Da Lunedì 11 a Domenica 17 FEBBRAIO 2013



COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.








Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 17 FEBBRAIO 2013 - Domenica 

Ore 22.10 -  PIEMONTE  - MUX EDITRICE 21 NETWORK E MUX STUDIO NORD TV (PIEMONTE): ARRIVA ITALIA CHANNEL.
VHF 07 Mux EDITRICE 21 NETWORK
UHF 34 Mux STUDIO NORD TV (PIEMONTE)
In questi due multiplex del gruppo editoriale Pagliero fa il suo ingresso ITALIA CHANNEL con la numerazione automatica LCN 228. Nel mux STUDIO NORD TV (PIEMONTE) è stato eliminato Emporio TV che occupava l' LCN 200. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV dei mux EDITRICE 21 NETWORK e STUDIO NORD TV (PIEMONTE).




Ore 20.00 -  PIEMONTE  - AZZURRA VIDEONORD: IN ONDA CON IL LOGO ITALIAN TELEVISION.
UHF 32 Mux RETE 7 (PIEMONTE)
UHF 35 Mux VIDEOGRUPPO
L'emittente AzzurraVideonord, trasmessa in Piemonte dai mux VIDEOGRUPPO PIEMONTE sull' LCN 19 e RETE 7 (PIEMONTE) sull' LCN 72, in alcune fasce orarie trasmette la programmazione con il logo di un'inedita Italian television.





Ore 17.15 - BEPPE GRILLO FA SALTARE L'INTERVISTA A SKY TG24 E CIELO.
Beppe Grillo non sarà su Sky stasera. Era atteso il ritorno in Tv del comico genovese e invece l'appuntamento è stato annullato. Lo scrive lo stesso Grillo su Twitter. L'intervista di Grillo a Sky Tg24 sarebbe andata in onda alle 20:30.
Fino a ieri sera l'intervista era confermata, poi stamattina con una telefonata a Sky l'entourage del comico ha comunicato la rinuncia.
"Ci sono due modi per fare campagna elettorale - scrive Grillo sul suo blog - Il primo serviti e riveriti nei salotti tv, magari con trasmissioni "cucite addosso". Noi preferiamo il secondo: nelle piazze, tra la gente. Perché la politica é delle persone."
Mercoledì scorso, dopo un'intervista radiofonica, Grillo aveva annunciato: "La notizia è questa, facciamo l'intervista domenica 17, perchè il 17 porta bene. Una mezz'ora di intervista - spiegava il leader del Movimento 5 stelle - comunque la televisione non è più il mezzo, chi va in televisione perde voti, si gioca il proprio futuro, io lo faccio perchè me l'avete talmente 'menata' che devo andarci".

Tratto da: http://www.huffingtonpost.it/mobileweb/2013/02/17/beppe-grillo-fa-saltare-lintervista-a-sky

Ore 05.50 -  CALABRIA  - CASSA INTEGRAZIONE PER I 7 GIORNALISTI DI REGGIO TV.
REGGIO CALABRIA – Firmato l’accordo per la richiesta di cassa integrazione in deroga ai sette giornalisti dell’emittente televisiva Reggio TV, che aveva minacciato la riduzione del personale del 50 percento.
Ieri sera, nella sede del Sindacato Giornalisti della Calabria, in via Biagio Camagna 28, a Reggio Calabria, è stato, infatti, firmato l’accordo approvato il 1° febbraio scorso dall’assemblea dei redattori dell’emittente televisiva reggina, al termine di una trattativa avviata circa otto mesi fa.
A sottoscrivere l’accordo, per il Sindacato Giornalisti della Calabria: il segretario regionale Carlo Parisi, vicesegretario nazionale Fnsi, il presidente della Consulta Sindacale, Andrea Musmeci, e l’avv. Mariagrazia Mammì dell’Ufficio Legale; per Rtv: l’editore Giuseppe Lamberti Castronuovo, amministratore unico di “Alfa-Gi Produzioni Editoriali Integrate srl”, il direttore responsabile di Reggio TV, Francesco Antonio Chindemi, e il fiduciario di redazione, Maria Melania Lingria.
L’azienda sta attraversando un momento di estrema criticità dovuto ai costi di gestione legati agli onerosi investimenti nel nuovo stabilimento di Campo Calabro che, da alcuni anni, risultano nettamente superiori ai ricavi, per via della contrazione del mercato pubblicitario, aggiuntasi alle vicende connesse alle interferenze ed all’assegnazione delle frequenze del digitale terrestre che, nell’estate scorsa, avevano avuto come epilogo la clamorosa decisione dell’editore Eduardo Lamberti Castronuovo di sospendere le trasmissioni.
Reggio TV, che occupa attualmente sette giornalisti con contratto nazionale Fieg-Fnsi, dopo aver dichiarato un’eccedenza di personale pari al 50 percento, ha accolto la richiesta del sindacato dei giornalisti che prevede il mantenimento di tutti i posti di lavoro, attraverso l’applicazione della cassa integrazione guadagni in deroga nella misura del 40% dell’orario con riduzione verticale (intere giornate non lavorate), ad esclusione del direttore, per il quale è stata concessa la deroga orizzontale al fine di garantire un adeguato controllo rispetto alla messa in onda dei contenuti prodotti per i notiziari.
La durata dell’ammortizzatore sociale è fissata in dodici mesi, prorogabili di ulteriori 12 dopo opportuna verifica delle parti sociali, e prevede che eventuali deroghe all’orario concordato, per essere valide, debbano essere sottoscritte dalle parti firmatarie dell’accordo.
Sindacato e azienda hanno, inoltre, convenuto sull’opportunità di un monitoraggio, con incontri periodici a scadenza trimestrale, al fine di verificare l’applicazione dello strumento che agevola il mantenimento dell’occupazione, salvaguardando le professionalità. L’azienda si è anche impegnata, nel caso di superamento della crisi, a richiamare il personale già impiegato alle precedenti condizioni contrattuali. In occasione dell’assemblea di Redazione, l’editore si è, infine, impegnato a soddisfare le spettanze arretrate nel più breve tempo possibile.

Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2013/02/16/cassa-integrazione-per-i-7-giornalisti-di-reggio-tv

Ore 05.45 - DELLA VALLE CONFERMA L'OFFERTA PER LA7.
L'imprenditore: «Serve tempo per studiare il dossier». La proposta: tra i soci anche i volti noti dell'emittente.
«Ho provveduto a far pervenire al Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia una nostra seria manifestazione di interesse riguardante l'acquisto di La7. Abbiamo richiesto al Consiglio di Amministrazione che ci venga concesso il tempo minimo necessario per studiare il dossier». Lo afferma in una nota Diego Della Valle. «Qualora venga accettata la nostra richiesta», aggiunge, «abbiamo predisposto ufficialmente l'accesso alla documentazione, peraltro già accordatoci, dato mandato alla banca d'affari ed allo studio legale e tributario, pronti a verificare in tempi brevi tutta la documentazione».
UN AZIONARIATO PIÙ ESTESO - «La mia idea», prosegue Della Valle, «è quella di riunire poi nell'azionariato un gruppo di persone che vogliano bene al nostro paese e che abbiano voglia di sostenere uno strumento di informazione importante, garantendone la totale autonomia, e di coinvolgere nell'azionariato professionisti che lavorano attualmente a La7 ed altri ancora che avranno voglia di partecipare a questo progetto. Per quanto mi riguarda l'iniziativa deve essere considerata anche come un impegno civile che tutti insieme, quelli che vi parteciperanno, prenderanno nei confronti del Paese e di tutti i Cittadini che considerano l'informazione seria e libera un grande strumento di democrazia». (Fonte: Agi)
Tratto da: http://www.corriere.it/economia/13_febbraio_16/la7-dellavalle-conferma



 16 FEBBRAIO 2013 - Sabato 

Ore 13.50 - LA7: TEMPO SCADUTO PER LE OFFERTE, MA ARRIVA LA PROPOSTA DI DELLA VALLE.
Blitz di Diego Della Valle nella vendita del canale televisivo La7.
L'imprenditore invierà questa mattina una lettera al presidente del consiglio di amministrazione di Telecom Italia Media, la società che controlla il canale televisivo La7, e al consiglio di amministrazione di Telecom Italia per segnalare che accetta le condizioni per l'accesso alla «data room» in modo da poter formulare l'offerta d'acquisto nel più breve tempo possibile. Della Valle, che sarà seguito da Bnp Paribas, si presenterà come capofila di alcuni imprenditori e l'offerta potrebbe essere allargata anche ai dipendenti «star» del canale tv.
Siamo oltre il filo di lana: la possibilità di presentare delle proposte di acquisto terminava ieri alle 18 e già dopodomani, su richiesta dei soci di Telco, il gruppo telefonico ha in agenda un consiglio di amministrazione per chiudere presumibilmente l' affaire . La vendita del ramo televisivo si trascina in effetti da tempo con due schieramenti: il primo, quello del presidente, Franco Bernabè, che non vuole vendere a tutti i costi o, in altri termini, non vuole «svendere». L'altro, quello dei soci di Telco che hanno già diversi grattacapi, che vorrebbero liberarsi dell'asset non centrale nelle attività di un'azienda di telecomunicazioni.
La settimana finanziaria, a dire la verità, non è stata favorevole al partito del «rinvio»: Telecom ha appena subìto un declassamento da parte dell'agenzia di rating Moody's, mentre Standard & Poor's ha messo sotto osservazione il debito monstre del gruppo (40 miliardi lordi, circa 30 netti). Si tratta ora di capire se la discesa in campo dell'imprenditore delle Tod's (e azionista di Rcs MediaGroup, la società editrice del Corriere ) e della sua cordata riuscirà a fermare la clessidra. Che, in questo caso, non è solo un modo di dire: Clessidra è infatti il fondo di Claudio Sposito che fin dall'inizio ha mostrato il proprio interesse in concorrenza con Urbano Cairo, concessionario storico di La7 dal 2002. Le loro proposte sono state considerate inadeguate nei precedenti consigli. Si tratta ora di capire cosa ci sia nelle buste presentate dagli advisor ieri. Cairo ha fatto un'offerta solo per La7 e La7d.
Il ragionamento è che così facendo l'imprenditore libererebbe il gruppo Telecom Italia Media dai due rami d'azienda che hanno perso grosso modo 100 milioni l'anno nell'ultima decade. In cambio Cairo avrebbe un contributo al risanamento inferiore alle perdite di un anno mentre lascerebbe al gruppo i tre multiplex il cui valore (considerando un possibile ebitda di 50 milioni già dal prossimo anno e con un moltiplicatore pari a sei/sette) potrebbe aggirarsi sopra i 300 milioni. Dall'altra parte Clessidra potrebbe offrire 10 milioni per il 75% di Telecom Italia Media e 80 milioni in rate come copertura di parte dei debiti. Il tutto al netto di un interesse di Europa7 emerso negli ultimi giorni.

