ABRUZZO IN DIGITALE


                         ARCHIVIO NEWS ABRUZZO
                                   MARZO 2015


29 MARZO 2015
Domenica

Ore 20.10 - GIANNI DE BERARDINIS, LA VOCE DELLE PRIME RADIO PESCARESI.
Da Radio Luna a Discoring, passando per Claudio Cecchetto. De Berardinis racconta gli inzi e i personaggi di allora.
Di Simona De Leonardis
PESCARA. «Da Porta Nuova a Montecarlo, e chi ci poteva credere». Gianni De Berardinis, pescarese classe 1955, è la storia delle radio private e di quello che è venuto dopo. Un successo dietro l’altro iniziato nei primi anni Settanta con Radio 7G7 e la neonata Radio Luna nel primo studio di piazza Salotto a parlare di west-coast e musica californiana (che gli valse il soprannome di Gianni California), fino ai microfoni di Radio Montecarlo, Radio 24, Radio 2, R101, Rtl 102,5 e importanti parentesi televisive con la conduzione di Discoring su Rai 1, di Popcorn su Canale 5, la partecipazione a Buona domenica con Maurizio Costanzo e la produzione e conduzione di Caffè Italia per Odeon Tv, tanto per citare le più importanti. Un viaggio che oggi lo vede «incastrato a Milano per lavoro» (all’emittente radiofonica di Tv2000), ma che ogni volta, appena può lo riporta a Pescara. Anzi, a Porta Nuova.
Che valore ha Pescara?
Ci sono nato. A Porta Nuova, in via Marconi 17, anche se poi abbiamo abitato in via dei Peligni. Ho fatto le elementari alle Domus Mariae con suor Angelina e le medie alla Tinozzi, mi ricordo il professore di matematica Melchiorre. Un tipo da libro Cuore, un genio, con dei baffi importanti, chino sul bastone. Poi il Manthonè e due anni di Giurisprudenza a Teramo che non ho finito.
Com’era la sua famiglia?
Mio padre Guido era un dirigente della società torinese Rivoira che produceva gas e derivati dell’ossigeno per uso industriale. Era di Città Sant’Angelo, aprì una filiale a Pescara ma è morto nel 1966 lasciando mia madre Vanna vedova a 36 anni e con tre figli. Faceva la sarta mia madre, sarda di Tempio Pausania.E poi i miei fratelli. Franco, avvocato che vive a Rimini e Anna, fisioterapista. Abita a Pescara con il marito Sisto Rainaldi. È da lei che sto, quando torno.
E lei che tipo era?
Sono il secondo, e sono sempre stato l’atipico, della serie “chi è cussù?” quello che non si riusciva a collocare. Perché il mio pallino erano le chitarre e la musica, ed ero molto timido. A otto anni andavo vestito come Paul Mc Cartney, con gli stivaletti con i tacchetti, le camicie a fiori e i capelli lunghi e mio padre mi comprò la prima chitarra in un negozio di elettrodomestici, perché allora a Pescara non c’erano negozi di musica. Oggi ho 200 chitarre acustiche in legno.
E la radio, com’è iniziata?
Ero un collezionista di dischi, sapevo tutto di pop west- coast e musica californiana. Stavo sempre a piazza Salotto, alla palma “politica” ma solo a parlare di musica, con tanti dischi dietro. E lì, ai palazzi Testa c’era lo studio di Radio 7g7 di Gianni Lussoso con cui poi don Peppe De Cecco si mise in società. Mi dissero di andare e iniziai, era il 1975. La radio si trasformò nel vero salotto della piazza. Tutti quelli che giravano di notte salivano e in pochi minuti si trovavano davanti al microfono.
Chi c’era?

