Da Lunedì 10 a Domenica 16 GIUGNO 2013











COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.


Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.
















 AVVISO: COME POTER RICEVERE TOPCRIME SUL CANALE (LCN) 39 

UHF 36 (Sardegna UHF 46) MEDIASET Mux 2
Molti nostri lettori ci scrivono che non riescono a vedere TOPCrime sul canale (LCN) 39. Ecco come fare.

Per poter ricevere TOPCrime (numerazione automatica LCN 39 - frequenza di trasmissione UHF 36) si consiglia di cancellare la attuale lista canali, effettuare una nuova risintonizzazione, controllare dal menu del decoder o tv se è attiva la numerazione automatica; controllare sempre dal menu il livello di segnale sulla frequenza UHF 36 (594.0 Mhz) del mux MEDIASET 2. Inoltre controllate nell'elenco dei canali se ricevete Cartoonito posizionato al numero 46, emittente trasmessa dallo stesso provider (mux) e quindi sulla stessa frequenza. Se ricevete Cartoonito allora dovete ricevere per forza anche TOPCrime. E' possibile che in diversi modelli di tv o decoder non si vada a posizionare sul numero 39 ma in un'altra numerazione pertanto controllate tutta la lista dei canali.
Il mux
MEDIASET 2 è trasmesso in quasi tutte le postazioni dove è attivo il mux MEDIASET 4 UHF 49 (698.0 Mhz), che contiene le emittenti generaliste Rete4 (LCN 4), Canale5 (LCN 5) e Italia1 (LCN 6).
La differenza è che il mux
MEDIASET 2 (UHF 36) è trasmesso in BANDA IV UHF (21>37), mentre il mux MEDIASET 4 (UHF 49) è trasmesso in BANDA V UHF (38>69). In molte zone, in particolare nella zona di Milano, gli impianti di antenna e di conseguenza le centraline, sono predisposti per ricevere i canali "privati" in quinta banda (si trattava di una disposizione in uso ai tempi della tv analogica) pertanto la frequenza UHF 36 viene tagliata fuori. In questi giorni stiamo ricevendo da tutta Italia e in particolar modo dalla Lombardia numerosissime mail di utenti che lamentano il medesimo problema. In ultima analisi potete provare a chiedere (se siete in un condominio con impianto centralizzato) ai vostri vicini di casa se loro lo ricevono, ma se non c'è verso di vederlo dovreste chiamare un tecnico antennista specializzato che aggiorni l'impianto di antenna.
Questi i canali trasmessi insieme a TOPCrime nel mux MEDIASET 2:
27 - ClassTV MSNBC
32 - QVC
34 - Mediaset Extra
35 - Mediaset Italia Due
39 - TOPcrime
40 - Boing

46 - Cartoonito
49 - Coming Soon Television

Se prima vedevate For you sul 39 con ottimo segnale è perchè era trasmesso su un'altra frequenza (nel mux RETE A 1) e non in quella di TOPCrime (mux MEDIASET 2).
Alcuni utenti, crediamo pochissimi, potrebbero avere ancora attivi dei vecchi registratori VHS, non fate passare il cavo di antenna in questi apparecchi, poichè di solito erano tarati per essere visti appunto sulla frequenza UHF 36 e potrebbero annullare il segnale del mux MEDIASET 2. Aggiungiamo inoltre per gli utenti della Lombardia che se vedete BOING (LCN 40) scritto tutto maiuscolo, non è detto che riceviate anche TOPcrime, visto che BOING è trasmesso anche dal provider (mux) TELECITY (LOMBARDIA) sull' UHF 45 in quinta banda appunto.
Infine ricordiamo che in Sardegna il mux
MEDIASET 2 è trasmesso in quinta banda, sulla frequenza UHF 46 (674,0 Mhz), la medesima banda del mux MEDIASET 4 UHF 52 (722.0 Mhz).
Sulla nostra pagina Facebook è attiva la discussione degli utenti sulla
ricezione di TOPcrime.

Ulteriori consigli da parte di Massimo di Cavriago (Reggio Emilia): per esperienza personale avevo lo stesso problema citato da diversi utenti. Ho provato in due modi: fare un reset di fabbrica con LCN attivato. L'altro modo è: alcuni decoder o TV hanno come opzione "lista canali rimossi nel cestino", controllare che all'interno di questa opzione non ci sono canali e se ci sono cancellarli. Se all'interno del cestino esiste 39 For you anche facendo una scansione TOPcrime non risultera' mai, in quanto il decoder mantiene in memoria il vecchio 39 For you . Bastera' cancellarlo poi fare una scansione manuale sulla frequenza UHF 36.



Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 16 GIUGNO 2013 - Domenica 

Ore 23.00 -  MUX NAZIONALI  - RETE A MUX 1 E MUX 2: LOGO MODIFICATO PER LA EFFE - RTV.
UHF 32-44-46 RETE A Mux 1
UHF 27-33-42-54 RETE A Mux 2
Sono stati leggermente modificati i due loghi di LaEFFE - RTV presente nei due multiplex di RETE A (Mux 1 con LCN 50 e Mux 2 senza LCN). Per la precisione è stato spostato quello di RTV che è stato inserito, e quindi unificato, sotto quello di LaEFFE in alto a destra. Inoltre su LaEFFE - RTV - Provvisorio, senza LCN nel RETE A Mux 2, passa in sovraimpressione un ticker che annuncia che da domani, lunedì 17 giugno, LaEFFE - RTV cambia frequenza. Quindi questa copia provvisoria verrà eliminata e, per chi non l'avesse ancora fatto, occorre risintonizzare i tv e decoder per memorizzare nella posizione LCN 50 LaEFFE - RTV del RETE A Mux 1.








 15 GIUGNO 2013 - Sabato 

Ore 19.10 -  FRANCIA  - SPECIALE FRANCIA IN DIGITALE: I CANALI DEL MUX TNT 2.
Mux TNT 2
In questa terza puntata dedicata allo SPECIALE FRANCIA IN DIGITALE, nella lista delle emittenti TV che si ricevono nella località francese di NIZZA, inseriamo le immagini, i dettagli dei relativi loghi, i parametri tecnici e la composizione attuale del mux TNT 2 (Tèlèvision numèrique terrestre). Sono presenti 6 canali TV:


8 - D8
14 - France 4
15 - BFM TV
16 - i>TELE
17 - D17
18 - Gulli




Inseriamo di seguito la descrizione di questi sei canali e ti ricordiamo che puoi consultare la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TNT 2.

D8 (LCN 8)  www.d8.tv
Le trasmissioni iniziarono il 31 marzo 2005, in origine il canale era denominato Direct 8. La programmazione era basata principalmente su talk show in diretta. Con il passare del tempo sono stati introdotti anche film, documentari e sport. Dal 7 ottobre 2012 il canale cambia il nome in D8, passando nelle mani del gruppo Canal+ e arricchendo il palinsesto con l'aggiunta del telegiornale e di serie tv andate in onda su Canal+. Questa acquisizione ha portato ad un programma di sviluppo nel corso del 2012: con l'uso del catalogo del gruppo Canal + per il cinema, la fiction francese, ed alcuni eventi sportivi e culturali. Per essere all'altezza delle sue ambizioni, il gruppo Canal + sta aumentando gli investimenti nel palinsesto. Si passerà ad un budget attuale di 38 milioni di Euro ai 120 milioni nel 2015.


France 4 (LCN 14)  www.france4.fr
France 4 è un'emittente pubblica francese dedicata allo spettacolo. Nasce il 24 giugno 1996 col nome Festival e rinominata nel 2005 France 4, anno in cui inizia a trasmettere in digitale terrestre. I suoi programmi sono principalmente fiction, serie tv, concerti dal vivo e musica, ma non mancano anche alcuni eventi sportivi; la sua ambizione è quella di "divertire, creare un evento. Per scoprire e per passione." Dal 19 settembre 2011, il logo del canale si appoggia a sinistra in modo da differenziarsi dai suoi omologhi del gruppo France Télévision e per evidenziare il suo target giovane e anticonformista. France 4 è stato progettato come complemento dell'offerta degli altri canali di France Télévisions.



BFM TV (LCN 15)  www.bfmtv.com
BFM TV, acronimo di Businnes Frequency Modulation (in origine era un'emittente radiofonica) è nata il 28 novembre 2005, ed è un'emittente all news. Per quanto riguarda il suo stile e la presentazione, BFM TV si è ispirata ad alcuni canali anglosassoni come BBC World e all'americana CNN. All'esordio BFM TV contava su un organico di 60 giornalisti, mentre alla fine del 2008 ha all'attivo un totale di quasi 200 dipendenti, di cui 150 sono giornalisti. Appartiene al gruppo BFM TV NextRadioTV che possiede anche BFM business (business news radio) e RMC (Radio Monte Carlo in lingua francese).



i>TELE (LCN 16)  www.itele.fr
i>Télé è un'emittente del gruppo Canal +. Nasce il 4 novembre 1999 come un canale pay e si trasforma in un canale free dopo il suo arrivo sul digitale terrestre nell'ottobre del 2005. Dal 2008 assume la connotazione di emittente all news, il suo diretto concorrente è BFM TV (LCN 15).





D17 (LCN 17)  www.d17.tv
D17 è un canale televisivo francese edito dal gruppo Canal+, proprietario come detto prima, anche di D8. Nasce con il nome Europe 2 TV il 17 ottobre 2005 con programmi musicali, cartoni e serie tv indirizzate a un pubblico giovane. L'ultimo programma trasmesso da Europe 2 TV è stato il videoclip Happy Ending di Mika alle 23:56 del 31 dicembre 2007. Alla mezzanotte del 1º gennaio 2008 viene sostituito da Virgin 17. La programmazione inizia con un video introduttivo seguito dal videomessaggio di Richard Branson (boss della Virgin). Virgin 17 per quanto riguarda il palinsesto, mantiene la linea di Europe 2 TV, risultando quindi differente dall'italiana Virgin Radio TV, maggiormente incentrata sulla musica. Virgin 17 termina le trasmissioni il 31 agosto 2010. Alla mezzanotte del 1º settembre 2010 cominciano le trasmissioni di Direct Star, con il videoclip Alejandro di Lady Gaga. A differenza di Europe 2 TV e Virgin 17, che erano sotto la proprietà del Gruppo MCM, questo canale è nelle mani del gruppo Bolloré, già proprietario di Direct 8. Il 7 ottobre 2012 avviene l'ultimo avvicendamento: alle 20:45 del 7 ottobre 2012 il canale cambia il nome in D17, passando nelle mani del gruppo Canal+, mantenendo la sua vocazione di canale TV a target prettamente giovanile.


