VENETO IN DIGITALE

TRENTINO ALTO ADIGE IN DIGITALE

FRIULI VENEZIA GIULIA IN DIGITALE


                                  ARCHIVIO NEWS
    VENETO - TRENTINO ALTO ADIGE - FRIULI VENEZIA GIULIA

                DAL 03 AGOSTO 2011 AL 31 AGOSTO 2012


 31 AGOSTO 2012 - Venerdì 

Ore 11.10 - COMPRATA DA RETEVENETA TORNA IN ONDA TELENORDEST.
Padova, presentata la nuova stagione. «Focus su attualità e sport».
VENEZIA—Dopo due anni di assenza è tornata in onda sul digitale terrestre Telenordest, con lo storico logo «Tne». A lanciarlo, sul canale 19 del telecomando, il Gruppo Rete Veneta, già presente sul canale 18. Nel 2010 Antennatre aveva venduto le frequenze di Telenordest, lasciandone libero sul digitale il marchio, acquisito allora da Rete Veneta, che l’ha registrato in Camera di Commercio. «Ma prima di lanciarlo abbiamo aspettato di avere un canale adeguato, non potevamo presentare un marchio storico sul 200, per esempio—spiega Filippo Jannacopulos, editore di Rete Veneta —. Il palinsesto è in via di definizione, ma l’idea è di completare la nostra offerta offrendo un mix tra news e sport. Pensiamo a un programma di approfondimento diverso dal telegiornale: sarà un nuovo format a cavallo tra Linea Notte e Otto e mezzo. Insomma, n mix di notizie, politica e attualità».
Sul fronte sportivo, la collaborazione con Telelombardia porterà sulle frequenze della rediviva Tne trasmissioni ormai rodate come «Qui studio a voi stadio», i contenitori calcistici del fine settimana, Champions ed Europa League. «La scelta compiuta si inserisce con naturalezza nella mission del gruppo —afferma il presidente —che così si candida a diventare il riferimento del Nordest. Abbiamo colto l’occasione per dimostrarci con i fatti ancora più vicini alla nostra audience, facendo ritrovare Tne nelle case di tutti i veneti, un patrimonio che non poteva essere dimenticato». Telenordest, già in onda con il suo logo, in attesa dello sviluppo del palinsesto il cui lancio avverrà a ottobre trasmette già i Tg curati dalla redazione di Rete Veneta e lo sport. «Per il momento ce la facciamo con le forze interne—conclude Jannacopulos —poi vedremo. Proprio quando c’è crisi bisogna investire. Se si continua a ridurre si finisce per scomparire».

Tratto da:
http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2012/30-agosto-2012/comprata-rete-veneta-torna-onda-telenordest


 06 AGOSTO 2012 - Lunedì 

Ore 20.30 - RETE VENETA ACQUISISCE TELEQUATTRO FRIULI.
ANSA.it - VENEZIA - Il network televisivo Rete Veneta con sedi a Bassano del Grappa (Vicenza), Treviso, Venezia, Mestre e Padova ha raggiunto il controllo totale di Telequattro, storica emittente del Friuli Venezia Giulia. Ne da' notizia lo stesso network spiegando in una nota che il nuovo amministratore unico e' Filippo Jannacopulos, mentre il direttore di Rete Veneta Luigi Bacialli e' stato riconfermato anche alla direzione di Telequattro.
Con il passaggio dall'analogico al digitale Rete Veneta ha registrato il maggior incremento degli ascolti rispetto alle concorrenti. Lo scorso dicembre era entrata nel capitale sociale della televisione triestina acquisendo una quota del 50%.
"Ora si procedera' ad un rilancio di Telequattro - rileva la nota - attraverso un piano aziendale che sfruttera' le economie di scala e il know how del gruppo veneto, all'avanguardia nella tecnologia del digitale".


 05 AGOSTO 2012 - Domenica 

Ore 17.25 - MUX TELEPACE TRENTINO: ARRIVA AFRI RADIO.
UHF 42 mux TELEPACE:
E' stato inserito in questo mux un nuovo canale radiofonico, Afri Radio, senza numerazione LCN. L'emittente, con sede a Verona, dedica la sua programmazione al continente africano ed è stata fondata dai Missionari Comboniani. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping tv del multiplex TELEPACE TRENTNO.




Ore 10.25 - SCIOPERO AD ANTENNA 3 NORDEST.
TREVISO – Sciopero ad Antennatre Nordest, dallo scorso venerdì 3 agosto fino a lunedì 6 agosto, “alla luce della mancata erogazione delle retribuzioni, del saldo degli stipendi 2011, dei buoni pasto e del mancato rispetto dell’accordo sottoscritto al Ministero del Lavoro”.
Lo ha deciso l’assemblea dei lavoratori, riunita a San Biagio di Callalta, 
che, esaminata la situazione aziendale, ha affidato a larghissima maggioranza alle Rsu e al Cdr un pacchetto di 3 giorni di sciopero. I lavoratori effettueranno l’astensione dal lavoro in coincidenza con i propri turni; pertanto chi è assente dal lavoro nelle giornate di lotta effettuerà lo sciopero al momento del rientro.
L’editore di AntennaTre Nordest, Thomas Panto, ha replicato all’annuncio, con una nota all’Ansa, ritenendo “già paradossale che un’azienda privata debba sostituirsi alle responsabilità delle amministrazioni pubbliche” aggiungendo che “non è accettabile la mancanza di collaborazione dimostrata di fronte ad una proposta che risolve i problemi di liquidità lamentati dai lavoratori”.
Ricordando che il bilancio di “Antennatre” nel 2011 ha evidenziato un Ebitda positivo per l’8,5%, Panto rileva che, tuttavia, “la grave lentezza delle amministrazioni pubbliche nel saldare i crediti che l’azienda vanta ha creato un problema di liquidità che l’azienda si è resa disponibile a risolvere con una linea di credito gratuita e garantita dall’azienda a favore di ciascun dipendente”.
“Questa soluzione – spiega l’editore – apprezzata e sottoscritta il 30 luglio nella sede della Provincia di Treviso, presenti i rappresentanti sindacali e l’assessore al lavoro, a distanza di soli 2 giorni viene ora rifiutata dai lavoratori e dalle organizzazioni sindacali. Peraltro anche l’assessore al lavoro aveva commentato che la proposta di Antennatre era innovativa”.
Alla replica di Thomas Panto è seguita una “lettera aperta” del Sindacato giornalisti del Veneto, guidato dal segretario Daniele Carlon, di 
Slc-Cgil 
Rsu e del Cdr di Antennatre Nordest-Free, con la quale i sindacati ritengono “ci sia stato un difetto nella comunicazione” sull’esito effettivo dell’incontro alla Provincia.
“
Nel verbale di riunione e non di accordo, le parti – sottolineano le rappresentanze sindacali – hanno sottoscritto le dichiarazioni fatte in sede istituzionale. Ribadiamo che nessun accordo tra le parti poteva essere sottoscritto in quella sede!”.
Le organizzazioni sindacali, infatti, “si sono impegnate a esporre ai lavoratori le condizioni della proposta chiedendo che l’azienda inviasse preventivamente un comunicato scritto a tutti i dipendenti. Così è stato, se non fosse che la comunicazione dell’amministratore delegato si è rivelata insufficiente al punto da costringere i lavoratori, singolarmente, a fare quella che lei ha definito «dietrologia finanziaria». Nella mail del dott. Barcella e nella successiva dell’ufficio del personale non è stata allegata alcuna proposta, non ci sono i termini (neppure accennati), non c’è alcun riferimento sulla garanzia prestata dall’azienda”.
“
Il punto della questione – aggiungono i sindacati – è semplice: per risolvere la mancata erogazione degli stipendi, l’azienda dice di garantire ai 78 dipendenti una linea di fido fino a un massimo di 10.000 euro, ovvero fino a concorrenza del credito vantato nei confronti dell’azienda. Per ottenere ciò i 78 dipendenti dovrebbero aprire un conto corrente presso la Banca di Treviso la quale esclude la possibilità di inserire nel contratto la clausola di non rivalsa nei confronti del correntista”.
“Tale circostanza – si fa rilevare nella lettera aperta – non può essere accettata dai lavoratori né tanto meno dalle organizzazioni sindacali. 
Nessun dubbio sul fatto che l’operazione possa essere gratuita per i lavoratori; al contrario dubitiamo che la linea di credito possa essere garantita dall’azienda. Così fosse l’Azienda non avrebbe bisogno di farsi «sostituire» dai lavoratori.
 E’ per questo motivo che i lavoratori a larghissima maggioranza rifiutano la proposta che non può essere avallata dalle organizzazioni sindacali”.
All’editore di Antennatre Nordest, il quale sostiene che “è già paradossale che un’azienda privata debba sostituirsi alle responsabilità delle amministrazioni pubbliche”; i lavoratori rispondono: “per noi è paradossale il fatto che l’azienda intenta risolvere la sua questione di liquidità scaricando il debito sui lavoratori”.
Quanto alla presunta mancanza di collaborazione, i rappresentanti sindacali ricordano a Thomas Panto “le innumerevoli occasioni in cui è stato sollecitato a confrontarsi con i lavoratori. Ci ha chiesto di «remare» assieme a lei e lo abbiamo fatto. Ora, però, è stato superato un limite: quello del rispetto per i suoi lavoratori che si sono rimboccati le maniche e che fino ad oggi non hanno mai fatto mancare il loro apporto. Questo sì, per lei, a costo zero”.
Piena solidarietà ai lavoratori di Antennatre Nordest è stata espressa, infine, dall’Ordine regionale dei giornalisti del Veneto, fortemente preoccupato per la situazione e il futuro dei lavoratori. L’Ordine dei giornalisti presieduto da Gianluca Amadori “assicura il proprio costante e attivo interessamento agli sviluppi della vertenza e 
auspica che l’astensione dal lavoro porti al più presto alla ripresa della trattativa e a un esito che risponda pienamente alle giuste richieste dei lavoratori”.

Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2012/08/03/tre-giorni-di-sciopero-ad-%E2%80%9Cantenna-tre-nordest


 30 LUGLIO 2012 - Lunedì 

Ore 15.20 - L'UNIVERSITA' DI UDINE STUDIERA' L'IMPATTO DEL DIGITALE TERRESTRE.
Quanto è cambiato l’approccio alla televisione, alla luce delle potenzialità offerte dal digitale terrestre? Quali sono, in particolare, gli effetti di questo cambiamento all’interno del Friuli Venezia Giulia? Sono queste alcune tra le domande cui si propone di rispondere il nuovo progetto commissionato da Informest, Centro di servizi e documentazione per la cooperazione internazionale, al Laboratorio di ricerca economica e manageriale (Larem), centro di ricerca specializzato in materia di comunicazione del Dipartimento di scienze economiche e statistiche (Dies) dell’Università di Udine.
La ricerca punta a comprendere quanto i nuovi servizi disponibili dopo la transizione al digitale terrestre siano noti ed effettivamente utilizzati a due anni di distanza dallo switch over in Friuli Venezia Giulia, nonché a valutare il livello di soddisfazione del pubblico nei confronti del servizio. L’analisi si colloca nel quadro del progetto comunitario “Digi.Tv”, finanziato dal Programma See (Sud Est Europa) per la cooperazione transnazionale, che attraverso la condivisione delle best practice vuole accelerare la digitalizzazione dei servizi televisivi e promuovere l’utilizzo dei servizi di information & communication technology su banda larga.
«I ricercatori dell’Ateneo friulano – spiega Luca Brusati, coordinatore scientifico del Laboratorio – seguiranno tutte le fasi dell’indagine in modo da offrire a Informest il massimo rigore scientifico all’analisi. Dopo aver definito il questionario e i criteri di campionamento della popolazione, procederanno alla rilevazione tramite la metodologia Cati (Computer-assisted telephone interviewing), per poi occuparsi della preparazione delle evidenze finali».
«Dopo la ricerca condotta nel 2011 sugli effetti della transizione al digitale terrestre sulle emittenti televisive, questo nuovo successo del Larem, per di più in un progetto di rilevanza europea, è per noi motivo di grande orgoglio – conclude Andrea Moretti, direttore del Dipartimento di scienze economiche e statistiche –. Ancora una volta il nostro Ateneo, grazie all’impegno dei suoi ricercatori, si dimostra in grado di proporre la sua eccellenza sul territorio».



 26 LUGLIO 2012 - Giovedì 

Ore 10.50 - CITTADELLA (PADOVA): LA LISTA DELLE TV RICEVIBILI.
Luigi di Cittadella (Padova), che ringraziamo, ci ha inviato una lista dei canali TV ricevibili nella sua località aggiornata allo scorso 23 Luglio 2012.

LISTA TV CITTADELLA (PD)


 24 LUGLIO 2012 - Martedì 

Ore 01.35 - SCIOPERO IN VISTA AD ANTENNA 3 NORD EST E FREE.
TREVISO – E’ stato rinviato a data da destinarsi l’incontro, convocato dall’assessore provinciale alle politiche del lavoro di Treviso, che avrebbe dovuto vedere ieri al tavolo l’amministratore delegato di Antenna Tre-Nordest Free e le rappresentanze sindacali per fare chiarezza sulla difficile situazione in cui versa l’azienda.
Con due righe inviate alla vigilia dell’incontro, il dott. Antonio Barcella ha, infatti, comunicato all’assessore la sua indisponibilità e non ha fornito date alternative per una eventuale nuova convocazione. 

“Uno schiaffo, l’ennesimo – affermano il Comitato di redazione e le Rsu – per i lavoratori di Antennatre Nordest/Free che attendono invano da mesi il ripristino delle normali condizioni lavorative che non possono prescindere dalla ripresa della regolarità dell’erogazione delle retribuzioni”.
I lavoratori, non comprendendo “l’atteggiamento dell’azienda e del suo amministratore delegato”, ricordando che “il dott. Barcella, in una recente mail indirizzata a un collega, ha detto testualmente: «Le chiacchiere vanno a zero ed i fatti sono quelli che contano». Bene, noi – affermano i lavoratori – questi fatti non li abbiamo ancora visti, così come non abbiamo ancora visto la relazione sulla gestione dell’azienda che l’amministratore delegato ha annunciato più volte di essere in procinto di presentare (l’ultima in ordine di tempo lo scorso 3 luglio)”.
Alla luce di quanto esposto, i lavoratori di Antennatre Nordest/Free ricordano all’azienda e all’amministratore delegato di “non aver mai ritirato lo stato di agitazione in atto da alcuni mesi e comunicano che a partire dalla giornata odierna - ieri, ndr – potrebbe non essere garantito il normale svolgimento dell’attività lavorativa (tecnica e redazionale)”.