Adriano Lapi, un intellettuale pescarese detto il professore, Claudio Tinaro detto Scheletrino, Peppe, Ugo Nigrisoli campione di pallacanestro.
E Radio Luna ?
Quando finì Radio 7G7 De Cecco mi disse di andare con lui in questa nuova avventura in corso Manthonè, in una palazzina allestita con cose incredibili. Avvenne così il salto dall’amatoriale al professionale. Oltre a me c’era un ragazzo di Detroit, Mister D che metteva i dischi all’Honeypot e poi Foxy John, Luigi Rosica, che faceva i programmi di dedica. Io andavo in onda con il programma country rock e west-coast music. Ero di Porta Nuova ma mi sentivo californiano, la mia città ideale era San Francisco senza esserci mai stato, tipo Salgari. E da allora mi diedero il soprannome di California. Gianni California, un nome assurdo, ma ci feci pure un programma, faceva parte di quel folklore. Andava in onda alle due del pomeriggio, l’ascoltava tutta Pescara.
Che periodo era?
Era il 1976, le radio private nascevano come funghi, ma noi eravamo la più ascoltata. In quel periodo ho conosciuto i cantautori più importanti.
Venivano alla radio?
Me li mandava Fiorella Foglietta, un incontro fondamentale. Lei stava alla Rca, in via Sulmona c’era il deposito e l’ufficio di promozione. Mi ha portato Venditti, De Gregori, Graziani, Rino Gaetano quando non lo conosceva nessuno.
E com’era Rino Gaetano?
Quando venne a Pescara andammo a prenderlo alla stazione con la mia Dyane. Disse subito “annamo a magnà”, lo portammo al Nastro Azzurro, poi andò a incontrare un’amica e ci rivedemmo dopo.
E Ivan Graziani?
L’ho conosciuto quando veniva a suonare a Pescara con Nino Dale e la sua orchestra, Ivan suonava la chitarra da pazzi e per me era un mito. Diventammo amici.
Il grande salto quando?
Dopo Radio Luna passai alla Rai abruzzese, facevo delle interviste settimanali, ma non mi bastava. Lessi su Ciao 2001 un bando di concorso di Radio Montecarlo che cercava giovani disc-jockey. Mi iscrissi, feci una prima audizione a Roma e dopo tre mesi mi chiamarono tra i primi dieci dopo una scrematura di 5mila persone. Ci fecero fare una specie di “Amici”, tre mesi a fare su e giù da Pescara a Montecarlo in treno per questa gara ad eliminazione che alla fine vinsi. E all’improvviso mi trovai da Pescara Porta Nuova al Principato di Monaco, era il 1980. In due mesi mi misero nella griglia dei dj più importanti, con Luisa Berrino, Awanagana. Andavo in onda a mezzogiorno con il gioco del milione.
Un ricordo.
Quando invitai mia madre al Ballo della Rosa, la cerimonia più importante del Principato. Era vedova, andava vestita tutto di scuro. La feci venire in aereo e presi il tavolo più vicino a Grace Kelly e lei continuava a chiedermi, ma davvero questa è Grace?
E Discoring?
Anche questo per caso. Era il 1981. Capitai a Roma e incontrai un’amica discografica che mi disse che la Rai stava facendo le audizioni per Discoring. Non ci volevo andare, mi convinse la mia fidanzata di allora. Avevano già preso uno, ma quando mi misi a parlare scese il regista e mi disse che volevano me. S’iniziava la domenica successiva. E mi cambiò il mondo.
Come?
Con la tv ero entrato nella famiglia dei vip. Mi sembrava tutto strano ma l’affrontavo normalmente, anzi mi stupivo perché facevo sempre le stesse cose. Solo che lavoravo con Pippo Baudo, conobbi tutti.
E Claudio Cecchetto?
Cecchetto mi chiamò a Milano, stava producendo un programma musicale, Popcorn, per Canale 5 e mi volle come conduttore. Erano i primi anni Ottanta, conobbi anche Berlusconi, perché visionava le cassette di tutti i conduttori e mi volle conoscere. Andammo ad Arcore con una Volkswagen scassata io e Marco Columbro. Ci trovammo in una festa, lui accoglieva tutti personalmente, con un sorriso pazzesco. Gli chiesi la toilette e mi disse scelga quale vuole, ce ne sono cento. Poi lo rividi a fine festa e gli dissi che ero stato in quella che aveva un quadro di Goya sulla porta. E mi portò a vedere la sua pinacoteca. In quegli anni mi ritrovai a vivere al residence di Milano 2, i miei vicini di casa erano quelli che facevano Premiatissima. E ho capito il meccanismo dello spettacolo: finchè appari in televisione ci sei, ti salutano tutti. Sennò non sei nessuno.
Ma a Pescara ci tornava?