Gulli (LCN 88)  www.gulli.fr
Gulli, abbreviativo di Gulliver, è una tv frutto di una collaborazione tra France Télévisions ed il gruppo Lagardere, con programmazione interamente dedicata a cartoni animati, telefilm e programmi per bambini.





  SPECIALE - Terza puntata

 A cura di Andrea Pomilio & Riccardo Gaffoglio

 © L'ITALIA IN DIGITALE - Giugno 2013


Mux TNT 1B - Z@pping TV


Ore 14.55 -  TRENTINO  - AMPLIAMENTO COPERTURA RAS: I CANALI TRASMESSI DAL MUX 2.
UHF 51 RAS Mux 2
Continuiamo ad analizzare nel dettaglio le composizioni dei mux trentini della Radiotelevisione Azienda Speciale, oggi vediamo nel dettaglio i canali trasmessi dal RAS mux 2, con i dettagli tecnici e il relativo z@pping TV. Il multiplex contiene 6 canali tv:

93 - RAS SRF 1
94 - RAS SRF zwei
96 - RAS
Bayerisches Fernsehen Süd
97 - RAS Kika
98 - RAS arte
99 - RAS RSI LA1



La SRF (acronimo di Schweizer Radio und Fernsehen) è il network svizzero pubblico della Svizzera tedesca e Romancia, ed è un'azienda della SRG SSR (acronimo di Società svizzera di radiotelevisione). La SRF ha sede a Leutschenbach, un sobborgo a nord di Zurigo e al momento ha il monopolio nella copertura televisiva in tutta la Svizzera tedesca e nei territori romanci. Fino al 4 dicembre 2005 l'emittente si chiamava SF DRS: il nome era dato dall'unione di SF (Schweizer Fernsehen - Televisione Svizzera) e DRS (Deutsche und Rätoromanische Schweiz - Svizzera tedesca),

RAS SRF 1 (LCN 93)   www.srf.ch
SRF 1 è la prima televisione svizzera pubblica di lingua tedesca e svizzero tedesca. Nata il 7 aprile 1953 rimase fino al 1997, l'unica TV pubblica di lingua tedesca (nascerà poi SF zwei). Nel 2005 vengono delineati i ruoli di entrambe le emittenti, trasformando SF1 in un canale generalista per tutte le età. Il 16 dicembre 2012 SF 1 è diventata SRF 1.





RAS SRF zwei (LCN 94)   www.srf.ch
SRF 1 è la seconda televisione svizzera pubblica di lingua tedesca e svizzero tedesca. Nasce il 1º settembre 1997 e ripropone i programmi di SRF 1 ad orari diversi da quelli ufficiali di messa in onda; ad oggi SRF zwei, oltre a svolgere questa funzione, si offre come punto d'intrattenimento per quanto riguarda i programmi per i bambini e le serie televisive statunitensi. L'emittente, originariamente chiamata SF2, ha cambiato nome e logo il 12 dicembre 2005, passando da una forma composta da rettangoli ad un logo composto da un quadrato giallo contenente il logo SF ed una scritta dello stesso colore del quadrato riportante zwei.



RAS Bayerisches Fernsehen Süd (LCN 96)   www.br.de
La Bayerischer Rundfunk (BR) è l'emittente radiotelevisiva pubblica locale del Land (lo stato federale) tedesco della Baviera, ed è affiliata ad ARD. La sede principale è situata a Monaco di Baviera. Ad ARD sono affiliate altre otto emittenti regionali, oltre alla Deutsche Welle. La Bayerische Rundfunk si finanzia per l'84% tramite canone, per il 13% da altre entrate (ad esempio provenienti da concessioni, royalties industriali, proventi da beni materiali e finanziari) e per il 3% da pubblicità. L'ammontare del canone riscosso nel 2008 ammontava a circa 844,5 milioni di euro: il 60% del canone viene destinato alla programmazione televisiva, il 28% a quella radiofonica, l'8 viene investito nell'attrezzatura tecnologica ed il 4% nelle spese amministrative. Come in tutte le terze reti, quali ARTE, 3Sat, KiKA, Phoenix e BR-alpha, anche sul canale televisivo della BR non è permessa pubblicità. La sponsorizzazione dei programmi non è però considerata come tale e quindi è ammessa. Nel 2009 la Bayerische Rundfunk impiegava mediamente 2930 dipendenti e com'è di consuetudine nel settore, vi è un numero imprecisato di liberi professionisti che collaborano con BR. La sua sede principale è a Monaco di Baviera ed è dotata di studi televisivi a Freimann e Unterföhring, lo "Studio Franken" e lo studio regionale per la Baviera Orientale a Ratisbona e lo studio regionale "Mainfranken" a Würzburg; inoltre, la rete dispone di un ufficio di corrispondenza in 20 città. Ad Augusta, Kempten e Traunstein sono operativi più collaboratori, mentre in altri uffici come quelli di Bayreuth, Passavia o Rosenheim vi opera rispettivamente un solo corrispondente. La Bayerische Rundfunk dispone anche di alcuni studi all'estero, ad esempio a Roma, Vienna, Tel Aviv, Istanbul e Buenos Aires. C'è ancora un altro studio televisivo a Berlino allo Schiffbauerdamm. BR è l'unica emittente tedesca a possedere una funivia, quella sul Grünten, al servizio del ripetitore che si trova su questo monte alto 1.738 metri.




RAS Kika (LCN 97)   www.kika.de
Kika è un canale per bambini con sede a Erfurt in Germania. Kika è una joint venture dei canali televisivi nazionali pubblici ARD e delle sue affiliate : BR, HR, MDR, NDR, Radio Bremen, RBB, Saarländischer Rundfunk, SWR, WDR e ZDF. Il target dell'emittente è dai 3 ai 13 anni.





RAS arte (LCN 98)   www.arte.tv/de
Forse non tutti sanno che Arte è acronimo di Association Relative à la Télévision Européenne (Associazione Relativa alla Televisione Europea) è un canale culturale franco-tedesco a vocazione europea di servizio pubblico, nato nel 1992 da un trattato fra lo Stato francese e i Lander tedeschi. Si tratta di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) i cui due membri sono Arte France (France 3, Stato francese, Radio France e INA) e Arte Deutschland. Le trasmissioni di Arte sono iniziate nel maggio 1992 sulle reti via cavo francesi e tedesche. Lo stesso anno, in seguito alla fine delle trasmissioni di La Cinq, il Conseil supérieur de l'audiovisuel (CSA) ha attribuito ad arte, su domanda del governo francese, le frequenze analogiche lasciate vacanti sul quinto canale terrestre nazionale francese. A partire dal 28 settembre 1992, il canale culturale è stato trasmesso su questa rete dalle 19:00 all'1:00, fascia poi estesa fino alle 3:00. Arte è associata ad altri canali pubblici europei: RTBF in Belgio, SRG SSR in Svizzera, TVE in Spagna, TVP in Polonia, ORF in Austria, YLE in Finlandia, NPS nei Paesi Bassi, BBC in Gran Bretagna e SVT in Svezia. Arte è diffusa simultaneamente in diverse lingue in tutta Europa dalla sua sede di Strasburgo.


RAS RSI LA 1 (LCN 99)   www.rsi.ch
La RSI, acronimo di Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana, è un'azienda svizzera di servizio pubblico che produce e distribuisce programmi radiofonici e televisivi sull'intero territorio della Confederazione Svizzera ed è una filiale della SRG SSR. Fino al 1º marzo 2009 assumeva la denominazione di RTSI ed era suddivisa in TSI (Televisione svizzera di lingua italiana) e RSI (Radio svizzera di lingua italiana). Quest'ultima trasmette dal 1932; nei primi ricevitori valvolari era indicata come Radio Monteceneri. La sede operativa e il centro di produzione della Televisione sono situati a Comano (5 km a nord di Lugano). La sede della radio si trova a Lugano nel quartiere di Besso. RSI LA1, di carattere generalista (ha una quota di mercato del 23,7%; secondo i dati di Publicadata del 2006). Alla fine degli anni cinquanta l'azienda impiantò il proprio studio televisivo in un ex-deposito di tram del comune di Paradiso alla periferia di Lugano. Particolarità di questo studio era che la struttura tecnica utilizzata era quella della regia mobile. Essa era stata montata su di un vecchio autobus di linea opportunamente riallestito, parcheggiato nel piazzale adiacente. Telecamere, stativi, cavi, monitor ed impianto audio venivano smontati ogni qual volta la regia mobile era chiamata ad operare in esterno. Poi, al rientro, tutto veniva nuovamente reinstallato nello studio. Nella seconda metà degli anni sessanta, lo studio di Paradiso venne equipaggiato completamente e parallelamente venne inaugurata una nuova struttura di produzione in bianco e nero nel quartiere di Besso, in via Canevascini, adiacente agli studi della radio. Nel mese di settembre 1970 la TSI iniziò la produzione propria di programmi televisivi in diretta a colori, con la messa in esercizio di una nuova struttura di regia mobile con quattro telecamere. Con questa unità la TSI fu impegnata su diversi importanti fronti produttivi quali i mondiali di hockey a Ginevra, il Gala UNICEF a Losanna, la famosa Coppa Spengler, i mondiali di Bob a St. Moritz e i concerti pop a Montreux, per citare le manifestazioni più importanti. Nel corso dei primi anni settanta, quando in Italia vigeva ancora il monopolio delle trasmissioni radiotelevisive per la Rai, per i cittadini lombardi la televisione svizzera (chiamata informalmente La Svizzera) rappresentava l'unica vera alternativa. Il segnale copriva bene all'epoca anche la città di Milano, mentre negli anni successivi attraverso la ripetizione del segnale da parte dei primi "imprenditori dell'etere", la TSI giunse fino in Sicilia, introducendo con sette anni di anticipo rispetto alla tv italiana le trasmissioni a colori. Personaggi importanti della storia della televisione italiana come Corrado, Mina, Enzo Tortora lavorarono alla TSI. L'estate del 1975 fu molto importante per la TSI, una nuova unità mobile per riprese live a colori fu messa in esercizio e parallelamente alcune parti del nuovo centro di Comano furono consegnate pronte all'utilizzo. L'anno successivo (1976) venne realizzata una diretta televisiva dalle viscere del massiccio del San Gottardo per la caduta dell'ultimo diaframma di roccia del cunicolo di sicurezza del traforo autostradale. La completa messa in esercizio della struttura tecnica di Comano segnò una ulteriore pietra miliare nella storia della RSI. Il 24 luglio 2006, esattamente alle ore 12:45, la SRG SSR ha disattivato i propri ponti ripetitori analogici del Canton Ticino. Il Ticino è diventato in questa maniera il primo cantone svizzero a ricevere il segnale televisivo soltanto in formato digitale terrestre. L'interruzione definitiva delle trasmissioni analogiche era stata preceduta da una vasta e pervasiva campagna di informazione volta a rendere noto a tutta la popolazione l'imminente passaggio alla nuova tecnologia. Dal 24 luglio 2006 inoltre alcune emittenti locali italiane si adoperarono per includere nei loro bouquet digitali l'emittente LA1 in modo integrale per sopperire alla mancanza del segnale ufficiale elvetico. Tali emittenti furono diffidate direttamente dalla RSI di continuare la ripetizione in violazione degli accordi di copyright Internazionali.


