Da Lunedì 01 a Domenica 07 APRILE 2013



COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.








Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 7 APRILE 2013 - Domenica 

Ore 21.50 - IL FATTO QUOTIDIANO: PERCHE' LA VENDITA DELLE RETI RAI NON HA SENSO.
Tra le varie di questi giorni si segnala la reiterata proposta di Grillo di vendita di due reti Rai. Quest’ultimo non ha sollecitato proposte formali, cioè depositate in Parlamento da 5Stelle, sul conflitto di interessi e su una seria regolamentazione antitrust per il sistema dei media, non una proposta pratica di correzione dello stato vergognoso dell’uso delle frequenze nel nostro paese.
Eppure, a proposito di Rai, questa è stata anche la settimana dello scontro Gabanelli-ENI, della richiesta di un ingente risarcimento danni per la trasmissione della giornalista che, tra i pochi, ha fatto dell’indipendenza del servizio pubblico una bandiera non solo a chiacchiere. Già Stefano Corradino dalle pagine del Fatto.it ha avuto modo di intervenire sulla vicenda. Circostanza purtroppo non nuova. All’epoca della mia esperienza in Agcom più volte mi sono scontrato con chi voleva adottare provvedimenti contro Report perché mancava il contraddittorio.
Spiegai allora, sbeffeggiato da alcuni giornali della destra, che fare una trasmissione di inchiesta è una cosa diversa da un dibattito. Le notizie che si riportano o sono vere, ed allora nulla questio, oppure no e si chiede la rettifica. Questa storia del contraddittorio per le trasmissioni di questo tipo proprio non regge, a meno di non farle.
Tornando a Grillo. Ci si si poteva aspettare una sua presa di posizione in difesa della Gabanelli o quantomeno delle libere trasmissioni in Rai, invece nulla. E dire che Grillo della denuncia sulle grandi imprese ne ha fatto un cavallo di battaglia (es. Telecom, Parmalat). Questa storia della vendita delle reti è invece proprio una baggianata. Non che la Rai sia esente da critiche, tutt’altro. Va subito profondamente rinnovata nella missione e resa indipendente e vicina ai cittadini (sul punto c’è l’interessante proposta di Move On). Ma vendere le sue reti non ha senso in un contesto di moltiplicazione dei canali conseguente all’introduzione del digitale.
La questione delle frequenze della Rai è semmai un’altra. Metterle al servizio delle tecnologie che possono servire per la distribuzione dei suoi contenuti o anche di altri in un’offerta convergente. A RaiWay questo è stato sempre impedito, nell’evidente interesse di qualche operatore concorrente della TV e delle TLC. In una società che si va impoverendo la funzione del servizio pubblico come produttore e distributore di contenuti gratuiti diventa fondamentale. Ed allora sarebbe stato giusto dire alla RAI ” fate qualità, siate indipendenti soprattutto nell’informazione e nei programmi di inchiesta “. Ma Grillo invece dice: “vendete una parte della RAI”. Già, ma a chi? E che succede in relazione all’asta delle frequenze, semmai si farà? E gli altri, compreso il monopolio satellitare? Boh! Sembrano dunque parole in libertà. Peccato che nel frattempo nessuno, compresa la sinistra, ora tutta tesa al dialogo con Berlusconi, dica più una parola sulla vergogna televisiva italiana e sulla necessità di rinnovare e difendere il servizio pubblico.

Tratto da:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/07/perche-la-vendita-delle-reti-rai-non-ha-senso

Ore 12.45 -  ABRUZZO  - MUX TRSP (ABRUZZO) / MUX RTVA / MUX RETE AZZURRA / MUX FINSERT: NUOVO LOGO PER TELE 9, TRSP PRESTO IN BASILICATA.
L'emittente televisiva TELE 9 con sede a Silvi Marina (Teramo), presente in quattro mux abruzzesi, ha cambiato il proprio logo. Qui sotto vi facciamo notare la differenza con quello vecchio (che potete vedere in basso a destra), inoltre vi alleghiamo le nuove immagini e vi riepiloghiamo i mux dove è presente con ben sei numerazioni LCN. Inoltre da segnalare che sul sito internet dell'emittente www.telenove.it è stato attivato lo streaming dove è possibile seguire in diretta la programmazione.



UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
74 - TELE 9
186 - TELE 9 canale 2
(Duplicato di TELE 9)
296 - TELE 9 Canale 3 (Barre colorate)

In questo multiplex da ieri, intorno alle ore 14.00, TELE 9 ha risolto i problemi legati a internet che la interessavano da 3 giorni e che non le permettevano di raggiungere la sede di
TRSP.
Un' anticipazione per quanto riguarda l'emittente religiosa vastese TRSP (LCN 17): presto sarà visibile anche in Basilicata tramite gli amici di TR Buonconsiglio, i tecnici "dovrebbero" scendere in Basilicata la settimana entrante.