Tratto da:
http://www.corriere.it/economia/13_febbraio_16/la7-offerte-della-valle

Ore 11.40 -  PIEMONTE  - MUX TELECUPOLE (PIEMONTE): ARRIVANO TERRAMIA E VETRINA ITALIA.
UHF 23-42 Mux TELECUPOLE (PIEMONTE)
Fa il suo ingresso anche in Piemonte il canale dedicato ai documentari TERRAMIA (LCN 623), emittente già presente nel mux TELECUPOLE (LIGURIA); in video, antecedente il logo di TERRAMIA, è presente anche la scritta TCP, acronimo di Tele Cupole Piemonte. L'emittente di Cavallermaggiore (CN) inserisce nel suo flusso anche un inedito canale nominato in epg VETRINA ITALIA (LCN 605) privo in video di un proprio logo. Escono di scena Telecupole piu 1 (LCN 623) e RETE 55 (LCN 634). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux TELECUPOLE (PIEMONTE). Consulta anche la griglia dei canali e la composizione del mux TELECUPOLE (LIGURIA).





Ore 10.00 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETECAPRI: PARTITE LE TRASMISSIONI DI DINAMICA.
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
Ieri sera alle ore 21.00 sono iniziate le trasmissioni del nuovo canale DINAMICA, con LCN 120. La programmazione dell'emittente dedicata al mondo delle moto, delle auto, della nautica e dell'aviazione, come annunciano dalla loro pagina di Facebook, sono in fase sperimentale e partiranno ufficialmente il prossimo 27 febbraio e al più presto sarà sintonizzabile anche con un'altra numerazione LCN, la 249. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETECAPRI.






 15 FEBBRAIO 2013 - Venerdì 

Ore 11.45 -  LOMBARDIA  - MUX TELEPACE (LOMBARDIA): ARRIVA BERGAMO TV.
UHF 39 Mux TELEPACE (LOMBARDIA)
Ha fatto il suo ingresso BERGAMO TV (LCN 17), al nome dell'emittente in epg sono stati aggiunti due puntini BERGAMO TV.., operazione che serve per distinguere il multiplex da cui è diffuso il canale. Anche VIDEOBERGAMO (LCN 85) e SPORTCHANNEL.IT (LCN 626) aggiungono i due puntini al nominativo, mentre RADIONUMBERONETV è ora identificata come RADION1TV.. (LCN 687). Eliminati ENTIeCOMUNITV (LCN 698) e Afri Radio, che erano prive di numerazione automatica. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEPACE (LOMBARDIA).





 14 FEBBRAIO 2013 - Giovedì 

Ore 23.45 - T.I. MEDIA: LE MANI DEL FONDO CLESSIDRA SU LA7.
ROMA (MF-DJ) – La7 va verso il Fondo Clessidra. La vendita dell’emittente controllata da Telecom Italia Media doveva gia’ avvenire nel corso del Cda di Telecom I. di giovedi’ scorso e gia’ in quell’occasione, a quanto scrive oggi la Repubblica, la maggioranza dei consiglieri si era espressa a favore della proposta del fondo di Claudio Sposito, preferendola a quella di Cairo. Il via libera, prosegue il quotidiano, e’ arrivato quando il presidente di Telecom Italia, Franco Bernabe’, ha chiesto ai consiglieri di amministrazione di Intesa Sanpaolo e Mediobanca una dichiarazione scritta del loro conflitto di interessi ai termini della legge Vietti del 2003. Intesa Sanpaolo e’ ufficialmente un advisor finanziario di Clessidra; Mediobanca ha assistito Telecom nella procedura di vendita. Per questo, i consiglieri Gaetano Micciche’, Elio Catania, Renato Pagliaro e Tarak Ben Ammar hanno preferito prendere tempo, probabilmente per consultare i legali. Il Corriere della Sera evidenzia che Franco Bernabe’ sarebbe orientato al rinvio della vendita. Alla base della decisione, anche una lettura politica: uscire da LA7 in piena campagna elettorale e soprattutto con questo grado di incertezza sul futuro governo, non sarebbe proprio una mossa ben vista da alcuni ambienti politici. Tanto piu’ che Sposito e’ considerato da alcuni come vicino a Silvio Berlusconi.

