LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA


       Da Lunedì 6
a Domenica 12 GENNAIO 2014
















Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.




COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it
e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre?
Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.


https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010
https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news
NEWS 2012

NEWS 2013
NEWS 2014

NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014













Il nostro nuovo indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it














Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 12 GENNAIO 2014 - Domenica 

Ore 18.15 -  MUX INTERREGIONALI   PIEMONTE  - AGGIORNAMENTO SULLE FREQUENZE DEL GRUPPO START UP COMMUNICATION E TELEGRANDA NEL PIEMONTE ORIENTALE.
UHF 34-35-45 Mux START UP COMMUNICATION
Nei giorni scorsi il mux START UP COMMUNICATION ha modificato la sua frequenza di trasmissione nel Piemonte orientale. Viene abbandonato l' UHF 34 e la nuova frequenza utilizzata è l' UHF 35. Le postazioni che sono state interessate al cambio di modulazione sono le seguenti:

UHF 35 (586,0 Mhz)
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
BRICCO DELL'OLIO
Alessandria
ALVerticale
MONTE RONZONEBorghetto di BorberaTOOrizzontale
OROPA - STRADA CANAL SECCOBiellaBIVerticale

Non varia la configurazione del multiplex.

https://lh4.googleusercontent.com/-_8R2TN685bk/UpevnYLnE1I/AAAAAAAEOiw/YtmsM4Lrtvw/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

UHF 23-34 Mux TELEGRANDA
Il mux TELEGRANDA che modulava sull' UHF 35 dal sito di Oropa (Biella), modifica la sua frequenza di emissione e si posiziona sull' UHF 34. Inoltre questo multiplex torna ad essere ricevibile nella zona di Alessandria, infatti è stato attivato l' UHF 34 anche dal sito cittadino di Bricco dell'Olio. Anche in questo caso non varia la configurazione del provider.

UHF 34 (578,0 Mhz)
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
BRICCO DELL'OLIO
AlessandriaALVerticale
OROPA - STRADA CANAL SECCO
BiellaBIVerticale


https://lh3.googleusercontent.com/-KTVHbXOtybc/UmeMdquVGtI/AAAAAAAD5U8/kdnpxVad710/s1600/00%2520B.jpg

Abbiamo aggiornato la lista delle emittenti TV che si ricevono ad ALESSANDRIA, CASALE MONFERRATO (AL), ASTI, NIZZA MONFERRATO (AT), NOVARA, VERCELLI e BIELLA.

Ore 15.40 -  LAZIO  - MUX ROMA UNO: NUOVA CONFIGURAZIONE, ELIMINATI 22 CANALI, ROMA UNO SENZA LCN, ARRIVA TOP CALCIO 24.
UHF 31 Mux ROMA UNO
C'è stata una nuova riconfigurazione del mux ROMA UNO con l'eliminazione di ben 22 canali, restano attive solo 9 tv e 2 radio, rispetto alle precedenti 31 tv e 2 radio.
Questa la nuova lista canali sintonizzabile nel multiplex del provider romano.

https://lh3.googleusercontent.com/-cVkx4S426dU/UtJ5Lwp57YI/AAAAAAAEt_Q/_LdX1aYwPPI/s1600/00%2520B.jpg
  14 - Supernova
  91 - SL48
  96 - Europa TV
114 - Teletuscolo
115 - Telepontina
196 - ROMAUNO 2
634 - ROMAUNO 3
648 - ROMAUNO 4
      - ROMAUNO
887 - Soloradio
      - Radio Roma

Questo invece l'elenco dei 22 canali eliminati, che liberano le rispettive numerazioni LCN. Erano tutti duplicati delle emittenti che sono ora presenti nel mux, tranne Gari TV (LCN 113) che trasmetteva una propria programmazione.

112 - Canalezero
113 - Gari TV
116 - Telecentrolazio
173 - AmiciTV
193 - Supernova 1
288 - Europa TV 5
292 - Travel TV
293 - Gari TV 1
294 - Teletuscolo 1
298 - Amici TV 1
514 - Supernova HD
596 - Europa TV HD
607 - Arte Oggi TV
610 - Supernova 2
632 - Home TV
633 - Gari TV 5
637 - Amici TV 2
646 - Teletuscolo 5
647 - Supernova 5
655 - Supernova 3
656 - Supernova 4
698 - Europa TV 6


Da segnalare che al momento il canale principale ROMAUNO è privo della LCN 11, nel caso di una nuova risintonizzazione esso viene posizionato oltre le numerazioni 850. Nelle prossime ore dovrebbe essere ripristinata nella posizione del telecomando 11.


https://lh5.googleusercontent.com/-Whkl0T0z_3E/UtJ5pVTtRLI/AAAAAAAEuK4/kMuPwIXasWg/s1600/NO%252001%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-TYxd9VwsFbs/UtJ5u5Q6wLI/AAAAAAAEuLA/P8TAxRbjcwo/s1600/NO%252001%2520B.jpg

E' stata eliminata anche la numerazione LCN 888 al canale radiofonico Radio Roma, mentre l'altra emittente Soloradio continua ad essere sintonizzata sulla LCN 887.



https://lh3.googleusercontent.com/--nPxzflJjSo/UtJ5hd2_ygI/AAAAAAAEuLI/PFoXoQ3xKSc/s1600/R%2520887.jpg


https://lh3.googleusercontent.com/-E7smJaaDAJ0/UiW1Z-k2KSI/AAAAAAADbNA/VzyYo_eZqLM/s1600/ROMAUNO%25204%252052.jpg
Inoltre ricordiamo che su ROMAUNO 2 (LCN 196) va in onda la programmazione di RADIO RADIO TV, versione televisiva dell'emittente radiofonica Radio Radio sintonizzabile a Roma sui 104.5 Mhz in FM. Mentre ROMAUNO 4 (LCN 648) trasmette in alcune fasce orarie CONTRO CORRENTE TV e in altre l'emittente sportiva lombarda TOP CALCIO 24.



https://lh5.googleusercontent.com/-Pp4wJZJX80A/UtKj_ze_gEI/AAAAAAAEuQ4/B7GAy8xW454/s1600/196%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-b1zhxDkHukg/UtKkA5q8YSI/AAAAAAAEuQY/Jg6phlniqkE/s1600/196%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-Bwr8jGipIrg/UtJ5WTL12dI/AAAAAAAEuKU/MKoL6QTN1FE/s1600/196%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-82KOKSMbnWE/UtJ5ZK2GoJI/AAAAAAAEuKc/kPLN2JPPjj8/s1600/196%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-HDqOsInWDn4/UtJ5wTu7n4I/AAAAAAAEuKk/t5TyTU2jrV0/s1600/648%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-8iswWP5OQAQ/UtJ5xoK-DiI/AAAAAAAEuKw/V76FD5gIGUo/s1600/648%2520B.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-mPspHUeldtw/UtJ5FIsCb6I/AAAAAAAEt-w/6ra0Tac9U0s/s1600/648%2520C.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-lqaACcTh0b0/UtJ5Cl8DG_I/AAAAAAAEt_A/NDaumoM0MAI/s1600/648%2520D.jpg

Mux ROMA UNO - Z@pping TV



 11 GENNAIO 2014 - Sabato 

Ore 23.35 -  PIEMONTE  - MUX QUARTARETE: ELIMINATA LA COPIA DI QUARTARETE BLU.
UHF 24 Mux QUARTARETE
Rispetto alla nostra precedente rilevazione segnaliamo l'eliminazione della copia di 4Rete Blu dalla LCN 614. Quest'ultima emittente resta fruibile solo sulla LCN 112. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux QUARTARETE.

https://lh3.googleusercontent.com/-vGAqIQ4ghGI/UtHFC-6yZ-I/AAAAAAAEttY/b5jB_S3Mrvc/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg

Ore 16.30 -  MUX NAZIONALI  - RAI MUX 3: SU RAI MOVIE E RAI YO YO 44 MINUTI DI "NERO IN ONDA", L'EMITTENTE SI SCUSA SU FACEBOOK.
UHF 26-43 RAI mux 3
Ieri sera abbiamo ricevuto numerose segnalazioni sull'interruzione della programmazione dei canali Rai Movie (LCN 24) e Rai YoYo (LCN 43). Tale disservizio inziato (a quanto ci riferiscono) dalle ore 22.50 circa, è durato fino alle 23.30 circa, con una quarantina di minuti di schermo nero per questi due canali. L'azienda di Stato si è immediatamente scusata sulla pagina facebook di Rai Movie con il messaggio che riportiamo qui in basso. I commenti e l'ilarità di alcuni teleutenti non sono mancati, ricordando che questo è il mese in cui la Rai chiede ai suoi abbonati di pagare il canone.
https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/muxnazionali/raimux3/Rai%20Movie.PNG