UHF 33 Mux RTVA
296 - TELE 9 CANALE 3 (Duplicato di TELE 9)
662 - TELE 9 CANALE 5 (Duplicato di TELE 9)






UHF 39 Mux RETE AZZURRA
663 - TELE 9 canale 6 (Duplicato di TELE 9)




UHF 59 Mux FINSERT
661 - TELE 9 canale 4 (Schermo nero)




Ore 10.50 - UTELIT TV: REINTRODOTTO IL MARCHIO ROMIT TV, IL PRESIDENTE SCRIVE A L' ITALIA IN DIGITALE.
PIEMONTE - UHF 41 Mux TELESTAR (PIEMONTE)
LOMBARDIA - UHF 41 Mux TELESTAR (LOMBARDIA)
EMILIA-ROMAGNA - UHF 22 Mux TELEREGIONE EMILIA-ROMAGNA
VENETO - UHF 22 Mux 7 GOLD PLUS
TOSCANA - UHF 35 Mux TOSCANA TV
PUGLIA - UHF 21 Mux DELTA TV
SICILIAUHF 39 Mux 7 GOLD SICILIA 88 (EST) / UHF 39 Mux 7 GOLD SICILIA 88 (OVEST) / UHF 31 Mux 7 GOLD SICILIA 99

E' stato nuovamente introdotto il logo di Romit TV sul canale UTELIT TV (LCN 246) emittente di lingua rumena diffusa in Italia attraverso alcuni mux locali (qui sopra abbiamo elencato i principali).
E' presente sotto il logo anche la scritta UTELIT TV il popolo dei consumatori.
Nella giornata di ieri il presidente dell'emittente Rocco Monaco ha inserito un suo post sulla nostra bacheca Facebook:



Pertanto come ci riferisce il presidente di UTELIT TV a breve partiranno i programmi in lingua italiana, ricordiamo che al momento la programmazione è composta per la quasi totalità della giornata dalla ripetizione dell'emittente satellitare rumena PRO TV.





 6 APRILE 2013 - Sabato 

Ore 08.35 -  LAZIO  - MUX ITR SORA (LAZIO): AGGIORNATO LO Z@PPING TV, BARRE COLORATE SU PLAY.ME E TELEMARKET FOR YOU SU TELEMARKET.
UHF 34-35 Mux ITR SORA (LAZIO)
Dopo la recente revisione delle graduatorie delle emittenti locali del Lazio e la conseguente riaccensione della frequenza UHF 35 del mux ITR SORA (LAZIO) nelle zone di Roma e Latina, abbiamo aggiornato con nuove immagini lo z@pping TV del multiplex. Da segnalare che play.me (LCN 68) non trasmette la programmazione dell'emittente musicale nazionale, ma sono presenti in onda delle barre colorate, inoltre Telemarket (LCN 124) e Telemarket 2 (LCN 125) trasmettono entrambi TELEMARKET FOR YOU. Consulta la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux ITR SORA (LAZIO).



Mux ITR SORA ‎(LAZIO)‎ - Z@pping TV


Ore 00.45 -  LAZIO  - MUX TELEVITA: FATIMA TV RADDOPPIA.
UHF 41 Mux TELEVITA
Fatima raddoppia nel mux TELEVITA. Dopo Fatima 217 (LCN 217) arriva anche Fatima TV, con la numerazione LCN 636, che trasmette una diversa programmazione senza nessun logo, vi alleghiamo qui sotto le immagini di entrambi i canali. Da segnalare inoltre che Italiamia (LCN 187) non sta trasmettendo, è a schermo nero. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux TELEVITA.









Ore 00.10 -  SICILIA  - MUX TVT PALERMO: NASCE HERCOLE NEWS24, NUOVO CANALE DI INFORMAZIONE.
UHF 29 Mux TVT PALERMO
Ecco un comunicato della nuova emittente HERCOLE NEWS24 (LCN 612) sintonizzabile nel mux TVT PALERMO.
"Nasce "Hercole News24", canale d'informazione 24h, sul 612 del Digitale Terrestre.
Il panorama televisivo siciliano si arricchisce, nasce "Hercole News24", l'unico canale televisivo in Sicilia di informazione 24 ore su 24, canale 612 del Digitale Terrestre,
Il Tg "Hercole News 24", l'approfondimento sportivo "Hercole Stadio", l'approfondimento tematico "Hercole Studio" ed "Hercole Salute".
Il progetto è stato realizzato grazie alla grande squadra di redazione, al meticoloso staff tecnico e alla costanza e caparbietà degli editori, garanzia ferma delle nostre produzioni."