Tratto da: http://www.primaonline.it/2013/02/14/114379/timedia-le-mani-del-fondo-clessidra-su-la7


Ore 19.40 -  EMILIA-ROMAGNA  - IERI 13 FEBBRAIO: GIORNATA MONDIALE DELLA RADIO (DIMENTICATA).
Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato stampa.
"Pochi sanno che il 13 Febbraio 2013 si è celebrata la Giornata Mondiale della Radio. La data è stata istituita su iniziativa dell'Unesco nel 2011. I festeggiamenti principali si svolgono nella sede dell'organizzazione a Parigi. Proprio l'13 Febbraio del 1946 iniziarono le trasmissioni della Radio ONU.
In questa giornata l'Unesco dedica 24 ore alla Radio, in tutte le sue forme
e in tutte le sue epoche. Mi domando per quale motivo l'Italia, e soprattuto Bologna, patria di Guglielmo Marconi, l'attenzione a tale evento è stata scarsa, se non inesistente, pertanto i cittadini, se non appassionati del tema, non ne sono venuti a conoscenza.
A Bologna non ho sentito parlare di tale evento... eppure mi risulta che la
radio sia nata proprio a Bologna.... Nella patria di Guglielmo Marconi c'e' poca attenzione: l'ultime dedicatagli, ad esempio, la dismissione della stazione ad onde medie a lui dedicata di Budrio.
Il 18 febbraio 2009, ventuno giorni dopo le Celebrazioni del Centenario del
Nobel conferito a Marconi, ebbero l'inaudita impudenza di abrogare definitivamente la Data Anniversario stabilita in Suo onore e perpetua memoria. Negare comunque un Anniversario all'Inventore della Radio o non celebrare la Giornata Mondiale della Radio, non può che nuocere al prestigio delle istituzioni culturali italiane.
Quindi è necessario e opportuno che siano celebrati entrambi per ricordare a
tutti gli italiani, ed ai giovani studenti in particolare, l'opera universale di Guglielmo Marconi, il primo italiano ad ottenere il Premio Nobel nella disciplina delle scienze fisiche."
Ex Centro Trasmittente ad onde medie di Budrio (Bo) voluto da Guglielmo
Marconi e a lui intitolato.
www.radiomarconi.com/marconi/budrio

Ore 19.25 -  VENETO  - DIGITALE E NUOVE TECNOLOGIE: SEMINARIO A CASTELFRANCO VENETO (TV).
La televisione cambia e con essa lo stile di vita dei trevigiani.
La rivoluzione dall’attuale UMTS o 3G al 4G, LTE (Long Term Evolution) negli standard di telefonia mobile e l'interferenza con il segnale del digitale terrestre: se ne parla sabato 16 febbraio 2013 all'Ipsia "Gallilei" di Castelfranco Veneto in un seminario regionale organizzato da Confartigianato ArcaCna e dagli studenti che hanno realizzato il recente studio sull'evoluzione della televisione e delle comunicazioni.
Saranno presenti Rai RaiWAY, Mediaset EiTowers, Antenna3, ReteVeneta, 7Gold, in rappresentanza Ministero delle Comunicazioni la fondazione Bordoni, alcune aziende di telecomunicazioni Televes spa, Fracarro Radioindustrie, Rower instrument e MyTek.
Il seminario è aperto ad operatori del settore, antennisti e agli utenti che si vedranno oscurare la TV.