Ore 14.35 -  MUX NAZIONALI  - TIMB MUX 2: LE MODALITA' DI PREPARAZIONE DEL CAMBIO DI FREQUENZA DALL'UHF 60 ALL'UHF 55.
UHF 55-60 TIMB Mux 2
La scorsa estate il TIMB Mux 2 in Sicilia era passato dalla frequenza UHF 60 all' UHF 55. Telecom Italia Media Broadcasting ha da tempo ottenuto l'autorizzazione per il cambio di modulazione anche a livello nazionale, visto che dopo le continue attivazioni degli impianti telefonici di quarta generazione LTE, conseguente alla liberazione dei canali dall' UHF 61 al 69, l' UHF 60 è diventata nella scala televisiva, la frequenza più prossima alle interferenze dei gestori telefonici.
Pertanto, dopo il via libera per tale cambio, TIMB sta accelerando il processo di riconfigurazione del suo secondo provider. Facciamo un passo indietro, lo scorso agosto 2013 l'AGCOM aveva emanato una delibera di revisione del Piano Nazionale di Assegnazione delle frequenze, che in un punto riportava quanto segue: "...Con riferimento a quanto evidenziato da un soggetto (TIMB n.d.r.) in merito alla sostituzione del canale UHF 60 con L'UHF 55, si ritiene che tale processo debba svolgersi con progressività su tutto il territorio nazionale (...). La sostituzione completa del canale UHF 60 con L'UHF 55 consentirà di ripristinare, per il relativo multiplex, il grado di copertura inizialmente previsto per tale rete, analogo a quello di tutte le altre reti nazionali, ora compromesso dalle interferenze causate dai sistemi mobili LTE in via di dispiegamento. In ordine a tale aspetto, appaiono del tutto infondate le pretese di ristoro degli oneri per la sostituzione del'UHF 60. In via del tutto generale si osserva che la transizione alla tecnologia digitale ha richiesto un processo lungo ed articolato, di fatto non ancora concluso, tanto che il presente procedimento è volto ad apportare ulteriori modifiche alla pianificazione. Modifiche tutte che si sono via via rese necessarie sia per seguire l'evoluzione dell'attività di coordinamento internazionale sia per rispondere ad eventi esogeni, quale quello, di notevole impatto, della destinazione ai servizi mobili della banda 800 Mhz.".

https://lh4.googleusercontent.com/-mXHmCG_UBGg/UqXNYlqQAmI/AAAAAAAEZTc/uyBTUZaVQOA/s1600/TIMB%25202%2520133.png
Le operazioni del cambio di frequenza: UHF 55 e UHF 60 in parallelo.
Timb ha iniziato le operazioni di predisposizione nelle postazioni per l'accensione dell' UHF 55 in parallelo con l'UHF 60, mentre le contribuzioni verso i siti sono già state predisposte. Inoltre occorre aspettare i tempi tecnici di conversione dei trasmettitori ex UHF 54 dell' ex TIMB4 alla nuova UHF 55 e quindi la loro accensione.
Una volta accesi la maggior parte dei siti con tutti e due i TIMB 2 (55 e 60), verranno inseriti sul mux trasmesso dall'UHF 60 la dicitura "provvisorio" per poi successivamente togliere la LCN e spegnere definitivamente l'UHF 60. Una tempistica, allo stato attuale delle cose non la possiamo indicare con certezza, questo cambio sicuramente avverrà un po’ a macchia di leopardo con la priorità dei siti di classe 'A' superiore a 500W.
Infine resta un ultimo nodo da sciogliere, ovvero far sgombrare l'UHF 55 dalle emittenti locali che attualmente la occupano, sembra affar di poco conto ma questo potrebbe far sensibilmante rallentare la road map di TIMB.
Un test già effettuato sull'UHF 55 dal monte Amiata.
I nostri collaboratori ed attenti lettori, si sono accorti che nelle scorse ore dal sito toscano di monte Amiata, è stato attivato (e a distanza di qualche ora disattivato) proprio sui 746 Mhz (UHF 55) un test di emissione del
TIMB Mux 2. Telecom Italia Media Broadcasting ha tempo fino a metà 2015 per tale passaggio, ma il piede fa forza sull'acceleratore e c'è da scommettere che le tappe descritte saranno bruciate in tempi record.

https://lh6.googleusercontent.com/-IMvkC5HLGLc/UsNVFhbUwPI/AAAAAAAEmFg/9p-yqPfquTs/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.png


 10 GENNAIO 2013 - Venerdì 

Ore 19.55 -  SICILIA  - MUX ANTENNA DEL MEDITERRANEO: ARRIVANO TELE CINE FORUM, TELEMISTRETTA E UNA COPIA DI AM SPORT.
UHF 51 Mux ANTENNA DEL MEDITERRANEO
https://lh5.googleusercontent.com/-ymwxR47_34M/UtAzII0UJzI/AAAAAAAEsx4/Ah1dZ0CBKvE/s1600/TCF%252052.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-tJo6F5y8txQ/UtAyQMr2o4I/AAAAAAAEtDM/zxuHhQVpNxE/s1600/TELEMISTRETTA%252052.jpg
Nuova configurazione del mux ANTENNA DEL MEDITERRANEO. Sono stati aggiunti tre canali: una copia di AM Sport sulla LCN 95 che era già presente con lo stesso identificativo sulla LCN 699;  TCF (TELE CINE FORUM) con la LCN 113; TM (TELEMISTRETTA ) con la LCN 171, che al momento è a schermo nero. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux ANTENNA DEL MEDITERRANEO.
https://lh3.googleusercontent.com/-KBeBYLXAPgw/UtAz2U6lrsI/AAAAAAAEtAc/NIdtZjG-w6c/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-6m1c4KAnVY0/UtAz3Vw640I/AAAAAAAEtAk/uBvH5NS-1xM/s1600/95%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-ETdhjvUEPV4/UtAz4icFr5I/AAAAAAAEtAs/PWwr8cROsDc/s1600/95%2520B.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-j2UtsZRwYXk/UtA1SEKDV9I/AAAAAAAEs7o/Y7nrH6hi9ws/s1600/TCF%2520133.png
https://lh4.googleusercontent.com/-XUg-UCCwtc8/UtAz5mst15I/AAAAAAAEtA0/rEL4gu38UeQ/s1600/113%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-ZV-3pCCIQDw/UtAz6jncNOI/AAAAAAAEtA8/DtMLFl8dbeg/s1600/113%2520B.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-AEV5TGhsm6Q/UtAz7FDjXfI/AAAAAAAEtBE/l5Dm-NtrKiI/s1600/171%2520A.jpg

Ore 19.20 - FREQUENZE TV: RISCHIO CAOS SULLE INTERFERENZE CON L'ESTERO.
http://www.corrierecomunicazioni.it/upload/images/10_2013/frequenze-131024121712_medium.jpg
Con il decreto “Destinazione Italia” il Governo stanzia 20 milioni come compensazione per le emittenti che alla data di entrata in vigore della norma si trovino a occupare frequenze televisive “oggetto di accertate situazioni interferenziali” con l’estero, e che quindi dovranno abbandonarle per non creare problemi sulle assegnazioni delle stesse fette di spettro effettuate negli Stati confinanti. Al momento sembra che i casi "accertati", quelli cioè in cui Paesi limitrofi avrebbero ufficialmente reclamato per i problemi causati dalle interferenze, riguardino finora soltanto Malta, Croazia e Slovenia, e quindi le emittenti che trasmettono dalla Sicilia e dalle coste adriatiche tra Veneto ed Emilia Romagna, e che non hanno rispettato i limiti per le emissioni previsti al momento dell’assegnazione. Ma, secondo le voci che circolano tra gli addetti ai lavori, già la prossima settimana questo aspetto dovrebbe chiarirsi e contestualizzarsi in modo più concreto.
Al di là della questione, uno dei punti di snodo più importanti del provvedimento riguarderà i criteri con cui si deciderà di assegnare i 20 milioni. Roberto Sambuco, che da Capo del dipartimento Comunicazione del Mise ha seguito la vicenda, afferma su Twitter che si tratta di una “norma che serve a mettere ordine”: “Non sarà una scelta - afferma - ma un meccanismo ad asta senza discrezionalità per l’amministrazione”. Rispetto al criterio dell’asta, Sambuco sottolinea che “ci saranno risposte chiare nel decreto ministeriale attuativo previsto dalla norma”. Tra le possibilità ci sarebbe quella di una vera e propria asta al massimo ribasso, che potrebbe consentire di valorizzare al massimo i 20 milioni del tesoretto già affidato nelle disponibilità di Poste Italiane.
A parte i meccanismi e i tecnicismi che regoleranno l’assegnazione dei fondi, per i quali bisognerà attendere le decisioni del ministero, il punto critico della questione riguarda le situazioni non ancora accertate, e che potrebbero palesarsi nei prossimi mesi. Le interferenze infatti riguardano potenzialmente la maggior parte delle emittenti sul territorio nazionale (con l’esclusione di Umbria e Campania), e se dovessero arrivare richieste, ad esempio, da Francia, Svizzera, Grecia, o dai Paesi del Nord Africa, il Governo potrebbe trovarsi nella situazione di dover riprendere in considerazione la materia e dover stanziare altri fondi per cui i 20 milioni di “destinazione Italia” sarebbero un chiaro precedente. E va da sé che, se si lasciasse una porta di questo genere aperta per il futuro, questo potrebbe comportare una lievitazione delle spese per le compensazioni da offrire alle emittenti locali di tutte le altre Regioni via via coinvolte.

