comunicazioni è già scontro tra Pd e Pdl. Oggi con una nota il deputato Democratico Alfredo D’Attorre, alla vigilia delle nomine ha fatto spere: “Sarebbe molto inopportuno che la delega sulle Comunicazioni, che ha competenza tra le altre cose sulle tlc e sulle frequenze, fosse assegnata al Popolo della Libertà”.
Sul tavolo del Ministero dello Sviluppo economico c’è, infatti, il dossier sulla prossima asta delle frequenze, che evidentemente il Pd non vorrebbe gestita dal Pdl.
Stando alle previsioni, il bando dell’asta dovrebbe essere pronto nei prossimi giorni, al massimo per fine mese.
La posizione di D’Attorre conferma i dubbi espressi dal Commissario Ue alla Concorrenza, Joaquin Almunia, che all’indomani del risultato elettorale aveva detto d’essere “molto preoccupato”.

Si rischia l’ingovernabilità, aveva commentato, chiedendo alle forze politiche "responsabilità” nell’interesse degli italiani.
La preoccupazione di Almunia riguardava soprattutto l'asta per i mux del digitale terrestre.
"Spero - aveva ribadito - che la situazione politica italiana non crei nuovi ostacoli per trovare una soluzione" sulla questione dell'attribuzione delle frequenze televisive digitali.
La squadra di governo, con le nomine di viceministri e sottosegretari, dovrà essere completata forse già domani o al più tardi tra domenica e lunedì. Una partita complessa, sia per il gioco a incastri con la presidenza delle commissioni parlamentari, ma soprattutto per la riduzione dei posti a disposizione. Enrico Letta a riguardo è stato molto preciso: non più di 35.

Si parla di una ripartizione quasi paritaria tra Pdl e Pd, che potrebbero alla fine contare rispettivamente su 15 e 18 sottosegretari mentre 3 andrebbero a Scelta civica.
Una cosa però appare certa, il Pd esclude che alle Comunicazioni possa andare un berlusconiano.

Tratto da:
http://www.key4biz.it/News/2013/05/02/TV_digitale/Asta_frequenze_multiplex

Ore 15.35 -  PIEMONTE  - MUX QUARTARETE: INSERITA L'EMITTENTE ASTIGIANA PRIMA RADIO.
UHF 24 Mux QUARTARETE
E' stata recentemente aggiunta in questo multiplex l'emittente radiofonica astigiana Prima Radio, priva di numerazione automatica. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux QUARTARETE.




Ore 13.10 -  LAZIO  - MUX RETESOLE (LAZIO): ELIMINATA ROMIT TV.
UHF 21-24-27 Mux RETESOLE (LAZIO)
Da alcuni giorni l'emittente rumena ROMIT.TV (LCN 246) è stata eliminata da questo multiplex. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETESOLE (LAZIO).





 1 MAGGIO 2013 - Mercoledì 

Ore 22.30 -  LOMBARDIA  - RAI IN VALSASSINA: SEGNALE ''BALLERINO'', TECNICI AL LAVORO PER RISOLVERE IL PROBLEMA.
Da che il digitale terrestre è "atterrato" nelle nostre zone, i problemi con la ricezioni dei canali, soprattutto quelli Rai non sono mancati. Anche nelle ultime ore, ma a quanto pare, i tecnici Rai sarebbero in zona per cercare una soluzione al problema. Intanto, cresce la polemica sul pagamento del canone e la cattiva ricezione in Valle.
Diverse sono le lamentele arrivate in redazione e non solo. I problemi più frequenti sono i temporanei "black out" del segnale che possono durare dai pochi minuti a delle ore (quello più evidente martedì sera, con l'assenza di segnale sui canali Rai per parte della serata). Non è un problema "esclusivo" della Valsassina, anzi, basta cercare su qualunque motore di ricerca la frase "Rai digitale terrestre" ed ecco spuntare centinaia di link a forum e siti in cui si parla soltanto di questo: i problemi della Rai col digitale terrestre.

I valsassinesi, come molti altri italiani, stanno perdendo la pazienza. Già la ricezione in Valle è difficoltosa e non copre tutti i canali che dovrebbe; poi, se il segnale va e viene in continuazione, il servizio che tanto esaltano negli spot pubblicitari in Valle fa acqua dappertutto.
Pagare il canone è un obbligo di legge recitava un antipaticissimo (dal mio punto di vista, n.d.r.) spot diffuso nel mese di gennaio. Ebbene, sarà una tassa, sarà un obbligo di legge per il possesso dell'apparecchio, ma molti valsassinesi stanno pensando seriamente di seguire i consigli dei fantasiosi creatori dello spot, e utilizzare l'apparecchio televisivo come vaso per i fiori o vasca per i pesci..