Tratto da: www.giornalisticalabria.it/2012/07/21/sciopero-in-vista-ad-%E2%80%9Cantenna-tre-nordest-free



 16 LUGLIO 2012 - Lunedì 

Ore 20.45 - MUX TCA: NUOVO LOGO E NUOVA LCN PER TCA IN TRENTINO.
UHF 31 Mux TCA:
E' stato eliminato il canale TCA STTN dalla numerazione LCN 605, dove arriva TCA IN TRENTINO che cambia LCN, dalla 696 passa alla 605. Cambia anche logo, qui sotto potete vedere alla sinistra quello vecchio, alla destra quello nuovo.





 12 LUGLIO 2012 - Giovedì 

Ore 10.45 - REDAZIONE UNICA TRA TELEARENA E RADIOVERONA.
Una redazione unica tra Telearena e Radioverona con passaggio di qualifica dei radiogiornalisti, è la soluzione scaturita dall’incontro tra Riccardo Verzè (per il CdR di TeleArena), il direttore del personale dell’Athesis, Roberto Covallero, e il segretario del Sindacato giornalisti del Veneto, Daniele Carlon (in rappresentanza dei giornalisti di RadioVerona).

Il tema centrale era la prosecuzione della convergenza (ora esplicitamente definita fusione) tra RadioVerona e TeleArena, che formalmente, però, resteranno testate distinte.


A fronte della recente diminuzione dell’organico di TeleArena e della sospensione delle collaborazioni è stata posta in evidenza la necessità di un incontro con il direttore unico sull’organizzazione del lavoro per i redattori delle due testate che tenga conto delle ridotte disponibilità redazionali.
Sarà necessario anche un confronto sulla riduzione dei palinsesti di radio e tv e la definizione del percorso formativo per riprese e montaggi necessario per i colleghi di RadioVerona.
Questi ultimi, al termine della formazione (o già a livelli intermedi), avranno il riconoscimento previsto dal contratto Aeranti Corallo come teleradiogiornalisti +24.

Nel corso dell’incontro, Covallero ha sottolineato l’esigenza dell’omogeneizzazione della formazione professionale per tutti i colleghi, ribadendo la necessità di superare gli ostacoli attualmente in vigore contrattualmente per quei redattori esentati dal montaggio e dalle riprese.
Come ulteriore prosecuzione del confronto con la Redazione da parte della proprietà, è stata definita la disponibilità ad un ulteriore incontro in data da definirsi tra il rappresentante della proprietà e i redattori.
Verranno, infine, valutate le ripercussioni per l’organico del lungo processo formativo, con una situazione che il Cdr
ha ribadito essere di sofferenza già gravissima per la Redazione in termini di pianta organica.

Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2012/07/11/redazione-unica-tra-telearena-e-radioverona


 08 LUGLIO 2012 - Domenica 

Ore 12.55 - MUX TVISION 2: E' ARRIVATO INFO TV.
UHF 21 mux TVISION 2:
Al posto del canale duplicato di TG Norba 24 è stato inserito il canale INFOTV, mantenendo la stessa LCN (272).





 07 LUGLIO 2012 - Sabato 

Ore 23.50 - MUX 7 GOLD TRENTINO: VA VIA GIOCA TV, RITORNA MICIO BAU.
UHF 32 Mux 7 GOLD TRENTINO:
In questo mux è stato eliminato in canale GIOCA TV ed è stato ripristinato MICIO BAU, mantenendo la stessa LCN (632).







 16 GIUGNO 2012 - Sabato 

Ore 19.10 - MUX TVISION 2: E' ARRIVATO ADA CHANNEL.
UHF 21 mux TVISION 2:
E' stato aggiunto un nuovo canale nel mux TVISION 2. Si tratta di ADA CHANNEL con numerazione LCN 116.





 05 GIUGNO 2012 - Martedì 

Ore 09.55 - I VESCOVI TAGLIANO 400 MILA EURO: CHIUDE TELECHIARA.
Posto di lavoro a rischio per 20 dipendenti. I presuli: sarebbe stato necessario un investimento di un milione l'anno. Il sindacato dei giornalisti: aprire un tavolo.
PADOVA—Luci fosche all'orizzonte per l'emittente Telechiara, che entro la fine dell'anno rischia di chiudere definitivamente la programmazione. La notizia è stata comunicata mercoledì pomeriggio a giornalisti, tecnici e operatori, che si trovavano nella sede centrale di via Cernaia a Padova: a dare la notizia sono stati i membri del consiglio di amministrazione. Lo stesso cda conferma di avere ricevuto la notizia il giorno prima dai vescovi (cioè la proprietà) che, in occasione della Conferenza Episcopale del Triveneto, hanno deciso di tagliare i 400mila euro di investimento che richiede la tivù delle diocesi del Nordest per poter andare avanti con la programmazione.
Questo il testo del comunicato diffuso venerdì dai vescovi: E’ con dispiacere, e solo dopo un lungo esercizio di analisi e discernimento durato alcuni anni, che i Vescovi della Conferenza Episcopale Triveneto hanno constatato l’impossibilità di proseguire il sostegno alla ventennale esperienza di Telechiara. Come rappresentanti della proprietà, i Vescovi - insieme ai loro principali collaboratori - hanno accuratamente valutato l’attuale situazione e le prospettive dell’emittente in un contesto di ampie ed oggettive difficoltà che attraversano l’intero panorama editoriale nazionale. Venute meno alcune consistenti forme di contributo, che ne avevano sin qui garantito la sopravvivenza, si sarebbe ora reso necessario un notevole investimento quinquennale - dell’ordine di oltre un milione di euro all’anno - totalmente a carico delle singole Diocesi del Triveneto che, con quote diverse, costituiscono la proprietà di Telechiara. Pur nella consapevolezza del valore attuale e del carattere decisivo dei media e nell’impegno di trovare e sviluppare insieme altre vie di comunicazione anche attraverso le nuove tecnologie, in questi tempi di crisi non è parso più sostenibile un così ingente investimento. I Vescovi presenti all’ultima riunione della Cet, all’unanimità, sono perciò giunti con rammarico alla decisione di non poter gravare le loro Diocesi di tale onere finanziario. La decisione è stata presa nei tempi richiesti dal Consiglio di Amministrazione dell’emittente che aveva la necessità e l’urgenza di conoscere, al più presto, la posizione della proprietà. I Vescovi e le Diocesi del Triveneto ringraziano quanti, nei vari anni, hanno contribuito a quest’esperienza televisiva e confidano che si trovi presto un’adeguata soluzione professionale per il personale attualmente impegnato in Telechiara
«Nessuno verrà lasciato per strada, anche se nemmeno noi sappiamo i tempi tecnici della decisione - spiega l’ad Guido Masnata, dando così conferma a voci di corridoio che si erano susseguite tutto il giorno - la proprietà aveva due opportunità: un piano di reinvestimento quinquennale che prevedesse il rilancio su una piattaforma più ampia oppure la chiusura». E' stata scelta la seconda opzione. Che ha colto di sorpresa il personale, che conta una ventina di dipendenti. I giornalisti e i tecnici al momento non hanno avuto modo di confrontarsi, la sensazione che non si navigasse in buone acque era diffusa, ma nessuno pensava che si potesse arrivare a tanto. Giovedì è convocato un nuovo incontro con i vertici del cda per cercare di approfondire la questione. «Questa televisione ha una storia ventennale alle spalle che sicuramente non andrà dissolta nel nulla, lavoreremo ancora per vedere ci sono margini di recupero - dice Masnata - è ancora troppo presto per fare allarmismi».
Il Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti del Veneto ha appreso con viva preoccupazione la notizia che i vescovi del Triveneto ritengono non più sostenibile il sostegno finanziario con il quale hanno finora garantito l’attività dell’emittente televisiva Telechiara. La chiusura di Telechiara, dopo vent’anni, priverebbe il mondo dell’informazione (e non soltanto quello veneto) di una voce autorevole e apprezzata da un largo pubblico incidendo anche sul pluralismo dell’informazione nel Nordest, e comporterebbe la perdita del posto di lavoro per una ventina di dipendenti tra giornalisti e tecnici in un momento di diffusa e grave crisi occupazionale del settore nella nostra regione. Il Consiglio dell’Ordine del Veneto, nell’esprimere totale solidarietà ai colleghi, auspica che non soltanto il mondo cattolico, del quale Telechiara è voce importante, ma anche le istituzioni pubbliche, il mondo imprenditoriale, la società civile possano trovare le più adeguate modalità finanziarie per garantire la sopravvivenza di Telechiara, assicurando il costante e attivo interessamento del Consiglio dell’Ordine.
Il Sindacato giornalisti del Veneto ha appreso, con modalità del tutto anomale rispetto alle normali procedure e relazioni sindacali, la decisione dei vescovi della Conferenza episcopale del Triveneto di tagliare il finanziamento di Telechiara. Il Sindacato sta seguendo l’evoluzione della crisi dell’emittente e chiede al più presto l’apertura di un tavolo di confronto con l’azienda che non ha ancora avviato le normali procedure di una situazione di crisi. Oltre alla cruda informazione del comunicato dei vescovi preoccupa la mancanza di un piano che permetta di capire l’evolversi della situazione ed esprime solidarietà ai colleghi e a tutti i dipendenti che vivono questa situazione di incertezza sul loro futuro.

Tratto da: http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2012/31-maggio-2012/i-vescovi-tagliano-400mila-euro-rischio-emittente-tv-telechiara


 22 MAGGIO 2012 - Martedì 

Ore 12.10 - MUX 7 GOLD TRENTINO: ARRIVA GIOCA TV, ELIMINATO MICIO BAU.
UHF 32 Mux 7 GOLD TRENTINO:
In questo mux è stato eliminato il canale MICIO BAU ed al suo posto è stato aggiunto GIOCA TV, mantenendo la stessa LCN (632) e gli stessi parametri (SID, VPID, APID, PMT, PCR) della precedente emttente eliminata, ma è stato modificato il formato rapporto video, ora a 16:9; eliminato inoltre il canale RADIO TEST ed aggiunto il canale dati Svc 11 che si va ad aggiungere agli altri 2 canali dati esistenti; questi 3 canali dati non sono sintonizzabili su TV e decoder per TV; modificato il formato rapporto video del canale Play.me ora a 16:9 e modificate anche le risoluzioni della maggior parte dei canali; modificato infine il logo del canale 7 GOLD IN MUSICA. Abbiamo aggiornato la griglia canali e lo z@pping TV del mux 7 GOLD TRENTINO.


Mux 7 GOLD TRENTINO - Z@pping TV



 30 APRILE 2012 - Lunedì 

Ore 17.40 - TRENTO: RADIOAMATORE SI INSERISCE SU CANALE CARABINIERI E LI INSULTA.
Mentre passano sotto casa, subito individuato e denunciato.
Si inserisce nelle frequenze radio dei carabinieri e li insulta mentre passano con la pattuglia sotto casa. E' successo in un paese del Trentino, protagonista un radioamatore Cb che ha rimediato una denuncia di interruzione illecita e aggravata di trasmissioni radio. Secondo una prima ricostruzione, ieri sera l'uomo, cinquantenne, pregiudicato del posto, era intento nella trasmissione radio dalla propria abitazione, quando, accortosi che sotto le sue finestre stava passando una pattuglia dei carabinieri, si e' immesso nel canale radio del comando stazione di Storo e della Compagnia di Riva del Garda profferendo frasi oltraggiose nei confronti dei militari. I carabinieri pero', intercettata la comunicazione, hanno immediatamente riconosciuto la voce del noto pregiudicato e subito si sono recati a casa sua per una perquisizione. Quindi gli hanno sequestrato dieci apparati ricetrasmittenti, tra i quali uno connesso proprio sulle frequenze dell'Arma. Il reato contestato al radioamatore, aggravato perche' commesso in danno di pubblici ufficiali, e' punito con la reclusione da uno a cinque anni.
Tratto da: http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/trentino/2012/04/30/Radioamatore-inserisce-canale-carabinieri-li-insulta


 23 APRILE 2012 - Lunedì 

Ore 18.55 - MUX TELEPACE TRENTINO: ARRIVA MEDJUGORIE ITALIA TV.
UHF 42 mux TELEPACE:
E' stato in questo mux il canale Medjugorie Italia TV senza numerazione LCN. Abbiamo aggiornato lo z@pping tv del multiplex TELEPACE TRENTNO.






 14 APRILE 2012 - Sabato 

Ore 18.30 - MUX TIVUITALIA: CAMBIO DI FREQUENZA NEL TRENTINO.
UHF 28 Mux TIVUITALIA:
Da ieri il mux TIVUITALIA ha cambiato frequenza: in previsione delle operazioni di spegnimento delle frequenze tv nella banda 800 Mhz, per essere impiegate dagli operatori telefonici in tecnica LTE, nella regione Trentino a TIVUITALIA è stato assegnato il canale 28 UHF al posto del canale 62 UHF. Abbiamo aggiornato la lista de LE TV A CIVEZZANO (TN).
Fonte: Gabriele (Civezzano-TN).



 14 MARZO 2012 - Mercoledì 

Ore 11.30 - MUX TCA: CAMBIATE LE NUMERAZIONI LCN DI TUTTI I CANALI.
UHF 31 Mux TCA:
Da lunedì scorso sono state adeguate tutte le LCN dei canali tv del mux in oggetto (vedi riferimento alla news pubblicata sul sito il 29 dic 2011 ore 19.20); aggiornato anche il parametro TID del mux e modificato il nominativo del canale (ex LCN 15 TCA TRENTINO) in TCA IN TRENTINO, ora LCN 696. Qui sotto a sinistra potete visualizzare la vecchia numerazione LCN dei canali, a destra quella nuova. Abbiamo aggiornato la griglia e lo z@pping tv del mux TCA.



Canale 31 UHF - Mux TCA - Z@pping TV



 14 MARZO 2012 - Mercoledì 

Ore 10.40 - TRENTINO-ALTO ADIGE: MINISTERO FISSA NUMERAZIONE LCN DEFINITIVA DEI CANALI.
Emittenti ora hanno stesso numero in Trentino e in Alto Adige.
(ANSA) - TRENTO - A tre anni dal passaggio al digitale terrestre, il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito la numerazione definitiva dei canali attribuiti alle singole emittenti del Trentino Alto Adige e valida in entrambe le provincie di Trento e di Bolzano. Per quanto riguarda il Gruppo Opim di Trento, gli editori Marta e Davide Demarchi chiariscono: "Abbiamo chiuso con soddisfazione una partita difficile". Questa la numerazione assegnata ai canali Opim: Rttr - 11; TVAlpi - 111; Rtt Music Tv - 211; Terra Trentina - 601; History Lab - 602 e Rttr+1 - 603.
Risintonizzando il decoder del proprio televisore - informa una nota di Valerio Gallorini della società Opim - i telespettatori trentini e altoatesini potranno dunque avere la corretta disposizione dei canali: dall'1 al 9 ci sono le tv a diffusione nazionale dal 10 al 19 le locali, e di seguito gli altri canali cosi' come concordato fra editori e Ministero.