 05 APRILE 2013 - Venerdì 

Ore 16.00 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET AD UN PASSO DAL CONVERTIRE IL MUX 3 DVB-H IN DVB-T.
UHF 29-38 MEDIASET Mux 3 (DVB-H)
MILANO (MF-DJ) - Gara o non gara, Mediaset vuole il quinto multiplex per il digitale terrestre. Che in realta' ha gia'.
Si tratta, scrive Italia Oggi, di Elettronica Industriale, la societa' del gruppo che si occupa delle reti di trasmissione, ha infatti chiesto al ministero dello sviluppo economico, all'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni e all'Antitrust di poter convertire il multiplex Dvb-h, quello per la televisione mobile, in Dvb-t.
Lo ha fatto a febbraio, e' scritto nella relazione sulla gestione del 2012, e ora attende le tre pronunce. Se i responsi saranno positivi, il gruppo televisivo avra' la possibilita' di tagliare almeno parte dei costi di trasmissione dei suoi canali attualmente trasportati su frequenze di terzi e magari potra' anche lanciare nuove versioni ad alta definizione.

Tratto da: http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/mf-dow-jones/italia

Ore 15.35 -  LAZIO  - MUX SUPER 3: COMUNICATO DI SUPER 3, PRESTO RITORNERA' IN ONDA IN TUTTA LA REGIONE.
UHF 29 Mux SUPER 3
Abbiamo ricevuto un comunicato dall'ufficio stampa di SUPER 3. Presto il canale SUPER 3 ritornerà in onda sulla numerazione LCN 10 in tutta la regione Lazio.
Potete leggere l'avviso anche sul sito internet dell'emittente http://www.super3.it
.


Ore 11.10 -  SICILIA  - MUX D-NETWORK: REALIZZATO LO Z@PPING TV CON LE IMMAGINI DEI CANALI.
UHF 43 Mux D-NETWORK
Dopo la griglia dei canali abbiamo realizzato anche lo z@pping TV del mux D-NETWORK con sede a Catania. Il multiplex è composto da 18 canali, potete vedere l'esatta composizione, i dettagli tecnici, i loghi e le immagini di tutti i canali consultando la pagina dedicata e lo z@pping del mux D-NETWORK. Si ringrazia Radio TV Sicilia.



Mux D-NETWORK - Z@pping TV



 04 APRILE 2013 - Giovedì 

Ore 12.45 -  LAZIO  - MUX TVR VOXSON: SENZA NUMERAZIONE LCN L'EMITTENTE TVR VOXSON.
UHF 21 Mux TVR VOXSON
Al momento il canale TVR VOXSON, nell'omonimo mux TVR VOXSON, sta trasmettendo senza la numerazione LCN, non si sintonizza più nella posizione 72 ma dopo gli 800. Se non si effettua una risintonizzazione l'emittente rimane comunque memorizzata sul 72.




Ore 12.10 -  LAZIO  - MUX TELEROMA 56: RIACCESO SULL' UHF 29 DA MONTE CAVO, SPENTO IL MUX SUPER 3.
UHF 29-35 Mux TELEROMA 56
UHF 29 Mux SUPER 3
Ritorna on air il mux di TELEROMA 56, infatti da alcune ore è stato riacceso dalla postazione di Monte Cavo a Rocca di Papa (Roma) su un'altra frequenza, l' UHF 29, dove in precedenza trasmetteva il mux di SUPER 3, che dopo essere stata retrocessa nell'ultima revisione delle graduatorie laziali, è stato definitivamente spento. Il multiplex è composto dagli stessi sei canali che si sintonizzavano quando operava sull' UHF 35, non c'è l'emittente SUPER 3 che al momento è uscita di scena dagli schermi romani, ma molto probabilmente dovrebbe approdare in questo multiplex. Vedremo se anche nelle altre postazioni nel Lazio TELEROMA 56 migrerà sulla nuova UHF 29.

Per la zona di Viterbo, che aveva effettuato lo switch off con la Toscana, TELEROMA 56 rimane sulla frequenza UHF 35 dalla postazione di Monte dell'Oro a Montefiascone (VT), e il mux SUPER 3 è sempre attivo sull' UHF 29 dalla postazione di Poggio Nibbio a Canepina (VT), poichè ha la concessione di operatore di rete per questa provincia.
A Roma e provincia quindi non sono più sintonizzabili quattro dei sei canali del mux SUPER 3: SUPER3 CH_29, aveva la LCN 10 che rimane al momento vuota; ACQUA (LCN 65) ma non scompare poichè è presente anche nel mux RETE ORO con identificativo acqua; Super 3 Cinema (LCN 192); NUVOLARI (LCN 222) che rimane sintonizzabile come Nuvolari nel RETE A Mux 2; SUPER3 HOUSE (LCN 606) e SUPER 3 SHOPPING (LCN 644).