I tecnici della Valle sono sommersi dalle lamentele degli utenti locali. La ricezione non è buona in tutta la Valle, ma solo dei canali Rai: quelli Mediaset si vedono benissimo è questo fa arrabbiare di più ancora gli utenti. I canali privati hanno una ricezione perfetta, quelli pubblici - finanziati sia dal canone degli italiani, sia della pubblicità (eccessiva a volte sulle reti pubbliche) - hanno dei grossi problemi.

Centro Valle, Ballabio, ma anche Alta Valsassina hanno avuto dei seri problemi di ricezione. I tecnici Rai dicono di essere al lavoro, ma le difficoltà persistono e il segnale sparisce spesso. Non ci sono molte alternative, il canone diceva lo spot, "è una imposta", pur se usi la scatola del televisore per farci la casa delle bambole, l'acquario o il barbecue, devi comunque pagarlo.. ma qui in Valle, si rischia veramente di dovere spegnere la tv per mancanza di segnale e seguire i consigli dei pubblicitari Rai.

Qualche “segnale” positivo però arriva. Secondo indiscrezioni, i tecnici Rai nella giornata del primo maggio erano al lavoro in Valsassina e a quanto pare avrebbero finalmente individuato il problema ed entro il fine settimana dovrebbero intervenire. Staremo a vedere.

Tratto da: http://www.valsassinanews.com

Ore 11.15 -  LOMBARDIA  - MUX PIU' BLU LOMBARDIA: TORNA A TRASMETTERE INTER TV.
UHF 25-43-55 Mux PIU' BLU LOMBARDIA
Torna a trasmettere InterTV (LCN 698), precedentemente questo canale era presente su un altro multiplex, poi la tv calcistica aveva cessato le trasmissioni, ora da qualche giorno è tornata in onda nel mux di PIU' BLU LOMBARDIA. Parte della programmazione di InterTV e dell'emittente radiofonica Radio Milan Inter sono in onda in alcune fasce orarie anche su TeleMilano City (LCN 288) e relative copie di questo canale che risultano prive di LCN. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux PIU' BLU LOMBARDIA.










 30 APRILE 2013 - Martedì 

Ore 16.20 -  MOLISE  - MUX TRSP (MOLISE): AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 51 Mux TRSP (MOLISE)
Rispetto alla nostra ultima rilevazione aggiorniamo la composizione della versione molisana del mux dell'emittente abruzzese TRSP. Da segnalare che da diverse settimane è stata aggiunta la tv religiosa TR BUONCONSIGLIO con la numerazione LCN 81; hanno iniziato a trasmettere una propria programmazione AGORA' TV (LCN 115), FARMABRUZZO (LCN 616) e MEDIACENTRO (LCN 618); inoltre al posto di Oltre TV (LCN 215) ora è in onda in versione time-shift TRSP +1; infine è stato eliminato Ama e Prega che aveva la numerazione LCN 617. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux TRSP (MOLISE); consulta anche la versione abruzzese, il mux TRSP (ABRUZZO), che rispetto al multiplex molisano contiene in più le emittenti TELE 9 (LCN 74 e 186) e Rete Azzurra (LCN 87).



Mux TRSP (MOLISE) - Z@pping TV


Ore 10.00 -  SICILIA  - PUBBLICATE LE LISTE DELLE EMITTENTI TV CHE SI RICEVONO A RAFFADALI (AG) E A CAMPOROTONDO ETNEO (CT).
Nella sezione SICILIA IN DIGITALE abbiamo inserito le liste delle emittenti tv che si ricevono in altri due località dell'isola, a RAFFADALI (Agrigento) e a CAMPOROTONDO ETNEO (Catania). Grazie alla collaborazione di Radio TV Sicilia potete consultare tutti i mux ricevibili nelle due città, le frequenze, le postazioni da cui trasmettono, e le composizioni con i dettagli tecnici di tutti i canali nazionali e locali. Vai alle liste delle TV A RAFFADALI (AG) e delle TV A CAMPOROTONDO ETENO (CT).




Realizzate in collaborazione con:
Radio TV Sicilia



LE TV A RAFFADALI (AG) / LE TV A CAMPOROTONDO ETNEO (CT)


Ore 09.35 -  PIEMONTE  - TORINO: AGGIORNAMENTI RADIOFONICI.
Nei prossimi giorni inseriremo la lista aggiornata delle emittenti radiofoniche che si ascoltano a Torino, nel frattempo vi aggiorniamo sugli ultimi cambiamenti di frequenze avvenuti nei giorni scorsi nel capoluogo subalpino.

FM 99.900 RADIO BLITZ / RADIO REPORTER TORINO (Superga - Torino)
Cambia l'identificativo di RADIO BLITZ (che trasmetteva con la scritta PROVE TECNICHE DI TRASMISSIONI), ora l'emissione è passata di mano a RADIO REPORTER TORINO che continua a trasmettere la programmazione, gli stacchi e i promo di RADIO BLITZ.









