Da Lunedì 13 a Domenica 19 MAGGIO 2013











COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.











Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 19 MAGGIO 2013 - Domenica 

Ore 11.15 -  SICILIA  - MUX RTP 1: REALIZZATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 39 Mux RTP 1
Abbiamo realizzato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RTP 1, emittente con sede a Messina. Il multiplex è composto da quattro canali canali: R.T.P. (LCN 17), R.T.P.RETEDUE (LCN 72), TELE 90 (LCN 288), STRETTO TV (LCN 612). Consulta la composizione dei canali trasmesi, lo z@pping TV del mux RTP 1 e la lista delle TV A MESSINA. Si ringrazia Radio TV Sicilia e Diario TV Calabria.






 18 MAGGIO 2013 - Sabato 

Ore 13.00 -  TOSCANA  - 10° FORUM EUROPEO DIGITALE A LUCCA: COMUNICATO STAMPA.
LUCCA - COMUNICATO STAMPA
PER LA CRESCITA DIGITALE

Lucca al centro dei Media Digitali, celebrando 10 anni dell’evento più longevo della nuova rivoluzione globale delle comunicazioni, delle relazioni sociali, dell’industria creativa e dei contenuti culturali.

Nello splendido scenario di Palazzo Ducale ed alla presenza di rappresentanti del Parlamento Europeo, Commissione Europea ed Istituzioni, 32 speakers, 83 miliardi di euro di fondi Ue, scenari sul 4k, Second Screen e 3D, saranno protagonisti di un evento memorabile.


LUCCA – Il Forum Europeo Digitale di Lucca taglia il traguardo dei 10 anni e celebra l’evento con un programma ricco di contenuti e speakers prestigiosi, ma, soprattutto, si pone l’obiettivo di indicare quale sia il piano per la crescita digitale in Italia ed Europa.

Con il 14% di contributo alla crescita del Pil italiano negli ultimi 4 anni, 700.000 nuovi posti di lavoro creati e 7 Mld di surplus per i consumatori italiani, l’economia digitale rappresenta una importante occasione per rafforzare le imprese e dare nuove risposte all’industria dei Media Digitali, che cercano soluzioni e progetti per uscire da una difficile fase finanziaria e di caduta degli investimenti.

Il 7 Giugno a Palazzo Ducale, l’Europa e le istituzioni italiane, ma anche i principali protagonisti del settore, sapranno delineare gli scenari competitivi e le soluzioni per aumentare l’offerta digitale sul mercato interno europeo ed internazionale.

“Le presenze di Amalia Sartori e Silvia Costa rappresentano un vanto ed un onore per il Forum Europeo 2013 – sottolinea Andrea Michelozzi, Presidente di Comunicare Digitale – perché non solo sono il prestigio italiano presso la sede del Parlamento Europeo, ma portano in dote “il monte dei fondi Ue” per un totale di 83 Mld di euro, che con Horizon 2020 ed Europa Creativa sono una occasione imperdibile ed importante per i Media Digitali italiani.”

Alla loro presenza si aggiungeranno anche interventi del Commissario per l’Industria Antonio Tajani, Vice Presidente della Commissione Europea, e di Roberto Viola, Dg della Connect della Ue, per conto del Commissario Neelie Kroes, oltre ad interventi di altri Mep del Parlamento Europeo, come Gianni Pittella, Patrizia Toia, Vittorio Prodi, Claudio Morganti, Niccolò Rinaldi ed Erminia Mazzoni, personalità riconosciute a livello globale, come Leonardo Chiariglione, “papà del Consorzio Mpeg” e Fabio Colasanti, Presidente dell’Istituto Internazionale di Comunicazione, già direttore generale della Commissione Europea.

Il Forum Europeo Digitale 2013 ha il patrocinio degli Uffici di Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e del Parlamento Europeo.