Tratto da: http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/trentino/2012/03/13/visualizza_new


 03 MARZO 2012 - Sabato 

Ore 09.40 - ACCENDE IL RISCALDAMENTO E SPARISCE IL SEGNALE RAI.
Non vede più i canali Rai: “Colpa delle elettrovalvole della caldaia”. La denuncia di una 40enne residente a Due Carrare, Jessica Mincao: "Da 5 mesi, da quando ho acceso il riscaldamento, non vedo più la Rai. I tecnici sono venuti a casa mia assicurandomi che avrebbero risolto il problema ma non sono più tornati".
"Dopo il passaggio della tv al digitale terrestre degli utenti lamentano la mancanza di ricezione o la comparsa di un disturbo alla ricezione televisiva dei canali Rai (assenza segnale, blocco immagini, effetto puzzle)". La considerazione è della stessa azienda di servizio di tv pubblica in premessa a una lettera che ha per oggetto "Anomalie di ricezione sui canali Rai" e firmata da Rai Way spa, zona di Venezia-Controllo qualità soddisfazione del cliente.
La missiva è stata recapitata anche a Jessica Mincao, 40enne residente a Due Carrare e che da ormai 5 mesi non riesce più a seguire i suoi programmi preferiti sui canali Rai. "Il problema si verifica principalmente con il segnale digitale Rai ma anche con quello di altre emittenti locali - riferisce - Il segnale è cominciato ad essere debole verso il 20 di ottobre con il primo freddo: da quel periodo ho iniziato ad accendere la caldaia. Dopo alcuni giorni ho contattato via e-mail la sede Rai di Venezia segnalando il problema. Il giorno dopo mi ha chiamato telefonicamente l'ingegner Pauciullo spiegandomi il problema come alla voce C della lettera di Rai Way".
LA LETTERA RAI: "ANOMALIE RICEZIONE CANALI"
ELETTROVALVOLE MA ANCHE LAMPADINE A BASSO CONSUMO. Alla voce "C", si elenca uno dei motivi che possono recare le "anomalie di ricezione": "disturbi esterni, generati localmente da apparati elettrici non efficacemente schermati o difettosi; in particolare, accade frequentemente con le elettrovalvole utilizzate negli impianti di riscaldamento, con le lampade a risparmio energetico di casa o a vapori tipo stradali/vetrine/fari, senza comunque escluderne degli altri (motori elettrici, allarmi di casa, alimentatori switching, ecc. molto meno frequenti). In questo caso il disturbo interferisce principalmente e quasi sempre esclusivamente, con le frequenze VHF (canali del Mux1: Rai1, Rai2, Rai3, Rai News) e può facilmente estendersi per un raggio di azione di 50 metri attorno alla abitazione sorgente".
PROBLEMA APPARENTEMENTE ASSURDO. E qui, per chi ha avuto la fortuna di non aver mai avuto problemi di ricezione, lo stupore può sconfinare nell'esilarante. Ma come? Le valvole della mia caldaia o, peggio ancora, le lampadine a risparmio energetico che ho appese al lampadario di casa possono interferire col segnale tv? E, per di più, non solo le mie, ma anche quelle del mio vicino di casa fino a un raggio di 50 metri possono impedirmi di vedere Don Matteo piuttosto che L'isola dei Famosi, Chi l'ha visto, i tg, l'Eredità, Che tempo che fa e quant'altro? Già, sembrerebbe proprio così. E c'è chi, l'apparentemente assurdo problema lo sta sperimentando personalmente.
DOPO IL SOPRALLUOGO, PIÙ VISTO NESSUNO. "Dopo circa 4 mesi sono arrivati a casa mia dei tecnici inviati dalla Rai che sono rimasti circa 2 ore per verificare la provenienza del problema - continua nel suo racconto Jassica - Il problema sono le famose elettrovalvole della caldaia. Hanno lasciato casa mia assicurandomi che avrebbero provveduto loro a recuperare delle elettrovalvole da sostituire per risolvere il tutto. Poi più visti. Ad oggi, da ben 5 mesi ormai, non vedo i canali Rai".

Tratto da: http://www.padovaoggi.it/cronaca/segnale-rai-assente-padova-denuncia-colpa-elettrovalvole-caldaia


 02 MARZO 2012 - Venerdì 

Ore 10.55 - COMPLETATA INSTALLAZIONE DAL MONTE VENDA DEL VHF 11 PER LA SPERIMENTAZIONE RAI IN DVB-T2.
E' praticamente completata l'installazione del trasmettitore CH 11 che prossimamente da M.Venda diffonderà il MUX DVB-T2 sperimentale della RAI.
Il CH 11 verrà combinato nel sistema d'antenna TX VHF assieme al CH5 MUX-1 e al CH8 di Europa 7. Quindi l'area servita sarà praticamente la stessa. Non è ancora dato sapere quando verrà autorizzata l'accensione (si spera al più presto) e quale sarà il contenuto. Essendo sperimentale il contenuto potrebbe subire frequenti cambiamenti. L'attivazione del CH 11 a M.Venda obbligherà il cambio canale al MUX-1 nella postazione di Fumane - Valpolicella che ad oggi trasmette il CH.11. I 5 W del TX di Valpolicella verrebbero certamente distrutti dai 2500 di M. Venda. Valpolicella passerà sul CH 34 in SFN con Negrar, Pastrengo e Spiazzi di m.Baldo. I MUX-1 di Negrar e Spiazzi sono già sul ch 34, mentre a Pastengo si passerà a breve. Infatti da poco più di un mese l'attuale MUX-1 ch 54 è disturbato da Selva piana (sponda lombarda lago di Garda). Probabile composizione (anche se essendo sperimentale può cambiare senza
preavviso) http://www.associazionemarconi.com/rds/prov :

- Rai 1 HD
- Rai 2 HD
- Rai 3 HD

- Rai 3D Test

Si ringrazia Elio per la segnalazione.


 21 FEBBRAIO 2012 - Martedì 

Ore 19.00 - MUX TVISION 2: NUOVA NUMERAZIONE LCN PER TG NORBA 24.
UHF 21 mux TVISION 2:
Da ieri il canale TG Norba 24 ha la nuova numerazione LCN 180 ed inoltre è stato aggiunto un canale duplicato con la vecchia LCN 272.






 14 FEBBRAIO 2012 - Martedì 

Ore 16.30 - AUTO TV: INIZIATE LE TRASMISSIONI.
Alle ore 16.03, con tre minuti di ritardo, sono iniziate le trasmissioni del nuovo canale dedicato alle automobili AUTO TV, con numerazione LCN 883.
Per il momento è presente solo in sei regioni, sintonizzabile nei seguenti mux locali:





PIEMONTE:

UHF 32-35 Mux RETE 7 PIEMONTE

LOMBARDIA:
UHF 51
Mux ESPANSIONE TV


VENETO:
   
UHF 42 Mux RETE VENETA

EMILIA-ROMAGNA:
UHF 21-27-59
Mux RETE 8 VGA



TOSCANA:  UHF 24-35 Mux 8 TOSCANA

LAZIO:
UHF 42 SUPER 3 Mux 2


E' visibile anche via satellite a 11°ovest sull' Espress AM44: Frequenza 11558 H (SR 3600, FEC 5/6) in DVB-S2.
Vi alleghiamo alcune immagini e il video della partenza della programmazione con il programma "Classic Garage".



AUTO TV - Inizio trasmissioni 14.02.2012 ore 16.03



 13 FEBBRAIO 2012 - Lunedì 

Ore 17.05 - MUX LA 9 OSTITEL NEL TRENTINO: ELIMINATA ERRRECI RADIO.
UHF 43 Mux LA 9 OSTITEL:
Da questo mux è stata eliminata l'emittente radiofonica ERRECI RADIO, non aveva numerazione LCN.



Ore 16.10 - MUX RTTR: CAMBIO DI LOGO PER RTT MUSIC TV.
UHF 45 Mux RTTR:
E' stato cambiato il logo del canale RTT MUSIC TV, con LCN 211. Qui sotto potete vedere a sinistra quello vecchio e a destra il nuovo.






 11 FEBBRAIO 2012 - Sabato 

Ore 00.45 - RAI MUX 1 - TRENTINO: INSERITA LA RADIO RAI S-BZ.

RAI Mux 1 - TRENTINO ALTO ADIGE:
In questo mux è stato aggiunto il canale radio Rai S-BZ, IV rete radiofonica locale della sede Rai di Bolzano, con programmi in lingua tedesca, ladina ed italiano.






 07 FEBBRAIO 2012 - Martedì 

Ore 15.05 - PORTOGRUARO: IL COMUNE CHE FA CAUSA ALLA RAI.
A Portogruaro manca il segnale della tv di Stato. E gli amministratori annunciano azioni legali. Passaggio al digitale terrestre amaro a Portogruaro, in provincia di Venezia. Il segnale della Rai è assente e molti cittadini hanno inviato le loro segnalazioni agli amministratori, o evitato di pagare la tassa sulla televisione.
MANCA IL SEGNALE - Il Comune, ora, pensa seriamente di fare causa all’azienda di Stato. Lo dice il Gazzettino in un articolo a firma di Teresa Infanti:
Digitale terreste, ora il Comune valuta l’azione legale contro la Rai. L’Amministrazione comunale di Portogruaro sta valutando, col supporto dei legali, di procedere contro la Rai per i disagi registrati nel territorio legati al passaggio al digitale terrestre. Continuano, infatti, anche in questi giorni, a giungere negli uffici comunali le segnalazioni da parte dei cittadini sui problemi di ricezione televisiva, segnalazioni che già il Comune aveva raccolto e inviato alla Regione nei mesi scorsi. A causa dei problemi di ricezione, molti cittadini, si parla di alcune migliaia, non avrebbero nemmeno rispettato la scadenza del 31 gennaio per il pagamento del canone. Il problema, ben noto anche alla Conferenza dei sindaci che in una lettera ha chiesto al ministero dello Sviluppo economico la sospensione del pagamento del canone Rai e il blocco delle “vessazioni” in atto per la riscossione coatta dell’abbonamento non pagato dalle famiglie senza tv, si sta trascinando da più di un anno, maad oggi, nonostante l’interessamento della Regione e dei parlamentari locali, non sono ancora state trovate soluzioni concrete in grado di risolverlo. «Il disagio – ha detto l’assessore comunale alla Comunicazione, Irina Drigo – ha creato e sta creando situazioni di esasperazione tra i cittadini, anche per il disinteresse manifestato dalla Rai e da altri enti. L’azione promossa contro la Rai dal Comitato nato a Portogruaro non è andata a buon fine per questioni tecnico-legali. Un ente pubblico, che è un soggetto giuridico, – ha concluso – può avere invece tutte le carte in regola per promuovere una causa e quindi stiamo valutando tutti gli aspetti perché l’azione sia ancora più incisiva».

Tratto da: http://www.giornalettismo.com/archives/197763/il-comune-che-fa-causa-alla-rai


 06 FEBBRAIO 2012 - Lunedì 

Ore 22.40 - LA LISTA LCN DEI CANALI TV A CITTADELLA (PADOVA).
Luigi di Cittadella, in provincia di Padova, ci ha inviato
la lista dei canali TV in ordine di LCN, ricevibili nelle propria cittadina, aggiornata al 05.02.2012.



 27 GENNAIO 2012 - Venerdì 

Ore 17.10 - MUX TELEPACE: ELIMINATO SPACE TV.
UHF 42 mux TELEPACE:
E' stato eliminato da questo mux il canale DI.TV - SpaceTV, aveva LCN 644. Visto che non si trovano notizie in merito sul sito e sulla pagina facebook dell'emittente SpaceTV, vedremo se è dovuto ad un cambio di mux o è solamente un errore tecnico.



 25 GENNAIO 2012 - Mercoledì 

Ore 23.40 - MUX TVISION 2: ARRIVANO ANTENNA 3 E 7 NEWS.
UHF 21 mux TVISION 2:
Da ieri in questo mux sono stati eliminati i canali "UDINESE CALCIO" e "ARTE DI ABITARE" e sono stati inseriti i canali "ANTENNA 3"  e "7 NEWS" mantenendo le stesse LCN e parametri di trasmissioni dei canali precedenti. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del multiplex TVISION 2.



Canale 21 Uhf - Mux TVISION 2 - Z@pping TV



 14 GENNAIO 2012 - Sabato 

Ore 15.55 - MUX TVISION 2: ARRIVA CASA MIA TV, IL CANALE DEDICATO ALLA ROMANIA.
UHF 21 mux TVISION 2:
Da questo mux è stato eliminato il canale NEW ed è stato inserito il canale Casa Mia TV, mantenendo la stessa LCN 689 e gli stessi parametri di trasmissione.
Come si può leggere sul sito
www.casamiatv.it: "CasaMiaTV è la prima televisione in Italia dedicata alla Romania. 24 ore di programmazione giornaliera in lingua italiana e romena. Sei italiano? CasaMiaTV...... finalmente potrai scoprire i mille volti della Romania e la sua cultura. Sei Romeno? CasaMiaTV...... e Ti sentirai più vicino alla tua terra e alla tua gente. CasaMiaTV è intrattenimento, musica popolare, arte, cultura, spettacolo, cucina e testimonianze dei Romeni in Italia. Ogni giorno, in esclusiva per l'Italia, portiamo anche nella TUA casa in diretta la Radio Nazionale della Romania con le principali notizie di attualità, informazione, politica e sport". Abbiamo aggiornato la griglie dei canali e lo z@pping TV del multiplex TVISION 2, che è inserito nella lista TV A CIVEZZANO (TN).