Tratto da: www.corrierecomunicazioni.it/tlc/25184_frequenze-tv-rischio-caos-sulle-interferenze-con-l-estero

Ore 15.50 -  MUX NAZIONALI   SICILIA  - MEDIASET MUX 3: IN SICILIA ATTIVATE LE PRINCIPALI POSTAZIONI SULL'UHF 24, RICEZIONE FINO A MALTA.
https://lh3.googleusercontent.com/-1qF4t7mRBio/UqdC4L1LvbI/AAAAAAAEaCs/UqZap8FXSA8/s1600/MEDIASET%252060.jpg
UHF 24-29-38 MEDIASET Mux 3
Sono state attivate tutte le principali postazioni in Sicilia del MEDIASET Mux 3 sulla frequenza UHF 24, ancora in fase di Test per la conversione in DVB-T. Tra Febbraio e Marzo saranno attivate anche gli impianati minori. Ci segnalano la buona ricezione nell'isola di Malta, come da immagine che vi alleghiamo qui sotto, del MEDIASET Mux 3 ricevuto sull' UHF 24 da ripetitore di Monte Lauro, sito nel comune di Buccheri (Siracura). Abbiamo aggiornato la lista delle TV A MALTA consultabile nella nostra sezione speciale MALTA IN DIGITALE.

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/muxnazionali/mediasetmux3/24%20malta.jpg?attredirects=0

https://lh5.googleusercontent.com/-pF30Vj-Nsrw/Us1SdZvqkKI/AAAAAAAErPo/zFMphFDPb_0/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-I1TvHM4Bf0Y/Us1Sd185vRI/AAAAAAAErPw/hNZ9vOq6iNo/s1600/mediaset%25203.jpg


 9 GENNAIO 2014 - Giovedì 

Ore 23.55 -  MARCHE  - TV DIGITALE TERRESTRE: SE NE PARLA IN UN CONVEGNO A FERMO.
http://www.laprimaweb.it/wp-content/uploads/2014/01/scienza-e-tecnologia-montani-fermo-293x300.jpg
Sabato 11 gennaio, con inizio alle ore 9 nell’Aula Magna, il terzo appuntamento del ciclo di sei incontri “Scienza & Tecnologia al Montani di Fermo” organizzati per mantenere vivo il legame tra l’Istituto “Montani” e le più prestigiose aziende dove lavorano (o hanno lavorato) molti diplomati usciti dalla scuola.
Il progetto, ideato e messo a punto dal prof. Elvezio Serena, docente di Fisica e Laboratorio al Montani, ex allievo e Presidente della sezione locale di Italia Nostra, nonché tecnico della RAI Marche dal 1982 al 1988, è stato approvato dal Collegio docenti e inserito nel Piano dell’Offerta Formativa (POF) per l’anno scolastico 2013-2014. Un progetto molto apprezzato dalla dirigente scolastica prof. ssa Margherita Bonanni e da diversi docenti, che già nei primi due incontri svolti a novembre e dicembre scorsi sui satelliti per telecomunicazioni e relative stazioni di terra ha visto la partecipazione di oltre 300 studenti delle classi terze, quarte e quinte del settore Telecomunicazioni, Elettronica e Informatica.
All’incontro di sabato, dal titolo “La TV digitale terrestre”, interverranno Pierluigi Santarelli – Capo tecnico controllo qualità ricezione e Mirco Palmieri – Direttore tecnico della RAI – sede regionale per le Marche, entrambi ex allievi del Montani. I relatori, con la loro vasta esperienza, tratteranno, anche attraverso immagini, tabelle e grafici, le principali problematiche della TV digitale terrestre: Differenza tra spettro di un segnale analogico e spettro di un segnale digitale, Misure a radiofrequenza, Effetti della propagazione, Impedenza e adattamento, Reti SFN ed echi, Parametri e valori limite consigliati. Saranno evidenziati i vantaggi della tecnica digitale per la ricezione televisiva rispetto alla tv analogica, sorta proprio 60 anni fa, il 3 gennaio 1954. Chiaramente l’incontro sarà l’occasione per chiarire problematiche di ricezione, anche locali, sorte con il passaggio al nuovo sistema.
La tematica sarà approfondita sperimentalmente, nella seconda parte, attraverso un mezzo speciale attrezzato (antenna telescopica fino a 10 mt, analizzatore di spettro, misura campo, televisore, ecc.), in modo che gli studenti possano subito verificare quanto appreso teoricamente.
L’incontro è aperto a tutti gli interessati: docenti, tecnici, studiosi, antennisti, ma è esteso anche alla cittadinanza. Al termine i presenti saranno invitati a porre domande su un tema molto particolare e originale, che concorrerà ad ampliare gli orizzonti e ad incrementare il prestigio del glorioso “Montani”. Scopo di queste lezioni-conferenza è anche quello di creare l’occasione per approfondire argomenti svolti in classe e, nello stesso tempo, favorire un corretto orientamento verso il mondo del lavoro, esigenza sempre più richiesta.
Alle ore 16 è prevista una visita guidata al MITI, Museo dell’Innovazione e della Tecnica Industriale della Provincia di Fermo, ambientato nelle storiche officine del più antico Istituto Tecnico d’Italia, fondato nel 1854.
L’iniziativa è svolta in collaborazione con Italia Nostra, che sul Montani ha promosso e organizzato convegni, conferenze e una pubblicazione per la tutela dell’immenso patrimonio di archeologia industriale della scuola. Il progetto ha ottenuto il patrocinio del Comune e della Provincia di Fermo, della Camera di Commercio-Industria-Artigianato-Agricoltura di Fermo (CCIAA), della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa (CNA) Associazione provinciale di Fermo, di Confindustria Fermo, del Consorzio di Sviluppo Industriale del Fermano (Co.S.I.F.), del STL “Marca Fermana”, dell’Unione Nazionale delle Pro Loco (UNPLI) – Comitato delle Province di Ascoli e Fermo, dell’Associazione ex Allievi del Montani di Fermo e del Collegio Periti Industriali e Periti Industriali Laureati delle Province di Ascoli Piceno e Fermo.
Gli altri tre appuntamenti in programma si terranno tra fine gennaio e inizio febbraio.
Tratto da: www.laprimaweb.it/2014/01/09/la-tv-digitale-terrestre-se-ne-parla-in-un-convegno-a-fermo

Ore 17.20 -  LAZIO  - MUX T9 (LAZIO): SU T.I.C.SERENA INSERITO IL LOGO DI TELEITALIA 2.
UHF 43-44 Mux T9 (LAZIO)
https://lh4.googleusercontent.com/-Am0ZcxYu0Bs/Us6rz1TKGEI/AAAAAAAEse8/A0ZXT6Cfakk/s1600/TELE%2520ITALIA%25202%252052.jpg
Sul canale T.I.C.SERENA (LCN 653) è stato inserito il nuovo logo di Teleitalia 2 al posto di Teleitalia41. La programmazione comunque è sempre la stessa di Teleitalia 41 in onda in simulcast sull'altro canale T.I.C.SERENA, stesso identificativo ma con numerazione LCN diversa, la 171, sintonizzabile nel multiplex romano RETE ORO. Sulla LCN 171 la mattina per alcune ore è in onda il logo di TVR2 AUTOVOX al posto di quello di Teleitalia 41. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e, con nuove immagini, lo z@pping TV del mux T9 (LAZIO).
https://lh3.googleusercontent.com/-Tb3-YgQtzGA/Us6sRoSywLI/AAAAAAAEsiw/yFkxDgYW2xA/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-Sc621aaK-KI/Us6sPkbwYeI/AAAAAAAEsf4/qJLuusJA15E/s1600/653%2520A%2520%25283%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-OPKqCu2Rp6k/Us6sQrsco7I/AAAAAAAEsgA/brHaC27scbs/s1600/653%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-161OGi1v0Gk/Us6sFY1fYlI/AAAAAAAEsfw/RpEn0JxhV_0/s1600/653%2520C%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-RPmSLhbdjqk/Us6sEisNbxI/AAAAAAAEsfo/Ha6oLfxG_tI/s1600/653%2520D%2520%25282%2529.jpg

