Da Lunedì 16 a Domenica 22 SETTEMBRE 2013












Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.




COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.


















Il nostro nuovo indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it













 IN EVIDENZA 
TIMB MUX 2: CAMBIO DI FREQUENZA IN SICILIA DA UHF 60 A UHF 55 DAL 3 SETTEMBRE.
UHF 60 > UHF 55 (Sicilia) TIMB Mux 2
Cambia la frequenza di trasmissione del TIMB Mux 2 nella regione Sicilia. Su indicazione dell'Agcom l'attuale UHF 60 (Mhz 786,0) sarà sostituito dall' UHF 55 (Mhz 746,0), mentre le postazioni di emissione resteranno sempre le stesse. Per gli utenti siciliani occorrerà effettuare una risintonizzazione del ricevitore (TV o decoder) per continuare a vedere le emittenti trasmesse dal TIMB Mux 2. Questo cambio di frequenza e' stato necessario per evitare le interferenze con un multiplex del provider GO PLUS dello stato di Malta, che opera nell'isola con il suo ottavo mux proprio sulla frequenza UHF 60.

Update> ECCO LE DATE (CON ESCLUSIVA RADIO TV SICILIA).
Sono terminate le operazioni preventive sugli apparati per il cambio di frequenza. Di seguito nel dettaglio ecco le date e le aree coinvolte:

A partire da martedì 3 settembre 2013 avrà avvio il processo di cambio frequenza, dall' UHF 60 all' UHF 55, del TIMB Mux 2 che ospita i seguenti canali:
LCN - Emittente
  36 - RTL 102.5 TV
  47 - Super!
  60 - Sportitalia
  61 -
Sportitalia 2
  62
- Sportitalia 24
145 - Padre Pio TV
221 - Arturo
230 - iLIKE.TV

736 - RTL 102.5

Per quanto riguarda gli impianti e le aree geografiche coinvolte, il programma sarà il seguente:
nella prima settimana, ovvero dal 3 all'8 Settembre, le provincie interessate saranno quelle di Palermo, Catania, Siracusa, Agrigento e Trapani;
nella settimana successiva (dal 9 al 15 Settembre), oltre al completamento dei lavori nelle provincie sopra citate, saranno avviate le attività nelle provincie di Messina, Enna, Caltanissetta e Ragusa;
infine, dal 16 Settembre in poi, saranno sottoposti a trasformazione i restanti impianti cosiddetti a bassa potenza che garantiscono il completamento della copertura in piccole aree di servizio.

Si segnala ai gentili telespettatori che potrebbe essere necessario risintonizzare i propri TV e decoder (solo qualora questi non procedano automaticamente) per continuare a seguire i canali ospitati sul TIMB Mux 2.


Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 22 SETTEMBRE 2013 - Domenica 

Ore 23.50 -  PIEMONTE  - MUX QUARTARETE: INSERITA TELECUPOLE.
                                          MUX GRP TELEVISIONE: TELECUPOLE PROVV A SCHERMO NERO.
UHF 24 Mux QUARTARETE
UHF 39 Mux GRP TELEVISIONE
TELECUPOLE di Cavallermaggiore (Cuneo), una delle più importanti emittenti regionali del Piemonte, si aggiunge all'offerta del mux QUARTARETE.
TELECUPOLE (LCN 15) è anche trasmessa dal mux
GRP TELEVISIONE con l'identificativo TELECUPOLE Provv mentre effettuavamo la nostra rilevazione, il segnale ricevuto da questo provider risultava a schermo nero, pertanto nei prossimi giorni sarà eliminata e disponibile solo sulla frequenza di QUARTARETE.
Abbiamo aggiornato le griglie dei canali e gli z@pping TV dei mux
QUARTARETE e GRP TELEVISIONE.







Ore 10.40 -  MOLISE  - MUX TVI MOLISE: TVI MOLISE E TS TV IN 16:9, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 28 Mux TVI MOLISE

Nella sezione regionale MOLISE IN DIGITALE aggiorniamo con nuove immagini lo z@pping TV del multiplex di Isernia TVI MOLISE, segnalando che, rispetto alla nostra ultima rilevazione, i canali TVI MOLISE (LCN 13) e TS TV (LCN 651) passano al formato panoramico 16:9, ma in realtà trasmettono con il flag errato in quanto la loro programmazione è prodotta ancora in 4:3. Inoltre TVI MOLISE NEWS (LCN 113) non è più a schermo nero ma ora è un duplicato di TVI MOLISE, mentre l'emittente napoletana CANALE 21 (LCN 72) risulta a schermo nero, così come da parecchio tempo sono TVI HISTORY (LCN 213) NEUROMED CHANNEL (LCN 610) e MOLISETV (LCN 611). Consulta la griglia dei canali con i parametri tecnici e lo z@pping TV del mux TVI MOLISE.









