Da Lunedì 14 a Domenica 20 GENNAIO 2013



COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.








Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 20 GENNAIO 2013 - Domenica 

Ore 22.55 -  LOMBARDIA  - MUX TELESTAR (LOMBARDIA): SU 7 GOLD TORNA IL LOGO DI TELECITY.
UHF 41 Mux TELESTAR (LOMBARDIA)
Da qualche giorno Telecity 7 Gold Lombardia (LCN 15) inserisce nuovamente in video, sotto il logo di 7 Gold, quello di Telecity. I canali Telecity MI (LCN 196), Telecity__MI (LCN 272) e Telecity_MI (LCN 666) ritrasmettono la programmazione di 7 Gold Musica; quest'ultima denominazione pertanto appare solo in video ma non nella EPG dei canali. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELESTAR (LOMBARDIA).


Mux TELESTAR LOMBARDIA - Z@pping TV


Ore 13.00 -  LOMBARDIA  - MUX RETE 55 (LOMBARDIA): AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 42 Mux RETE 55 (LOMBARDIA)
Vediamo nel dettaglio la composizione aggiornata del mux RETE 55 (LOMBARDIA): è stato eliminato Bravo TV (LCN 113) mentre è stato inserito sull'LCN 179 ITALIA TV e sull'LCN 188 AITV che ritrasmette la programmazione di LOTTO FACILE (LCN 182). Infine è stato eliminato RETE 55 SPORT (LCN 669). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux RETE 55 (LOMBARDIA).

Mux RETE 55 ‎(LOMBARDIA)‎ - Z@pping TV


Ore 12.15   ABRUZZO  - MUX ANTENNA 2: PARTITE LE TRASMISSIONI DEI NUOVI TRE CANALI DI NEWS, SPORT E SHOPPING.
UHF 39 Mux ANTENNA 2
Sono iniziate le trasmissioni di tre nuovi canali del mux dell'avezzanese ANTENNA 2. Antenna 2 NEWS (LCN 174) con programmazione di repliche del TG e delle rubriche settimanali; Antenna 2 SPORT (LCN 655) con le repliche delle trasmissioni sportive e delle partite; Antenna 2 SHOPPING, che però sta trasmettendo le televendite su Antenna 2 +1 con la numerazione LCN 657. Sono sempre a schermo nero Antenna 2 STORY (LCN 294) e l'altro Antenna 2 SHOPPING (LCN 656). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux ANTENNA 2, ringraziando Moaves 75 (Massimo) di Avezzano (AQ) per averci fornito gli aggiornamenti e le nuove immagini.








 19 GENNAIO 2013 - Sabato 

Ore 23.10 -  MUX NAZIONALI  - TIVUITALIA MUX 1 / MUX 3 (LAZIO): ELIMINATA WEDDING TV.
UHF 27-43 TIVUITALIA Mux 1
UHF 34 TIVUITALIA Mux 3 (LAZIO)
E' stato definitivamente eliminato Il canale Wedding TV, che aveva la numerazione LCN 880 e da alcuni giorni non trasmetteva più, stava a schermo nero. Abbiamo aggiornato lo z@pping TV di TIVUITALIA Mux 1 e di TIVUITALIA Mux 3 (LAZIO).


Ore 23.00 -  LOMBARDIA  - MUX TELEPACE (LOMBARDIA): INSERITO IL LOGO DI SPORT CHANNEL.
UHF 39 Mux TELEPACE (LOMBARDIA)
E' stato inserito il logo di SUPERCHANNEL.IT (LCN 626), precedentemente la programmazione era in onda senza alcuna scritta. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux TELEPACE (LOMBARDIA).





Ore 20.05 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETECAPRI: TORNANO IN ONDA I QUATTRO CANALI A SCHERMO NERO.
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
Sono tornati in onda i quattro canali che da ieri erano a schermo nero. Riattivati DINAMICA (LCN 120) con il cartello animato ed è stato aggiunto il logo in alto a destra, Vero Lady (VERO CAPRI +1 - LCN 144), Odeon 24 (LCN 177) e Nitegate Vetrina (LCN 403). Abbiamo aggiornato nuovamente la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETECAPRI.

Mux RETECAPRI - Z@pping TV


Ore 19.20 IN EVIDENZA  - TELEMARKET CHIUDE: L'ANNUNCIO UFFICIALE.
Era il 6 settembre 1982 quando iniziava l'attività l'emittente televisiva Telemarket. Fu fondata da Giorgio Corbelli ed è specializzata nella vendita di opere d'arte, quadri, tappeti e gioielli. La sua sede è a Brescia, nel 2005 le sue frequenze analogiche furono vendute a Telecom Italia Media, ora Timb, ritornò in onda con l'avvento del digitale terrestre e oltre Telemarket, LCN 124, creò una seconda emittente Telemarket 2, prima visibile solo in Puglia, che divenne l'attuale Telemarket For You, con LCN 125. Ora a causa della crisi economica che sta attanagliando il nostro paese ha deciso di cessare l'attività, come ha spiegato in diretta un presentatore, e come è scritto fisso in sovraimpressione, vi alleghiamo le immagini e il video qui sotto. Al momento non sappiamo con precisione in che data vengono cessate le trasmissioni e se le due numerazioni LCN verranno cedute ad altre emittenti o spente definitivamente.





Ore 10.15 - NUOVO LOGO PER CHANNEL 24.
Il canale tv delle Digitmedia Channel 24, trasmesso con la numerazione LCN 130 in alcuni mux locali legati all'emittente 7 GOLD, ha cambiato il proprio logo.
Qui sotto potete vedere la differenza tra quello nuovo, a sinistra, e quello precedente, a destra.