RAS Mux 2 -Z@pping TV



 14 GIUGNO 2013 - Venerdì 

Ore 23.55 -  CALABRIA  - CANALE ITALIA TORNA ON AIR DAL MONTE PORO (VIBO VALENTIA).
UHF 46 CANALE ITALIA Mux 1
Dopo aver già parlato dei recenti lavori su M.Scrisi (RC) per il cambio di polarizzazione del segnale emesso dal proprio sito , Canale Italia (UHF46) ritorna anche su M.Poro (VV) lato sud dopo un assenza durata 10 mesi. La riattivazione del lato sud è avvenuta molto probabilmente a seguito dei lavori di correzione all’orientamento dei pannelli che irradiano il segnale per non far arrivare il proprio segnale sulla Sicilia. A conferma di ciò si segnala che l’intensità del segnale è notevolmente scesa rispetto allo scorso Agosto 2012 , data in cui è stato spento e si attesta sui seguenti valori : 53DbuV , 27,9 Db S/N , Ber 1.0 E-8. Si ringrazia Canale Italia per aver accolto i suggerimenti scritti in Aprile in quest’articolo.
Tratto da: http://www.diariotv.it/2013/06/11/canale-italia-il-ritorno

Ore 23.45 -  CALABRIA  - DATI AUDITEL LOCALI DI MAGGIO: VIDEOCALABRIA MOSTRA I MUSCOLI.
Come ogni mese ecco l’atteso spazio dedicato ai dati auditel relativi al mese passato.
Nel mese di maggio possiamo notare un’ inversione del trend al ribasso dei dati di ascolto visto nei mesi precedenti , con aumenti considerevoli di cui ne hanno giovato più o meno tutti.

Video Calabria 60.418 (547 am) / +11579 (+133)
Calabria TV 40.734 (344 am) / +1032 (-196)
TeleSpazio TV 43.280 (182 am) / +8494 (+62)
Ten 24.102 (331 am) / +7508 (+149)
RTI 24.395 (197 am) / +13119 (+93)
Calabria News24 6.874 (58 am) / +2119 (-12) 

  • Non contenta di risultare il network provider più dinamico sul territorio regionale, Videocalabria ha deciso di imporsi anche come operatore di contenuti con la sua rete ammiraglia (LCN13). Il mix di aumento di copertura avvenuto con le varie attivazioni di nuove postazioni per coprire più capillarmente la regione, una più attenta programmazione e la scelta di inserire nuovi programmi, quali “Mago Zurlì e i 44 gatti” o il finale della Liga Spagnola hanno permesso a Videocalabria un aumento di contatti e ascolti rispetto al mese scorso in maniera molto consistente +11579 (am+133), vincendo inoltre in tutte le fasce orarie sia come contatti che, tranne nella fascia 15-18, negli ascolti medi.
  • Sorpasso in famiglia al secondo posto con Telespazio TV che ha la meglio su Calabria TV , grazie al cospicuo aumento di contatti (+8494)  . Gli ascolti medi salgono invece di 62 unità. Gli aumenti toccano tutte le fasce orarie presenti tra le 09 e le 22:30.
  • Al terzo posto CalabriaTv che a causa del contenuto aumento di contatti (+1032) cede il secondo posto conquistato qualche mese fa , ma è però seconda negli ascolti medi (344) pur se con una lieve flessione rispetto al mese precedente (-196); vince la sfida degli ascolti medi nella fascia oraria 15-18. Il calo è dovuto nello specifico a problemi nelle fasce orarie 07-09 e 09-12 dove in precedenza riusciva a primeggiare.
  • Ritorna quarta RTI grazie ad un cospicuo aumento di contatti e ascolti medi +13119 (+93) , con miglioramenti in tutto l’arco della giornata.
  • Anche se per pochi contatti in meno , torna quinta Ten ma con miglioramenti nelle fasce orari presenti tra le 09 e le 22:30, specie tra le 12-15 dove risulta la seconda emittente più vista in quella fascia oraria. Inoltre l’emittente risulta terza negli ascolti medi giornalieri, pur risentendo in parte della non completa copertura del territorio.
  • Sesta Calabria News 24/Telespazio Studio 3 che fa qualche piccolo progresso nelle fasce orarie notture 20.30- 22.30 e 22.30 – 02 . Aumento nei contatti medi giornalieri ma lieve flessione negli ascolti medi +2119 (-12).

Al momento questa classifica è limitata alle sole emittenti elencate che sono sotto rilevamento auditel ; per una migliore elaborazione dei dati ed avere un panorama più completo degli ascolti in Calabria forse sarebbe il caso che emittenti come Esperia Tv , TeleMia, ReggioTv , Rtc  ecc. iniziassero a farsi rilevare , potendo usare inoltre i dati raccolti come un utile strumento per migliorare la propria programmazione.

In dettaglio riportiamo i dati completi , emittente per emittente.


07:00-09:00 09:00-12:00 12:00-15:00 15:00-18:00 18:00-20:30 20:30-22:30 22:30–02:00
8VideoCalabria
A.M.
4987
311
4.263
437
11.491
566
9.176
373
7.315
544
15.554
1548
17.668
994
CalabriaTV 2.234
157
1.771
55
4.204
157
6.271
889
2.525
90
13.233
701
11.005
518
RTI 2.489
280
659
17
5.446
283
3.234
96
3.284
319
5.954
534
6.303
259
TeleSpazioTV 1.979
142
3.170
244
5.440
171
5.971
111
4.140
214
14.671
564
9.829
175
Ten 915
28
1.636
41
5.681
395
2.700
140
1.412
39
5.936
225
4.550
474
Calabria
News 24
117
1
329
33
1.712
200
634
141
566
12
2.467
74
1.443
22

Tratto da: http://www.diariotv.it/2013/06/13/dati-auditel-di-maggio-videocalabria-mostra-i-muscoli

Ore 23.30 -  TRENTINO  - RAS: REALIZZATO LO Z@PPING TV DEI CANALI DEL MUX 1.
UHF 34 RAS Mux 1
Dopo aver inserito la griglia dei canali del RAS Mux 1 aggiungiamo anche lo z@pping TV che vi permette di visualizzare le immagini dei canali trasmessi e i dettagli dei loghi in onda sui 6 canali TV.

RAS Mux 1 -Z@pping TV


Ore 23.15 -  CALABRIA  - DALLA CALABRIA PARTE IL GRANDE PROGETTO NAZIONALE DI ITALIA NEWS 24.
Parte dalla Calabria il grande progetto Nazionale con sede principale a Lamezia Terme e sedi a Palermo – Catania – Napoli – Roma – Milano – Torino – Padova – Lecco.
Inizia sabato 15 Giugno 2013 la fase sperimentale del progetto nazionale Italia News 24 sul digitale Terrestre (LCN691 in Calabria),dopo l’esperienza della prima Radio telematica italiana Radio Jukebox, che ha portato il Gruppo Adn Italia ad essere Leader in 38 province Italiane ed a distinguersi in città importanti come Torino – Roma – Napoli – Bari – Palermo – Catania con oltre 400.000 ascoltatori al giorno e circa 6.000 richieste musicali al giorno.
i riparte adesso con la Tv all news , Italia News 24, informazioni 24 ore al giorno di cronaca ,attualità, sport , spettacolo ed altro ancora; molti redazionali sugli eventi più importanti che si svolgeranno in Italia e che porteranno su tutti gli schermi immagini esclusive e particolari.

Complimenti al Gruppo Adn Italia che, viaggiando in controtendenza rispetto alle altre realtà regionali raggiunge con il proprio segnale territori oltre il confine regionale Calabrese , con l’augurio di poter replicare con Italia News 24 il successo ottenuto con Radio Juke Box .

Tratto da:
http://www.diariotv.it/2013/06/14/dalla-calabria-parte-il-grande-progetto-nazionale-di-italia-news-24

Ore 15.00 -  FRIULI   EMILIA-ROMAGNA  - A FINE GIUGNO GLI INTERVENTI SUGLI IMPIANTI DEL FRIULI CHE INTERFERISCONO IN ROMAGNA.
C'è la Confederation Cup e non gli Europei, la cui mancata visione fece arrabbiare parecchi un anno fa, ma comunque Bisognerà attendere l'ultima settimana di giugno perché la Rai effettui gli interventi sugli impianti friulani che stanno creando problemi alla ricezione del digitale terrestre nel territorio riminese.
Il CORECOM dell'Emilia-Romagna ha scritto all’assessore provinciale Mario Galasso per aggiornarlo sulla questione del miglioramento della qualità del segnale Rai sul digitale.
La Rai, tra il 24 e il 25 giugno, effettuerà un intervento sugli impianti friulani di Udine, Pordenone Castaldia e Trieste Belvedere, attivando una nuova configurazione di rete che in sostanza, a regime, consentirà la cessazione della diffusione del multiplex che genera i problemi di interferenza nel nostro territorio.
Nelle prossime settimane, sulla base dei primi risultati dell’intervento in Friuli, sarà convocato il tavolo tecnico insieme a Rai e Regione Emilia-Romagna.

Tratto da: http://www.newsrimini.it/news/2013/giugno/14/provincia/digitale_terrestre._a_fine_giugno_gli_interventi_su_impianti_rai_in_friuli

Ore 14.00 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET MUX 2: RINOMINATO CLASS TV.
UHF 36-46 MEDIASET Mux 2
Il canale ClassTV MSNBC (LCN 27) è stato rinominato in ClassTv, anche se in onda è presente ancora la scritta msnbc sotto il logo.
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del MEDIASET Mux 2.