Mux TVI MOLISE - Z@pping TV



 21 SETTEMBRE 2013 - Sabato 

Ore 23.15 -  EMILIA ROMAGNA  - MUX 7 GOLD - SESTA RETE BOLOGNA: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 29 Mux 7 GOLD - SESTA RETE BOLOGNA
Nella sezione EMILIA-ROMAGNA IN DIGITALE inseriamo i parametri tecnici dei canali trasmessi dal mux 7 GOLD - SESTA RETE BOLOGNA che veicola 9 canali TV:


  13 - 7 GOLD EMILIA ROMAGNA
  64 - SUPERTENNIS
  68 - PLAY.ME
  70 - RadioItaliaTV
  78 - CANALE 78
  86 - RETE 8 VGA
118 - LepidaTVRTITV
124 - TELEMARKET
125 - TELEMARKET FOR YOU


Segnaliamo che CANALE 78 (LCN 78) trasmette anche con la scritta nuovarete sotto il logo, mentre LepidaTVRTITV (LCN 118) al momento della nostra rilevazione era a schermo nero.
Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux
7 GOLD - SESTA RETE BOLOGNA.







Mux 7 GOLD - SESTA RETE BO - Z@pping TV


Ore 17.30 -  ABRUZZO  - GRANDE FESTA A TELEPONTE PER I 30 ANNI DI ATTIVITA'.
Si è svolta oggi una grande festa in via Potito Randi 8. La Fin Television, editrice della testata TELEPONTE ma anche del sito CERTASTAMPA.IT. Oggi sono stati presentati I NUOVI UFFICI DI REDAZIONE, I NUOVI STUDI TELEVISIVI, IL NUOVO PALINSESTO, IL NUOVO AMMINISTRATORE DELEGATO ED IL NUOVO DIRETTORE.
Teleponte è un’emittente televisiva regionale, ammiraglia del gruppo editoriale FinTelevision, che persegue da sempre la sua mission di coinvolgere il pubblico abruzzese con appuntamenti dedicati all’informazione, all’intrattenimento, alla musica e allo spettacolo, puntando su due regole fondamentali: l’originalità delle produzioni e la diretta.

Nata provinciale e divenuta, negli anni, leader indiscussa nel Teramano, Teleponte è oggi una delle più importanti realtà televisive del Centro Italia, con una copertura che va dalle Marche al Molise, per un bacino di riferimento di oltre un milione e mezzo di abitanti.
Il credo editoriale è quello della qualità: coinvolgere i telespettatori in ogni momento della giornata, dal mattino fino a notte fonda, ogni giorno della settimana, con una programmazione ricca e variegata, tutta frutto delle straordinarie professionalità interne e delle qualificatissime collaborazioni esterne.
Lo staff tecnico e giornalistico ha creato una squadra coesa e vincente, punto di forza per un lavoro quotidiano completo ed efficace.
All’avvicinarsi del nostro trentesimo anno, abbiamo deciso di dare ai nostri territori e alle genti nostre telespettatrici, una televisione rinnovata, investendo sul nostro lavoro, per poter offrire alla platea della macroregione che segue i nostri programmi una programmazione qualitativa e quantitativa sempre migliore.
Nuovi studi televisivi (degni di un network nazionale), nuovi modernissimi spazi per la redazione, nuove tecnologie, nuovi ingressi di alto valore nel management e una squadra di giornalisti e tecnici arricchita da nuove professionalità, sono il nostro modo di dire grazie a chi ci segue da trent’anni e, allo stesso tempo, di dare un segnale forte, vero, di fiducia e di ottimismo.
Tanto più forte è il segnale, tanto migliore sarà la ricezione, no?
Noi ci crediamo.
Aldo Di Francesco
presidente della FinTelevision