Tratto da: http://www.trevisotoday.it/eventi/cultura/seminario-ipsia-castelfranco-veneto

Ore 18.40 -  VENETO  - REALIZZATA LA LISTA DELLE TV A CRESPANO DEL GRAPPA (TV) E LA COMPOSIZIONE DEI MUX LOCALI.
Nella sezione regionale VENETO IN DIGITALE abbiamo realizzato la lista delle tv ricevibili nella località di Crespano del Grappa, in provincia di Treviso . E' stata possibile pubblicarla grazie alla rilevazione effettuata da Andrea (AG BRASC), che ringraziamo per averci fornito tutti i dati, che ha trascorso alcuni giorni nella zona del Veneto orientale. Sono stati ricevuti i mux dai vari siti dei colli Euganei, Monte Venda, Monte Madonna, Monte Peraro, Monte Ventolone e Monte Gallo. Solo un multiplex è stato sintonizzato dalla postazione emiliana di Serramazzoni (Modena), sul VHF 06 il Mux DI.TV (EMILIA-ROMAGNA). Da segnalare che a Crespano del Grappa si riceve solo il mux 1 della Rai misto con Rai 3 Veneto (LCN 3) e Rai 3 Emilia-Romagna (LCN 123), RAI Mux 1 VENETO/EMILIA ROMAGNA sul VHF 05. Dei multiplex nazianali non era attivo l' UHF 57 del mux RETECAPRI. Si ricevono anche i due multiplex interregionali, uguali per composizioni e numerazioni LCN in alcune regioni del nord, sull' UHF 31 il mux STUDIO 1 e sull' UHF 45 il mux STUDIO NORD - TELEMONDO. Sull' UHF 59 invece c'è la versione regionale del secondo mux di CANALE ITALIA, CANALE ITALIA Mux 2 (VENETO), che differisce da quello sintonizzabile in Umbria e Lazio solo per la presenza del canale Serenissima sulla numerazione LCN 15, anzichè sulla 601. Inoltre la lista delle TV A CRESPANO DEL GRAPPA (TV) l'abbiamo implementata con la composizione di tutti i mux locali ricevibili e con le numerazioni LCN su cui si memorizzano i relativi canali che potete consultare cliccando sul nome del multiplex anche nell'elenco che vi alleghiamo qui sotto.



VHF 06 - Mux DI.TV (EMILIA-ROMAGNA)
VHF 10 - Mux TV7 LADY
UHF 21 - Mux TELE ALTO VENETO
UHF 22 - Mux 7 GOLD PLUS
UHF 23 - Mux ANTENNA 3 NORD EST
UHF 28 - Mux LA 9 (VENETO)
UHF 29 - Mux TRIVENETA (FVG)

UHF 31 - Mux STUDIO 1
UHF 32 - Mux TELEPADOVA (VENETO)
UHF 35 - Mux TELECITTA' PADOVA

UHF 39 - Mux TELECHIARA
UHF 41 - Mux TELEVENEZIA
UHF 42 - Mux RETEVENETA
UHF 43 - Mux TVA VICENZA
UHF 45 - Mux STUDIO NORD - TELEMONDO
UHF 46 - Mux TELEARENA
UHF 51 - Mux TELENUOVO (VENETO)
UHF 59 - CANALE ITALIA Mux 2 (VENETO)

Ore 16.00 -  TRENTINO  - RADIO: PRIMA VOLTA IN ITALIA FORUM RADIO DIGITALE WORLD DBM.
Ansa.it - Il futuro della radio digitale sara' in Trentino nel convegno 'Digital radio gets on board (La radio digitale sale a bordo)'. Per la prima volta in Italia, sara' a Riva del Garda dall'11 al 12 aprile, organizzato dal World Dmb, il forum globale dei professionisti della radio digitale, in collaborazione con Trentino Network, societa' a capitale pubblico che gestisce le reti per le telecomunicazioni presenti sul territorio provinciale e, su queste reti, fornisce servizi alle pubbliche amministrazioni del Trentino e agli operatori del mondo delle telecomunicazioni.
"La Provincia di Trento - afferma Trentino Network - e' stata scelta come location del convegno perche' e' la prima in Italia essere stata coinvolta dall'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) e dal ministero dello Sviluppo economico nel passaggio alla radio digitale secondo gli standard Eureka 147, il progetto che si occupa di favorire il passaggio della radio alla tecnologia digitale Dab+. Saranno oltre 2.000 gli imprenditori italiani, attivi nel settore della radio, che prenderanno parte al convegno che si svolgera' in lingua italiana proprio per favorire la divulgazione delle informazioni sul mercato emergente.

Ore 15.45 - SCREEN SERVICE: NEL TRIMESTRE PERDITA NETTA DI 3,17 MILIONI DI EURO.
Adnkronos.it - Screen Service chiude il primo trimestre dell'esercizio 2012-2013 con una perdita netta di 3,17 milioni di euro, rispetto a un utile di 3,1 milioni nel periodo ottobre-dicembre del 2011. La societa' attiva nella produzione di apparati per la radiotrasmissione del segnale televisivo digitale, quotata a Piazza Affari, registra un Ebit negativo per 2,89 milioni, contro un dato positivo per 4,59 milioni nello stesso trimestre dell'esercizio precedente, e un Ebitda negativo per 2,05 milioni, contro il dato positivo per 5,5 milioni.
Il fatturato consolidato scivola a 6,03 milioni da 16,73 milioni. A fine dicembre l'indebitamento finanziario netto e' di 43,01 milioni, in aumento rispetto ai 38,81 milioni della fine del settembre precedente. Alla luce dei risultati del trimestre il cda della societa' il Consiglio ha chiesto al consigliere delegato Valentino Bravi di predisporre un piano di azione per recuperare redditivita' gia' nell'esercizio in corso.


