Da Lunedì 19 a Domenica 25 AGOSTO 2013












Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.





COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.


















Il nostro nuovo indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it













Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 25 AGOSTO 2013 - Domenica 

Ore 17.35 -  PIEMONTE  - MUX RETE 7 (PIEMONTE): ELIMINATE AB CHANNEL E TELEITALIA, INSERITE TELEPACE E ITALIA TV.
UHF 32 Mux RETE 7 (PIEMONTE)

Rispetto alla nostra precendente rilevazione segnaliamo che è stata eliminata l'emittente abruzzese AB Channel (LCN 174), nella stessa posizione è stata inserita TELEPACE. ITALIA 9 N VN (LCN 287) e SPORT 7 (LCN 616) che trasmettevano sempre AB Channel ora veicolano TELEPACE. Infine è stata eliminata TELEITALIA (LCN 225) ed è stata inserita ITALIA TV (LCN 299). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETE 7 (PIEMONTE).








Ore 13.25 -  PIEMONTE  - MUX GRP TELEVISIONE: TELECUPOLE DIVENTA PROVVISORIO.
UHF 39 Mux GRP TELEVISIONE
Rispetto alla nostra precedente rilevazione segnaliamo che TELECUPOLE (LCN 15), sintonizzabile nel mux GRP TELEVISIONE, inserisce in epg la scritta Provv, pertanto nei prossimi giorni questo canale dovrebbe essere eliminato da questo provider. Al momento non sappiamo se nella parte orientale del Piemonte TELECUPOLE si appoggerà ad un altro operatore di rete o attiverà l' UHF 58 con il proprio mux dal monte Giarolo nell'alessandrino per la copertura di quest'area. Nei mesi scorsi erano stati effettuati dei test durati poco meno di una settimana, dove era stata attivata appunto questa frequenza, attendiamo pertanto ulteriori sviluppi. Per quanto riguarda invece il mux di TELECUPOLE (PIEMONTE) nei giorni scorsi abbiamo rilevato che non è più attiva la frequenza UHF 23 da Incisa Scapaccino (AT) che faceva servizio a Nizza Monferrato e in altre località limitrofe del sud astigiano. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux GRP TELEVISIONE.





Ore 00.10 -  PIEMONTE  - MUX CITY RADIO TV: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 51 Mux RADIO CITY TV
Nella lista delle emittenti TV che si sintonizzano ad ALESSANDRIA aggiorniamo la composizione del mux CITY RADIO TV, che in precedenza era catalogato nel nostro database come TELECITY (ALESSANDRIA). Rispetto alla nostra precedente rilevazione segnaliamo che, oltre alla postazione alessandrina di Bricco dell'Olio, sono stati attivati due altri impianti, uno dalla più alta postazione di monte Giarolo a Montacuto (Alessandria), l'altro da Regione Ricci ad Acqui Terme (Alessandria). Nel multiplex sono presenti 7 canali TV:

  10 - Telecity 7Gold AL
111 - Telecity AL (trasmette 7 Gold Musica)
172 - Telecity_AL
(trasmette 7 Gold Musica)
215 - Telecity 7_Gold AL
611 - Samp TV
697 - Telecity__AL
(trasmette 7 Gold Musica)
- Test Telecity (barre colore)

Per visualizzare i dettagli tecnici consulta la griglia dei canali, mentre per visualizzare la gallery delle immagini da noi campionate sfoglia lo z@pping TV del mux CITY RADIO TV.




Postazione MONTE GIAROLO - Montacuto (Alessandria)

Mux RADIO CITY TV - Z@pping TV



 24 AGOSTO 2013 - Sabato 

Ore 23.15 -  ABRUZZO  - MUX ITR SORA (ABRUZZO): ATTIVATO L'UHF 31 A L'AQUILA.
UHF 31 Mux ITR SORA (ABRUZZO)
Nuova attivazione per il mux abruzzese dell'emittente di Sora (Frosinone) ITR. E' stata accesa la frequenza UHF 31 dalla postazione di Monte Luco a L'Aquila. Il multiplex contiene 7 tv e una radio. Da segnalare che play.me (LCN 68) è a schermo nero, Telemarket (LCN 124) trasmette la seconda emittente del gruppo TELEMARKET FOR YOU, mentre I.T.R. Ragazzi HD (LCN 685) non trasmette in alta definizione, nonostante l'identificativo, ma in SD (definizione standard). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux ITR SORA (ABRUZZO) e la lista delle TV A L'AQUILA. Ringraziamo Tony de L'Aquila per la segnalazione.