Queste le postazioni nel Lazio di TELEROMA 56 che sono interessate allo spostamento dalla frequenza UHF 35 all' UHF 29.
MONTE CAVO VETTA - Rocca di Papa (Roma)
MONTE PARADISO - Civitavecchia (Roma)
MONTE LUNGO - Alatri (Frosinone)
BASTIA DI SELVA CAVA - Ausonia (Frosinone)
CIMITERO - Rocca d'Arce (Frosinone)
MONTE CALCARONE - Rieti
MONTE FALCONE - Cittaducale (Rieti)


Nell'occasione abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux TELEROMA 56.


Mux TELEROMA 56 - Z@pping TV


Ore 10.20 -  PIEMONTE  - MUX SESTA RETE (PIEMONTE): ARRIVANO NUOVI CANALI, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 46
Mux SESTA RETE (PIEMONTE)
Per realizzare questa news, abbiamo dedicato molto tempo, infatti il mux di SESTA RETE (PIEMONTE) ospita al suo interno ben 25 canali televisivi. Andiamo a ricapitolarli in ordine di LCN, qui di seguito.
Prima di tutto iniziamo col dirvi che alcuni canali sono delle copie, anche se presentano nomenclature differenti e alcune emittenti sono trasmesse con la medesima posizione LCN.
Al numero 75 troviamo TLC Telecampione mentre il numero 85 è di Sesta Rete, quest'ultima è disponibile al numero 585 nominata Sesta Rete HD che invece trasmette la versione SD; è presente un'ulteriore copia trasmessa senza numerazione automatica nominata Sesta Rete.
Al numero 96 è trasmessa Aitv Suisse, non è presente alcun logo in video e la medesima programmazione è anche in onda su:
213 - 6 Rete1 Regione
286 - Aitv Sport
295 - AITV
605 - Vetrina Italia
648 - Telealtoveneto2
648 - AA2TV
649 - Sesta Rete4
681 - Travel Tv Medjugorje 2
Come detto, su questi 8 canali, la programmazione è la stessa, sono solo differenti le posizioni LCN e le varie denominazioni.
Al numero 98 troviamo CANALE ARTE, in copia anche sull' LCN 697 e sulla 188 di Sestarete 1, mentre alla posizione 99 è in onda TELETIME, in copia anche al numero 687 nominato TT.
Scorrendo i canali, arriviamo alle posizioni 248 di Salute Tv e 681 di Amici Animali & Natura, dove da qualche giorno è in onda un promo della nuova emittente Amici Animali che in questo loop pubblicizza l'utilizzo dell'LCN 188 in Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli V.G.
LCN 295 per La 4 Italia e 299 per GALAXY TV, mentre i canali erotici Nitegate 1 e Nitegate 2 si posizionano al numero 404 e 405. Infine DI.TV Space TV (LCN 683) al momento della nostra rilevazione era a schermo nero.
Ricapitoliamo pertanto i tre conflitti di LCN presenti in questo mux:
- numero 295, occupato da AITV e da La 4 Italia.
- numero 648, occupato da Telealtoveneto2 e da AATV2.
- numero 681, occupato da Amici Animali & Natura e da Travel Tv Medjugorje 2.
Speriamo non vi sia venuta la cefalea, noi siamo sulla buona strada.
Ah! Dimenticavamo di dirvi che abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping tv del mux
SESTA RETE (PIEMONTE).