UHF 51 Mux RETE ORO

LCN 171
identificativo T.I.C.SERENA



https://lh4.googleusercontent.com/-HVtFntIlEIc/Us61ZeqQE6I/AAAAAAAEsjs/dJdQfObD4mk/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-HGHPvXh3qXE/Us6sCTYVqrI/AAAAAAAEsfY/nTyjeBzKpJY/s1600/171%2520C.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-pCCvAPmXBmY/Us6sDlA9b9I/AAAAAAAEsfg/5LjRCERXXoQ/s1600/171%2520D.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-10Kl3aZSBoI/Us6sAa_0R0I/AAAAAAAEsfI/FMY8lI3CNLI/s1600/171%2520A.jpg

Ore 11.50 -  ABRUZZO  - MUX TRSP (ABRUZZO): ELIMINATO TELE 9 CANALE 2.
UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
E' stata eliminata l'emittente TELE 9 canale 2, che sulla LCN 186 era un duplicato di TELE 9 (LCN 74).
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux
TRSP (ABRUZZO).


https://lh4.googleusercontent.com/-Uz3m4yrih9s/Us56HVbshMI/AAAAAAAEsaM/J_6bGBz0koI/s1600/00%2520B%2520%25286%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-eqUUXDR1Z04/Us56I1M1mlI/AAAAAAAEsZI/OeWjvN98zqM/s1600/CH29.jpg

Ore 01.00 -  LAZIO  - MUX ITR SORA (LAZIO): LE MODIFICHE RECENTEMENTE EFFETTUATE INTERESSANO SOLO LA FREQUENZA DI FRASCATI - ROMA.
UHF 34-35 Mux ITR SORA (LAZIO) A
UHF 35 Mux ITR SORA (LAZIO) B
Lo scorso 6 gennaio avevamo monitorato a Roma il segnale dell' UHF 35 del mux ITR SORA (LAZIO) trasmesso dalla locale postazione di Vermicino nel comune di Frascati (Roma).
Nella rilevazione attestavamo l'eliminazione delle quattro emittenti nazionali Supertennis (LCN 64), Radio Italia TV (LCN 70), Telemarket (LCN 124) e Telemarket For You (LCN 125). Puntualizziamo che tale eliminazione ha interessato solo tale frequenza, ovvero l'
UHF 35 dal sito di Vermicino - Frascati che serve la zona di Roma. Le altre frequenze di questo provider che servono le altre zone della regione non hanno subìto variazioni e continuano a veicolare i suddetti canali nazionali. Pertanto nella pagina di LAZIO IN DIGITALE abbiamo provveduto ad inserire una seconda griglia e z@pping TV del mux ITR SORA (LAZIO) suddividendolo (come facciamo per le altre zone d'Italia) in mux ITR SORA (LAZIO) A e mux ITR SORA (LAZIO) B.
In dettaglio il mux A è quello che trasmette i canali Supertennis (LCN 64), Radio Italia TV (LCN 70), Telemarket (LCN 124) e Telemarket For You (LCN 125), mentre il
mux B (quello della postazione romana di Vermicino a Frascati) non li veicola.
La nostra redazione, in merito all'eliminazione dei canali, ha interpellato
ITR SORA che ci ha prontamente inviato questa risposta:
"Tale modifica è stata effettuata provvisoriamente in fase di lavori di ristrutturazione per il miglioramento del mux".
Nel frattempo, in attesa di altre eventuali novità, consultate le griglie e gli z@pping TV delle due differenti versioni del provider: mux
ITR SORA (LAZIO) A e mux ITR SORA (LAZIO) B.
Mux ITR SORA (LAZIO) A

UHF 34 (578,0 Mhz)
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
MONTE LUNGOAlatriFROrizzontale
COLLE LO ZOPPO - GORGONI
ArpinoFROrizzontale
SAN SEBASTIANO - VIA REMORICI
Isola del Liri
FROrizzontale
CIMITERO - VIA ROMA
Rocca d'Arce
FROrizzontale
MONTE CIFALCO
Sant'Elia FiumerapidoFROrizzontale
VALLEROFFAVallemaioFROrizzontale
VIA PIANILLOSegniRMVerticale

UHF 35 (586,0 Mhz)
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
VIA NORBANA
NormaLTOrizzontale
MONTE LEANOTerracinaLTOrizzontale

https://lh4.googleusercontent.com/-4nfOLsGJ3ec/Us3hY6r7MMI/AAAAAAAEsLs/aHmv8X7DEo0/s1600/00%2520B%2520%25285%2529.jpg


Mux ITR SORA (LAZIO) B

UHF 35 (586,0 Mhz)
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
VERMICINOFrascatiRMOrizzontale

https://lh5.googleusercontent.com/-YStH2oUp-NU/Us3hi_uEFrI/AAAAAAAEsJk/aKG2es6ZJKg/s1600/00%2520B%2520%25286%2529.jpg


 8 GENNAIO 2013 - Mercoledì 

Ore 22.50 -  TRENTINO  - MUX TELEPACE (TRENTINO): MODIFICATI ALCUNI PARAMETRI TECNICI, MEDJUGORIE ITALIA TV DIVENTA MEDYU.
UHF 42 mux TELEPACE (TRENTINO)
Ci sono stato alcune modifiche nel multiplex TELEPACE (TRENTINO). E' stato rinominato il canale Telepace Regione 3 (LCN 606) in Telepace Regione3 (senza lo spazio prima del numero 3) che trasmetteva in simulcast però con il flag fisso a 16:9 gli stessi contenuti del canale Telepace (LCN 14), che utilizza invece il flag fisso a 4:3; ora invece è un doppione del canale Telepace (LCN 14) in quanto utilizza gli stessi pid video e audio e di conseguenza anche sulla LCN 606 ora il flag fisso è a 4:3. E' stato rinominato il canale Medjugorie Italia TV in MEDYU, si sintonizza sempre senza numerazione LCN. Inoltre segnaliamo che sono variati alcuni parametri tecnici di trasmissione che potete consultare nella griglia dei canali insieme allo z@pping TV aggiornato del mux TELEPACE (TRENTINO).

https://lh3.googleusercontent.com/-Vr3b_m_4ilk/Us28iJ0JhII/AAAAAAAEr54/Xw60doL6JM4/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-5SasY-0a-0M/Us28QfkMBYI/AAAAAAAEr-4/sZjSzh6-lSU/s1600/606%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-jMZ-xMHzCnA/Us28RYEhz7I/AAAAAAAEr-w/2S0Hf8F89Lw/s1600/14%2520B.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-5TEwuEHy3C4/Us28SHR2t_I/AAAAAAAEr-o/-rSeQtR-R5U/s1600/14%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-jMZ-xMHzCnA/Us28RYEhz7I/AAAAAAAEr-w/2S0Hf8F89Lw/s1600/14%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-FHcc0Zpgai0/Us28MeI3GaI/AAAAAAAEr_I/dCcXVtrRc5o/s1600/NO%252001%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-XogBT-kdKfo/Us28LPMAEKI/AAAAAAAEr4s/ecQM4D5c1bw/s1600/NO%252001%2520B%2520%25282%2529.jpg

Ore 20.05 -  LOMBARDIA   LAZIO   EMILIA-ROMAGNA   MARCHE   TRENTINO  - NUOVO LOGO PER MARIA VISION.
L'emittente religiosa Maria Vision di Loreto (Ancona), disponibile in alcuni provider locali italiani con differenti numerazioni LCN, negli ultimi tempi ha introdotto un nuovo logo di stazione.

 Nuovo logo                  Vecchio logo 
https://lh6.googleusercontent.com/-jotPZd0N02o/Us0kOTnjm_I/AAAAAAAEq-o/x0klAArXO70/s1600/Maria%2520Vision.png

Di seguito elenchiamo i principali provider che trasmettono Maria Vision, censiti da L'ITALIA IN DIGITALE:

LOMBARDIA
https://lh5.googleusercontent.com/-X3yxX0MI69g/Us0jrnfhxHI/AAAAAAAEq94/E6j2C-IVvJk/s1600/Maria%2520Vision%25202%252052.jpg
UHF 39 Mux TELEPACE (LOMBARDIA)
LCN 171 identificativo Maria Vision


https://lh5.googleusercontent.com/-G6Stsp-KZHI/Us2EeOWPHXI/AAAAAAAErbI/NXsAjs8-9iY/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-lY8hdUa7B8o/Us2EfWQlU9I/AAAAAAAErbY/l9f4P4uHbgE/s1600/171%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-1fJxsM9GLvk/Us2EgFaVnFI/AAAAAAAErbg/Dx4dD8Mo0X8/s1600/171%2520B.jpg