Ore 12.15 -  LIGURIA  - MUX TELECITTA': AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 41 Mux TELECITTA'
Aggiorniamo il provider ligure che si chiama ancora TELECITTA', ma i canali trasportati sono tutti del gruppo PRIMOCANALE, che da diverso tempo ha rilevato la rete di diffusione, che trasmette sulla frequenza UHF 41. Vediamo di seguito le emittenti presenti:

12 - Primocanale Sport
213 - Welcome
215 - Primocanale Sound
510 - Primocanale HD 
(trasmette in SD - Standard Definition)
- Primocanale


Per consultare i parametri tecnici e le immagini di tutti i canali trasmessi visualizza la griglia e lo z@pping TV del mux TELECITTA'.


Mux TELECITTA' - Z@pping TV


Ore 11.10 -  SICILIA  - MUX VIDEO REGIONE: ATTIVATO IL SEGNALE DA MONTE CAMMARATA.
UHF 34 Mux VIDEO REGIONE
L'emittente VIDEO REGIONE di Modica (Ragusa) amplia la copertura attivando il suo multiplex sulla frequenza UHF 34 dalla postazione di Monte Cammarata (Agrigento) per meglio servire le provincie di Agrigento, Caltanissetta, Palermo e Trapani. Vi riepiloghiamo qui sotto tutte le 14 postazione sparse nella regione in cui viene irradiato, più tre che sono in corso di attivazione. Potete consultarli anche nelle pagina dedicata con la griglia dei canali, i dettagli tecnici e lo z@pping TV del mux VIDEO REGIONE.

MONTE PELLEGRINO - Palermo
VILLA SETA - Agrigento
MONTE CAMMARATA - Cammarata (Agrigento)
CONTRADA CARMINELLO - VALVERDE (Catania)
MONTE SALVO - Enna > Attivazione in corso
MONTE CASAZZA - Messina
CONTRADA PATRO - Ragusa
MONTE ARCIBESSI - Chiaramonte Gulfi (Ragusa) > Attivazione in corso
CONTRADA MONSERRATO - Modica (Ragusa)
CAVA D'ALIGA - Scicli (Ragusa)
CONTRADA GUARDIOLA - Scicli (Ragusa)
VIALE ZECCHINO - Siracusa
CONTRADA SANT'ELIA - Avola (Siracusa)
MONTE LAURO - Buccheri (Siracusa)
MONTE BONIFATO - Alcamo (Trapani)
ERICE VETTA - Erice (Trapani) > Attivazione in corso
SANT'ANNA PIZZO ARGENTERIA - Erice (Trapani)


Ore 10.50 - MACEDONIA: COMPLETATO LO SWITCH-OFF AL DIGITALE TERRESTRE.
La Macedonia ha portato a termine il processo di migrazione al digitale terrestre avviato con le prime sperimentazioni cinque anni fa.
Attualmente la piattaforma digitale macedone garantisce otto canali gratuiti e 45 a pagamento, offerti attraverso il marchio "BoomTV" della compagnia One, che offre anche servizi di telefonia mobile, contava a fine 2012 circa 37.000 abbonati ed è di proprietà di Telekom Slovenije. Due dei multiplex attivi sul territorio sono gestiti dalla compagnia pubblica MRT e coprono la quasi totalità degli utenti, offrendo tre canali in standard definition ed uno in alta definizione; altri due includono cinque canali commerciali nazionali e 30 regionali e sono invece gestiti da One, rete con prospettive di espansione che raggiunge già il 92 per cento circa del territorio. Al fine di agevolare il processo di transizione, il Governo ha stanziato risorse a supporto delle famiglie a basso reddito ed i decoder acquistabili grazie a tali agevolazioni saranno circa 40.000 e copriranno l'8 per cento delle abitazioni. Nonostante l'avvio del processo di migrazione sia partito nel 2008, la diffusione del digitale terrestre sta avanzando lentamente e a fine marzo circa il 20 per cento degli utenti faceva ancora riferimento al sistema analogico. Lo switch-off ha comunque reso quella digitale la principale piattaforma di utilizzo della televisione in Macedonia, dove la tv via cavo raggiunge oltre il 30 per cento delle famiglie e quella via internet il 10, mentre è ancora decisamente in ritardo l'accesso alla tv via satellite, riservato a fine 2012 ad appena 1.300 famiglie. La Macedonia è la terza nazione della ex Jugoslavia a completare il processo di transizione al digitale terrestre, dopo Slovenia e Croazia. Analogo passaggio però è stato già avviato in Montenegro, mentre Serbia e Bosnia-Erzegovina sono ancora molto in ritardo.
Tratto da: http://www.regione.fvg.it/rafvg/comunicati

Ore 01.05 -  TRENTINO  - LA RAS AMPLIA LA SUA COPERTURA IN TRENTINO: REALIZZATA LA GRIGLIA DEI CANALI DEL MUX 1.
UHF 34 RAS Mux 1
La RAS - Radiotelevisione Azienda Speciale per la Provincia autonoma di Bolzano è un'azienda di servizio pubblico radiotelevisivo che ha per compito la diffusione sul territorio dell'Alto Adige dei programmi radiotelevisivi di lingua tedesca e ladina. Da qualche giorno la copertura dei 4 multiplex si è ampliata, il Consiglio della Provincia autonoma di Trento ha approvato una mozione per aumentare la copertura in Trentino, autorizzando RAS ad attivare il ripetitore di Cima Paganella a Terlago (Trento).


L'Italia in digitale, grazie alla collaborazione di Gabriele di Civezzano (TN), vi mostrerà la composizione di ciascun mux della RAS, inserendo, come stiamo facendo per la sezione FRANCIA IN DIGITALE, alcuni dettagli descrittivi dei canali trasmessi.

Vediamo nel dettaglio la composizione del RAS Mux 1, trasmesso sulla frequenza UHF 34, che contiene 6 canali tv:

87 - RAS ORF III
89 - RAS ORF 1
90 - RAS ORF 2
91 - RAS Das Erste
92 - RAS ZDF
95 - RAS 3sat



RAS ORF III (LCN 87)  http://tv.orf.at/orfdrei

RAS ORF 1 (LCN 89)  http://tv.orf.at/program/orf1

RAS ORF 2 (LCN 90)  http://tv.orf.at/program/orf2


La televisione austriaca ORF (Österreichischer Rundfunk)
L'ORF ha un ruolo predominante nei media austriaci, infatti l'Austria è stato uno degli ultimi paesi europei a permettere trasmissioni televisive private. Il monopolio dell'ORF durò fino al 2003, quando nacque il primo canale privato austriaco chiamato ATV. La ORF è stata lanciata il 30 settembre 1924 e si chiamava Radio Verkehrs AG. Nel 1938, quando l'Austria si univa alla Germania, cambiava nome in Großdeutscher Rundfunk. Dopo la fine della seconda guerra mondiale nel 1945 il Großdeutscher Rundfunk perse l'Austria e le emittenti radiofoniche si divisero in tanti diversi canali. Il 1º agosto 1955 questi canali austriaci diversi si univano in Österreichischer Rundfunk e da quel giorno nacque l'ORF e il primo canale televisivo. Nel 1961 nacque il secondo canale, ORF 2, mentre il primo gennaio 1969 iniziavano le prime trasmissioni a colori. Dal 1969 al 1974 ci fu la transizione dei programmi dal bianco e nero al colore che fu completata il 17 gennaio 1975. Sempre dal 1975 iniziano i programmi su scala locale delle 9 regioni austriache, con i notiziari che vanno in onda dalle ore 19:00 alle 19:20. Nel 1980 cominciano le prime prove del televideo austriaco, mentre nel 2006 l'ORF inizia la sperimentazione del digitale terrestre; la transizione termino' definitivamente in tutta l'Austria il 7 giugno 2011. Il 10 aprile 2007 ci fu il passaggio al formato panoramico 16:9, mentre Il 26 ottobre 2011 prese il via il canale ORF III che trasmette programmi di cultura e informazione.


RAS Das Erste (LCN 91)   www.daserste.de
L'emittente tedesca Das Erste (letteralmente "La Prima") che fa capo ad ARD, è la più importante rete generalista televisiva pubblica tedesca. Una curiosità: per questo canale esiste una rigida legislazione riguardo alla pubblicità che non può essere trasmessa dopo le ore 20 e non può interrompere le trasmissioni a parte (ad esempio) nella pausa tra i due tempi delle partite di calcio; inoltre la domenica non si possono trasmettere spot e comunque non possono essere diffusi più di 20 minuti totali di pubblicità al giorno.



RAS ZDF  (LCN 92)   www.zdf.de
L'emittente tedesca ZDF, Zweites Deutsches Fernsehen (letteralmente "Seconda Televisione Tedesca"), è una televisione pubblica finanziata dal canone e dalla pubblicità. L'emittente iniziò le trasmissioni il 1º aprile del 1963. Il canale trasmise il suo primo programma a colori nel 1967. Prima della riunificazione della Germania, ZDF, così come ARD, posizionarono buona parte dei loro ripetitori in località che permettessero la copertura di buona parte della Germania dell'Est, dove i canali erano visti, sia pure illegalmente, da buona parte della popolazione locale. Dal 2002 iniziano le sperimentazioni delle trasmissioni in digitale terrestre in molte zone della Germania. ZDF gestisce anche i canali KI.KA, arte, 3sat e Phoenix, ZDFneo (in passato ZDFdokukanal), ZDFinfo e ZDFtheaterkanal. Oggi la ZDF è il più grande network televisivo europeo e viene distribuito anche in Svizzera e Austria.

RAS 3sat  (LCN 95)   www.3sat.de
la tv tedesca 3sat è un canale televisivo pubblico generalista senza interruzioni pubblicitarie, appartenente alle aziende televisive tedesche ZDF e ARD, all'austriaca ORF e alla svizzera SRG SSR. 3sat nacque nel 1984 grazie all'accordo di collaborazione di 3 grandi aziende televisive, Zweites Deutsches Fernsehen, Österreichischer Rundfunk e Schweizer Fernsehen, con l'intenzione di creare un canale culturale in lingua tedesca sulla linea del canale francofono TV5MONDE, che già operava da qualche mese. Le trasmissioni cominciarono il 1º dicembre di quell'anno. Nel 1990 la Deutscher Fernsehfunk della Germania Est, cominciò a collaborare con le altre 3 aziende sino alla caduta del Muro di Berlino. Con la riunificazione della Germania, la DFF cessò di esistere uscendo definitivamente dal gruppo il 31 dicembre 1991. Il 1º dicembre 1993 in seguito alla fine delle trasmissioni del proprio canale culturale Eins Plus, la ARD decise di incorporarsi a 3sat.