 12 GENNAIO 2012 - Giovedi 

Ore 23.10 - BUM BUM ENERGY HA CHIUSO I BATTENTI.
Si è conclusa a fine anno la lunga e per alcuni anni gloriosa parabola di Radio Bum Bum Energy in Veneto, ‘sorellina minore’ (poi diventata maggiore) dell’altrettanto nota Bum Bum Network, a sua volta chiusa. Un'altra storica emittente in Fm ha chiuso i battenti: Bum Bum Energy di Padova il 20 dicembre scorso ha cessato le sue trasmissioni. La storia di questa emittente era iniziata, per certi versi, nel lontano 1977 come Radio Abano Centrale, emittente fondata da Michele Franzolin; negli anni '80, grazie all'acquisizione di frequenze e al conseguente allargamento dell'area di copertura la stazione in FM si era trasformata in Radio Abano Network. Fra i collaboratori: Moka Dj, Roberto Brumat, Angelo Leopizzi, Paolo Mocavero, Stefano Mion, Fabrizio Mattiello, Monica Celegato, Marco Celloni, Luis Gigo DJ, Christian Hornbostel, Paolo Polato, Roberto Arricale, Mario D'Avanzo, Loretta Freguglia, Diego Broggio, Claudio Calvello.
Negli anni '90 Radio Abano Network era diventata la capofila di un circuito di emittenti venete e si era trasformata in Bum Bum Network, cui poi si era affiancata, sul piano della pura musica dance e degli 'eventi' in discoteca, Bum Bum Energy (sorellina minore ma di grandissima successo, tanto da oscurare per diversi anni la 'prima rete'); fra le voci più note, quella di Debby Funari.
Nelle proprietà era entrato in quegli anni Maurizio Maressi, che dopo avere avuto questi momenti di gloria era però stato protagonista di disavventure e di alcune cause giudiziarie. Nel momenti di massimo splendore Bum Bum Energy (soprattutto) ma anche Bum Bum erano arrivate a farsi ascoltare nel Triveneto, in Emilia-Romagna e, per un breve periodo, persino a Milano (Bum Bum). In quel momento l'espansione sembrava inarrestabile. Poi vi sono state alterne vicende e controversie su gestione e frequenze, anche con altri protagonisti dell'emittenza veneta.
Maressi, dopo un periodo in cui aveva perso tutte le frequenze, era ripartito in tempi più recenti con Bum Bum e poi con Energy ma le sue disavventure sono continuate. Adesso, dopo la nuova chiusura della sorella maggiore Bum Bum Network, ecco la fine delle trasmissioni anche per l'altra protagonista, Bum Bum Energy. L'emittente ora si riceve solo in streaming, le frequenze FM sono state cedute ad altre emittenti.

Tratto da: http://www.millecanali.it/bum-bum-energy-ha-chiuso-i-battenti/0,1254,57_ART_9317,00


 01 GENNAIO 2012 - Domenica 

Ore 08.10 - TELECOMANDO A CITTADELLA (PD): LE POSIZIONI LCN.
Un nostro lettore, Luigi di Cittadella, in provincia di Padova, ci ha inviato una rilevazione delle posizioni LCN ricevute nella sua cittadina, aggiornata al 30 dicembre 2011, che pubblichiamo qui di seguito. La mail completa di Luigi potete leggerla anche nella pagina dello
SPORTELLO TV DIGIT@LE.



 29 DICEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 19.20 - IL MINISTERO METTE FINE AL "FAR WEST" DELLE TV LOCALI DEL TRENTINO ALTO ADIGE.
Gabriele, il nostro collaboratore dal Trentino, ci segnala questo articolo sul far west delle numerazioni LCN in Trentino Alto Adige e da qui la nuova modifica di ieri delle LCN dei mux TCA e RTTR, che vi abbiamo comunicato nelle precedenti news. Da tenere presente però che l'emittente TCA ha liberato la posizione LCN 11 per far posta al canale dell'emittente RTTR ma non si è ancora adeguata per quanto riguarda le altre posizioni LCN assegnate a TCA.
Tratto da: http://www.tvdigitaldivide.it/2011/12/29/il-ministero-mette-fine-al-far-west-delle-tv-locali-del-trentino-alto-adige
TRENTO – C’è voluto un anno di tempo e un ricorso d’urgenza ma alla fine – precisamente alla vigilia di Natale – è stata finalmente messa la parola fine a quello che potrebbe essere definito il “Far West” dei numeri dei canali del digitale. E quindi basta confusione per quello che riguarda le emittenti locali del Trentino Alto Adige: Rttr si troverà stabilmente al canale 11 e TCA al 12.
Il problema non era di poco conto ed era legato ad un mancato intervento da parte del Ministero dell sviluppo economico che di fatto danneggiava Rttr, emittente privata che tra l’altro trasmette ogni giovedì il programma Servizio Pubblico di Michele Santoro, che ogni volta che avveniva la risintonizzazione automatica dei canali finiva ad occupare nelle lista dei canali (a causa del conflitto di numerazione) posizioni decisamente alte: oltre il numero 80 della numerazione LCN di decoder e tv di nuova generazione.
L’origine dei guai digitali risale a dicembre dello scorso anno, quando Ministero e Corecom, con i soliti assurdi ritardi, determinarono la graduatoria che ha stilato la numerazione automatica dei canali per le emittenti locali. Numerazione LCN non rispettata e contestata da alcune tv che ha quindi generato i fastidiosi e deleteri conflitti. Capitava quindi che nonstante la precisa assegnazione del numero LCN 10 per Rttr, sullo stesso canale trasmettevano altre due emittenti come TCA e Telenuovo. Il guaio è che la graduatoria dell’assegnazione delle frequenze, classifica sempre predisposta dal Corecom ma separata da quella della numerazione LCN, posizionava la tv TCA prima di Rttr. Da qui sono nate le polemiche, ma anche un accordo tra le due emittenti, che perà non ha impedito ad altre tv locali di posizionarsi sullo stesso numero 10 delle liste.
Ma grazie al ricorso urgente portato avanti da Rttr il Ministero è stato indotto, proprio nel tardo pomeriggio della vigilia di Natale, ha risolvere la questione assegnando il canale 11 a Rttr (e anche i numeri 111 e 211) e il canale 12 a TCA (con i numeri 112 e 212).


Ore 19.05 - MUX RTTR: CAMBIO DI LCN PER ALCUNI CANALI.
UHF 45 mux RTTR:
Alcuni canali di questo mux hanno cambiato numerazione LCN, RTTR dal 10 passa all'11, TVALPI dal 110 al 111, RTT MUSIC TV dal 210 passa al 211.
Abbiamo aggiornato lo z@pping tv del mux RTTR.



Ore 18.45 - MUX TCA: CAMBIO DI LCN PER ALCUNI CANALI.
UHF 31 mux TCA:
Alcuni canali di questo mux hanno cambiato numerazione LCN e il canale TCA PROMO TRENTINO è stato rinominato in TCA TRENTINO.
Qui sotto potete visualizzare la numerazione LCN come era prima e come è adesso.
Abbiamo aggiornato lo z@pping tv del mux TCA.




 25 DICEMBRE 2011 - Domenica 

Ore 05.20 - A RETE VENETA IL 50% DI TELEQUATTRO.
Il network televisivo Rete Veneta, tra i leader dell'emittenza privata in Veneto, con sedi a Bassano del Grappa (Vicenza), Treviso, Venezia, Mestre e Padova, compie un passo molto forte per sbarcare anche in Friuli-Venezia Giulia. Rete Veneta entra infatti nel capitale sociale della storica Tv triestina Telequattro (sedi a Trieste, Udine e Gorizia) con l'acquisizione di una quota del 50 per cento.
In questo quadro, l'amministratore unico di Rete Veneta Filippo Jannacopulos diventa Direttore Generale di Telequattro, mentre Donata Irneri mantiene la carica di presidente. Fortemente radicata nel suo territorio, Rete Veneta ha fatto registrare con il passaggio dall'analogico al digitale il maggior incremento di ascolti rispetto alle concorrenti e rappresenta ormai una fra le più interessanti realtà del settore anche a livello nazionale.
Nata nel 1977, Telequattro è da parte sua una Tv davvero storica per la sua regione e da sempre rappresenta e impersona l'anima di una città del peso e della secolare tradizione di Trieste. Nasce quindi un'alleanza strategica che prelude ad un rilancio di Telequattro attraverso un piano aziendale che sfrutterà le economie di scala e il know how del gruppo veneto, all'avanguardia nella tecnologia del digitale. A margine di questa notizia non possiamo non ricordare quella delle scorse settimane che riguarda la scomparsa all'età di 89 anni di Giorgio Irneri, triestino, tra i più illustri nomi del mondo assicurativo italiano, alla guida per oltre 40 anni del Lloyd Adriatico, fondato dal padre Ugo nel 1936. Nel 1985 Irneri seguì la quotazione in Borsa delle azioni del Lloyd Adriatico e nel 1987 la realizzazione della nuova sede della compagnia, che si affaccia sul largo intitolato dal Comune di Trieste a Ugo Irneri, vicino al mare.
A fine esercizio 1988, con un fatturato di oltre 818 miliardi, 1.510 dipendenti e 566 agenzie, Giorgio Irneri lasciò la carica di presidente del Lloyd, assunta nel 1972. Dopo esperienze nel settore finanziario (Abbacus Sim e Partner Finanziaria) era uscito, dopo quasi vent'anni, anche dalla “sua” Tv privata, che era proprio Telequattro che Irneri aveva fondato nel 1977 con una cordata di imprenditori (a lungo ripetè parzialmente Italia 1), acquisendo poi la maggioranza e assumendo la presidenza della Marina Hannibal, società di nautica da diporto lasciata solo nel 2005.
Telequattro era sempre stata nel cuore di Giorgio Irneri, nonostante tutte le difficoltà nel mantenerne la gestione, e la figlia Donata aveva poi voluto riportare la Tv giuliana al suo pieno ruolo in città e in regione. Oggi la nuova svolta, che assicura a Telequattro un'“alleata” di prim'ordine.

Tratto da: http://www.millecanali.it/a-rete-veneta-il-50-di-telequattro


 24 DICEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 10.40 -  MUX NAZIONALI  - RAI MUX 1 MONTE VENDA (PD): REALIZZATO LO Z@PPING TV.
VHF 05 RAI Mux 1 - VENETO / EMILIA ROMAGNA:
Abbiamo inserito nella lista delle emittenti che si ricevono a BOLOGNA, lo z@pping del mux 1 della RAI, trasmesso dal monte Venda (Padova), che contiene oltre a Rai 3 TGR Veneto (LCN 3) anche Rai 3 TGR Emilia-Romagna (LCN 103); quest'ultimo viene trasmesso con una qualità video inferiore. Abbiamo aggiunto il RAI Mux 1 - VENETO / EMILIA ROMAGNA nella pagina dedicata ai MUX NAZIONALI.


 23 DICEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 12.05 - MUX TELEBELLUNO: REALIZZATO LO Z@PPING TV.
UHF 24 Mux TELEBELLUNO:
Abbiamo realizzato la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux TELEBELLUNO, trasmesso sul canale 24 Uhf. Questo multiplex è stato attivato da alcuni mesi dalla postazione di Cima Paganella a Terlago (Trento). Contiene quattro canali: LCN 19 Telebelluno, LCN 171 Teledolomiti, LCN 271 TBD Sanmartino, LCN 638 Valsugana TV. Da segnalare che il canale Valsugana TV trasmette l'immagine in 16:9 ma con il flag sbagliato in 4:3. Abbiamo aggiornato la lista delle TV A CIVEZZANO (TN). Ringraziamo il nostro collaboratore Gabriele di Civezzano per averci fornito le informazioni e immagini di questo mux.

Canale 24 UHF - Mux TELEBELLUNO - Z@pping TV



 22 DICEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 22.30 - L'ITALIA IN DIGITALE AD ADRIA (RO) PER L'INTERNATIONAL RACEWAY DI TELETHON.
Lo scorso week end c'eravamo anche noi ad Adria (RO) per l'International Raceway a scopo benefico per Telethon, una competizione automobilistica endurance di 24 ore. Siamo stati ospiti insieme ad alcuni protagonisti di Amici, ex gieffini, inviati delle Iene e di Striscia la notizia.
La nostra squadra era composta infatti da Siria de Fazio, Gip Cutrino, Patrick Ray Pugliese, Sergio Volpini, Marco Gandolfi ed altri protagonisti delle reti Mediaset che si sono alternati alla guida delle Fiat 500. Durante la giornata ci sono stati collegamenti con Radio M2O che ha seguito con continuità l'intera manifestazione benefica mentre la Rai ha effettuato i collegamenti con l'autodromo con l'inviata della vita in diretta Ilaria Grillini. Vi mostriamo in anteprima il video che nei prossimi giorni sarà online sul sito di M2O, insieme ad un estratto di un collegamento della radio tra Patrick ed un fantomatico Umberto Bossi (pessima imitazione effettuata dal sottoscritto). Alla competizione era presente anche una squadra automobilistica sponsorizzata da Rtl 102,5.
Abbiamo approfittato per fare una rilevazione tv con gli z@pping dei mux ricevuti ad Adria che publicheremo nelle prossime settimane, nel frattempo vi mostriamo uno "z@pping" fotografico della nostra due giorni all'autodromo.
Riccardo Gaffoglio


m2o Collegamento dalla 24 ore Telethon di Adria


m2o Glam Live 16/12/2011



Ore 08.15 - RAI: ACCORDO CON REGIONE FRIULI PER RAI 3 TGR FVG SU TIVU' SAT.
Rai, in ossequio alla convenzione con la Regione, ha attivato il canale Rai3 TGR Friuli Venezia Giulia sulla piattaforma TIVU' Sat che permettera' la diffusione del segnale regionale del servizio pubblico via satellite anche nelle zone marginali del territorio regionale non coperte dal sistema terrestre. Il canale sara' ricevibile alla posizione numero 113 dei ricevitori satellitari TIVU' Sat.
''Siamo particolarmente soddisfatti di aver firmato la convenzione con la Regione Friuli Venezia Giulia e di aver realizzato in breve tempo le condizioni per offrire agli utenti Rai, in regola con il pagamento del canone di abbonamento, la possibilita' di vedere al meglio la programmazione del servizio pubblico che, dopo il passaggio dall'analogico al digitale terrestre, aveva senza colpa di nessuno escluso alcune parti del territorio del Friuli Venezia Giulia dalla possibilita' di seguire gli appuntamenti della programmazione regionale e, soprattutto, i notiziari della TGR, verso i quali gli abitanti della Regione hanno da sempre particolare stima e fedelta''', ha dichiarato l'avv Luigi De Siervo, direttore commerciale Rai. La convenzione tra la Rai e la Regione Friuli Venezia Giulia ha, per ora, validita' per un anno.



 20 DICEMBRE 2011 - Martedì 

Ore 21.45 - MUX RTTR: ELIMINATO IL DUPLICATO DI RTTR.
UHF 45 mux RTTR:
Sono stati eliminati da questo mux il canale duplicato rttr (quello scritto in minuscolo) e il canale a schermo nero TV SERVICE 6; ora con questa ultima modifica la composizione del mux rispecchia correttamente la numerazione LCN assegnata all'emittente RTTR e non sono più presenti canali duplicati "abusivi" e canali a schermo nero.



 17 DICEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 15.15 - MUX TELEPACE: IN TRENTINO ARRIVA SPACE TV.
UHF 42 mux TELEPACE:
E' stato aggiunto in questo mux il canale DI.TV - SpaceTV, con LCN 644; in onda un promo sulla partenza del canale il 20 dicembre 2011.
Abbiamo aggiornato lo z@pping tv del multiplex TELEPACE.