 20 SETTEMBRE 2013 - Venerdì 

Ore 10.15 -  TOSCANA  - I LAVORATORI DI RETE VERSILIA SCRIVONO AL VESCOVO, INDETTI SEI GIORNI DI SCIOPERO.
VIAREGGIO. I lavoratori di Rete Versilia, in sciopero fino a lunedì 23 Settembre, scrivono una lettera aperta al Vescovo di Lucca, Monsignor Italo Castellani in cui illustrano la grave situazione economica e umana che ha colpito l’emittente radiotelevisiva versiliese, facendo presente soprattutto l’atteggiamento “latente e inadeguato” della Misericordia di Viareggio.
“ Sua Eccellenza,
ci rivolgiamo a Lei come guida pastorale della nostra comunità alla luce della grave situazione di crisi economica e umana che da molti mesi sta colpendo e condizionando profondamente la vita quotidiana di noi lavoratrici e lavoratori di Rete Versilia, ad oggi senza stipendio da oltre quattro mesi.
Ad aggravare il disagio economico e sociale nostro e delle nostre famiglie l’atteggiamento latente e la sorda inadeguatezza dell’azienda, e della Misericordia di Viareggio che ne è proprietaria, a fornire risposte concrete ai lavoratori.
Una condotta anni luce distante dallo spirito di cristiana solidarietà proprio della Benemerita Arciconfraternita, che ben 13 anni fa ha intrapreso il suo inconsueto percorso imprenditoriale nel campo della comunicazione e dell’informazione al fine di offrire un servizio di pubblica utilità.
Dopo mesi di logorante attesa e di incondizionata fiducia nei confronti della proprietà e di ininterrotto impegno lavorativo, ancora constatiamo con dispiacere l’inadeguatezza delle risposte ricevute.
Certi che il nostro profondo disagio non sia sfuggito alla sua attenzione, confidiamo in una sua manifestazione di solidarietà e in un suo deciso richiamo affinché tali valori cristiani non abbiano più a vacillare”.

Tratto da:
www.versiliatoday.it/2013/09/19/i-lavoratori-rete-versilia-scrivono-al-vescovo


L’agitazione dopo che alcuni dipendenti sono stati messi in ferie forzate
DI GIORNO in giorno diventa sempre più esplosiva la situazione di Rete Versilia. E dopo le ultime vicende — personale messo in ferie di... forza, mancato pagamento delle mensilità annunciate — i dipendenti dell’emittente hanno deciso di forzare i tempi mettendo in pratica una decisione senza precedenti. «Sciopero continuativo per tutti i lavoratori dalle 16 di ieri fino alle 24 di lunedì prossimo». Come dire cinque giorni e mezzo di astensione prolungata nel corso dei quali «in occasione dei Tg verrà trasmesso un comunicato sindacale sull’intera vicenda». Insomma, l’impressione è che la corda si stia proprio per rompere nonostante le ripetute assicurazioni del patron dell’emittente Roberto Monciatti che ha assicurato anche ieri — in diretta tv — «che i problemi saranno risolti».
Ma i lavoratori (giornalisti e tecnici) non hanno voluto sentire ragione, passando all’azione dopo l’ennesimo confronto con i rappresentanti sindacali delle associazioni di categoria. «Quanto stanno sopportando i lavotori di Rete Versilia non è più tollerabile — hanno sottolineato i sindacalisti della Slc-Cgil e Fist-Cisl». Tra l’altro i dipendenti hanno rivolto anche un appello al vescovo di Lucca, monsignor Italo Castellani, per informarlo della situazione in cui si trovano. Un passo che probabilmente ha creato grande imbarazzo nella stessa Misericordia per i contatti giornalieri che ci sono con la Curia.
«DA UN MOMENTO all’altro — racconta Gabriele Altemura, portavoce dei dipendenti — alcuni colleghi sono stati messi in ferie senza essere informati». E così il braccio di ferro si è protratto per tutta la giornata fino a quando alle 16 dopo l’ennesimo confronto senza soluzione («siamo indietro di quattro mensilità e aumenta la preoccupazione per il nostro futuro» hanno ribadito alcuni dipendenti) è stato deciso di proclamare lo sciopero. «Tra l’altro — spiega ancora Gabriele Altemura — l’emittente deve chiarire che cosa vuol fare per certe trasmissioni nelle quali alcuni di noi hanno messo la faccia anche di fronte agli sponsor che hanno voluto sostenerci: rischiamo veramente non solo di fare una brutta figura di fronte alla gente e alla città ma anche di rimanere a piedi visto che nonostante tutte le assicurazioni di Monciatti l’emittente invece di risollevarsi perde terreno».