“E’ un’edizione speciale e grazie al contributo di personalità di rilievo, sarà una giornata memorabile – aggiunge Michelozzi, perché con Hd Forum Italia riprenderemo la discussione sulla qualità digitale con la novità del 4k, che ha riscosso un importante successo nella conferenza di Saint Vincent; presenteremo un panel “tutto al femminile” sui contenuti digitali, mai visto prima in Italia ed ancora la visione dell’industria con i protagonisti della Tv, la convergenza con tablet e smartphone, l’utilizzo efficiente del satellite e gli aspetti regolamentari. Questioni pratiche, concrete, che vedranno Lucca protagonista anche con importanti iniziative che saranno annunciate in occasione del Forum”.

Per la parte internazionale, il Direttore Generale del Digital Television Group (tutta l’industria inglese), Richard Lindsay Davies, il Capo dello Sviluppo Connect Tv di Samsung, Nathan Sheffield, la Vice Chairman e Imprenditrice dell’Anno, Adriana Cisneros del Gruppo Cisneros, il produttore di contenuti d’avanguardia, Berti Kropac, saranno presenti a Palazzo Ducale.

“Abbiamo pensato al pubblico, ai ragazzi e nativi digitali per dare loro una occasione fantastica di conoscere meglio la rete ed avere una grande occasione di visibilità e, chissà, successo – annuncia Carla Bressan – Responsabile Organizzazione del Forum. Grazie a YouTube/Google e Yam112003/Endemol, presentiamo “Casi di successo per i creatori di contenuti” che è una guida su Come diventare una YouTube Star! ed è la prima volta che i partecipanti potranno comprendere come la produzione di nuovi contenuti potrà renderli popolari e dare una grande occasione di vedersi remunerare la loro idea.“


L’iniziativa è ad ingresso gratuito e con soli 60 posti a disposizione. Per iscriversi, è necessario inviare una mail a forum@comunicaredigitale.it.

Il programma della giornata e l’iscrizione gratuita al Forum Europeo Digitale sono consultabili su www.forumeuropeo.tv e www.comunicaredigitale.it. Hashtag Twitter #forumeuropeo.
La Conferenza si terrà nel meraviglioso scenario di Sala Ademollo di Palazzo Ducale, con l’area Expo e Tv in Sala Staffieri, Business Networking Area nella Loggia dell’Ammannati.


Ufficio Stampa FED 2013
Lodovico Poschi Meuron
+ 39 348 340 4306



Ore 12.15 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX TELE STUDIO MODENA 1: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 43 Mux TELE STUDIO MODENA 1
Abbiamo aggiornato e attualizzato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELE STUDIO MODENA 1. Rispetto alla nostra precedente rilevazione segnaliamo l'introduzione sull' LCN 89 di TSM2, che trasmette anche con il logo QTV (TV QUI), mentre il canale TeleStudio Modena (LCN 85) nel proprio identificativo viene nominato TeleStudio Mode. Consulta tutti i canali trasmessi e lo z@pping TV del mux TELE STUDIO MODENA 1.







