L'ITALIA IN DIGITALE


ARCHIVIO SOMMARIO
NEWS
ARCHIVIO NEWS
LINK UTILI
SPORTELLO DIGIT@LE
GLOSSARIO
VISITE
CONTATTI





                                         ARCHIVIO NEWS


                  Dal 16/01/2011 al 31/01/2011






 COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
 Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci
 le segnalazioni e le liste della tua zona?
 Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia
  subito a condividere le tue
informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.






    VAI ALL 'ARCHIVIO NEWS 




     Vai alle NEWS di oggi







     Clicca sulle immagini per vederle ingrandite



 31 GENNAIO 2011 - Lunedì 

Ore 23.45 - CANALE 78: TEST DEL LOGO.
Pomeriggio di fermento a Canale 78, dopo aver eliminato il logo di Italia 8, le trasmissioni sono state per svariati
minuti senza logo, successivamente sono comparsi 2 loghi che si sovrapponevano e che potete vedere in questa
sequenza fotografica. Da una verifica che abbiamo fatto questo Canale 78 trasmette la stessa programmazione
del nuovo LA 10 - CANALE 78 che è arrivato questa sera a Roma, differita di qualche secondo, e apprendiamo
da Digital-Forum che le trasmissioni iniziano ufficialmente domani, martedì 1° Febbraio 2011, con vendite,
musica e news.
Ci segnalano inoltre che la stessa Canale 78 in Emilia Romagna è inserita nei mux di Sestarete e in
Veneto nei mux di TelePadova.




Ore 23.15 - SKY - FASTWEB, I DETTAGLI DELL'OFFERTA.
Si chiama Home Pack la sinergia Sky - Fastweb ufficializzata oggi; i dettagli direttamente dal sito Fastweb.

http://www.fastweb.it/portale/canali/economia/trend-e-consumi/contenuti/articolo/?id=FW03053

Ore 22.50 - ARRIVA ITALIA 8 CANALE 78.
Nel tardo pomeriggio Canale 78 ha rimesso in onda il logo unito a quello di ITALIA 8.

Italia8 nel suo mux, sta trasmettendo regolarmente la sua consueta programmazione nel mux omonimo del canale 43.



Ore 22.40 - CANALE 78 A MILANO, NESSUN LOGO IN ONDA.
Dopo aver spostato il logo in alto a destra, Canale 78 ha trasmesso nel pomeriggio i programmi senza logo.



Ore 22.20 - NUOVO CANALE, "LA 10 - CANALE 78", NEL MUX DI 7 GOLD LAZIO, CANALE 32 A ROMA.
Ch.32 mux 7 GOLD LAZIO:
E' arrivato nel mux di 7 GOLD LAZIO un nuovo canale LA 10-CANALE 78, con LCN 219.






Ore 22.00 - E' PARTITA "TG NORBA 24" NEL MUX DI TELEPACE, CANALE 27 A ROMA.
Ch.27 mux TELEPACE:
Iniziata sul canale 27 del mux TELEPACE la programmazione di TG NORBA 24, con LCN 52,
dal cuore della Puglia un tg ogni 15 minuti. Il canale trasmette in 16:9, ma non è attivo il flag
che commuta nel giusto formato e quindi risulta in onda in 4:3 con le immagini allungate.




Ore 21.35 - FANS CLUB TERAMO CALCIO: ARRIVA VERA TV.
Fans Teramo è il blog dei tifosi del Teramo calcio che con un post datato 31 gennaio 2011, annuncia la nascita
di VERA TV, l'emittente che seguirà in maniera particolare il Teramo Calcio. Tutti i dettagli e il monoscopio
attualmente in onda li potete visualizzare in questo link.

http://fansteramo.blogspot.com/2011/01/e-ufficialee-nata-la-nuova-tv.html

Ore 21.30 - BLACKOUT RAI: NE PARLA CORRIERE.IT.
Corriere.it riporta sulla sua home page di oggi la notizia del blackout Rai avvenuto in tarda mattinata, ecco il link.

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_gennaio_31/rai-avaria-segnale-181367680361.shtml

Ore 20.30 - MUX VIDEOSTAR: ON AIR I CANALI DAL RONZONE.
Sono tornati sintonizzabili le emittenti del mux Videostar sul
canale 68 dal Ronzone (AL).

Ore 20.25 - SKY E FASTWEB VERSO ACCORDO STRATEGICO.
(ANSA) - ROMA - Sky Italia e Fastweb starebbero per siglare un accordo in modo da combinare l'offerta televisiva
via satellite con i servizi internet a banda larga e telefonia fissa. Un accordo strategico commerciale, che
consentirebbe ad entrambi gli operatori di combinare due infrastrutture per sfruttare le potenzialita' della banda larga
e sviluppare servizi che integrano tv e internet.


Ore 15.30 - CANALE 78: LOGO SPOSTATO.
Il logo del nuovo Canale 78, emittente del gruppo Tacchino di Telecity, e' ora posizionato in alto a destra.



Ore 15.20 - ARRIVA UN NUOVO CANALE, PROVINCIA TV, NEL MUX DI ROMA UNO, CANALE 31.
Ch.31 mux ROMA UNO:
E' stato inserito un nuovo canale, provincia tv, con LCN 657. Non trasmette ancora, è
presente in onda una schermata blu con il logo. Ha preso il posto di RADIO ROMA TV, che
trasmetteva un duplicato di Telepontina.



Ore 14.30 - MUX VIDEOSTAR: DIFFICOLTA' TECNICHE DAL RONZONE (AL).
Dal pomeriggio di ieri non riusciamo a sintonizzare i canali nel mux del canale 68 di Videostar dal Ronzone (AL),
il segnale risulta operativo ma non si sintonizzano i canali.


Ore 14.25 - RAI: AVARIA A RETE ELETTRICA, BLACK OUT DEI CANALI.
(ANSA) - ROMA - Black out dei canali Rai in diverse regioni. Una avaria alla rete di distribuzione elettrica in uno
degli impianti dell'azienda a Roma ha creato disservizi che hanno impedito la regolare diffusione dei programmi
televisivi in diverse regioni. Secondo fonti Rai il problema è in via di soluzione.
Oltre al black out dei canali tv,
da alcune ore si riscontrano problemi di connessione anche con i siti Internet della Rai.


Ore 14.20 - TERAMO : ECCO IL PROGETTO DI VERA TV.
Abbiamo segnalato dell'arrivo a Teramo del nuovo canale VERA TV,si tratta di un progetto del titolare
del Teramo Calcio, i dettagli in questo articolo del Centro.

http://ilcentro.gelocal.it/teramo/cronaca/2011/01/18/news/campitelli-vi-spiego-la-mia-tv-teramo-channel-3209478

Ore 14.10 - OFF RAI: PROBLEMI DI ALIMENTAZIONE.
Un utente di digital forum segnala che nel corso del programma di Rai2 "I fatti vostri" dopo mezzogiorno, lo studio e'
rimasto al buio e da quel momento sono iniziati a cascata tutti gli altri disservizi che hanno riguardato anche il sito
web Rai.it e Rai.tv. Continuano a passare i crawl sui canali Rai, ecco un video.


CRAWL BLACK OUT RAI


Ore 14.05 - PROBLEMI MUX 1 RAI: NE HA PARLATO LA CLERICI.
Ci segnalano che Antonella Clerici nel corso del programma La Prova del Cuoco, intorno alle ore 13,15 ha menzionato
il problema dei canali Rai non trasmessi, attribuendone la causa a disservizi di alimentazione energetica.


Ore 14.00 - MUX RAI: PROBLEMI ESTESI IN TUTTA ITALIA.
In merito alla mancata visione dei programmi Rai del mux 1 che abbiamo segnalato poco fa, abbiamo ricevuto
segnalazioni di questo disservizio da tutta Italia, lo stesso problema e' stato riscontrato anche via satellite.
Ipotizziamo pertanto un problema sul segnale da origine Rai.


Ore 13.55 - MUX 1 RAI: REGOLARMENTE IN ONDA I CANALI.
Dalle ore 13 circa, sono tornati on air i canali del mux 1 Rai.

Ore 13.50 - RAI: PROBLEMI NEL MUX DA MONTE PENICE.
Dalle ore 12.40 circa il mux 1 Rai da Monte Penice sul canale 23 non sta trasmettendo i programmi di Rai1, Rai2
e RaiNews (sono a schermo nero). Regolarmente in onda i programmi di Rai 3. Dalle notizie
che ci hanno fornito
probabilmente anche il canale 09 sempre del Mux 1 Rai da Corso Sempione avrebbe lo stesso problema.


Ore 00.05 - IN ARRIVO "VERA TV" A TERAMO.
Sul canale uhf 32 a Teramo, postazione Castellalto, dove era presente TLA da sabato si vedono barre colorate
(il segnale era ed è sempre basso...) ed una scritta che scorre: prove tecniche di trasmissione,in basso a dx la
scritta VERA TV. Aggiornata la lista delle TV A TERAMO.


 30 GENNAIO 2011 - Domenica 

Ore 23.30 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA.
Ci scrivono un anomimo da Cerreto Laziale (Roma), ci fa i complimenti per il nostro sito e lo ringraziamo,
ma non riesce a ricevere i mux Timb, Marco da Besano (Va) che non vede Play.me nel mux TeleCity Lombardia,
e ci scrive ancora Luca di Cenate Sotto (Brescia) che ci chiede perchè nel suo paese non si riceve Mediaset,
gli rispondiamo che noi non abbiamo un contatto diretto con Mediaset e pertanto
gli suggeriamo di contattare
diRettamente Mediaset o cercare il numero di Elettronica Industriale che si occupa degli impianti delle reti Mediaset.

Per leggere le email complete vai alla pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.

Ore 22.00 - MUX CANALE ITALIA 2, CH.22 A ROMA, ARRIVANO TELE AMICIZIA E SERENISSIMA TV.

Ch.22 mux CANALE ITALIA 2:
E' stato riorganizzato il secondo mux di CANALE ITALIA, che irradia sul canale 22 per Roma e provincia
dal Monte Guadagnolo. Sono arrivate nuove emittenti Tele Amicizia, Serenissima TV e Canale Italia 2,
e sono state eliminate Canale Italia 4 e Canale Italia 5. Sono presenti anche sei duplicati dei canali.
Non possiamo verificare con esattezza le numerazioni LCN in quanto non riusciamo a sintonizzarli a causa
                 del segnale che ci arriva alquanto scarso. Ringraziamo Claudioelle di Roma per avercelo segnalato.
                 Ecco la nuova composizione del mux.

- Canale Italia 2

- Canale Italia 6

- Canale Italia 7

- Canale Italia 8

639 - Tele Amicizia

890 - Serenissima TV

- Canale Italia 2

- Canale Italia 6

- Canale Italia 7

- Canale Italia 8

- Tele Amicizia

923 - Serenissima TV



Ore 21.40 - ITALIA IN DIGITALE VINTAGE: CHI SE LA RICORDA?

La sigla dell'inizio delle trasmissioni di TMC Tele Monte Carlo, quando ancora era monegasca al 100 %.

Ecco il link da Youtube.


SIGLA TMC


Ore 12.00 - TELESTUDIO TORINO : IL TG.

Oggi vi mostriamo un breve estratto del telegiornate di Telestudio Torino. Lo stesso va anche in onda sulle altre

emittenti del gruppo: Sestarete e Quintarete.


TELESTUDIO Torino TG tv digitale terrestre



 29 GENNAIO 2011 - Sabato 

Ore 22.50 - TVBLOG: GLI ASCOLTI DELLE TV LOCALI.
Il sito tvblog.it riporta a puntate gli ascolti delle emittenti locali
(i contatti mensili) dello scorso mese di dicembre,
ecco il link.

http://www.tvblog.it/post/23692/analisi-auditel-viaggio-nelle-televisioni-locali-prima-puntata

Ore 07.45 - MILANO: RIPRISTINATA LA 6.
Da ieri pomeriggio è tornata disponibile sul canale 21 da via Silva, la programmazione di LA 6.


Ore 07.35 - TV LOCALI: CONTROLLI A TAPPETO NELLE AREE ALL DIGITAL.
                     Riportiamo una notizia pubblicata sul sito NEWSLINET.IT
Puntuali, come annunciati da questo periodico, sono iniziati i controlli a tappeto da parte degli Ispettorati Territoriali
del MSE-Com sull'efficace sfruttamento della capacità trasmissiva da parte degli operatori di rete (locali).
Target: sfrattare il maggior numero di occupanti lo spettro elettromagnetico in vista della sistemazione dell'etere dopo
l'assegnazione del dividendo esterno, cioè i canali dal 61 al 69 UHF (ed altri eventualmente disponibili), per il
potenziamento improcrastinabile di una banda larga al collasso. E – beninteso - gli operatori di rete (locali) possono
mettersi l'animo in pace: stavolta non ci sono proteste che tengano, perché tutto è già stato deciso. Mentre i più si
crogiolavano leggendo le determine di assegnazione dei diritti d'uso (temporanei), il governo Berlusconi, alla vigilia
del si salvi chi può, già si preparava a fare la festa: prima il divieto di veicolare i contenuti nazionali sui consorzi di tv
locali (è giù una bella sfoltita di possibili content provider alla Sky, danarosi e pericolosi per il duopolio);
poi l'assegnazione, con data di scadenza molto ravvicinata (ma pochi l'hanno capito fino in fondo), di frequenze del
dividendo interno, col sottile fine di limitare il numero dei ricorsi al TAR contro eventuali esclusioni; infine l'avviso di
sfratto della banda 790-862 MHz, esclusivamente presidiati (cerotti dell’altrettanto turlupinata Europa 7 a parte) dalle tv
areali. Ora l'input di Roma alle diramazioni periferiche del MSE-Com nelle aree all digital è stato secco.
1°: controllare certosinamente chi non ha presidiato le frequenze assentite, per poterli diffidare ex art. 52 c. 3 D. Lgs.
177/2005 (ma non c'erano sei mesi di tempo dall’attribuzione per attivare gli impianti DTT?) allo scopo di sfoltire il
troppo numeroso drappello dei peones locali che impicciano lo sviluppo HD dei superplayer nazionali.
2°: verificare che i mux (locali) siano gonfi come zampogne (6 programmi SD), segnalando chi non spreme
efficacemente la risorsa scarsa, dimostrando così di poter ospitare senza giustificabile rifiuto gli sfrattati dal range 61-69
che non vorranno essere indennizzati con il tozzo di pane previsto dalla legge di Stabilità.
3°: passare al setaccio gli LCN per verificare incroci illeciti tra autorizzazioni alla fornitura di contenuti non seguite da
attribuzione di logical channel number e provvedimenti di attribuzione degli identificatori non coincidenti coi
programmi dichiarati. Gli editori locali, colpevolmente disattenti o stoltamente fiduciosi nelle promesse da marinaio
dell’esecutivo, sudano gelato. Sarà un caso che le associazioni di categoria, fino a poche settimane fa prodighe di
ossequi ai Romani di turno, stanno cominciando a suonare con ansia malcelata i campanelli dell'opposizione?
(M.L. per NL)

Ore 07.20 - TV ATRI IN DIGITALE IN ABRUZZO.
Il nostro collaboratore Cesare da Teramo, ci segnala che sul canale analogico di TV ATRI appare in alto
una scritta in sovraimpressione: "
disponiamo di canali digitali su ns mux tvatri@gmail.com".
Vi terremo informati nelle prossime news quale sarà la frequenza digitale e quali saranno i nuovi canali
trasmessi nel mux.


Ore 06.45 - MUX PIU'BLU: TORNA ON AIR IL CANALE 54.
Sono nuovamente disponibili sul canale 54 da Valcava le tv del mux di PIU' BLU LOMBARDIA.


Ore 06.00 - MUX CANALE ITALIA: ELIMINATA RTL 102.5 TV.
Ch.39 (Roma) - Ch.53 (Piemonte-Lombardia) mux CANALE ITALIA:
Dopo l'arrivo nel mux TIMB 2 sul canale 60 di RTL 102,5 TV, l'emittente musicale ha abbandonato
il multiplex di Canale Italia,
lasciando spazio per il momento ad una emittente che trasmette la
programmazione di
Canale Italia senza logo. L'EPG è ancora quella di RTL 102,5.




 28 GENNAIO 2011 - Venerdì 

Ore 22.35 - E' IN ARRIVO A ROMA "TG NORBA 24" NEL MUX DI TELEPACE, SUL CANALE 27.
Ch.27 mux TELEPACE:
E' stato inserito questa sera in questo mux il canale TG NORBA 24, con LCN 52, nel formato 16:9,
per il momento non trasmette ancora l'emittente all news pugliese, ma è in onda un monoscopio.