Mux SESTA RETE (PIEMONTE) - Z@pping TV


Ore 00.30 - MEDIASET: PAGHE RIDOTTE, CONFALONIERI SI TAGLIA LO STIPENDIO.
Le prime linee manageriali del BIscione si riducono lo stipendi. Pier Silvio Berlusconi registra un calo dell'1,4% dei compensi da 1,485 del 2011 a 1,464 del 2012. La società ha archiviato il suo primo rosso dalla quotazione in Borsa.
Stipendi in calo per le prime linee di Mediaset, con il presidente Fedele Confalonieri che ha chiesto una riduzione del proprio compenso di 800mila euro. Proposta, quest'ultima, accettata a dicembre dal consiglio di amministrazione. E' quanto emerge dalla relazione sulla remunerazione di Mediaset in vista dell'assemblea degli azionisti. Confalonieri ha così guadagnato nel 2012 complessivi 2,745 milioni di euro (a cui si aggiungono 293.616 euro come fair value dei compensi in equity), rispetto ai 3,55 milioni del 2011, senza incentivi e premi una tantum.
Il calo avviene nell'anno in cui per la prima volta dalla quotazione a oggi, la società di Cologno ha registrato una perdita in bilancio. Il conto economico si è chiuso con un rosso di 235 milioni di euro e il consiglio di amministrazione ha deciso di non proporre alcun dividendo per gli azionisti.
Calo dei compensi a 2,987 milioni (più 176mila compensi in equity) dai 3,318 milioni dell'anno precedente anche per l'amministratore deleagato e numero uno di Publitalia, Giuliano Adreani, compreso un bonus da 650 mila euro (960mila nel 2011). Il manager Mediaset è comunque il più pagato della prima linea. Inferiore il taglio per il vicepresidente Pier Silvio Berlusconi, che ha percepito 1,464 milioni complessivi (più 234.893 euro di compensi in equity), con una flessione dell'1,4% rispetto al 2011, quando aveva incassato 1,485 milioni. A Marina Berlusconi, nel cda del gruppo del Biscione, spettano infine 23mila euro (24mila nel 2011).

Tratto da: http://www.repubblica.it/economia/finanza/2013/04/03/news/mediaset_paghe_ridotte_confalonieri_si_taglia_lo_stipendio


 03 APRILE 2013 - Mercoledì 

Ore 20.15 -  ABRUZZO  - MUX RTVA: AGGIORNATO LO Z@PPING TV, MESSAGGIO DI RISINTONIZZAZIONE SU TELE 9.
UHF 33 Mux RTVA

Abbiamo approfittato delle festività pasquali trascorse in terra d'Abruzzo per aggiornare con nuove immagini lo z@pping TV del mux RTVA, che irradia sulla frequenza UHF 33 dalla postazione di San Silvestro a Pescara. Nel multiplex composto ora da otto canali c'è da segnalare che TELEAMBIENTE ABR (ABRUZZO abbreviato in epg), con LCN 78, non trasmette, è sempre a schermo nero, o meglio presenta delle striscie blu oblique sul nero; al momento della nostra rilevazione RTVA (LCN 95) trasmetteva con il video tutto arancione, come da immagini che vi alleghiamo qui sotto. Inoltre su TELE 9, che viene trasmesso in questo mux su TELE 9 CANALE 3 (LCN 296) e TELE 9 CANALE 5 (LCN 662) passava in onda spesso un crawl che invitava alla risintonizzazione per poter continuare a vederla sui canali (LCN) 74, 186, 296 e 662. Ricordiamo che le altre due numerazioni 74 (TELE 9) e 186 (TELE 9 canale 2) sono trasmesse nel mux TRSP (ABRUZZO). E' online anche il nuovo sito internet di TELE 9www.telenove.it, dove sarà possibile guardare in streaming il canale, ma al momento non è attivo. Infine vi facciamo vedere delle immagini di un promo in onda su RETE AZZURRA (LCN 87 e i suoi tre duplicati LCN 189 RETE AZZURRA CANALE 2, 299 RETE AZZURRA CANALE 3 e 670 RETE AZZURRA CANALE 4), emittente della FINSERT MEDIA S.R.L. con sede a Sambuceto di San Giovanni Teatino in provincia di Chieti. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux RTVA.












Mux RTVA - Z@pping TV


Ore 17.25 -  PIEMONTE  - MUX QUINTARETE: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 29 Mux QUINTARETE
Continuiamo ad aggiornare le composizioni di alcuni mux locali piemontesi, rispetto alla nostra precedente rilevazione di qualche mese fa. Rivediamo oggi la composizione del mux QUINTARETE, segnalando l'inserimento di TELESTUDIO sull' LCN 17 (quest'ultima è anche disponibile nella medesima area sull' UHF 24 nel mux QUARTARETE). Sulla LCN 88 il canale è ora identificato in EPG come Quinta Rete (prima era nominato QUINTARETE 1), anche in video è stato eliminato il numero 1 che appariva nel logo dopo la scritta QUINTARETE. Sull' LCN 118 è stato inserito BlueJeans TV, in precedenza questa emittente era trasmessa dall'ex mux di TELESTUDIO, frequenza rottamata al termine dello scorso anno. Passa sulla LCN 273 Gira Musica, in precedenza occupava l'LCN 650 ed era identificato Giramusica - QuintaRete4. Al numero 294 è stato eliminato Turbo Channel - QuintaRete3, mentre si sposta di numerazione anche il canale musicale Mas Latina TV, che passa dal numero 651 al 626 (in precedenza era identificato come Mas Latina TV - QuintaRete5). Infine il canale dedicato all'arte culinaria Gusto TV occupa ora l'LCN 627 mentre prima aveva la numero 191 ed era identificata come Gusto TV - QuintaRete2. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux QUINTARETE.