Sempre volentieri, ma a fatica. Anche adesso ho sempre voglia di fare il bagno nel mio mare.
E qual è?
Sono andato ovunque. Eriberto, È nata una stella, la Capponcina. Ora quando torno vado alla Pineta con i miei figli. Greta di 18 anni che vive a Los Angeles e Lorenzo, 15 anni, pescarese convinto. Mi chiede sempre di tornare a vivere a Pescara. E ci tornerei anche.
Com’è cambiata Pescara?
Hanno rovinato il corso, piazza Salotto. Anche se adoro Porta Nuova, mi piace passeggiare in viale D’Annunzio e in tutte quelle traverse, tra quelle case. Ma torno anche in via Regina Elena, dove andavo da Thomas, da Maurizio, e da Maruzzella. Ma non c’è più niente. È cambiata la gente.
In che modo?
Pescara ha perso il tratto della sua identità: la signorilità. È sempre stata una città di grandi signori, gente anche semplice ma sempre accogliente, abituata a scambiarsi buongiorno e buonasera con il sorriso. Adesso invece Pescara cerca di assomigliare a cose che non la riguardano, tipo Barcellona. Anche i bar hanno perso identità. Prima il bar ti dava un’appartenenza: Cacique, Camplone, Berardo, Tempera: ognuno aveva il suo bar, ognuno il suo pubblico di riferimento.






26 MARZO 2015
Giovedì

Ore 21.40 - RADIOFONIA: SCAMBIO DI FREQUENZE TRA RADIO C1 E RADIO KETCHUP.
https://lh3.googleusercontent.com/-IulwWwCk54I/VRPxz66kpFI/AAAAAAAHVGo/shx6cvOv3YE/s1600/RADIO%2520KETCHUP%252060.jpg
Nei giorni scorsi in Abruzzo ci sono stati alcuni movimenti di frequenze nell'etere radiofonico locale. Nel dettaglio le emittenti coinvolte sono state RADIO C1 e RADIO KETCHUP che tra di esse hanno effettuato lo scambio delle frequenze in loro possesso.
A Pescara ad esempio RADIO C1 è ora ricevibile sulla FM 93.700 dalla locale postazione di San Silvestro e sulla FM 106.100 dal monte Majella - Rifugio Pomilio - Rapino (CH).
Tali frequenze erano in precedenza di RADIO KETCHUP che pertanto a sua volta si riposiziona a
Pescara sulla FM 104.000 da San Silvestro e sulla FM 99.500 dalla Majella.
In altre zone dell'
Abruzzo questo scambio non è stato equo per le due emittenti, infatti RADIO KETCHUP perde la copertura della fascia costiera teramana e del capoluogo di provincia, adesso ad appannaggio di RADIO C1, grazie alla FM 98.000 da Colle Morino a Pineto (TE) e alla FM 98.300 da Colle Izzone a Teramo. Al contrario RADIO KETCHUP acquista maggior copertura nelle sole provincie di Pescara e Chieti con la FM 91.600 da Contrada Cona a Brittoli (PE).
Nelle immagini in basso tratte dai siti di RADIO KETCHUP e RADIO C1 potete consultare le frequenze aggiornate sui cui operano attualmente le due emittenti abruzzesi.
Nella sezione ABRUZZO IN DIGITALE abbiamo inoltre aggiornato la lista delle emittenti radiofoniche che si ricevono a PESCARA e TERAMO.