LAZIO
https://lh5.googleusercontent.com/-X3yxX0MI69g/Us0jrnfhxHI/AAAAAAAEq94/E6j2C-IVvJk/s1600/Maria%2520Vision%25202%252052.jpg
UHF 42 Mux CANALE 10
LCN 670 identificativo Maria + Vision


https://lh5.googleusercontent.com/-s_P6VaI2hao/Us2Ee1ZkKxI/AAAAAAAErbQ/3_C-Wusq2lk/s1600/00%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-lvP0SiVpGtU/Us2dDzYtL_I/AAAAAAAErwc/oJx4sLnqWRQ/s1600/MARIA%2520%252B%2520VISION.png
https://lh6.googleusercontent.com/-vaEgEXD6FxA/Us2EgwyVgTI/AAAAAAAErbo/U6CiVOtBb_k/s1600/670%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-Oz-WBakFEKQ/Us2EhuBhieI/AAAAAAAErbw/IiGSN52d3Nw/s1600/670%2520B%2520%25282%2529.jpg

EMILIA-ROMAGNA
https://lh5.googleusercontent.com/-X3yxX0MI69g/Us0jrnfhxHI/AAAAAAAEq94/E6j2C-IVvJk/s1600/Maria%2520Vision%25202%252052.jpg
VHF 05-06 Mux DI.TV (EMILIA ROMAGNA)
LCN 684 identificativo Maria Vision


https://lh4.googleusercontent.com/-GiQUA0sMzto/Us2UjLy6qsI/AAAAAAAErrA/Ci0xFouZYa8/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-lvP0SiVpGtU/Us2dDzYtL_I/AAAAAAAErwc/oJx4sLnqWRQ/s1600/MARIA%2520%252B%2520VISION.png

https://lh6.googleusercontent.com/-El9bqd_ocAA/Us2RQaeDXVI/AAAAAAAErdA/rh4oaNFfqvU/s1600/684%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-zXCMK0yeeGA/Us2RRTrhSdI/AAAAAAAErdI/5m0sEKO3LZs/s1600/684%2520B.jpg

MARCHE
https://lh5.googleusercontent.com/-X3yxX0MI69g/Us0jrnfhxHI/AAAAAAAEq94/E6j2C-IVvJk/s1600/Maria%2520Vision%25202%252052.jpg
UHF 33-42-51 Mux E'TV MARCHE
LCN 630 identificativo Maria Vision 










https://lh5.googleusercontent.com/-_tqXw83W1A0/Us2KzgvtewI/AAAAAAAErcI/hz-OgeHtJ24/s1600/630%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-f6pItFQFCqs/Us2K053DhGI/AAAAAAAErcQ/ryrbsm2m0K0/s1600/630%2520B.jpg

TRENTINO ALTO ADIGE
https://lh5.googleusercontent.com/-X3yxX0MI69g/Us0jrnfhxHI/AAAAAAAEq94/E6j2C-IVvJk/s1600/Maria%2520Vision%25202%252052.jpg
UHF 42 mux TELEPACE (TRENTINO)
LCN 644 identificativo Maria Vision


https://lh3.googleusercontent.com/-Vr3b_m_4ilk/Us28iJ0JhII/AAAAAAAEr54/Xw60doL6JM4/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-ncN5Vzxh36I/Us28Nn8tzSI/AAAAAAAEr48/LKet62wDXUY/s1600/644%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-O-xvpgw4yw4/Us28OrAypFI/AAAAAAAEr5E/N8arcBpqS58/s1600/644%2520B.jpg

Abbiamo aggiornato le griglie dei canali e gli z@pping TV dei mux TELEPACE (LOMBARDIA), CANALE 10, DI.TV (EMILIA-ROMAGNA), E'TV MARCHETELEPACE (TRENTINO).


Ore 15.45 -  MUX NAZIONALI  - TIMB MUX 1: SU DMAX ARRIVA IL RUGBY E AUMENTA IL BITRATE DI TRASMISSIONE.
UHF 47-56 TIMB Mux 1
Si avvicina sempre più il Sei Nazioni 2014 di Rugby e si avvicina l'esordio di DMAX (LCN 52) come emittente televisiva che detiene i diritti esclusivi del torneo. Per l'occasione il bit-rate di trasmissione è stato aumentato a 6.500 Mbit/s.


https://lh5.googleusercontent.com/-9L_6GpFVolY/Us1fAdI2vBI/AAAAAAAErW8/FQ2s26LpwyI/s1600/GIALLO%2520-%252008%2520gennaio%2520-%252015.18.43.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-MsHbXSvge3M/Us1e_fR2WhI/AAAAAAAErW0/GWM53nyAd6Q/s1600/GIALLO%2520-%252008%2520gennaio%2520-%252015.18.21.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-cgizY9HeDfY/Us1eutvw3BI/AAAAAAAErVE/8KqPy8CDDYo/s1600/52%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-oy5lOJ6CKuY/Us1evtKcPAI/AAAAAAAErVM/iKmAbgcmM5A/s1600/52%2520B.jpg

Da wikipedia:
In informatica e telecomunicazioni, la velocità di trasmissione (o di trasferimento detta anche frequenza di cifra o bit-rate) indica la quantità di dati digitali che possono essere trasferiti, attraverso una connessione/trasmissione, su un canale di comunicazione in un dato intervallo di tempo.
Per approfondire l'argomento clicca sul link in basso.

http://it.wikipedia.org/wiki/Velocit%C3%A0_di_trasmissione

Ore 14.50 -  MUX NAZIONALI   SICILIA  - MEDIASET MUX 3: IN SICILIA ATTIVATO SULL'UHF 24.
https://lh3.googleusercontent.com/-1qF4t7mRBio/UqdC4L1LvbI/AAAAAAAEaCs/UqZap8FXSA8/s1600/MEDIASET%252060.jpg
UHF 24-29-38 MEDIASET Mux 3
Come è noto dallo scorso 2 gennaio il MEDIASET Mux 3 sta convertendo le sue trasmissioni sull' UHF 38 (in Sardegna sull' UHF 29) dal sistema per i videofonini DVB-H a quello televisivo DVB-T. In Sicilia a questo provider è stato assegnato l' UHF 24, pertanto tutte le attivazioni saranno unicamente su tale frequenza. L' UHF 38 è stato definitivamente abbandonato per non creare problemi di interferenza con Malta, dove è presente il locale GO PLUS Mux 3. RadioTv Sicilia ci comunica che ad oggi le postazioni attive sono le seguenti:

RUPE ATENEA - Agrigento
VIALLASETA POGGIO GIACHE - Agrigento
MONTE CAMMARATA - San Giovanni Gemini (Agrigento)
CAPO SAN MARCO - Sciacca (Agrigento)
CONTARDA CARMINELLO - Valverde (Catania)
MONTE PELLEGRINO - Palermo
CONTRADA CARNEMOLLA - Scicli (Ragusa)
MONTE LAURO - Buccheri - (Siracusa)
MONTE BONIFATO - Alcamo (Trapani)
PIANA DELLE FORCHE - Erice (Trapani)




Update: durante la giornata sono state attivate anche le seguenti postazioni sull' UHF 24.

MONTE SAN GIULIANO - Caltanissetta
MONTE SALVO - Enna
CONTRADA LA FRANCESE - Castelmola (Messina)
CONTRADA PETRAZZA - Messina
PIZZO NEVIERA - Belmonte Mezzagno (Palermo)
MONTE ARCIBESSI - Chiaramonte Gulfi (Ragusa)
CONTRADA SANT'ELIA - Avola (Siracusa)
LARGO DICONE - Siracusa
GIANCUZZI - Erice (Trapani)

https://lh6.googleusercontent.com/-I1TvHM4Bf0Y/Us1Sd185vRI/AAAAAAAErPw/hNZ9vOq6iNo/s1600/mediaset%25203.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-KIsM8rVaseY/Us0tYyP3mPI/AAAAAAAErP4/Vb5q6Lz1rA0/s1600/SICILIA%252024.jpg






MEDIASET Mux 3 - Z@pping TV


Ore 12.20 -  LOMBARDIA  - TELETUTTO: IN ONDA IL SERVIZIO TELETEXT CHE NON RISULTA DISPONIBILE.
Andrea di Milano ci ha inviato un'immagine catturata dalla tv bresciana TELETUTTO. Nelle ore notturne infatti su questa emittente era in onda una schermata generata dal televideo che recitava:
"IL SERVIZIO TELETEXT E' TEMPORANEAMENTE NON DISPONIBILE PER LAVORI DI MANUTENZIONE". TELETUTTO è trasmessa dai seguenti mux lombardi:

UHF 42 Mux TELETUTTO

LCN 12 identificativo: TT - TELETUTTO

https://lh4.googleusercontent.com/-Vus-8u9mOKg/UsxpfPwPbhI/AAAAAAAEqkw/dzkD4ljB3PA/s1600/BTV%252060.jpg
UHF 32 Mux BERGAMO TV

LCN 674 identificativo: TT - Teletutto


UHF 54 Mux VIDEOSTAR (B)

LCN 619 identificativo : TT - Brescia Insieme
LCN 673 identificativo : TT - Teletutto



https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-ash3/q71/s720x720/1016286_10202354575693187_1998186228_n.jpg