 16 DICEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 11.25 -  FRIULI  - UN ANNO DOPO LO SWITCH OFF IN FRIULI (CON VIDEO).
Ad un anno dallo swith off in Friuli, il passaggio cioè delle emittenti televisive al digitale terrestre, oggi il Corecom tira un primo bilancio. Per quanto riguarda la ricezione, in Friuli, ci sono ancora zone a macchia di leopardo, spiega il vice presidente del Corecom, una problematica che si dovrebbe riuscire a risolvere presto"
http://www.t-vision.it/dettaglio-a3-news-pordenone/items/un-anno-dopo-lo-switch-off


 10 DICEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 22.15 - MUX 7 GOLD NEL TRENTINO: ARRIVA 7 GOLD IN MUSICA.
UHF 32 mux 7 GOLD:
E' stato eliminato GOLD MARKET TV ed al suo posto è stato aggiunto 7 GOLD IN MUSICA, mantenendo la stessa LCN (274) e gli stessi parametri del precedente canale.






 05 DICEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 09.45 - SI ACCENDE VALSUGANA TV, LA VOCE DELLA GENTE.
Inaugurata l'emittente di Senza Barriere Onlus sul digitale terrestre.
SCURELLE. «Daremo voce a chi solitamente non ne ha». Eraldo Busarello, presidente e "motore" di "Senza Barriere Onlus", ha sintetizzato così, in poche parole, la "mission" di "Valli del Trentino - Valsugana Tv", sul canale 638 del digitale terrestre, inizierà a mettere in onda le proprie trasmissioni. E protagonisti saranno non dei navigati professionisti ma associazioni e cooperative sociali.
Un progetto televisivo senza scopi commerciali, perché «quel poco di pubblicità che ci capiterà di trovare servirà per aiutarci a coprire le spese», spiega ancora Busarello. «Spese che - aggiunge lo stesso presidente - saranno coperte con il 5 per mille che arriva alla nostra cooperativa dalle denunce dei redditi e con le donazioni di privati». Ma ciò che rende diversa Valsugana Tv (e la sorta di network sui generis che alla fine è Valli Trentine Tv), la prima realizzata da una cooperativa sociale, è la voglia di comunicare partendo dal basso «raccontando quello che solitamente non è ritenuto rilevante dai media commerciali - spiega Busarello - ed approfondendo gli spunti che ci giungono dalla lettura dei giornali».
Spazio quindi ad associazioni e cooperative sociali e mondo del volontariato in genere. «Per questo motivo - aggiunge Busarello - chi sta davanti alla telecamera non è un professionista. Gli unici che lo sono stanno dietro alle telecamere ed alla cura della messa in onda». I tecnici insomma. Che sono 8, tutti sotto i 30 anni e quasi tutti con laurea in tasca, ma soprattutto con tanta voglia di mettersi in gioco. Ma Valsugana Tv, che appunto inizia le trasmissioni domani sera, è solo la punta dell'iceberg Valli Trentine Tv, appunto una sorta di network che "figlierà" a breve in valle di Non, in primavera ad Arco, ma che si sta muovendo concretamente a Rovereto e che in Tesino è già pronta ad accodarsi, già da domani sera, alla programmazione di Valsugana Tv. «Inizieremo alle 19 con la rubrica "7G" con informazioni sulla Valsugana e il Tesino, uno speciale sull'inaugurazione di ieri, il "Viaggio delle castellane: il tiranno mediatico" sorta di fiction autoprodotta e l'intervista ad Achille Fruet sindaco di Pergine dal 1957 al 1971. A seguire quindi saranno trasmesse le immagini prodotte da Tesino Tv», spiega quindi il "motore" della televisione.
«Uno dei punti fermi - aggiunge quindi Busarello - sarà la sottotitolazione per non udenti nel caso di informazione istituzionale». Di grande rilevanza però anche il sito www.valsugana.tv che poterà la televisione ai valsuganotti sparsi nel mondo. «Peccato che le tv locali siano mancate all'appuntamento - aggiunge Busarello -. Non ci vogliamo mettere in concorrenza con loro, ma semmai collaborare. Non siamo commerciali e mai lo saremo. Evidentemente non hanno capito lo spirito che muove il nostro progetto di televisione fatta dalla gente per la gente e nella quale sostanzialmente si parla del territorio».
Tratto da: http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/cronaca/2011/12/04/news/si-accende-valsugana-tv-la-voce-della-gente


 30 NOVEMBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 15.35 - MUX RTTR: CAMBIO DI LCN PER IL DUPLICATO DI RTTR.
UHF 45 mux RTTR:
Amcora novità in in questo mux. Cambio di LCN al duplicato rttr che passa dal numero 14 (in posizione abusiva) al numero 850.
Ecco alcune immagini e lo screenshot TSReader per vedere la modifica LCN. Abbiamo aggiornato anche lo z@pping TV del multiplex
RTTR.




 28 NOVEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 00.50 - VALSUGANA TV: INIZIO TRASMISSIONI IL 5 DICEMBRE.
Da qualche giorno sta girando in Valsugana una piccola utilitaria bianca con un marchio nuovo, quello di ValsuganaTv.

ValsuganaTv, inizio trasmissioni 5 dicembre

Si tratta di una nuova televisione comunitaria, che prenderà forma negli studi di Scurelle della Cooperativa Senza Barriere.
L'inizio delle trasmissioni sul digitale terrestre, canale 638, è prevista per il 5 dicembre.
Nel frattempo fervono i preparativi per lo studio, per le immagini di repertorio, per il giro dei comuni dell'Alta e Bassa Valsugana con l'obiettivo di girare lo spot promozionale della nuova emittente. Che nel suo logo riprende il Minuetto, il treno che congiunge i paesi della Valsugana.
Ieri pomeriggio l'operatore Stefano Bellumat è stato in alcuni comuni dell'Alta Valsugana, per lo spot «ValsuganaTv, anche a...», che sarà visibile in autunno quando, una volta messi in funzione i ripetitori, appariranno logo e filmati promozionali sul canale 638. Provate quindi ad aggiornare le frequenze sul televisore di casa, a brevissimo il segnale sarà disponibile per la Bassa Valsugana e poi anche nel resto della valle.
La direzione giornalistica di ValsuganaTv è affidata a Massimo Dalledonne. Una tv fatta quindi dalla gente per la gente, che condivide la filosofia «comunitaria» de lavalsugana.it. Il lettore/spettatore non è più soltanto «consumatore» di contenuto, ma anche «produttore». Per produrre infatti immagini video con risoluzione 720x576 non servono mezzi di grande qualità e costo, spesso basta anche solo un semplice telefono cellulare di ultima generazione. In bocca al lupo a questa nuova esperienza mediatica, che certamente seguiremo da vicino nei prossimi mesi.
Tratto da: http://www.lavalsugana.it/home/le-cronache/item/1155-valsuganatv-inizio-trasmissioni-5-dicembre


 26 NOVEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 11.10 - MUX RTTR: CAMBIO DI LCN PER TV ALPI, RTT MUSIC TV E RTTR +1.
UHF 45 mux RTTR:
Da ieri cambio di numerazione LCN per alcuni canali del mux, in modo da adeguarsi alla lista LCN redatta dal MSE. TV ALPI dalla posizione 16 passa alla 110, RTT MUSIC TV passa dalla 211 alla 210, e RTTR +1 passa dalla 15 alla 603. Da segnalare che è rimasto il duplicato abusivo del canale rttr sul LCN 14. Inoltre non è più sintonizzabile con i normali tv e decoder il canale 644 di PALCO TV ormai da diverso tempo a schermo nero, come si si può notare dallo screenshot di TSReader ora è senza nome ma mantiene la posizione LCN 644.
Abbiamo aggiornato lo z@pping TV del mux RTTR sul canale  45 UHF.


Canale 45 Uhf - Mux RTTR - Z@pping TV



 24 NOVEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 18.40 -  IN EVIDENZA  - LA 3 DVB-H CONVERTITO IN MUX DVB-T.
UHF 37 Mux LA 3:
Questo mux era utilizzato per trasmettere la tv sui cellulari con lo standard DVB-H, tecnologia in disuso. Ora la compagnia telefonica Tre, titolare di questo mux, sta convertendo dallo standard per cellulari allo standard televisivo DVB-T. Pertanto da oggi è stato attivato il multiplex con il canale LA3, con numerazione LCN 134, (disponibile anche su sky alla numerazione 143), e dieci canali di servizio, sintonizzabili solo con alcuni decoder, di cui il primo nominato Servizio 1 trasmette LA3 e gli altri nove sono a schermo nero. Dalle informazioni che ci state inviando, al momento i canali sono on air in DVB-T dalla postazione di Valcava in Lombardia, monte Cavo a Roma e nella zona di Trieste. Abbiamo aggiunto nella nostra sezione MUX NAZIONALI la tabella con tutti i dettagli tecnici del mux LA 3, dove potete visualizzare le immagini dei canali del multiplex attraverso lo z@pping tv.

Mux LA 3 - Z@pping TV



 17 NOVEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 20.40 - SERVIZIO PUBBLICO: ATTENTATO AI RIPETITORI IN TRENTINO, DANNEGGIATI QUELLI DI RTTR.
Dopo il caso dei due ripetitori di Telelombardia rubati settimana scorsa anche questa volta un piccolo caso agita la vigilia della puntata di Servizio Pubblico. I ripetitori di Rttr, la tv locale che trasmette il programma di Santoro a Trento e nella sua provincia, sono stati danneggiati da un attentato incendiario che aveva come obiettivo quello di far saltare i due impianti installati sul Monte Calisio.
Il gesto sarebbe attribuito agli anarco-insurrezionalisti per via di una scritta trovata sul luogo (”solidarietà agli arrestati di Roma“) dai Carabinieri in riferimento agli scontri nel corteo del 15 ottobre a Piazza San Giovanni. L’obiettivo non era soltanto il ripetitore della società Op.Im che trasmette Rttr ed altre reti locali, ma anche quello di proprietà della TowerTel che ospita i canali di Radio Dimensione Suono, Radio Maria e delle compagnie telefoniche Brennercom e Vodafone.
Solo quest’ultimo è risultato distrutto. Ad entrambi i tralicci erano stati collegati degli ordigni incendiari a tempo, ma i ripetitori di Rttr sono stati solo parzialmente coinvolti perché l’innesco non è scattato al momento giusto consentendo ai Vigili del Fuoco di disinnescarlo quando sono accorsi sul luogo per spegnere il primo incendio.
Vittorio Gallorini, direttore generale della rete locale, ha dichiarato a Il Fatto Quotidiano: "Visti i danni ingenti, non potremo garantire la visione del programma di Santoro per una parte della città di Trento e della provincia. Negli ultimi 20 anni non è mai accaduto nulla del genere, spero che gli inquirenti facciano luce al più presto sull’attentato. Siamo saliti dal 14,71 % della prima puntata al 16,47% della seconda che per noi è uno share incredibile che mai ci saremmo aspettati, oggi con questo danno rischiamo di scendere di qualche punto".
Per Santoro non vi è dubbio alcuno che l’obiettivo dell’attentato sia la sua trasmissione: “E’ una cosa gravissima che vengano colpite strutture di emittenti che forniscono informazione, mi pare siano decisamente interventi di boicottaggio”.



 14 NOVEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 22.40 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DALLA VAL GARDENA (BOLZANO).
Ci scrive un anonimo dalla Val Gardena, in provincia di Bolzano. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggere anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Ciao, io abito in Val Gardena (Provincia di Bolzano Alto Adige), questi sono i mux e i canali che vedo:

Mux 1 Rai: Rai 1 - Rai 2 - Rai 3 - Rai News

Mux 2 Rai: Rai Sport 1 - Rai Sport 2 - Tv 2000 - Arturo
Mux 3 Rai: Rai Gulp - Rai Yoyo - Rai 4 - Rai Movie - Rai Premium

Mux Mediaset 1: Premium Calcio - Premium Calcio 1 - Premium Calcio 2 - Premium Calcio 3 - Premium Calcio 4 - Premium Calcio 5 - Premium Calcio 6 - Premium Calcio HD 1 - Premium Menu - Premium Antemprima - Disney Junior - Cartoon Network - Disney +1 - Premium Steel - Premium Comedy - Premium Extra 1 - Premium Extra 2 - Premium Moto GP

Mux Mediset 2: Rete 4 - Canale 5 - Italia 1 - Boing - Cartoonito - Iris - Coming Soon Television - Class Tv Msnbc
Mux Mediaset 4: Mediaset Extra - Mediaset Tgcom 24 - La 4 - Rete 4 - Canale 5 - Italia 1
Mux Mediaset 5: Premium Cinema HD - Premium Calcio HD 2 - Disney +1 - Premium Net tv HD - For You - Canale 5 +1

Mux D-Free: Premium Joi - Premium Mya - Premium Crime - Disney - BBC Knowledge - Studio Universal - PRemium Cinema - Premium Cinema Emotion - Premium Cinema Energy - Premium Net tv


Mux Timb3: La 7 - MTV - MTV Music - Frisbee - K2 - LA 7 D - Padre Pio Tv


Vorrei tanto che attivassero qui in Val Gardena questi 2 Mux: Mux 4 Rai - Mux Rete A 1
. Grazie mille.
"


 13 NOVEMBRE 2011 - Domenica 

Ore 15.20 - MUX RTTR: PASSA AL 16:9 RTTR MUSIC TV, SCHERMO NERO PER PALCO TV.
UHF 45 mux RTTR:
Da questa settimana il canale RTT MUSIC TV, LCN 211, trasmesso nel mux RTTR sul canale  45 UHF, è passato al formato 16:9 fisso (con pillar-box per i vecchi video 4:3); ancora a schermo nero sul medesimo mux il canale PALCO TV, LCN 644, come segnalato alcune settimane fa.




 06 NOVEMBRE 2011 - Domenica 

Ore 16.55 - MUX TCA NEL TRENTINO: NUOVO LOGO PER TCA PROMO TRENTINO.
UHF 31 mux TCA:
Nuovo logo per il canale TCA PROMO TRENTINO, con LCN 14, emittente dedicata alla promozione turistica della provincia di Trento. Abbiamo aggiornato lo z@pping tv del mux.







 03 NOVEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 22.40 - SERVIZIO PUBBLICO DI MICHELE SANTORO: ALCUNE IMMAGINI DALLE EMITTENTI LOCALI.
Questa sera è iniziata la prima puntata del nuovo programma di Michele Santoro "Servizio Pubblico". Vi proponiamo delle immagini di alcune emittenti private che stanno trasmettendo in simulcast la trasmissione. Vi alleghiamo dalla Lombardia quella di TELELOMBARDIA, dal Trentino quelle del canale RTTR sull'omonimo mux - ch. 45 e del canale A3 Nordest sul mux Tvision 2 - ch. 21, da notare che su RTTR è trasmessa in 4:3 con EPG e su A3 Nordest in 16:9 ma senza EPG. Dal Lazio quelle di T9 sul mux omonimo, canale 45, con EPG errata, e di TELEROMA 56, mux omonimo sul canale 64, senza EPG, in entrambe le emittente, che trasmettono in 4:3, viene mandato in 16:9 e quindi le immagini risultano allungate e deformate. Per ultimo c'è quella di RETE 8 di Chieti in Abruzzo, che lo ritrasmette sia in analogico che in digitale.