Ore 20.00 - VODAFONE: PRIMA PRESENTAZIONE LIVE DI LTE, RETE MOBILE DI QUARTA GENERAZIONE.
(ADNKRONOS) - ROMA - Vodafone Italia ha effettuato oggi, durante l’incontro con la stampa a Corsico, in provincia
di Milano, la prima dimostrazione delle potenzialita’ offerte dalla rete mobile di quarta generazione, realizzando
una connessione dati con tecnologia Lte, Long Term Evolution.Per la rete mobile di quarta generazione i clienti
Vodafone dovranno aspettare altri due anni. Le sperimentazioni, iniziate in laboratorio nel 2009, coprono al momento
una rete di 8 siti a Milano e 4 a Roma, per proseguire nel 2011 con oltre 200 siti. La Lte permettera’ di fornire
prestazioni comparabili a quelle delle reti fisse, garantendo un miglioramento significativo in termini di efficienza
energetica.
Rispetto all’Umts/Hspa, i principali vantaggi sono una maggiore velocita’ di trasferimento dati, a partire
da 144 Mbps in ricezione, e un minor tempo di risposta, 20-30ms. “Parallelamente all’evoluzione della banda larga -dice
Paolo
Bertoluzzo, ad di Vodafone Italia- prepariamo il futuro con la rete di quarta generazione per offrire ai nostri
clienti un’infrastruttura di eccellenza che consenta di sfruttare appieno le opportunita’ dell’economia digitale”.
Bertoluzzo spiega che con la Lte l’Italia si sta muovendo “verso uno standard mondiale in cui Asia, soprattutto la Cina,
Europa e Usa andranno a convergere. Per la prima volta -conclude Bertoluzzo- si potra’ parlare di una tecnologia di
convergenza a livello mondiale”.


Ore 19.55 - TV: MADE, NESSUN RISCHIO CHIUSURA CANALE TEMATICO ROMA CHANNEL.
(ADNKRONOS) - ROMA - Made “smentisce nel modo piu’ assoluto, per quanto di propria competenza, la notizia riportata
dal quotidiano “Il Tempo” sui rischi di chiusura del canale Roma Channel”. Lo spiega in una nota. “Made ha comunicato
a tutti i propri dipendenti (tra cui anche quelli di Roma Channel) di aver attivato, grazie anche al ruolo assunto dai
sindacati, la cassa integrazione in deroga, in attesa degli sviluppi che la vicenda Dahlia prendera’ nei prossimi giorni.
Roma Channel, il canale tematico della AS Roma, e’ prodotto da Made in regime di appalto concesso da RAI Trade.
Unicamente a RAI Trade e alla AS Roma competono decisioni di chiusura del canale, che a quanto ci risulta non sono
minimamente all’ordine del giorno. Made ha rassicurato RAI Trade -prosegue la nota- sul puntuale adempimento dei
propri servizi che durano con reciproca soddisfazione da tre anni”.


Ore 19.50 - MUX TELESUBALPINA, ELIMINATE LE RADIO.
Sul canale 65 dal Ronzone (AL) sono state eliminate le radio del gruppo San Paolo: Radio Marconi e
Radio Marconi Classica. Nel nostro z@pping potete visualizzare i canali inseriti nel mux.


Canale 65 Z@pping - Mux TELESUBALPINA


Ore 19.45 - TI MEDIA: FIRMATI DUE CONTRATTI OSPITALITA’ DIGITALE TERRESTRE.
(ANSA) - ROMA - Telecom Italia Media Broadcasting, controllata di Ti Media, ha firmato due nuovi contratti di ospitalita’
su banda digitale terrestre nazionale con HSE24 (gruppo Home Shopping Europe) e con RTL 102.5. Ne da’ notizia un
comunicato. Il contratto con HSE24, che segna il ritorno in Italia di un importante Gruppo editoriale europeo, e’ partito
il 15 gennaio 2011, ha una durata di sei anni con possibile rinnovo per i sei anni successivi e prevede l’utilizzo di 3 Mbps
di capacita’ trasmissiva DTT. Il contratto siglato con RTL 102.5, tra i principali network radiofonici nazionali e il primo
a trasmettere anche in radiovisione, partira’ il 1 aprile 2011, ha una durata di cinque anni, anch’esso rinnovabile, e
prevede l’utilizzo di 3 Mbps di capacita’ trasmissiva DTT.


Ore 19.35 - CALCIO: LEGA A BERETTA, “CHIEDIAMO A DAHLIA 15 GIORNI DI TEMPO”.
(AGI/ITALPRESS) - MILANO - “Chiediamo al liquidatore di Dahlia tv di lasciarci almeno un paio di settimane di tempo
per studiare delle soluzioni che permettano a societa’, tifosi e Lega di tutelare al meglio i propri interessi e dare
continuita’ al servizio”. Con queste parole, il presidente della Lega Calcio di serie A Maurizio Beretta, al termine della
prosecuzione dell’Assemblea di Lega svoltasi nella giornata di oggi a Milano avente per oggetto Dahlia tv, ha sintetizzato
la posizione dei presidenti, relativamente alla crisi del canale digitale terrestre attualmente in liquidazione.
“Il liquidatore Paolini ci ha comunicato che, in assenza di novita’, il prossimo lunedi’ 31 gennaio, nel corso
dell’Assemblea dei soci Dahlia, avrebbe disposto lo spegnimento del canale - ha spiegato Beretta -.
“All’unanimita’ - ha aggiunto - l’Assemblea di Lega ha invece approvato una lettera indirizzata al liquidatore, in cui gli
si chiede di concederci tempi piu’ ragionevoli, almeno fino al 12 febbraio, per studiare eventuali alternative allo scopo
di mantenere la continuita’ delle trasmissioni e preservare gli interessi economici delle societa’”.
Beretta ha inoltre negato l’eventualita’ che Dahlia diventi la televisione della Lega Calcio, ma ha lasciato aperta la
possibilita’ che la Lega possa eventualmente produrre in proprio le partite lasciate vacanti da Dahlia.


Ore 18.45 - AGGIUNTE LE NUMERAZIONI LCN AI CANALI DI CTV E RISOLTI I PROBLEMI DI SINTONIA.
Ch.45 mux CTV:
Sono state inserite le numerazioni LCN ai canali del mux del Vaticano. CTV HD viene memorizzato nella
posizione 555, area riservata ai canali in alta definizione, CTV FEED, che trasmette sempre la camera
live che inquadra Piazza San Pietro, si sintonizza al numero 881, e le tre radio all' 882, 883 e 884.
                 Sono stati risolti i problemi di sintonia in quanto è stato cambiato il parametro del TID della frequenza,
                 che ora è 11 e non più 1, e quindi i canali non si sovrappongono più a quelli del mux TELEAMBIENTE.

Ore 13.40 - TLC: GIAPPONE; 7 TELEFONINI VENDUTI SU 10 SONO SMARTPHONE.
(ANSA) - TOKYO - Rivoluzione in corso nell’agguerrito mercato della telefonia mobile giapponese: gli smartphone
ispirati al modello iPhone di Apple si fanno prepotentemente strada nelle classifiche generali dove 7 modelli sui 10 piu’
venduti sono ormai telefonini ‘intelligenti’ con touch-screen. Secondo i dati pubblicati a Tokyo dalla societa’ di analisi
Gfk Japan, gli smartphone dominano le vendite anche nell’ultima settimana esaminata (10-16 gennaio) occupando le
prime sei posizioni e relegando il primo dei tradizionali cellulari, con la classica apertura a conchiglia, non oltre il
settimo posto. L’ultimo rapporto, pur senza rivelare il numero complessivo di terminali venduti, segnala l’ulteriore
scossone per il ricco mercato nipponico: i 3 modelli piu’ richiesti sono, nell’ordine, il Galaxy S di Samsung, che monta
il sistema operativo Android sviluppato da Google, e due varianti dell’iPhone 4 (da 16 e 32 gigabyte di memoria fissa),
entrambi smartphone di concezione ‘straniera’ e, soprattutto, modelli standard venduti nel mondo. Il successo dei
telefonini globali decretato dal pubblico nipponico e’ un fatto impensabile fino a pochi anni fa nel Sol Levante, un
mercato che, sebbene tra i piu’ avanzati al mondo in materia di cellulari, e’ sempre stato dominato dai produttori
nazionali: modelli fatti su misura, quasi mai usciti dai confini dell’arcipelago, cosi’ diversi da quelli internazionali da
guadagnarsi l’appellativo di ‘Galapagos Keitai’ (cellulari Galapagos), per indicare il concetto darwiniano di evoluzione
separata di una specie a seconda del contesto territoriale. La globalizzazione del mercato mobile nazionale, avviata dal
lancio dell’iPhone nel 2008, ha influenzato le strategie dei principali produttori nipponici, che hanno iniziato ad adottare
le piattaforme software internazionali adattandole alle funzioni dei ‘vecchi’ telefonini: e’ il caso di Sharp e Toshiba, da
sempre tra i principali player del settore, che hanno lanciato con successo smartphone Android dotati di tecnologie locali
finora inedite per i telefonini ‘intelligenti’, come la tv digitale terrestre e il portafoglio elettronico.


Ore 10.40 - LA 6: PROBLEMI TECNICI.
LA 6 sul canale 21 a Milano ha problemi di trasferimento del segnale come potete vedere dall'immagine allegata.
Regolarmente in onda gli altri canali del mux.



 27 GENNAIO 2011 - Giovedì 

Ore 21.50 - SKY SU DTT: ALTROCONSUMO RIBADISCE PARERE POSITIVO A UE.
(ANSA) - ROMA - Altroconsumo ha ribadito formalmente alla Commissione europea il parere positivo sul fatto che Sky
possa trasmettere in chiaro contenuti televisivi sul digitale terrestre, attraverso l’assegnazione di frequenze DTT. “Ogni
iniziativa diretta ad ampliare agli utenti l’offerta di contenuti televisivi in chiaro - si legge in una nota - deve essere
sostenuta e stimolata. Ancora oggi, come gia’ denunciato da Altroconsumo nel 2006 alla Commissione Europea, si
ripropone nel passaggio al digitale il duopolio che in Italia ha caratterizzato la diffusione di contenuti televisivi,
Mediaset e Rai, assetto anticoncorrenziale su cui pende una procedura d’infrazione CE nei confronti del Governo
italiano”. RTI e’ ricorsa al Tribunale dell’Unione europea, chiedendo l’annullamento della decisione della Commissione
europea che permette a Sky di entrare nel digitale terrestre. “Ma l’ingessatura del mercato delle frequenze tv -
prosegue la nota - continua anche nei palazzi della Capitale. Il Governo, tramite il ministro Romani, chiedendo un
ulteriore parere al Consiglio di Stato, sta rallentando l’avvio della gara per l’assegnazione delle nuove frequenze del
DTT, gara che vedrebbe partecipare anche Sky. Diversi attori istituzionali in gioco, come l’Agcom, a cui e’ stato
chiesto il parere dal Consiglio di Stato, hanno dato risposte positive all’ingresso di Sky in quanto nuovo concorrente
nell’offerta in chiaro”. “Che a decidere le sorti del mercato tv in Italia - conclude la nota -, dopo che anche l’Europa si
e’ detta favorevole all’ingresso di nuovi soggetti televisivi, sia l’unica azienda privata interessata a mantenere il proprio
status di monopolista insieme alla tv di Stato e’ indice di sistema malato dove sono saltate tutte le regole del gioco”.


Ore 18.50 - MUX TELE 7 LAGHI: AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
Abbiamo aggiornato lo z@pping tv del canale 34 del mux di Tele 7 Laghi con i nuovi canali inseriti ieri.


Ore 18.10 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA CARDANA DI BESOZZO (VA).
Ci scrive un anonimo di Cardana di Besozzo, in provincia di Varese, lamentandosi della mancata ricezione dei canali Rai.
Per leggere l''email completa vai alla pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.

Ore 17.55 - TV: IPTV,IN ITALIA 700MILA CLIENTI MA MANCANO NORME ADEGUATE.
(ANSA) - ROMA, 27 GEN - Settecentomila clienti in Italia, investimenti da 30 milioni di euro l’anno in contenuti e
potenzialmente il 25% delle famiglie in grado di accedere ai contenuti IP, considerando le vendite di un milione di
televisori e lettori blu ray e 5 milioni di game console connettibili alla rete. Sono i numeri in Italia nel 2010 della Iptv,
la tv su protocollo Internet, illustrati dal primo rapporto dell’associazione italiana degli operatori Iptv (che raggruppa
Fastweb, Telecom Italia e Wind) durante il convegno ‘Dall’Iptv alla Smart Tv - Nuovi contenuti e tecnologie per il video
on demand’, tenutosi oggi alla Camera dei Deputati. Una crescita che, ha sottolineato la presidente dell’associazione
Irene Pivetti “in Italia e’ frenata dalla mancanza di regole adeguate. Per questo vogliamo dialogare con il legislatore”.
Secondo Corrado Calabro’, presidente Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni, “e’ necessario investire sulla banda
larga. La chiave di volta e’ nelle mani degli operatori che non si decidono ad investire, se non per interventi limitati”.
Intanto per le piattaforme che offrono via IP contenuti video, il boom e’ inarrestabile: YouTube, presente in 25 Paesi,
ha raggiunto 500 milioni di utenti unici al mese e il servizio iplayer della britannica Bbc ha registrato ad agosto 41 milioni
di utenti unici al mese. Negli Usa tra le 20 e le 22 il 43% del traffico internet e’ ormai generato dai servizi di streaming
video. Netflix, leader nel video rental online ha raggiunto 16,9 milioni di abbonati con un aumento del 60% della base
clienti (ognuno paga 12 dollari al mese). Si diffonde la smart tv, la piu’ evoluta frontiera della televisione via internet,
fruibile da diverse piattaforme e di qualita’ video superiore: negli Usa, il 35% degli utenti con una connessione a banda
larga gia’ accede ai contenuti video via Ip direttamente dal televisore. Si prevede che entro il 2014 ci siano negli Stati
Uniti 137 milioni di ‘tv connected’ e 57 milioni di famiglie che le utilizzino regolarmente, almeno una volta la settimana.
In Europa i televisori connettibili sulla rete nel 2014 saranno 47 milioni e i blu ray connettibili 66 milioni.Secondo Paolo
Gentiloni, responsabile Forum Comunicazioni del Pd, “una piccola parte dei 2.4 miliardi di euro che dovrebbero venire
dell’asta per le frequenze tv si potrebbe usare per la promozione di questo mercato della rete”.


Ore 15.15 - CALABRO’, DA ROMANI OK A COMITATO MINISTRI PER BANDO GARA FREQUENZE TV.
(ADNKRONOS) - ROMA - E’ piu’ vicina l’asta delle frequenze per la telefonia rese disponibili dal passaggio dalla tv
analogica al digitale: e’ appena arrivata all’Agcom la risposta affermativa del ministro dello Sviluppo economico,
Paolo Romani, alla proposta di un comitato di ministri per la gara, le cui regole sono state indicate dalla stessa Autorita’.
A riferirlo e’ stato il presidente dell’Agcom Corrado Calabro’ che ha ricordato che dall’asta “si spera di ricavare 2,4
miliardi”.
Calabro’, nel corso di un convegno promosso dall’Associazione italiana degli operatori Iptv, ha auspicato che
le tv locali liberino in anticipo le frequenze che non utilizzano e che invece servono: “chi le ha occupate di fatto se le
tiene ben strette per venderle magari piu’ in la’. Invece no - ha proseguito - bisogna anticipare lo switch off, le tv locali
che non usano le frequenze le liberino”. Il riferimento e’ alla banda degli 800 megahertz. Ma ci sono anche altre
frequenze che dovrebbero essere liberate dal ministero della Difesa e su queste “una tendenziale disponibilita’ c’e”’,
ha concluso Calabro’.


Ore 15.10 - ROMANI E CALABRO' D'ACCORDO SU SWITCH OFF DIGITALE GIA' NEL 2011.
(REUTERS) - ROMA - L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e il ministero dello Sviluppo sono d’accordo nel
sostenere che occorre anticipare di un anno, al 2011, il passaggio definitivo alla televisione digitale terrestre.
Lo ha detto il presidente dell’Authority Corrado Calabrò intervenendo alla Camera dei deputati.
“Bisogna liberare le frequenze occupate dalle televisioni locali ed anticipare lo switch off al 2011.
Su questo anche il ministro [dello Sviluppo Paolo] Romani è d’accordo”, ha detto Calabrò nel suo intervento.


Ore 14.40 - AGGIUNTE ALTRE DUE RADIO DEL VATICANO NEL MUX CTV, CANALE 45 A ROMA.
Ch.45 mux CTV:
Sono stati inserite altre due radio nel mux di CTV, R.Vaticana EUROPA AMERICA e
R.Vaticana AFRICA ASIA. Tutte e tre le radio della Santa Sede sono ascoltabili a Roma anche
in FM, sui 93.3, 103.8 e 105.0 Mhz. Continuano i problemi di sintonia per questo mux, su un
televisore con decoder incorporato facendo la scansione manuale solo della frequenza 666 mhz,
                                 canale 45, sintonizza anche le emittenti del canale 68, e così viceversa.
                                 Abbiamo realizzato lo Z@pping tv del mux.