Mux TELE STUDIO MODENA 1 - Z@pping TV


Ore 00.25 - FREQUENZE TV: PRONTO IL BANDO DI GARA.
Il Ministero per lo Sviluppo economico ha messo a punto il bando di gara per le frequenze tv, l’ex beauty contest il cui regolamento è stato rivisto e corretto dall'Agcom dopo i rilievi dell’Ue. All’asta andranno tre lotti nazionali in Dvb-t, ma secondo gli addetti ai lavori rischia di andare deserta. Ciononostante il vice ministro allo Sviluppo Economico Antonio Catricalà sarebbe intenzionato a bandirla al più presto.
Ormai da qualche settimana il regolamento della gara è stato girato dall’Agcom al Mise: dall’asta sono escluse a priori Rai, Mediaset e TI Media, in ossequio al tetto massimo di 5 mux nazionali e della promozione dell’ingresso di nuovi entranti fissato dalll’Ue. Potrà partecipare invece Sky, anche se soltanto per l’assegnazione di un solo multiplex.
Le aspettative economiche dei proventi dell’asta sono stati drasticamente abbattuti: dal miliardo di euro pronosticato da Mediobanca se in gara fossero andate le frequenze dell’ex beauty contest si è passati a stime attuali intorno ai 150 milioni di euro.
Ma la gara si deve fare per chiudere la procedura d’infrazione aperta dalla Ue contro l’Italia, per la legge Gasparri e le violazioni delle norme in materia di concorrenza causate dalle nostre regole sul sistema televisivo, che a suo tempo portarono all'esclusione illegittima di Europa 7 dal digitale.
Nei giorni scorsi, è emerso dal resoconto intermedio di Mediaset che l’azienda, esclusa dalla gara, “valuterà se impugnare il regolamento Agcom sull'asta delle frequenze Tv, proseguendo il contenzioso intrapreso contro l'annullamento del beauty contest". Ma il fatto stesso che Mediaset non abbia già automaticamente depositato un ricorso al Tar sembrerebbe invece avvalorare la tesi secondo cui l'azienda avrebbe perso del tutto interesse per la gara. Gara che secondo lo stesso presidente Fedele Confalonieri andrà deserta e porterà pochi proventi nelle casse dello Stato.
A complicare le cose in vista dell’asta il permanere di problemi di interferenza con i nostri vicini: Malta, Francia, Slovenia e Croazia. Quest’ultima tramite l’Hakom, l’Agcom di Zagabria, ha chiesto ultimamente all’Italia di eliminare in maniera definitiva i disturbi al segnale di ricezione del digitale terrestre in Istria.
All’asta andranno frequenze che compongono tre reti televisive digitali terrestri nazionali con un diritto d’uso ventennale. "Per rispondere all’obiettivo di garantire un maggior grado di concorrenza e pluralismo nella diffusione dei contenuti, come richiesto anche dalla Commissione europea, il provvedimento consente di concorrere per tutti e tre i lotti (L1, L2, L3) ai soli nuovi entranti o piccoli operatori (cioè che detengono un solo multiplex) e per due lotti agli operatori già in possesso di due multiplex – si legge in una nota dell’Agcom - limita ad un solo multiplex la partecipazione degli operatori integrati, attivi su altre piattaforme con una quota di mercato superiore al 50% della tv a pagamento (Sky può partecipare per l'assegnazione di un solo multiplex ndr); esclude dalla partecipazione alla gara gli operatori che detengono tre o più multiplex (come previsto escluse Rai, Mediaset e TI Media ndr)".
"In un’ottica di gestione efficiente dello spettro e di sviluppo futuro dei servizi destinati all’Lte, è stato deciso di escludere dalla gara le frequenze dei lotti U di durata quinquennale previsti nel primo schema di provvedimento", precisa la nota. Parte di quelle frequenze (canali 54, 55 e 58 ndr) è stata destinata a risolvere, provvisoriamente, problemi di interferenze nell'ambito del coordinamento internazionale dello spettro, mentre per la banda a 700 Mhz è stato avviato un percorso di refarming complessivo in vista dell'assegnazione di porzioni di spettro al broadband mobile. L'obiettivo dell'Autorità è quello di fissare una "road map" precisa per il rirodino dello spettro radio, con una serie di passaggi che nei prossimi anni aumenteranno le frequenze destinate all'Lte di qui al 2020, in base alle linee guida dell'Ue. Da qui al 2015 è già stabilito che agli operatori mobili andranno i canali 57-60, cioè 30 MHz, delle frequenze 700 MHz; in più bisogna trovare spazio per la radio digitale.

Tratto da: http://www.corrierecomunicazioni.it/tlc/21370_frequenze-tv-pronto-il-bando-di-gara


 17 MAGGIO 2013 - Venerdì 

Ore 12.45 -  MUX NAZIONALI  - TIMB MUX 2: LOGHI MODIFICATI E NUOVA VESTE GRAFICA PER I TRE CANALI SPORTITALIA.
UHF 60 TIMB Mux 2
Loghi modificati e nuova veste grafica per i tre canali Sportitalia (LCN 60), Sportitalia 2 (LCN 61) e Sportitalia 24 (LCN 62). I loghi sono ora sono bianchi e posizionati in alto a destra, solo nel caso di sovrapposizione con le grafiche della partite viene spostato in alto a sinistra, come potete vedere dalle immagini che vi alleghiamo scattate durante un match del campionato tedesco su Sportitalia 1. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del TIMB Mux 2.