 31 OTTOBRE 2011 - Lunedì 

Ore 11.05 - MUX RTTR: SCHERMO NERO PER PALCO TV.
Ch.45 mux RTTR:
Da alcuni giorni il canale PALCO TV, LCN 644, del mux RTTR è a schermo nero. Come si può vedere dall'immagine allegata, fatta con TSReader, è completamente assente il flusso video-audio del canale in questione, altrimenti se presente sarebbe evidenziato in blu.





 29 OTTOBRE 2011 - Sabato 

Ore 13.15 - MUX 7 GOLD NEL TRENTINO: AGGIUNTI NUOVI CANALI, CAMBIATI I PARAMETRI DEL MUX.
UHF 32 mux 7 GOLD:
Sono stati aggiunti un canale radiofonco RADIO TEST, per ora è muto, e due canali dati Svc 10 e Svc 12, entrambi a schermo nero e non sintonizzabili con TV e decoder, ma solo con i software per PC. Sono stati cambiati alcuni parametri (SID e PMT) dei vari canali del mux, per cui sul TV e decoder è stata necessaria una risintonizzazione della frequenza. Il FEC del mux è passato da 3/4 a 5/6, vedremo se questa modifica è in previsione dell'aumento del bit-rate dei canali (attualmente lo stesso di prima) oppure è in previsione dell'arrivo di nuovi canali. Una curiosità: da come potete vedere dalle immagini allegate, il canale dati Svc 10 ha la stessa EPG del canale 7 GOLD (LCN 73).




 23 OTTOBRE 2011 - Domenica 

Ore 14.55 - PRIMANTENNA PIEMONTE NEL MUX DI TELE ALTO VENETO.
Ci scrive Mario da Venezia informandoci che nel mux di TELE ALTO VENETO, ricevibile nel Veneto e nel Friuli, è stata inserita l'emittente piemontese Primantenna (LCN 603). A titolo informativo
aggiungiamo che la stessa Tele Alto Veneto, in Piemonte è inserita invece nel mux di SESTARETE (clicca per visualizzare lo z@pping dei canali).


 20 OTTOBRE 2011 - Giovedì 

Ore 17.55 - SEGNALE RAI: PROBLEMI DI RICEZIONE NEL BASSO FRIULI.
Ancora problemi di ricezione nel Basso Friuli. La richiesta del deputato Udc Angelo Compagnon.
“Interventi tecnici, con particolare riferimento ai ripetitori di Piancavallo, per potenziare il segnale Rai e consentire così ai cittadini del Basso Friuli di poter finalmente avere accesso alla visione dei programmi Rai”. E’ quanto chiede il deputato dell’Udc Angelo Compagnon in una risoluzione in commissione Trasporti di Montecitorio presentata insieme ad altri parlamentari.

“E’ probabile – spiega l’esponente centrista – che i problemi di ricezione del segnale siano causati da una ‘sincronizzazione’ inadeguata della rete digitale. Per molti utenti, tutte e tre le reti Rai sono solo un ricordo, quando il problema si sarebbe potuto risolvere semplicemente aumentando la potenza del trasmettitore di Piancavallo oppure ridefinendo diversamente la rete digitale, così da consentire agli utenti della zona al confine tra Veneto e Friuli Venezia-Giulia di ricevere adeguatamente - e senza la necessità di riorientare le antenne, sobbarcandosi i relativi costi -, i programmi Rai.

Ciò non è avvenuto, contrariamente a quanto hanno fatto per esempio Mediaset, Telecom e Dfree, che hanno convertito in digitale i loro impianti di Pordenone continuando a trasmettere da quel sito e non da Udine. Anche per questa ragione abbiamo chiesto di prevedere forme di indennizzo in favore di quei cittadini che hanno sostenuto spese documentate per effettuare interventi tecnici sulle antenne in seguito al passaggio al digitale terrestre”.

Tratto da: http://www.ilfriuli.it/if/top-news/64066


 18 OTTOBRE 2011 - Martedì 

Ore 09.15 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DALLA PROVINCIA DI GORIZIA.
Ci scrive Milena dalla provincia di Gorizia. E
cco in dettaglio la sua email, che potete leggere anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve, non sono e non sarò mai interessata ai canali digitali a pagamento.....troppo cari per i pensionati! Vorrei sapere come poter eliminare tutti questi canali quali non di mio interesse. Avendo gia speso diverse centinaia di euro per tecnici per regolare l' antenna e varie cose nonostante ho le tv nuove con ditale incorporato. Avrei una domanda da farvi. E un periodo che non vediamo più TELE AMICIZIA. Ho provato fare sintonia digitale manuale, ma senza ottenere nesun risultato. Chiedo gentilmente a voi se mi potete aiutare come riuscire di nuovo vedere questo canale. Io risiedo in provincia di Gorizia- Friuli. In attesa di una vostra risposta Vi ringrazio anticipatamente e Vi porgo distinti saluti. Milena.
"

Ore 09.00 - MUX RTTR: INIZIATE LE TRASMISSIONI DI HISTORY LAB.
Ch.45 mux RTTR:
Da ieri sono iniziate le trasmissioni del nuovo canale HISTORY LAB, con LCN 602.
Abbiamo aggiornato anche lo z@pping tv del mux
RTTR trasmesso sul canale 45 Uhf.





 17 OTTOBRE 2011 - Lunedì 

Ore 08.20 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA VICENZA.
Ci scrive un anonimo da Vicenza.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve, da ieri sera non ho il segnale di Italia 1, Canale 5, Rete 4...., esclusi Rai 1,2,3! Vi risulta qualche problema sul segnale? Grazie mille.
"


 16 OTTOBRE 2011 - Domenica 

Ore 18.25 - MUX TVISION 2: REALIZZATO LO Z@PPING TV.
Ch.21 mux TVISION 2:
Abbiamo realizzato lo z@pping tv del mux TVISION 2 trasmesso sul canale 21 Uhf. Mancano le immagini del canale UDINESE CALCIO, con LCN 687, in quanto con il programma con cui realizziamo lo z@pping lo schermo rimane nero. Forse vengono trasmesse in un formato strano, anche su una normale TV le immagini risultano deformate.

Canale 21 Uhf - Mux TVISION 2 - Z@pping TV



 15 OTTOBRE 2011 - Sabato 

Ore 22.50 - RAI MUX 1 - TRENTINO: ATTIVATA L'EPG IN TEDESCO E LADINO SU RAI 3 S-BZ.
RAI Mux 1 - TRENTINO ALTO ADIGE:
E' stata attivata in questi giorni sul canale Rai 3 S-BZ, con LCN 103, la guida EPG anche per i programmi della Rai Sender Bozen, sia in tedesco che in ladino. Come potete vedere dalle immagini, che vi alleghiamo, sono presenti solo i titoli dei programmi senza il dato dei "dettagli". Durante la programmazione in simulcast con il canale Rai 3 TGR Trentino risulta presente una guida EPG differente, durante l'edizione regionale del telegiornale c'è la dicitura TGR Regione - Trentino Alto Adige invece del generico TGR Regione.
Modificati anche i parametri di trasmissione del RAI MUX 1 - TRENTINO con un intervello di guardia ora a 1/4 rispetto al precedente 1/16, perdendo così capacità trasmissiva del mux con il conseguente abbassamento del bitrate dei canali tv.







 10 OTTOBRE 2011 - Lunedì 

Ore 10.15 - SUPERTENNIS DA OGGI SOLO CON LCN 64.
Come previsto da oggi il canale Supertennis eliminerà tutti i duplicati, nei vari mux locali sparsi in molte zone d'Italia, che avevano come numerazione LCN 180, è sarà visibile esclusivamente solo nella numerazione 64 del vostro telecomando.



Abbiamo ricevuto segnalazioni che nelle prime ore della mattina è già avvenuto in Trentino sul Ch.32 mux 7 GOLD:
E' stato eliminato il duplicato nella numerazione 180.





 07 OTTOBRE 2011 - Venerdì 

Ore 22.40 - MUX LA 9 OSTITEL NEL TRENTINO: AGGIORNATA LA TABELLA DEI CANALI E INSERITO LO Z@PPING TV.
Ch.43 mux LA 9 OSTITEL:
Abbiamo aggiornato la tabella con tutti i dati tecnici, pid vari, risoluzione, bit-rate e altro, dei canali del mux LA 9 OSTITEL, ricevibile nel Trentino Alto Adige sul canale 43.
Abbiamo realizzato anche lo z@pping tv con la lista e le immagini di tutti i canali presenti nel mux. Questa frequenza è inserita nelle nostre liste TV A CIVEZZANO (TN) e TV A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN).

Canale 43 Uhf - Mux LA 9 OSTITEL - Z@pping TV


Ore 19.45 - MUX TELEPACE NEL TRENTINO: AGGIORNATA LA TABELLA DEI CANALI E INSERITO LO Z@PPING TV, E' ARRIVATA RADIO PACE.
Ch.42 mux TELEPACE:
Abbiamo aggiornato la tabella con tutti i dati tecnici, pid vari, risoluzione, bit-rate e altro, dei canali del mux TELEPACE, ricevibile nel Trentino Alto Adige sul canale 42. Abbiamo realizzato anche lo z@pping tv con la lista e le immagini di tutti i canali presenti nel mux. Ci sono state delle modifiche alcuni giorni fa: è cambiata la numerazione LCN del canale Telepace Regione 3, che dalla posizione 602 passa alla 606, ed è stata aggiunta l'emittente radiofonica Radio Pace, senza numerazione LCN.


Questa frequenza è inserita nelle nostre liste TV A CIVEZZANO (TN) e TV A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN).


Canale 42 Uhf - Mux TELEPACE - Z@pping TV



 06 OTTOBRE 2011 - Giovedì 

Ore 23.15 - MUX TVISION 2: TORNA TG NORBA 24, ELIMINATO INFO TV.
Ch.21 mux TVISION 2:
E' tornato in questo mux il canale all news pugliese TG Norba 24, con nuova LCN 272, ed è stato rimosso il canale Info-TV, che aveva sempre LCN 272.






 01 OTTOBRE 2011 - Sabato 

Ore 18.25 - TELEARENA DA OGGI SI RINNOVA PER CRESCERE.
Dopo il passaggio al digitale terrestre, un'altra tappa importante: l'emittente del Gruppo Athesis cambia la grafica, il logo, gli studi, il palinsesto dei programmi. Zelger: «Il nostro gruppo vuole offrire una vera piattaforma multimediale: dal web alla tv, dalla radio alla carta stampata». Bianchi: «News e Tg focus»
Da oggi, primo ottobre, Telearena, l'emittente veronese del Gruppo Athesis, cambia volto e avvia uno dei più significativi processi di rinnovamento di un media locale avvenuto negli ultimi anni in Italia, inaugurando la seconda fase del percorso intrapreso lo scorso autunno con lo switch off al digitale terrestre. «Il Gruppo Athesis ha affrontato la sfida del digitale con lungimiranza e determinazione e con l'obbiettivo di trasformarsi in una multimedia publishing company di prossimità capace di offrire ai suoi gruppi d'ascolto - cittadini, istituzioni, imprese, società civile - una piattaforma multimediale, dalla carta stampata alla tv, dal web alla radio, nella quale identificarsi e rispecchiarsi in quanto comunità. L'obiettivo è quello di valorizzare, promuovere e servire il territorio e i suoi attori», dichiara l'ingegner Alessandro Zelger, consigliere delegato del Gruppo Editoriale Athesis.L'idea dalla quale muove il progetto è quella di un nuovo modello di tv locale, un canale tematico di territorio, locale, localissimo e fatto con un livello qualitativo molto alto, come accade all'estero, per esempio negli Stati Uniti, in Francia e in Inghilterra. «Attenzione a ciò che sei, a ciò che ti serve, a ciò che il tuo territorio esprime», spiega Giambattista Bianchi, direttore Network Tv e new media del Gruppo. «Sono i nostri contenuti e vogliamo fare questo mestiere: la tv di territorio, la tv di prossimità che non è una tv di serie B come spesso è accaduto in Italia». Per questo a Telarena da oggi è in onda un nuovo palinsesto costruito a fasce, con uno studio di continuità sempre aperto per i telespettatori. Nuovo il packaging di canale, con una grafica coordinata sia per l'informazione, sia per la rete, sia per l'area promo; nuova la colonna sonora; completamente rinnovato lo studio e i set delle singole trasmissioni; nuovo il claim che recita Sei a casa: quando guardi la tua tv vedi casa tua - cioè il tuo territorio, i tuoi interessi - ma sei anche tra le tue mura domestiche, al sicuro, con la tua famiglia, con la tua tv accesa. «Tutto questo - continua Bianchi - con uno sguardo attento all'Italia, all'Europa e al mondo dove ogni giorno accadono fatti che hanno ricadute sul nostro territorio, come ben sappiamo avvenire in un mondo ormai glocale». Informazione e sport sono le macroaree più seguite. News a flusso continuo grazie al Tg diretto da Mario Puliero - due le edizioni principali alle 12.30 e alle 19.30 - e agli speciali Tg Focus dedicati al territorio. E ancora la sveglia del mattino in compagnia di Buongiorno Verona con Alessia Rotta, le voci e le opinioni della città all'interno di Diretta Verona e il commento della notizia più importante delle ultime 24 ore con Il fatto del giorno.A fine mattinata e a fine pomeriggio, poi, Sei a casa, il rotocalco di servizio condotto da Elisabetta Gallina.
E se il calcio coinvolge il principale interesse sportivo della città, in forza delle due squadre di primo piano come Hellas Verona e Chievo Verona, non mancano approfondimenti e informazioni su tutte le altre discipline e categorie. Tra i programmi di punta Diretta Gialloblu, La Domenica nel Pallone, condotta da Gianluca Tavellin, volto dello sport del canale, lo storico Palla lunga e pedalare, Obiettivo dilettanti, Che aria tira e ancora volley, basket, ciclismo, atletica, nuoto, rugby con TG Sport e Tuttosport.Tra conferme e novità, spazio a momenti di intrattenimento e di servizio con Vieverdi, condotto da Stefano Cantiero e dedicato ai luoghi, ai sapori e alle storie del territorio, Lavoro a 360 gradi, Lost in Fashion, Medicina in primo piano e la fascia per i genitori realizzata in collaborazione con Easybaby, il canale tematico di Sky. Nei prossimi mesi il progetto toccherà le altre emittenti del gruppo, Brescia punto tv e Telemantova oltre all'intero comparto digitale, dai siti web ai contenuti per tablet e smart phone a una serie di canali tematici verticali, all news, sport e altri ancora. La raccolta pubblicitaria del canale è affidata a Publiadige, la storica concessionaria del Gruppo Athesis.
Il Gruppo Athesis opera nel settore dell'editoria e dell'informazione, in modo diretto e mediante altre Società controllate o partecipate. Un vero e proprio network dell'informazione che comprende L'Arena, Il Giornale di Vicenza, Bresciaoggi, Telearena, Brescia Punto Tv, Telemantova, RadioVerona e le relative piattaforme web, oltro a una serie di quotiadini free press locali, e alla Editrice Neri Pozza e alla agenzia AGA.
Tratto da: http://www.larena.it/stories/Home/292879_telearena_da_oggi_si_rinnova_per_crescere