Tratto da: www.lanazione.it/viareggio/cronaca/2013/09/19/952236-reteversilia_ripiombata_caos

Ore 09.50 -  EMILIA ROMAGNA  - PROBLEMI DI RICEZIONE DEL DIGITALE TERRESTRE ANCHE A SAN MARINO.
Continuano le iniziative per il miglioramento del segnale in tema di digitale terrestre. Purtroppo però solo oltre confine, dove la Provincia e le Associazioni dei consumatori stanno valutando la possibilità di passare alle vie legali contro la Rai per motivi di mala ricezione. L’occasione l’ha offerta una sentenza del Tar del Lazio resa nota nei giorni scorsi che, pur respingendo la sostanza di un ricorso fatto da 123 cittadini ravennati, aprirebbe spiragli legali per un’azione risarcitoria praticabile invece che su class action, a livello individuale, come argomentato dalla Provincia in una nota. I cittadini erano stati affiancati nella loro azione contro la cattiva ricezione del segnale digitale, dall’ Associazione di consumatori di Clttadinanzattiva Emilia Romagna. Al via quindi nei prossimi giorni gli incontri tra Provincia, Associazioni di tutela dei consumatori e l’avvocato estensore del ricorso ravennate per capire gli eventuali sviluppi di queste novità, in termini di forma, modi e possibilità di ricorso. Verrà poi eseguita una mappatura provinciale aggiornata dei problemi di ricezione territoriali, coordinata dalla Provincia e dalle associazioni di categoria degli antennisti, mentre il Corecom Emilia – Romagna ha indetto un incontro a Bologna a cui parteciperà l’assessore riminese Galasso. In merito ai problemi di casa nostra invece, la situazione rimane ferma. Malgrado le note questioni di mala ricezione giungano fin sul Titano le Associazioni dei consumatori sembra non si occupino più della vicenda. E proprio dall’ Associazione sportello con consumatori fanno sapere che mancando lamentele da parte di cittadini, pur non essendoci una ricezione perfetta non si fanno progetti per migliorare, affiancabili o paragonabili alle iniziative indette dalla Provincia di Rimini, per fare il punto sulla situazione o addirittura migliorare il segnale.

Tratto da: www.sanmarinonotizie.com


 19 SETTEMBRE 2013 - Giovedì 

Ore 23.55 -  MUX NAZIONALI   SICILIA  - TIMB MUX 2: EFFETTUATO IL CAMBIO FREQUENZA A CASTELMOLA (ME).
UHF 55-60 TIMB Mux 2
Questa mattina alle ore 9.00 circa è stato effettuato il cambio di frequenza, dall' UHF 60 all' UHF 55, del TIMB Mux 2, dall'impianto di CASTELMOLA in provincia di Messina.


Foto: panorama di Castelmola (ME)

Ore 17.00 -  MUX NAZIONALI   - CANALE ITALIA MUX 1: ARRIVA UN NUOVO CANALE, TELEFANTO CON LA LCN 237.
UHF 28-30-39-42-45-46-53 CANALE ITALIA Mux 1
Novità nel primo mux di CANALE ITALIA, è arrivata una nuova emittente con la numerazione LCN 237, TelEfanto. Al momento trasmette a loop due videoclip musicali e sotto il logo di stazione è presente la scritta della LCN, CANALE 237. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di CANALE ITALIA Mux 1.







Ore 13.30 -  TOSCANA  - MUX TV PRATO: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 21 Mux TV PRATO
Novità nella sezione TOSCANA IN DIGITALE, è possibile consultare la griglia con le immagini che abbiamo recentemente campionato nel mux TV PRATO, dove si sintonizzano 4 canali TV.


    74 - TVP
  85 - TSD
212 - TVP SPORT1
626 - TVP SPORT2

Consulta la griglia dei canali con i relativi parametri tecnici e lo z@pping TV del mux TV PRATO.