Ore 13.30 -  PIEMONTE  - MUX STUDIO NORD TV: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 34 Mux STUDIO NORD TV
Noi della redazione dell' ITALIA IN DIGITALE aspettavamo (volutamente) ad aggiornare la composizione di questo multipex, per il seguente motivo: lo scorso dicembre alcuni canali avevano aggiunto alla propria denominazione in epg la scritta PROVVISORIO, ebbene abbiamo atteso la riassegnazione delle frequenze, il successivo riassetto e le conseguenti riorganizzazioni, ma due mesi e mezzo dopo essi sono ancora presenti e il "PROVVISORIO" non è ancora stato eliminato. Pertanto dopo i vostri continui solleciti provvediamo ad aggiornare (in maniera provvisoria) la composizione del mux Mux STUDIO NORD TV, segnalando che R.CANAVESE (LCN 73), TELEGRANDA (LCN 74), E21 T.TORINO (LCN 93) e R. ST-VINCENT (LCN 186) aggiungono tuttora all'epg, come detto, la scritta PROVVISORIO. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux Mux STUDIO NORD TV.

Mux STUDIO NORD TV - Z@pping TV


Ore 11.20 - SKY ITALIA VUOLE LA REVISIONE DEI CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE NUMERAZIONI CANALI (LCN).
MILANO (MF-DJ)--Sky, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, avrebbe in mente di chiedere, in modo deciso, una revisione dei criteri di assegnazione alle televisioni semigeneraliste che occupano i tasti che vanno dal 20 al 30 del telecomando.
Un'idea che, se realizzata, comporterebbe un mezzo terremoto tra colossi del calibro di Mediaset (che e' in quella fascia con Iris) e Rai. Il colosso di Rupert Murdoch, guidato in Italia da Andrea Zappia, pare abbia deciso di tornare ad attaccare a testa bassa il Biscione dopo una sorta di tregua armata. Alcune voci di corridoio segnalano che NewsCorp, che si considera generalista della nuova piattaforma televisiva e che quindi vorrebbe il tasto 10 o 9 del telecomando, ha tentato di far passare la proposta di una numerazione a tre cifre, esattamente quella che esiste sul satellite dove opera in regime pressoche' di monopolio. Su questo punto gli uffici dell'Agcom non sarebbero pero' propensi a rivedere un provvedimento che comunque risulta di difficile fattura: da una parte, si devono seguire le indicazioni della giustizia amministrativa, che ha ritenuto non corretta l'assegnazione dei tasti 8 e 9; dall'altra, l'Authority deve contenere l'ondata di proteste delle televisioni locali che non vogliono restare solo nella prima fascia di canali che vanno dal 10 al 19.

Tratto da: http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news


Ore 10.00 -  LIGURIA  - RUBANO MATERIALI TECNICI DELLE STAZIONI TV: DANNI PER MIGLIAIA DI EURO.
Ennesimo furto di materiali tecnici in stazioni televisive del Levante Ligure. I furti sono avvenuti nelle postazioni di Cogorno e Costa dei Mosti poi a San Nicolao, sul passo del Bracco, e infine a Moneglia, al confine fra le province di Genova e la Spezia. Danni per migliaia di euro sono stati procurati alle emittenti Tele Genova, Entella Tv, Tele Pace, Tele Nord e La7. In tutti i casi sono state asportate apparecchiature specifiche per la trasmissione.
Tratto da: http://www.cittadellaspezia.com



 13 FEBBRAIO 2013 - Mercoledì 

Ore 19.50 -  MARCHE  - MUX TVRS: ARRIVA RADIO CUORE SU YOU TVRS.
UHF 43 Mux TVRS
Da qualche giorno il canale YouTvrs, con LCN 675, ha iniziato a trasmettere l'audio di Radio Cuore e da oggi il video non è più a schermo nero ma c'è un cartello con tre loghi della radio. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TVRS.




Ore 17.15 - ELEZIONI: GRILLO DOMENICA IN TV IN DIRETTA SU SKY E CIELO.
AGI.it - Beppe Grillo sbarca in televisione, dopo le molte piazze italiane toccate con lo Tsunamitour. "Domenica 17 andro' in tv" annuncia lo stesso Grillo su twitter. Il leader del M5S, spiega lo stesso Grillo, darà un'intervista di 30 minuti in diretta dal camper su SKYtg24 alle 20.30 e su Cielo, in chiaro, alle 21.