Ore 01.10 -  MARCHE  - RECANATI: TVRS VERSO LA CHIUSURA ?
Nota della Rappresentanza Sindacale Aziendale Beta SpA (TVRS).
Le Lavoratrici, i Lavoratori e le loro Organizzazioni Sindacali esprimono tutto il proprio disappunto e la propria preoccupazione per la decisione aziendale di voler cessare le attività di produzione in capo ai canali TVRS (11) e TVRS Marche (111) dichiarando in esubero tutto il personale attualmente dipendente: questo significa che a breve 21 (ventuno) persone e rispettive famiglie si troveranno senza lavoro e le Marche private di uno storico servizio di informazione e intrattenimento locale attivo ininterrottamente da 35 anni.
Ciò è tanto più incomprensibile e odioso se si guarda ai Bilanci di tutti questi anni e alla quantità di aiuti che sono stati erogati a vario titolo dalle Istituzioni Pubbliche. La Rappresentanza Sindacale Aziendale, insieme alle sigle sindacali presenti in Azienda (SLC-CGIL, UILCOM e SIGIM) hanno già chiesto un incontro urgente con l'Assessore Reg.le al Lavoro Marco Luchetti e hanno indetto un'ora di sciopero domattina alle 10 unitamente a una Assemblea Sindacale con tutte le Lavoratrici e i Lavoratori di Beta SpA-TVRS.
Le Organizzazioni Sindacali convocheranno poi una Conferenza Stampa urgente per illustrare tutti i termini della vicenda.
Tratto da:
http://www.radioerre.net/news/index.php?option=com_content&view=article&id=3510:addio-tvrs-&catid=104:notizie-generali-recanati

http://www.ilcittadinodirecanati.it/notizie/16945-21-licenziamenti-tra-tecnici-e-giornalisti-a-tvrs-la-storica-emittente-di-recanati-verso-cessazione-produzioni


Ore 00.15 -  ABRUZZO  - MUX TELEPONTE: ARRIVA RETE T, INSERITI I NUOVI LOGHI DEI CANALI.
UHF 31 Mux TELEPONTE

Sono iniziati da qualche tempo i programmi della nuova emittente ReTe t (RETE TERAMO) sull'LCN 117 (l'identificativo resta TELEP_TV). La programmazione è caratterizzata da dibattiti e programmi di attualità dedicati alla città di Teramo (da qui il richiamo alla lettera T del nome). In alcune occasioni l'emittente manda in onda filmati di archivio dI TelePonte, nelle immagini in basso abbiamo catturato tratti della messa in onda di un filmato del 1983 dedicato al Teramo Calcio. Sull' LCN 637 (in precedenza erano presenti le barre in bianco e nero) sono iniziati i programmi di TELE P2 che adotta anche un proprio logo. Anche TELE P SPORT (LCN 638) modifica il proprio marchietto, inserendo la lettera S di sport all'interno della P di TelePonte (in precedenza sport era scritto per esteso). Infine una curiosità sulla programmazione del canale TELE P3 (LCN 639) che trasmette tele V (TELE VIBRATA): mentre effettuavamo la rilevazione abbiamo visto un cartone animato di culto di molti anni fa, Remì. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEPONTE.







Mux TELEPONTE - Z@pping TV



 16 MAGGIO 2013 - Giovedì 

Ore 22.55 -  MUX NAZIONALI  - RETE A MUX 2: RADIO ITALIA TV PASSA AL FORMATO 16:9.
UHF 27-33-42-54 RETE A Mux 2
La televisione musicale RadioItaliaTV (LCN 70), trasmessa nel RETE A Mux 2 e in altri multiplex locali legati a 7 GOLD, è passata al formato panoramico 16:9. Analizzando nel dettaglio le immagini notiamo nella parte inferiore del video la presenza di una sottile riga di barre colore, come evidenziato nelle foto in basso. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di RETE A Mux 2.