Mux TV PRATO - Z@pping TV


Ore 11.20 - TV CAPODISTRIA SUL DIGITALE TERRESTRE CROATO ?
CAPODISTRIA Il problema della visibilità dei programmi di TV Capodistria rimane uno dei punti centrali nelle attività delle istituzioni della Comunità Nazionale Italiana. A meno di due settimane dal passaggio dell’emittente dal satellite Hotbird a quello Eutelsat, con una notevole riduzione della presenza in Italia e Croazia, proseguono i tentativi di trovare valide alternative. Nel contesto si inseriscono anche le iniziative dell’Unione Italiana. “Va ribadita prima di tutto l’importanza che noi tutti attribuiamo alla presenza di TV Capodistria su un satellite che consenta di seguire le sue trasmissioni sia ai connazionali in Croazia che al pubblico in Italia”, osserva il presidente della Giunta Esecutiva, Maurizio Tremul. “La decisione di cambiare frequenza è stata presa per motivi economici dalla Radiotelevisione di Slovenia, poiché le spese saranno molto più contenute. Queste intenzioni erano ben note a tutti i responsabili da oltre un anno. Ne avevano discusso anche la Giunta e il Comitato di coordinamento della minoranza italiana in Slovenia e Croazia, che avevano invitato i vertici di TV Capodistria ad individuare altre soluzioni per non peggiorare la visibilità dei programmi”.
“In tale ambito”, precisa ancora Tremul, “l’Unione Italiana ha avviato una serie di contatti con il governo di Zagabria, in stretta collaborazione con la Radiotelevisione di Slovenia e la Radiotelevisione croata, per valutare le possibilità di includere TV Capodistria sul digitale terrestre croato. In tal modo sarebbe risolto definitivamente il problema storico della visibilità dei programmi in lingua italiana per i connazionali in Croazia. In ogni caso, l’Unione Italiana ha mantenuto nei suoi piani finanziari i mezzi necessari per rimanere sull’attuale satellite. Per attivarli si attendono le comunicazioni ufficiali della Radiotelevisione slovena e di quella di Capodistria”. “Va detto ancora una volta”, riassume in conclusione Tremul, “che le decisioni della RTV Slovenia per il cambio del satellite erano ben note da oltre un anno. Il desiderio di tutti è che TV Capodistria rimanga visibile. Questo sarà in primo luogo l’impegno dell’Unione Italiana, che in questi anni, con i mezzi del Governo italiano, ha finanziato le trasmissioni via satellite. Ripeto che i finanziamenti per un anno sono sempre disponibili, se non cambiano le frequenze satellitari e che basta una comunicazione ufficiale in merito per attivarli. Resta fermo, però, che vanno proseguiti anche gli sforzi per accedere quanto prima al digitale terrestre”.

Tratto da: http://www.editfiume.com/lavoce/capodistria/1974-tv-capodistria-sul-digitale-terrestre

Storica sigla di apertura di TV KOPER CAPODISTRIA


Ore 10.40 - DYNIT: ARRIVA KA-BOOM, IL CANALE 139 DEL DIGITALE TERRESTRE DEDICATO AI CARTONI ANIMATI.
Dynit annuncia l’arrivo di un nuovo canale tv gratuito dedicato all’animazione.
Già visibile in alcune zone d’Italia come test, il 23 Settembre debutterà ufficialmente sul canale 139 del digitale terrestre Ka-Boom.
Si tratta di una rete tv dedicata al mondo dell’animazione che trasmetterà serie classiche e moderne del catalogo Dynit pensate per telespettatori di tutte le età: da Hello Kitty a Gintama, da Guru Guru a Inuyasha, da Daitarn III e Gundam a Code Geass e Gurren Lagann, passando per Toradora!, Lovely Complex e Nana.
A seguire il comunicato ufficiale e il trailer:
E’ arrivato Ka-Boom!
Il nuovissimo canale televisivo di cartoni animati… per tutte le età!
Un mondo di fantasia e colori con i cartoons più belli, le storie più appassionanti e coinvolgenti, i personaggi più amati, gli eroi più coraggiosi e quelli più simpatici e le storie d’amore più romantiche.
Ka-Boom ha una formula inedita! La programmazione è pensata per il pubblico di ogni età! Osserva il logo di Ka-boom… il suo colore cambierà secondo la fascia oraria e ti indicherà la nuova programmazione!
Ka-Boom lo trovi al numero 139 del Digitale Terrestre. Mettilo subito tra i preferiti!
Ka-Boom, per chi non smette mai di sognare!

Tratto da: www.mangaforever.net/115499/dynit-arriva-ka-boom-il-canale-139-del-digitale-terrestre-dedicato-ai-cartoni-animati

Ricordiamo che Ka-Boom è sintonizzabile con la numerazione LCN 139 nel mux TIVUITALIA.