Mux ITR SORA ‎(ABRUZZO)‎ - Z@pping TV



 23 AGOSTO 2013 - Venerdì 

Ore 23.50 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX CANALE 9 BOLOGNA: AGGIORNATA LA GRIGLIA CANALI E INSERITO LO Z@PPING TV.
UHF 23 Mux CANALE 9 BOLOGNA
Nella sezione EMILIA ROMAGNA IN DIGITALE procediamo ad aggiornare le griglie dei multiplex locali con nuove immagini delle emittenti. Oggi è la volta del mux CANALE 9 BOLOGNA che trasmette i seguenti 7 canali: DI.TV (LCN 90), DI.TV AFFARI (LCN 117), LA4ITALIA (LCN 129), TELE 1 SPORT (LCN 187), DI.TV210 (LCN 210), Magic TV (LCN 214) e DI.TV RADIO BRUNO (LCN 683). Mentre effettuavamo la rilevazione DI.TV AFFARI (LCN 114) era a schermo nero, mentre Magic TV (LCN 214) era in onda con un doppio logo. Inoltre da qualche tempo è stato eliminato Space TV che trasmetteva sull' LCN 684. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux CANALE 9 BOLOGNA.







Mux CANALE 9 BOLOGNA - Z@pping TV



 22 AGOSTO 2013 - Giovedì 

Ore 12.10 -  EMILIA-ROMAGNA  - L'ODISSEA DEL DIGITALE TERRESTRE: DOPO TRE ANNI ANCORA TROPPE OMBRE.
Reclami per i disservizi lamentati dagli abbonati che ricevono il segnale disturbato. A settembre un summit al Corecom per fare il punto della situazione. Intanto da Ravenna parte la class action contro la Rai.
Sono passati tre anni dall’inizio della rivoluzione digitale della tv in EmiliaRomagna ma la fine è ancora lontana. E continuano i mal di pancia, dalla costa all’Appennino, con schermi neri in cui galleggia la scritta “segnale assente” sul più bello di un film thriller o mentre il piccolo di casa vede sparire “La Pimpa”, con conseguente dramma domestico.
È passato un anno dall’insurrezione degli albergatori della Riviera che la scorsa estate hanno dovuto spiegare agli ospiti perché non si potevano vedere gli Europei di calcio, ma il problema del digitale terrestre, per quanto affrontato con tavoli e contro tavoli AgcomRai, resta ancora non del tutto risolto. Tant’è che lo scorso anno 123 famiglie della provincia di Ravenna, assistite gratuitamente dall’avvocato Andrea Maestri, insieme all’associazione Cittadinanzattiva EmiliaRomagna, hanno dato vita alla prima class action pubblica (un’azione giudiziaria collettiva) contro la Rai per i disservizi protrattisi per tre anni nella ricezione del segnale del digitale terrestre nella provincia ravennate. «L’idea è nata per caso su Facebook» spiega Maestri «e subito sono arrivate le adesioni, dal sindaco della città fino agli albergatori della Riviera. Secondo la prassi abbiamo inviato la diffida alla Rai che ha risposto l’ultimo giorno utile dicendo, anche in modo offensivo, che la colpa era degli utenti che sbagliavano a orientare l’antenna verso il ripetitore pubblico e che stava al Comune farsi carico di installare, a proprie spese, un miniripetitore. Cosa assolutamente falsa».