 30 SETTEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 23.25 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA SAN BIAGIO DI CALLALTA (TREVISO).
Ci scrive Katia da San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso
. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve, sono una cittadina del comune di San Biagio di Callalta (TV), da qualche mese nelle ore serali non riesco a vedere più alcun canale digitale. Mi spiego. In casa ho due apparecchi TV, uno nuovo LG (quindi con decoder integrato) e uno vecchio al quale ho agganciato un piccole decoder. Dallo swich ogg in veneto non ho mai avuto alcun problema, ho sempre ricevuto tutto benissimo, tra l'altro con l'aggiornamento progressivo dei nuovi canali che via, via passavano al digitale. Da qualche mese, per la precisione un paio, dalle 22.00 circa di sera, fino alle 9.00 circa del mattino non ricevo un bel niente! Mi sembra di essere tornata alla preistoria ... niente TV a letto alle 22.00! A volte, in questo lasso di tempo, vedo solo per poco e male: RaiYoYo, Rai4 o Cielo! Insieme a me altre famiglie che conosco hanno lo stesso problema. Non credo sia un problema di antenne o apparecchi, in quanto durante il giorno vedo tutto benissimo e il problema è identico in entrambi gli apparecchi che ho. Mi sapete dire qual'è il problema? Non è che in qualche ripetitore c'è un cambio turno e qualcuno ci dorme su? Attendo urgente risposta. Saluti. katia.
"


 29 SETTEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 22.55 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA MOTTA DI LIVENZA (TREVISO).
Ci scrive Alessia da Motta di Livenza, in provincia di Treviso
. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Scrivo da Motta di Livenza (TV), da i primi di settembre è scomparso il segnale di La7 e La7d, oltre a molti altri canali. Quasi tutto il paese non vede più questo canale. Ho già provveduto a far controllare l'antenna e tutto sembra apposto, oltre ad aver riprogrammato più volte il televisore. Mi è stato riferito di lavori in corso alla stazione di Piancavallo, che da il segnale anche alla mia zona. Questo però dovrebbe portare a brevi interruzioni di programma, invece questi canali sono scomparsi totalmente. Cosa posso fare? Grazie. Saluti Alessia.
"


 28 SETTEMBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 23.15 - MUX TVISION 2: ELIMINATA TG NORBA 24.
Ch.21 mux TVISION 2:
Il canale all news pugliese TG NORBA 24, con LCN 52, è stato eliminato dal mux TVISION 2, sintonizzabile nel Trentino Alto Adige.


Ore 18.20 - MUX RTTR: CON HISTORY LAB, LA STORIA VA IN ONDA.
Ch.45 mux RTTR:
Da lunedì 17 ottobre sul canale 602 del digitale terrestre inizierà History Lab, la cui programmazione è curata dalla Fondazione Museo Storico del Trentino. History Lab è il primo esempio in Italia di canale tematico dedicato alla storia a diffusione regionale come ha sottolineato il direttore del Museo Storico Giuseppe Ferrandi: "Per un istituzione museale come la nostra approdare alla televisione presenta parecchie difficoltà anche di carattere legale. Abbiamo seguito il modello di Lepida Tv in Emilia Romagna, procedendo con una gara europea cui hanno partecipato due editori. La base di appalto era di 120mila euro l'anno per un pacchetto comprensivo dell'affitto del canale, il noleggio di studi e attrezzature oltre a un certo numero di ore di promozione. L'editore che fa capo a Rttr si è aggiudicato la gara con un costo di 279mila euro su base triennale".
"l budget ridotto ci impone di ottimizzare le risorse — ha aggiunto Ferrandi — anche perché l'idea iniziale, poi tramontata, era quella di costruire una struttura ad hoc per realizzare il progetto. Ci avvaliamo di una redazione interna e di una serie di professionisti come Luca Dalbosco (regista e produttore esecutivo), Stefano Cuppi (autore televisivo), Mariano De Tassis (lighting show designer) e Roberto Laurenzi (autore per la Rai di progetti cult come Rai Storia e Sfide)". Sul fronte dei contenuti, spicca il format laboratoriale "I Lab", in cui si presenteranno progetti di divulgazione della storia e della memoria realizzati da associazioni e realtà che operano nel settore.

Tratto da: http://affaritaliani.libero.it/mediatech/il-progetto-history-lab-va-in-onda

Nasce History Lab



 26 SETTEMBRE 2011 - Lunedì 

Ore 23.15 - MUX RTTR: ARRIVA UN NUOVO CANALE, HISTORY LAB.
Ch.45 mux RTTR:
E' stato attivato con LCN 602 nel mux RTTR, sul canale 45, una nuova emittente, HISTORY LAB, il canale dalla Fondazione Museo storico del Trentino; attualmente è in onda il promo di partenza del canale. Abbiamo aggiornato la tabella con tutti i dati tecnici dei canali e lo z@pping TV del multiplex. Questa frequenza è inserita nelle nostre liste TV A CIVEZZANO (TN) e TV A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN). Ecco alcune immagini del nuovo canale.




Ore 22.35 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA PREGANZIOL (TREVISO).
Ci scrive Pietro da Preganziol, in provincia di Treviso
. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Scrivo dalla periferia sud di Treviso (Comune di Preganziol) per segnalare che, come già detto da altri, da qualche mese la ricezione di LA7 (canale 48 UHF) si interrompe, dopo che, per un breve periodo, l'immagine e l'audio risultano distorti. L'inconveniente a volte dura una quindicina di minuti, a volte molto di più, tanto che il decoder elimina il programma dalla lista canali. stessa cosa succede con le altre Reti trasmesse da Telecom. Non ho modo di verificare se l'inconveniente riguardi anche i Programmi in HD o quelli a pagamento del medesimo Gruppo. L'impianto d'antenna è singolo, con collegati due decoder. Un'antenna logaritmica e un alimentatore. Su altri canali inconvenienti di questo genere sono estremamente rari e di brevissima durata. Pietro."



 24 SETTEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 19.40 - MUX TVISION 2: ARRIVA LA TELEVISIONE DELL'UDINESE CALCIO.
Ch.21 mux TVISION 2:
E' stato aggiunta nel mux TVISION 2, ricevibile nel Trentino Alto Adige sul canale 21, il canale UDINESE CALCIO, con LCN 687. Ha preso il posto e la numerazione del canale Antenna 3, che quindi è stato eliminato. Abbiamo aggiornato la tabella con tutti i dettagli tecnici dei canali trasmessi in questo multiplex che è inserita nella nostra lista TV A CIVEZZANO (TN).


 22 SETTEMBRE 2011 - Giovedì 

Ore 21.45 - RAI: TGR; PDL IN CONSIGLIO VENETO, GIU' LE MANI DA TG.
ANSA.IT - VENEZIA - "Il servizio pubblico faccia il servizio pubblico e valorizzi le professionalita' che in Veneto certo non mancano". A dirlo sono i consiglieri regionali veneti del Pdl che questa mattina hanno partecipato all'incontro organizzato dal Consiglio regionale negli studi Rai di palazzo Labia dopo la notizia della soppressione del Tgr della tarda sera.
"E' una questione di serieta' - ha detto Giorgio Cortelazzo -. Da cittadino che giustamente paga il canone pretendo di essere informato sulle questioni che mi riguardano, dalla cronaca alla politica". I consiglieri del Pdl hanno confermato ai giornalisti Rai di essere pronti alla battaglia, qualora si volesse dare seguito al proposito di sopprimere l'edizione serale del Tgr e un appello viene lanciato anche ai parlamentari veneti a Roma: "Devono difendere con tutte le loro forze il diritto di informazione dei territori. ridimensionare l'informazione locale - hanno ribadito i tre consiglieri del Pdl - e' una forma subdola di centralismo". Lo stesso discorso vale anche per il trasferimento "forzato" delle pagine informative locali sui canali digitali della Rai come RaiNews. Dario Bond e Davide Bendinelli in particolare hanno sollevato la problematica della copertura del segnale digitale nei territori montani, dalle Dolomiti alla Lessinia, passando per le montagne vicentine, dove ci sono ampie zone che faticano a vedere molti canali digitali, tra i quali proprio RaiNews. "Il problema non e' solo delle zone montane - afferma, dal canto suo, Cortelazzo - ricordo che nel Portogruarese e nel Sandonatese ci sono problemi seri di ricezione che riguardano anche le prime reti Rai. Un paradosso che ha creato polemiche e rabbia". "Se la Rai depotenzia l'informazione territoriale", concludono Cortelazzo, Bond e Bendinelli, "ci chiediamo ancora per davvero che senso abbia pagare il canone".

Ore 10.35 - MUX RTTR NEL TRENTINO: AGGIORNATA LA TABELLA DEI CANALI E INSERITO LO Z@PPING TV.
Ch.45 mux RTTR:
Abbiamo aggiornato la tabella con tutti i dati tecnici, pid vari, risoluzione, bit-rate e altro, dei canali del mux RTTR, ricevibile nel Trentino Alto Adige sul canale 45. Abbiamo inserito anche lo z@pping tv con la lista e le immagini di tutti i canali presenti nel mux. Questa frequenza è inserita nelle nostre liste TV A CIVEZZANO (TN) e TV A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN).

Canale 45 Uhf - Mux RTTR - Z@pping TV


Ore 10.25 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA MARENA DI PIAVE (TREVISO).
Ci scrive Lorella da Marena di Piave, in provincia di Treviso. E
cco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve sono Lorella di Mareno di Piave (TV) da lunedì 19/09/11 non ricevo più i canali, mi sembra di essere tornata indietro di 50 anni, vedo solamente RAI 1-2-3!!! Che succede??? Pensate di risolvere il problema??? Quali sono le tempistiche??? Grazie.
"


 20 SETTEMBRE 2011 - Martedì 

Ore 12.40 - MUX TCA NEL TRENTINO: AGGIORNATA LA TABELLA DEI CANALI E INSERITO LO Z@PPING TV.
Ch.31 mux TCA:
Abbiamo aggiornato la tabella con tutti i dati tecnici, pid vari, risoluzione, bit-rate e altro, dei canali del mux TCA, ricevibile nel Trentino Alto Adige sul canale 31. Abbiamo inserito anche lo z@pping tv con la lista e le immagini di tutti i canali presenti nel mux. Questa frequenza è inserita nelle nostre liste TV A CIVEZZANO (TN) e TV A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN).

Canale 31 Uhf - Mux TCA - Z@pping TV


Ore 10.00 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA PORTOGRUARO (VENEZIA).
Ci scrive Gabriele da Portogruaro, in provincia di Venezia. E
cco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Buonasera , intanto complimenti per il sito ,finalmente qualcuno che osserva anche i problemi del DTT. Sono un tecnico antennista del Portogruarese Vi volevo segnalare che i canali Mediaset+premium dopo le 19_30 / 20_00 spariscono per ritornare ad intermittenza , sia dal trasmettitore del Monte Venda sia da Piancavallo (Aviano) per ritornare perfetti durante il giorno. I clienti si spazientiscono e l'unica risposta da Mediaset è:ma lei è l'unico che chiama dal comune di Concordia Sagittaria che ha problemi di ricezione, questo comune è coperto perfettamente !!!Perchè i canali rai e altre private non spariscono ?? E tutti puntano su altro operatore satellitare (no tivusat) che ci sia lo zampino di qualcuno ? Gabriele C
."


 18 SETTEMBRE 2011 - Domenica 

Ore 12.30 - MUX 7 GOLD NEL TRENTINO: AGGIORNATA LA TABELLA DEI CANALI E INSERITO LO Z@PPING TV.
Ch.32 mux 7 GOLD:
Abbiamo aggiornato la tabella con tutti i dati tecnici, pid vari, risoluzione, bit-rate e altro, dei canali del mux 7 GOLD, ricevibile nel Trentino Alto Adige sul canale 32. Questo multiplex contiene anche le due emittenti televisive GGOLD MARKET TV, con LCN 274, e MICIO BAU con LCN 632. Abbiamo inserito anche lo z@pping tv con la lista e le immagini di tutti i canali presenti nel mux. Questa frequenza è inserita nelle nostre liste TV A CIVEZZANO (TN) e TV A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN).

Canale 32 Uhf - Mux 7 GOLD - Z@pping TV



 17 SETTEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 23.20 - RAI MUX 1: AGGIORNATO LO Z@PPING TV DEL TRENTINO, CON LA VERSIONE TEDESCA RAI 3 S-BZ.
RAI Mux 1 - TRENTINO ALTO ADIGE:
Abbiamo aggiornato lo z@pping TV del mux 1 della RAI, versione regionale del Trentino Alto Adige, con l'inserimento delle immagini di Rai S-BZ, Sender Bozen, che trasmette i notiziari e trasmissioni anche in lingua tedesca e ladina, ed ha come LCN la numerazione 103. Oltre lo z@pping TV con tutte le immagini dei canali del mux, vi alleghiamo anche uno z@pping con varie immagini di Rai S-BZ, con il tg in ladino (con logo Rai Tvl) ed il tg in tedesco (con logo Rai Bozen). Da notare che è ancora presente l'alternanza della scritta "Rai" con la "farfalla" come era stato presente per un certo periodo sui canali Rai nazionali. Il vecchio logo con la "farfalla" è ancora presente anche nella grafica di presentazione all'avvio delle trasmissioni in tedesco.
Consulta anche la pagina di RAI MUX 1 - TRENTINO ALTO ADIGE, con tutti i dati tecnici dei canali trasmessi. Ringraziamo Gabriele di Civezzano, in provincia di Trento, che ci ha fornito tutte le immagini.