Mux QUINTARETE - Z@pping TV


Ore 11.10 -  LOMBARDIA  - MUX RETE 55 (LOMBARDIA): PROMO IN ONDA SUI NUOVI CANALI SALUTE TV E AMICI ANIMALI NATURA.
UHF 42 Mux RETE 55 (LOMBARDIA)
Lo scorso 22 marzo vi avevamo annunciato l'arrivo nel mux di RETE 55 (LOMBARDIA) dei canali Salute TV e Amici Animali Natura sulle numerazioni 248 e 295; da qualche giorno questi canali non sono più a schermo nero ma trasmettono il medesimo promo a loop di Amici Animali, si fa inoltre riferimento ad un'unica numerazione LCN 188 per il Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, anche se qui in Lombardia al momento questa posizione è già in uso da AITV (che trasmette CANALE ARTE) emittente diffusa sempre dal mux RETE 55 (LOMBARDIA). Abbiamo aggiornato lo z@pping tv e la griglia dei canali.




Ore 10.25 -  ABRUZZO  - MUX VERA TV (ABRUZZO): REALIZZATO LO Z@PPING TV.
UHF 34 Mux VERA TV (ABRUZZO)
Abbiamo realizzato le immagini dei canali trasmessi nel mux VERA TV (ABRUZZO), attivo da pochi mesi nelle città de L'Aquila, Pescara e Teramo. Il multiplex è composto da sei canali: VERA TV (LCN 79); TVP ITALIA (LCN 213) che in alcune ore trasmette con il logo di CRISHOP.IT; E20.TV (LCN 613); VERA NEWS (LCN 692), qui sotto vi alleghiamo alcune immagini del telegiornale, nelle varie edizioni trasmette con due loghi, TGN per le news nazionali e TGL per quelle locali; VERA SPORT (LCN 693) che trasmette anche SAMBCHANNEL, canale tv della Sambenedettese, squadra di calcio della cittadina di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), dove ha sede VERA TV; infine c'è VERA TV ABRUZZO (LCN 640) che è sempre a schermo nero, non ha iniziato le sue trasmissioni. Consulta la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux VERA TV (ABRUZZO).











Mux VERA TV (ABRUZZO) - Z@pping TV


Ore 00.20 -  LAZIO  - MUX TELEOBIETTIVO: DOPO 35 ANNI TELEOBIETTIVO CHIUDE.
UHF 29 Mux TELEOBIETTIVO
Un'altra TV è costretta a chiudere a causa della revisione delle graduatorie. Lo scorso 29 marzo ha terminato le trasmissioni l'emittente TELEOBIETTIVO di Nettuno (Roma). Era in graduatoria insieme a SUPER 3 di Roma per l'assegnazione della frequenza UHF 29. Dopo la recente revisione è stata sbalzata fuori dalle posizioni utili per avere la concessione di un multiplex. Sul sito internet dell'emittente si legge il messaggio che vi riportiamo qui sotto.

http://www.teleobiettivo.eu


29 MARZO 2013
TELEOBIETTIVO CHIUDE


DOPO CIRCA 35 ANNI DI ATTIVITA'
SIAMO COSTRETTI A CHIUDERE TELEOBIETTIVO
GRAZIE ALLE NUOVE GRADUATORIE EMESSE DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
NEL QUALE HANNO TAGLIATO MOLTE TV COME LA NOSTRA

RINGRAZIAMO TUTTI COLORO CHE CI HANNO SEGUITO NEL CORSO DI QUESTI ANNI


 02 APRILE 2013 - Martedì 

Ore 23.55 -  PIEMONTE  - MUX TELEGRANDA: INSERITI I DETTAGLI TECNICI E LO Z@PPING TV.
UHF 23 Mux TELEGRANDA
Approfittiamo della pausa pasquale per aggiornare alcune composizioni dei mux locali, oggi inseriamo lo z@pping TV del mux TELEGRANDA che si riceve nella parte occidentale del Piemonte. Recentemente è stato anche attivato l'impianto del Colle della Maddalena, la postazione principale per servire l'area torinese. Consulta i canali trasmessi visualizzando la griglia con i dettagli tecnici e lo z@pping TV del mux TELEGRANDA.