Il 18 luglio c’è stata l’udienza a Roma presso il Tar del Lazio: si sono costituite parte civile sia Rai che Raiway, la società controllata al 99% dalla Rai che possiede e gestisce la rete televisiva, schierando il fior fiore degli studi legali italiani. «C’è persino Giuseppe De Vergottini, con cui mi laureai con 110 e lode e che oggi è tra i 30 saggi per le riforme nominati da Letta» dice sorridendo Maestri. «Raiway ha chiesto di chiamare in giudizio persino il ministero dello Sviluppo economico perché pare che nella fretta di avviare il passaggio al digitale non si siano stretti accordi internazionali con i Paesi confinanti per evitare le interferenze, che sull’Adriatico arrivano dalla Croazia e diventano più evidenti in estate col caldo». E infatti l’Hakom, l’autorità garante delle telecomunicazioni croata, solo nel 2012 ha inviato 196 segnalazioni alle autorità italiane per segnalare le interferenze, mentre a maggio ha lanciato l’appello al ministero per intervenire e garantire la qualità del segnale in Istria. «Sono stato chiamato anche da cittadini di altre province che si lamentavano dei disservizi della Rai, da Bologna a Ferrara, a Rimini ma io sono da solo e non riesco ad aiutare tutti» continua Maestri. «La cosa assurda è che la Rai dice che i problemi non ci sono ma intanto hanno organizzato un incontro col sindaco per trovare delle soluzioni tecniche alle interferenze in provincia: un comportamento a dir poco contraddittorio. Il Tar non ha ancora emesso la sua sentenza, ma io sono fiducioso anche se mi rendo conto che io sono un piccolo avvocato e mi trovo davanti ai luminari della giurisprudenza».
Uno degli ultimi incontri è stato organizzato a giugno a Bologna tra tecnici Rai e Corecom EmiliaRomagna (il Corecom è il braccio operativo regionale dell’autorità Agcom) per risolvere i disservizi Rai a Rimini, problema che è stato oggetto anche di un’interrogazione parlamentare da parte del deputato pd riminese Tiziano Arlotti rivolta al ministro dello Sviluppo economico. Il risultato è stato un intervento tecnico, a fine giugno, sugli impianti friulani di Udine, Pordenone e Trieste. «Ora orientando le antenne verso il ripetitore di Bertinoro, abbiamo controllato che la ricezione tra Rimini e Ravenna è buona» spiegano dal Corecom regionale. «Ci siamo attivati da quando l’estate scorsa c’è stato il black out della Riviera sugli Europei. Quest’anno, a giugno, le lamentele erano ancora molte e anche giuste, ora ne arriva ancora qualcuna da Rimini, perciò abbiamo attivato una squadra di Raiway che andrà a verificare i disservizi. La modifica che abbiamo apportato in Friuli riguarda solo il multiplex Mux 1: assicuriamo così la visibilità di Rai 1, 2 e 3, ma abbiamo pianificato un incontro il 23 settembre con l’assessore Alfredo Peri per verificare i miglioramenti e per chiedere di effettuare le modifiche sull’impianto del Friuli anche per i canali aggiuntivi, come Rai 4, Rai5, Rai Storia, Rai Sport...».
Come sottolinea il Corecom emiliano nella sua relazione di fine mandato, si tratta di un work in progress, ma a farne le spese sono sempre i cittadini, spesso anziani poco avvezzi all’uso della tecnologia: «Quando chiamano il numero verde per l’assistenza tecnica non riescono a seguire le istruzioni, si perdono» dice Franco Malagrinò, segretario regionale di Cittadinanzattiva EmiliaRomagna. «Per loro la tv non è uno strumento di semplice spettacolo o divertimento, per loro viene meno un servizio pubblico per cui pagano un canone annuale, e che ha anche una valenza sociale: la tv spesso è l’unica compagnia che hanno in casa gli anziani, non bisogna togliere loro anche questo piccolo piacere».