 18 GENNAIO 2013 - Venerdì 

Ore 20.10 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETECAPRI: NOVITA' CON ALCUNI CANALI A SCHERMO NERO.
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
Alune modifiche nel mux RETECAPRI. Neko TV (LCN 45) cambia logo, è stato ripristinato quello precedente; RadioCapriTelevisiON (LCN 66) ora trasmette con il il flag in 16:9, anche se i video musicali sono ancora in 4:3 e quindi appaiono in onda deformati, è migliorata anche la qualità video; aumentata la risoluzione video e la qualità anche per il canale Capri Casinò (LCN 149); non trasmettono più e sono a schermo nero i seguenti canali: DINAMICA (LCN 120), Vero Lady (VERO CAPRI +1 - LCN 144), Odeon 24 (LCN 177) e Nitegate Vetrina (LCN 403). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETECAPRI.

Mux RETECAPRI - Z@pping TV


Ore 19.00 -  LOMBARDIA  - MUX LA 6: ARRIVA BRAVO TV, NUOVI LOGHI PER MALPENSA TV E VERGOGNA TV.
UHF 21 Mux LA 6
Rispetto alla nostra precedente rilevazione segnaliamo, per quanto riguarda il mux LA 6, le seguenti variazioni. Fa il suo ingresso l'emittente del gruppo Profit Bravo TV (LCN 113) che in alcune fasce orarie trasmette la programmazione di Odeon TV. La4 Italia (LCN 129) talvolta trasmette la programmazione di Juvelo TV, mentre Sesta rete1 Regione (LCN 217), precedentemente a schermo nero, trasmette a loop un promo senza logo. Malpensa Tv (LCN 197) e VERGOGNA TV (LCN 694) modificano il loro logo in video. Risultano a schermo nero Aitv (LCN 188), Aitv news 24 (LCN 611), ROSMINI TV (LCN 627), Aitv sport (LCN 659) e Travel tv medjugorie2 (LCN 693). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux LA 6.


Mux LA 6 - Z@pping TV


Ore 17.35 -  MARCHE  - MUX VERA TV: SU CRISHOP ARRIVA TVP ITALIA.
UHF 35 Mux VERA TV
Il canale CRISHOP, con la numerazione LCN 638, ora trasmette la propria programmazione con il logo di TVP ITALIA. Come potete vedere dalle immagini che vi alleghiamo, durante i promo pubblicizzano che il canale si può sintonizzare anche in Abruzzo con LCN 692, ma in questa regione il multiplex VERA TV non è stato ancora attivato da nessuna postazione delle ex frequenze di Tele A+ sull' UHF 34, acquisite dall'emittente marchigiana. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux VERA TV.





Ore 17.05 - EURONEWS SUL DIGITALE TERRESTRE IN SPAGNA.
Euronews entra nel mercato free del digitale terrestre in Spagna a seguito di accordi con due televisioni regionali, Aragón TV (ATV) e 7RM.
I due canali distribuiranno segnale e parte dei contenuti di Euronews circa in un milione di case.
Euronews entra nel mercato free del digitale terrestre in Spagna a seguito di accordi con due televisioni regionali, Aragón TV (ATV) e 7RM. I due canali distribuiranno segnale e part
e dei contenuti di Euronews circa in un milione di case. Dallo scorso 8 gennaio, ATV ha iniziato a distribuire Euronews dalle 9,45 alla 11,30 del mattino dal lunedì al venerdì e dalle 7,30 alle 10 nei weekend. ATV è un canale pubblico regionale generalista che attualmente raggiunge circa 500 mila coperte dal digitale terrestre, con un’audience media dell’11,3%, uno dei dati di ascolto più alti tra quelli di delle tv locali spagnole. 7RM, televisione pubblica della Regione di Murcia trasmette Euronews dallo scorso novembre: dalle sei del mattino alle 12 e dalle quattro alle sette del pomeriggio, raggiungendo quotidianamente circa un milione e mezzo di cittadini in Murcia. Con l’accordo, ATV diventa anche il primo partner spagnolo del neonato Network Euronews.
Tratto da: http://www.pubblicitaitalia.it/news/Fatti-e-Persone/Dal-mondo/euronews-sul-digitale-terrestre-in-spagna

Ore 16.50 -  LAZIO  - MUX TVR VOXSON: ARRIVA ATV7 AL POSTO DI FATIMA TV.
UHF 21 Mux TVR VOXSON
Con la numerazione LCN 213 fa il suo ritorno nel Lazio il canale ATV7, ha preso il posto dell'emittente religiosa Fatima TV. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TVR VOXSON.





Ore 13.05 - TELECOM ITALIA AVVICINA LA7 A CAIRO.
MILANO (MF-DJ)–Il Cda di Telecom I. di ieri e’ stato dedicato principalmente al tema T.I.Media. Il board riunitosi sotto la presidenza di Franco Bernabe’, “ha preso atto dell’avanzamento del processo di cessione delle attivita’ media e degli elementi essenziali delle offerte pervenute, che riflettono il negativo trend economico-patrimoniale del gruppo Ti Media”. 

Morale, scrive MF, tempi brevi, in modo da arrivare a una decisione definitiva da portare gia’ in approvazione nel cda del 7 febbraio. Guai a parlare di operazione rimandata, le trattative anzi sono in corso e secondo quanto risulta ci sarebbero anche sviluppi importanti rispetto agli ultimi aggiornamenti pre-natalizi. Per la prima volta, infatti, sarebbe arrivata sul tavolo dei consiglieri una proposta dettagliata da parte della Cairo Communication di Urbano Cairo. 