Ore 12.00 -  EMILIA-ROMAGNA  - RETE 7 SPA (GRUPPO E'TV): CONTRATTO DI SOLIDARIETA' PER TUTTI, CHIUDONO LE SEDI DI MODENA E REGGIO EMILIA.
Dal 20 gennaio cesseranno le attività nelle sedi di Modena (Antenna 1) e Reggio Emilia (Teletricolore).
http://www.giornalisticalabria.it/wp-content/uploads/2014/01/Teletricolore-545x209.jpg
BOLOGNA – “Contratto di solidarietà, fino al 31 dicembre 2014, per i 34 lavoratori (17 giornalisti, 11 tecnici e 6 amministrativi) del Gruppo Rete 7 Spa nonché la cessazione delle attività, a partire dal prossimo 20 gennaio, della sede di Modena (Antenna 1) e Reggio Emilia (Teletricolore).
E’ questo quanto previsto dal verbale d’accordo siglato a Bologna, in viale Aldo Moro, dai rappresentanti della proprietà di Rete7 Spa, dal Comitato di redazione dei giornalisti (assistito dall’Associazione della stampa dell’Emilia-Romagna e dalla Fnsi), dalle Rsu e dai sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom.
I lavoratori – in contratto di solidarietà, mensile e verticale, con riduzione oraria fino al 50% per i giornalisti ed i tecnici e riduzione oraria fino al 60% per gli amministrativi – saranno trasferiti nella sede di Rete 7 a Bologna. (Agi)

Tratto da: www.giornalisticalabria.it/2014/01/04/tv-rete-7-spa-contratto-di-solidarieta-per-tutti

http://www.giornalisticalabria.it/wp-content/uploads/2014/01/Antenna-1-Modena.jpg
Fnsi ed Aser denunciano il “comportamento scorretto” dell’azienda che potrebbe nascondere un “trucco” per il doppio contributo.
http://www.giornalisticalabria.it/wp-content/uploads/2012/09/e-tv.jpg
BOLOGNA – “Siamo alle solite: il gruppo guidato da Erminio Spallanzani non si smentisce mai. Poche ore dopo avere firmato un complicato accordo in Regione per prorogare il contratto di solidarietà a tutti i lavoratori della televisione ‘E’ tv’, l’azienda ha contraddetto quanto aveva sottoscritto al tavolo istituzionale”.
La denuncia è della Federazione Nazionale della Stampa Italiana e dell’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna, secondo le quali “è bastato un corretto comunicato stampa della Regione, in cui si sottolineava senza alcun aggettivo quanto era contenuto nell’accordo firmato, per fare «gettare la maschera» all’azienda che, per bocca del pluridirettore responsabile Giovanni Mazzoni, assunto con un contratto da tecnico, ha affermato quanto è davvero nei proprio intenti: ridurre il costo del lavoro obbligando di fatto i dipendenti, specie i giornalisti, a dimettersi da Rete 7 e ad essere riassunti a stipendi e diritti ridotti dalla nuova società Rtr 7, di fatto sempre di proprietà del gruppo Spallanzani, per proseguire senza soluzione di continuità nelle trasmissioni di Rete 7 E’ tv a Reggio Emilia e Modena”.
“Non solo, l’azienda – affermano Fnsi ed Aser – con questo ‘trucco’ sembra cercare anche di beneficiare di nuovi contributi pubblici sdoppiando le testate e cercando in tal modo di superare le norme vigenti”.
La Federazione Nazionale della Stampa Italiana e l’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna denunciano “tale comportamento oltremodo scorretto di un’azienda che da anni gode di ammortizzatori sociali attraverso i quali ha ridotto in modo sostanziale il costo del lavoro e contemporaneamente si vanta di beffare le istituzioni e i sindacati violando quegli accordi appena sottoscritti”.
Il sindacato dei giornalisti “ringrazia la Regione Emilia-Romagna per il duro lavoro di mediazione che ha portato, ieri, alla firma di un accordo che tende a salvaguardare gli attuali livelli occupazionali e invita il Corecom a vigilare sulla corretta applicazione delle norme che definiscono l’erogazione del finanziamento pubblico in quanto ci pare palese il tentativo da parte di una sola proprietà di averlo sdoppiato”.

Tratto da: www.giornalisticalabria.it/2014/01/05/%E2%80%9Ce%E2%80%99-tv%E2%80%9D-getta-la-maschera-violando-gli-accordi-sottoscritti

Ore 11.20 -  LOMBARDIA  - NUOVO LOGO DELL'EMITTENTE BERGAMO TV.
BERGAMO TV ha effettuato il cambio del proprio logo di stazione, abbandonando quello storico in uso da molti anni.

 Nuovo logo               Vecchio logo 

BERGAMO TV, che ha anche attivato il formato video panoramico 16:9, è presente sulla LCN 17 in alcuni provider locali della Lombardia che elenchiamo qui sotto.
In ognuno di essi la tv bergamasca viene identificata in un modo differente:


https://lh4.googleusercontent.com/-Vus-8u9mOKg/UsxpfPwPbhI/AAAAAAAEqkw/dzkD4ljB3PA/s1600/BTV%252060.jpg
UHF 32 Mux BERGAMO TV

Identificato BERGAMO TV


https://lh6.googleusercontent.com/-YDXyOcLWNVI/Us0Nu8nNFUI/AAAAAAAEqho/xvB5xTW2ric/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-4wgP3QXgKP4/Us0NtKpKF4I/AAAAAAAEqhY/F8jMVq2JXH0/s1600/17%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-bD5a9O3XXmM/Us0NuFE8cdI/AAAAAAAEqhg/7g7DrZ7okRQ/s1600/17%2520B.jpg

UHF 42 Mux TELETUTTO
https://lh5.googleusercontent.com/-rMrNaCHMMjA/UsxpfjFyt7I/AAAAAAAEqjo/r79XSvUWYZY/s1600/BTV%252052.jpg

Identificato Bergamo Tv


https://lh3.googleusercontent.com/-1jp05ffEGI8/Us0W2gobCbI/AAAAAAAEqmo/MxIFYPg1wvg/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-GJq8zChGYrM/Us0W0_Fjk9I/AAAAAAAEqmY/tfnM9C3i_Oo/s1600/17%2520A.jpg

UHF 29 Mux VIDEOBERGAMO (A)
https://lh5.googleusercontent.com/-rMrNaCHMMjA/UsxpfjFyt7I/AAAAAAAEqjo/r79XSvUWYZY/s1600/BTV%252052.jpg

Identificato BERGAMO TV.


https://lh5.googleusercontent.com/-xUs5Utd3J9Y/Us0drCv36XI/AAAAAAAEqsA/XCJ9xmfWvX8/s1600/00%2520B%2520%25286%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-pYINLCeh5ww/Us0dpHq-MRI/AAAAAAAEqrw/UaLYFTfeeXo/s1600/17%2520A%2520%25284%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-ESCe5NlzWuQ/Us0dqVSE2NI/AAAAAAAEqr4/tvTA6KKxvm4/s1600/17%2520B%2520%25283%2529.jpg

UHF 21 Mux VIDEOBERGAMO (B)
https://lh5.googleusercontent.com/-rMrNaCHMMjA/UsxpfjFyt7I/AAAAAAAEqjo/r79XSvUWYZY/s1600/BTV%252052.jpg

Identificato BERGAMO TV...


https://lh3.googleusercontent.com/-ch7wF0CnlSI/Us0durNT_2I/AAAAAAAEqsc/_7gHP1CyQXE/s1600/00%2520B%2520%25287%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-nD0rMFq-KX8/Us0dseAfI6I/AAAAAAAEqsI/wqp4P3Pw36Y/s1600/17%2520A%2520%25285%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-ioAKIK6oVb0/Us0dtmVPafI/AAAAAAAEqsQ/lCGJ8Tha_1Y/s1600/17%2520B%2520%25284%2529.jpg

UHF 39 Mux TELEPACE (LOMBARDIA)
https://lh5.googleusercontent.com/-rMrNaCHMMjA/UsxpfjFyt7I/AAAAAAAEqjo/r79XSvUWYZY/s1600/BTV%252052.jpg

Identificato BERGAMO TV...


https://lh3.googleusercontent.com/-OLOLNqAxUZo/Us0inSLgqZI/AAAAAAAEq2o/jcI2rhcBZe4/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-Hu8Z-8A2QTA/Us0ij0XBuJI/AAAAAAAErAA/H1cw1jOybBM/s1600/17%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-BT8By0giMeU/Us0ikxSMXEI/AAAAAAAErAI/MGbYmwKFZmU/s1600/17%2520B.jpg

Abbiamo aggiornato le griglie dei canali e gli z@pping TV dei mux BERGAMO TV, TELETUTTO, VIDEOBERGAMO (A), VIDEOBERGAMO (B) e TELEPACE (LOMBARDIA).