Tratto da: http://bologna.repubblica.it/cronaca/2013/08/22/news/l_odissea_del_digitale_terrestre_dopo_tre_anni_ancora_troppe_ombre


 21 AGOSTO 2013 - Mercoledì 

Ore 22.45 -  TOSCANA  - MUX 8 TOSCANA: INSERITO LO Z@PPING TV.
UHF 24 Mux 8 TOSCANA
Il nostro database della sezione TOSCANA IN DIGITALE si arricchisce di un nuovo z@pping TV, si tratta del mux 8 TOSCANA che contiene 7 emittenti TV: Teletruria (LCN 10), Italia 7 (LCN 17), Rete 37 (LCN 19), 8 Toscana (LCN 71), Tgt24 (LCN 197); le ultime due, in ordine di numerazione, TELE 37 (LCN 689) e Toscana paese mio (LCN 690) trasmettono le barre colorate. Consulta la griglia dei canali con i parametri tecnici e lo z@pping TV del mux 8 TOSCANA.




Mux 8 TOSCANA - Z@pping TV


Ore 16.05 - MEDIASET EXTRA: PROGRAMMAZIONE IN ONDA CON IL FORMATO ERRATO.
Che confusione il 16:9 e il 4:3 per chi deve programmare le scalette delle emittenti televisive. Tutti noi da qualche tempo siamo decisamente più attenti alla qualità delle immagini, molti distinguono immediatamente se il logo Rai che viene usato in quell'attimo in onda è correttamente sedicinonizzato o in quattroterzi. Ma questo continuo cambio di formato ha portato a confusioni di ogni tipo, immagini native in formato panoramico in onda in 4:3, che generano l'effetto di figure a "fiammifero" o viceversa, immagini in 4:3 allargate e in questo caso si parla di effetto faccione. Insomma il teleutente finale meno attento vede sempre il faccione di Costanzo, ma in cuor suo si chiede come mai le sue forme oggi siano ancor più pronunciate. Anche stamattina abbiamo intercettato l'ennesimo formato errato di trasmissione, questa volta su Mediaset Extra (LCN 34) mentre erano in onda i promo di Coming Soon. In questo caso il programma originale era prodotto in 16:9 ed è stato mandato in onda in 4:3, cosa alquanto strana perchè Mediaset Extra trasmette anche in 16:9. Infatti il programma successivo è stato correttamente inserito nel formato panoramico. Anche Mike di Monsters & Co. (nell'immagine qui sotto), sembra escalamare: "Ma come????!!! Mi mandi in onda in 4.3 ????".












Ore 13.00 -  LOMBARDIA  - INTESA TRA VIDEOBERGAMO E BERGAMO TV: DAL 30 SETTEMBRE PROGRAMMAZIONE UNICA.
Ci sono novità nel campo dell'emittenza televisiva bergamasca. Si tratta dell'accordo tra Publimagic, editore di Videobergamo e Teleradiodiffusioni Bergamasche, editore di Bergamo tv le cui linee attuative si sono perfezionate in queste ultime ore.
L'intesa tra le parti prevede la messa in onda di un'unica programmazione, sotto il cappello della testata storica di Bergamo tv, nell'ottica di ottenere le sinergie necessarie per la tutela delle specificità delle tv locali bergamasche.
«I grandi investimenti ai quali le televisioni locali sono chiamate in questi anni - spiega Massimo Cincera amministratore delegato di Teleradiodiffusioni bergamasco e dell'intero Gruppo Sesaab - hanno previsto innanzitutto il passaggio della trasmissione del segnale da analogico a digitale. Inoltre hanno reso indispensabile l'introduzione delle tecnologie digitali di produzione e, conseguentemente, il rinnovo degli spazi fisici nei quali vengono realizzati i programmi tv. Gli sviluppi attuali e futuri del settore televisivo hanno dunque reso necessaria questa alleanza tra le due emittenti bergamasche».
Sotto la testata di Bergamo tv (nata nel 1976), troverà spazio l'esperienza maturata dalla più giovane Videobergamo.
«L'esperienza di Videobergamo - dichiara Luca Caglioni, amministratore unico di Publimagic - è stata entusiasmante per chi, come me, l'ha promossa e supportata, è stata formativa per molti collaboratori che con le nostre telecamere e dai nostri microfoni hanno imparato un mestiere ed è stata, mi auguro, gradevole per il pubblico che ha seguito le nostre trasmissioni sportive e di approfondimento e la nostra informazione. L'avventura non termina qui perché sono certo che nella rinnovata e autorevole compagine di Bergamo tv potranno trovare spazio e crescere gli esperimenti informativi che abbiamo fino ad ora coltivato».
«Sta per cominciare una stagione televisiva completamente nuova per Bergamo - prosegue Massimo Cincera - e, come avviene per ogni nuova avventura, l'entusiasmo è molto. Bergamo tv lascerà nei prossimi mesi la sede di via Corti e troverà posto nella sede storica del Gruppo Sesaab in Palazzo Rezzara in viale Papa Giovanni XXIII al 118 dove già lavorano le redazioni de L'Eco di Bergamo e del sito del giornale. Cambieranno quindi gli studi televisivi di Bergamo Tv: produzione e scenografie utilizzeranno il meglio della tecnologia digitale disponibile sul mercato. Giornalisti, tecnici e editore siamo tutti chiamati a reinventare i processi di produzione delle trasmissioni, della pubblicità e dell'informazione. Salutiamo quindi con grande piacere questa intesa con Publimagic che consente la confluenza di esperienze e la possibilità di convogliare tutte le energie per un unico progetto televisivo locale».
L'accordo entrerà in vigore a partire dal 30 settembre 2013.

Tratto da: www.ecodibergamo.it/stories/Cultura%20e%20Spettacoli/390682_intesa_tra_videobergamo_e_bergamo_tv_dal_30_settembre_programmazione_unica

Mux VIDEOBERGAMO (A) - Z@pping TV


Mux BERGAMO TV - Z@pping TV



 20 AGOSTO 2013 - Martedì 

Ore 23.05 -  TRENTINO  - MUX RTTR: RITORNA RTTR +1.
UHF 45 mux RTTR
Da alcuni giorni è stato reinserito in questo multiplex il canale RTTR +1 con la numerazione LCN 603, precedentemente eliminato durante il mese di luglio.
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali con i dettagli tecnici di trasmissione e lo z@pping tv del mux RTTR.