 13 GIUGNO 2013 - Giovedì 

Ore 20.10 -  SICILIA  - MUX TV EUROPA PALERMO: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E REALIZZATO LO Z@PPING TV.
VHF 10 Mux TV EUROPA PALERMO
Nella lista delle tv che si ricevono a PALERMO abbiamo aggiornato la griglia dei canali e abbiamo realizzato lo z@pping TV con le immagini dei canali trasmessi dal mux TV EUROPA PALERMO, che trasmette sulla frequenza VHF 10 dalla postazione del monte Pellegrino a Palermo. Il multiplex è composto da quattro emittenti tv e una radio: TV EUROPA C87 (LCN 87);  TELESUD C91 (LCN 91); Telejato C273 (LCN 273); TV EUROPA + 1 C620 (LCN 620); Radio SHOW (LCN 890), recentemente arrivata in questo multiplex. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TV EUROPA PALERMO.





Mux TV EUROPA PALERMO - Z@pping TV


Ore 16.30 -  LIGURIA  - MUX TELECUPOLE (LIGURIA): IN ONDA ALCUNI LOGHI CON LE LCN DEL PIEMONTE.
UHF 27 Mux TELECUPOLE (LIGURIA)
Abbiamo effettuato una rilevazione in Liguria ed abbiamo monitorato il mux diffuso in questa regione dalla piemontese TELECUPOLE.
Di seguito ecco i canali trasmessi:


94 - Telecupole
199 - Telecupole Story
602 - Telecupole piu 1
667 - TERRAMIA
668 - Telecupole Music




Rileviamo che nella versione ligure è ancora presente Telecupole  piu  1 (LCN 602) mentre in Piemonte è stato eliminato da alcuni mesi. Inoltre Telecupole Story (LCN 199) e TERRAMIA (LCN 667) sono trasmessi con il logo in basso a sinistra di Telecupole che riporta in piccolo il numero della LCN utilizzata in Piemonte, rispettivamente 116 e 623. Abbiamo inserito la griglia con i parametri tecnici e lo z@pping TV del mux TELECUPOLE (LIGURIA).









Mux TELECUPOLE ‎(LIGURIA)‎ - Z@pping TV


Ore 14.55 C PALERMO: LA RAI LICENZIA IN TRONCO IL GIORNALISTA ANGELO DI NATALE.
PALERMO – La Rai ha licenziato in tronco il giornalista Angelo Di Natale, redattore della Tgr Sicilia. Siciliano di Modica, 54 anni, iscritto all’Ordine della Sicilia dal 12 gennaio 1989, Di Natale si è visto recapitare dall’azienda una lettera, firmata dal capo del personale, nella quale viene invocata la “giusta causa”.
Di Natale ha già annunciato l’impugnazione del provvedimento, con ricorso ex articolo 700 davanti al giudice del lavoro, sostenendo che il provvedimento sarebbe una “chiara matrice ritorsiva e strumentale” originata da tre anni di denunce della “cattiva gestione e la pubblicità occulta di cui è pervasa l’azienda”.
Lo scorso anno Di Natale era stato oggetto di un provvedimento disciplinare con una sospensione dal servizio per 34 giorni. Oggetto della contestazione la violazione del vincolo di esclusiva con la Rai determinato dalla collaborazione con un’agenzia di stampa. Provvedimento che il giornalista aveva contestato evidenziando che la collaborazione “ durava da 25 anni ed era a conoscenza di tutti”.
Il licenziamento è giunto dopo una nuova serie di richiami scritti, nei quali l’azienda gli ha contestato la partecipazione a trasmissioni in un’emittente televisiva privata in giornate nelle quali risultava in servizio o assente per malattia dalla redazione Rai.
Motivazioni che Di Natale respinge sostenendo che si trattava di 18 trasmissioni registrate, quindi non coincidenti con l’orario di servizio o le assenze per malattia, 17 delle quali risalenti a ben due anni fa, ovvero in date antecendenti la lettera di contestazione inviata dalla Rai. Angelo Di Natale, però, contesta soprattutto la natura del provvedimento sostenendo che “non si trattava di prestazioni professionali, ma di libertà di espressione da parte di un cittadino su temi generali di carattere civico e politico”. Prima di approdare in Rai, Angelo Di Natale ha lavorato per le testate Rtm, Il Domani Ibleo, Il Giornale di Sicilia, Video Mediterraneo e Gazzetta del Sud.

Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2013/06/12/la-rai-licenzia-in-tronco-il-giornalista-angelo-di-natale

Ore 14.40 -  FRANCIA  - SPECIALE FRANCIA IN DIGITALE: I CANALI DEL MUX TNT 1B.
Mux TNT 1B
In questa seconda puntata dedicata allo SPECIALE FRANCIA IN DIGITALE, nella lista delle emittenti TV che si ricevono nella località francese di NIZZA, inseriamo le immagini, i dettagli dei relativi loghi e la composizione attuale del mux TNT 1B (Tèlèvision numèrique terrestre). Sono presenti cinque canali TV:

2 - France 2
3 - France 3
5 - France 5
13 - LCP (in alcune fasce orarie trasmette PUBLIC SENAT)
19 - France Ô





Per conoscere più da vicino il mondo dell'emittenza TV d'oltralpe di seguito inseriamo alcuni dettagli descrittivi di questi cinque canali.

France 2 (LCN 2)  www.france2.fr
France 2 (LCN 2) è la più importante emittente televisiva pubblica francese, è parte del gruppo France Télévisions, che comprende anche France 3, France 4, France 5 e France Ô. È stata creata il 21 dicembre 1963 e ha preso la sua denominazione attuale il 7 settembre 1992 con la creazione del gruppo France Télévision. Prima la sua denominazione era Antenne 2. In Italia, oltre alla ricezione "per sforamento" nelle zone di confine Antenne 2/France 2 è stata ripetuta in varie regioni a partire dal 1975, inizialmente in SECAM e successivamente, dal 1983, in PAL grazie a Telecentro Toscana. La copertura è progressivamente cresciuta fino a comprendere Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Toscana, Emilia-Romagna e Lazio. Tra l'ottobre del 2003 ed il gennaio del 2004 tutte le frequenze italiane sono state cedute. Il canale resta ricevibile in chiaro via satellite su Atlantic Bird 3. Il suo telegiornale delle 20 è ridiffuso da TV5 Monde disponibile sul satellite ed in pacchetti di IPTV. Dall'8 aprile 2007, il canale diventa il primo in Francia a trasmettere integralmente in 16:9 in DVB-T.


France 3 (LCN 3)  www.france3.fr
France 3 è un canale televisivo pubblico francese a struttura regionale, similarmente a Rai 3. Il canale nasce il 31 dicembre 1972, con il nome di La troisième chaîne couleur, trasmette inizialmente per 3 ore al giorno, a colori e senza interruzioni pubblicitarie. Ai suoi esordi la copertura del segnale era limitata al 26% della popolazione e comprendeva solamente la regione parigina e alcune aree del nord del paese, solamente alla fine degli anni '70 si è riusciti ad estendere la copertura a livello nazionale. A seguito della legge del 7 agosto 1974 sulla riforma del sistema radiotelevisivo il nuovo canale prese la denominazione di France Régions 3 e divenne autonomo. Questo canale aveva l'obiettivo di coordinare e sviluppare la programmazione regionale dei diversi centri radio e tv. Nei primi anni si puntò inoltre sulla programmazione regionale con grandi spazi dedicati al cinema ed ai dibattiti. Con il passare del tempo i centri regionali iniziarono a decentralizzarsi sia amministrativamente che economicamente ed acquisirono una maggiore autonomia. Negli anni '80 si succedono diverse novità come la trasmissione delle interrogazioni parlamentari a partire dall'ottobre 1981 o l'introduzione della pubblicità nella programmazione a partire dal gennaio 1983. Nello stesso anno i centri di produzione regionali iniziano a realizzare 3 ore giornaliere di programmazione regionale e nel 1986 si cominciò a mandare in onda un nuovo programma informativo chiamato 19/20, che dalle 19:00 fino alle 20:00 trasmette un telegiornale nazionale ed edizioni regionali. Nel 1986 il Governo, presieduto allora da Jacques Chirac, propose la privatizzazione di uno dei tre canali pubblici. Nella proposta originaria si proponeva la privatizzazione di France Régions 3, ma alla fine la scelta cadde su TF1. Dopo la privatizzazione di TF1 e la nascita dei nuovi operatori privati Canal+, La Cinq e TV6 (successivamente M6), i canali Antenne 2 e FR3 focalizzarono la loro programmazione nel servizio pubblico e FR3 accentuò la sua vocazione culturale cedendo parte della programmazione del sabato al canale educativo La Sept attraverso la diffusione del segnale di questa rete. A settembre del 1992 FR3 assunse la denominazione "France 3" ed insieme a France 2 è inserita nel gruppo France Télévisions.


France 5 (LCN 5)  www.france5.fr
France 5 è un canale televisivo pubblico francese a vocazione culturale ed educativa. Il canale nasce il 1º febbraio 1994 su decisione del governo di Édouard Balladur. Con il nome di La Cinquième e va ad occupare le frequenze lasciate libere da La Cinq due anni prima e in parte occupate da Arte. Il governo la definisce come « Televisione del sapere, della formazione e del lavoro ». Il 1º dicembre 1994, viene creato un gruppo d'interazione economica con La Sept-ARTE. Il 13 dicembre 1994 alle 18h, La Cinquième comincia le sue trasmissioni. Dal giorno dopo, l'emittente trasmise dalle 7 alle 19, lasciando le restanti ore ad ARTE. Nel marzo 1997, il governo Jospin impose la fusione con La Sept-ARTE. Il 10 agosto 1999, l'emittente entra nel 25% del capitale di TV5, emittente francofona internazionale. Il 27 maggio 1999, l'Assemblea Nazionale adotta il progetto di raggruppare tutti i canali pubblici in una holding. Il 2 agosto 2000, La Cinquième è integrata nel gruppo France Télévisions. Sceneggiati e lungometraggi sono abbandonati a favore di magazine e documentari. La Cinquième viene rinominata France 5 il 7 gennaio 2002 e assume un logo simile a quello degli altri canali pubblici.