Ed e’ proprio questa l’offerta che al momento (anche se non vincolante) viene considerata in pole position, anche perche’ l’altra (quella del tandem Clessidra-Equinox) non risulta abbia apportato modifiche sostanziali rispetto alla precedente versione, che valutava gli asset in vendita intorno a 300 milioni. L’offerta di Cairo riguarda (e ha sempre riguardato) La7, che e’ il vero asset considerato non piu’ core da parte di Telecom. Le trattative fra le parti si erano arenate in quanto l’imprenditore/editore, come anticipato da MF-Milano Finanza, riteneva che Telecom dovesse farsi carico dei debiti del 2012 e del 2013. Una condizione che oggi il gruppo guidato da Bernabe’ e da Marco Patuano sarebbe piu’ propenso a prendere in considerazione.
Tratto da: http://www.primaonline.it/2013/01/18/113211/telecom-i-avvicina-la7-a-cairo-mf

Ore 09.35 -  TRENTINO  - L'APPELLO: "SALVIAMO VALSUGANA TV".
VALSUGANA - Sono passate due settimane dalla chiusura di Valsugana Tv. La decisione della cooperativa sociale Senza Barriere di Scurelle è stata frutto di una scelta che a livello nazionale ha portato allo spegnimento di altre 100 emittenti. Ora, su iniziativa degli assessori Paolo Sordo e Giuseppe Corona , la giunta della Comunità di valle si muove per far riaprire «il canale 638 e la televisione fatta dalla gente per la gente».
Da palazzo Ceschi è partita una lettera, destinatario il presidente della giunta provinciale Alberto Pacher . «Tesino Tv e Valsugana Tv, due emittenti rispettivamente con sede a Castello Tesino e a Scurelle, hanno dovuto spegnere le rispettive televisioni. La prima - si legge nella nota - per difficoltà economiche-organizzative e la seconda a causa del fatto che TeleBelluno, che aveva ceduto uno dei suoi canali alla Cooperativa sociale, è rimasta esclusa dall'aggiudicazione delle frequenze in quanto anche i suoi canali sono stati acquistati da compagnie telefoniche multinazionali».

La gente è delusa e amareggiata, ne discuterà lunedì prossimo anche la conferenza dei sindaci. «Una voce libera che da oltre un anno entrava nelle case di tutti i cittadini e che dava voce a tutti: una presenza che - ricorda la giunta della Comunità - ha dato alle varie istituzioni la possibilità di informare i propri cittadini in tempo reale».

A Pacher gli amministratori chiedono di mettere in atto tutto quanto possibile in modo che si possa riprendere a trasmettere con pari dignità rispetto ad altre emittenti presenti ed operanti sul territorio provinciale. «Valsugana TV - conclude la giunta - era un contenitore culturale e sociale che dava luce a tutta la Valsugana e la nostra speranza è che, fin da subito, ci si attivi affinchè l'impegno e la caparbietà di tanta gente non vada inesorabilmente perduta».

Tratto da:
 http://www.ladige.it/articoli/2013/01/13/l-appello-salviamo-valsugana-tv

Ore 08.25 - EX BEAUTY CONTEST: NECESSARIO 'PULIRE' LE FREQUENZE PER RENDERLE APPETIBILI.
Lo sostiene Angelo Cardani, presidente dell’Agcom, informando che entro fine mese sarà pronto il regolamento dell’asta sulla base del parere di Bruxelles. Toccherà poi al MiSE indire la gara.
Tarda ad arrivare il via libera dell’Ue sul disciplinare di gara predisposto dall’Agcom per l’assegnazione delle frequenze Tv del digitale terrestre.
In un’intervista al Sole24Ore, il presidente Angelo Cardani ha dichiarato che “il contorno regolamentare dell’asta sarà pronto tra 10-15 giorni, poi spetterà al ministro dello Sviluppo indire la gara”.
Cardani appare, invece, ottimista, sulla partecipazione all’asta da parte degli operatori, e a chi ipotizza che ‘andrà deserta’ replica che molto dipenderà dai “prezzi di partenza”, aggiungendo che “dalle proteste con le quali l’addio al beauty contest è stato salutato, mi viene da pensare che queste frequenze, gratis, avrebbero fatto piacere, quindi a qualcosa devono servire”.
Riguardo al problema delle interferenze, il presidente Agcom sostiene che bisogna procedere a una “revisione complessiva del piano delle frequenze, che andranno ‘pulite’, perché siano più appetibili sul mercato”.

In tutto questo, però, ogni giorno l’asta incontra nuovi ostacoli, in parte ereditati dal passato, in parte sottovalutati. A complicare la questione sono le proteste di due Stati esteri, Croazia e Malta. Nel primo caso, quando il Ministero concede alla Rai delle frequenze digitali per servire le regioni adriatiche, il segnale invade il territorio croato; la Tv pubblica contesta l’inadeguatezza delle frequenze davanti al Tar, che le danno ragione.

Nel suo ricorso, Viale Mazzini chiede nuove frequenze che non interferiscano con le emittenti dei Paesi vicini, chiedendo che vengano prese da quelle da mettere all’asta. Nel secondo caso, quando Mediaset e Telecom Italia ottengono frequenze per lanciare il digitale terrestre in Sicilia, interferiscono con il segnale di Malta, che protesta in tutte le sedi italiane e internazionali; anche Mediaset e Telecom si dicono pronte a togliere il disturbo ai maltesi, ma chiedono frequenze pulite in cambio. Al Ministero non intendono accogliere le richieste: non si vuole intaccare il patrimonio di canali che deve andare all’asta.