Ka-Boom (Trailer)



 18 SETTEMBRE 2013 - Mercoledì 

Ore 23.35 -  LIGURIA  - MUX LIGURIA TV - MUX TELENORD: ARRIVA RETE 79.
UHF 21 Mux LIGURIA TV
UHF 43 Mux TELENORD
I provider liguri LIGURIA TV e TELENORD, che trasportano i medesimi canali, aggiungono alla loro offerta l'emittente RETE 79 (LCN 79) che per la maggior parte della giornata trasmette la programmazione di JUWELO TV, con programmazione a carattere commerciale. Come potete vedere dalle immagini, scattate da Marco di Genova-Sampierdarena, il logo di RETE 79 è posizionato in basso a destra e risulta in parte fuori schermo. RETE 79 è anche presente con la medesima numerazione in altre regioni del nord Italia nel mux STUDIO 1. Abbiamo aggiornato le griglie dei canali e gli z@pping TV dei mux LIGURIA TV e TELENORD.





Ore 15.55 -  ULTIM'ORA  -  MUX NAZIONALI   ABRUZZO    PUGLIA    SICILIA  - RAI MUX 5: ARRIVANO RAI 2 HD E RAI 3 HD.
VHF 11 RAI Mux 5
Da qualche ora è stato attivato sulla frequenza VHF 11 il RAI Mux 5 con i due nuovi canali in alta definizione Rai 2 HD, con la numerazione LCN 502, e Rai 3 HD, con la LCN 503. Al momento trasmettono le versioni in standard definition upscalati in HD. Ci hanno segnalato che per ora è trasmesso dalle postazioni di Monte Pellegrino a PALERMO, dove era già attivo in modalità DVB-T2 ora convertito in DVB-T, e di Via Dalmazia a BARI. Nelle prossime news vi comunicheremo gli eventuali altri impianti accesi. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del nuovo RAI Mux 5. Ringraziamo Salvatore di Palermo per essere stato tempestivo a comunicarci la novità e a inviarci le immagini.







AGGIORNAMENTO POSTAZIONI ATTIVATE:
L'AQUILA - Monte Luco
BARI - Via Dalmazia
PALERMO - Monte Pellegrino


Abbiamo aggiornato le liste delle



Ore 15.15 -  MUX INTERREGIONALI  - MUX STUDIO 1: RIPOSIZIONATO IL LOGO DI RETE 79.
UHF 31-35 Mux STUDIO 1
Il logo di RETE 79 (LCN 79), presente nel mux STUDIO 1, è stato riposizionato in alto a destra, adiacente a quello di JUWELO, precedentemente era collocato sempre in alto, ma nella parte sinistra del teleschermo.




Ore 10.40 -  VENETO  - MUX TV7 TRIVENETA (FVG): INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 29 Mux TV7 TRIVENETA (FVG)
Novità nella sezione VENETO IN DIGITALE, da oggi è possibile consultare la griglia e le immagini che abbiamo recentemente campionato del mux TV7 TRIVENETA (FVG), dove si sintonizzano 12 canali TV.

  12 - TV7 TRIVENETA NET -1
  87 - TV7 NEWS
  88 - TV7 AZZURRA
  89 - TV7 TRIVENETA FVG
113 - Telestense
114 - Telesanterno
128 - Gold Tv
179 - ITALIA TV
213 - TV7 TOPKAR
287 - Super Game TV
615 - TV7 LADY
999 - TV7 TRIVENETA NET


Oltre ai canali del gruppo
TV7 TRIVENETA, sono trasmessi con le LCN assegnate per il Veneto le emittenti dell'Emilia-Romagna Telestense (LCN 113), Telesanterno (LCN 114) e Super Game TV (LCN 287), oltre alle nazionali Gold Tv (LCN 128, e ITALIA TV (LCN 179). Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TV7 TRIVENETA (FVG).





Mux TV7 TRIVENETA (FVG) - Z@pping TV



 17 SETTEMBRE 2013 - Martedì 

Ore 22.20 -  MUX NAZIONALI   SICILIA  - TIMB MUX 2: LE POSTAZIONI SICILIANE CHE OGGI HANNO EFFETTUATO IL CAMBIO FREQUENZA.
UHF 55-60 TIMB Mux 2
Queste le postazioni siciliane che sono state interessate nella giornata di oggi al cambio di frequenza, dall' UHF 60 all' UHF 55, del TIMB Mux 2.