Ore 01.00 -  ABRUZZO  - MUX TV UNO: AGGIORNATA LA GRIGLIA CANALI E REALIZZATO LO Z@PPING TV.
UHF 33 Mux TV UNO
Aggiorniamo il database della sezione ABRUZZO IN DIGITALE inserendo lo z@pping TV del mux TV UNO. L'emittente aquilana trasmette dalla sola postazione di Monte Luco a L'Aquila sulla frequenza UHF 33, e il suo multiplex contiene sei canali tv. 



85 - TVUNO
187 - TVUNO donna
297 - SPERANZA Tv
664 - TVUNO Cultura (schermo nero)

665 - TVUNO storia (schermo nero)
666 - la Q tv (trasmette TVUNO)

Abbiamo aggiornato la lista delle emittenti tv che si ricevono a L'AQUILA.
Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux
TV UNO.


Mux TV UNO - Z@pping TV



 15 MAGGIO 2013 - Mercoledì 

Ore 23.30 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1: RITORNA CANALE 2, VA VIA RADIO CANALE ITALIA.
UHF 28-30-39-42-45-46-53 CANALE ITALIA Mux 1
E' nuovamente disponibile CANALE ITALIA 2 (LCN 282), reinserita al posto di una copia di ITALIA 156, che resta fruibile sulla LCN 156. Inoltre è stata rimossa RADIO CANALE ITALIA (LCN 783). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di CANALE ITALIA Mux 1.