In ogni caso resta da risolvere il problema, come anche quello riguardate le interferenze tra i servizi a banda ultra-larga mobile nella banda degli 800 MHz e gli impianti per la ricezione televisiva domestica.

La questione è relativa appunto alla frequenza degli 800 Mhz (ex canali 61-69, ora assegnati ai servizi di banda larga mobile) che è adiacente ad alcuni canali televisivi che vengono dunque disturbati dagli impianti 4G, la cui accensione graduale è partita dal primo gennaio per essere completata entro giugno.
Gli interventi necessari saranno gestiti da un fondo, costituito dalle telco assegnatarie delle frequenze a 800 MHz e amministrato privatamente dagli operatori interessati, in conformità alle previsioni del regolamento del Ministero dello Sviluppo economico.

La Fondazione Ugo Bordoni (FUB), che sta studiando il problema per conto del MiSE, ha stimato che saranno circa 700 mila le abitazioni a essere coinvolte dai problemi di interferenze.

Tratto da:
http://www.key4biz.it/News/2013/01/17/TV_digitale/Frequenze_asta_interferenze_agcom_lte_digitale_terrestre_angelo_cardani_4g


 17 GENNAIO 2013 - Giovedì 

Ore 22.20 -  MUX NAZIONALI  - TIVUITALIA MUX 1 / MUX 3 (LAZIO): SCHERMO NERO PER WEDDING TV.
UHF 27-43 TIVUITALIA Mux 1
UHF 34 TIVUITALIA Mux 3 (LAZIO)
Il canale tematico Wedding TV (LCN 880) non sta più trasmettendo, è a schermo nero. Abbiamo aggiornato lo z@pping TV di TIVUITALIA Mux 1 e di TIVUITALIA Mux 3 (LAZIO) .




Ore 12.20 - INTERFERENZE LTE-TV: LETTERA "TOP SECRET" AGLI ABBONATI RAI.
Saranno Tim, Vodafone e Wind ad allertare per posta i cittadini sul rischio di disturbi al segnale televisivo nelle aree in cui accenderanno di volta in volta gli impianti 4G.
Una lettera a casa degli abbonati Rai, firmata dagli operatori - Tim, Vodafone o Wind - per avvertire i cittadini abbonati al canone Rai che nella loro zona di utenza sono stati accesi i ripetitori per l'Lte, la banda larghissima mobile (sulle frequenze a 800 Mhz). La lettera spiegherà che, in caso di disturbi al segnale televisivo, si potrà contattare il numero verde anti-interferenze e che il disturbo al segnale tv potrebbe dipendere dall'accensione dell'impianto.

Questa, secondo quanto risulta al Corriere delle Comunicazioni, la modalità allo studio al tavolo anti-interferenze del Mise, per organizzare al meglio nei prossimi mesi l’accensione dei nuovi impianti Lte a 800 Mhz da parte degli operatori, pronti a farsi carico della spesa per il filtro anti interferenze in maniera proporzionale al disturbo arrecato. Gli impianti telefonici per la trasmissione dell'Lte a 800 Mhz, secondo stime della Fub (Fondazione Ugo Bordoni), potrebbero infatti causare interferenze alle antenne di ricezione del digitale terrestre di 700mila abitazioni sul territorio.
L’accensione degli impianti a 800 Mhz da parte degli operatori sarà graduale: gli operatori vogliono mantenere il massimo riserbo sulla “road map” di accensione: la location degli impianti è infatti un’informazione “commercialmente sensibile”, che gli operatori intendono custodire gelosamente, per non favorire i concorrenti. Per questo, durante l’iter di accensione, soltanto il Mise sarà a conoscenza delle aree territoriali dove saranno attivati gli impianti e di volta in volta saranno informati i cittadini delle aree interessate.
Prosegue intanto l’attività del tavolo anti interferenze del Mise, dopo il passaggio di inizio anno delle frequenze a 800 Mhz dalle tv locali ai legittimi proprietari Tim, Vodafone e Wind. Secondo quanto risulta al Corriere delle Comunicazioni, nell’ultima riunione ristretta del tavolo anti interferenze, che si è tenuta due giorni fa senza la presenza di operatori e consumatori, si è discusso del ruolo centrale degli ispettorati territoriali del Mise, che nei prossimi mesi, durante il processo di accensione dei ripetitori telefonici, avranno il compito di identificare le eventuali interferenze del segnale Lte ai danni degli impianti di ricezione del digitale terrestre. Saranno gli ispettorati territoriali a interagire con i cittadini, per dirimere eventuali situazioni delicate, ad esempio in caso di disturbo del segnale tv da parte dell’Lte.
“Da quanto ci risulta, il processo di accensione degli impianti di trasmissione dell’Lte sulle frequenze a 800 Mhz da parte degli operatori sarà graduale e andrà avanti fino a giugno – dice Mauro Vergari di Adicosnum, rappresentante del Cncu (Consiglio nazionale consumatori e utenti) al tavolo anti interferenze del Mise – E’ discrezione degli operatori come, dove e quando accendere i ripetitori a 800 Mhz. Da parte nostra, abbiamo proposto di istituire un sistema di controllo di secondo grado rispetto all’attività degli ispettorati territoriali. e della Fub. Una sorta di conciliazione, nel caso che gli utenti non siano soddisfatti della risposta del servizio appositamente creato per l’installazione dei filtri sulla propria antenna da parte degli operatori, in caso di interferenza. Insomma, vigileremo”, dice Vergari, ricordando che saranno gli operatori a farsi carico di risolvere le interferenze, tramite un fondo appositamente costituito a carico delle telco previsto dal decreto Crescita 2.0 e che sarà la Fub (Fondazione Ugo Bordoni) a gestire eventuali problemi di interferenza sul territorio. “Le variabili che possono provocare interferenza sono molte – chiude Vergari – si va dall’accecamento totale all’attenuazione del segnale, che può dare effetti soltanto quando c’è vento o quando piove. Ma potrebbe dipendere da interferenze derivanti dall’Lte, e quindi vigileremo attivamente sul campo a garanzia degli utenti”.