Mux TELEGRANDA - Z@pping TV


Ore 22.30 -  ABRUZZO  - MUX TV ATRI: AGGIORNATO LO Z@PPING TV, IMMAGINI DELLA SEDE.
UHF 53 Mux TV ATRI
Alla vigilia di Pasqua abbiamo fatto un giro nella località di Atri nel teramano e nell'occasione siamo passati davanti alla sede dell'emittente TV ATRI, qui sotto potete vedere le foto dell'edificio, sul tetto è presente la parabola di trasmissione puntata verso la postazione di Contrada San Martino, da dove irradia sulla frequenza UHF 53. Abbiamo anche sintonizzato il multiplex, ricevuto con un buon segnale, che è composto di sei canali. Da segnalare che TV ATRI TRADIZ. (LCN 185), TV ATRI SPORT (LCN 295) e TV ATRI CULTURA (LCN 659) trasmettono una programmazione senza logo, mentre TV ATRI STORICO (LCN 658) ha in onda il logo di TV HELCAP. Pertanto abbiamo aggiornato la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux TV ATRI. Consulta anche la lista delle TV AD ATRI.


Mux TV ATRI - Z@pping TV


Ore 19.45 -  LAZIO  - MUX TELEROMA 56: SPENTO DEFINITIVAMENTE SULL'UHF 35, RITORNERA SULL'UHF 29 DI SUPER 3?
UHF 35 Mux TELEROMA 56
UHF 29 Mux SUPER 3
UHF 35 Mux ITR SORA (LAZIO)
Dopo la revisione delle graduatorie delle emittenti locali nel Lazio, e la giusta riaccensione del mux ITR SORA (LAZIO), già visibile a Roma e Latina sull' UHF 35, ha spento definitivamente sulla stessa frequenza il mux TELEROMA 56, che al momento non risulta più attivo. Siamo in attesa di conoscere gli sviluppi, se spegnerà sull' UHF 29 il mux SUPER 3, fuori dalle nuove graduatorie, e se TELEROMA 56 migrerà su quest'ultima frequenza, ospitando con accordi anche l'emittente romana SUPER 3. Non ci sono per ora conferme, ma nelle prossime ore vi terremo aggiornati su eventuali novità.