Ore 00.15 -  SARDEGNA  - I GIORNALISTI DI SARDEGNA 1 DENUNCIANO GLI EDITORI.
L’emittente non avrebbe versato al Fondo Complementare il Tfr maturato nel 2009 e parte delle quote di retribuzione.
CAGLIARI – Otto giornalisti dell’emittente Sardegna 1 tv, protagonisti di una dura vertenza con l’azienda caratterizzata da scioperi e manifestazioni di piazza, hanno denunciato alla procura della Repubblica di Cagliari gli amministratori della televisione un tempo di proprietà dell’imprenditore Giorgio Mazzella.
Secondo quanto denunciato dai dipendenti, l’emittente non ha versato al Fondo pensione complementare dei giornalisti non solo il Tfr maturato nel 2009, ma anche parte delle quote di retribuzione del 2011 e del 2013 che ogni mese venivano trattenute in busta paga. Fanno eccezione soltanto tre giornalisti.
Finora il tentativo di ottenere dall’editore l’adempimento dell’obbligo di versare al fondo quanto spetta ai giornalisti per legge e per contratto – segnalano in un esposto i dipendenti rappresentanti dagli avvocati Luca Crotta e Luigi Porcella – «non ha prodotto nessun risultato».
Redattori e tecnici di Sardegna 1 sono da tre mesi in assemblea permanente in seguito alla contestata decisione dell’editore Giorgio Mazzella, presidente di Banca di Credito Sardo (gruppo Banca Intesa), di cedere la maggioranza delle quote a dipendenti che, per loro stessa ammissione, non hanno i soldi per pagare gli stipendi.
La vertenza riguarda una decina di giornalisti e quindici fra tecnici e amministrativi che vantano ormai cinque mensilità in arretrato. I lavoratori, in assemblea permanente dal 3 ottobre, hanno già effettuato 13 giorni di sciopero. (La Nuova Sardegna)

Tratto da:
www.giornalisticalabria.it/2014/01/05/i-giornalisti-di-%E2%80%9Csardegna-1%E2%80%9D-denunciano-gli-editori


 7 GENNAIO 2014 - Martedì 

Ore 23.35 -  TOSCANA  - DIFFAMAZIONE E ISTIGAZIONE AL RAZZISMO: CONDANNE A RADIO STUDIO 54.
9 mesi di carcere al proprietario e speaker Guido Gheri e 6 al suo “aiuto” Salvatore Buono. Parte “lesa”: il Comune di Firenze
FIRENZE – Diffamazione e istigazione all’odio razziale: questi i reati per cui sono stati condannati stamani a Firenze il proprietario e speaker dell’emittente Radio Studio 54, Guido Gheri, e il suo “aiuto” in studio, Salvatore Buono, per frasi pronunciate in alcune trasmissioni, ritenute tali da istigare odio verso persone Rom e di essere diffamatorie verso il Comune di Firenze nonché, per altre circostanze, contro un ex collaboratore della radio.
Il giudice Marco Bouchard ha inflitto 9 mesi di condanna a Gheri, 6 mesi a Buono. Per la “spalla” la pena è sospesa, per Gheri no, avendo già avuto in passato altre condanne per diffamazione. Tra 60 giorni le motivazioni.
Il processo affrontava episodi diversi, riuniti in un solo procedimento, su affermazioni fatte dai microfoni di Radio Studio 54, storica emittente fiorentina di taglio popolare.
Tra gli episodi, diffamazione e istigazione all’odio razziale sono accuse relative ai commenti di Gheri e Buono sulla gestione del maxi-parcheggio a pagamento dell’ospedale di Careggi, da dove alcuni ascoltatori avevano segnalato incursioni di Rom e vandalismi. Nelle loro affermazioni, i condannati tirarono in causa anche il Comune di Firenze dicendo che nella vicina Prato, con la giunta di centrodestra, tali problemi non si verificano, anche perché nella città laniera ci sarebbe “gente che la mazzetta non la prende”.
Una frase che indusse il sindaco Matteo Renzi, ritenutosi offeso insieme al Comune di Firenze, a querelare Gheri e Buono e a far costituire il Comune parte civile. La condanna odierna per diffamazione riguarda, inoltre, anche frasi pronunciate a proposito di un ex collaboratore della radio, esperto in sicurezza sul lavoro. L’avvocato Paolo Florio, difensore di Guido Gheri, ha parlato di “sentenza sorprendente, date le miti richieste della procura” che, per l’istigazione, proponeva al giudice una multa e non il carcere.
“Ora – ha continuato il difensore – aspetto la motivazione del giudice. Ci riserviamo di fare ricorso in appello”. (Ansa)

Tratto da: www.giornalisticalabria.it/2014/01/07/diffamazione-e-istigazione-al-razzismo-condanne-a-radio-studio-54


Ore 23.05 - CANALI EX TELEMARKET: AL NUMERO 124 ARRIVA STOCK MARKET, AL NUMERO 125 ARRIVA CAGNOLA.
https://lh3.googleusercontent.com/-2jPyXR7dZNA/Usx2DiTITzI/AAAAAAAEqRY/NZ-DbB4iz3Q/s1600/STOCK%2520MARKET%252052.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-isJbpirl5sM/UsbF_FK5X5I/AAAAAAAEncA/zNwvSNuvELY/s1600/CAGNOLA%252052.jpg
Ancora cambiamenti nei provider locali italiani che veicolano i canali nazionali posizionati sulle LCN 124 e 125. Sulla LCN 124, dopo la chiusura di Telemarket avvenuta lo scorso 1° gennaio 2014, era apparso il logo di Cagnola, posizionato sullo schermo in basso a destra. Da oggi invece è presente il nuovo logo di STOCK MARKET, mentre in basso a sinistra dello schermo è presente la scritta TELEMARKET con il consueto numero telefonico della sede bresciana. Resta invariato l'identificativo che risulta essere ancora quello di Telemarket.
https://lh5.googleusercontent.com/-UmaZ8voedcw/Usx20IOgSwI/AAAAAAAEqVU/Q2H5n5N6IH8/s1600/124%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-_7FJxSB16-k/Usx21LIdeuI/AAAAAAAEqVc/KYzKquvTOZ4/s1600/124%2520B.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-W_59pSjUkHA/Usx213kC-SI/AAAAAAAEqVk/pgbVlGkfx4g/s1600/124%2520C.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-eZc7LNOXQQ0/Usx22r0z87I/AAAAAAAEqVs/uNv_kSj1trk/s1600/124%2520D.jpg

Sulla LCN 125 invece è stato rimosso il logo di TELEMARKET FOR YOU. Ora in basso a destra è presente il logo di stazione di CAGNOLA, mentre in basso a sinistra dello schermo appare la scritta TELEMARKET FOR YOU sotto il numero telefonico. L'identificativo Telemarket for you rimane invariato.
https://lh3.googleusercontent.com/-gC2e6_uRosQ/Usx23vVIsvI/AAAAAAAEqV0/eJV8yFH2cK0/s1600/125%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-rC5qyC3--sk/Usx24mIS2OI/AAAAAAAEqV8/c-QKLz88-kk/s1600/125%2520B.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-Tu1Br0B4Fj8/Usx25RBbFpI/AAAAAAAEqWE/pITdOPyv1_U/s1600/125%2520C.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-O1a_TfEkAmc/Usx26b5Da4I/AAAAAAAEqWQ/iwvdG1rh2yI/s1600/125%2520D.jpg

Ore 22.10 -  LOMBARDIA  - MUX TELELOMBARDIA: TG NORBA 24 IN ONDA SU TELELOMBARDIA.
UHF 46 Mux TELELOMBARDIA
L'amico Andrea di Milano ci segnala che durante le ore notturne TELELOMBARDIA (LCN 10 e rispettive copie) ritrasmette la programmazione di TG NORBA 24, emittente presente nello stesso provider sulla LCN 180. L'immagine in questione, come si vede dalla foto, è stata scattata alle ore 4.32 della notte scorsa.


https://lh6.googleusercontent.com/-GOvPvmb7zHA/Usxro_gKghI/AAAAAAAEqP8/P9Tw3Fbdx-M/s1600/1000012_10202354574853166_244162326_n.jpg