FM - Mhz
Postazione
93.700
San Silvestro - Pescara
98.000Colle Morino - Pineto (TE)
98.300Colle Izzone - Teramo
106.100Monte Majella - Rifugio Pomilio - Rapino (CH)

https://lh6.googleusercontent.com/-epwljPt34e4/VRPx3wtHKnI/AAAAAAAHVHA/Dxpa_GF6VzU/s1600/radio%2520c1%2520frequenze.jpg
FM - Mhz
Postazione
91.600
Contrada Cona - Brittoli (PE)
93.500Contrada Piane - Francavilla al Mare (CH)
99.500Monte Majella - Rifugio Pomilio - Rapino (CH)
104.000Colle Pineta - Pescara

https://lh4.googleusercontent.com/-MiRbmWZkzTM/VRPx4pDKK9I/AAAAAAAHVHI/ooVY5ljl8tQ/s1600/radio%2520ketchup%2520frequenze.jpg

Ore 11.05 - PESCARA, L'AGCOM SMENTISCE L'AGCOM: "FUORILEGGE LE ANTENNE DI SAN SILVESTRO".
PESCARA - Dichiarati fuorilegge dall Autorità garante per le comunicazione gli impianti radio-tv di San Silvestro.
A riferirlo è Mariano D’Andrea, rappresentante dell’associazione No Elettrosmog, che ha consultato il Presidente AgCom Cardani.
https://lh3.googleusercontent.com/-DyvO98iSR78/VRPZ0_WEMSI/AAAAAAAHVFQ/DnI8JW0oJOw/s1600/17.jpg
Lo scorso 12 febbraio, D’Andrea è stato accompagnato dal parlamentare del Movimento 5 Stelle GianlucaVacca dal presidente dell’AgCom Marcello Cardani, al quale ha richiesto per iscritto di mettere nero su bianco se l’installazione e l’esercizio degli impianti tv di San Silvestro Colle sono conformi alla vigente normativa? Cardani ha risposto con una lettera il 26 febbraio: “Il contenuto della risposta è sconcertante”, afferma Mariano D’Andrea: “gli impianti tv digitale sono fuorilegge”.
In relazione a una lettera inviata il 14 novembre dal Direttore della Direzione Reti e Comunicazione elettronica dell AgCom, Vincenzo Lo Bianco, Cardani parlerebbe di frasi strumentalizzate: “Non può essere affermato che il sito “Pescara-San Silvestro”, riferisce testualmente Mariani, “non può essere usato dagli operatori in quanto non incluso dall’Autorità nell’elenco di siti di cui alla delibera 93/12/CONS:: la sua esclusione deriva dal mancato assentimento da parte della Regione Abruzzo sin dal 1998″. E ancora: “Non può essere affermato che l’inclusione del sito piattaforma off-shore (come qualunque altro sito) nell’elenco di siti e nelle reti di riferimento di cui alla delibera nr.93/12/CONS comporti un obbligo per gli operatori a utilizzare il medesimo sito: un simile obbligo sarebbe in palese contraddizione con il sopra richiamato criterio di equivalenza dei siti”.
“E ora che validità hanno le Sentenze del Tar e del Consiglio di Stato che hanno dato ragione alle emittenti proprio facendo riferimento al suddetto documento AgCom”, si chiede il rappresentante dei No Elettrosmog, “volutamente strumentalizzato per affermare l’esatto contrario di quello che è stato sancito in sentenza?. Il Consiglio di Stato, infatti, per annullare le Ordinanze di spegnimento del Sindaco emesse nel 2012 ha sentenziato: “Di siffatta azione l’AgCom ha ribadito la necessità anche successivamente alle ordinanze in questione, e proprio in relazione ad esse, con la nota del 14 novembre 2012, con cui si richiama appunto quanto già rilevato al riguardo nella delibera n. 93/12/CONS; inoltre, in tale nota si precisa, in linea con la posizione emersa nel corso dei lavori del Tavolo tecnico istituito dalla Regione, come non possa essere affermato che il sito San Silvestro Colle non può essere usato dagli operatori perché non inserito nell’elenco dei siti di cui all’indicata delibera, giacché la sua esclusione deriva dal mancato assentimento regionale, né che l’inclusione del sito piattaforma off shore nell’elenco dei siti e nell’elenco delle reti di riferimento di cui alla stessa delibera comporta l’obbligo degli operatori di utilizzarlo, stante il contrasto di un simile obbligo con il criterio di equivalenza dei siti”.
“Dicono che le sentenze possono essere commentate ma devono essere accettate”, chiosa D’Andrea, “Noi dichiariamo invece che sono atti pubblici a contenuto falso e perciò provvederemo a presentare denunce, anche se il reato da noi ipotizzato (falso ideologico) è perseguibile d’ufficio. Inoltre ci viene da chiedere ai signori magistrati, al presidente della Regione, al sindaco e al ministro dello Sviluppo economico: e ora come la mettiamo? Quando applicherete correttamente le leggi? Come mai non avete chiesto pareri all’AgCom come abbiamo fatto noi? Come mai non chiedete agli operatori di rete le copie delle autorizzazioni all’esercizio degli impianti ?”.