ANSA.it - "Sono molto contenta che Beppe Grillo abbia accettato il nostro invito. Grazie alla sua presenza a Sky TG24 garantiamo ai nostri telespettatori un'informazione davvero completa". Cosi' il direttore di SkyTg24, Sarah Varetto, commenta l'annuncio di Beppe Grillo del suo ritorno in tv domenica 17 con un'intervista di 30 minuti su SkyTg24, in diretta dal suo camper. "Abbiamo ospitato tutti i leader e protagonisti di questa campagna elettorale - prosegue Varetto -. Ci mancava solo lui".
Sky TG24 ricorda che quella di Beppe Grillo sara' "la prima apparizione in diretta televisiva, unica finora nel corso di questa campagna elettorale". L'intervista, condotta da Fabio Vitale, andra' in onda sul canale all news alle 20.30 e trasmessa in differita alle 21.00 anche su Cielo.



Ore 17.00 -  CAMPANIA  - IL 3D SBARCA SUL DIGITALE TERRESTRE DI TELECAPRI: NUOVO PRIMATO PER L’EMITTENTE DEI FARAGLIONI.
Dopo lo storico passaggio alla tecnica di trasmissione in digitale terrestre, TeleCapri, leader storica in Auditel in Campania e tra le prime Tv locali in Italia, ha avviato un graduale percorso di sviluppo diviso su due binari: miglioramento qualitativo del palinsesto e innovazione tecnologica grazie al nuovo sistema di trasmissione.
Sul primo, sono già entrati a far parte della corposa cineteca dell’emittente caprese numerose pellicole, le più gettonate dal genere drammatico a quello comico, con successi già accreditati negli ultimi quattro anni.
Sul versante tecnologico, dopo importanti studi e pianificazioni strategiche, è di questi gioni la notizia dell’avvio ufficiale su TeleCapri e su altri canali del proprio multiplex della sperimentazione delle trasmissioni in tecnica 3D, ossia di immagini tridimensionali. Grazie ad un sistema innovativo ed unico nel suo genere messo a punto dall’ingegnere Pietrangelo Gregorio, storico esperto del settore televisivo già noto dai tempi della tv via cavo, dall’introduzione della stereofonia fino ai giorni nostri, la visione in tre dimensioni potrà essere possibile sui televisori di nuova generazione già predisposti per il 3D oppure sugli apparecchi tradizionali grazie all’utilizzo dei classici occhialini in plastica blu e rosso.
Sono in corso, inoltre, accordi con negozi di elettronica di consumo per la distribuzione degli occhialini per la visione in 3D sui televisori che non supportano tale tecnologia. Con questa importante novità sul piano tecnologico TeleCapri vuole, non solo confermare, ma rafforzare la sua posizione di leader storica nel panorama televisivo locale offrendo qualità e innovazione assolutamente incomparabili sul piano concorrenziale. Una novità che a breve comporterà importanti sviluppi nel già ricco palinsesto.
Al momento i programmi-test sono visibili tutti i giorni dalle 8:30 alle 9.00 e dalle 10:30 alle 11:00. Dal 5 febbraio TeleCapri è visibile sul n. 17 del telecomando (LCN). Per rendere effettiva la visione su questa posizione è necessario risintonizzare il proprio decoder-tv.
Tratto da: http://www.telecaprisport.it


 12 FEBBRAIO 2013 - Martedì 

Ore 23.50 -  LAZIO  - MUX TELEVITA: ARRIVA ITALIA CHANNEL, VA VIA E'TV EMILIA ROMAGNA.
UHF 41 Mux TELEVITA
E' arrivato un nuovo canale, si tratta di ITALIA CHANNEL, inserito con la numerazione LCN 228. E' stato eliminato E' TV Emilia Romagna, che aveva la LCN 672. Non sta trasmettendo più ITALIA + (LCN 132), c'è in onda uno schermo nero con la scritta in alto a sinistra No signal. Inoltre sono a schermo nero anche Napoli Tivu' (LCN 80) e Tele Luna (LCN 680). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@èèing TV del mux TELEVITA.






Ore 22.45 -  LOMBARDIA  - MUX RETE 55 (LOMBARDIA): OTTO FM TV SU LA 6.
UHF 42 Mux RETE 55 (LOMBARDIA)
Il canale televisivo 8 FM TV che trasmetteva H24 videoclip anni '80, come detto nelle nostre news dei precedenti giorni, ha cessato le trasmissioni. Sono molti i messaggi presenti sulla bacheca facebook dell'emittente, www.facebook.com/pages/8-FM-TV, tutti chiedono a gran voce che il canale venga riattivato. Al momento la programmazione di 8 FM TV continua H24 in streaming (anche se ieri era offline), http://webtv.ottofm.tv. In alcune fasce orarie (nelle ore notturne e nel tardo pomeriggio) 8 FM TV è in onda su LA 6 (LCN 86). Per chi si accontenta...