Z@pping TV - Canale 45 Mux CTV


Ore 13.25 - AGGIORNATA LA LISTA LCN A ROMA.
                
Dopo le ultime novità, con i nuovi canali in arrivo, abbiamo aggiornato la LISTA LCN A ROMA.
                 Consultala per facilitarti nella sintonia e nella visione dei canali.

Ore 12.45 - IL VIDEO DEL RULLO DEI PROGRAMMI DI "RADIO RADICALE TV" SU TO2 A ROMA.
Ch.05 mux TELEDONNA - Ch.68 mux TELEAMBIENTE:
Questa notte abbiamo registrato un video del rullo dei programmi che
scorrevano in onda sul nuovo canale radio radicale TV, come audio c'era
la programmazione della radio. Il canale è presente su TO2, LCN 118,
nei due mux di TELEDONNA e TELEAMBIENTE.



RADIO RADICALE TV rullo programmi


Ore 12.10 - ELIMINATO "DAHLIA EXTRA" NEL MUX TIMB 2.
Ch.60 mux TIMB 2:
E' stato eliminato il canale dahlia extra. Al suo posto, nella posizione LCN 414, ora è presente
il cartello fisso delle partite con il canale denominato dahlia, copia degli altri due nelle
numerazioni 400 e 418.



Ore 11.40 - RINOMINATI I NUOVI CANALI E PROBLEMI DI SINTONIA DEL MUX CTV, SUL CANALE 45 A ROMA.
Ch.45 mux CTV:
Sono stati rinominati i nuovi due canali, ora si memorizzano come CTV HD e CTV FEED, entrambe sono
senza numerazione LCN. Sul canale HD, che però trasmette per adesso in SD, sono presenti le barre del
Vaticano, sull'altro è in onda la camera con la Piazza del Vaticano, come potete vedere dalle immagini che
                 vi alleghiamo. La radio invece è stata rinominata in R.Vaticana 105LIVE, ma non trasmette, è in onda solo
                 una nota. Comunque su alcuni decoder ci sono problemi nel memorizzare i suddetti canali in quanto la
                 frequenza riporta i codici TID 1 e NID 1, che sono gli stessi del canale 68 del mux di TELEAMBIENTE,
                 pertanto vengono considerati, ripeto non da tutti i decoder, come se fosse la stessa frequenza e quindi i
                 canali che hanno gli stessi codici SID vengono sovrapposti. Quindi potete trovarli nella lista al posto di
                 TeleAmbiente, TeleDonna e to2, oppure non li potete trovare per niente in quanto durante la ricerca
                 automatica possono essere memorizzati solo gli ultimi del canale 68.




Ore 10.50 - ME, NUOVO CANALE MEDIASET IN ARRIVO.
Ch.36 mux MEDIASET 2:
Questa mattina è stato inserito su questo mux un nuovo canale ME, con LCN 35, c'è un cartello
in 16:9 con scritto che sta arrivando un nuovo canale Mediaset.
Andrà a sostiutire il canale
di televendite Mediashopping dal 1° marzo 2011, e trasmetterà televendite per 16 ore al giorno
e per le altre 8 ore film, telefilm, documentari ed altro. Ecco le prime immagini.



Ore 00.30 - E' ARRIVATA "RADIO RADICALE TV" SU TO2 A ROMA.
Ch.05 mux TELEDONNA - Ch.68 mux TELEAMBIENTE:
Il canale TO2, con LCN 118, presenti sui due mux TELEDONNA e TELEAMBIENTE,
ritrasmette il nuovo canale RADIO RADICALE TV
, che manda in onda la
programmazione video della radio.




 26 GENNAIO 2011 - Mercoledì 

Ore 23.50 - MUX PIU'BLU LOMBARDIA: OFF.
Dal tardo pomeriggio non riceviamo il mux di PiùBlu Lombardia sul canale 54 da Valcava.

Ore 23.45 - ATTIVATI RTL 102.5  E HSE 24 NEL MUX TIMB 2, SUL CANALE 60.
Ch.60 mux TIMB 2:
Nel pomeriggio di oggi sono stati attivati in questo mux RTL 102.5 TV, con LCN 36,
dove è presente la regolare programmazione del canale televisivo della radio, e
HSE24
, con LCN 37, con un cartello fisso del logo in attesa dell'inizio delle trasmissioni
del nuovo canale di televendite. Abbiamo aggiornato lo Z@pping TV.
                                                Ecco alcune immagini dei due canali.




Ore 21.00 - TV: FOXLIFE FA PIENO ASCOLTI CON DEBUTTO MONDIALE “BODY OF PROOF”.
Il nostro sito non riporta per scelta editoriale i comunicati dei dati di ascolto, oggi vogliamo fare un’eccezione.

(AGI) - ROMA - Grande successo di pubblico ieri sera su FoxLife (canale 114 di Sky) per l’anteprima mondiale di “Body
of Proof”. La serie, prodotta da ABC Studios, ha totalizzato infatti 334mila spettatori cumulati. Nella serata di ieri,
FoxLife e’ risultato il canale piu’ visto della piattaforma Sky. Analizzando il pubblico di “Body of Proof”, significativa -
dice un comunicato stampa - la presenza del target femminile e giovane di alto profilo che continua a contraddistinguere
il tv brand di Fox Channels Italy. La serie ha infatti totalizzato il 20 per cento di share Sky e l’1.8 di share tv sul target
donne 25/44 anni di classe socioeconomica medio alta e alta. Per la prima volta una major televisiva americana, The
Walt Disney Company, ha scelto l’Italia e FoxLife per il debutto assoluto di una nuova produzione. Nelle prossime
settimane la serie sara’ lanciata in altri paesi in Europa e negli Stati Uniti dove la messa in onda e’ prevista per il 29
marzo sul network ABC. “Body of Proof” vede protagonista Megan (Dana Delany, Katherine Mayfair in ‘Desperate
Housewives’), affermato e brillante neurochirurgo che rimane coinvolta in un incidente stradale ed e’ costretta ad
abbandonare la sala operatoria e diventare medico legale. Dopo aver cambiato lavoro e ripreso le fila della propria vita
privata, Megan dovra’ affrontare i suoi sentimenti, a cominciare dalla relazione con l’ex marito Todd Fleming (Jeffrey
Nordling, anche lui da ‘Desperate Housewives’) e con la figlia Lacey (Mary Matilyn Mouser). La serie e’ creata da
Christopher Murphey (‘The Karate Kid’) e annovera tra i produttori esecutivi, oltre lo stesso Murphey, anche Matthew
Gross (‘Dirty Sexy Money’) e Sunil Nayar (‘CSI: Miami’). Nel cast, oltre alla Delaney figurano Jeri Ryan (‘Dr. Kate
Murphy’), Geoffrey Arend (‘Dr. Elliot Gross’), John Carroll Lynch (‘Detective Bud Morris’), Windell Middlebrooks (‘Dr.
Curtis Brumfield’), Nic Bishop (Peter Dunlap), Sonja Sohn (‘Detective Samantha Baker’).


Ore 20.00 - ANSA TV: CHIUDE SERVIZIO RUSSO BBC, NATO CON CHURCHILL.
(ANSA) - MOSCA - Fu il primo ministro britannico Winston Churchill a inaugurare il servizio radiofonico della Bbc in
lingua russa, con uno storico discorso. Era il 23 giugno 1941, il giorno successivo all’attacco della Germania nazista contro
l’Unione sovietica, e l’emittente decise di mandare in onda il discorso,tradotto per gli ascoltatori del paese comunista.
L’ambasciata sovietica a Londra fece pero’ capire al governo britannico che Stalin non gradiva molto questo tipo di
tramissioni e il servizio fu subito sospeso. Riprese alle 7:45 del 24 marzo 1946, quando era gia’ iniziata la guerra fredda.
Negli anni quaranta pero’ non ebbe vita facile: gli zelanti e sospettosi funzionari di Stalin di tanto in tanto ‘disturbavano’
le trasmissioni, temendo l’influenza occidentale sui cittadini dell’Urss. Nei due decenni successivi, i dirigenti della Bbc
puntarono soprattutto su programmi di intrattenimento o su servizi che raccontavano la vita dei russi in Gran Bretagna.
Alla fine degli anni sessanta, la svolta politica: si decise di dar voce ai dissidenti, come Aleksandr Solgenitsin, ansiosi di
farsi ascoltare in Occidente. L’emittente lesse addirittura pagine di un libro di Svetlana Allilujeva, la figlia di Stalin
fuggita in America, al bando un Urss. Quando poi Solgenitsin fu espulso dal paese, fu alla Bbc in lingua russa che concesse
la sua prima intervista. Negli anni sessanta e settanta, molti russi, oltre a seguire programmi politici, si attaccavano alla
Bbc per scoprire le hit dei gruppi pop vietati, o, nella migliore delle ipotesi, ostentatamente ignorati dalle radio
sovietiche, come i Beatles. Nel 1988, in piena perestroika gorbaciovana, la premier britannica Margaret Thatcher
rispose in diretta alle domande degli ascoltatori russi, e, pochi anni dopo il servizio in lingua russa ebbe finalmente
un suo ufficio a Mosca, vicino al Cremlino. Con la liberalizzazione dell’etere in Russia, negli ultimi anni, il numero degli
ascoltatori e’ pero’ drasticamente calato. Ora rimarra’ solo il sito internet, creato nel 1998.


Ore 19.55 - TV LOCALI: MONTRONE (ALPI), PARLAMENTO CORREGGA NORME VESSATORIE.
(AGI) - BARI - “Se il governo e il Parlamento non interverranno subito, gia’ nel decreto Milleproroghe, a correggere
anomalie e norme vessatorie che rendono impossibile la vita all’emittenza televisiva locale, a pagarne le conseguenze
saranno le piccole e medie imprese e l’intera economia italiana”. Questo il grido d’allarme lanciato dal presidente
dell’Associazione di emittenti locali Alpi, ing.Luca Montrone, nel corso di una audizione dinanzi alla Commissione Lavori
pubblici e Comunicazioni del Senato. “L’Italia fara’ la fine dell’Irlanda - ha detto Montrone - se non sosterra’ le piccole
e medie imprese che contribuiscono per il 70,8% al Pil nazionale; e le piccole e medie imprese traggono forza e
crescono grazie alle tv locali che promuovendo i loro prodotti li rendono competitivi rispetto a quelli che con
prepotenza penetrano sul mercato dall’estero; ecco perche’ continuare a vessare l’emittenza locale significa indebolire
l’economia nazionale”. L’ing. Montrone ha quindi chiesto al Senato di attuare nel Milleproroghe quanto previsto dalla
legge 422 del 1993, e quanto piu’ volte sollecitato dal Parlamento attraverso numerosi ordini del giorno accolti dal
governo, sul fondo per l’emittenza, denaro che ogni anno viene incassato dallo Stato attraverso il canone e
puntualmente impiegato per altri scopi. “Si tratta - ha spiegato Montrone - di una chiara distrazione di fondi su cui
dovrebbe intervenire il Presidente della Repubblica”. Montrone ha anche segnalato diverse anomalie e divieti imposti
da norme e regolamenti che impediscono alle emittenti locali di crescere nel digitale a tutto vantaggio di vecchie e
nuove tv nazionali e tutto a discapito del pluralismo dell’informazione.


Ore 19.30 - MUX TELE7 LAGHI: NUOVE ATTIVAZIONI.
Nel mux di TELE 7 LAGHI (canale 34) sono stati inseriti nuovi canali, si tratta di:
TELE7 LAGHI 2
TELE7 LAGHI 3
TELE 7 LAGHI PLUS
LA PREALPI TV
LA TV

I canali sono a schermo nero.

Ore 19.10 - MILANO: TORNA ON AIR IL MUX LA 6.

Nel pomeriggio di oggi è tornato disponibile il mux di LA 6 (UHF 21) da via Silva, Milano.


Ore 17.45 - DAHLIA: BERRETTA (PD),GOVERNO E ROMANI IGNORANO CRISI.
(ANSA) - CATANIA - “Ancora una volta il conflitto di interessi che ruota attorno alla persona del presidente del Consiglio
Silvio Berlusconi coinvolgera’, come sempre con conseguenze negative, migliaia di italiani”. Lo afferma il deputato
nazionale del Pd Giuseppe Berretta commentando la vicenda della liquidazione di Dahlia tv. Per il parlamentare il caso
dell’emittente “che era l’unica concorrente di Mediaset Premium sul digitale terrestre a pagamento, e’ solo un ulteriore
esempio del rischio che interessi personali prevalgano su quelli collettivi e, al contrario, della poca attenzione del
Governo Berlusconi nei confronti di chi rischia di perdere il posto di lavoro”. “Questo Governo e il ministro Romani in
particolare - sottolinea il parlamentare Pd - continuano infatti ad ignorare le preoccupazioni dei 150 dipendenti italiani
della Made-Filmmaster Television e di altre decine di lavoratori dell’indotto, che dal 31 gennaio saranno definitivamente
disoccupati a causa della liquidazione di Dahlia tv”. “Oltre a cercare di tutelare i 270.000 abbonati italiani di Dahlia tv -
prosegue Berretta - non ci risulta che il Governo stia lavorando concretamente per salvaguardare anche l’occupazione.
Una crisi colpevolmente ignorata quasi fino al momento della messa in liquidazione di Dahlia tv”. “Romani, che si
autodefinisce esperto di televisione conclude Berretta - cerchi di mettere in campo tutta la sua esperienza per evitare
che la redistribuzione dei diritti tv delle squadre del bouquet Dahlia favorisca la creazione di posizioni dominanti da
parte di Mediaset, come temono in molti a partire dal Garante della concorrenza Catricala”’.


Ore 17.40 - MEDIASET PUNTA SU DOCUMENTARI,ACCORDO CON BBC E DISCOVERY.
(ANSA) - ROMA, 25 GEN - Mediaset punta sui documentari, gia’ tra i punti di forza del bouquet di Sky, per arricchire
l’offerta premium sul digitale terrestre. Dal primo marzo saranno infatti trasmessi in esclusiva dalla pay tv due nuovi
canali inediti, frutto di due accordi strategici con i due maggiori produttori mondiali di documentari e factual
entertainment, Bbc Worldwide e Discovery Communications Europe. Per rispondere alle esigenze di un pubblico sempre
piu’ ampio - spiega Cologno Monzese in una nota - l’offerta di Mediaset Premium, che gia’ comprende film in primissima
visione, serie tv in anteprima, il meglio dell’intrattenimento per bambini e, naturalmente, il grande calcio, verra’
arricchita con due canali inediti ed esclusivi di documentari, reportage e approfondimento: Bbc Knowledge e Discovery
World. Bbc Knowledge propone un mix tra scienza, tecnologia, storia, natura e programmi d’avventura, coinvolgendo i
telespettatori in un affascinante viaggio alla scoperta di luoghi spettacolari e sorprendenti. Gli obiettivi del canale sono
quelli di trasmettere grandi idee e aprire la mente a nuove e sorprendenti scoperte. Discovery World e’ il canale
documentaristico per tutta la famiglia che spazia dalla storia all’archeologia, dalle biografie agli eventi, dall’avventura
alla natura con un linguaggio coinvolgente e moderno. Mediaset - sottolinea ancora la nota - e’ particolarmente
orgogliosa dell’accordo raggiunto con due editori di eccellenza che consentira’ al pubblico italiano di accedere al meglio
della produzione internazionale di factual entertainment; un genere che abbina alla spettacolarita’ e all’impatto emotivo
delle immagini e dei racconti, una preziosa valenza formativa. Con questa operazione, l’offerta di Mediaset Premium
diventa ancora piu’ completa, garantendo ai propri clienti solo canali di alta qualita’, esclusivi, pensati per i reali
interessi del pubblico italiano.