Ore 20.10 -  ABRUZZO  - E' MORTO MARIO SPALLONE: FU FONDATORE DI ATV7 E SINDACO DI AVEZZANO.
Sterminata la sua biografia che spazia dal l'impegno professionale di medico e manageriale del campo della sanità fino al l'impegno politico e amministrativo passando per vicende personali che lo hanno segnato.
Avezzano - È morto Mario Spallone all'età di 96 anni, dopo una breve malattia. Il decesso è avvenuto nella clinica privata Annunziatella di Roma, di proprietà del fratello Dario. L'intera vita di Mario Spallone è stata dedicata alla sua professione medica e alla politica.
In particolare Mario Spallone ha vissuto al fianco, assistendoli come medico e come persona, dei padri del Comunismo e del socialismo italiani: Palmiro Togliatti, Pietro Nenni, Luigi Longo, Enrico Berlinguer, Nilde Jotti , Paolo Bufalini, Giorgio Napolitano. Rapporti di grande amicizia, sono intercorsi anche con esponenti del mondo cattolico come Aldo Moro e Giulio Andreotti. Nelle sue cliniche private sono passati i personaggi politici di tutti i partiti ed anche controversi personaggi della società civile rimasti coinvolti negli scandali più eclatanti della repubblica italiana e nelle vicende più oscure di cui ancora oggi non vi sono certezze.
Mario Spallone è stato considerato dai fratelli (Giulio, Dario, Ascanio e Ilio) il vero patriarca della famiglia al quale, prevalentemente, si devono le fortune economiche della dinastia Spallone.
Il solo Giulio non ha seguito le orme sanitarie degli altri fratelli avendo scelto la resistenza prima e la vita politica dopo la liberazione. Giulio è stato parlamentare del partito comunista ed importante dirigente del movimento cooperativistico nazionale.
Mario era molto legato ai membri della sua numerosa famiglia, che lo hanno seguito anche quando non hanno condiviso completamente le sue scelte. Come quando decise di diventare editore televisivo rilevando una piccola televisione privata di Avezzano, telemarsica, di proprietàdi un altro importante imprenditore della sanitá, Nicola di Lorenzo.
In breve tempo, nello spazio di un paio di anni, tele marsica divenne Atv7 imponendosi come prima televisione privata abruzzese. Nella redazione di Atv7 sono passati i più importanti giornalisti abruzzesi diventando anche una fucina di giovani giornalisti che negli anni successivi, in parte, hanno costituito il centro giornalistico regionale. L'originalità della sua azione editoriale la si intuì in maniera compiuta quando venne eletto sindaco di Avezzano e decise di mettere al servizio della cittàe dell'Abruzzo intero la sua televisione creando una trasmissione, "Telefono aperto" che consentiva ai cittadini i di interloquire direttamente con le amministrazioni comunali.
Mario Spallone incappo anche in diverse disavventure giudiziarie dalle quali, nella maggioranza dei casi, uscì indenne, ma non in quella che riguardo l'arresto dei figli e del fratello Ilio riguardante un'inchiesta sugli aborti clandestini che sarebbero stati praticati in una delle sue cliniche romane. Una vicenda che lo segnòpersonalmente del profondo dell'animo e rappresentòanche l'inizio del declino dell'impero che lui aveva creato e che sembrava dovesse espanderai senza confini.
Importanti i suoi rapporti internazionali soprattutto con i dirigenti del Partito Comunista dell'Unione sovietica, e in particolare con l'ultimo dei suoi leader, Michael Gorbachov, che gli conferì l'ordine dell'amicizia dei popoli, una sorta di ordine di Lienin per le personalità residenti al di fuori dell'Unione Sovietica. Nei suoi ripetuti viaggi in questa sterminata nazione veniva ricevuto all'aeroporto di Mosca con gli onori di stato, come se fosse il capo di un altro stato. Nella sua villa di Palestrina sono passati tutti gli ambasciatori sovietici in Italia, lo stesso Gorbachov, Zagladin, il ministro degli Esteri Dell'Unione Sovietica, che entrarono in contatto con l'intellighenzia "rossa" romana.
La sua casa era un salotto per l'aristocrazia rossa dove intellettuali come Trombatori e Guttuso allietavano le serate con gli ospiti nazionali ed internazionali. Si dice che nei suoi tre libri, l'ultimo dei quali pubblicato solo sei sette anni fa, non avesse rivelato tutto quello che ha conosciuto nel corso dei lunghi anni vicino ai massimi dirigenti del partito comunista italiano. Si dice che avesse soltanto rivelato il rivelabile e che fosse depositario di segreti che rimarranno tali dopo la sua morte.
Gli organi d'informazione nazionali si sono occupati di lui in moltissime occasioni. A fianco alle sue rivelazioni storiche che hanno sempre appassionato e affascinato gli storici contemporanei che hanno studiato, ricostruito ed analizzato le vicissitudini del partito comunista italiano, affiancava le sue stravaganze di uomo e amministratore che lo hanno reso celebre. Per la prima volta in Italia trasmise in diretta, attraverso la sua televisione, il telegiornale dell'Unione sovietica: Vremia, suscitando un vespaio di reazioni che andarono dal l'approvazione all'indignazione.
Sindaco di Lecce dei Marsi decise di impiantare nel locale cimitero un apparecchio stereo che diffondeva musica classica e canti gregoriani tra le tombe e le cappelle. Riuscì a dotare il suo paese, dove il padre Rodomonte lo fece crescere, di ogni sorta di servizi pubblici grazie ai finanziamenti che riusciva ad ottenere attraverso le sue conoscenze nazionali. Arrivò persino a realizzare una strada asfaltata di una quindicina di chilometri che parte dal paese e, completamente asfaltata, arriva al monumento eretto in alta montagna dedicato al partigiano russo Ivan. Inutile dire che intitolò questa strada panoramica a Palmiro Togliatti.
Non hai smesso di credere alla crescita e allo sviluppo di Avezzano e della Marsica, sotto tutti i profili, anche sportivi. Come non ricordare il suo impegno come presidente dell'Avezzano calcio negli anni ottanta allorchėdietro investimenti che allora sfiorarono il miliardo di lire, interamente tirati fuori dalle sue tasche, riuscìa portare la squadra in Serie C. Anche allora subì cocenti delusioni ma non abbandonò mai l'idea di dedicare la sua esistenza per il bene della città.
Tratto da:
http://www.terremarsicane.it

Ore 10.40 -  ABRUZZO  - MUX FINSERT: INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 59 Mux FINSERT
Nell'elenco delle emittenti TV che si ricevono a Teramo e nei comuni di Notaresco, Giulianova e Roseto degli Abruzzi, siti nella stessa provincia di Teramo, da qualche mese è possibile sintonizzare un nuovo multiplex che trasmette dalla postazione di Castellalto, su una vetta a pochi passi dal traliccio della Rai (in basso potete vedere la foto di questo impianto che ospita anche TELEPONTE). Il mux in questione è denominato FINSERT e al momento sono presenti quattro canali tutti in fase di test, vediamoli qui sotto in dettaglio.