Ore 22.20 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1 / MUX 2: CANALE ITALIA 2 SU ITALIA 156.
UHF 28-30-39-42-45-46-53 CANALE ITALIA Mux 1
UHF 22-53 CANALE ITALIA Mux 2 / UHF 59 CANALE ITALIA Mux 2 (VENETO)
Ritorna in onda il logo di CANALE ITALIA 2, infatti su ITALIA 156, presente su CANALE ITALIA Mux 1 con LCN 156 e 282, e su CANALE ITALIA Mux 2 solo con LCN 156, è stato inserito sopra a quello di ITALIA 156 che è stato rimpicciolito.






Ore 21.40 - PAPA: ASCOLTI RECORD PER TV2000.
Ansa.it - ROMA - Record di ascolti per Tv2000 (canale 28 del digitale terrestre, 142 di Sky e in streaming sul sito www.tv2000.it). Ieri, nel giorno dell'annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI dal soglio pontificio, l'emittente, che ha seguito in diretta la cronaca dell'evento, ha registrato uno share medio dello 0,95% conquistando, nell'intera giornata, quasi 4 milioni di contatti, oltre 220 mila al minuto medio. Ascolti all'1,64% proprio al mattino, tra le 9 e le 14, fascia oraria in cui la notizia e' stata diffusa. Gli spettatori che a quell'ora hanno seguito la diretta di Tv2000 - in studio anche il direttore Dino Boffo - sono stati oltre 950 mila. Risultati importanti conseguiti anche nella fascia pomeridiana che ha registrato picchi del 2,88% con 474 mila spettatori.

Ore 06.25 -  ABRUZZO  - MUX RTVA: ARRIVANO TELEAMBIENTE ABRUZZO E TRE COPIE DI RETE AZZURRA.
UHF 33 Mux RTVA

Sono stati aggiunti nel mux RTVA, che trasmette solo dalla postazione di San Silvestro a Pescara, quattro nuovi canali: TELEAMBIENTE ABRUZZO, con LCN 78, che per il momento è a schermo nero; RETE AZZURRA 2, con LCN 189; RETE AZZURRA 3, con LCN 299; RETE AZZURRA 4, con LCN 670. Questi ultimi tre ripetono la programmazione di RETE AZZURA (LCN 87). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali del mux RTVA.



 11 FEBBRAIO 2013 - Lunedì 

Ore 17.00 -  TRENTINO  - REALIZZATA LA LISTA DELLE TV A BRESSANONE (BZ) E LA COMPOSIZIONE DEI MUX LOCALI.
Nella sezione regionale TRENTINO ALTO ADIGE IN DIGITALE abbiamo realizzato la lista dell tv ricevibili nella località di Bressanone (BZ). L'abbiamo inoltre implementata con la composizione di tutti mux delle emittenti locali, oltre quelle nazionali, le potete visualizzare cliccando sul nome del multiplex qui sotto o nella lista delle TV A BRESSANONE (BZ).
Ringraziamo Andrea (AG BRASC) che ci ha fornito tutti i dati dei multiplex, elenco emittenti e numerazione LCN, che ha rilevato durante la sue ferie trascorse alcuni giorni fa nella cittadina in provincia di Bolzano.
Sono stati sintonizzati 167 TV SD, 6 TV HD e 18 Radio, includendo tutti i mux locali e nazionali ricevuti dalla vicina postazione di Plose.






UHF 27 - RAS Mux 3
UHF 29 - Mux VIDEOBOLZANO 33
UHF 31 - Mux TCA
UHF 32 - Mux TELEPADOVA (TRENTINO)
UHF 34 - RAS Mux 1

UHF 45 - Mux RTTR
UHF 51 - RAS Mux 2
UHF 59 - RAS Mux 4



Ore 15.40 -  MUX NAZIONALI  - RETE A MUX 1: DIMISSIONI DEL PAPA, CIELO CAMBIA PROGRAMMAZIONE E RIMANE COLLEGATA CON SKY TG24.
UHF 32-44-46 RETE A Mux 1
In occasione dell'annuncio odierno delle dimissioni del Papa il canale cielo (LCN 26) modifica il proprio palinsesto, come annuncia in un ticker che scorre di continuo in sovraimpressione in basso, interrompe la normale programmazione e rimane collegata per trasmettere le dirette informative del canale satellitare SKY TG24. Inoltre il logo di cielo è stato spostato in alto a sinistra sotto quello di SKY TG24 e con l'aggiunta della scritta live.




Ore 01.15 -  LAZIO  - MUX GOLD TV: RIPRISTINATA LA NUMERAZIONE LCN A STUDIO ITALIA E TV7 TRIVENETA.
UHF 46 Mux GOLD TV
Sono state ripristinate le numerazioni LCN ai canali STUDIO ITALIA, che torna sintonizzbile sulla LCN 225, e TV7 Triveneta Net, che si riposiziona sulla LCN 642. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux GOLD TV.