Ore 17.30 - DISCOVERY LANCIA NUOVO CANALE, ORA SU TUTTE PIATTAFORME.
(ANSA) - ROMA, 25 GEN - Con il lancio di Discovery World, in onda in esclusiva dal primo marzo su Mediaset Premium,
i canali Discovery Networks, media company leader per contenuti non fiction, saranno visibili su tutte le piattaforme
televisive del mercato italiano. Discovery World - spiega il gruppo - sara’ un canale documentaristico per tutta la
famiglia, con particolare focus sul pubblico maschile, che trattera’ temi diversificati - dalla storia all’archeologia, dalle
biografie agli eventi, dall’avventura alla natura - con un linguaggio coinvolgente e moderno. L’accordo - si sottolinea
ancora - rappresenta un ulteriore e significativo passo avanti nella strategia di diversificazione della propria
distribuzione in Italia che Discovery Networks ha inaugurato nel 2010. “Siamo lieti di questo significativo accordo che
amplia ulteriormente la nostra presenza sul mercato italiano”, ha dichiarato Marinella Soldi, amministratore delegato
Italia e direttore generale di Discovery Networks Sud Europa. “Discovery e’ leader mondiale per i contenuti non fiction:
sono circa 28 i canali prodotti da Discovery Networks e distribuiti in oltre 180 Paesi. Un portfolio molto ampio che ci
permette di selezionare i canali piu’ adeguati per ciascun partner distributivo. Canali in linea con il loro posizionamento
sul mercato e pensati per rispondere alle esigenze di pubblici specifici. Una strategia pionieristica che, siamo certi,
ci permettera’ di entrare in contatto con un pubblico sempre pi- ampio e variegato”. Il ‘factual entertainment’ di
Discovery Networks sara’ dunque presente con offerte diversificate e personalizzate per ciascun operatore sulla
piattaforma satellitare a pagamento di Sky con 5 canali (Discovery Channel/+1 e HD, Realt Time/+1, Discovery Science,
Discovery Travel and Living, Animal Planet); su Mediaset Premium con l’inedito Discovery World e sul digitale terrestre
free con Real Time (canale 31).


Ore 17.00
-
IN ARRIVO CTV 1 HD, SUL CANALE 45 A ROMA, NEL MUX DEL VATICANO.
Ch.45 mux CTV:
Sono stati attivati due canali tv, CTV 1 HD e CTV 2, entrambe trasmettono le barre del Vaticano ed il
canale HD è per il momento trasmesso in sd. E' stata inserita anche Radio Vaticana.


Ore 16.45 - LAVORO: UGL PREOCCUPATA PER DIPENDENTI DAHLIA TV.
(ANSA) - ROMA, 25 GEN - “Le preoccupazioni del Ministro Romani per i circa 270 mila abbonati di Dahlia Tv - la pay Tv
messa in liquidazione da qualche settimana - sono sicuramente condivisibili”. Lo ha detto il Segretario Nazionale Ugl
Telecomunicazioni Stefano Conti, sottolineando che “le vere preoccupazioni dovrebbero riguardare il futuro
occupazionale dei 150 lavoratori di Dahlia Tv e Made Filmmaster Tv, che rischiano seriamente tra pochi giorni di
perdere il posto di lavoro”.Made Filmmaster Tv e’ la societa’ di outsourcing che produce e manda in onda l’intera
offerta di Dahlia. Conti ha aggiunto: “Giovedi’ prossimo saremo in assemblea tra i lavoratori di Filmmaster Tv e
discuteremo insieme a loro ogni eventuale iniziativa consentita, per cercare di tutelare i loro dirotti e salvaguardare
il livello occupazionale sul territorio laziale”.


Ore 16.40 - MURDOCH PRONTO ALL’ACQUISTO DI BSKYB DOPO APERTURA GOVERNO INGLESE.
(ADNKRONOS) - MILANO - Rupert Murdoch sarebbe pronto a concludere nuovi affari dopo che il Governo di Londra gli
ha concesso un’ultima chance per l’acquisizione di BSkyB, la seconda emittente tv a pagamento in Gran Bretagna.
News Corp, gruppo che fa capo a Murdoch, ha una quota del 39% e vuole acquisire il controllo totale della redditizia tv
via cavo, ma Ofcom il guardiano dei media britannici, si e’ schierato contro perche’ il gruppo controlla gia’ troppi
giornali e “la pluralita’ dei media sarebbe a rischio”. Invece di passare la palla subito alla Competition Commission,
come previsto, “il Governo con una mossa inaudita -come riporta ‘Il Sole 24 Ore’- ha deciso di dare tempo a News Corp
di fare concessioni e avanzare proposte per evitare lo scrutinio dell’antitrust, che allungherebbe molto i tempi
dell’affare. Si parla di vendere Sky News, anche se sara’ difficile trovare acquirenti per un business in perdita”.


Ore 16.00 - RIACCESO IL SEGNALE DEL CANALE 8 DI "EUROPA 7 HD" A ROMA.
Ch.08 mux EUROPA 7 HD:
Da questa mattina è di nuovo ricevibile il segnale del mux di EUROPA 7 HD, sulla frequenza
del canale 8, dalla postazione di Pratarena Monte Compatri. Ringraziamo Maurizio per la segnalazione.


Ore 12.20 - ARRIVA IL NUOVO CANALE DI TELEVENDITE "HSE 24" NEL MUX TIMB 2, CANALE 60.
Ch.60 mux TIMB 2:
Pochi istanti fa è stato inserito nel mux TIMB 2, il nuovo canale di televendite HSE24.
Per il momento non trasmette nulla, c'è solo una schermata nera, ed ha occupato la numerazione LCN 37.




Ore 12.10 - RIPRENDE LA PROGRAMMAZIONE DI "TV1" NEL MUX TELEDONNA, CANALE 5 VHF A ROMA.
Ch.05 mux TELEDONNA:
Questa mattina è tornata regolare la programmazione del canale TV1, LCN 580.
Non è più presente la schermata fissa di questa notte.



Ore 09.40 - MUX BERGAMO TV: INSERITO LO Z@PPING.
Abbiamo inserito nell'elenco delle tv di Milano lo z@pping dei canali del mux di Bergamo TV che trasmette
sul canale 65 da Roncola (BG). I canali
sono:
LCN 17 - BERGAMO TV
LCN 198 - BG24
LCN 618 - MONZABRIANZA TV
RADIO ALTA

Canale 65 Z@pping - Mux BERGAMO TV


Ore 09.10 - TOLTO L'IDENTIFICATIVO "RTL102.5 TV" DAL CANALE NEL MUX TIMB 2.
Ch.60 mux TIMB 2:
E' stato tolto l'identificato RTL 102.5 TV dal canale a schermo nero che era stato inserito ieri con la
numerazione LCN 36. Ora viene sintonizzato un canale senza nome, senza video, senza audio,
solo per
tenere occupata la posizione nella lista canali.


Ore 09.00 - MUX TRS: MODIFICATA L'EPG.
A TRS tengono a sottolineare che il canale 67 è in SFN tra Roncola e Valcava, infatti lo scrivono anche nella loro EPG.
I canali che comunque sono sempre quelli di prima, sono adesso denominati in questo modo:
1  TRS TV Test 1 (trasmette TRS TV)
2  TRS TV Test 2
(trasmette TRS2 TV)
3  TRS TV Test 3
(barre)
4  TRS TV Test 4
(monoscopio)
5  TRS TV Test 5
(trasmette TRS TV)
EVERGREEN - sfn rnc/val 67
(trasmette TRS2 TV)
TRS TV1 - sfn rnc/val 67
(trasmette TRS TV)
TRS TV2 - sfn rnc/val 67
(trasmette TRS2 TV)
TRS TV3 - sfn rnc/val 67
(barre)


Ore 02.00 - CINE CLUB RETE SOLE, IN ONDA I VECCHI FILM, SUL CANALE 24 A ROMA.
Ch.24 mux RETESOLE:
Cine Club RETESOLE, denominato RETE SOLE 3, con LCN 620, è un canale tematico, la cui programmazione
è caratterizzata da vecchi film che hanno fatto la storia del cinema e della televisione.
Questa notte abbiamo visto in onda il film di fantascienza "UFO", tratto dalla famosa serie TV degli anni '70.
                  Ecco alcune immagini e uno spezzone del video.




CINE CLUB RETESOLE


Ore 01.20 - LA 6: SEGNALE OFF.
E' sempre spento il mux del canale 21 da via Silva, a Milano, di LA 6.


Ore 01.05 - SCHERMATA FISSA SU "TV1" NEL MUX TELEDONNA, SUL CANALE 5 VHF A ROMA.
Ch.05 mux TELEDONNA:
Sul canale TV1, LCN 580, non c'è più in onda la consueta programmazione ma una schermata fissa
nera con scritto "CON VOI PER VOI". Ecco le immagini.




 25 GENNAIO 2011 - Martedì 

Ore 23.50 - SONO INIZIATE LE TRASMISSIONI DI "TELEROMA 56 NEWS".
Ch.64 mux TELEROMA 56:
Sono inziate le trasmissioni del nuovo canale TELEROMA 56 NEWS, con LCN 197.
Ecco due immagini.



Ore 23.15 - GOLD TV: LOGHI SOVRAPPOSTI.
Gold tv sta trasmettendo un programma con i loghi sovrapposti della versione romana e di quella nazionale.



Ore 22.30 - TOP TECH, AGGIORNATO IL MUX DI ANTENNA 3.

Abbiamo aggiornato il nostro z@pping TV del canale 46 della lista delle emittenti che si ricevono a Milano,

con l'immagine del nuovo canale in arrivo "Top Tech".



Questo è il video del promo attualmente in onda.


TOP TECH mux digitale terrestre Antenna 3 promo in arrivo


Ore 22.10 - VIDEOSTAR NATURA: NUOVO LOGO.

Sul canale VideoStar Natura è in onda un promo con un nuovo logo del canale.



Questo è il video del promo attualmente in onda sul canale.


Videostar Natura promo in arrivo


Ore 22.00 - TOP MUSIC O TOP MUSICA?
Nel mux di Antenna3 Lombardia il nuovo canale musicale è nominato sull' EPG TOP MUSIC, mentre sul video, il loop
del promo del canale è nominato TOP MUSICA, quale sarà il corretto nome del canale?



Ore 16.50 - AGGIUNTO "RTL102.5 TV" NEL MUX TIMB 2, SUL CANALE 60.
Ch.60 mux TIMB 2:
Poco fa è apparso nel mux TIMB 2, quello con i canali a pagamento Dahlia TV, il canale
RTL 102.5 TV
. Non trasmette, è a schermo nero, ed ha come numerazione LNC il 36.



Ore 16.00 - MEDIASET PREMIUM, IN ARRIVO NUOVI CANALI.
Aumentano i canali disponibili nel pacchetto di Mediaset Premium, nelle prossime ore saranno ufficializzati i nuovi canali
dedicati ai documentari, il primo
prodotto dalla BBC, l'altro prodotto da Discovery Channel.
I due nuovi canali dovrebbero essere trasmessi
da mux non Mediaset, si ipotizza l'ingresso sui mux Telecom ma non è
da escludere anche un
coinvolgimento del mux del gruppo l'Espresso che già ospita i canali TG Mediaset e Mya +1.


http://danielelepido.blog.ilsole24ore.com/i-bastioni-di-orione/2011/01/discovery-channel-e-bbc-sbarcano-su-mediaset-premium.html

http://www.digitaltveurope.net/news_articles/jan_11/25_jan_11/bbc_knowledge_makes_italy_debut_on_mediaset_premium

http://www.tvblog.it/post/23641/mediaset-premium-due-nuovi-canali-da-bbc-e-discovery

Ore 15.45 - SUPER TV: NUOVO LOGO IN ONDA.
Super TV ha inserito un nuovo logo in onda.



Sono stati modificati gli z@pping tv con le immagini del nuovo logo della tv bresciana nella lista di Milano (canale 24 e

canale 42) e di Alessandria (canale 68). Abbiamo inoltre registrato qualche attimo della programmazione dell'emittente.


Super Tv Brescia nuovo logo in onda


Ore 15.35 - CORRETTA L'EPG DI TELESTAR PIEMONTE.
Dopo aver corretto l'epg di Telestar nei mux lombardi, è stata apportata la correziona anche nella versione piemontese,
prima nominata come Telestart TO, adesso inserita come Telestar TO.
Sono state anche modificate le epg di 7 Gold,
inserite ora come Telecity 7 Gold. Ecco lo z@pping del mux di Telestar, Canale 41, diffuso in Piemonte.

Canale 41 Z@pping - Mux TELESTAR PIEMONTE


Ore 11.25 - TORNA IL SEGNALE DEL MUX DI CTV, CH.45 A ROMA, MA SENZA NESSUN CANALE.
Ch.45 mux CTV:
Torna il segnale con ottimi livelli sulla frequenza del Vaticano CTV, canale 45, ma il mux è
completamente vuoto, non si sintonizza nessun canale.


Ore 00.50 - RETEVENETA SU PEOPLE TV.
People Tv il canale diffuso via satellite e sul dtt nei mux di Rete 7 Piemonte, in tarda serata ritrasmette il telegiornale
di ReteVeneta.




Ore 00.40 - UPDATE CHIAMA TV.
Il mosaico di Chiama TV, di cui vi abbiamo parlato precedentemente, teniamo a specificare che e' un continuo loop
preregistrato e non un vero e proprio mosaico in diretta.


Ore 00.30 - ROMA: NASCE "LAZIO STYLE RADIO", LA STAZIONE DEI TIFOSI LAZIALI.
                     Da NEWSLINET
Lazio Style Radio è la nuova radio ufficiale della Lazio calcio. Trasmette dalle 1 alle 19 sul web (sul sito ufficiale) ma
anche in FM per 2 ore al giorno (alle 11 e alle 18) su Voxson Vintage Radio (100.700 MHz) grazie alla collaborazione
dell’editore Emanuele Tommassini che ha anche contribuito alla creazione della web radio. In palinsesto, dalle 10 alle 19,
ci sono due edizioni di notizie (“Lazio News”) e 10 edizioni di informazione in tutto il mondo. Nelle altre ore della
giornata va in onda un collage della giornata radiofonica. Tra i programmi di punta “Lazio story”, la storia della società,
raccontata dai protagonisti del passato biancoceleste; “Audiobox” che da l’opportunità di lasciare messaggi attraverso
una segreteria telefonica; “Lazio world” per i tifosi sparsi nel mondo che possono intervenire in diretta; “Player list”
con i giocatori che si trasformano in deejay per un’ora scegliendo venti brani ai quali sono particolarmente legati con
i relativi aneddoti della propria vita da associare alle canzoni scelte. La radio è diretta dal responsabile della
comunicazione Stefano de Martino ed è stata presentata il 18 scorso dal presidente Claudio Lotito presso l’hotel River
Chateau in via Flaminia che ha anche ufficializzato l’apertura di un canale televisivo: “Sono qui per parlare di un
percorso societario che continua a prendere corpo - ha annunciato Lotito - Prima la rivista, oggi la radio e
successivamente ci sarà l’importante passo della televisione. Stiamo allestendo anche gli studi televisivi, faremo tutto in
casa con la complicità dei protagonisti, ovvero i giocatori, in modo da evitare falsificazioni della realtà o considerazioni
fatte in maniera difforme da quella che è la situazione veritiera dei fatti. I pensieri dei tifosi, club e giocatori tutti in
una radio per migliorare e per dare voce a tutto il mondo biancoceleste. Questo è il primo esempio di radio in Serie A e
ne siamo molto orgogliosi. Sarà una radio che agirà su due tappeti: nel web che consentirà ai nostri tifosi sparsi del
mondo di stare vicino alla loro squadra del cuore e poi in FM perché vogliamo dare una comunicazione corretta per
riportare al centro del progetto il tifoso. Anche oggi abbiamo portato l’aquila che ormai è il nostro vessillo che dimostra
che noi siamo presenti per divulgare la nostra storia. La scorsa settimana abbiamo portato una corona d’alloro all’Altare
della Patria e siamo stati l’unico club al quale è stata riconosciuta una dignità ed un ruolo idonei per un tale evento.
Essere laziali è un modo vivere e noi vogliamo trasmetterlo alle nostre future generazioni”.