Tratto da: http://www.corrierecomunicazioni.it/tlc/19065_interferenze-lte-tv-lettera-top-secret-agli-abbonati-rai.htm
Maggiori informazioni visitando questo link: http://www.helpinterferenze.it

Ore 12.10 -  VENETO  - I VESCOVI DEL NORDEST PER IL RILANCIO DI TELECHIARA.
La Cet rassicura i 19 dipendenti in stato di agitazione per la ventilata perdita del posto di lavoro.
CAVALLINO (Venezia) – La Presidenza dei Vescovi del Triveneto ha incontrato, a Cavallino dove era in corso la “due giorni” annuale della Conferenza Episcopale Triveneto, i dipendenti di Telechiara.
Pur amareggiati per i toni ed i contenuti del comunicato diffuso ieri dai lavoratori, i Vescovi hanno confermato di voler continuare ad adoperarsi nel modo più concreto ed efficace possibile per concludere positivamente, in tempi molto brevi, la trattativa in corso per la cessione della maggioranza delle quote sociali a Tva Vicenza.
I tempi della trattativa sono stati dettati dalle legittime pretese di Tva di verificare la situazione contabile e finanziaria della società e di poter valutare i costi complessivi per una ristrutturazione aziendale, ritenuta indispensabile, attraverso un dialogo diretto con i dipendenti e le loro rappresentanze sindacali. I Vescovi hanno ribadito che la salvaguardia del più ampio numero possibile di posti di lavoro e il rilancio di Telechiara, col mantenimento della linea editoriale, rimangono priorità e condizioni irrinunciabili per la conclusione positiva del negoziato che dipende ora, essenzialmente, da un equo accordo fra Tva e i dipendenti dell’emittente.
Nel documento, i lavoratori di Telechiara, nel proclamare lo stato di agitazione, hanno preso atto “con profondo disappunto e amarezza del continuo protrarsi delle trattative – date invece per definitive a fine ottobre 2012 dalla stessa Cet – tra l’emittente televisiva Telechiara e TvA Vicenza, che avrebbe dovuto acquisire il pacchetto di maggioranza della tv dei vescovi”.

“L’incisiva e immediata azione di risanamento e rilancio della televisione”, assicurata in un comunicato stampa della Cet alla fine di ottobre 2012, si è invece rivelata, in sede di trattativa, “un mero taglio di personale senza alcun dignitoso risarcimento professionale ed economico. Bocciate le richieste e le proposte dei dipendenti. Nonostante la disponibilità da parte di questi ultimi a rivedere le proprie posizioni, la trattativa non ha prodotto per ora i risultati sperati”.
L’azienda ha, infatti, ventilato per tutti i 19 dipendenti la perdita del posto di lavoro in seguito alla liquidazione della società. “Nonostante le ripetute rassicurazioni da parte dei Vescovi a ricollocare il personale in esubero, nessuna proposta – denunciano i lavoratori di Telechiara – è stata avanzata in questi 7 mesi. La situazione di stallo che si è venuta a creare da maggio 2012 ha subito una improvvisa accelerazione a partire da ieri con la richiesta da parte dell’azienda di trovare un accordo”.
I lavoratori di Telechiara rilevano “per l’ennesima volta in questo logorante periodo di incertezza, l’incoerenza tra quanto predicato dai vescovi del Triveneto in materia di tutela del lavoro e della dignità dei lavoratori e quanto, invece, concretamente fatto (anzi, non fatto) per coloro che negli ultimi 20 anni hanno dato voce ai loro messaggi attraverso Telechiara”.

Tratto da:
http://www.giornalisticalabria.it/2013/01/08/i-vescovi-del-nordest-per-il-rilancio-di-telechiara


 16 GENNAIO 2013 - Mercoledì 

Ore 22.20 -  LAZIO  - MUX TELEVITA: ARRIVA TELEUNIVERSO.
UHF 41 Mux TELEVITA
E' stata inserita in questo mux l'emittente tv di Frosinone Teleuniverso, con la numerazione LCN 198. Vi ricordiamo che lo stesso canale è sintonizzabile anche nel mux di RETESOLE con LCN 16. Inoltre è stato eliminato un duplicato di Lazio Tv Shop che aveva LCN 194, ora rimane visibile solo con la numerazione LCN 217. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux TELEVITA.



Ore 10.55 -  PIEMONTE  - NIZZA E LANGA: "PAGHIAMO IL CANONE MA E' DIFFICILE VEDERE I PROGRAMMI RAI", CON LETTERA APERTA A RAIWAY.
I nicesi si rivolgono al Comune perché intervenga.
Nizza continua ad avere problemi con la visione dei canali Rai. “Sono un paio di mesi che il segnale è assente o disturbato – ha dichiarato il sindaco Flavio Pesce – E' inaccettabile chiedere a cittadini di pagare una tassa come il canone quando non si offre un servizio". Presentata anche un'interrogazione parlamentare. E Rai3 non è ancora possibile vederla in molte zone della Langa Asti­giana. A dar voce al malcontento è stato Ugo Do­gliotti che ha nuo­vamente chiesto al consigliere regio­nale Rosanna Valle un suo in­teres­samento in Regione.