199 - TELEAMB.ABR.2 (trasmette una schermata blu)
210 - RTVA 2 (trasmette un'immagine fuori sincronismo nera, con righe oblique)
661 - TELE 9 canale 4 (trasmette la schermata di un decoder)
671 - RETE AZZURRA 5 (trasmette un'immagine fuori sincronismo nera, con righe oblique)


Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux FINSERT



Mentre effettuavamo la rilevazione nel comune di Castellalto, nei pressi della postazione Rai, abbiamo individuato un impianto TV sito sulla torre piezometrica dell'acquedotto. In base alle informazioni in nostro possesso e guardando lo stato di apparente abbandono del sito, possiamo presupporre che si tratti di un ripetitore non attivo.


- Ripetitore mux FINSERT



- Impianto RAI Castellalto (TE)




- Postazione TV dismessa


Ore 09.25 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX 7 GOLD PLUS (EMILIA ROMAGNA): INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
VHF 07 - UHF 22 Mux 7 GOLD PLUS (EMILIA ROMAGNA)
Proseguiamo ad integrare il nostro database con la composizione del mux 7 GOLD PLUS (EMILIA-ROMAGNA) del gruppo televisivo e radiofonico che fanno capo a Luigi Ferretti. Il flusso è composto da 11 TV e una radio; nel dettaglio segnaliamo che sull' LCN 195 il canale 7 GOLD IN MUSICA ha un logo differente da quello utilizzato nelle altre regioni italiane e sull' LCN 285 è presente il solo identificativo (Empty name) e il canale è a schermo nero. Per conoscere tutti gli altri canali trasmessi, consulta la griglia e lo z@pping tv del mux 7 GOLD PLUS (EMILIA-ROMAGNA).







Mux 7 GOLD PLUS (EMILIA ROMAGNA) - Z@pping TV


Ore 07.40 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET MUX 4: SU CANALE 5 LO SPECIALE TG5 CON I LOGHI SOVRAPPOSTI.
UHF 49 MEDIASET Mux 4
Tiratina di orecchie per gli operatori della messa in onda di Canale 5, che evidentemente non guardano con attenzione ciò che mandano onda. D'accordo, si tratta dell'ennesimo approfondimento politico, sta di fatto che dalle ore 23.41 (la prima immagine l'abbiamo campionata alle ore 23.43) alle ore 23.50 il logo di Canale 5 è rimasto sovrapposto a quello del TG5. Cose che capitano anche ai grandi.





 14 MAGGIO 2013 - Martedì 

Ore 13.20 -  LOMBARDIA  - MUX VIDEOBERGAMO: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 29 Mux VIDEOBERGAMO
Procediamo di seguito ad aggiornare la composizione del mux VIDEOBERGAMO. Prima di tutto segnaliamo che tutti i canali nel loro identificativo aggiungono in fondo al nome dell'emittente il punto (.). Luciano&Luciana. (LCN 182) e BERGAMOTG24. (LCN 216) sono a schermo nero, mentre da qualche tempo è partita la programmazione del nuovo canale musicale RADION1TV GOLD. (LCN 689). Ricordiamo che in questo multipex sono presenti altri due canali dedicati ai videoclip musicali: RADION1TV. (LCN 687) e RADION1TV TOP (LCN 688). Come sempre vi invitiamo a consultare anche la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux VIDEOBERGAMO.










Mux VIDEOBERGAMO - Z@pping TV


Ore 10.25 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX E' TV RETE 7 (A): ARRIVA RADIO BOLOGNA UNO.
UHF 42 Mux E'TV RETE 7 (A)
E' stata recentemente inserita nel mux E' TV RETE 7 (A) l'emittente radiofonica RADIO BOLOGNA UNO. Nei prossimi giorni inseriremo anche le griglie aggiornate delle versioni B e C del mux E' TV RETE 7. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux E' TV RETE 7 (A).