Ore 00.25 - LCN: RICORSO AL TAR LAZIO DEL GRUPPO FINELCO.
                     Da NEWSLINET
Il Gruppo Finelco ha presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale Lazio contro l’assegnazione ai propri
palinsesti, trasportati su multiplex di operatori locali, di numerazioni LCN spettanti alle emittenti locali. I marchi Virgin
Radio Television - Virgin Tv, 105 Television - 105 Tv e RMC Television – RMC Tv hanno infatti ricevuto, rispettivamente,
l’attribuzione delle numerazioni automatiche 183, 279 e 280, in luogo di quelle - 68 e 69 (o 166, 167, 168 e 169) -
riservate ai canali nazionali musicali e disponibili, come emerge dall’elenco delle attribuzioni dei LCN nazionali
pubblicato sul sito ministeriale il 25 novembre scorso. E’ interessante conoscere quale sarà la decisione del Tribunale
Amministrativo, chiamato a valutare l’orientamento assunto dall’Agcom, ed attuato dal Ministero dello Sviluppo
Economico-Comunicazioni, in relazione alle modalità di attribuzione della numerazione LCN ai fornitori di servizi di
media audiovisivi operanti in ambito nazionale e i cui marchi vengono veicolati da operatori di rete locali, come è il
caso del Gruppo Finelco. Nel parere espresso dall’Agcom alla D.G.S.C.E.R. e riportato nella determina ministeriale si
legge che “nonostante un programma di un fornitore di servizi di media audiovisivi autorizzato in ambito nazionale
possa essere veicolato anche da multiplex diversi da quelli previsti per la diffusione in ambito nazionale, si
verificherebbero le seguenti anomalie e precisamente: a) non si avrebbe la sicurezza del raggiungimento di una
diffusione nazionale del programma; b) si potrebbero generare conflitti di numerazione, specie nel caso in cui le
coperture delle varie reti che trasportano lo stesso programma si sovrappongano tra loro, in quanto l’identificatore LCN
deve essere unico per tutte le reti/mux DTT che coprono la stessa area geografica; in tali casi, infatti, il decoder
riceverebbe due o più flussi dati (TS – Transport Stream) contenenti lo stesso programma associato ad uno stesso LCN,
ma con differente identificatore di rete/mux e, quindi, il software del ricevitore interpreterebbe tale situazione come
quella risultante dalla ricezione di due o più programmi diversi, ma tutti con lo stesso identificatore LCN, generando
pertanto un conflitto relativo alla numerazione nel decoder”. Conseguentemente, ancorandosi al predetto parere, la
D.G.S.C.E.R. del Ministero dello Sviluppo Economico – Comunicazioni ha applicato l’art. 5 c. 4 lettera h) dell’allegato
A alla delibera Agcom 366/10/CONS, attribuendo ai marchi del Gruppo Finelco le numerazioni previste per le
trasmissioni locali che si estendono su più di due regioni. Questa procedura, secondo il giudizio dell’Agcom, poggerebbe
sull’interesse “della semplicità e facilità d’uso del decoder” e sarebbe finalizzata ad “ottemperare alla ratio della norma
recata dall’art. 32 del testo unico, volta ad introdurre un ordine predefinito nella numerazione automatica dei canali
della televisione digitale terrestre, evitando così l’insorgenza di conflitti di numerazione a danno dell’utente”.
In realtà, risulta difficile comprendere il ragionamento dell’Autorità, considerato che l’assegnazione di numerazioni
previste per le emittenti locali non pare costituisca una soluzione valida per l’eliminazione di eventuali conflitti LCN
a tutela dell’utente, dal momento che, dal punto di vista tecnico, non vi sarebbe alcuna differenza tra l’utilizzo di un
identificatore LCN riservato ai fornitori di servizi di media audiovisivi in ambito nazionale e l’uso di uno riservato ai
fornitori locali. L’assegnazione al Gruppo Finelco di identificatori LCN riservati alle emittenti locali con diffusione
superiore a due regioni si configura comunque a carattere provvisorio, dal momento che la determina di assegnazione
precisa che le numerazioni sono attribuite in attesa che si esprima “l’intenzione di essere trasportati da operatori di
rete nazionali”. In tale caso, potrà essere attribuita ai marchi in questione la numerazione spettante ai canali digitali
terrestri a diffusione nazionale. Da questo punto di vista il ricorso a operatori di rete nazionali sarà obbligatorio per
i fornitori di servizi di media audiovisivi nazionali (come il Gruppo Finelco, Class Editori per il marchio Class Horse TV
e Rtl 102,5 Hit Radio), tenuto conto dell’imminente introduzione della norma che vieterà la diffusione di
marchi/palinsesti nazionali per il tramite di operatori di rete locali.



 24 GENNAIO 2011 - Lunedì 

Ore 23.45 - RAI 3 LOGO SPOSTATO.
Su Rai 3 e' in onda il programma "Correva l'anno"; il logo della rete è posizionato in basso a destra.


Ore 22.50 - DAHLIA: ROMANI, CI STIAMO LAVORANDO.
(ANSA) - MILANO - Su Dahlia tv "ci stiamo lavorando". Ha risposto cosi' il ministro per lo Sviluppo economico,
Paolo Romani, dopo che nelle scorse settimane i sindacati avevano sollecitato un tavolo per risolvere il problema della
liquidazione dell'emittente. Da un lato ci sono "le partite di 8 squadre di serie A che rischiano di non essere piu' viste
e dall'altro 270.000 abbonati che hanno pagato e rischiano di non avere il servizio: e' un problema da cui non ci
sottraiamo - ha detto Romani -. Non posso dire cosa ma stiamo facendo".
"Mi preoccupo piu' degli italiani che hanno pagato dei soldi per vedere le partite che dei Wallemberg (socio svedese
che detiene la maggioranza, ndr) che mi pare abbiano poca voglia di rimanere in Italia" ha concluso.


Ore 22.45 - INFORMAZIONE: AL VIA TAVOLO GIUNTA COTA-CORECOM SU TV E RADIO.
(ANSA) - TORINO - Partira' da febbraio la grande novita' del 2011 del Corecom, il Comitato Regionale Comunicazioni
del Piemonte: un tavolo congiunto con la giunta regionale di Roberto Cota sull'emittenza radiotelevisiva, nel quale
affrontare tutti i problemi del settore. L'annuncio oggi nella conferenza stampa del Corecom tenuta a Palazzo Lascaris.
"Il nostro impegno - ha spiegato il presidente del consiglio regionale, Valerio Cattaneo - rimane quello di sostenere il
Corecom nella sua autonomia e indipendenza, e l'emittenza locale quale importante presidio di servizio informativo
e di pluralismo democratico del territorio".
"Il Corecom - ha aggiunto - sta portando avanti da anni le conciliazioni gratuite tra cittadini e gestori delle comunicazioni
elettroniche, con una percentuale di successo dell'85%. Con il previsto ampliamento delle deleghe, un funzionario del
Corecom potra' giudicare la controversie anche nel rimanente 15% dei casi, sempre gratuitamente".
Sara' infatti proprio negli ultimi sei mesi di mandato dell'attuale Corecom, ha sottolineato il vicepresidente del Comitato
Roberto Rosso, che "sara' portato a compimento il decentramento delle conciliazioni nei vari capoluoghi di provincia,
in modo che anche chi abita lontano da Torino possa usufruire comodamente del servizio".
Rosso ha annunciato una serata-evento di fine mandato, in cui verra' presentata "l'enciclopedia che condensa in mille
pagine tutto cio' che il Corecom ha realizzato negli ultimi 5 anni". Fra le iniziative, anche il grande lavoro svolto per la
tutela dei minori con un progetto sperimentale di monitoraggio della qualita' dei programmi attuato con l'Universita' di
Torino, ritenuto all'avanguardia in Italia e in Europa.


Ore 22.35 - DAHLIA: MILANA (API), ROMANI PENSI AI DIPENDENTI.
(ANSA) - ROMA - "Sulla grave situazione di Dahlia Tv il ministro Romani non pensi solo agli abbonati, ma si preoccupi
anche agli oltre 150 dipendenti, con le rispettive famiglie, che rischiano di andare a casa e perdere il lavoro".
E' quanto dichiara il senatore Riccardo Milana, esponente di Alleanza per l'Italia in commissione di Vigilanza, in merito
alla messa in liquidazione dell'emittente tv che trasmette sul digitale terrestre.
"Mancano pochi giorni alla scadenza della procedura di liquidazione, prevista per fine gennaio - spiega Milana in una
nota - e al momento dal ministero dello Sviluppo economico non e' arrivata ancora nessuna soluzione. Ci chiediamo se,
visto il rilievo che assume l'impresa per il tessuto economico romano, non sia il caso che anche il ministro del Lavoro
Sacconi scenda in campo per tutelare non solo il pluralismo tv, ma anche l'impiego di oltre 150 tra tecnici e giornalisti
i cui contratti tra qualche giorno rischiano di diventare carta straccia. Fermo restando il giusto obiettivo di dare
risposte agli abbonati che hanno speso non piu' di 200 euro per poter vedere le partite delle proprie squadre,
dal governo - conclude l'esponente di ApI - e' lecito attendersi risposte innanzitutto per chi con lo stipendio di Dahlia Tv
deve arrivare alla fine del mese".


Ore 22.25 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA CENATE SOTTO (BG).
Ci scrive di nuovo Luca di Cenate Sotto (Bergamo) lamentandosi per la continua mancanza di ricezione dei canali
Mediaset, La 7 e altri mux. Per leggere l''email completa vai alla pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.

Ore 21.45 - MUX LA 6: SEGNALE ALTALENANTE.
Oggi il mux LA 6, diffuso sul canale 21 di via Silva a Milano, sta avendo alcuni problemi, il segnale è rimasto spento
per gran parte della giornata, poi è ricomparso e successivamente ha avuto ancora delle difficoltà di emissione.


Ore 21.35 - CHIAMA TV: IL MOSAICO DEI CANALI.

Ieri vi abbiamo mostrato un'immagine della schermata di Chiama TV, emittente del mux Primantenna di Rivoli (TO),

oggi abbiamo effettuato una registrazione del canale che propone lo zapping audio/video dei canali del multiplex.


CHIAMA TIVU Piemonte tv digitale terrestre


Ore 20.55 -  NUOVA EMITTENTE TV: ARRIVA CANALE 78.
Da oggi è disponibile nel mux di Telecity sul canale 45, in Piemonte e Lombardia una nuova emittente denominata
Canale 78. Come potete vedere dalle immagini il logo è simile a quello di Telecity 2, infatti la programmazione è al
momento composta da programmi prodotti dal gruppo Telecity. La posizione LCN utilizzata è, manco a dirlo,
il numero 78. Abbiamo aggiornato lo z@pping del mux relativo (canale 45) dalla lista di Milano e nella versione
piemontese del mux
nella lista di Alessandria e di Nizza Monferrato sempre sul canale 45.
Abbiamo inoltre effettuato una breve registrazione del canale.


Canale 78 Piemonte Lombardia digitale terrestre


Ore 15.35 - NUOVA EMITTENTE: CANALE 78.
E' arrivata una nuova emittente Canale 78, nelle prossime ore vi forniremo tutti i dettagli.


Ore 13.15 - IL CANALE 45 DI CTV, MUX DEL VATICANO, E' OFF A ROMA.
Ch.45 mux CTV:
La frequenza del mux del Vaticano CTV, sul canale 45, dalla postazione di Castel Gandolfo (Roma),
da oggi risulta spenta, assenza di segnale. Vi ricordiamo che, dal 15 gennaio, non si sintonizzava più
nessun canale, anche se il segnale era presente. Ci saranno lavori in corso per l'arrivo del nuovo canale
                 del Vaticano che dovrebbe forse partire nei prossimi mesi?

Ore 09.35 - PRIMANTENNA: MOSAICO TV.
La tv piemontese Primantenna del gruppo Motori tv, nel suo mux ha un nuovo canale denominato Chiama tv,
al momento manda in onda questa schermata con il mosaico dei canali e le relative numerazioni LCN.




 23 GENNAIO 2011 - Domenica 

Ore 21.30 -  RETE 7 PIEMONTE, PEOPLE TV E GOLD TV.
Rete 7 Piemonte sta trasmettendo un programma di Gold TV di Roma, poi come spesso accade People tv ritrasmette
la stessa Rete 7. Nelle immagini vi mostriamo come sono posizionati i loghi in onda.



Ore 17.55 - CANALE 5: LOGHI SOVRAPPOSTI.
Oggi pomeriggio nel programma "Domenica 5" e' stata riproposta l'intervista a Ruby Rubacuori andata in onda qualche
sera fa sempre su Canale 5 nel programma "Kalispera". Il risultato e' stato l'accavallamento dei loghi che vedete in
queste immagini.



Ore 14.00 - IL TG DI TELESTAR.

Oggi mettiamo a confronto alcuni attimi del TG di Telecity Torino con quello di Telecity Alessandria.

Le news vanno prima in onda sull'ammiraglia del gruppo Tacchino e successivamente replicati da Telestar e Italia 8,

con il logo TG9 e TG8. Questi 2 brevi estratti di youtube riguardano proprio il TG di Telestar Torino ed Alessandria.


Telestar Torino telegiornale


Telestar Alessandria TG TELEGIORNALE



 22 GENNAIO 2011 - Sabato 

Ore 21.45 - SPENTO IL SEGNALE DEL CANALE 8 DI "EUROPA 7 HD" A ROMA.
Ch.08 mux EUROPA 7 HD:
Ci segnalano che da ieri non è più ricevibile a Roma e provincia il segnale di EUROPA 7 HD. Sulla frequenza
del canale 8, dalla postazione di Monte Compatri, risulta assenza di segnale. Non possiamo verificare in
quanto non possediamo il decoder in DVB-T2, ma se c'è qualcuno che può controllare, ci può segnalare
                 eventuali notizie in merito alla nostra casella email:
italiaindigitale@libero.it.

Ore 12.40 - PICCOLA MODIFICA DEL LOGO DI LAZIO TV ROMA, MUX GOLD TV, CANALE 46 A ROMA.
Ch.46 mux GOLD TV:
Il logo del canale LAZIO TV ROMA, LCN 12, è stato leggermente modificato, la scritta ROMA
è stata spostata leggermente a sinistra. Nelle due immagini potete vedere il logo come era
prima e come appare adesso.



Ore 11.45 - RIPRISTINATA LA NUMERAZIONE LCN 69 DI "VIRGINRADIO TV" NEL MUX 2 DI SUPER 3.
Ch.42 - SUPER 3 mux 2: 
E' stata reinserita la numerazione LCN del canale musicale Virginradio TV, pertanto ora
si memorizza di nuovo nella posizione 69, e ritorna il conflitto con il
canale CINQUESTELLE
nel mux TELESTUDIO
sul canale 61.


Ore 11.15 - MUX DI RETECAPRI DA MONTE CAVO ROMA, NESSUN CANALE.
Ch.57 mux RETECAPRI ALPHA:
Come è già capitato alcune volte per questa frequenza, questa mattina sul mux di RETECAPRI da
Monte Cavo, pur se il segnale è presente con ottima qualità, non si sintonizza nessun canale.
Update ore 11.35: Subito il mux è stato ripristinato e i canali sono tornati sintonizzabili.


 21 GENNAIO 2011 - Venerdì 

Ore 18.50 - TERNI: RADIO CUORE OFF.
Da qualche giorno risulta spenta la frequenza di 104.3 di Radio Cuore da Monte Miranda.

Ore 17.50 - CALCIO: DAHLIA; SEMERARO, LEGA A SALVAGUARDERA’ ABBONATI.
(ANSA) - MILANO - “Restare creditori” di Dahlia Tv “o diventare in qualche modo produttori”. Come ha anticipato il
presidente del Lecce Pierandrea Semeraro, sono queste le due scelte valutate in assemblea dai dirigenti delle societa’
di serie A che hanno discusso del fallimento dell’emittente, che possiede i diritti tv per il digitale terrestre di otto club
del campionato. Si trovera’ una soluzione entro il 31 gennaio, nel frattempo abbiamo dato mandato al nostro advisor
Infront di valutare l’operazione di liquidazione insieme a Telecom, che sosterrebbe la banda per la trasmissione sul
digitale”, ha anticipato il presidente del Lecce (fra le squadre coperte da Dahlia), spiegando che fin qui l’emittente ha
pagato “9 dei 30 milioni di euro previsti dal contratto: dobbiamo decidere se restare creditori e rischiare di perdere
dei soldi, o diventare in qualche modo produttori televisivi”. Credo che ci sia da parte di tutti la volonta’
di salvaguardare i circa 290 mila abbonati a Dahlia”, ha sottolineato Semeraro.


Ore 17.40 - DIGITALE TERRESTRE: ASSESSORE UMBRIA PROPONE TAVOLO CON TV LOCALI.
(AGI) - PERUGIA - Un Tavolo con le emittenti televisive che trasmettono in Umbria e tutti i soggetti interessati per
gestire la fase di transizione dalla tecnologia analogica al digitale terrestre. E’ la proposta che l’assessore regionale alle
infrastrutture tecnologiche immateriali, Stefano Vinti, ha avanzato e che e’ stata accolta dai rappresentanti delle
emittenti radiotelevisive umbre nel corso della riunione che si e’ svolta stamani a Palazzo Donini. “Occorre fare sistema
e continuare a operare in stretta sinergia - ha detto Vinti - per contrastare i rischi che potrebbero derivare alle
emittenti locali e, inoltre, impedire che sugli utenti umbri gravino i disagi e i costi sociali riscontrati nelle regioni dove
gia’ il digitale terrestre e’ realta’. Ci viene imposta l’ipotesi di un percorso accelerato, con l’anticipazione del
passaggio alla seconda meta’ del 2011 invece che nel 2012, senza consultare le Regioni che stanno lavorando per arrivare
in maniera puntuale alle scadenze fissate, nonostante le richieste di confronto”. “Al Tavolo umbro - ha aggiunto Vinti -
dovranno essere condivisi gli interessi generali dell’Umbria da sottoporre ai tavoli nazionali per far si’ che la nuova era
della televisione salvaguardi emittenti, livelli occupazionali e frequenze. Il passaggio al digitale terrestre dovra’ tradursi
anche in un’opportunita’ per i cittadini, che vanno informati e aiutati in modo da evitare i disagi e i problemi verificati
finora”.