FM 106.900 RADIO DEEJAY (Colle della Maddalena - Moncalieri - Torino)
RADIO DEEJAY su questa frequenza trasmette il proprio identificativo con un underscore prima della scritta DEEJAY. Sull' altra frequenza FM 107.100 l'identificativo è normalmente DEEJAY.


FM 102.300 - 102.500 RTL 120.5
Ascoltando RTL 102.5 rileviamo un breve ma fastidioso ritardo nell'emissione di queste due frequenze, pertanto se l'autoradio modifica la sintonia l'effetto che si percepisce è quello di due frequenze non sincrone.

Ore 01.30 - GIRO D’ITALIA 2013: ECCO LA PROGRAMMAZIONE RAI, PER LA PRIMA VOLTA IN HD.
Nel 1953 la prima diretta Rai del Giro d’Italia, con la storica partenza da Piazza Duomo a Milano. Esattamente sessanta anni dopo, un’altra prima volta: la Rai trasmette il Giro in alta definizione. Spunta, dunque, il “sigillo” HD anche per l’edizione 2013 della Corsa Rosa, al via sabato 4 maggio da Napoli.
La squadra di Rai Sport garantirà un’ampia copertura della corsa, a cominciare dalle cinque telecamere installate sulle moto, due sugli elicotteri e tredici all’arrivo, che offriranno al telespettatore ben nove replay da angolazioni diverse. In caso di mal tempo, la ripresa verrà garantita dall’aereo-ponte.
Andiamo ora a scoprire nel dettaglio la programmazione Rai – dal 4 al 26 maggio 2013 – per il 96° Giro d’Italia con le principali trasmissioni dedicate:
  • Anteprima Giro dalle 14.00 su Rai Sport 1
  • Diretta Giro dalle 15.10 su Rai 3, Rai Sport 1 e Rai HD
  • Processo alla Tappa dalle 17.15 su Rai 3 e Rai Sport 1
  • TGiro dalle 19.30 su Rai Sport 1
  • Giro Notte da 00.00 su Rai Sport 1
  • Sintesi della tappa del giorno precedente dalle 10.00 su Rai Sport 2


Non mancheranno, inoltre, i collegamenti in diretta all’interno del consueto appuntamento con Mattina Sport su Rai Sport 1. Da segnalare, infine, che le tappe trasmesse integralmente live saranno soltanto tre: Cesana Torinese – Col du Galibier (19 maggio), Ponte di Legno – Val Martello (24 maggio) e Silandro/Schlanders – Tre Cime di Lavaredo (25 maggio).





Tratto da: http://www.davidemaggio.it/archives/74677/giro-ditalia-2013-ecco-la-programmazione-rai-per-la-prima-volta-in-hd

Ore 00.30 - LA 7, PRIMO EFFETTO CAIRO: LA TV DI FELTRINELLI VIAGGIA VERSO IL GRUPPO L'ESPRESSO.
Nella seconda metà di maggio dovrebbe arrivare sul digitale terrestre Effe tv, il nuovo canale del gruppo di librerie con le notizie e gli approfondimenti giornalistici di La7. Ma con il cambio di proprietà il divorzio è dietro l'angolo.
Più che un divorzio sarà una separazione di fatto quella tra Urbano Cairo e Feltrinelli. Nella seconda metà di maggio dovrebbe arrivare sul digitale terrestre Effe tv, il nuovo canale del gruppo di librerie con le notizie e gli approfondimenti giornalistici di La7. Ma come nuovo proprietario dell’ex televisione di Telecom, Cairo ha una sola priorità: assumere dal primo luglio la guida operativa del canale e ridurne i costi per far quadrare i conti. Col passaggio di La7 all’editore di settimanali popolari, invece, il gruppo guidato da Carlo Feltrinelli ha iniziato a cercare nuovi partner e, come ricostruito dal Fattoquotidiano.it, sarebbe vicino a un accordo col gruppo Espresso per sostituire Cairo.
EFFE TV, UN PARTO MOVIMENTATO. La nascita di Effe tv è stata fin dall’inizio difficile, visto che la casa editrice di libri aveva creato lo scorso autunno una joint venture col gruppo Telecom Italia per avere in contemporanea banda digitale e contenuti giornalistici. Della nuova società Feltrinelli detiene tuttora il 70%, Telecom ne possedeva il restante 30 per cento. Poi La7 è passata a marzo sotto la proprietà di Cairo e con lei anche la partecipazione nella joint venture. E’ stato così che Cairo si è ritrovato in dote, senza volerlo, un altro progetto da seguire, oltre La7, mentre Feltrinelli è rimasta legata da una parte all’operatore di telefonia per continuare ad avere capacità trasmissiva e, dall’altra, a La7 per disporre di contributi editoriali.
CON L’ESPRESSO PIU’ PER INTERESSI CHE PER COMUNIONE DI IDEE. Se il gruppo presieduto da Carlo De Benedetti diventerà ufficialmente il partner di Feltrinelli, con una sola alleanza il gruppo di librerie potrà disporre di nuovo non solo di banda tv ma anche di servizi tecnici di produzione vista la presenza di Repubblica tv. In aggiunta, c’è da dire che Feltrinelli aveva previsto il lancio della sua televisione a cavallo di marzo-aprile e ancora oggi non è stato annunciato nessun debutto. Quindi ha pure validi motivi per chiudere in tempi brevi l’intesa.
Dal punto di vista del gruppo Espresso, una simile alleanza può giovare sia per spingere i ricavi che provengono dall’affitto di banda tv (giro d’affari in crescita del 25% oltre quota 8 milioni di euro nel primo trimestre 2013), in un periodo in cui vendite dei giornali e pubblicità sono in calo, sia perché l’azienda sta investendo sempre di più nella creazione di eventi come la Repubblica delle Idee, il festival del quotidiano diretto da Ezio Mauro, e più di recente come i Dialoghi dell’Espresso, una serie d’incontri tra i redattori del settimanale e gli studenti universitari italiani. Eventi che potrebbero trovare facilmente spazio e visibilità nella programmazione di Effe tv.
EFFE TV, UN CANALE LAICO. Feltrinelli e gruppo Espresso quindi sono unite molto di più dalla convergenza d’interessi che dall’orientamento politico, anche perché la casa editrice di libri ha già dichiarato di voler costruire un canale televisivo laico, senza nessun riferimento alla politica. L’intenzione è quella di intrattenere il pubblico con una cultura comprensibile a tutti, senza vezzi elitari. Il direttore editoriale di Effe tv è Gianluca Paladini, manager che si è occupato delle attività tv del Corriere della Sera.