 13 MAGGIO 2013 - Lunedì 

Ore 23.50 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX STUDIO 7: INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 39 Mux STUDIO 7
Dalla postazione di Serramazzoni, nel modenese, è trasmesso il mux STUDIO 7 che si riceve in un'ampia fetta dell'Emilia. Il flusso è composto da emittenti del gruppo televisivo valdostano Pagliero. Nel dettaglio: tm5 test (LCN 73) trasmette la programmazione senza logo di STUDIO 7 (presente sull' LCN 181), mentre Tv Service 100 (senza LCN) trasmette i programmi di TELEMONDO (LCN 275). Sono presenti inoltre RETE 82 (LCN 82) e due emittenti decodificate come radio nominate noname 175 e noname 200 che risultano mute. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux STUDIO 7 che abbiamo inserito nell'elenco delle emittenti TV che si ricevono a MODENA, PARMA e REGGIO EMILIA.


Mux STUDIO 7 - Z@pping TV


Ore 23.00 -  MUX NAZIONALI  - TIMB MUX 2: SU GARDENIA LA PROGRAMMAZIONE DI LAEFFE - RTV.
UHF 60 TIMB Mux 2
Questa sera il canale GARDENIA, sintonizzabile nel TIMB Mux 2 con la numerazione LCN 230, sta trasmettendo la stessa programmazione del canale LaEFFE - RTV, presente nel  RETE A Mux 2 con la LCN 50. Come potete vedere dalle immagini, che vi alleghiamo qui sotto, è in onda in alto a sinistra solo il logo di GARDENIA. Trasmetterà solo in alcune ore in simulcast con il nuovo canale del gruppo Feltrinelli, nel resto della giornata continuerà a mandare in onda la programmazione di EFFETTO NOTTE. Abbiamo aggiornato lo z@pping TV del TIMB Mux 2.






Ore 19.00 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX SAN MARINO RTV: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 51 Mux SAN MARINO RTV
La TV "estera" del Titano ha da diverso tempo ampliato la sua offerta di canali; nel suo flusso sono presenti quattro emittenti TV, SMRTV SAN MARINO (LCN 73), San Marino RTV 2 (LCN 88), San Marino RTV SPORT (LCN 93), RTV SAT (LCN 95), e RADIO San Marino Classic. Aggiorniamo pertanto la composizione dei canali con i dettagli tecnici e lo z@pping TV del mux SAN MARINO RTV.




Mux SAN MARINO RTV - Z@pping TV


Ore 16.15 -  SICILIA  - MUX 7 GOLD SICILIA 99 / 7 GOLD SICILIA 88 (EST): ARRIVA SICILIAUNO.
UHF 31 Mux 7 GOLD SICILIA 99
UHF 39 Mux 7 GOLD SICILIA 88 (EST)
E' arrivato nei mux 7 GOLD SICILIA 99 e 7 GOLD SICILIA 88 (EST) il canale Siciliauno, che nell'identificativo aggiunge anche il numero della posizione LCN (C219). Abbiamo aggiornato la pagina con la griglia dei canali del mux 7 GOLD SICILIA 99 e 7 GOLD SICILIA 88 (EST).





Ore 13.35 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX TELESTENSE: AGGIORNATA LA GRIGLIA CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 41 Mux TELESTENSE
Aggiorniamo la composizione del mux TELESTENSE segnalando in particolare che Telesanterno (LCN 18) nell'identificativo aggiunge un puntino. Inoltre, mentre effettuavamo la nostra rilevazione, 4 Soldi (LCN 652) era schermo nero. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELESTENSE.









Mux TELESTENSE - Z@pping TV


Ore 11.05 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX TELESANTERNO: INSERITA TELESTENSE.
UHF 23-35-39 Mux TELESANTERNO
Negli ultimi giorni è stata inserita in questo mux l'emittente ferrarese Telestense che occupa l' LCN 16. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELESANTERNO.






         © 2009-2013