LCP (LCN 13)  www.lcp.fr
LCP, ufficialmente LCP - Assemblée nationale o LCP-AN, il cui acronimo significa letteralmente "il canale parlamentare dell'Assemblea nazionale", fondata il 20 marzo 2000, è la televisione della Assemblea nazionale francese. LCP esegue una missione di servizio pubblico, l'informazione e la formazione dei cittadini alla vita pubblica, con programmi parlamentari, educativi e civici. Insegna e comunica soprattutto attraverso la vita parlamentare, ma anche la vita politica e culturale, a livello locale, nazionale e internazionale. LCP non trasmette pubblicità. Votato annualmente dall'Ufficio dell'Assemblea nazionale, il budget di LCP è investito per il 65% nei programmi di produzione e di acquisto. Una quota crescente di ogni anno viene assegnato ai costi di distribuzione della televisione digitale terrestre (25%). Infine, il 10% del bilancio complessivo della catena è destinato alle altre varie spese.



France Ô (LCN 19)  www.franceo.fr
France Ô è una rete televisiva pubblica francese con la programmazione dei dipartimenti francesi d'oltremare e le collettività della Francia metropolitana. Fa parte del gruppo France Télévisions. Precedentemente noto come RFO Sat, il canale è stato originariamente trasmesso nove ore al giorno. E 'stato ribattezzato France Ô nel 2004, al fine di mostrare meglio che era parte del gruppo France Télévisions. La "Ô" sta per Outre-mer, e l'accento indica che il canale è stato aperto a tutti gli accenti e dialetti del mondo.




SEDE DELLA FRANCE TELEVISION.


 Speciale seconda puntata
 
 A cura di Andrea Pomilio & Riccardo Gaffoglio

 
 ©
L'ITALIA IN DIGITALE - Giugno 2013


Mux TNT 1B - Z@pping TV


Ore 14.30 - IL MONDO DELLA TV E DELLA MUSICA PIANGONO LA SCOMPARSA DEL MAESTRO PAOLO ORMI.
E’ scomparso all’età di 77 anni il maestro Paolo Ormi, volto - e soprattutto nome - noto ai telespettatori della tv anni ‘70 e ‘80. A darne la notizia l’amico di sempre Teddy Reno, che con Ormi ha anche collaborato a lungo: a stroncarlo un improvviso collasso cardiaco. Lascia la compagna Teresa D’Antonio e la figlia Roberta, di appena 10 anni.

Musicista, direttore d’orchestra (non solo in tv) e celebre arrangiatore di colonne sonore per la tv, il cinema, la pubblicità, oltre che raffinato autore di musiche per orchestra, Ormi ha collaborato alla produzione discografica di grandi artisti, compresi Frank Sinatra e Aretha Franklin oltre che artisti italiani, come Claudio Baglioni e Patty Pravo.
Ma televisivamente una delle sue partner principali è stata Raffaella Carrà, che ha affiancato in Pronto Raffaella, ma anche in Canzonissima. Lo vediamo al piano in un estratto della trasmissione che accese il daytime di Rai 1.
A lui si devono però anche la direzione musicale di bel sette edizioni di Domenica In, di tre del Festival di Sanremo, quattro di Pronto Raffaella e Pronto, chi gioca?, della storica Discoring e di tre edizioni di Non è la Rai, accanto a uno dei suoi amici storici, e collaboratori artistici, Gianni Boncompagni. Una popolarità tv che ha puntellato una carriera artistica che lo ha portato a dirigere varie orchestre sinfoniche, da Parigi a quella del Metropolitan di New York.

Tratto da:  http://www.tvblog.it/post/265751/paolo-ormi-e-morto-addio-alla-colonna-sonora-della-rai-anni-70-e-80

Ore 13.05 - FABIO CARESSA DIRETTORE DI SKY SPORT 24.
Cambio di guardia ai vertici di Sky Sport 24, la "all news" satellitare interamente dedicata allo sport della piattaforma di Rupert Murdoch: sembra, infatti, che l’attuale direttore Massimo Corcione abbia deciso di rassegnare le dimissioni.

Ebbene, noi (excite.it) siamo in grado di anticiparvi, in esclusiva, che ad occupare il posto di Corcione sarà Fabio Caressa, il commentatore sportivo divenuto popolare ai più dopo i Mondiali del 2006 e sposato con la giornalista Benedetta Parodi che, facendo già parte della squadra di Sky, ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo direttore.
Tratto da:
http://tv.excite.it/fabio-caressa-direttore-di-sky-sport-24


Ore 11.55 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET MUX 4: NUOVO LOGO E NUOVA GRAFICA PER IRIS.
UHF 49-52 MEDIASET Mux 4
Da oggi è in onda la grafica rinnovata e il nuovo logo del canale dedicato al cinema Iris, posizionato con la numerazione LCN 22. Vi alleghiamo alcune immagini.
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del MEDIASET Mux 4.









Ore 10.30 - E' MORTO IL REGISTA GIANCARLO NICOTRA.
E’ morto il regista Giancarlo Nicotra: aveva 69 anni e si è spento dopo una breve malattia nella sua casa di Formello, alle porte di Roma.
Fu l’artefice di alcuni dei più grandi successi della tv italiana: nel 1983 ideò e diresse Drive In, programma di culto dell’allora neonata Fininvest ed entrato di prepotenza nell’immaginario collettivo.
Raccolta l’eredità di Enzo Trapani, alla fine degli anni ‘70 portò su Rai 2 la comicità de La Sberla dopo aver diretto Senza Rete e prima di sbarcare nella tv commerciale, dove firmò - oltre a Drive In - Grand Hotel (Canale 5, 1985 e 1986) con Franco e Ciccio, Gigi e Andrea, e W le Donne, con Andrea Giordana e Amanda Lear.
Non rimase a lungo alla corte del Biscione: tornato in Rai diresse Partita Doppia, Tutti a Casa con Pippo Baudo (Rai 1), I Cervelloni e Domenica In con Paolo Bonolis, oltre alla prima edizione di Per tutta la vita (Rai 1, 1997/98), senza dimenticare il sabato sera con Fantastico. Stretta anche la collaborazione con Paolo Limiti: sua la regia delle varie edizioni di Ci vediamo in TV, compresi gli speciali (l’ultimo fu Minissima).
Richiestissimo per la realizzazione di speciali musicali (seguì Sinatra, Ellington, Franklin, Baglioni, Dalla, tra gli altri, oltre a firmare la regia di Festivalbar Rai dei primi anni ‘70 e il Festival delle Voci Nuove di Castrocaro) diresse anche la serie tv Nonno Felice, con Gino Bramieri (Canale 5, dal 1992 al 1997). Ma conobbe anche la sensazione di stare dall’altra parte della macchina da presa: come attore, infatti, fu diretto per la tv da Anton Giulio Majani, Mario Landi oltre che da Monicelli al cinema per “Donatella”.
Ma il suo nome è di certo legato a quella straordinaria avventura che fu Drive In, nata esattamente trent’anni fa. E dopo trent’anni non si dimentica.

Tratto da:
http://www.tvblog.it/post/265813/giancarlo-nicotra-e-morto-invento-drive-in


Ore 10.15 -  MUX INTERREGIONALI  - CANALE ITALIA MUX 2: CAMBIO DI LCN PER UNA COPIA DI CANALE ITALIA 2.
UHF 22-53 CANALE ITALIA Mux 2
UHF 59
CANALE ITALIA
Mux 2 (VENETO)
Cambio di numerazione LCN per una copia di Canale Italia 2 (una delle tre sintonizzabili nelle due differenti versioni del secondo multiplex di CANALE ITALIA), quella che aveva la LCN 170 e che ora passa sul 169. Forse la modifica è dovuta per non creare conflitto con l'emittente OK TV, con LCN 170 nella zona del Lazio nel mux GOLD TV. Ricordiamo che gli altri due duplicati di Canale Italia 2 hanno una la LCN 164, questa però con errato identificativo Canale Italia 3, e l'altra la LCN 639. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di CANALE ITALIA Mux 2 e CANALE ITALIA Mux 2 (VENETO).






 12 GIUGNO 2013 - Mercoledì 

Ore 21.15 -  TOSCANA  - RUBANO IL RIPETITORE DI MONTE LUCO A GAIOLE IN CHIANTI, DUE ARRESTI.
Autori dell'ingegnoso colpo due napoletani di 30 e 35 anni. Avevano ridotto il ripetitore in 50 pezzi, probabilmente da immettere sul mercato dei paesi dell'est, dove in questi mesi si sta passando al digitale terrestre
Arezzo - Hanno lasciato al buio l'intero Valdarno. Hanno smontato e portato via il ripetitore di Monte Luco nel comune di Gaiole in Chianti, che permette la trasmissione di tutte le televisioni locali e non solo. Nella notte quindi stop alle trasmissioni non solo delle televisioni aretine, da Arezzo Tv a Teletruria, il black out ha interessato anche canali nazionali da Mediaset alla Rai.
Un colpo ingegnoso, non c'è che dire. Ma i due furbetti autori dell'impresa non hanno fatto molta strada. Gli agenti della polizia stradale li hanno sorpresi a Lucignano ed arrestati. Sono due napoletani di 30 e 35 anni. A insospettire gli agenti, la Seat scassata sulla quale viaggiavano i due, colma fino al limite di oggetti. Quegli oggetti erano i 50 pezzi, della grandezza di un videoregistratore di antica memoria, nel quale era stato ridotto il ripetitire.
Lo hanno smontato, e se lo sono caricati in macchina. Poi sono scesi dalle montagne che separano il Valdarno dal Chianti per tornare, presumibilmente, verso Naapoli. Ma dopo pochi chilometri, dopo il casello del Valdarno, lo stop della polzia. Valore del ripetitore circa 500mila euro. Probabilmente era destinato ai paesi dell'est dove, in questi mesi, si sta passando al digitale terrestre.