CONTRADA VITALLA - Caltabellotta (Agrigento)
CAPO SAN MARCO - Sciacca (Agrigento)
SAN GIOVANNI CASA DEL CLERO - Erice (Trapani)
SANT'ANNA PIZZO ARGENTERIA
- Erice (Trapani)
SAN VITO LO CAPO
(Trapani)


Ore 21.20 - RADIO DIGITALE: LE EMITTENTI PROTESTANO CONTRO DECISIONE AGCOM PER IL BEAUTY CONTEST.
L’Associazione che rappresenta le radio e Tv locali, Aeranti-Corallo, ha espresso forte preoccupazione per lo schema di provvedimento predisposto dall’Agcom (382/13/CONS) che, modificando il precedente regolamento sul passaggio delle radio al digitale terrestre (Delibera 664/09/CONS), introduce l’assegnazione in beauty contest delle frequenze rimaste inutilizzate.
S
econdo Marco Rossignoli, coordinatore Aeranti-Corallo, ha dichiarato: “La previsione di beauty contest è contrastante con i principi fissati dalla delibera Agcom 664/09/CONS, che non stabilisce nessun tipo di gara per l’assegnazione delle risorse disponibili, garantendo, invece, tale assegnazione a tutte le società consortili, operatori di rete (in possesso dei requisiti previsti dalla delibera stessa), che rappresentano i soggetti radiofonici concessionari analogici”.
Rossignoli ha, poi, aggiunto che l’Associazione ritiene anche che il beauty contest rappresenti un forte impedimento allo sviluppo della tecnologia digitale radiofonica, poiché la relativa previsione, disincentivando l’aggregazione tra i soggetti interessati (in quanto non più obbligatoria), rischia di alimentare rilevanti conflitti tra le imprese.

“Riteniamo – ha proseguito Rossignoli – che solo attraverso la costituzione di società consortili, sia possibile soddisfare le esigenze di tutte le attuali emittenti analogiche che intendano avviare le trasmissioni digitali, garantendo il pluralismo e la concorrenza nel settore e favorendo lo sviluppo del mercato”.

Rossignoli ha concluso affermando che “Sulla base delle anzidette considerazioni, Aeranti-Corallo ha chiesto all’Agcom di confermare l’attuale regolamentazione, non modificando, in alcun modo, la delibera n. 664/09/CONS.”

Tratto da: www.key4biz.it/News/2013/09/17/Radio/Aeranticorallo_marco_rossignoli_agcom_radio_digitale_digitale_terrestre_frequenze_beauty_contest

Ore 12.55 -  EMILIA ROMAGNA  - DIGITALE TERRESTRE A RAVENNA: IL TAR DA' RAGIONE ALLA RAI.
Respinto il ricorso di oltre cento ravennati. L'avvocato: “Ora vedremo se appellarci al Consiglio di Stato".
RAVENNA - Uno a zero per la Rai. La “class action" partita da Ravenna e guidata dall'avvocato Andrea Maestri perde il primo match al Tar. Al centro del contendere il mancato ricevimento del digitale terrestre da parte di alcuni cittadini che aveva portato 123 cittadini e l'unione di Cittadinanza Attiva a rivolgersi ai giudici per chiedere il rimborso del canone e il risarcimento del danno. Niente da fare, per i giudici amministrativi, non ci sono i motivi giuridici per accettare il ricorso.

Maestri commenta così la sentenza: “Dal punto di vista processuale abbiamo superato le eccezioni preliminari sollevate dagli avvocati della Rai che con quelle eccezioni intendevano sbarrarci subito la strada e questo è motivo di grande soddisfazione: su questi punti questa decisione del Tar farà giurisprudenza". Nel merito, però, il Tar ha aderito alla tesi della Rai: gli utenti che non ricevono il segnale sono pochi, è coperto il 99,6% della popolazione e quindi "si suppone" che gli utenti non abbiano ben posizionato le antenne. Quella percentuale, però, è un dato che è stato estrapolato da Rai Way. Elemento che Maestri non manca di segnalare: “Avevamo richiesto una perizia tecnica ma non è stata disposta". Insomma, per dare ragione alla Rai il Tar si è basato sui dati che questa ha fornito.
“Si aprono spiragli sull'azione risarcitoria ma vi è chiusura totale e nessun ripensamento sulla natura giuridica del "canone di abbonamento al servizio pubblico radiotelevisivo": è un tributo, va pagato e "non obbliga la RAI a garantire l'effettività del servizio", un principio oggi inaccettabile come è inaccettabile il dislivello tra pubblici poteri e cittadini, trattati ancora come sudditi e non come titolari di diritti individuali e collettivi. Davanti ai ricorrenti ora ci sono tre opzioni: fermare qui la giostra; fare appello al Consiglio di Stato o promuovere una class action nazionale insieme ad un'associazione di consumatori, che potrebbe essere Cittadinanzattiva. Vediamo quanti siamo e quante forze abbiamo, ben sapendo che dall'altra parte abbiamo un potere forte per antonomasia".