Tratto da: http://edizioni.lastampa.it/asti/articolo

Abbiamo provveduto ad inviare a RaiWay una mail su quanto sta succedendo nella zona di Nizza Monferrato, la riportiamo integralmente.

"Lettera aperta a RaiWay, pubblicata senza omettere nulla su L'Italia in Digitale, sito leader sul digitale terrestre in Italia con oltre 5.000 contatti giornalieri.
Buonasera siamo del sito L'Italia in Digitale,

stiamo ricevendo un'infinità di mail da Nizza Monferrato (Asti) nel dettaglio per la postazione di Incisa Scapaccino UHF 22 RAI Mux 1 Piemonte.
Dopo il riposizionamento del multiplex dall'UHF 54 all'UHF 22 sono iniziati i problemi di ricezione.

Inoltre domenica pomeriggio fino alle 11 di lunedì scorso il segnale era OFF e successivamente al suo ripristino, presenta il medesimo problema: continui squadrettamenti ed errori (anche accertati da noi in più punti). Non è la prima mail che vi inviamo e non è stato fatto nulla per la risoluzione del problema. Come detto in precedenza sull'UHF 54 sempre dalla stessa postazione il segnale è sempre stato eccellente i fastidi sono iniziati da quando è stato spostato sull'UHF 22. Nello specifico riceviamo lamentele da Bergamasco (AL), Castelnuovo Belbo, Incisa, Nizza e tutto il comprensorio.
Oggi sul quotidiano La Stampa ho letto anche che a causa della cattiva ricezione sarà effettuata un' interrogazione al prossimo consiglio Regionale.
Vi ricordo che state chiedendo il pagamento del canone e visto che siamo telespettatori e non utilizziamo la tv come acquario per i pesci o per coltivarci le piante come nei vostri simpatici spot, ma la usiamo per seguire i vostri programmi. Vi invitiamo ad effettuare delle misure e dei controlli specifici per capire cosa sta succedendo. Se volete vi accompagnamo ad Incisa noi, con i nostri mezzi e a nostre spese.
In attesa di un vostro cenno, vogliate gradire un saluto squadrettato come i vostri programmi.

Riccardo Gaffoglio per L'Italia in Digitale."


Ore 10.40 -  MARCHE  - MUX TELEADRIATICA: ACQUA CAMBIA LCN, AGGIUNTA UN'ALTRA COPIA DI TELEADRICATICA-7GOLD.
UHF 31-46 Mux TELEADRIATICA
E' stato rinominato e spostato di numerazione il canale ACQUA, che passa dalla LCN 609 alla 65, e da ACQUA-MARINA DI RIMINI ora riporta il corretto identificativo ACQUA. Con la LCN 609, invece, è stata aggiunta un'altra copia di TELEADRIATICA-7GOLD, visibile già con LCN 13, 212 e 608, con l'identificativo di PETMANIA MARCHE. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEADRIATICA.






 15 GENNAIO 2013 - Martedì 

Ore 22.55 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETECAPRI: E' IN ARRIVO DINAMICA CHANNEL, VANNO VIA RETECAPRI 2 E AIR.
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
Al posto di Retecapri 2, nella numerazione LCN 120, è arrivato un nuovo canale DINAMICA. In onda è presente un cartello con la scritta "DINAMICA CHANNEL prossimante su questi schermi". Inoltre è stato eliminato AIR, al suo posto con la LCN 138 c'è uno schermo nero identificato come TEST. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETECAPRI.






Ore 11.40 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1: ARRIVA ITALIA 142.
UHF 28-30-39-42-45-46-53 CANALE ITALIA Mux 1
E' stato aggiunto un altro canale in questo mux, si tratta di ITALIA 142, con la numerazione LCN 142. Questa emittente è presente anche nel multiplex interregionale CANALE ITALIA Mux 2, sempre con la stessa LCN. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV di CANALE ITALIA Mux 1.






 14 GENNAIO 2013 - Lunedì 

Ore 21.15 -  CAMPANIA  - STOP A RADIO PIRATA CHE DISTURBAVA ANCHE L'AEROPORTO.
MONTECORVINO PUGLIANO - Sequestrata una radio “pirata” che irradiava sulla Piana del Sele da Montecorvino Pugliano. I carabinieri hanno scoperto il luogo delle trasmissioni in un garage in località Santa Tecla. Ci sono voluti mesi di accertamenti tecnici per scoprire il punto di partenza della radio abusiva che creava interferenze alle emittenti radiofoniche autorizzate e ai canali di comunicazione di servizio del vicino aeroporto Costa d’Amalfi. Denunciato il possessore dell’impianto: un pregiudicato del luogo, A.R., 52 anni.
Una radio senza nome che appariva a intermittenza sulla frequenza 95.3 Mhz. Trasmetteva in prevalenza musica di cantanti neomelodici napoletani. Disponeva anche di un buon segnale che era captabile in tutte le principali località della Piana del Sele. Non c’erano programmi, né altri indizi che potevano in qualche modo far ricondurre alla radio. Per i carabinieri era proprio una “radio fantasma” che, intanto, disturbava le normali comunicazioni di volo dell’aeroporto. Ci sono voluti pazienti accertamenti tecnici per scovare il segnale della radio abusiva e il posto di trasmissione.
In ausilio ai carabinieri della locale stazione, diretta dal maresciallo Quirino D’Onise, coordinati dal comando compagnia di Battipaglia, diretto dal capitano Giuseppe Costa, sono intervenuti i colleghi del settimo nucleo elicotteri di Pontecagnano, che hanno contribuito in modo determinante all’individuazione del punto di trasmissione. I militari dell’Arma hanno sorvolato a bassa quota l’abitato di Pugliano e delle frazioni per individuare la particolare antenna per le radiotrasmissioni. Poi i carabinieri hanno fatto irruzione nel garage trasformato in stazione radio dove c’era tutta la strumentazione di una tipica radio privata. Alla richiesta delle autorizzazioni per la radiotrasmissione, il pregiudicato ha scrollato le spalle.
Quel segnale che disturbava mezza provincia, comprese le trasmissioni dell’aeroporto, era abusivo. I carabinieri hanno sequestrato le attrezzature per la riproduzione della musica e per irradiare il segnale. Inoltre il cinquantaduenne di Pugliano utilizzava tracce audio prive del prescritto marchio Siae. Nel corso della perquisizione sono stati trovati qualcosa come quattromila brani musicali masterizzati su compact disk. C’erano, inoltre, altri supporti digitali che contenevano musica senza il bollino della società degli autori. Le attrezzature sequestrate hanno un valore commerciale stimato intorno ai trentamila euro. Al termine delle operazioni di sequestro, il possessore dell’impianto abusivo per la radiofrequenza è stato denunciato dai carabinieri per le violazioni alla legge sulla disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato.