Tratto da: http://www.sienafree.it/gaiole-in-chianti/50621-gaiole-smontano-e-rubano-ripetitore-tv-fermati-dalla-polizia-in-autostrada

LE IMMAGINI DELLA REFURTIVA
clicca sulla foto per vederne altre


Ore 16.20 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET MUX 4: IRIS, DA DOMANI NUOVO LOGO E IMPAGINAZIONE.
UHF 49-52 MEDIASET Mux 4
Iris, il canale del digitale terrestre dedicato al cinema, si rinnova con un nuovo logo ed una nuova grafica, da domani.Un nuovo logo ed una nuova impaginazione per festeggiare gli ascolti degli ultimi mesi: così Iris, il canale free sul digitale terrestre di Mediaset, si rinnova da domani, cercando di confermare la propria posizione all’interno del canali tematici gratuiti ed offrendo nuovi cicli dedicati ai grandi del cinema.
La nuova grafica di Iris s’ispira al clima delle sale cinematografiche: fasci di luce che rompono il buio della proiezione, con colori dei grandi festival internazionali ed un logo (foto) che, più elegante e fine, sfrutta i colori dell’oro.
Un restyling che arriva in un periodo in cui Iris festeggia una serie di risultati che, sotto il punto di vista degli ascolti, l’hanno fatta diventare l’ottava rete italiana in prima serata dopo le sette generaliste. Da qui, l’idea di evidenziare i contenuti del canale, come ha spiegato Giuseppe Feyles, direttore di Iris (oltre che di Rete 4 e del recente Top Crime) a “Tv Sorrisi e Canzoni”. “L’obiettivo”, ha spiegato, “è far risaltare il valore di un canale che negli ultimi mesi ci sta regalando davvero delle enormi soddisfazioni”.
Nell’ultima settimana di maggio, ad esempio, Iris ha battuto quattro volte La 7, diventando la settima rete più vista, mentre nello stesso mese è stata la rete digitale più vista in prima serata per ventiquattro volte. Nel 2013, inoltre, la media di rete nelle 24 ore è stata dell’1,3%, mentre in prima time dell’1,4%. Numeri che, a giugno, sembrano voler salire, con una media finora dell’1,9% in prima serata.
La presentazione del nuovo logo e della nuova grafica coinciderà, domani sera, con il debutto di un ciclo di quattro film dedicati alla boxe, introdotti da Gianni Minà. Si inizia alle 21:00 con “The Fighter” e si proseguirà con “Ali”, “Carnera” ed “Il Campione”.
Nelle prossime settimane, Iris proporrà un ciclo dedicato a George Clooney, in onda il lunedì, ed il sabato una serie di pellicole con protagonista Lino Banfi. Per le produzioni interne, dopo “Storie di cinema” di Tatti Sanguinetti e “Note di cinema” di Anna Praderio, arriverà “Adesso cinema”, programma d’attualità con news, interviste e dati sul cinema di oggi.

Tratto da: http://www.tvblog.it/post/265949/iris-nuovo-logo-video-ciclo-boxe


Ore 12.35 -  TRENTINO  - MUX TELEPACE (TRENTINO): RITORNA TELECHIARA.
UHF 42 mux TELEPACE (TRENTINO)
E' stato reintrodotto in questo multiplex il canale religioso TeleChiara, con la numerazione LCN 74, che era stato eliminato alcuni giorni fa quando era arrivata l'emittente Maria Vision (LCN 644).
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux TELEPACE (TRENTNO).





Ore 12.15 - RAI: PEPEPEPE VS QUAQUAQUAQUA.
La grafica della Rai per l'Italia? È tutta da ridere - Fantasia al potere tra i grafici della tv di Stato che durante la diretta dell'amichevole tra gli azzurri di Prandelli e Haiti hanno mandato in onda le scritte PE-PE-PE-PE e QUA-QUA-QUA-QUA al posto dei nomi delle due Nazionali. "Problemi tecnici", si sono poi giustificati i commentatori.

Tratto da:
http://www.corriere.it/foto_del_giorno


Ore 11.25 -  LIGURIA  - MUX PRIMOCANALE: CIELO E' SENZA EPG, AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 44 Mux PRIMOCANALE
Abbiamo effettuato una rilevazione dei canali trasmessi dal mux PRIMOCANALE. Come avevamo scritto qualche giorno fa il canale cielo (LCN 26), diffuso in Italia dal provider nazionale RETE A Mux 1, è stato recentemente inserito in questo mux ligure. Come potete vedere dall'immagine in basso non è presente l'epg (la guida elettronica dei programmi) pertanto non è possibile, tra le altre cose, visualizzare il titolo del programma in corso.




Ricapitoliamo di seguito i canali trasmessi:

10 - Primocanale
11 - Primocanale TG24
26 - cielo
110 - Primocanale TG24
112 - Primocanale Primo Piano
512 - Primocanale Sport HD




Primocanale TG24 (LCN 11 - 110) e Primocanale Primo Piano (LCN 112) trasmettono senza il flag 16:9 (alcuni televisori eseguono automaticamente la conversione nel formato panoramico).







Abbiamo aggiornato la griglia dei canali con i paramtri tecnici e lo z@pping TV del mux PRIMOCANALE.

Mux PRIMOCANALE - Z@pping TV


Ore 10.05 - LAVORARE IN RAI: NUOVE OPPORTUNITA' PER NEOLAUREATI.
RAI – Radiotelevisione Italiana, società concessionaria in esclusiva del Servizio Pubblico radiotelevisivo; realizza canali televisivi, radiofonici, satellitari, su piattaforma digitale terrestre.
Ora vi illustreremo le ultime opportunità di lavoro offerte da Rai, promosse, nell’ambito delle iniziative previste dal piano industriale riguardanti la digitalizzazione e l’informatizzazione degli impianti e sistemi di produzione televisiva e dei relativi processi tecnici-editoriali.
L’iniziativa di selezione per titoli e prove è finalizzata ad individuare complessivamente 10 giovani laureati in:
- Ingegneria Informatica
- Ingegneria Elettronica
- Ingegneria delle Telecomunicazioni

Per l’ammissione alle prove selettive la ricerca riguarda laureati nelle suddette discipline, in possesso di questi ulteriori requisiti essenziali ed obbligatori:
- laurea “vecchio ordinamento”; lauree “nuovo ordinamento”: specialistica (LS), o magistrale (LM)”
- con un voto minimo di 107/110 (o 97/100)
- data di nascita non anteriore al 01/07/1984.
Mentre costituiscono titolo preferenziale:
- l’aver conseguito il titolo di studio entro la durata del corso di laurea;
- la votazione “con lode”;
- il possesso di master universitari post lauream di specifica attinenza tematica rispetto al percorso di studi universitari;
- la conoscenza della lingua inglese che sarà valutata con apposite prove.
Completano il profilo della ricerca l’attitudine alle relazioni interpersonali, lo spirito di iniziativa, il dinamismo e la disponibilità ad inserirsi in un contesto in evoluzione.
Le sedi di lavoro previste potranno essere Milano, Napoli, Roma e Torino.
La selezione è riservata anche a cittadini dell’Unione Europea in possesso di requisiti documentatamente equipollenti con perfetta conoscenza della lingua italiana.
La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere inoltrata entro e non oltre le ore 14:00 del 17 giugno 2013 esclusivamente attraverso la compilazione del form on-line della sezione “Lavora con Noi” nell’area riservata all’iniziativa “SELEZIONE 2013 LAUREATI in INGEGNERIA INFORMATICA, ELETTRONICA, delle TELECOMUNICAZIONI”.


Ore 09.30 -  FRANCIA  - NUOVA SEZIONE: SPECIALE FRANCIA IN DIGITALE, REALIZZATA LA LISTA DELLE TV A NICE - NIZZA.
L'ITALIA IN DIGITALE sconfina in Costa Azzurra ed è andata a curiosare l'offerta del digitale terrestre dei cugini d'oltralpe. Nasce la sezione FRANCIA IN DIGITALE dove potete consultare la rilevazione delle emittenti TV che si ricevono a NIZZA o Nice per dirla in francese.




LE TV A NIZZA (Francia)


La rilevazione è stata eseguita nella zona centrale della città. Abbiamo sintonizzato 6 provider, li elenchiamo di seguito:

UHF 39 Mux TNT 1B: contiene 5 emittenti TV, tra cui è presente la versione locale di France 3 (LCN 3). Come avviene da noi con Rai 3, anche France 3 in alcune ore ha una differente programmazione su scala regionale.

UHF 54 Mux TNT 2: contiene 6 emittenti TV.

UHF 28 Mux TNT 3: contiene 4 emittenti TV criptate dell'offerta di CANAL+ e 5 canali dati.

UHF 25 Mux TNT 4: contiene 5 emittenti TV (di cui uno in alta definizione) e un canale dati.

UHF 22 Mux TNT 5: contiene 3 emittenti TV in alta definizione.

UHF 48 Mux TNT 6: contiene 7 canali TV di cui 3 sono criptati (bouquet CANAL +) e due canali dati.

Iniziamo col dire che in Francia lo switch off si è concluso a fine 2011, pertanto le emissioni terrestri sono tutte in tecnica digitale. Inoltre insieme alle trasmissioni via satellite, è molto diffuso l'utilizzo della TV via cavo.
Di seguito vediamo i dettagli dei ripetitori TV che servono la zona di Nizza.


La principale postazione è sita sul Mont Alban e trasmette i sei multiplex in polarizzazione orizzontale con una potenza di 1.500 Kw (erp).




Sempre a Nizza sono presenti alcuni gap filler (ripetitori a bassa potenza che irradiano il segnale su piccole porzioni di territorio in ombra) in SFN in polarizzazione orizzontale, dei sei mux: il primo è censito nel quartiere La Madeleine e modula con 15 watt (erp), un altro è presente in zona La Gaude (Nizza ovest) di 1 watt (erp).
Questi due micro impianti non li abbiamo inseriti nella lista delle emittenti TV a Nizza.

In altre zone della città si ricevono anche i segnali TV della postazione di Mont Vial a Tourette de Chateau che trasmette in SFN e in polarizzazione orizzontale con 315 watt (erp) dichiarati.



Complici le insenature e le coste frastagliate, giungono nel vasto territorio di Nizza anche le emissioni sempre in SFN e in polarizzazione orizzontale del potente ripetitore di Saint Raphael a Pic de l'Ours che opera con ben 63 Kw (erp).




A titolo informativo aggiungiamo che anche a Cap Martin è presente un ripetitore TV che modula con una discreta potenza i sei mux sempre in SFN e in polarizzazione orizzontale. Fa servizio nella zona di Mentone, Roquebrune, Principato di Monaco (Monte-Carlo) e località limitrofe. La sua potenza dichiarata è di 3.500 watt (erp).
I segnali TV della postazione di Cap Martin sconfinano anche in Italia, e coprono discretamente le aree della provincia di Imperia orientate verso tale ripetitore. A proposito del Principato di Monaco, una legge dei sovrani vieta nell'area monegasca l'utilizzo in ambienti esterni delle civili abitazioni, di antenne televisive terrestri o satellitari.
La regolare diffusione dei segnali TV avviene in questa zona attraverso il cavo di Monaco Telecom e l'apposito decoder (in cui sono distribuiti anche alcuni canali italiani).
I più attenti avranno notato passeggiando per le vie del Principato, l'estrema creatività con cui si celano nelle facciate dei palazzi le antenne satellitari, infatti i circa 10.000 italiani residenti a Monte-Carlo non rinunciano così facilmente a seguire gli interi pacchetti dei programmi Sky o Tivusat.