 01 APRILE 2013 - Lunedì 

Ore 23.30 - IL TELECOMANDO DELL'AGCOM: PENALIZZATI COME SEMPRE I NUOVI ENTRANTI.
I padroni del telecomando restano tali. E non si tratta dei telespettatori, che pensano di esserlo ma che spesso non sanno cambiare posizione ai canali e quando lo fanno, spesso si ritrovano automaticamente le posizioni che avevano cambiato. Il nuovo Piano di numerazione approvato dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni porterà all'attribuzione, a ciascun canale televisivo digitale terrestre, di un numero, assegnato automaticamente dal decoder o dal televisore con decoder integrato. Tale numero colloca il canale all'interno dell'offerta di programmi digitali e sul telecomando dell'utente.
Rafforzare i più deboli. O i più forti?
L'obiettivo doveva essere quello di incrementare, in modo effettivo, la concorrenza e il pluralismo nel sistema televisivo, adottando misure favorevoli ai nuovi entranti e alle tv - penalizzate da una storia di concentrazione e di leggi ad personam - a scapito di chi detiene posizioni dominanti. Come ha scritto Marco Cuniberti nel sito MediaLaws, in fase di presentazione del Piano alla consultazione degli operatori, «si può dire che l'adozione del Piano rappresenta l'ennesima occasione mancata». Giudizio che si rafforza leggendo il Piano approvato post-consultazione. In sintesi, prima il legislatore e poi l'Agcom hanno ri-costruito (perchè il Consiglio di Stato ha annullato nel 2012 il precedente Piano di numerazione del 2010) , per citare ancora Cuniberti di MediaLaws, «un sistema che si traduce in un evidente ulteriore rafforzamento delle posizioni dominanti già esistenti nel sistema analogico».
Tra 1 e 999 c'è una certa differenza.
Il Piano, innazitutto, prevede una cifra (e un solo tasto del telecomando da premere), o due o tre da ssegnare ai canali, a seconda degli archi di numerazione. Non è stata accolta l'ipotesi di adottare una numerazione a tre cifre per tutti i canali, come accade per Sky, in modo da non penalizzare ancor più pesantemente quelli dal 100 al 999, rispetto a quelli dall'1 al 10 in particolare. Altro che le condizioni «eque, trasparenti e non discriminatorie» richieste da leggi e direttive comunitarie. La legge ha stabilito che uno dei criteri cui si deve uniformare il Piano è quello delle "abitudini di ascolto", quelle dell'era analogica, vanificando l'uso dello strumento a favore di concorrenza e pluralismo. Il mantenimento delle posizioni acquisite prevale sull'esigenza di favorire i nuovi entranti e le tv minori e l'Agcom non ha fatto nulla per cercare di riequilibrare il sistema televisivo.
Italia, quando il digitale è analogico.
Il digitale terrestre italiano è stato attuato per mantenere intatto e rafforzare l'assetto analogico, a cominciare dal numero di reti riservato all'emittenza nazionale sino all'assegnazione alle sole tv locali dei canali 61-69 poi assegnati alle compagnie telefoniche con l'asta per la banda larga. Per finire al non rispetto del Piano Agcom, in modo da occupare tutte le frequenze, con relative interferenze, a scapito degli utenti e della loro ricezione televisiva. Nell'analogico, soprattutto, le frequenze non sono mai state assegnate secondo un Piano: questo ha portato alla sentenza della Corte di Giustizia europea sul caso Europa 7, nella quale si definì contrario alle direttive europee un sistema come quello italiano. La stessa Agcom arrivò a certificare l'esistenza di un duopolio congiunto Rai-Mediaset, sia pure solo nell'analogico.Il Piano per la numerazione è uno degli ultimi atti di tale "analogizzazione" del digitale, comprimendone le potenzialità di valorizzazione di nuovi soggetti e delle tv minori.
Mtv e Deejay sono generaliste o no?
Tra i molti punti interrogativi c'è quello sulla definizione di "generalista": che significa che tale canale "trasmetta prevalentemente" programmi di tipo generalista? Mtv e Deejay Tv lo fanno? Possono mantenere i numeri 8 e 9 sul telecomando? La logica direbbe di no, invece forse sì, ma non è affatto chiaro. In più, si parla di trasmessione analoogica e di simulcast analogico-digitale come caratteristiche per questi programmi: ma la commissione Ue ha aperto una procedura d'infrazione contro l'Italia, non ancora conclusa, proprio perchè le norme italiane non permettevano di trasmettere in digitale a chi non aveva le frequenze analogiche...Europa 7 , poi, vinse una gara ma le frequenze analogiche non le ha mai avute.
La penalizzazione dei canali nativi digitali. Perchè non può esistere un canali generalista tra i nativi digitali? E perchè ReteCapri, il cui editori Costantino Federico annuncia ricorsi contro il nuovo Piano, va relegata al numero 20, pur essendo un canali analoogico "storico"? Perchè un nuovo canale digitale potrà, al massimo, ambire ad una posizione dal 21 in giù sul telecomando (anche se questa discriminazione è stata legittimata dal Consiglio di Stato, ribaltando il Tar Lazio)?
Dieci e lode ad un consorzio.
I consorzi di tv locali hanno ottenuto quattro posizioni: 10, 97,98 e 99: quello che potrà avere successo sul mercato è però solo il consorzio che avrà il numero 10: ed è questa la maggiore novità, forse, del Piano Agcom. Gli imprenditori televisivi che avranno tale numero, da Sandro Parenzo a Luca Montrone (TeleLombardia e Telenorba, rispettivamente) meritano di poter finalmente competere alla pari con le tv nazionali, avendo un solo numero sul telecomando sia per le otto ore di programmi nazionali che per le otto di programmi locali. Sarebbe stato preferibile, per la concorrenza, però, avere i consorzi di tv locali su tasti del telecomando più vicini (10,11, 12 e 13?).
Programmi per adulti: sì o no? HD e Televendite.
Domande finali. Si dice che nel primo arco di numerazione non possono essere irradiati «programmi rivolti a un pubblico di soli adulti» e poi ancora: «le offerte a pagamento rivolte ad un pubblico adulto devono prevedere sistemi di controllo specifici e selettivi a tutela dei minori». Vuol dire che le offerte per "adulti" si possono fare dal secondo arco di numerazione in poi, a pagamento? Strano, visto che molti giuristi ritengono che il porno sia permesso solo con offerte "non lineari", come il video-on-demand, mentre il Piano di numerazione si riferisce solo a canali lineari. E' poi assurdo che ai canali in HD venga riservato l'ottavo arco di programmazione, praticamente una terra di nessuno per quello che, sul satellite e su altre piattaforme, è ormai lo standard usuale di trasmissione. C'è poi la penalizzazione dei canali di televendite, che sono gli unici, oggi, a non perdere soldi e a dare (finora) oc cupazione. L'indagine sulle abitudini e le preferenze degli utenti sul telecomando, effettuata dall'Istituto Piepoli, merita un'analisi a parte. Una domanda preliminare solamente: com'è stato selezionato, a parte la rappresentatività della popolazione italiana, il campione di 23.604 utenti intervistati telefonicamente? Attraverso i numeri telefonici fissi?

Tratto da: http://marcomele.blog.ilsole24ore.com/2013/04/il-telecomando-dellagcom-penalizzati-come-sempre-nuovi-entranti-e-tv-minori