Tratto da: www.romagnanoi.it/news/home/1193303/Digitale-terrestre--il-Tar

Foto: panorama di Ravenna

Ore 12.20 -  EMILIA ROMAGNA  - MUX DI.TV (EMILIA ROMAGNA): ARRIVA MARIA VISION.
VHF 05-06 Mux DI.TV (EMILIA ROMAGNA)
Rispetto alla nostra precedente rilevazione segnaliamo che è stata inserita l'emittente religiosa marchigiana Maria Vision che si posiziona sulla LCN 684. In precedenza questa numerazione era occupata da DI.TV - Space TV che non è più presente. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux DI.TV (EMILIA-ROMAGNA).






 16 SETTEMBRE 2013 - Lunedì 

Ore 21.00 -  VENETO  - MUX ANTENNA 3 NORD EST: INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 23 Mux ANTENNA 3 NORD EST
Nella sezione VENETO IN DIGITALE inseriamo la griglia dei canali con i parametri tecnici e lo z@pping TV del mux ANTENNA 3 NORD EST, che veicola 18 canali tra TV e radio.


    13 - A3 - TVision
  33 - ABC
  85 - ADA CHANNEL
119 - A3 News - TVision
180 - TG Norba 24
189 - FVGSPORT Channel
272 - AB Channel
406 - Sexto Vetrina
407 - Sexto 1
408 - Sexto 2
611 - A3 NORDEST
644 - FREE - TVision
688 - 7NEWS - TVision
       - TELEMARE
701 - Radio Company
702 - Radio Padova
703 - Radio 80
704 - Easy Network

Come potete notare dalla lista, l'unica emittente trasmessa senza LCN è TELEMARE di Gorizia. Proprio mentre monitoravamo questo canale, abbiamo notato che alcuni programmi erano in onda con il logo della romana SUPER 3, emittente che ha recentemente cessato la propria attività. Mentre sulla LCN 406 è presente il canale vetrina dell'offerta HOT a pagamento Sexto Senso, che occupa con due canali codificati le numerazioni 407 e 408, Sexto 1 e Sexto 2. Consulta l'elenco dettagliato dei canali nella nostra griglia e lo z@pping TV per visualizzare le immagini che abbiamo campionato delle emittenti trasmesse dal mux ANTENNA 3 NORD EST.













Mux ANTENNA 3 NORD EST - Z@pping TV


Ore 16.10 -  MUX NAZIONALI   SICILIA  - TIMB MUX 2: CAMBIO FREQUENZA EFFETTUATO A CAPO D'ORLANDO, MILAZZO E NOTO.
UHF 55-60 TIMB Mux 2
Oggi il cambio di frequenza del TIMB Mux 2 (dall' UHF 60 all' UHF 55) ha interessato la provincia di Messina con le postazioni di MONTE SAN MARTINO a Capo d'Orlando e di MONTE TRINO a Milazzo, mentre in provincia di Siracusa è avvenuto dall'impianto di CONTRADA SANT'ELIA a Noto.


Ore 11.45 - ROMIT TV: AGGIUNTA LA NUMERAZIONE LCN SOTTO IL LOGO.
L'emittente televisiva rumena in Italia ROMIT.TV, sintonizzabile nei mux locali in diverse regioni italiane con la numerazione LCN 246, sotto il logo di stazione ha integrato il numero della propria LCN, Ch 246. Ricordiamo che nella maggior parte della giornata ROMIT.TV ripete la programmazione del canale nazionale rumeno Antena 3.












© L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2013
www.litaliaindigitale.it