Tratto da: www.cityrumors.it/notizie-pescara/cronaca-pescara/117323-pescara-lagcom-smentisce-lagcom-fuori-legge-le-antenne-di-san-silvestro

https://lh3.googleusercontent.com/-Rd4L_byGtO0/VRPZzh5RPJI/AAAAAAAHVFI/Zyzvx6q93G4/s1600/10.jpg


25 MARZO 2015
Mercoledì

Ore 22.00 - PESCARA SAN SILVESTRO: CAUSA VENTO CEDE UN TRALICCIO DI UNA POSTAZIONE RADIOFONICA, SPENTI ALCUNI SEGNALI.
Questa mattina, a causa del forte vento, è caduto parte di un traliccio che ospita alcuni apparati radiofonici (antenne e parabole) nel sito di Pescara SAN SILVESTRO. L'effetto domino ha coinvolto anche altri impianti portandosi dietro la parte su cui erano ancorate diverse antenne FM.
Attualmente le emittenti non attive da questa postazione sono:

FM   89.500 - Radio Delta2
FM   89.900 - Radio Italia SMI
FM   90.700 - R101
FM   96.100 - Radio Delta1
FM 100.500 - Radio Studio +
FM 100.800 - Radio Radicale
FM 104.800 - Radio Play Capital
FM 107.800 - Radio 24

Consulta l'elenco completo delle emittenti radiofoniche che si possono ascoltare a PESCARA.

https://lh4.googleusercontent.com/-LZ5FROHYZOo/VRMWy3dZ-sI/AAAAAAAHVCA/fPBMu9etFBc/s1600/11059235_10206404269251130_8935775913940959752_n.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-D-4sg3Ntpwo/VRMWzKVziyI/AAAAAAAHVCM/GTsTzaiY1BQ/s1600/11070140_10206404272891221_1455464216787526235_n.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-FqY0BZYDmBo/VRMW0JTeFOI/AAAAAAAHVCs/aBlx2fd1mvQ/s1600/13512_10206404270811169_2849772316152137165_n.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-BtS-eHzwwnE/VRMW0vn40OI/AAAAAAAHVCg/nq2015AeGko/s1600/21220_10206404268331107_6618164388852753517_n.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-JqYxFwaw19Q/VRMW1uobxzI/AAAAAAAHVC0/r23eYenrucA/s1600/65774_10206404268771118_2227330743814095408_n.jpg


23 MARZO 2015
Lunedì

Ore 07.30 - MUX TRSP (ABRUZZO): ELIMINATA FARMABRUZZO-TELE MAIA.
UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
Da alcuni giorni è stata eliminata dalla numerazione LCN 643 il canale FARMABRUZZO che trasmetteva Tele Maia, pertanto l'emittente teatina esce di scena dall'etere abruzzese. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TRSP (ABRUZZO).

https://lh6.googleusercontent.com/-sIjnUR0uTwk/VQ-pRDOKd9I/AAAAAAAHUB8/mBYb-CC_tZ0/s1600/00%2520B.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-u0UvgN5Jq28/VQ-pRJGZYhI/AAAAAAAHUCE/gXkKzTJ53a4/s1600/trsp%2520mux.png