Ore 18.20 -  VENETO  - MUX TELE ALTO VENETO: INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 21 Mux TELE ALTO VENETO
Aggiorniamo il database della sezione VENETO IN DIGITALE inserendo la composizioni e le immagini del mux TELE ALTO VENETO, che irradia sulla frequenza UHF 21.
Il multiplex trasmette 13 emittenti televisive, due di esse sono i canali a pagamento dell'offerta NITEGATE.



Ed ora come sempre analizziamo le particolarità dei canali di questo provider. Amici Animali (LCN 182) è a schermo nero, mentre da pochi giorni ha iniziato a trasmettere un loop, con la scritta Prove tecniche di tramissione (e non trasmissione), il canale Sportelevision (LCN 193). Schermo nero anche per Salute TV (LCN 248), mentre TELE VENETA (LCN 294) al momento della nostra rilevazione stava trasmettendo con una bassissima qualità video una programmazione con il logo Info.Tv (dalle immagini catturate non si riesce neanche minimamente a leggere nessuna scritta). Verona TV (LCN 603) è una copia di TELEALTO VENETO, mentre Life Tv Veneto (LCN 620) trasmette con il logo TELEVENETO. Infine Non Abbiate Paura Tv (LCN 664) trasmette anch'essa la programmazione di TELEALTO VENETO.
Consulta la griglia dei canali con i dettagli tecnici di trasmissione e lo z@pping TV del mux
TELE ALTO VENETO.








Mux TELE ALTO VENETO - Z@pping TV


Ore 11.35 -  MUX NAZIONALI   LAZIO  - MUX TIVUITALIA: KA-BOOM A SCHERMO NERO. * (CON UPDATE ORE 12.10).
VHF 10 / UHF 22-27-28-43-51-59 Mux TIVUITALIA
UHF 34 Mux TIVUITALIA (LAZIO)
Dalla giornata di ieri il canale con programmazione per ragazzi Ka-Boom, sintonizzabile con la numerazione LCN 139, non sta più trasmettendo, c'è in onda solo uno schermo nero.
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV dei mux TIVUITALIATIVUITALIA (LAZIO).




Update ore 12.10: da alcuni minuti sono riprese le trasmissioni del canale Ka-Boom (LCN 139).


Ore 10.30 - AL JAZEERA SBARCA NEGLI STATI UNITI AL POSTO DI CURRENT.
Il nuovo news channel è pronto a sfidare la Fox e la Cnn.
Con 14 ore di notizie al giorno, tanti documentari, corrispondenti nelle città più importanti degli Stati Uniti e meno pubblicità delle altre tivù, è pronta a partire Al Jazeera America, il nuovo news channel destinato a sfidare la Fox e la Cnn. Martedì 20 agosto è previsto l'inizio delle trasmissioni via cavo e via satellite. Con format studiati espressamente per il pubblico americano, il gruppo del Qatar punta a rubare ascoltatori alle grandi reti Usa, sempre più in crisi.
FREQUENZE DI CURRENT. Secondo il responsabile, Ehab Al Shihabi, in America c’è un mercato di ascoltatori che vorrebbe vedere una canale simile alla Pbs, l’autorevole rete pubblica, ma ricca di notizie. Il nuovo canale avrà le frequenze di Current Tv, la tivù alternativa creata dall’ex vice presidente Al Gore, venduta dal numero due di Bill Clinton per 500 milioni di dollari lo scorso gennaio.
Tratto da:
http://www.lettera43.it/economia/media/tivu-al-jazeera-sbarca-negli-stati-uniti



 19 AGOSTO 2013 - Lunedì 

Ore 18.15 -  LAZIO  - MUX TELEDONNA: ARRIVA UN DUPLICATO DI TELEAMBIENTE CON LA LCN 10.
VHF 05 Mux TELEDONNA
E' stato inserito in questo multiplex un duplicato del canale TeleAmbiente con la LCN 10, in conflitto con Canale 21 presente nel mux GOLD TV con la stessa numerazione. Ricordiamo che Teleambiente già si sintonizzava con la LCN 78. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux TELEDONNA.







© L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2013
www.litaliaindigitale.it