Tratto da:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/29/la7-primo-effetto-cairo-tv-di-feltrinelli-viaggia-verso-lespresso


 29 APRILE 2013 - Lunedì 

Ore 21.05 - SPORTITALIA E' IN VENDITA.
Entro giugno si dovrebbe conoscere il destino dei tre canali
In occasione della presentazione del bilancio 2012, a fine giugno, si dovrebbe chiarire il destino dei tre canali Sportitalia 1, 2 e 24 (su digitale terrestre e satellite), il cui editore, la società Maroncelli 9 (ex Interactive) di Bruno Bogarelli, ha dichiarato fallimento.

Le due società Edb Media (che riunisce i giornalisti sportivi dei canali) ed Edb Service (che gestisce studi Tv e personale tecnico), controllate da Maroncelli 9, hanno circa 50 dipendenti. Ma, alla redazione, sono stati pagati in ritardo gli ultimi stipendi e non sono state ancora versate alcune mensilità arretrate. Nonostante sia già stata aperta ai potenziali acquirenti la data room (visione dei dati aziendali più importanti, con clausola di riservatezza), secondo quanto riporta il quotidiano ItaliaOggi, non sarebbero state ancora formalizzate manifestazioni d’interesse. In particolare, non si sarebbe concretizzato l’interesse di Al Jazeera. Intanto, al Tribunale di Milano, si è tenuta la prima udienza per esaminare l’elenco dei creditori. Se le due società non potranno andare avanti, perderanno la numerazione sul telecomando digitale (canali 60, 61 e 62).

Tratto da:
http://www.businesspeople.it/Business/Finanza/Sportitalia-e-in-vendita


Ore 19.00 -  CALABRIA  - MUX VIDEO CALABRIA: NON SI FERMA LA SUA ESPANSIONE.
UHF 28 Mux VIDEO CALABRIA
L’operatore VIDEO CALABRIA, che trasmette sulla frequenza UHF 28, confermandosi tra le più attive delle emittenti Calabresi non si ferma e realizza un nuovo miglioramento di copertura.
Infatti nei giorni scorsi , dopo aver attivato una nuova postazione in località Serra Cappuccini per i cittadini di S.Giovanni in Fiore (CS), attivato da M. Scrisi (RC) , migliorata la postazione di M.Poro (VV) ed aver esteso la copertura del sito di San Nicola dell’Alto (KR) irradiando a 360°, è stata installata sul sito di Roseto C. Spulico un’antenna rivolta verso le zone di: Rocca Imperiale, Monte Giordano, Nova Siri. Di certo si sa che Video Calabria non si fermerà qui; infatti entro qualche giorno è molto probabile l’attivazione del proprio mux anche da Capo Spartivento (RC) per una migliore copertura della Locride.

Tratto da: http://www.diariotv.it/2013/04/29/videocalabria-non-si-ferma