Ore 13.35 - CALCIO: LEGA A; BERETTA, DAHLIA TV? TUTELIAMO NOSTRI DIRITTI.
(ANSA) - MILANO - Al via i lavori dell’assemblea straordinaria delle societa’ di serie A dedicata al fallimento di Dahlia Tv
e al ‘solito’ problema della ripartizione dello spicchio dei diritti televisivi derivante dai bacini di utenza. Come ha
anticipato il presidente della Lega di serie A Maurizio Beretta, l’obiettivo dell’assemblea (cominciata con un solo
assente, il Catania) nell’affrontare il caso di Dahlia Tv, che possiede i diritti per il digitale terrestre di 8 squadre del
campionato, e’ “tutelare i diritti della Lega e quelli di societa’ e tifosi alla continuita’ della trasmissione delle partite.
Stiamo cercando di individuare soluzioni che possano contemperare questi due aspetti”. A proposito delle indiscrezioni
che lo vogliono vicino ad accettare l’incarico di responsabile delle relazioni esterne di Unicredit, Beretta ha tagliato
corto: “Sono qui, abbiamo l’assemblea”.Prima, pero’, ha chiarito che la Lega di serie A “non ha nulla da rimproverarsi”
sul caso Ranocchia. “C’e’ un vuoto normativo che non poteva essere colmato da un’interpretazione che non compete
alla Lega - ha spiegato Beretta -. Abbiamo lavorato tutta la giornata di mercoledi’ per trovare interpretazioni plausibili
e consolidate, ma e’ evidente che una normazione non esiste. Abbiamo lavorato con buon senso”.


Ore 13.20 - TV: TIVU’SAT INIZIA L’ANNO CON L’INGRESSO DI CLASS NEWS MSNBC.
(ADNKRONOS) - ROMA, 20 GEN - Tivu’Sat inizia l’anno con l’ingresso di Class News Msnbc. Da oggi infatti sara’ visibile
sulla piattaforma satellitare gratuita il canale nato dalla partnership tra Class Editori, la prima casa editrice indipendente
e multimediale italiana, Msnbc, il canale all news di Nbc Universal e The Weather Channel, leader mondiale delle
previsioni meteo. Class News Msnbc e’ il primo canale dedicato all’impatto sulla vita dei grandi cambiamenti che stanno
determinando il futuro del mondo. Ambiente, salute, scienza, clima, tecnologia sono i temi che trovano maggiore spazio
nel palinsesto di Class News Msnbc, accanto alle grandi esclusive, alle serie straordinarie mai viste in Italia ed alle
previsioni del tempo tra le piu’ accurate al mondo di The Weather Channel. Inoltre, ogni ora, le news, le dirette dei
maggiori eventi internazionali ed i mercati finanziari in tempo reale. Tivu’Sat consente la visione integrale dei canali
generalisti, senza oscuramenti di palinsesto, nonche’ di gran parte della nuova offerta diffusa sul digitale terrestre e di
nuovi canali italiani ed internazionali che coprono tutti i generi di programmazione; intrattenimento, informazione,
cultura, sport, fiction, musica e cinema. Accedere a Tivu’Sat e’ semplice e non richiede alcun tipo di abbonamento.
Sono sufficienti un decoder, una parabola satellitare orientata su Eutelsat 13° Est ed una smart card acquistabile insieme
al decoder.


Ore 13.15 - RAI: “ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI” IN 3D.
(AGI) - ROMA - Rai presenta “Arlecchino 3D”, un filmato di 15 minuti girato con tecnologia tridimensionale e realizzato
grazie ad un accordo con la Fondazione Piccolo Teatro di Milano e alla collaborazione tra la Direzione Strategie
Tecnologiche con il Centro Ricerche e la Direzione Produzione Tv con i CPTV di Milano e di Torino. “Arlecchino 3D”
sara’ illustrato alla stampa, martedi’ 25 gennaio, alle ore 10.00, nella sala degli Arazzi della sede Rai di Viale Mazzini.
Dopo il saluto di benvenuto di Mauro Masi, Direttore Generale RAI e di Sergio Escobar, Direttore del Piccolo Teatro
di Milano parleranno della sperimentazione in 3D e delle sue possibili applicazioni Luigi Rocchi, Direttore Strategie
Tecnologiche e Andrea Lorusso Caputi, Direttore Produzione Tv. Interverranno Alberto Morello, Direttore Centro
Ricerche, Maurizio Braccialarghe, Direttore Centro Produzione Tv di Torino e Massimo Ferrario, Direttore Centro
Produzione Tv di Milano. I lavori saranno chiusi da Paolo Garimberti, Presidente RAI. Alla presentazione di “Arlecchino
3D” saranno ospiti l’attore Ferruccio Soleri, interprete storico di “Arlecchino servitore di due padroni” e la regista
Rossella De Bonis.


Ore 10.45 - TELEITALIA 41 SOSPENDE LE TRASMISSIONI IN SEGNO DI LUTTO.
Ch.41 mux TELEITALIA:
Questa mattina durante i funerali del nostro militare, caporal maggiore Luca Sanna, morto in Afghanistan,
il canale TELEITALIA 41, identificato come T.I. C.SERENA, LCN 171, ha sospeso le trasmissioni in segno
di lutto.


Ore 00.15 - LOGO TELECITY LOMBARDIA.
Torna in onda il logo di TeleCity sotto quello di 7 Gold.



 20 GENNAIO 2011 - Giovedì 

Ore 23.55 - RINOMINATI I TRE CANALI SPORTITALIA NEL MUX TIVUITALIA, CANALE 34 A ROMA.
Ch.34  mux TIVUITALIA:
I tre canali sportivi non sono più identificati con l'epg Channel 01, Channel 02 e Channel 03,
bensì con i propri giusti nomi SPORTITALIA, SPORTITALIA 2 e SPORTITALIA 24, ma sono
sempre privi di numeraione LCN.


Ore 23.30 - ARRIVA UNA NUOVA TV, "DOC" NEL MUX TELEITALIA, SUL CANALE 41 A ROMA.
Ch.41
mux TELEITALIA:
E' stato attivato un nuovo canale in questo mux, dal nome DOC, senza numerazione LCN,
ma per il momento non trasmette ancora, è a schermo nero.




Ore 23.05 - E' IN ARRIVO TOP TECH.
E' stata introdotta nel mux del canale 46 di Antenna 3, il loop che annuncia la partenza a breve dell'emittente Top Tech.
Dallo scorso 26 Novembre data dello switch off a Milano, era presente solo l'epg ma a schermo nero.


Ore 20.20 - ATTIVATO "ISORADIO" NEL MUX 2 DELLA RAI, SUL CANALE 30.
Ch.30 - RAI Mux 2:
E' stato inserito nel mux 2 della RAI il canale radiofonico dedicato al traffico, Isoradio.
Non ha numerazione LCN.



Ore 18.25 - SKY SUL DTT : ARTICOLO PUBBLICATO DA DAGOSPIA.
Strano governo quello di Roma. Rivende sul mercato della politica gli
accordi Fiat come fonte di attrazione di un
investimento estero, pur avendo la Fiat sede a Torino, e, al tempo stesso, trema all'idea che Sky, multinazionale
americana, possa costruire la quarta tv commerciale italiana insidiando, assieme a La7, il duopolio Rai-Mediaset.
Continua su Dagospia.

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/articolo-21995.htm

Ore 17.20 - TV: DAHLIA; DIPENDENTI MADE-FILMMASTER,INTERVENGA IL PREMIER.
(ANSA) - CATANIA - I “150 dipendenti, e i loro familiari, di Made-Filmmaster Television” chiedono “un intervento del
presidente del Consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi”, per salvare la loro societa’, azienda che che cura i programmi
sportivi di Dahlia Tv, emittente in liquidazione e che trasmette le gare di squadre di Serie A (Cagliari, Catania, Cesena,
Chievo, Parma, Sampdoria e Udinese) e Serie B.
“Egregio presidente - scrivono in una lettera aperta al premier - ci rivolgiamo a Lei come cittadini, lavoratori, giovani
protagonisti di quella parte di Italia che non vuole mollare. In questo grave momento di crisi in cui le attenzioni della
politica e dei media sono tragicamente dirottate su argomenti che poco hanno a che fare con il bene del Paese,
vogliamo richiamare l’attenzione sul paventato naufragio della nostra esperienza a Dahlia Tv, come componenti del
corpo produttivo e redazionale. L’epilogo di questa avventura professionale - aggiungono i 150 dipendenti di
Made-Filmmaster Television - coincide con la deriva di alcuni valori costituzionali incontrovertibili: il diritto al lavoro,
il diritto di informare e ad essere informati e la salvaguardia del libero mercato in ogni ambito”. “Domani - si sottolinea
nella missiva - la Lega Calcio “salvera’ il calcio italiano” dall’inesorabile black out dei canali per i quali lavoriamo,
in pochi pero’ hanno sufficientemente ribadito l’urgenza di conservare il posto di lavoro a quanti fino all’ultimo stanno
garantendo ai telespettatori il diritto sacrosanto di vivere la passione che e’ propria del calcio. Pretendiamo che
il futuro dei 150 dipendenti Made-Filmmaster Television, la societa’ che in outsourcing produce la messa in onda dei
canali Dahlia - si legge ancora nella lettera - non sia considerato solo un problema secondario. Presidente, da principale
responsabile dell’azione di governo di questo Paese e da uomo di comunicazione - concludono i 150 dipendenti di
Made-Filmmaster Television - ci rimettiamo ad un Suo concreto intervento teso alla sopravvivenza del pluralismo e
dei nostri posti di lavoro”.


Ore 15.45 - LA TV SLOVENA, CONTROLLATA DALLA CURIA, TRASMETTEVA PROGRAMMI SOFT CORE.
(ANSA) - ROMA - Una piccola arcidiocesi cattolica, quella slovena di Maribor, e’ al centro di “uno dei piu’ gravi crac
finanziari della storia della Chiesa”, che ora “fa tremare” il Vaticano. E’ quanto scrive ‘L’Espresso’ nel numero in uscita
domani, nell’articolo “Il santo crac” di cui oggi e’ stata data anticipazione.

Il servizio ricostruisce gli “investimenti quantomeno spericolati”e le “avventure finanziarie” in cui si e’ lanciata la
diocesi negli ultimi anni, che l’hanno portata, complice l’asserita “incompetenza” del vescovo Franc Kramberger, “ad
accumulare la bellezza di oltre 800 milioni di euro di debiti”. “Un buco mostruoso - scrive L’Espresso - che attualmente
nessuno e’ in grado di coprire: il rosso e’ pari al due per cento dell’intero prodotto interno lordo sloveno e, per fare un
raffronto, e’ tre volte superiore alle entrate registrate nell’ultimo bilancio del Vaticano”.
La scoperta del “bubbone” avviene casualmente a fine 2007 quando “una tv controllata dalla Chiesa slovena si mette a
trasmettere programmi pornografici”. Dopo le prime indagini e i sospetti su “esposizioni milionarie e investimenti folli”,
la Santa Sede invia a Maribor un ispettore, Gianluca Piredda, esperto di bilanci. Da qui la scoperta di un “dissesto di
proporzioni bibliche”, nato dalla creazione, fin dai primi anni ‘90, di banche, societa’ commerciali, holding per
investimenti e business assortiti, capitali impiegati “non solo in finanziarie e aziende sicure, ma pure in settori
tecnologici come le fibre ottiche e la telecomunicazione”. Della fortissima esposizione debitoria, ingigantitasi negli
anni, “Ratzinger e la sua cerchia sarebbero al corrente - dicono fonti della Santa Sede - solo da pochi mesi”.
Secondo il settimanale, “la linea difensiva del Vaticano, e di Bertone in particolare, si aggrappera’ al mancato rispetto
delle regole: senza un via libera da Roma, tutte le operazioni della diocesi slovena - dice il Vaticano - sono da
considerarsi irregolari dal punto di vista giuridico”. In pratica, “i 30 mila risparmiatori, le banche e gli altri creditori non
potranno rivalersi sullo Stato Pontificio: i contratti con la chiesa di Maribor verranno considerati carta straccia”.
La decisione, pero’, spetta ai giudici fallimentari.


Ore 13.05 -  TLC: AGCOM, ARRIVA GUIDA ON LINE SUI DIRITTI DEI CONSUMATORI.
(ANSA) - ROMA - Semplificare e rendere accessibile a tutti gli utenti la conoscenza dei propri diritti nel settore delle
comunicazioni elettroniche, individuando, per ciascun problema, le disposizioni da applicare e le procedure per
segnalare disservizi, ottenere risposte, fare valere le proprie ragioni. E’ l’obiettivo che l’Autorita’ per le garanzie nelle
comunicazioni si propone con la pubblicazione della guida informativa ‘I diritti dei consumatori nel mercato dei servizi
di comunicazione elettronica’, redatta dalla Direzione tutela dei consumatori nell’ambito delle attivita’ di
collaborazione previste dal Protocollo di intesa con le Associazioni di consumatori (AACC).

La guida, alla stesura della quale - ricorda l’Agcom in una nota - le AACC hanno attivamente partecipato, vuole
rappresentare un manuale di rapida consultazione per i quadri delle associazioni nell’ambito delle attivita’ di tutela di
loro competenza, ma soprattutto per gli utenti dei servizi di comunicazione elettronica.
Con un’analisi dettagliata delle fattispecie piu’ ricorrenti, la guida aiuta ad individuare le norme applicabili. Suddivisa
per macro argomenti, illustra i principali tipi di offerta e di contratto, soffermandosi sulle caratteristiche specifiche dei
singoli servizi (servizi fissi, mobili e personali, pay tv) . Contiene un utile vademecum degli strumenti a disposizione dei
consumatori (ricorso al call center, reclamo, proposizione delle controversie, presentazione delle denunce), organizzato
utilizzando lo schema domanda-risposta. La guida, pubblicata sul sito web dell’Autorita’ www.agcom.it, sara’
costantemente aggiornata a cura della Direzione tutela dei consumatori. In questo modo l’Autorita’ si propone di fornire
uno strumento snello, gratuito e con contenuti che tengano conto di tutte le novita’ in questo campo, in modo da poter
effettivamente orientare i cittadini nella conoscenza delle norme e supportarli concretamente nell’esercizio dei loro
diritti di consumatori
.

Ore 13.00 - RUSSIA: CANALE TV MUSULMANO IN ONDA DA FEBBRAIO.
(ANSA) - MOSCA - Un canale televisivo musulmano sara’ lanciato in Russia a partire dal mese prossimo. Lo riferisce
l’agenzia Ria Novosti. Proposto dal presidente Dmitri Medvedev due anni fa, il canale satellitare si rivolgera’ ad una
popolazione di 20 milioni di persone, quanti sono i musulmani che vivono in Russia. Sara’ una tv che si rivolge ai giovani
e promuove la tolleranza, ha spiegato il capo mufti russo Ravil Gaynutdin aggiungendo che nel nuovo canale lavoreranno
anche professionisti non musulmani. La nuova televisione cerchera’ di strappare pubblico al canale ceceno Put, in russo
“la via”. Creato tre anni fa, si rivolge soprattutto alle popolazione del nord Caucaso con programmi per bambini,
consigli per la casa e letture del Corano tutta la notte.


Ore 12.55 - CALCIO: LEGA A, VENERDI’ IN ASSEMBLEA IL NODO DI DAHLIA TV.
(ANSA) - MILANO, 19 GEN - E’ convocata per venerdi’ mattina alle ore 11 un’assemblea straordinaria della Lega di
serie A, che fra i punti all’ordine del giorno prevede la discussione della “situazione di Dahlia Tv”, messa in liquidazione
da qualche giorno, e “altre problematiche inerenti la commercializzazione dei diritti tv”. L’emittente a pagamento,
infatti, possiede i diritti per il digitale terrestre di 8 squadre del campionato di serie A. Nell’ordine del giorno c’e’
anche la discussione sui “criteri per la definizione di bacini di utenza ai fini della ripartizione delle risorse audiovisive”.
L’incontro tra i presidenti di serie A fornira’ di sicuro, anche se non ufficialmente e solo a margine dell’Assemblea,
l’occasione per verificare e valutare le indiscrezioni sulla possibile uscita di scena dell’attuale presidente Maurizio
Beretta, accreditato del passaggio all’incarico di responsabile delle relazioni esterne di Unicredit.


Ore 12.50 - TV DIGITALE: PORTAVOCE ALMUNIA, SENZA GARA NON SI CHIUDE PROCEDURA INFRAZIONE.
(ADNKRONOS) - ROMA, 19 GEN - “La presentazione a Bruxelles del bando di gara sul digitale e’ importante per la
chiusura della procedura d’infrazione aperta a seguito di un esposto depositato dall’associazione Altroconsumo. Senza di
esso non possiamo chiudere il caso”. E’ il portavoce del commissario europeo Joaquin Almunia a commentare cosi’, con
l’ADNKRONOS, la notizia confermata oggi dal ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani della riproposizione del
quesito sulla reciprocita’ fra stati in materia di radio-tv al Consiglio di Stato.