Tratto da: http://lacittadisalerno.gelocal.it/cronaca/2013/01/13/news/stop-a-radio-pirata-che-disturbava-anche-l-aeroporto

Ore 18.55 -  LOMBARDIA  - TMB TELEMONZABRIANZA PER ORA CONTINUA LA SUA ATTIVITA' SUL WEB.
Comunicato della redazione.
L'associazione Culturale Telelissone, con il nome TMB TV, insieme a tante altre piccole emittenti televisive di tutta Italia, è in questo momento in attesa della riassegnazione delle frequenze da parte del Ministero delle Telecomunicazioni. In seguito alla liberazione dei canali 61-69 UHF, già venduti alle compagnie telefoniche per uso della banda larga mobile, è stato infatti ridisegnato attraverso un apposito bando l'intero apparato delle frequenze in tutte le regioni.

Nel caso particolare della Lombardia il suddetto bando prevedeva inizialmente la regolare assegnazione dei canali ai primi 18 della graduatoria. Telelissone, insieme a molte altre emittenti che occupano il canale UHF 42 in altre zone della regione (Televallassina, G.r.p. Televisione, Telesolregina, Rete 55, Telemondo, Teleboario Videostar 2, Primantenna, Telemonteneve, Teleponte di legno ecc.), è giunta proprio diciottesima nella speciale graduatoria. Dopo qualche giorno il Ministero delle Telecomicazioni, cambiando totalmente le carte in tavola, ha dichiarato che le frequenze a disposizione non erano più 18, bensì 17, obbligando così diverse emittenti, tra cui anche Telelissone, a spegnere momentaneamente i ripetitori.
Altri macroscopici vizi relativamente allo stesso bando si sono verificati nelle regioni Piemonte, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia, dove nel giro di pochi giorni le graduatorie sono state addirittura rettificate più volte, creando il caos tra le varie emittenti. Di fronte a questa situazione così poco chiara e ancora in evoluzione sono partite decine e decine di ricorsi e ovviamente il nostro team si è attivato tempestivamente per poter tornare in onda al più presto, intraprendendo anche vie legali, oltre che tecniche e burocratiche nelle specifiche sedi.
Fiduciosi del buon esito del ricorso, ovvero in attesa del responso del Tar, tutta la nostra programmazione sarà comunque visibile on demand sul nostro sito, nelle varie sezioni.
Tratto da: http://www.tmbtv.it/comunicato

Ore 15.40 - DISCOVERY ACQUISISCE IL 100% DI SWITCOVER MEDIA E DIVENTA IL TERZO EDITORE ITALIANO.
Discovery ha acquisito il 100% di Switchover Media, l’editore televisivo italiano proprietario di quattro canali televisivi gratuiti (Giallo, Focus, K2 e Frisbee) e di un canale a pagamento (Gxt). Con questa operazione, Discovery diventa il terzo editore televisivo italiano in termini di audience share complessiva.
“L’acquisizione di Switchover Media amplia ulteriormente la nostra presenza nel digitale terrestre free e diversifica il nostro portafoglio, che oggi include anche una programmazione dedicata al target kids e una dedicata alle serie crime, che tanto successo hanno avuto sia in termini di pubblico, che di raccolta pubblicitaria” ha affermato Dee Forbes, Presidente e Managing Director di Discovery Networks Western Europe.
Con l’acquisizione di Switchover Media, che ha sede a Roma, Discovery giunge a gestire in Italia sei canali free e sei a pagamento. La nuova struttura risponderà a Marinella Soldi, Amministratore Delegato di Discovery Italia e General Manager Southern Europe, con base a Milano. Francesco Nespega, fondatore ed ex azionista di controllo di Switchover Media, collaborerà con Discovery in tutta la fase di transizione.
Switchover Media, fondata nel 2009 dal Managing Partner Francesco Nespega, gestisce due canali free rivolti a target adulti: Giallo, canale di serie tv dedicato al genere crime particolarmente amato dal pubblico femminile, e Focus, un canale di intrattenimento factual rivolto ad un pubblico maschile. Switchover Media gestisce, inoltre, due canali gratuiti rivolti ai bambini, K2 e Frisbee, e GXT un canale a pagamento che si rivolge ad un pubblico maschile giovane.
I canali free di Discovery in Italia includono Real Time – un canale di intrattenimento a target donna lanciato nel 2010, che è adesso il settimo più grande in Italia dedicato a questo pubblico, e DMAX che, lanciato solo alla fine del 2011, è già diventato il nono canale tra gli spettatori di sesso maschile. I canali pay includono il principale Discovery Channel globale, Animal Planet, Discovery Travel & Living, Discovery Science e Discovery World.
L’operazione è stata regolarmente comunicata alle autorità del settore. La consulenza legale sulla transazione è stata fornita a Discovery da Carnelutti – Studio Legale Associato. Switchover Media si è avvalsa della consulenza finanziaria di Tages Capital e di quella legale di Legance.