12 MARZO 2015
Giovedì

Ore 17.45 - MUX TRSP (ABRUZZO): SU TRSP +1 ARRIVA LA PUGLIESE DELTA TV, PROBLEMI TECNICI PER ALCUNI CANALI.
UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
https://lh5.googleusercontent.com/-ON1AjRjVX3A/VQG0VF2fSZI/AAAAAAAHR7s/RbNNVY35TrI/s1600/DELTA%2520TV%252052.jpg
Novità nel mux abruzzese di TRSP, il canale TRSP +1 (LCN 290) non trasmette più la programmazione differita di un'ora di TRSP (LCN 17) ma ora veicola l'emittente barese Delta Tv. In sovraimpressione sotto il logo di rete di Delta Tv è indicato il canale 78 ma è la posizione LCN usata nella regione Puglia dalla tv di Casamassima (BA).


https://lh3.googleusercontent.com/-LuLHCYda_yQ/VQGwZML1VBI/AAAAAAAHR-s/nt9m3nkm4Jc/s1600/290%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-TUORNkY_PJ4/VQGwaPE1_7I/AAAAAAAHR0w/6YvU1bPId50/s1600/290%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-RW5AoQ5nlz8/UxdoritNP3I/AAAAAAAFO4M/zS7OQaOIkgc/s1600/TELEUNIVERSO%252052.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-8gjkbJesZ6I/U3W9xGLEU8I/AAAAAAAFpss/rgzVL285mbo/s1600/AGORA%2520N%252052.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-bL7rO4lU5Pc/VADDy5rlbwI/AAAAAAAGN_w/bXcXZTT_awc/s1600/TELE%2520MAIA%252052.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-YdPikeAvu-M/UkdIB8_lk8I/AAAAAAADpTk/tRa6hz1tkII/s1600/MEDIA%2520CENTRO%2520B%252052.jpg
Ci sono inconvenienti tecnici per alcuni canali del multiplex, infatti Teleuniverso (LCN 89) soffre di continui squadrettamenti che ne impediscono la visione, ci sono problemi sul traferimento della tv ciociara verso la sede vastese di TRSP; AGORA' TV (LCN 119) sta trasmettendo la propria programmazione in bianco e nero e senza il logo di stazione in sovraimpressione; su FARMABRUZZO (LCN 643) non è in onda la programmazione di Tele Maia, è presente una schermata blu, ci comunicano che c'è un guasto alle attrezzature di emissione della tv teatina; infine segnaliamo che MEDIACENTRO (LCN 645) è sempre a schermo nero, oramai da parecchi mesi.

https://lh6.googleusercontent.com/-qoioM9U_xtQ/VQGwTSZj7PI/AAAAAAAHR0I/SphbIxqkIz0/s1600/89%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-fcfFa_njvb8/VQGwWpEDAWI/AAAAAAAHR0Q/1yfQBlzkpME/s1600/89%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-vhQOoanUPx0/VQGwXa6qUHI/AAAAAAAHR0Y/l4F4Ezxy_7Q/s1600/119%2520A%2520%25284%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-u-qDMUHENKI/VQGwYQUiC6I/AAAAAAAHR0g/O5mrUbSnjVE/s1600/119%2520B%2520%25284%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Sf2iI2Nocpk/VQGwbF82FwI/AAAAAAAHR04/idujcW2XCyk/s1600/643%2520A%2520%25287%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-OS9HAYbv_Lg/VQGwbmbBMoI/AAAAAAAHR1A/k7ELQKjpzDY/s1600/643%2520B%2520%25287%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-tiRdNoajv9I/VCEargI84NI/AAAAAAAGaZk/g-2a85-ShYI/s1600/645%2520A%2520%25285%2529.jpg

Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TRSP (ABRUZZO).
https://lh4.googleusercontent.com/-0OKc0EC6CEQ/VQG0q1Ove8I/AAAAAAAHR8c/xkiR8Eb40SA/s1600/00%2520B%2520%252815%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-hEPKH75RoLc/VQGwRFXMqOI/AAAAAAAHR0A/jVdrQTaDWzg/s1600/trsp%2520mux%25202.jpg