Nel luglio 2006 Bruxelles aveva inviato a Roma una lettera di messa in mora, primo passo della procedura d’infrazione, in
seguito a un esposto depositato da Altroconsumo. La Commissione europea contestava la modalita’ con cui l’Italia aveva
gestito l’avvio della televisione digitale terrestre nel nostro paese, in pratica mantenendo nel nuovo mercato televisivo
il potere di mercato degli operatori gia’ presenti su quello della tv analogica. In pratica Bruxelles chiedeva spiegazione
sulla legge Gasparri in relazione alle modificazioni del sistema radio-tv, alcune delle quali poi giudicate dalla stessa
Commissione incompatibili con il diritto comunitario.

Nel luglio 2007 venivano accordati all’Italia due mesi di tempo per correggere i rilievi di problematicita’ evidenziati
dalla Commissione nei confronti della legge Gasparri nella parte relativa al digitale terrestre. Successivamente la
procedura d’infrazione e’ stata sospesa in attesa dell’adozione da parte del Governo Italiano di misure atte a garantire
il rispetto del diritto comunitario.


Ore 09.35 - VIDEOBERGAMO E CANALE 5.
Ieri sera durante il programma di Canale 5, Kalispera, e' stata mostrata una locandina con il logo della tv VideoBergamo.


Ore 09.20 - CANALE ITALIA: OBIETTIVI AMBIZIOSI.
Date un occhio a questo articolo datato Aprile 2009, Canale Italia lanciava la sfida a La7 con un preciso obiettivo:
a voi i commenti.

http://www.blitzquotidiano.it/tv/tv-canale-italia-sfida-la7-e-intanto-il-digitale-terrestre-rischia-il-flop-12757

Ore 09.15 - 7 GOLD E TELECITY.
Da ieri 7 Gold Milano sta trasmettendo senza il logo Telecity.


Ore 01.10 - DIGITALE: ACGOM, ANTICIPARE SWITCH OFF UMBRIA A GIUGNO 2011.
(AGI) - PEUGIA - L'Autorita' per le Garanzie nelle comunicazioni ha inoltrato formale richiesta al ministero dello
Sviluppo economico per proporre l'adozione di un nuovo calendario relativo allo switch off, che anticipa alla fine del
2011 il termine della cessazione del servizio di radiodiffusione televisiva in tecnologia analogica sull'intero territorio
nazionale. Lo ha reso noto il presidente del Corecom Umbria, Luciano Moretti, a margine dell'incontro a Roma con
i responsabili del settore tecnico dell'Autorita'. La modifica, discussa nel Consiglio dell'Agcom e formalizzata ieri
all'assemblea nazionale dei Corecom, prevede che in Umbria lo swich off avvenga nel corso del secondo semestre 2011,
anticipando quindi di un anno il percorso di transizione al digitale terrestre e il relativo spegnimento del segnale
analogico. Secondo l'Agcom, cio' rendera' possibile mettere a gara quanto prima le frequenze analogiche liberate
relative alla banda 800 Mhz. Ma nel corso dei lavori dell'assemblea nazionale proprio Moretti ha sottolineato quanto
questo anticipo rischi di creare ulteriori difficolta' sia alle emittenti che agli utenti. "Pertanto - ha dichiarato - e'
indispensabile una maggiore attenzione e migliore coordinamento da parte di tutti i soggetti coinvolti in questa
rivoluzione digitale della tv".


 19 GENNAIO 2011 - Mercoledì 

Ore 23.40 - TV: DTT; COMUNE MILANO REGALA 500 DECODER AGLI ANZIANI.
(ANSA) - MILANO - Cinquecento decoder per il digitale terrestre in regalo agli anzianidi Milano: e' l'ultima iniziativa
dell'assessore alle Politiche Sociali della Giunta Moratti, Mariolina Moioli, per dare una mano a chi ha avuto piu' difficolta'
con lo switch off che dallo scorso 26 novembre in Lombardia ha spento le vecchie televisioni.
Dopo aver messo in campo una squadra di tecnici 'sintonizzatori' che gratuitamente hanno fornito assistenza ai
telespettatori piu' anziani e in difficolta' economica, l'assessore ha annunciato oggi la distribuzione di 500 apparecchi,
offerti da Saturn. "Sono molto grata a Saturn - ha affermato Moioli - per la donazione di 500 decoder agli anziani di
Milano: questo ci permette di soddisfare le richieste pervenute ai nostri servizi sociali e di continuare a rendere sempre
piu' piacevole e confortevole la permanenza di chi e' in eta' avanzata presso il proprio domicilio".


Ore 23.15 - TV DIGITALE: BASTA RITARDI SULL’ASTA DELLE FREQUENZE.
(ADNKRONOS) - ROMA - “E’ ingiusta la discriminazione di Sky. Basta ritardi sull’asta del digitale terrestre”. E’ quanto
afferma il vicecapogruppo vicario di Fli alla Camera, Benedetto Della Vedova, che in una nota commenta la risposta
datagli durante il ‘question time’ dal ministro Paolo Romani a proposito del ritardo della gara per l’assegnazione delle
licenze del digitale terrestre, dovuta ai problemi “interpretativi” dell’art 16 delle disposizioni sulle leggi in generale del
Codice Civile (principio di reciprocita’). Romani oggi ha anche confermato che sul tema il Ministero ha rivolto un
ulteriore quesito al Consiglio di Stato. Per questo il parlamentare tiene a precisare che “limitare gli investimenti esteri
in Italia in base ad un’interpretazione arbitraria del principio di reciprocita’ (uguali diritti per gli investitori italiani nel
paese dell’investitore straniero) (esclusa peraltro dall’Agcom e neppure presa in considerazione dalla Commissione
Europea) significa lavorare per il declino. Impedire a Sky e a chiunque altro di partecipare alla gara per le licenze del
digitale terrestre significa ridurre la concorrenza”.

“In Italia - rileva Della Vedova - nessuno si e’ mai sognato, e speriamo mai si sognera’, di ostacolare investimenti di
aziende non comunitarie nel settore delle Tlc. E cio’ rende ancora piu’ grottesco che l’esecutivo eccepisca sul fatto che
un’impresa italiana, come Sky, possa operare sul mercato, assai meno sensibile, della Tv digitale, perche’ proprieta’ di
una azienda statunitense. Diamo credito al ministro Romani che cio’ non risponda a una strategia dilatoria e auspichiamo
che la gara per l’assegnazione delle frequenze non comporti ulteriori ritardi e ingiuste discriminazioni".


Ore 23.10 - TV DIGITALE: CARLINO (IDV), DAHLIA VITTIMA CONFLITTO INTERESSI.
(ADNKRONOS) - ROMA - “La principale concorrente di  Mediaset Premium sul mercato del digitale terrestre e’ Dahlia Tv,
ma  per l’azienda e’ stato presentato il piano di liquidazione che decreta il fallimento della stessa libera concorrenza: il
devastante conflitto di interessi di Silvio Berlusconi ha causato la crisi della pay tv,  Romani intervenga per tutelare la
liberta’ del mercato e i posti di  lavoro”. E’ quanto emerge da un’interrogazione che Giuliana Carlino,  capogruppo
dell’Italia dei Valori in commissione Lavoro al Senato, ha  inviato al Ministro dello Sviluppo economico Paolo
Romani.“Dahlia tv - prosegue la senatrice Idv - conta 150 dipendenti e collaboratori e sino ad ora poteva vantare
un’offerta di tutto  rispetto sul piano della trasmissione delle partite di calcio: forse  troppo, visto che Mediaset ha
assunto un ruolo predominante nel  settore, ormai gestito in monopolio”.“I lavoratori sono in stato di agitazione perche’
giustamente  preoccupati per il loro futuro, Romani - conclude Carlino - intervenga e dimostri di essere ancora Ministro
della Repubblica italiana, non  delle aziende di Berlusconi”.


Ore 23.05 - SKY SU DTT; DELLA VEDOVA, EVITARE CONTENZIOSO CON UE.
(ANSA) - ROMA - (ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Soddisfatto dell'impegno ribadito dal governo ad arrivare nel tempo piu'
rapido possibile" alla gara per i multiplex del digitale terrestre, ma anche convinto
che "vada evitato un nuovo
contenzioso con l'Unione europea che ci possa imputare di
impedire gli investimenti in un settore importante" come
quello televisivo: e' il commento
di Benedetto Della Vedova (Fli) alla risposta fornita oggi dal ministro dello Sviluppo
economico, Paolo Romani, nel corso del question time alla Camera, a una sua interrogazione.
"A mio avviso - ha affermato Della Vedova replicando a Romani - il parere del ministero degli Esteri, dell'Agcom e
soprattutto della Commissione europea erano sufficienti, anche
perche' il rischio e' che la nuova richiesta al Consiglio di
Stato faccia la fine della precedente,
e cioe' diventi interlocutoria".
Per Della Vedova, "sono necessarie garanzia e tempestivita"', tanto piu' alla luce del fatto che "in settori molto sensibili,
come le tlc, abbiamo nel nostro Paese operatori egiziani oggi, domani forse russi. Ritengo che il quadro sia chiarissimo".


Ore 22.10 - ROMANI, RITORNO A CONSIGLIO STATO PER COMPLESSITA' GIURIDICA SU GARA PER FREQUENZE.
(ADNKRONOS) - ROMA - "La delicatezza e la complessita' giuridica" della questione attinente la partecipazione di Sky
Italia alla gara per le tre frequenze da assegnare ai nuovi entranti nel mercato
della tv digitale terrestre "ha imposto allo
Stato italiano di rivolgersi a un organismo terzo quale il
Consiglio di Stato". E' il ministro dello Sviluppo economico Paolo
Romani a confermare cosi', durante
il question time, la riproposizione del quesito ai giudici di Palazzo Spada sulla
reciprocita' tra Stati
nel settore radiotelevisivo avvenuta ieri.
Il Consiglio di Stato il 20 dicembre scorso aveva invitato il Ministero a specificare ulteriormente i termini del quesito
presentato il 7 dicembre, dando trenta giorni di tempo al Mse per ripresentarlo.
Il dicastero lo ha fatto, ha assicurato
Romani, anche alla luce del "carattere non risolutivo delle
risposte date dal Ministero degli Affari esteri e dall'Agcom che
non hanno consentito di sciogliere i
dubbi" nati sulla partecipazione alla gara per le frequenze digitali dell'emittente che
fa capo alla
statunitense News Corp.
Romani ha messo l'accento sul fatto che "non saranno 20-30 giorni di tempo in piu"' a fare la differenza mentre "se non
risolti questi problemi interpretativi potrebbero far crescere a dismisura i
tempi" prestando il fianco a "ricorsi e
controricorsi". Dato che "si e' in presenza di una gara unica in
Europa e che riguarda un quarto delle reti disponibili",
secondo il ministro "la scelta di rivolgersi al
Consiglio di Stato e' la prova di un atteggiamento doveroso, diligente e
responsabile".


Ore 22.05 - RADIO SPORTIVA E CUORE 2 SU SKY.
Nei canali di SKY nella numerazione dedicata ai canali musicali c'e' un'applicazione interattiva che permette di ascoltare
numerose emittenti radiofoniche, come potete vedere e' ancora presente nella lista delle emittenti Radio Cuore 2,
in realta' si ascolta la nuova Radio Sportiva.



Ore 18.20 - TV: SKY SU DTT; ROMANI, NESSUN RITARDO SIGNIFICATIVO PER GARA.
(ANSA) - ROMA - Niente “ritardi significativi” per la gara per i multiplex del digitale terrestre, ma soltanto la
“prova dell’atteggiamento doveroso, responsabile e trasparente del ministero” dello Sviluppo economico in vista di una
“gara unica nel suo genere in Europa”: in questi termini il ministro Paolo Romani ha spiegato oggi, rispondendo nel
question time alla Camera a un’interrogazione di Benedetto Della Vedova (Fli), la decisione del dicastero di riformulare
la richiesta di parere al Consiglio di Stato sulla ‘reciprocita’ tra Stati’ in vista della gara, dopo la richiesta chiarimenti
venuta degli stessi giudici amministrativi.
Una scelta che da parte dell’opposizione e’ stata bollata come un nuovo tentativo di frenare l’ingresso sul digitale
terrestre News Corp, media company Usa alla quale fa capo Sky Italia, nonostante il via libera della Commissione europea
a partecipare al beauty contest per le nuove reti.
“Non saranno i venti-trenta giorni necessari ad ottenere la risposta del Consiglio di Stato - ha sottolineato Romani - a
causare ritardi significativi per la gara. Al contrario, se i dubbi non fossero risolti, i tempi rischierebbero di dilatarsi a
dismisura a causa di ricorsi e controricorsi in sede giudiziaria. Di qui la decisione di ripresentare, entro i trenta giorni
previsti (il termine scadeva domani, ndr), la richiesta di parere al Consiglio di Stato, precisando i termini tecnico-
giuridici della questione per permettere una corretta interpretazione delle norme”, anche perche’ sono apparse “non
risolutive le osservazioni formulate sulla questione dal ministero degli Esteri e dall’Autorita’ per le garanzie nelle
Comunicazioni, che non hanno sciolto i dubbi sul principio di reciprocita’ tra Stati”.
Per Romani, in ballo c’e’ “un principio di giustizia”, tanto piu’ perche’ “il panorama televisivo italiano e’ popolato di
operatori che vi hanno investito da trent’anni e da oltre 500 tv locali”. “A breve - ha concluso il ministro - quando il
Consiglio di Stato provvedera’ a pubblicare il proprio parere, i termini della questione potranno apparire in tutta la loro
evidenza”.


Ore 12.10 - PER GARA FREQUENZE MSE VALUTA RITORNO A CONSIGLIO STATO ENTRO IL 20 GENNAIO.
(ADNKRONOS) - ROMA - Potrebbe essere ancora rinviata la gara per l'assegnazione di tre frequenze della tv digitale
riservate ai nuovi entranti nel settore, tra i quali figura Sky Italia dopo il via libera ricevuto dall'Unione europea.
In queste ore il Ministero dello Sviluppo economico, a quanto apprende l'ADNKRONOS, starebbe infatti valutando se
tornare o meno a chiedere al Consiglio di Stato chiarimenti sul principio della reciprocita' tra Stati, necessari visto che
Sky Italia fa capo a una societa' statunitense. Il tempo stringe perche' dopodomani e' il 20 gennaio e i giudici di Palazzo
Spada il 20 dicembre scorso hanno indicato al Ministero un termine di 30 giorni per tornare a formulare il quesito in
termini piu' chiari e argomentati: "in mancanza di riscontro, decorsi trenta giorni si riterra' che il Ministero non abbia
piu' interesse al quesito", si legge nella risposta indirizzata all'ufficio legislativo del Mse. Se il Ministero guidato da
Paolo Romani non lascera' cadere il quesito, gia' rivolto lo scorso 7 dicembre e poi sospeso dai giudici di Palazzo Spada
in quanto formulato "in termini generali e sintetici" e "privo di di un'argomentata illustrazione dei punti problematici",
questo stara' a significare che anche le stesse valutazioni dell'Agcom non sono ritenute dirimenti.
Nel sospendere la pronuncia del parere il 20 dicembre scorso, il Consiglio di Stato aveva infatti invitato il Ministero a
chiarire se le osservazioni dell'Autorita' per le comunicazioni e del Ministero degli Esteri, nel frattempo chieste dai
giudici e trasmesse da questi organismi al Mse, si potessero considerare "risolutive". Infine la Sezione Terza del Consiglio
di Stato scriveva anche di ritenere "opportuno", qualora il Ministero non si fosse ritenuto soddisfatto delle risposte
pervenute dal Mae e dall'Agcom, che il quesito venisse riformulato "tenendo conto delle osservazioni pervenute e
puntualizzando specificamente gli aspetti che si ritengono problematici".
L'11 gennaio scorso da Bruxelles il ministro Romani aveva detto, dopo un incontro con il commissario europeo alla
Concorrenza, Joaquin Almunia responsabile del dossier, che il bando per la gara dei multiplex sarebbe stato pronto
"nelle prossime settimane". Nelle osservazioni dell'Agcom in merito al quesito rivolto al Consiglio di Stato si indica che
il criterio e' quello dello "stabilimento" dell'impresa che dev'essere in Italia o nello Spazio economico europeo.
Da segnalare che l'Autorita' rimandava anche a due precedenti delibere assunte in merito alla verifica del possesso dei
requisiti di nazionalita' di imprese attive nel settore radiotv, "delibere che pero' - avvertiva l'Agcom - risalgono al
periodo antecedente la novazione dell'articolo 15 del Testo unico della radiotelevisione" ad opera della legge 101
del 2008 (articolo 8-novies). In questo ambito il riferimento e' a una delibera del 22 febbraio 2006 con cui si autorizza
il trasferimento di proprieta' dalla societa' Milano Televisioni alla societa' H3G. In quel caso si riteneva che per legge
fosse sufficiente che il soggetto richiedente avesse sede legale in Italia o nello Spazio economico europeo.
Altro precedente e' indicato dall'Agcom nell'autorizzazione al trasferimento di proprieta' della societa' Prima Tv, che fa
capo al finanziere franco-tunision Tarak Ben Ammar, "concessionaria per una rete tv analogica ed esercente anche
impianti digitali terrestri in ambito nazionale".
L'Autorita' spiega infine che "nel nuovo quadro relativo alla televisione digitale terrestre, nel quale l'attivita' di operatore
di rete e' distinta da quella di fornitore di contenuti e la prima si ispira al quadro comunitario sulle comunicazioni
elettroniche, e' invece citato il requisito dello 'stabilimento' dell'impresa. In tal senso depone il Regolamento sulla
radiodiffusione terrestre in tecnica digitale che, sia per l'attivita' di fornitore di contenuti sia per l'attivita' di operatore
di rete, si limita a richiedere che la sede della societa' richiedente sia ubicata in Italia o in uno Stato dello Spazio
economico europeo, senza fare menzione all'ulteriore requisito del controllo della societa"'.