Tratto da:
http://www.brand-news.it

Ore 15.30 -  MOLISE  - TELENORBA MUX 3 (MOLISE): ARRIVA RADIONORBA, MOLISE TV IN ONDA CON IL FORMATO ERRATO.
UHF 33 TELENORBA
Mux 3 (MOLISE)
E' stata aggiunta in questo mux l'emittente radiofonica Radionorba, con la numerazione LCN 888. Da segnalare, inoltre, che il canale Molise TV, con LCN 611, ha ora attivo il flag per l'emissione nel formato panoramico 16:9, ma la programmazione è ancora in 4:3, quindi le immagini e il logo appaiono in onda deformati. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELENORBA Mux 3 (MOLISE).



Ore 15.15 - SUL SITO AGCOM LA CLASSIFICAZIONE DI TV E DECODER PER LA RICEZIONE DEI PROGRAMMI TELEVISIVI.
La classificazione verrà presto completata anche con gli apparecchi in standard TVB-2 che saranno gli unici commercializzabili a partire dal 1 luglio 2015, come stabilito dalla legge 44 del 2012.

Per favorire una scelta più consapevole dei consumatori nell’acquisto di televisori e decoder per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale, da oggi è possibile conoscere, collegandosi al portale www.agcom.it/decoder, quali sono i modelli in commercio classificati dai produttori secondo le indicazioni contenute nella delibera n. 255/11/CONS dell’Agcom.
Quest’ultima prevede una classificazione degli apparati sulla base delle loro caratteristiche tecnologiche.
Si parte dalla classe 1 nella quale rientrano i modelli più avanzati, ossia dotati di funzionalità quali, l’alta definizione e la predisposizione per la pay-tv, e, soprattutto, multipiattaforma, (l’obiettivo dell’Autorità, infatti, è quello di diffondere informazioni chiare e trasparenti sulle caratteristiche di tutti i tipi di apparati per la ricezione di programmi televisivi in tecnica digitale, a prescindere dalla piattaforma utilizzata: satellitare, terrestre o internet), fino all’ultima classe di riferimento, la 6, nella quale rientrano i modelli monopiattaforma con caratteristiche più essenziali.

Sono comunque esclusi dalla classificazione i cosiddetti “zapper” che non prevedono neanche l’ordinamento automatico dei canali.

La classificazione verrà a breve completata con una categoria “plus” per quegli apparecchi delle classi da 1 a 6 dotati di un sintonizzatore/decodificatore digitale terrestre in standard DVB-T2/MPEG e che saranno gli unici commercializzabili a partire dal 1 luglio 2015 ai sensi della legge n. 44/2012.

Il
portale, in cui ad oggi sono presenti i prodotti 2012 di LG e Panasonic per gli apparecchi TV e Telesystem e Fuba per i decoder, si arricchirà di altri modelli via via che i loro produttori ne avranno completato l’inserimento nel database, richiesto dalla medesima delibera 255/11/CONS.
Tratto da: http://www.key4biz.it/News/2013/01/14/TV_digitale/Agcom_decoder_digitale_terrestre

Ore 12.55 -  MOLISE  - TELEMOLISE MUX 1: E' ARRIVATA L'ABRUZZESE TELEMAX.
UHF 45 TELEMOLISE
Mux 1
E' stata aggiunta in questo mux l'emittente abruzzese Telemax, con la numerazione LCN 16 e con un canale dati a schermo nero con LCN 699. Rispetto alla nostra precedente segnalazione sono stati eliminati LUNA CHANNEL (LCN 211) e MOLISE SHOPPING (LCN 604), che sono passati entrambi su TELEMOLISE Mux 2 con la stessa numerazione LCN. Inoltre POLEIS (LCN 605) e TELEMOLISE +1 (LCN 606) sono duplicati di TELEMOLISE (LCN 11). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV, con nuove immagini, di TELEMOLISE Mux 1.

TELEMOLISE Mux 1 - Z@pping TV


Ore 12.30 -  MOLISE  - TELEMOLISE MUX 2: REALIZZATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 23 TELEMOLISE
Mux 2
Nella sezione MOLISE IN DIGITALE abbiamo aggiornato le liste delle tv ricevibili a CAMPOBASSO, ISERNIA, TERMOLI (CB) e BUSSO (CB) aggiungendo la composizione del secondo mux dell'emittente di Campobasso TELEMOLISE, che trasmette sulla frequenza UHF 23. Su TELEMOLISE Mux 2 trasmettono 7 TV e 1 radio, da segnalare che c'è Telemolise PROVVISORIO con la numerazione LCN 11, i nuovi METEO MOLISE (LCN 607) e TUTTO SERVIZI (608) che manda in onda un cartello con la scritta "Il canale digitale interattivo sta arrivando", le due emittenti che provengono da TELEMOLISE Mux 1 Luna Channel (LCN 211) e MOLISE SHOPPING (LCN 604), e TELEMOLISE DUE +1 (LCN 609) che è soltanto un duplicato di Telemolise Due (LCN 12). Infine c'è Radio Luna senza numerazione LCN. Per conoscere tutti i canali sintonizzabili consulta la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV di TELEMOLISE Mux 2.



TELEMOLISE Mux 2 - Z@pping TV