RAI Mux 1 Trentino Alto Adige - Z@pping TV



RAI 3 SENDER BOZEN - Z@pping TV



 16 SETTEMBRE 2011 - Venerdì 

Ore 22.10 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA FIESSO UMBERTIANO (ROVIGO).
Ci scrive Raffaele da Fiesso Umbertiano, in provincia di Rovigo. E
cco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Buongiorno, sono Raffaele Gozzo abito a Fiesso Umbertiano provincia di Rovigo, volevo segnalare questa anomalia che si presenta tutte le sere ormai da diversi mesi, tutte le sere ormai dalle ore 22.15/22.30  alle 23.30/24 il segnale dei canali mediaset compreso premium sparisce completamente, per poi riapparire e fino allo stesso orario del giorno dopo la ricezione arriva regolarmente. La cosa mi fa andare in bestia perchè non è bastato a cambiare l'antenna per risolvere  il problema, inoltre essendo abbonato Mediaset premium pago un servizio che non vioene erogato.  Non so come risolvere il problema e se per caso avete una soluzione. Cordiali Saluti.
"

Ore 21.30 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA POLESELLA (ROVIGO).
Ci scrive Alessandra da Polesella, in provincia di Rovigo. E
cco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Buongiorno, sono Alessandra di Polesella (Rovigo) e dopo le 21.30-21.50 non ricevo più nessuna rete, tranne i canali RAI; di giorno si vedono; si vedevano anche appena passati al digitale, poi forse nell'ottimizzare hanno diminuito troppo il segnale. Bella  seccatura, dopo aver comprato decoder e tutto il resto! Col vecchio sistema almeno si vedeva sempre tutto.Grazie.
"


 14 SETTEMBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 19.40 - VENEZIA: BERTONCELLO SCRIVE ALLA REGIONE VENETO PER PROBLEMI RICEZIONE DIGITALE.
(AGENPARL) - Venezia - Il Sindaco di Portogruaro, Antonio Bertoncello, scrive all’assessore regionale Daniele Stival, delegato dal presidente Zaia per il digitale terrestre nel Veneto Orientale, sui nuovi problemi di ricezione del segnale. “Attraverso gli organi di stampa ho appreso che negli ultimi periodi anche Lei ha notato un netto peggioramento nella ricezione del segnale del digitale terrestre nel territorio del Veneto orientale.vNel mio Comune, come più volte comunicato, arrivano quotidianamente segnalazioni circa i disagi legati al passaggio del digitale terrestre, richieste sulle iniziative che gli Enti competenti hanno intrapreso per risolvere tali disagi, notizie circa le azioni, anche legali, che possono essere avviate nei confronti della RAI- ha detto il sindaco Bertoncello- oggi la Sua diversa considerazione del problema fa piacere a chi, come l’Amministrazione Comunale di Portogruaro, è sempre stato dalla parte dei cittadini raccogliendone le segnalazioni, ascoltandone i problemi, e rappresentando gli stessi agli Enti competenti”. Il Comune di Portogruaro, considerato che il disagio sta creando situazioni di esasperazione tra i cittadini- per il suo persistere e peggioramento, per il disinteresse manifestato dagli enti competenti- mette a disposizione dell’assessore e della Regione ogni forma di collaborazione per avviare insieme iniziative risolutive, finalizzate ad ottenere i necessari interventi da parte della Rai e del Ministero competente per il miglioramento della ricezione del segnale.
Tratto da: http://www.agenparl.it/articoli/news/regionali/20110914-venezia-bertoncello-scrive-alla-regione-veneto-per-problemi-ricezione-digitale


 10 SETTEMBRE 2011 - Sabato 

Ore 19.40 - LE TV E LE RADIO A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TRENTO).
Gianluca dal Trentino ci invia le liste delle tv e delle radio che si ricevono a San Michele all'Adige, in provincia di Trento. Ecco in dettaglio cosa ci scrive:
"Ti invio le liste aggiornate delle emittenti RADIO e TV ricevibili a San Michele all'Adige (TN), località dove lavoro. Ti puntualizzo che San Michele all'Adige è praticamente servita da due sole postazioni: - Cima Paganella: perfettamente visibile, a circa 12 km in linea d'aria e  senza ostacoli, da dove partono i principali e più potenti segnali  radiotelevisivi;
- Faedo-Monte Rodolfo: è ancora più vicina (1,5 km) con alcuni tralicci (postazione locale per la piana Rotaliana in ombra rispetto alla Paganella).
Mentre per la radiofonia non ci sono problemi ed i segnali potenti arrivano dalla Cima Paganella come da Faedo, per la televisione il discorso è diverso: essendo tutte le antenne puntate sulla Paganella, i segnali da Faedo che si trova in posizione diametralmente opposta, anche se decisamente vicini, risultano difficilmente agganciabili in questa località (ma migliorano mano a mano che ci si allontana verso la Val di Non). Inoltre la posizione di San Michele all'Adige rappresenta un pò il "limite Nord" dei segnali tv che dalla Cima Paganella viaggiano nella valle dell'Adige: alcuni mux pur provenendo da quella postazione, risultano difficilmente o affatto ricevibili poichè maggiormente direzionati verso sud-est sulla città di Trento."

Lo ringraziamo, per consultare le liste vai a LE TV A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN) e a LE RADIO A SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN).

Ore 11.00 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DAL VENETO.
Ci scrive un anonimo dalla regione Veneto.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Buongiorno, dopo innumerevoli segnalazioni al centro assistenza mediaset di mestre,nei comuni di Bagnolo di Po'-Canda-Castelguglielmo-S.bellino-Frassinelle ed altri limistrofi ,ancora ad oggi tutte le sere dopo le 21.00 spariscono i canali di mediaset e mediaset premium.
Risposta del centro mediaset:

Quando cambiano le condizioni climatiche o meglio quando fa piu' caldo , la propagazione diminuisce andando a compromettere la ricezione dei canali menzionati.
Domanda: Quale soluzione intendete prendere per risolvere il problema?
Risposta:
Al momento non abbiamo soluzioni in merito speriamo che con l'avvento dell'autunno le temperature piu' miti non comportino ancora tale disturbi?
Domanda: Il prossimo anno????
RISPOSTA: NULLA DA DIRE
Attendo risposta in merito"


 06 SETTEMBRE 2011 - Martedì 

Ore 15.05 - STUDIO DELL'IMPATTO DEL DIGITALE IN FRIULI.
Analizzare i costi e i benefici che la transizione al digitale terrestre ha avuto sulla popolazione e sulle emittenti televisive della Regione. E’ questo l’obiettivo del progetto di ricerca assegnato dal Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom), al termine di un’apposita gara pubblica, al Laboratorio di ricerca economica e manageriale (Larem), il centro specializzato in materia di comunicazione del Dipartimento di scienze economiche e statistiche dell’Università di Udine. Continua a leggere qui:
http://www.controcampus.it/spip.php?article


 04 SETTEMBRE 2011 - Domenica 

Ore 06.55 - DIGITALE TERRESTRE, CHE DISASTRO. LA PROTESTA A JESOLO E SAN DONA', PROBLEMI IN VARIE REGIONI.  
Lo switchoff è, probabilmente, uno dei pasticci televisivi all’italiana più divertente, se non fosse tragico. Dal beauty contest a delibere, sentenze e controsentenze che riguardano la numerazione dei canali, un groviglio di notizie, notiziole e altre amenità in cui è decisamente difficile districarsi. In tutto ciò, ci sono anche i disservizi nel locale. Che sembrano poca cosa, ma che in realtà danno la misura della leggerezza e dell’impreparazione con cui l’Italia ha affrontato anche questa questione. E così, su La nuova Venezia si legge di un digitale terrestre di nuovo in tilt in certe località del Veneto.
Continua a leggere qui: http://www.tvblog.it/post/27043/digitale-terrestre-che-disastro-la-protesta-a-jesolo-e-san-dona


 31 AGOSTO 2011 - Mercoledì 

Ore 00.55 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA CASTELGUGLIELMO (ROVIGO).
Ci scrive Ulisse da Castelguglielmo, in provincia di Rovigo.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Ulisse da Castelguglielmo (Rovigo). Saluti a tutti di Italia in digitale, i messaggi di Alberto di Polesella (Rovigo), Massimo di Fiesso Umbertiano (Rovigo), ma sopratutto il messaggio Inviato da Sandro di Villamarzana (Rovigo) il 16.08.2011 hanno ampliamente descritto anche il mio disagio di cliente Mediaset premium arrivando anche a provare la strada di un' apparecchio televisivo nuovo con antenna nuova senza alcun risultato significativo, disagio che si è presentato dal fatidico dicembre 2010 con lo switch off prima mai avuto un probema era bellissimo, pagando un regolare abbonamento gallery, ho chiamato molte volte il numero a pagamento mediaset servizio clienti con la solita risposta "a noi risulta tutto regolare contatti un antennista per risolvere il suo problema", risultato: pago un servizio che non riesco a sfruttare a fondo, ho speso soldi in telefonate (servizio clienti a pagamento altra beffa invece che essere gratuito come fanno gli operatori telefonici o altre aziende), arrivero alla ultima scelta di una disdetta all' abbonamento e passo ad un abbonamento sky con parabola, intanto sono arrivato a spendere quasi uguale forse di più. Grazie Ulisse.
"


 30 AGOSTO 2011 - Martedì 

Ore 10.45 - LA REGIONE VENETO STANZIA 75MILA EURO PER TRE COMUNI SENZA TV.
CISON/MIANE/TARZO - Schermi bui, addio. Per i comuni di Cison, Miane e Tarzo nel trevigiano, la regione ha stanziato 75mila euro per "riportare" il segnale televisivo in tutte le case, anche in quelle delle zone montuose. Continua a leggere qui:
http://mobile.oggitreviso.it/digitale-terrestre-75mila-euro-cison-miane-tarzo


 27 AGOSTO 2011 - Sabato 

Ore 10.30 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA POLESELLA (ROVIGO).
Ci scrive Alberto da Polesella, in provincia di Rovigo.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Buongiorno, sono di Polesella (Rovigo) e tutte le sere dopo le 21.30-21.50  le reti Mediaset (ed anche altre reti minori) non si vedono più, mentre durante il giorno si vedono benissimo. Il problema c'era anche con l'analogico e speravo che con il digitale  migliorasse; in realtà con l'analogico il segnale si indeboliva e anche se disturbato qualcosa si vedeva, ora buio fisso. Grazie saluti.
"


 26 AGOSTO 2011 - Venerdì 

Ore 22.35 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DAL TRENTINO.
Ci scrive Gianluca dal Trentino. Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"
Ciao Andrea, in merito alla richiesta del lettore Stefano di Padova del 22/08/2011 sulla  presenza nel triveneto di Serenissima, ti posso confermare che è visibile anche in gran parte del Trentino sul mux 2 di Canale Italia (UHF 39) (anche  se nella mia zona è quasi impossibile da agganciare...). Ciao, a presto. Gianluca."

Ore 10.05 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA FIESSO UMBERTIANO (ROVIGO).
Ci scrive Massimo da Fiesso Umbertiano, in provincia di Rovigo.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla, insieme alla nostra risposta, anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve sono Massimo di Fiesso Umbertiano in provincia di Rovigo. Da 2 settimane dopo le 21 di sera i canali Mediaset spariscono completamente dopo che per tutto il giorno hanno funzionato benissimo. Anche tutti i canali di Premium a pagamento. Come mai?".


 22 AGOSTO 2011 - Lunedì 

Ore 14.05 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA PADOVA.
Ci scrive Stefano da Padova.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla, insieme alla nostra risposta, anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Ciao a tutti, vorrei sapere se il canale Serenissima che a Padova vedo al n. 15 è visibile anche nel resto del Triveneto. Vi sarei grato se mi deste alcune informazioni grazie!"


 21 AGOSTO 2011 - Domenica 

Ore 10.45 - REALIZZATA LA LISTA TV A CIVEZZANO (TRENTO) E IL MUX 1 RAI DEL TRENTINO ALTO ADIGE.
Grazie alla nuova collaborazione di Gabriele di Civezzano, in provincia di Trento, abbiamo realizzato la lista del LE TV A CIVEZZANO (TN), nella sezione regionale del TRENTINO ALTO ADIGE.
Abbiamo già allegato le composizioni dei mux nazionali inserendo anche la composizione del RAI mux 1 - Trentino Alto Adige, nella sezione MUX NAZIONALI, con delle note a margine per evidenziare la diversità di programmazione per la presenza di due sedi Rai distinte in regione e la presenza di minoranze linguistiche, con la conseguente differenziazioni di alcune trasmissioni. Nei prossimi giorni la completeremo anche con la composzione dei mux delle emittenti locali.
Da segnalare che alcune emittenti locali non hanno ancora adottato a distanza di parecchi mesi sia parzialmente (tipo i mux RTTR, OSTITEL) che totalmente (nel caso del mux TCA) la numerazione LCN assegnata: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/digitale/Graduatoria_Trento.xls


 17 AGOSTO 2011 - Mercoledì 

Ore 20.00 - NUOVO LINK UTILE: LE TV DI TRIESTE.
Nella pagina dei LINK UTILI e nella nuova pagina del Friuli, abbiamo inserito il collegamento ad un sito che tra le altre cose permette di consultare la lista dei multiplex e delle tv che si ricevono a
Trieste.
http://www.alexmusic.net/tele/dtt


 16 AGOSTO 2011 - Martedì 

Ore 12.10 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA VILLAMARZANA (ROVIGO).
Ci scrive Sandro da Villamarzana, in provincia di Rovigo.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Buon giorno, vi scrivo dalla provincia di Rovigo, precisamente da Villamarzana, tutte le sere sparisce il segnale digitale non vedendo più i canali mediaset compreso quelli a pagamento. Da cosa può dipendere questo problema?"


 06 AGOSTO 2011 - Sabato 

Ore 19.25 - ALTISSIMO (VI): RUBATI I RIPETITORI DI MEDIASET.
La banda dei ripetitori è tornata a colpire. Dopo i raid a Caltrano e
ad Asiago, hanno fatto sparire costosa strumentazione tecnica a Campanella di Altissimo, nell'alta vallata del Chiampo. Ancora una volta, hanno trafugato materiale di Mediaset, tanto che i canali del Biscione sono stati oscurati in una vasta zona. Sono stati proprio i cittadini, lamentandosi con la società perchè non ricevevano più il segnale, a far scattare gli accertamenti che hanno portato alla
scoperta del furto. Il colpo risale a più di qualche giorno fa. In base ad una prima ricostruzione dei carabinieri della stazione di Crespadoro e dei loro colleghi della compagnia di Valdagno, la gang avrebbe raggiunto Campanella di notte, trovando il punto, invero non semplicemente raggiungibile, dove sono installati i ripetitori televisivi. Quindi hanno tagliato la recinzione, hanno forzato la porta della casetta che ospita la strumentazione ed hanno arraffato trasmettitori e ricevitori, per un bottino che sfiora i cento mila euro. Infine, si sono dileguati nella notte facendo sparire le loro tracce probabilmente su un furgone dove hanno caricato la costosa refurtiva. Continua a leggere qui:
http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Cronaca/276971__ripetitori_a_ruba_colpo_nella_notte_pure_ad_altissimo


 03 AGOSTO 2011 - Mercoledì 

Ore 14.20 - VENETO ORIENTALE ANCORA SENZA DIGITALE TERRESTRE.
Portogruaro. Il Governo, nonostante le promesse, non ha intrapreso alcuna iniziativa per la soluzione del problema digitale terrestre. Di conseguenza il segnale della Rai continua nella sua assenza ingiustificata ma ben pagata dai cittadini: in buona parte del territorio Raitre Veneto non si vede dal dicembre scorso, sostituito da quello friulano, mentre i canali nazionali sono presenti a giorni alterni.