Ore 06.10 - MARCO MELE (IL SOLE 24 ORE), "FREQUENZE TV: LO STATO LE ASSEGNA POI PAGA GLI OPERATORI PER LIBERARLE".
L'Italia non ha una politica di valorizzazione del suo spettro frequenziale, quello che alcuni commissari Ue hanno definito il petrolio del terzo millennio. Negli Stati Uniti sono previsti 30 miliardi di dollari come proventi dalla gara sulle frequenze utilizzate sinora dalle tv, di cui 3 miliardi destinati a chi le lascerà. Le tv, quindi, sono i più accaniniti sostenitori della gara stessa. Da noi, in mancanza di una visione strategica, che vada oltre l'attuale decennio, sugli usi futuri delle frequenze, la tendenza è al congelamento dell'esistente.
http://i.res.24o.it/images2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/2014/01/07/Politica%20e%20societa/ImmaginiWeb/Ritagli/frequenze-tv-kb7H--258x258@IlSole24Ore-Web.jpg?uuid=1439ecb4-76f1-11e3-86ee-3648bfce5c37
Interferenze accertate
Cominciamo dalla fine. Il decreto "destinazione Italia" ha introdotto due commi sulle frequenze che prevedono la liberazione, entro fine 2014, di cui che provocano interferenze "accertate" con i paesi confinanti. L'Agcom deve escluderle dal Piano e che le utilizza - dopo che lo Stato gliele ha regolamente assegnate - deve liberarle, potendo contare su 20 milioni di euro. «Sono cifre che vanno bene per tre-quattro frequenze, quelle rivendicate da Malta - sottolinea Marco Rossignoli, presidente di Aeranti-Corallo. Non a caso l'Agcom effettuerà a meta gennaio una consultazione per una revisione del Piano riguardante la Sicilia. Ci vorrà un altro decreto per stabilire le procedure per assegnare i 20 milioni. Se, però, l'Agcom dovrà escludere dal Piano di assegnazione tutti gli impianti che iinterferiscono con l'estero, i venti milioni non basteranno di certo. In Sicilia si interviene perchè sono coinvolte le tv nazionali ma in Veneto, Friuli ed Emilia-Romagna in particolare sono molte le tv locali alle prese con le interferenze con i paesi confinanti». Le interferenze accertate, insomma, possono aumentare nel tempo, creando disuguaglianze tra operatori e obsolescenza della previsione in decreto.
«Metterci una pezza» non basta

Il rischio di questi decreti "che mettono una pezza", come si dice, sta nella loro provvisorietà contingente. Il Piano delle frequenze va rivisto, certo, avendo come punti cardinali il coordinamento con i paesi confinanti e il rispetto del Piano stesso. Il quale è stato rivisto due volte nel 2013. Con due obiettivi di fondo: da una parte liberare una parte della banda 700 per una futura gara per la banda mobile; dall'altre configurare i tre multiplex nazionali da mettere all'asta nella gara riservata agli operatori televisivi. La gara sembra scomparsa dall'orizzonte immediato: la commissione Ue non invia le osservazioni al bando di gara del Ministero dello Sviluppo. Tutto tace. Frequenze come i canali 58 e 60 della banda Uhf in questo momento sono "vuoti", proprio per il primo obiettivo. Nel mondo dell'etere, però, se un Piano non viene attuato, difficilmente i canali coinvolti restano a lungo inutilizzati. Senza gara, insomma, la revisione del Piano sembra destinata a dover essere modificata dallo stato di fatto e poi formalmente. Magari c'è chi deve liberare dei canali per averne altri e non ha alcuna voglia di farlo...
L'interrogativo di fondo
La domanda di fondo è: ma si vuole veramente "liberare" la banda 700 dall'utilizzo televisivo? Mediaset ha chiesto ufficialmente di non andare avanti con questo tipo di pianificazione, lasciando tutti i relativi canali alle tv. Se, però, alcuni paesi confinanti, Tunisia in testa, ma anche la Francia, daranno in gara quei canali alla banda larga mobile, cosa succederà a livello d'interferenze nelle regioni coinvolte? L'Italia, in ogni caso, è ancora sotto procedura d'infrazione da parte della commissione Ue. Dovrebbe essere chiusa con l'effettuazione della gara per aumentare il pluralismo nel sistema tv nazionale. O la Ue ha cambiato idea (sulle gare al rialzo)? Tutto tace.
Lo Stato paga sempre due volte
Un'ultima osservazione: l'Agcom ha il suo Catasto delle frequenze e quindi sa quanti degli impianti dichiarati dagli operatori lo violano o meno. Sarebbero bastati degli avvertimenti sulla violazione di quanto dichiarato per evitare situazioni come quella attuale. Con lo Stato che, dopo aver pagato 174 milioni di euro per liberare frequenze assegnate regolarmente (alle tv locali, ovviamente, non alle nazionali) solo alcuni mesi prima della gara per la banda 800 - o qualcuno le avute assegnate sapendo della gara? - ora ne stanzia altri 20, sempre per frequenze assegnate dallo Stato.
Qualcuno, tra Parlamento, Agcom ed esperti vari dirà qualcosa su questa situazione?

Tratto da: www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-01-06/frequenze-tv-stato-assegna-poi-paga-operatori-liberarle--gara-non-si-vede-orizzonte


 6 GENNAIO 2014 - Lunedì 

Ore 20.35 -  MUX NAZIONALI   ABRUZZO   LAZIO  - RAI MUX 2 - MUX TELELAZIO RETEBLU: TV2000 HA ATTIVATO IL FORMATO VIDEO 16:9.
UHF 30-49 RAI Mux 2
UHF 31 Mux TELELAZIO RETE BLU (ABRUZZO)
UHF 25 Mux TELELAZIO RETE BLU (LAZIO)
https://lh4.googleusercontent.com/-JNSp_dFhY5U/UsrzJvgDZXI/AAAAAAAEp-I/UCwagacgek8/s1600/TV%25202000%252052%2520%25282%2529.jpg
La tv episcopale TV2000, visibile con la numerazione LCN 28, da alcuni giorni ha attivato il formato video panoramico 16:9. Alcune trasmissioni sono ancora in 4:3 e pertanto appaiano in onda allargate. Ricordiamo che TV2000 è presente nel mux nazionale della tv di stato RAI Mux 2 e nel mux TELELAZIO RETEBLU irradiato in alcune zone dell' ABRUZZO sulla frequenza UHF 31 e del LAZIO sull' UHF 25. In questo multiplex è sintonizzabile la sola TV2000. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di RAI Mux 2 e dei mux TELELAZIO RETEBLU (ABRUZZO) e TELELAZIO RETEBLU (LAZIO).


https://lh3.googleusercontent.com/-IHSpiJfwkVI/Usryh_QpEAI/AAAAAAAEqLE/HFFk5yX81Ok/s1600/00%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-3kgrFZr7k-M/Usr4bHC0IlI/AAAAAAAEqL0/0kA1zz3IhnI/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-qZ8pv3FdYPs/Usr7AQ4DBoI/AAAAAAAEqII/5xspb9TG-BE/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-wj2qqm7bgj8/Usr0xIkYzwI/AAAAAAAEp_E/zbKR1aY7UB0/s1600/28%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-97wc0e3JiJk/UsryjXpEwZI/AAAAAAAEpv0/7ZbQ5ZWrvyY/s1600/28%2520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-ILWDqO_XKiw/UsrymNMY4yI/AAAAAAAEpwM/ElrPbMq8Q28/s1600/TV2000%2520-%252006%2520gennaio%2520-%252019.11.18.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-bLUJ13XkstI/UsrylLhLm3I/AAAAAAAEpwE/b0gP9jNtBGk/s1600/TV2000%2520-%252006%2520gennaio%2520-%252019.10.37.jpg

Ore 18.30 -  LAZIO  - MUX ITR SORA (LAZIO): ELIMINATE SUPERTENNIS, RADIOITALIA TV, TELEMARKET CAGNOLA E TELEMARKET FOR YOU.
UHF 34-35 Mux ITR SORA (LAZIO)
Sono state eliminate da questo multiplex in versione laziale del provider ITR SORA le quattro emittenti nazionali Supertennis (LCN 64), Radio Italia TV (LCN 70), Telemarket (LCN 124), che trasmetteva Cagnola, e Telemarket For You (LCN 125), che qui era un duplicato di Telemarket. Nel Lazio Supertennis (LCN 64), Telemarket (Cagnola - LCN 124) e Telemarket for you (LCN 125) sono visibili tramite il mux 7 GOLD LAZIO, che trasmette, non in tutta la regione, sulla frequenza UHF 32, e RadioItaliaTV (LCN 70) è sintonizzabile nel RETE A Mux 1. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e con nuove immagini lo z@pping TV del mux ITR SORA (LAZIO).

Ore 09.50 -  ABRUZZO  - MUX ONDA TV: CINQUE CANALI A SCHERMO NERO, IN ONDA SOLO ONDA TV.
https://lh3.googleusercontent.com/-svhN4OubrVE/Ur_nBtIhmGI/AAAAAAAElwA/C2cxz79w3-k/s1600/ONDA%2520TV%252060.png
UHF 59 Mux ONDA TV
Da alcuni giorni i tre canali AB Channel (ONDA TV Provider) LCN 171, ONDA TV L'AQUILA (LCN 291) e ONDA TV PLUS (LCN 647), che erano in onda con una programmazione senza nessun logo di stazione, sono a schermo nero. Pertanto ora l'unica emittente che trasmette in questo multiplex è ONDA TV (LCN 18). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali del mux ONDA TV.

https://lh5.googleusercontent.com/-gZLjlzb7YGs/Ur_neorrupI/AAAAAAAElwk/uGhSm2knIpQ/s1600/00%2520B.png


NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014


© L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2014
www.litaliaindigitale.it