Torniamo alla lista delle TV A NIZZA, come potete vedere consultando le nostre griglie, abbiamo rilevato che i canali in alta definizione si posizionano dal numero 51 in poi. Eppure, come ci ha fatto notare il nostro lettore Marco di Nizza, alcuni modelli di decoder e tv posizionano automaticamente i canali HD nelle posizioni LCN 1, 2 ecc., senza doverlo fare manualmente come avviene in Italia. Nella nostra rilevazione non abbiamo sintonizzato nessun mux in DVB-T2; l'attivazione di due frequenze nella nuova tecnologia nel dipartimento (provincia) di Nizza è prevista il prossimo 24 settembre 2013. Nei giorni a seguire integreremo le griglie con le immagini dei canali (z@pping TV) e i dettagli dei relativi loghi. Consulta la nuova sezione FRANCIA IN DIGITALE e la lista delle emittenti TV che si ricevono a NICE - NIZZA.

 Speciale prima puntata
 
 A cura di Andrea Pomilio & Riccardo Gaffoglio

 
 ©
L'ITALIA IN DIGITALE - Giugno 2013



 11 GIUGNO 2013 - Martedì 

Ore 19.15 - CHIUDE ERT, LA TV DI STATO DELLA GRECIA.
L'equivalente della Rai dovrebbe cessare «temporaneamente» le trasmissioni martedì notte. I lavoratori: «Non spegniamo»
Il portavoce del governo ellenico Simos Kedikoglou, ha annunciato la chiusura della Ert, la televisione e radio pubblica come la nostra Rai, e il licenziamento di tutti i suoi 2.500 dipendenti, a partire da martedì sera. La decisione rientra nell' ambito del programma delle privatizzazioni delle aziende a partecipazione statale concordato con la troika.
IL DECRETO 139 - L'annuncio campeggia anche sulla homepage della tv di Stato, che ha tre canali terrestri, uno satellitare e la rete radiofonica. «Il governo stasera chiude Ert». Il dibattito infuriava già dalla pubblicazione in gazzetta ufficiale del decreto n. 139, in base al quale il ministro competente ha l'autorità di decidere la chiusura di un'organizzazione di propria competenza.
I LAVORATORI VOGLIONO RIMANERE IN ONDA - Forte l'opposizione dei sindacati e delle forze di opposizione, progressiste, ma anche di alcuni elementi della coalizione di governo. Il Pasok, partito socialista, ha parlato di «atto unilaterale del governo». Le unioni sindacali dei lavoratori hanno annunciato che continueranno la messa in onda. Intanto è stata indetta una manifestazione davanti alla sede di Ert, e gli impiegati chiedono lo sciopero di solidarietà alle altre emittenti.
«PARADISO DEGLI SPRECHI» - Kedikoglou, dopo una riunione a palazzo Maximou, la residenza del presidente greco Karolos Papoulias, ha spiegato che lo spegnimento, avverrà nella notte tra martedì e mercoledì e che i dipendenti saranno sospesi fino alla riapertura, che si verificherà «il prima possibile», probabilmente tra tre mesi. Il portavoce ha anche definito la tv di Stato un «paradiso degli sprechi che si conclude oggi. Che ha una fortuna enorme, i privilegi di regime. È diventato uno scandalo che tutti vedono ma nessuno osa toccare», che esistono «sei uffici contabili che non comunicano tra loro».
NON TOLLERIAMO LE VACCHE GRASSE - «In un momento in cui il popolo greco sta facendo sacrifici non c'è spazio per ritardi o esitazioni, come non ci sono tolleranze di vacche grasse quando vengono ovunque applicati tagli - ha proseguito Kedikoglou - Ert riceve dal popolo greco, attraverso le bollette, circa 300 milioni di euro l'anno. Al posto di Ert appena possibile tornerà un servizio moderno». Infine, il portavoce del governo ha anche spiegato che i lavoratori «che lo vorranno» potranno essere reimpiegati «ma con procedure trasparenti» guidate dall'Asep, il consiglio supremo per la selezione del personale, una commissione indipendente e non soggetta al controllo governativo che si occupa delle assunzioni della Pubblica amministrazione. I cittadini non pagheranno le quote durante il periodo di sospensione.

L'obiettivo del governo per risparmiare è ridurre gli impiegati pubblici di 2.000 unità entro la fine del 2013 e di altre 14.000 l'anno successivo.
Tratto da: http://www.corriere.it/esteri/13_giugno_11/grecia-governo-chiude-tv-stato-ert

Il video dell''annuncio «Ert chiude» dato in diretta sulla Ert

Update ore 19.55 - GRECIA: DA STASERA BLACK-OUT NOTIZIARI RADIO-TV.
(ANSA.IT) - ATENE - In segno di protesta contro l'odierna decisione del governo greco di chiudere l'azienda radio-televisiva statale Ert licenziandone tutti i circa 2.800 dipendenti, le stazioni radio-televisive private della Grecia hanno deciso a partire da questa sera di non trasmettere notiziari e telegiornali.
Lo hanno annunciato le tre maggiori emittenti televisive private Antenna, Mega e Skai precisando che le trasmissioni dei notiziari riprenderanno a partire da domani mattina.
Nel frattempo anche i sindacati dei giornalisti della carta stampata hanno cominciato a valutare la possibilita' di eventuali iniziative di protesta contro la decisione del governo e in segno di solidarieta' per i dipendenti della Ert.


Update 11.06.2013 ore 09.50 - GRECIA: CHIUSA LA TV PUBBLICA, I LAVORATORI CONTINUANO A TRASMETTERE.

Ore 17.50 - ASTA FREQUENZE TV: OGGI INVIO A BRUXELLES DELLA DISCIPLINA DEL BANDO.
ROMA (Reuters) - Oggi gli uffici del ministero delle Comunicazioni invieranno a Bruxelles i testi del disciplinare e del bando per l'asta delle frequenze Tv.
Lo ha detto il viceministro allo Sviluppo economico Antonio Catricalà nel corso di un'audizione alla commissione Trasporti della Camera.
"Ci siamo impegnati con Almunia [vicepresidente e commissario alla Concorrenza Joaquin] e la Kroes [vice presidente e commissario all'Agenda digitale Neelie ] oggi invieremo il disciplinare e il bando per l'asta", ha detto il viceministro.
L'asta riguarda le frequenze rimaste a disposizione con il passaggio al digitale, e dovrebbe servire a chiudere il contenzioso con la Ue che ha aperto una procedura d'infrazione contro l'Italia.
L'autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha previsto che saranno messi a gara 3 diritti d'uso per le frequenze per i sistemi in digitale e ha anche previsto l'esclusione degli operatori che al momento dell'asta detengano già tre o più mix, come Rai e Mediaset.


Ore 12.55 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX RETE 8 VGA (B): AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 59 Mux RETE 8 VGA (B)
Abbiamo inserito nell'elenco delle emittenti TV che si ricevono a BOLOGNA la composizione dei canali trasmessi dal mux RETE 8 VGA (B).
Il mutiplex contiene solo tre emittenti tv:


13 - 7 GOLD EMILIA ROMAGNA
86 - RETE 8 VGA
118 - LepidaTVRTITV (mentre effettuavamo la rilevazione era a schermo nero)


Consulta i dettagli tecnici e lo z@pping TV del mux RETE 8 VGA (B). Vai alla pagina anche dell'altro mutiplex RETE 8 VGA (A), diverso per composizione.




Mux RETE 8 VGA (B) - Z@pping TV


Ore 11.45 -  LIGURIA  - MUX LIGURIA TV - MUX TELENORD: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 21 Mux LIGURIA TV
UHF 43 Mux TELENORD
Nella sezione LIGURIA IN DIGITALE aggiorniamo i parametri tecnici e lo z@pping TV dei mux LIGURIA TV, che opera in questa regione sull' UHF 21, e del mux TELENORD, che modula sull' UHF 43. La composizione dei due provider è identica, differisce il valore TID (il mux TELENORD ha il valore 17001, mentre LIGURIA TV ha il TID 17002), inoltre tra i due mux varia anche il valore PMT di BALLA ITALIA (LCN 609). Sono trasmessi 12 canali TV e 2 radio:

13 - TELENORD
88 - LIGURIA TV
113 - GOAL TV
189 - MOTOR SHOP
216 - LIGURIA TG 24
292 - CASA SHOP (al momento della nostra rilevazione stava trasmettendo ORLER TV)
513 - TELENORD HD (trasmette in SD)
588 - LIGURIA TV HD (trasmette in SD)
609 - BALLA ITALIA
610 - LIGURIA CHANNEL (schermo nero)
649 - LTV (schermo nero)
650 - LIGURIA SALUTE (schermo nero)

- Radio Jeans Network
- RADIO EVANGELO

Per tutti i dettagli tecnici vi invitiamo a consultare la griglia dei canali e lo z@pping TV con tutti i loghi e le immagini dei mux LIGURIA TV e TELENORD.





Mux LIGURIA TV - Z@pping TV


Mux TELENORD - Z@pping TV



 10 GIUGNO 2013 - Lunedì 

Ore 13.05 -  SICILIA  - MUX TV7 PARTINICO: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E REALIZZATO LO Z@PPING TV.
VHF 07 Mux TV7 PARTINICO
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e abbiamo realizzato lo z@pping TV con le immagini dei canali trasmessi dal mux TV7 PARTINICO, emittente con sede a Partinico, in provincia di Palermo, che irradia sulla frequenza VHF 07 dalla postazione del monte Pellegrino a Palermo. Il multiplex è composto da cinque canali: TELE OCCIDENTE (LCN 73);  VideoSicilia (LCN 93); TRS 98 (LCN 95), che sta a schermo nero; TV7 (LCN 111); TV7 2 (LCN 639), che al momento della nostra rilevazione stava a schermo nero con solo il proprio logo in onda. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TV7 PARTINICO.







Mux TV7 PARTINICO - Z@pping TV



   © L'ITALIA IN DIGITALE         
           2
009 > 2013