Ore 11.55 - TV DIGITALE: DELLA VEDOVA (FLI) A ROMANI, CHIARISCA SE INTENDE AVVIARE GARA.

(ADNKRONOS) - ROMA - "Le recenti dichiarazioni del  ministro Romani dell'11 gennaio 2011, pur ribadendo l'impegno

ad una  rapida risoluzione della questione, non chiariscono definitivamente la posizione del governo" circa l'avvio

della gara per le frequenze del digitale terrestre. E' il deputato di Fli Benedetto Della Vedova a  sottolinearlo in una

interrogazione rivolta al ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani in cui segnala che "i ritardi nell'indizione

della gara hanno determinato uno stato d'incertezza per gli operatori  del settore e rischiano di danneggiare il grado

di competitivita' e  innovazione del nostro paese, nonche' la sua capacita' di attrarre  investimenti esteri nel settore

delle nuove tecnologie digitali".

Della Vedova intende sapere in particolare se "sulla base della replica del Consiglio di Stato e delle osservazioni a

questo fornite  dall'Agcom e dal Mae, il Ministero dello Sviluppo Economico consideri  definitivamente superati i dubbi

relativi alla possibile  partecipazione della societa' Sky Italia alla gara per l'assegnazione delle frequenze digitali

terrestri o se vi siano ulteriori elementi ostativi alla pubblicazione del bando di gara entro le prossime  settimane".


Ore 11.50 TV DIGITALE: RAO (UDC), SIA SEMPRE FAVORITA CONCORRENZA.   

(ADNKRONOS) - ROMA - "La concorrenza e' un bene perche'  i telespettatori possono contare su un'offerta piu' varia e

su standard qualitativi piu' alti e perche' si creano nuovi posti di  lavoro. Auspichiamo quindi che il governo smentisca

l'anticipazione  dell'Adnkronos secondo la quale, dopo la prima bocciatura, intenderebbe ricorrere nuovamente al

Consiglio di Stato sulla  possibilita' di consentire a Sky la partecipazione alla gara per l'assegnazione delle nuove

frequenze del digitale terrestre". Lo  dichiara il Capogruppo dell'Udc in Commissione di Vigilanza Rai,  Roberto Rao.

"Il governo -spiega Rao- non dovrebbe mirare a impedire  l'ingresso nel sistema delle aziende con sede in Paesi extra-Ue

con i  quali non esistono rapporti di reciprocita', ma piuttosto a stringere  nuovi accordi diplomatici, per dare impulso

alla concorrenza in Italia e favorire lo sviluppo delle nostre aziende all'estero. Tutte le  operazioni volte a difendere

lo status quo, e in particolare la  rendita di posizione del dupolio italiano, finiscono solo per  danneggiare due grandi

aziende che non hanno bisogno di tutele e non potrebbero che uscire rafforzate dal confronto con qualificati

competitori".


Ore 11.45 - CAMERA: AL QUESTION TIME ROMANI RISPONDE SU DIGITALE TERRESTRE.

(ANSA) - ROMA - Si svolgera' oggi, mercoledi' 19 gennaio, alle 15.00, il Question Time trasmesso dalla Rai in diretta

televisiva dall'Aula di Montecitorio. Il ministro per lo Sviluppo economico, Paolo Romani, rispondera' ad interrogazioni

in merito alla gara per l'assegnazione delle frequenze digitali terrestri, con particolare riferimento alla partecipazione

della societa' Sky Italia.


Ore 11.40 - SKY, LA GARA PER LE FREQUENZE DTT.
(REUTERS) - ROMA - Il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani ha inviato una nuova richiesta di chiarimento
al Consiglio di Stato sulla partecipazione della pay tv Sky Italia del gruppo statunitense News Corp alla gara per le
frequenze del digitale terrestre. Lo riferisce una fonte del ministero, precisando che l'iniziativa mira a "garantire una
procedura sicura e trasparente che non sia esposta a ricorsi" e che nella richiesta di parere "non viene mai citata Sky".
L'entourage del gruppo di Rupert Murdoch teme invece che Romani stia cercando di escludere Sky dalla gara da cui
il governo si attende 2,4 miliardi di euro.
Romani risponderà oggi sul tema al Question Time della Camera delle 15 a una interpellanza del deputato finiano
Benedetto Della Vedova. Prima che lo scorso luglio la Commissione Europea autorizzasse Sky Italia a partecipare alla
gara, Romani, allora vice ministro, aveva ipotizzato l'esistenza di una norma italiana che, in presenza di determinate
condizioni, vieta il controllo del capitale di un operatore di rete televisiva da parte di un soggetto extra-comunitario.
Per Della Vedova "i ritardi nell'indizione della gara hanno determinato uno stato di incertezza negli operatori del settore
e rischiano di danneggiare il grado di competitività e innovazione del nostro paese, nonchè la sua capacità di attrarre
investimenti esteri nel settore delle nuove tecnologie digitali".
Nelle scorse settimane Romani aveva già chiesto al Consiglio di Stato come debba essere inteso il principio della
reciprocità tra Stati, e non fra piattaforme tecnologiche, con particolare riferimento a quelli extra-Ue.
Il 20 dicembre tribunale amministrativo aveva giudicato il quesito di Romani troppo generico e invitato il ministero,
se ancora in dubbio, a riformulare la domanda entro 30 giorni. Contro la partecipazione di Sky alla gara si sono espresse
Mediaset , gruppo televisivo controllato dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, e Telecom Italia Media.
Secondo la decisione Ue, Sky potrà trasmettere su digitale terrestre e concorrere alla gara per le frequenze ma le
trasmissioni potranno essere solo in chiaro, poichè la tv del magnate australiano Murdoch ha una posizione di leadership
nella Tv a pagamento. Le frequenze messe all'asta saranno quelle della banda 790-862 mHz e altre eventuali che si
renderanno disponibili e serviranno per potenziare la telefonia mobile a larga banda. L'asta si terrà nel 2011 e dovrà
concludersi entro il 30 settembre dell'anno in corso. L'assegnazione potrà avvenire fino al 31 dicembre 2012.


Ore 11.05 - MILANO: AGGIUNTO LO Z@PPING TV DI RETE 55.
Abbiamo aggiunto nella
lista tv di Milano lo z@pping tv del canale 66 del mux di RETE 55.

Canale 66 Z@pping - Mux RETE 55


Ore 10.40 - SUPER TV BRESCIA: LOGO ULTERIORMENTE MODIFICATO.
L'emittente televisiva bresciana Super TV ha colorato di azzurro la scritta TV del proprio logo.



 18 GENNAIO 2011 - Martedì 

Ore 23.50 - TORINO: Z@PPING TV DEL MUX DI VIDEOGRUPPO PIEMONTE.
Oggi vi proponiamo lo z@pping tv del mux di VideoGruppo Piemonte di Torino, emittente del gruppo di TeleLombardia
e Antenna 3. Il segnale è trasmesso sul canale 61 del Colle della Maddalena. Ecco i canali trasmessi.
VIDEOGRUPPO PIEMONTE che sta ritrasmettendo Iceberg, programma di TeleLombardia.
T SAT Anche se l'EPG indica il canale satellitare del gruppo, sullo schermo appare il canale Super Cinema 2, che al
momento della nostra rilevazione era a schermo nero.
TOP CALCIO 24
TG NORBA 24
CANALE 6 PIEMONTE come potete vedere il logo differisce dalla versione lombarda che aggiunge in video il logo
Piemonte
ANTENNA 3 (ritrasmette VideoGruppo Piemonte +1)

Canale 61 Z@pping - Mux VIDEOGRUPPO PIEMONTE


Ore 15.30 - PALCO TV E IL LETTORE VLC.
Guardate queste immagini tratte dal mux di Telecupole Piemonte, il canale "Palco" ha l'emissione realizzata attraverso
un lettore VLC.




PALCO TV CON LETTORE VLC


Ore 11.45 - MILANO: AGGIORNATO LO Z@PPING TV DI STUDIO NORD.
Abbiamo aggiornato lo z@pping tv del canale 32 del mux di STUDIO NORD a Milano, ecco la nuova composizione:
EDITRICE 21 NETWORK E21
STUDIONORD TV
STUDIO 7


Canale 32 Z@pping - Mux STUDIO NORD


Ore 01.00 - REALIZZATI GLI Z@PPING DEL MUX TIMB 2, CON I CANALI DAHLIA, SUL CANALE 60.
Ch.60 mux TIMB 2:
Abbiamo realizzato lo Z@pping TV, con le immagini, e il Video Z@pping TV, con i filmati, di tutti i canali
sintonizzabili nel mux TIMB 2, dell'offerta a pagamento di DAHLIA TV. Li potete anche consultare nelle due
tabelle con i dettagli del mux, del canale 60 nella lista tv di Roma,  e del canale 60 nella lista tv di Milano.

Z@pping TV - Canale 60 - Mux TIMB 2 - DAHLIA TV


Video Z@pping TV - Canale 60 Mux TIMB 2 DAHLIA TV



 17 GENNAIO 2011 - Lunedì 

Ore 23.40 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA TAGLIACOZZO (AQ).
Ci scrive Ercole da Tagliacozzo (L'Aquila), ci fa i complimenti per il nostro sito, lo ringraziamo vivamente,
ed è in attesa di nuovi sviluppi digitali nella sua zona.
Per leggere l''email completa vai alla pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.

Ore 23.25 - ELIMINATA LA NUMERAZIONE LCN A "VIRGINRADIO TV" NEL MUX 2 DI SUPER 3.
Ch.42 - SUPER 3 mux 2: 
E' stata tolta la numerazione LCN al canale musicale Virginradio TV, pertanto non è più
sintonizzabile alla posizione 69 ma dopo la numerazione 850, come la sua copia sul mux 1
di SUPER 3 sul
canale 29, anch'esso senza numero. Risolto il conflitto nella posizione 69 che
ora è occupato solo dal canale
CINQUESTELLE nel mux TELESTUDIO sul canale 61.

Ore 23.05 - MUX TELERITMO: LO Z@PPING TV.
Oggi riceviamo a Nizza Monferrato, orientando l'antenna verso Novara, il mux sul canale 65 di TELERITMO.
Sulle liste di OTG abbiamo individuato la postazione, Pernate strada Martelli Novara. I canali contenuti nel mux sono:
- ALTAITALIA TV
- TELERITMO
- TELEREGIONE (trasmette TeleRitmo)
- TELEBIELLA TELERITMO (programmazione per alcune ore differente da TeleRitmo anche se in video il logo 
                                        di quest'ultima è presente)
- VIDEONOVARA
- VALSESIA TV (trasmette VideoNovara)
- VCO SAT


Z@pping TV - Canale 65 - Mux TELERITMO


Ore 22.25 - ELIMINATI ALCUNI CANALI DATI SUL CANALE 38, MUX MEDIASET 3 DVB-H.
Ch.38 mux MEDIASET 3 DVB-H:
Dopo l'abbandono definitivo di TIM nel proporre offerte con il DVB-H, la tv sul videofononino, sono stati
eliminati da questo mux alcuni canali che venivano memorizzati con schermo nero solo su alcuni decoder
e tv con decoder incorporato.
Pertanto non sono più sintonizzabili i canali dati denominati Canale5,
                 Italia1, La7, MTV, Skytg24, Skymeteo24 e Skysport24, ma vengono visualizzati solo questi:

- VF_CH_01

- VF_CH_02_10

- VF_CH_03_15

- VF_CH_04_13

- VF_CH_05_16

- VF_CH_06_14

- VF_CH_07_12

- VF_CH_08_11

- VF_EMM

- VF_ESG

- Int Table


Ore 21.50 - LA 3 DVB-H: NON E' PIU' IN ONDA MEDIASET.

Questa mattina vi abbiamo riportato una notizia in merito alla programmazione di Mediaset nel bouquet dvb-h della 3,

ovvero che alcuni programmi vengono oscurati con un cartello. Oggi possiamo definitivamente confermare che all'interno

del mux il canale che trasmette il meglio della programmazione di Mediaset non è più in onda: oggi per tutto il giorno c'è

stato il cartello che vedete qui sotto. Sono regolarmente in onda gli altri canali, compreso Boing.



Ore 13.15 - SCANDALOSA QUALITA' DELLE IMMAGINI DEL TG1.
Abbiamo notato da parecchio tempo che quasi tutti i servizi in onda nel TG1 su RAI 1
sono di una pessima qualità da far rabbrividire, che nemmeno la peggior emittente
privata degli anni '70 aveva. Le immagini sono tutte puntinate, sdoppiate, con righe nei
contorni che talvolta appaiono anche triplicate e quadruplicate, per non parlare delle
immagini delle partite di serie A che sono ancora più pessime, sembrano che hanno avuto
il decimo riversamento tra cassette VHS. Insomma siamo nell'era dell'HD, del 3D, e
dobbiamo vedere ancora in onda questo schifo. Le immagini dello sbarco sulla Luna nel 1969 forse avevano una qualità
migliore ? Ma nell redazione del TG1 non si vergognano ? In qualsiasi altra emittente non sarebbero mai andate in onda
così, ma qui siamo nella prima emittente di stato della nostra Italia e allora anche tutto questo è permesso ?
Vediamo alcune immagini prese dal TG1 di oggi delle ore 11.00 e confrontatele con l'ottima qualità delle conduttrice
in studio. Cliccate sulle immagini per vederle ingrandite e notare di più la scarsissima qualità.




Ore 12.20 - TUTTI I CANALI A SCHERMO NERO NEL MUX NAPOLI TIVU', CANALE 28 A ROMA.
Ch.28 mux NAPOLI TIVU'-TELETIBUR:
Ci segnalano che da venerdì nel mux di NAPOLI TIVU', dalla postazione di Monte Mario a Roma, tutti i
canali sono a schermo nero. Il segnale c'è, gli slot sono tutti presenti e le emittenti canalizzate nelle
solite posizioni LCN.

Ore 11.50 - TORNA LA NUMERAZIONE LCN 645 DI SUPER 3 SUL CANALE 29 A ROMA.
Ch.29 - SUPER 3 mux 1:
E' stata riaggunta la numerazione LCN al canale Super 3 nel mux 1 di Super 3, ora si memorizza di nuovo
alla posizione 645.



Ore 10.55 - TORNA "ARTE OGGI TV" NEL MUX TELETUSCOLO, CANALE 53 A ROMA.
Ch.53  mux TELETUSCOLO:
E' tornato in questo mux il canale Arte Oggi ATV2, con LCN 637. Ora genera un conflitto di
numerazione con l'altra sua copia che è presente nel mux di ROMA UNO sul canale 31.



Ore 09.45 - LA3 DVB-H, ALCUNE SEGNALAZIONI.
Da qualche giorno alcuni programmi del canale Mediaset del bouquet la3 Dvb-h, sono oscurati e viene inserito il cartello
"programma non disponibile". Segnaliamo inoltre che il canale La3 Cinema che aveva una programmazione h24, adesso
interrompe le trasmissioni intorno alla mezzanotte e riprende a trasmettere alle ore 6.




 16 GENNAIO 2011 - Domenica 

Ore 10.35 - IL RICORDO DI RENZO VILLA: IL VIDEO.

Nei giorni scorsi su Lombardia Channel è andata in onda una puntata interamente dedicata al ricordo di Renzo Villa,

fondatore di Antenna 3, recentemente scomparso. Abbiamo inserito la parte finale dell'intervista su Youtube.


Lombardia Channel Renzo Villa il ricordo di Ettore Andenna 1/2


Lombardia Channel Renzo Villa il ricordo di Ettore Andenna 2/2


Ore 10.25 - REALIZZATA LA LISTA DELLE FREQUENZE TV AD ALESSANDRIA.
Abbiamo realizzato la lista con tutte le frequenze televisive sintonizzabili nella città di Alessandria.
La potete consultare qui > LE TV AD ALESSANDRIA.